A2 maschile, la Modula attende la visita della blasonata Pallamano Prato. Marco Giubbini: “Il nostro atteggiamento è quello giusto senza piagnistei, però adesso non dobbiamo sentirci invincibili”

La Modula Casalgrande proviene da 3 risultati utili di fila: dopo il blitz piazzato a Poggio a Caiano e il successo casalingo contro San Lazzaro di Savena, domenica scorsa i pallamanisti biancorossi hanno allungato la striscia felice con un eroico pareggio a Camerano. L’aggettivo per definire il risultato in terra marchigiana non è affatto fuori luogo: pur trovandosi a dover arginare ben 7 assenze, la formazione allenata da Matteo Corradini ha sfiorato l’impresa sul campo di una tra le massime potenze del girone B.

Ora, all’orizzonte c’è una rilevante opportunità per ottenere quella che sarebbe la terza vittoria nelle ultime 4 gare: sabato prossimo, 20 novembre, la Modula sarà al pala Keope per disputare la sfida casalinga contro un Prato ancora a secco di punti. Il confronto sarà valido per la nona giornata della serie A2 maschile: fischio d’inizio alle ore 18.30, arbitri Francesco Ricciardi e Bilel Rhim. Anche stavolta, per accedere alla tribuna sarà necessario disporre del green pass: inoltre, il posto va prenotato attraverso la piattaforma Eventbrite a questo link https://www.eventbrite.it/o/gsd-pallamano-spallanzani-handball-team-31387719731 .

Il duello sarà anche trasmesso in diretta integrale, sulla pagina Facebook del Gsd Pallamano Spallanzani Casalgrande.

“Di certo stiamo vivendo un buon periodo, che deriva dal nostro atteggiamento sempre combattivo e propositivo – sottolinea il centrale/terzino biancorosso Marco Giubbini – Quando si hanno così tante defezioni, sarebbe molto facile cedere allo sconforto piangendosi addosso: invece noi siamo ben lontani da questo tipo di mentalità, e chi ci conosce lo sa bene. Nella nostra visione, le pur pesanti assenze non possono affatto costituire una pezza giustificativa. Di certo sarebbe molto meglio poter contare sulla squadra al completo, per gestire meglio le energie a disposizione e per avere una maggiore quantità di soluzioni di gioco: d’altro canto è possibile fare bene anche quando ci si trova ad avere un assetto rimaneggiato, e le ultime gare lo dimostrano in pieno”.

Anche Giubbini ha fatto parte della gloriosa spedizione in quel di Camerano: con lui è davvero impossibile non tornare sull’ottimo punto ottenuto nelle Marche. “Di certo il pronostico ci sfavoriva – sottolinea l’esperto classe ’99 – Eravamo ai minimi termini, sul campo di una realtà che non è affatto terza in classifica per puro caso: tuttavia abbiamo saputo interpretare la gara nel migliore dei modi, esprimendo tenacia mista a intelligenza. In più nelle ultime 3 gare siamo riusciti a diminuire drasticamente la quantità di palle perse: un aspetto di non poco conto, che sta contribuendo in modo determinante nel fare la differenza a nostro favore. Considerando tutti i 180 minuti disputati contro Poggio a Caiano, San Lazzaro e Camerano, abbiamo gettato via soltanto una dozzina di palloni: in precedenza accumulavamo almeno 12 palle perse nell’arco di una singola partita, e dunque i nostri tangibili miglioramenti sono ben testimoniati anche dai numeri”.

Negli ultimi due minuti e mezzo, la Modula si è anche trovata ad avere tre lunghezze di vantaggio: quindi, Casalgrande avrebbe persino potuto ottenere l’intera posta in palio. “Una punta di amarezza in tal senso ci può essere, ma è nettamente inferiore rispetto alla gratificazione che scaturisce dal 36-36 finale – sottolinea Marco Giubbini – Fino a domenica pomeriggio, il pari rappresenta un risultato che avremmo firmato senza esitare: di conseguenza, non è certo il caso di dare spazio a un inutile rammarico. In effetti la vittoria era davvero diventata a portata di mano, ma al tempo stesso bisogna tenere conto di due rilevanti fattori: il valore degli avversari, e soprattutto l’inevitabile stanchezza che si è fatta sentire all’interno dei nostri ranghi. Noi ci siamo presentati con soli 12 effettivi: dopo una sfida che ha richiesto così tanto in termini di energie fisiche e mentali, una flessione nelle fasi conclusive era quasi naturale. In compenso, è un altro il ragionamento che bisogna fare – evidenzia il giocatore – Se avessimo perso sul filo di lana, sarebbe stata una vera e propria beffa: quindi per noi questo pareggio è davvero il benvenuto, e ci dà ulteriore slancio motivazionale in vista dei prossimi impegni”.

E dunque, l’agenda dei prossimi impegni scatterà con la sfida interna contro la blasonata Pallamano Prato. Nel palmarès del club toscano figurano 2 scudetti e altrettante Coppe Italia, titoli vinti negli anni d’oro tra il 1997 e il 2001: il tutto senza dimenticare le numerose partecipazioni alle competizioni europee. Tra i personaggi-simbolo del club laniero c’è senz’altro Zaim Kobilica, un campionissimo molto conosciuto anche in terra reggiana che purtroppo ci ha lasciati troppo presto. Detto ciò, in campo ci va il presente e non il passato: l’attualità dice che la compagine guidata da Luca Moro staziona a quota 0 in classifica, e al momento solo la penalizzazione inflitta al Bologna United la sta preservando dall’ultimo posto. Sabato scorso, i toscani sono incappati in un netto stop casalingo contro il Campus Italia: 14-30, nonostante i 5 gol che El Mahdi Halim ha messo a segno per i padroni di casa.

Ancora una volta, la Modula non si presenterà al completo: salvo sorprese dell’ultima ora, saranno ancora fuori gli acciaccati Andrea Strozzi e Paolo Canelli. Sempre a livello di infermeria, in forte dubbio Younes Id-Ammou e Leo Rispoli: in compenso Kristian Toro potrebbe finalmente giocare, così come Riccardo Prodi. Il quadro si completa con il sicuro rientro di Alessandro Lanzi, che a Camerano non c’era causa impegni di lavoro. “Tanto per cominciare, dagli auspicati rientri di Toro e Prodi non dobbiamo aspettarci miracoli – spiega Marco Giubbini – Si tratta di due giocatori che rivestono un’importanza basilare nel nostro assetto di squadra: tuttavia entrambi stanno smaltendo pesanti infortuni, e quindi non si può pretendere che Kristian e Riccardo siano sùbito al 100%. Ciò rappresenta un buon motivo in più per non abbassare la guardia: i pronostici e gli attuali numeri della graduatoria sembrano favorirci, ma nessun successo è garantito prima di giocare. Di fronte avremo un’avversaria disponibile a giocare ogni carta possibile, per provare a cogliere un blitz che sarebbe oro colato in termini di morale e classifica – afferma deciso il centrale/terzino – Inoltre noi proveniamo da una striscia di buoni risultati meritata, che tuttavia presenta ugualmente una certa quantità di insidie. In una situazione come la nostra, il rischio di peccare di supponenza è sempre dietro l’angolo: un pericolo che non possiamo affatto permetterci di correre”.

A seguire, non manca una valutazione per quanto riguarda le prospettive della Modula a più lungo raggio: “In tutta franchezza, non mi piace fare il conteggio dei punti che ci dividono dal raggiungimento della salvezza matematica – sottolinea Marco Giubbini – Questo perchè ritengo che il nostro organico non possa certo accontentarsi di una salvezza stiracchiata: nonostante i problemi di infermeria che stiamo ancora affrontando, qui a Casalgrande ci sono i mezzi per attestarsi quantomeno sugli stessi livelli di che ci hanno contraddistinti nella scorsa stagione. Ovviamente non è certo il caso di mettersi a spiattellare proclami in ottica play off, ci mancherebbe altro: tuttavia nel 2020/21 abbiamo chiuso il girone B al 6° posto, e di certo abbiamo ciò che serve per confermare o addirittura migliorare quel piazzamento. A livello personale, l’infortunio al dito delle scorse settimane è ormai superato – rassicura il giocatore – Nelle ultime 3 partite ho dovuto svolgere un rilevante sovrappiù di lavoro per far fronte all’assenza di Prodi: un impegno notevole, ma credo tuttavia di averlo affrontato nel modo giusto. Senza dubbio si può sempre migliorare, in ogni occasione e in ogni ambito: tuttavia, nel complesso sono davvero felice per il rendimento che sto fornendo”.

LA SITUAZIONE IN SERIE A2 MASCHILE. L’intero programma del 9° turno si giocherà sabato 20: le altre partite in programma sono Verdeazzurro Sassari-Tecnocem San Lazzaro di Savena, Santarelli Cingoli-Chiaravalle, Campus Italia-Lions Teramo, Romagna-Ogan Pescara, Starfish Follonica-Camerano e Bologna United-Ambra Poggio a Caiano.

Classifica del girone B: Santarelli Cingoli 16 punti; Romagna 14; Lions Teramo e Camerano 12; Chiaravalle e Ogan Pescara 10; Verdeazzurro Sassari e Modula Casalgrande 7; Campus Italia e Ambra Poggio a Caiano 6; Tecnocem San Lazzaro di Savena e Starfish Follonica 5; Prato 0; Bologna United -3.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • In maglia rossa, la Modula Casalgrande 2021/22 in azione
  • Il centrale/terzino casalgrandese Marco Giubbini
  • Un’altra immagine di Marco Giubbini
  • Al centro, il pivot biancorosso Alessandro Lenzotti
  • Il terzino biancorosso Emanuele Seghizzi
  • L’ala casalgrandese Kristian Toro
  • Il centrale biancorosso Riccardo Prodi
  • Alessandro Lanzi, portiere in forza alla Modula Casalgrande.
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *