A2 maschile, la Modula Casalgrande chiude il campionato in Sardegna: domani a Nuoro i biancorossi cercheranno di conquistare il 6° posto finale. Lenzotti: “Non si tratta affatto di una sfida scontata. Noi saremo in pochi: inoltre, i padroni di casa lotteranno con le unghie e con i denti per evitare la retrocessione. Dovremo esprimere un atteggiamento totalmente diverso rispetto a sabato scorso”

Domani, sabato 15 maggio, il percorso di campionato della Modula Casalgrande giungerà al termine. A partire dalle ore 18 i nostri beniamini saranno di scena al Pala Polivalente di Nuoro, in occasione della 26esima e ultima giornata di serie A2: il duello con gli isolani verrà arbitrato da Massimo Calascibetta e Angelo Vizzini.

Come è noto, i biancorossi sono da tempo tranquilli in termini di classifica: ampiamente salvi, e fuori dai giochi play off. Tuttavia gli ospiti hanno ancora un obiettivo da raggiungere, simbolico ma comunque prestigioso: alla Modula basterà solo un punto per acquisire la certezza del 6° posto finale, che permetterebbe ai casalgrandesi di terminare la stagione nella parte sinistra della classifica. Per respingere ogni assalto da parte del Verdeazzurro Sassari, che domani ospiterà Parma, la Modula ha bisogno quantomeno di un risultato utile: se infatti si verificasse un arrivo a pari punti tra Casalgrande e Verdeazzurro, la sesta piazza verrebbe assegnata proprio ai sassaresi in virtù del vantaggio negli scontri diretti. Per quanto riguarda invece l’Hac Nuoro, i padroni di casa hanno ancora qualche speranza in chiave salvezza: la formazione guidata da Dragan Cerekovic inseguirà quindi con la massima tenacia le ultimissime possibilità di ottenere la permanenza nella categoria, perchè una sconfitta li farebbe retrocedere in modo definitivo. All’andata, 27-23 per la Modula.

A Nuoro non ci sarà il tecnico biancorosso Fabrizio Fiumicelli, impegnato al Pala Keope per guidare la Casalgrande Padana Under 19 che disputerà le finali regionali di categoria: quindi in Sardegna la Modula sarà eccezionalmente diretta da Daniele Scorziello, che torna così sulla panchina della squadra di A2 dopo oltre un anno.

“Intanto il migliore “in bocca al lupo” ai nostri compagni di squadra Under 19 – esordisce Alessandro Lenzotti, pivot della Modula Casalgrande – Per quanto riguarda la serie A2, la concomitanza con le finali regionali giovanilli ci costringerà a presentare uno schieramento molto rimaneggiato: di conseguenza, la classica stanchezza di fine campionato si farà sentire ancora di più. Infatti a Nuoro andremo soltanto noi giocatori più esperti, e dunque anche per questo si profila una sfida niente affatto scontata in termini di punteggio. Innanzitutto le trasferte così lunghe presentano sempre qualche insidia supplementare, indipendentemente dal tipo di avversaria che si ha di fronte: inoltre l’Hac Nuoro lotterà con ogni mezzo possibile per non retrocedere, e quindi disporrà di carica motivazionale che probabilmente sarà superiore rispetto alla nostra”.

Nelle file della Modula, si profilano problemi dal punto di vista dell’infermeria?

“Tra i pochi di noi che si recheranno in Sardegna c’è un punto interrogativo su Eugenio Oliva, che accusa qualche acciacco al ginocchio: per il resto, almeno al momento non si segnalano ulteriori intoppi”.

Casalgrande proviene dalla sconfitta interna contro Follonica: che cosa ha insegnato la partita di sabato scorso? Quali saranno gli errori da non ripetere?

“La brutta prestazione di 6 giorni fa nasce in primo luogo da un atteggiamento sbagliato: troppa poca convinzione nell’inseguire la vittoria. A Nuoro dovremo cambiare registro in maniera totale: ci serviranno 60 minuti all’insegna di concentrazione e grinta, altrimenti gli avversari avranno gioco facile nel colpire a rete con regolarità. Le distrazioni commesse sabato scorso andranno del tutto abbandonate, altrimenti la sfida di domani diventerà ancora più complessa per noi”.

Oltre a questo, quali altre doti serviranno per provare a piazzare il blitz?

“La scarsità numerica del nostro schieramento dovrà portarci a esprimere un gioco meno basato sulla fisicità: bisognerà puntare su una trama di gioco che sia il più possibile riflettuta e manovrata”.

Con una vittoria o anche solo con un pareggio, la Modula brinderebbe al 6° posto finale: pur non essendo un traguardo cruciale in chiave play off o salvezza, si tratta comunque un obiettivo motivante?

“In tutta sincerità, credo che la posta in palio sia molto più rilevante per l’Hac Nuoro: gli isolani sono in ballo per evitare la discesa in B, e lottare per la salvezza è davvero tutt’altra cosa. Al tempo stesso, ciò non può affatto rappresentare una scusante per noi: abbiamo comunque il preciso compito di chiudere l’annata al meglio delle nostre possibilità, anche e soprattutto per onorare come si deve il grande lavoro svolto in questa stagione così particolare”.

lamberti mattia

A livello personale, come è stata la tua traiettoria in campionato? Soddisfatto per ciò che sei riuscito a fare?

“Si può sempre fare meglio, in ogni ambito: tuttavia penso di aver dato il mio contributo alla squadra, e quindi ho motivi per tracciare un buon bilancio pure a livello individuale. E’ stato un campionato molto impegnativo, ma i risultati della squadra e miei personali hanno ripagato gli sforzi messi in campo”.

LA SITUAZIONE IN A2 MASCHILE. Domani si giocheranno anche Verdeazzurro Sassari-Parma, Starfish Follonica-Carpi e Bologna United-Ambra Poggio a Caiano. La 26esima giornata si chiuderà domenica con il derby marchigiano Chiaravalle-Camerano: turno di riposo invece per Vikings Rubiera e Lions Teramo .

Classifica del girone B (tra parentesi il numero di gare disputate): Vikings Rubiera 42 punti (22); Carpi 38 (21); Camerano 31 (21); Lions Teramo 27 (22); Starfish Follonica 26 (21); Modula Casalgrande 20 (21); Verdeazzurro Sassari 18 (21); Chiaravalle 15 (21); Ambra Poggio a Caiano 14 (21); Parma 10 (21); Bologna United 7 (20); Hac Nuoro 4 (20).

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Il pivot e vicecapitano biancorosso Alessandro Lenzotti (secondo da sinistra) in azione
  • Un’altra immagine di Alessandro Lenzotti
  • Il pivot casalgrandese Eugenio Oliva
  • Kevin Ricciardo, portiere della Modula
  • Il terzino biancorosso Emanuele Seghizzi
  • Mattia Lamberti, terzino e capitano della Modula
  • Adolfo Martucci, team manager della Modula Casalgrande.
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *