A2 maschile, stavolta la Modula deve fare attenzione ai ruggiti dei “Leoni” teramani. Prodi: “Felice per il mio rientro, ma in Abruzzo il nostro approccio alla partita dovrà essere ben differente rispetto a sabato scorso”

Con la sofferta ma comunque preziosa affermazione casalinga di sabato scorso, 34-32 contro Prato, la Modula Casalgrande ha ottenuto il suo quarto risultato utile consecutivo: una striscia felice che ora i pallamanisti biancorossi proveranno ad allungare ancora, pur sapendo di essere attesi da un duello in trasferta che preannuncia ostacoli di consistente rilievo. In campo sabato 27 novembre, per la decima giornata della serie A2 maschile: la squadra diretta da Matteo Corradini sarà impegnata al pala San Nicolò di Teramo, contro i temibili Lions abruzzesi. Fischio d’inizio previsto alle ore 18, arbitri Giovanni Alborino e Vincenzo Farinaceo: il confronto verrà trasmesso in diretta integrale, sulla pagina Facebook del club di casa.

Intanto, contro Prato si è finalmente rivisto in campo Riccardo Prodi: il centrale casalgrandese ha superato un infortunio particolarmente fastidioso, rimediato lo scorso 23 ottobre all’inizio della vittoriosa sfida sul campo dell’Ambra Poggio a Caiano. “Si è trattato di una ferita al capo, che ha reso necessari alcuni punti di sutura – ricorda il diretto interessato – Ad ogni modo, ora il problema può dirsi risolto in maniera definitiva: sono felice per il rendimento che ho saputo sviluppare sabato scorso, sia a livello di tenuta fisica sia per quanto riguarda l’efficienza soprattutto in chiave difensiva. Di certo, non bisogna mai smettere di migliorarsi: tuttavia, questo ritorno sul palcoscenico agonistico mi ha dato molti validi motivi per guardare al futuro con la fiducia e lo slancio di sempre”.

Prima di concentrarsi in merito alle tematiche che riguarderanno la sfida di Teramo, Prodi si sofferma irrinunciabilmente sulla sfida tra Modula e Prato: “In effetti abbiamo regalato agli avversari una quarantina di minuti, e questo non deve più accadere – evidenzia il centrale classe 2002 – Nel dettaglio, durante il primo tempo la Modula si è resa autrice di una prova ben inferiore rispetto agli standard abituali: un po’ per leggerezza, un po’ nell’errata convinzione di essere confrontati con un’avversaria non così complessa da affrontare. Durante l’intervallo Corradini si è fatto sentire parecchio, portandoci a un netto cambiamento di mentalità: la sua strigliata è stata utilissima durante la ripresa, quando siamo riusciti a modificare l’andamento dell’incontro mettendo in campo tutta quell’efficacia di cui siamo capaci”.

“Di buono c’è senz’altro la grande rimonta che abbiamo saputo concretizzare – prosegue Prodi – Una risalita che definirei “eccezionale”: aggettivo forse un po’ enfatico, ma che comunque in questo caso ci sta davvero tutto. Chi ha seguito la partita sa bene che avevamo accumulato addirittura 9 gol di svantaggio: recuperare un simile divario nella pallamano non è certo impresa da tutti, un po’ come ricucire uno strappo da 20 punti quando si gioca a pallacanestro. Noi ci siamo riusciti, esprimendo dal 40′ in poi una forza di volontà e una concretezza davvero non comuni: da lì bisogna ripartire in vista di Teramo. Al tempo stesso, in Abruzzo il nostro approccio alla partita dovrà essere completamente differente: potremo contare su alcuni rientri di rilievo, e spero proprio che ciò rappresenti un buon aiuto nel trovare fin da sùbito l’incisività che serve”.

ù

Parlando di infermeria, la Modula sarà ancora priva di Paolo Canelli e Andrea Strozzi: ancora da valutare Leo Rispoli, ma in compenso si profila il ritorno di Younes Id-Ammou. Inoltre, le condizioni di Kristian Toro sono in netto miglioramento: sabato scorso lui è rimasto solo spettatore pur essendo a referto, e invece stavolta dovrebbe essere della partita. Per quanto riguarda invece i Lions, la compagine allenata anche quest’anno da Marcello Fonti sta viaggiando a vele spiegate: dopo le sconfitte di inizio stagione contro Cingoli e Romagna, i teramani hanno innescato il turbo andando a piazzare un filotto di 7 successi consecutivi. Dal 25 settembre in avanti, i “Leoni” hanno prevalso su Chiaravalle, Ambra, San Lazzaro di Savena, Camerano, Prato e Ogan Pescara. Tutto ciò fino ad arrivare a sabato scorso, con il blitz per 24-25 piazzato nella vicina Chieti contro il Campus Italia: i migliori realizzatori dell’incontro sono stati i fratelli De Angelis, 9 gol a testa per l’azzurro Tommaso e per Alessandro che gioca invece nei Lions. A confortare i nostri beniamini c’è comunque il precedente relativo al campionato di serie A2 2020/21, risalente allo scorso 27 febbraio: la Modula all’epoca guidata da Fabrizio Fiumicelli è stata capace di espugnare il pala San Nicolò per 29-30, nonostante le numerose defezioni che anche in quella circostanza affliggevano Casalgrande.

“Corradini ce lo ha ricordato in maniera chiara, e io non posso che condividere in pieno – afferma Riccardo Prodi – I Lions rientrano a pieno titolo tra i principali candidati in chiave play off: contro di loro sarà difficilissimo recuperare anche solo 3 o 4 gol, figuriamoci 9. Il raggiungimento di un risultato utile in Abruzzo non rappresenta affatto un impresa impossibile: basti pensare alla gara dello scorso febbraio, o al molto più recente pareggio che siamo stati capaci di ottenere nella durissima sfida in quel di Camerano. Al tempo stesso, per creare grattacapi alla squadra di Fonti dovremo giocoforza entrare in partita fin dai primissimi minuti: se entreremo in campo come sabato scorso, il successo dei padroni di casa diventerà ben presto un’autentica e inevitabile certezza”.

Se la Modula dovesse piazzare il blitz, la classifica potrebbe iniziare a prefigurare qualche sogno di gloria che vada oltre la semplice permanenza nella categoria: tuttavia, questo è un tema che almeno per il momento il centrale casalgrandese preferisce non affrontare. “Un successo varrebbe oro, specie considerando la notevole caratura degli avversari – ammette Prodi – D’altro canto stiamo ancora facendo i conti senza l’oste, perchè le vere valutazioni sull’incontro che ci attende saranno possibili soltanto dopo la sirena finale. Comunque sia, un eventuale blitz non basterebbe affatto per pensare di collocarci tra le grandi del girone B: dobbiamo ancora raggiungere il giro di boa della stagione, e inoltre i giochi salvezza restano ancora apertissimi. Di conseguenza guai a perdere la necessaria dose di umiltà, specie dopo la prova fornita contro Prato”.

LA SITUAZIONE IN SERIE A2 MASCHILE. Le altre partite di sabato 27 sono Ambra Poggio a Caiano-Santarelli Cingoli, Tecnocem San Lazzaro di Savena-Bologna United e Prato-Starfish Follonica: il 10° turno si concluderà poi domenica 28 con i posticipi Camerano-Verdeazzurro Sassari, Chiaravalle-Romagna e Ogan Pescara-Campus Italia.

Classifica del girone B: Santarelli Cingoli 18 punti; Romagna 16; Lions Teramo 14; Camerano 12; Chiaravalle e Ogan Pescara 10; Starfish Follonica, Verdeazzurro Sassari e Modula Casalgrande 9; Ambra Poggio a Caiano 8; Campus Italia 6; Tecnocem San Lazzaro di Savena 5; Prato 0; Bologna United -3.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande di serie A2 maschile, stagione 2021/22
  • Il centrale biancorosso Riccardo Prodi
  • L’ala casalgrandese Mathieu Galopin
  • Da sinistra, il terzino casalgrandese Emanuele Seghizzi e il centrale/terzino Marco Giubbini
  • Al centro, il terzino biancorosso Younes Id-Ammou
  • Kristian Toro, ala della Modula
  • Mattia Lamberti, terzino e capitano della Modula
  • Il dirigente casalgrandese Alberto Barbieri.
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *