A2 maschile, niente punti per i biancorossi: tuttavia la Modula Casalgrande lotta generosamente sul campo della fuoriserie Starfish Follonica. Fiumicelli: “Bene le energie che abbiamo messo in campo, sia fisiche sia mentali. Inoltre, non male la fase difensiva: però avrei voluto vedere un tocco di ulteriore carattere nei momenti più delicati della partita. Purtroppo i nostri errori offensivi a inizio ripresa hanno finito per pesare parecchio: inoltre sul finale siamo rimasti in 4, ricevendo una serie di esclusioni quantomeno discutibile. Comunque sia, questa battuta d’arresto non cambia nulla nella nostra tabella di marcia: ora siamo attesi da una lunga sequenza di scontri-chiave in ottica salvezza, a partire dal duello casalingo di sabato prossimo contro Nuoro”

STARFISH FOLLONICA – MODULA CASALGRANDE 30 – 26

STARFISH FOLLONICA: Bianconcini 1, Bralia, Caruso 2, Didone, Garcia Giugno (P), Gasperini, Giannoni, Gruosso (P), Maiella, Pesci T. 11, Ramanovski 8, Sanetti, Toninelli, Veliu, Zucca 8. Allenatore: Matteo Pesci.

MODULA CASALGRANDE: Aldini 4, Barbieri 1, Dimitric, Ferrari, Galopin 3, Giubbini 7, Id-Ammou 1, Lamberti 7, Lenzotti, Prandi (P), Prodi 1, Ricciardo (P), Rispoli, Seghizzi 2, Strozzi. Allenatore: Fabrizio Fiumicelli.

ARBITRI: Ciotola e Romana.

NOTE: primo tempo 13-12. Rigori: Follonica 0 su 1, Modula 4 su 5. Esclusioni per due minuti: Follonica 4, Modula 7.


La gara di ieri ha sancito il ritorno in campo della Modula Casalgrande, dopo 5 sabati privi di impegni agonistici: pur sconfitti, i biancorossi non hanno affatto sfigurato contro un’avversaria che rientra a pieno titolo tra le maggiori potenze del girone B. Il confronto di ieri si è disputato sul parquet del Palagolfo “Raul Micheli” di Follonica, e i nostri beniamini hanno affrontato i padroni di casa della Starfish: la sfida era valevole per il programma del 12° turno, che rappresenta la nona giornata effettiva. Gli spostamenti di calendario effettuati dalla Federazione sono infatti ben noti: il 9°, 10° e 11° turno verranno recuperati nel mese di gennaio.

Entrambe le contendenti provenivano da un lungo digiuno di gare ufficiali: la formazione allenata da Fabrizio Fiumicelli non giocava dal 31 ottobre, mentre l’ultimo impegno dei maremmani risaliva addirittura a sei giorni prima. Si tratta di un aspetto che non ha mancato di farsi sentire nel corso della gara: tuttavia, ambedue le squadre sono riuscite a fornire una prova frizzante e incoraggiante in ottica futura. Ciò vale anche per la Modula: i pallamanisti ospiti hanno tenuto testa ai toscani per lungo tempo, e i parziali che hanno contraddistinto l’incontro ne rappresentano una netta testimonianza. Per l’esattezza, la prima frazione si è costantemente giocata punto a punto: nelle fasi iniziali della ripresa Casalgrande si è addirittura ritrovata in vantaggio, 14-15 al 32′ e 15-16 due minuti più tardi. Ancora equlibrio al 50′, con Follonica avanti 23-22: tuttavia poco dopo i biancoblù hanno piazzato un piccolo ma decisivo allungo, inserendosi al meglio tra le maglie di una Modula falcidiata dalle esclusioni. 

I biancorossi si sono presentati quasi al completo, come previsto: assente Kristian Toro per motivi di lavoro, mentre Eugenio Oliva è ancora fermo a causa di un problema burocratico nel tesseramento. Si è poi aggiunta l’assenza di Salim Scalabrini, che nei giorni precedenti ha saltato qualche allenamento sempre per impegni lavorativi. In compenso buoni riscontri per Mattia Lamberti, Riccardo Prodi e Mathieu Galopin, che ieri sono tornati sul palcoscenico del campionato dopo avere risolto i rispettivi infortuni: inoltre, a livello individuale spicca la rilevante prova offensiva fornita da Marco Giubbini. Nelle file maremmane, Tommaso Pesci ha mantenuto fede alla propria fama di trascinatore: molto bene pure Ramadan Ramanovski e Yari Zucca.


FILO DIRETTO. “Innanzitutto, questa battuta d’arresto non modifica più di tanto la nostra tabella di marcia – commenta Fabrizio Fiumicelli, trainer della Modula Casalgrande – Ovviamente, si scende sempre in campo con l’obiettivo di conquistare i 2 punti: d’altronde Follonica è senza dubbio tra le realtà meglio attrezzate del campionato, in grado di lottare per obiettivi ben differenti rispetto a quelli che ci poniamo noi. Inoltre la Starfish può contare su giocatori del calibro di Ramanovski e Tommaso Pesci, che senza dubbio costituiscono due lussi per la serie A2. Quanto a noi, ho apprezzato le numerose energie che siamo stati capaci di mettere in campo: sia dal punto di vista fisico, sia per quanto riguarda la tenuta sotto il profilo mentale. Inoltre la difesa ha funzionato in modo complessivamente efficiente, nonostante i 30 gol subiti”.

“D’altro canto, avrei voluto vedere un pizzico di ulteriore carattere nei momenti più delicati dell’incontro – rimarca Fiumicelli – Inoltre, la nostra sconfitta è sostanzialmente nata in seguito a due episodi cardine. A inizio ripresa, quando eravamo in vantaggio, abbiamo sbagliato alcune conclusioni che ci avrebbero permesso di allargare il margine a nostro favore: poi, negli ultimi 10 minuti gli arbitri ci hanno inflitto una serie di 2 minuti che appare davvero di difficile spiegazione. Non contesto l’operato della direzione di gara, perchè non è certo nel mio stile: d’altronde fin qui noi abbiamo tenuto una media di 2-3 esclusioni a partita, mentre stavolta la Modula ne ha collezionate 7. I casi sono due – sottolinea il tecnico biancorosso – O siamo diventati una squadra cattiva tutto in un momento, oppure c’è stato un metro di giudizio un po’ troppo punitivo: io propendo nettamente per questa seconda ipotesi. Intorno al 52′, con la gara ancora in bilico, ci siamo ritrovati senza Lamberti, Prodi e Aldini: giocare contro Follonica è sempre difficilissimo, ed è praticamente impossibile quando si resta con soli 4 giocatori in campo”. 

Il timoniere casalgrandese si sofferma quindi sugli scenari futuri: “In queste prime 8 partite, abbiamo affrontato tutte le 6 squadre meglio piazzate – evidenzia Fiumicelli – Di conseguenza, i 6 punti che siamo riusciti a totalizzare sono ancora un bilancio premiante. Adesso siamo attesi da una serie di scontri diretti in chiave salvezza, e lì non potremo sbagliare: la prima di queste sfide-chiave sarà senza dubbio quella di sabato prossimo 19 dicembre, quando ospiteremo al Pala Keope il Nuoro”.


“Confronto equilibrato e intenso dall’inizio alla fine, sotto ogni punto di vista – osserva invece Matteo Pesci, allenatore della Starfish Follonica – In fase di attacco potevamo fare senz’altro meglio, perchè gli errori sono stati tanti: d’altro canto, la grandissima difesa che siamo riusciti a sviluppare si è rivelata un vero e proprio elemento-cardine nel portare a casa i 2 punti. In particolare abbiamo arginato con buona efficacia le incursioni di Mattia Lamberti: in settimana avevo chiesto e indicato ai nostri ragazzi di fare particolare attenzione proprio a lui, perchè si tratta di un giocatore che nelle file casalgrandesi rappresenta un autentico valore aggiunto. Per il resto, al di là del risultato, credo proprio che stavolta gli applausi vadano sia ai vincitori sia ai vinti”.

LA SITUAZIONE. Gli altri risultati della 12esima giornata sono Nuoro-Parma 24-26, Tavarnelle-Camerano 21-22 e Bologna United-Carpi 20-33. Oggi il posticipo domenicale Chiaravalle-Ambra Poggio a Caiano: rinviata Lions Teramo-Vikings Rubiera, mentre Verdeazzurro Sassari-Fiorentina non si giocherà poichè i toscani si sono ritirati dal campionato.

Classifica della serie A2 maschile (girone B) dopo le prime 9 partite disputate: Carpi 16 punti; Vikings Rubiera* 14; Tavarnelle, Lions Teramo** e Camerano* 13; Starfish Follonica** 11; Chiaravalle**, Modula Casalgrande* e Parma 6; Verdeazzurro Sassari**, Nuoro e Fiorentina*** 4; Ambra Poggio a Caiano** e Bologna United 0. Ogni asterisco indica una gara disputata in meno.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande 2020/2021
  • Il pivot biancorosso Enrico Aldini
  • Da sinistra (maglia gialla) il pivot casalgrandese Alessandro Lenzotti e il terzino/centrale Marco Giubbini
  • Fabrizio Fiumicelli, allenatore della Modula
  • L’ala/pivot casalgrandese Alberto Barbieri
  • Il terzino biancorosso Emanuele Seghizzi
  • Mattia Lamberti, terzino della Modula Casalgrande.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *