A1f: Casalgrande Padana cade a Mestrino nonostante una prova coraggiosa

Dopo due vittorie di misura, ma importanti, prima su Oderzo e poi su Cassano Magnago, Casalgrande Padana cade sul campo dell’Ali Best Espresso Mestrino, dove viene sconfitta per 26-23, in quella che possiamo definire una gara di nervi.

Brave le patavine a mantenersi in vantaggio per tutta la gara, seppur sempre di misura, controllando una partita in cui alle reggiane questa volta non è bastato il cuore. Orfane dell’influenzata Bertolani, con Franco in piena convalescenza anche lei, le casalgrandesi, pur con una buona fase difensiva, fanno fatica a fare breccia nell’ostica difesa delle padrone di casa, che ancora una volta sanno dimostrare che il posto di alta classifica che occupano è strameritato.

A otto minuti dal termine, ghiotta occasione per Casalgrande di portarsi sul -1 e andare a cercare il colpo di grazia sulle avversarie, come già avvenuto nelle ultime due gare. Tiro sbagliato, occasione fallita e palla in mano alle padrone di casa che non perdonano e allungano ancora. Colpo psicologicamente mortale per Casalgrande che si lascia prendere dallo scoramento e tenterà di reagire solo negli ultimi tre minuti, a giochi ormai chiusi, riportandosi a casa la sensazione che potesse essere un match alla propria portata, ma di cui non si è riusciti a trovare la chiave di volta.

In tutto questo, a voler guardare il bicchiere mezzo pieno, vanno sottolineate le ottime prove di Simona Artoni, Ilenia Furlanetto e Marijana Tanic. Artoni torna a segnare con continuità mettendo a referto 6 reti, mentre le veterane casalgrandesi, Furlanetto in doppia cifra con 10 reti e Tanic con 5, scalano ancora qualche posto nella classifica delle migliori marcatrici del campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *