A2 maschile, la Modula Casalgrande non delude le attese: netta vittoria al Pala Keope contro il Bologna United. Fiumicelli: “Abbiamo affrontato la gara con la mentalità che serviva, e non era affatto così scontato. Anche se i nostri numeri stanno diventando sempre più roboanti, i facili proclami vanno tenuti a debita distanza: ci attende una fase di ritorno davvero di fuoco. Ora come ora dobbiamo arrivare quanto prima a quota 18 punti, in modo da mettere definitivamente la salvezza in cassaforte”. Intanto, sabato prossimo l’andata si chiuderà con il duello sul campo del Parma: “Una grande occasione per migliorare il rendimento in trasferta, che fin qui è stato più opaco rispetto a quello casalingo”

MODULA CASALGRANDE – BOLOGNA UNITED  29 – 15

MODULA CASALGRANDE: Aldini 4, Barbieri, Dimitric 1, Ferrari 1, Galopin 1, Giubbini 1, Id-Ammou 1, Lamberti 4, Lenzotti 3, Prandi (P), Prodi 8, Ricciardo (P), Rispoli 1, Scalabrini, Seghizzi 2, Strozzi 2. Allenatore: Fabrizio Fiumicelli.

BOLOGNA UNITED: Abbassi, Bogdan 2, Cumbo, De Giuseppe, Fioretti, Mandelli (P), Marabini 2, Minelli 1, Panetti 2, Severino (P), Sidibe E. 2, Sidibe I. 1, Simiani 5. Allenatore: Mattia Melis.

ARBITRI: Sannino e Marcelli.

NOTE: primo tempo 14-8. Rigori: Modula 7 su 9, Bologna 0 su 0. Esclusioni per due minuti: Modula 6, Bologna 2.


Tutto come previsto al Pala Keope: la Modula Casalgrande ha mantenuto pienamente fede al pronostico della vigilia, centrando la terza affermazione consecutiva. La gara di ieri era valevole per la decima giornata di serie A2: il successo contro la cenerentola Bologna United permette ai pallamanisti biancorossi di salire ulteriormente in classifica, e quindi consolidare ancor più la presenza nei piani medio-alti della graduatoria.


La differenza di potenziale tra le due contendenti è emersa in modo chiaro fin dalle prime battute del confronto: tuttavia ai felsinei va comunque riconosciuto il merito di avere lottato con generosità e convinzione per tutta la durata del confronto. Ad ogni modo, anche i parziali non lasciano adito a dubbi: dopo 10′ la formazione di Fiumicelli era avanti sul 6-2, mentre al 20′ Casalgrande guidava con un eloquente 10-4. Dopo il 14-8 dell’intervallo, la Modula ha guidato saldamente il confronto anche nel corso della ripresa: 17-12 al 40′ e 24-13 al 50′. Il margine favorevole ai biancorossi ha poi continuato ad allargarsi pure nelle battute finali del confronto, come testimonia il 29-15 conclusivo. Per quel che concerne le prove individuali, tutti gli effettivi di casa meritano senza dubbio valutazioni elevate: una nota in più per il centrale Riccardo Prodi, vero mattatore della fase offensiva casalgrandese con ben 8 gol personali. Nelle file petroniane, è stato invece Simiani a porsi in particolare evidenza.


“Abbiamo affrontato questa gara con l’atteggiamento che serviva, e non era affatto così scontato – commenta Fabrizio Fiumicelli, trainer della Modula Casalgrande – Questa volta, non ho certo grandi critiche da muovere ai nostri ragazzi: del resto, le sorti dell’incontro sono parse chiare fin dal primo tempo. Piuttosto, ora devo ribadire un concetto che ho già espresso varie volte in queste ultime settimane: anche se i numeri che ci riguardano stanno diventando sempre più appariscenti, dobbiamo ancora tenerci ben lontani da ogni tipo di facile proclama. Il bottino di punti che abbiamo ottenuto non deriva certo dal caso – argomenta Fiumicelli – Sin dall’agosto scorso, la squadra sta lavorando con regolarità e costante impegno: peraltro finora non abbiamo mai dovuto fermarci, a differenza di tante altre squadre che purtroppo hanno avuto degli stop per i motivi che tutti conosciamo. In un campionato così anomalo come questo, la continuità nell’allenarsi e nel giocare rappresenta senza dubbio un rilevante aiuto: è certamente tra gli elementi che fin qui ci hanno permesso di vincere tutti gli scontri diretti in chiave salvezza, e anche di cogliere un inatteso successo casalingo contro Tavarnelle”.

“Tuttavia, a breve saremo attesi da una lunga serie di ostacoli davvero consistenti – rimarca il timoniere biancorosso – Tra poco inizierà la fase di ritorno, che ci porterà ad affrontare ancora una volta tutte le maggiori potenze del girone B: la prima di queste sfide sarà il duello casalingo con Carpi, in programma per sabato 30 gennaio sempre qui al Keope. Dunque, ribadisco con rinnovata convinzione l’obiettivo numerico: ora dobbiamo pensare a raggiungere quanto prima i 18 punti, in modo da archiviare definitivamente il discorso salvezza. Solo allora sarà possibile fare valutazioni di altro tipo”. Intanto l’agenda di sabato prossimo prevede la trasferta sul campo del Parma, allenato dall’ex casalgrandese Pietro Palazov: sarà anche il confronto che chiuderà la fase di andata. “Al momento la nostra infermeria è vuota, e spero proprio che tale rimanga anche nei prossimi giorni – evidenzia il tecnico della Modula – Per il resto, Parma rappresenta un’avversaria fattibile: si tratta di una sfida alla portata, ma ovviamente ciò non significa affatto che sarà un’agevole passeggiata verso il successo. Fin qui, lontano dal Pala Keope siamo stati spesso meno brillanti rispetto ai confronti casalinghi: il duello in terra ducale andrà interpretato come una maiuscola occasione per migliorare il rendimento in trasferta”.


“La Modula si è espressa proprio come mi aspettavo – osserva invece Mattia Melis, allenatore del Bologna United – Ritengo che l’organico biancorosso abbia fatto ulteriori passi avanti rispetto alla scorsa stagione: del resto Casalgrande ha la fortuna di avere un buon bacino di giovani, che in questi ultimi anni si stanno rendendo autori di una crescita davvero notevole. In tutta sincerità, sapevo benissimo che questa sfida sarebbe stata parecchio problematica per noi: oltre agli oggettivi numeri della Modula, abbiamo dovuto fare i conti pure con i problemi che ci riguardano direttamente come squadra. Come è noto, siamo ancora costretti ad allenarci in modo discontinuo e a ranghi ridotti – spiega Melis – Anche stavolta ci siamo presentati con un assetto fortemente incompleto, e ciò ha comportato difficoltà a vari livelli: sia dal punto di vista del gioco, sia per quanto riguarda la ridotta quantità di energie a disposizione. Ribadisco comunque le mie congratulazioni alla Modula, che ha tutte le caratteristiche necessarie per fare ulteriore strada in questa serie A2″.


LA SITUAZIONE IN A2. Ieri si sono giocate anche Verdeazzurro Sassari-Camerano 22-34 e Lions Teramo-Ambra Poggio a Caiano 31-24: Chiaravalle-Starfish Follonica è il posticipo di oggi pomeriggio. Rinviate Tavarnelle-Carpi e Hac Nuoro-Vikings Rubiera, mentre Parma osserva il proprio turno di riposo.

Classifica del girone B (tra parentesi il numero di gare disputate): Camerano 19 punti (11); Carpi 18 (10); Lions Teramo 17 (10); Vikings Rubiera 14 (8); Modula Casalgrande 12 (11); Tavarnelle e Starfish Follonica 11 (9); Chiaravalle e Parma 8 (10); Verdeazzurro Sassari 6 (11); Hac Nuoro e Ambra Poggio a Caiano 4 (11); Bologna United 0 (11)

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande al Pala Keope mentre ascolta le direttive dello staff tecnico
  • Il centrale biancorosso Riccardo Prodi
  • Fabrizio Fiumicelli, allenatore della Modula
  • La Modula durante un time-out
  • Da sinistra il pivot Alessandro Lenzotti e il terzino Marco Giubbini
  • Il terzino casalgrandese Emanuele Seghizzi.
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *