A2 maschile, la capolista espugna il Pala Keope: 22-25. La Modula Casalgrande regge egregiamente il confronto con i Lions Teramo, però non basta per ottenere il terzo successo di fila. Fiumicelli: “Nonostante il punteggio abbiamo fornito una prova comunque incoraggiante, specie per quel che riguarda la fase difensiva. Stavolta siamo stati penalizzati dai ripetuti ed eccessivi errori in zona gol: un problema da correggere con rapidità, in vista della trasferta di Camerano”. Per il resto, nessun dramma. “Noi puntiamo sempre al massimo risultato possibile, ma i veri scontri cruciali in chiave salvezza arriveranno solo da novembre in avanti”

MODULA CASALGRANDE – LIONS TERAMO 22 – 25

MODULA CASALGRANDE: Aldini 1, Barbieri, Ferrari 1, Galopin 1, Giubbini 2, Id-Ammou, Lamberti 9, Lenzotti 2, Oliva, Prandi (P), Prodi 3, Ricciardo (P), Scalabrini, Seghizzi 2, Strozzi, Toro K. 1. Allenatore: Fabrizio Fiumicelli.

LIONS TERAMO: Bellia, Camaioni 1, Cinelli, Collevecchio (P), De Angelis (P), De Ruvo, Di Marcello 3, Forlini 3, Giampietro 9, Gutierrez, Morale 2, Murri 4, Toppi 3, Valeri. Allenatore: Marcello Fonti.

ARBITRI: Bazzanella e Stilo.

NOTE: primo tempo 11-13. Rigori: Modula 3 su 8, Teramo 2 su 3. Esclusioni per due minuti: Modula 1, Teramo 6.


La Modula Casalgrande ha retto complessivamente bene la sfida contro la prima in classifica: tuttavia, la notevole vivacità messa in campo dai pallamanisti biancorossi non è stata sufficiente per ottenere il terzo successo di fila. La sfida di ieri, disputata al Pala Keope, rientrava nel programma della quarta giornata di serie A2: anche stavolta il confronto si è giocato davanti a un pubblico di affezionati spettatori, in possesso dell’apposita tessera d’ingresso “Keope Pass Card”.


Nel seguire l’incontro, la platea ha potuto tenersi ben lontana dalla noia: entrambe le formazioni sono state capaci di costruire una prova di carattere, con Teramo che ha maturato la certezza della vittoria soltanto nelle battute conclusive. Fin dalla vigilia, si sapeva che il duello con i Lions sarebbe stato in decisa salita per la Modula: del resto la compagine di Marcello Fonti è tra le meglio attrezzate del girone B, e il suo attuale primato in graduatoria non rappresenta affatto un evento inaspettato. Ad ogni modo, i casalgrandesi hanno affrontato l’impegno senza alcun tipo di timore reverenziale: gli avversari sono rimasti avanti nel punteggio finale per quasi tutto il tempo, ma più volte i padroni di casa hanno dato l’impressione di poter piazzare il sorpasso. Al 10′ il tabellone indicava un 4-7 a favore degli ospiti, ma ciò non ha affatto intimorito la formazione di Fiumicelli: al 20′ la situazione era infatti di equilibrio sull’8-8, mentre all’intervallo gli abruzzesi guidavano per due sole lunghezze (11-13). Distanze mantenute nelle fasi iniziali della ripresa, con i Lions in vantaggio 13-15 al 40′. A 10 minuti dal termine la squadra di Fonti guidava invece sul 17-20, e successivamente ha raggiunto un margine favorevole di 5 lunghezze: tuttavia Casalgrande ha continuato a macinare gioco e corsa, anche quando il risultato a favore dei teramani era ormai acquisito. In tal modo i biancorossi sono riusciti a ricucire parzialmente lo strappo, fino al 22-25 conclusivo. 


Anche se la sconfitta rientrava in fin dei conti nelle previsioni, alla Modula resta inevitabilmente una punta di amarezza: infatti, sul piano del gioco nella sua globalità, la differenza tra i Lions e i nostri beniamini non è certo stata così abissale. Di conseguenza i casalgrandesi potevano avere spazio per l’impresa, ma i tanti svarioni offensivi hanno sbarrato la strada dei biancorossi di casa: un dato che risulta evidente anche nelle conclusioni dai 7 metri, con la Modula che ha sbagliato ben 5 rigori su 8. 


“Il punteggio ha sempre la sua consistente importanza, inutile negarlo – commenta Fabrizio Fiumicelli, trainer della Modula Casalgrande – Tuttavia, questo periodo ci sta riservando un calendario decisamente arduo: basti pensare che nelle prossime settimane affronteremo Camerano e Tavarnelle, fino ad arrivare al derby del 31 ottobre sul campo di Rubiera. Di conseguenza, pur continuando a puntare al miglior risultato possibile, in ottobre dovremo guardare principalmente al livello qualitativo delle nostre prestazioni: le partite da vincere assolutamente in chiave salvezza arriveranno solo a novembre, quando affronteremo le formazioni che lottano come noi per mantenere la categoria”. 

E a proposito di prestazioni, Fiumicelli ha ugualmente parole lusinghiere per la squadra: “Nonostante il risultato, ritengo che la prova fornita contro Teramo sia stata piuttosto incoraggiante – sottolinea il tecnico biancorosso – Innanzitutto, la formazione abruzzese gode di un’elevata reputazione che è senza dubbio meritata: peraltro i Lions mi hanno addirittura sorpreso in positivo, esprimendosi in modo ancora più efficace di quanto io mi aspettassi. Nonostante ciò siamo comunque andati vicini alla grande sorpresa, anche perchè la nostra fase difensiva ha avuto un funzionamento efficiente e concreto: d’altro canto, la quantità eccessiva di errori che abbiamo commesso in zona gol ha finito per risultare determinante”.

“Come si è visto ho praticato una vasta rotazione, sperando di riuscire a correggere il tiro per quanto riguarda l’efficienza offensiva – aggiunge Fiumicelli – Tuttavia il copione non è cambiato, e si tratta di un aspetto su cui lavorare a fondo in vista della gara che adesso ci attende”. Domenica prossima la Modula sarà di scena sul campo del Camerano: “Affronteremo una realtà che ha tutti i numeri per attestarsi stabilmente nell’ambito della medio-alta classifica – rimarca il timoniere della Modula – Di conseguenza, per sperare di mettere in difficoltà i marchigiani, la precisione sotto il profilo offensivo dovrà necessariamente aumentare rispetto a ciò che si è visto con Teramo”.


“Due punti molto sudati, proprio come mi aspettavo – osserva poi Marcello Fonti, allenatore dei Lions – Noi siamo nuovi del girone Centro Italia: di settimana in settimana ci siamo sempre più accorgendo dell’altissimo livello che caratterizza il gruppo B, e anche qui a Casalgrande ne abbiamo avuto una lampante dimostrazione. Di certo, la Modula ha i mezzi per raccogliere numerose gratificazioni durante quest’annata: stavolta però i nostri ragazzi hanno prevalso giocando una partita di confortante qualità, sia sul piano tecnico sia sotto l’aspetto dello slancio caratteriale. Tra gli aspetti che più hanno favorito la nostra vittoria, c’è senza dubbio la consistente efficienza difensiva che siamo riusciti a sviluppare”. Ora i Lions continuano a viaggiare a punteggio pieno: “Non siamo affatto qui a disegnare tabelle di marcia – afferma il trainer teramano – L’obiettivo che ci poniamo sta soltanto nel concretizzare al meglio le notevoli potenzialità del nostro organico, puntando ad arrivare il più in alto possibile”.


Altri risultati della quarta giornata: Verdeazzurro Sassari-Tavarnelle 30-33, Fiorentina-Starfish Follonica 26-28, Vikings Rubiera-Carpi 27-23, Nuoro-Chiaravalle 24-28, Parma-Bologna United 26-25, Camerano-Ambra Poggio a Caiano post.

Classifica del campionato di pallamano A2 maschile (girone B): Tavarnelle e Lions Teramo 8 punti; Vikings Rubiera 7; Carpi 6; Starfish Follonica 5; Camerano, Modula Casalgrande, Fiorentina e Chiaravalle 4; Verdeazzurro Sassari e Parma 2; Bologna United, Ambra Poggio a Caiano e Nuoro 0 (Camerano e Ambra sono conteggiate con una partita in meno).

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande al Pala Keope, mentre ascolta le indicazioni dell’allenatore
  • L’ala casalgrandese Salim Scalabrini
  • Foto di gruppo per la Modula 2020/2021
  • L’allenatore Fabrizio Fiumicelli
  • Il portiere biancorosso Luigi Prandi
  • L’ala casalgrandese Kristian Toro
  • Mattia Lamberti, terzino della Modula.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *