A2 maschile, settimana priva di impegni agonistici: la Modula Casalgrande fa il punto della situazione. Marco Giubbini: “A Rubiera abbiamo fornito una prova di spicco sul piano caratteriale, e se fossimo stati al completo i Vikings avrebbero avuto molte più difficoltà contro di noi. D’altro canto, in fase difensiva c’è stato un passo indietro rispetto al successo con Tavarnelle: si tratta di un problema su cui siamo ampiamente al lavoro”. Sabato 14, l’agenda prevede il duello interno con il Chiaravalle: “Siamo sempre motivatissimi. In questi giorni dovremmo recuperare gli assenti: si tratterà di un grande aiuto nell’affrontare una sfida insidiosa, ma comunque alla nostra portata”

La Modula Casalgrande sta vivendo una settimana priva di impegni agonistici: sabato prossimo il girone B di serie A2 osserverà infatti una pausa. Si tratta di uno stop ampiamente programmato, fin dall’estate: se non subentreranno ulteriori variazioni legate al nuovo Dpcm o comunque ai contagi Covid, il campionato tornerà sabato 14 novembre con le gare valevoli per l’ottavo turno. Intanto, dopo la sconfitta di sabato scorso, i nostri beniamini stanno impiegando queste giornate per riordinare le idee e fare il punto della situazione: come è noto, i pallamanisti biancorossi provengono dalla larga sconfitta nel derby sul campo dei Vikings Rubiera. 

“Si tratta comunque di una battuta d’arresto che avevamo in buona parte previsto – commenta Marco Giubbini, terzino della Modula – Intendiamoci: durante i 60 minuti non ci siamo mai risparmiati in quanto a impegno, nemmeno quando il risultato era ormai irrimediabilmente compromesso a favore di Rubiera. Peraltro, il carattere che abbiamo messo in campo è stato elogiato anche dal nostro allenatore Fabrizio Fiumicelli. Tuttavia avevamo di fronte una vera e propria fuoriserie del gruppo B, che ha prospettive di rendimento ben differenti rispetto a quelle che caratterizzano noi: di conseguenza si tratta di una battuta d’arresto che ovviamente dispiace, ma al tempo stesso è anche un ko che non ci causa affatto scossoni o rivoluzioni. Il morale della squadra resta carico e motivato, e tutti noi siamo animati dalla piena consapevolezza di essere ancora sulla strada giusta”.

I Vikings si sono imposti con un margine consistente, prevalendo per 32-20: era proprio impossibile cercare di chiudere almeno con un divario più limitato?

“Di certo avremmo potuto fare qualcosa di meglio, inutile negarlo. Innanzitutto ci siamo presentati con una serie di assenze pesanti, che a Rubiera hanno complicato in misura notevole i nostri piani: oltre a Eugenio Oliva indisponibile per motivi personali, abbiamo dovuto fare a meno degli infortunati Mattia Lamberti, Riccardo Prodi e Mathieu Galopin. Con i “ma” e con i “se” si va certamente poco lontano: tuttavia, se avessimo potuto contare su tutti i nostri effettivi, sono convinto che saremmo riusciti a mettere Rubiera in maggiore difficoltà. Parlando invece nel dettaglio di ciò che si è visto in campo, ritengo che in chiave difensiva si sia fatto un passo indietro rispetto alla precedente prova con Tavarnelle. La cerniera nel difendere la nostra porta si era rivelata un ingrediente basilare nel successo con i toscani: invece nel derby abbiamo lasciato troppi varchi agli avversari, ed è un problema su cui stiamo riflettendo e lavorando a fondo”.


Stando all’attuale programma, sabato 14 novembre si giocherà al Pala Keope contro il Chiaravalle: i marchigiani hanno conquistato 6 punti in 7 gare proprio come la Modula, e dunque sarà un autentico scontro diretto per gli equilibri del centroclassifica. Che tipo di partita prevedi?

“Come è ovvio che sia, abbiamo già iniziato a parlarne diffusamente all’interno della squadra: per noi, il duello con Chiaravalle rappresenta infatti uno tra gli appuntamenti più cruciali della stagione agonistica. La gara non fornirà alcun tipo di sentenza definitiva, ed è un aspetto che va sottolineato: d’altro canto ospiteremo un’avversaria che si presenta senza dubbio alla nostra portata, e dunque i 2 punti in palio hanno un’importanza di primo piano nel cammino che intendiamo compiere verso la permanenza nella categoria. In questi giorni, è previsto il progressivo rientro di tutti gli assenti: il fatto di presentarci al completo sarà di certo un buon aiuto nell’affrontare le tante insidie che la sfida ha comunque in serbo. Tutto ciò, beninteso, sperando di poter regolarmente scendere in campo senza variazioni dovute alla ben nota situazione generale”.


Nonostante la sconfitta, sabato scorso tu hai comunque ben figurato realizzando 6 reti: al Pala Bursi sei stato il miglior realizzatore della Modula, insieme a Emanuele Seghizzi. A livello personale, quali sono le tue impressioni sul percorso che hai svolto in questo primo scorcio della stagione?

“Al momento, ho buoni motivi per ritenermi soddisfatto: sono in forma e sto lavorando con efficacia, all’interno di un organico giovane e volenteroso diretto da un allenatore di cospicua esperienza come Fiumicelli. Ora ciascuno di noi ha il compito di ottenere ulteriori miglioramenti pure a livello individuale, per arrivare quanto prima a quella salvezza che continua a rappresentare il nostro traguardo primario”.

Classifica del campionato di serie A2 (girone B) dopo i primi 7 turni: Lions Teramo 13 punti; Vikings Rubiera 12; Tavarnelle 11; Camerano* e Starfish Follonica* 9; Carpi** 8; Modula Casalgrande e Chiaravalle 6; Verdeazzurro Sassari*, Fiorentina** e Parma* 4; Nuoro* 2; Bologna United e Ambra Poggio a Caiano* 0. Ogni asterisco indica una partita in meno.

Nelle foto, alcune immagini del derby di sabato scorso. Dall’alto verso il basso:

  • Da sinistra, il pivot Alessandro Lenzotti e il terzino Marco Giubbini
  • Da sinistra, il terzino Emanuele Seghizzi e il pari ruolo Marco Giubbini
  • Sempre da sinistra, il terzino Younes Id-Ammou e il pivot Andrea Strozzi
  • Il pivot casalgrandese Enrico Aldini mentre contrasta Davide Bartoli
  • Alberto Barbieri, pivot della Modula Casalgrande.

(fotoservizio tratto dalla pagina Facebook della Pallamano Rubiera).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *