A2 maschile, una Modula cuor di leone strappa un punto a Camerano. Corradini: “Risultato eccezionale e davvero inaspettato”

CAMERANO – MODULA CASALGRANDE 36 – 36
CAMERANO:
Sanchez (P), Marinelli T. 3, Giambartolomei 3, Bilò 9, Gardi 2, Scandali 1, Selmani 3, Marinelli G. 6, Francelli 1, Brilli, Francinella, Covali 7, Boccolini, Vagnoni 1, Rossi (P). Allenatore: Fernando Luis Capurro.
MODULA CASALGRANDE: Cocchi (P), Ferrari 1, Lamberti 11, Lenzotti 5, Giubbini 5, Seghizzi 10, Ricciardo (P), Oliva, Galopin M. 3, Toro D. 1, Luciardi, Ravaglia. Allenatore: Matteo Corradini.
ARBITRI: Cardone e Cardone.
NOTE: primo tempo 21-20. Rigori: Camerano 1 su 1, Modula 3 su 4. Esclusioni per due minuti: Camerano 5, Modula 3.

Con una Modula Casalgrande così rimaneggiata, sulla carta Camerano avrebbe dovuto fare un sol boccone della compagine biancorossa: invece l’organico allenato da Matteo Corradini ha saputo costruire una prova da 10 in pagella, riuscendo nell’impresa di cogliere un risultato utile sul parquet del pala Principi. Oggi in terra marchigiana si è giocato per l’ottava giornata di serie A2: i pallamanisti ospiti possono addirittura avere qualche motivo di rammarico, perchè Lamberti e soci sono andati persino vicini a conquistare l’intera posta in palio.

La gara è stata infatti contraddistinta da un andamento piuttosto altalenante: Casalgrande avanti nelle battute iniziali, ma poi i padroni di casa sono riusciti a risalire la china chiudendo la prima frazione sul 21-20 in proprio favore. Anche nella ripresa, si è avuta una vera e propria raffica di ribaltamenti di fronte: a 10′ dal termine gli anconetani guidavano su un 33-30 che sembrava discretamente rassicurante per i beniamini locali, ma poi la Modula ha trovato l’astuzia e le energie necessarie per piazzare un imperioso parziale di 0-6 in proprio favore. Così, quando mancavano due minuti e mezzo alla sirena finale, i biancorossi si sono trovati a gestire un vantaggio di ben tre lunghezze: in extremis Camerano ha compiuto l’aggancio, e così è scaturito un pari che risulta comunque molto gratificante per i casalgrandesi.

“E’ vero che avremmo addirittura potuto piazzare il colpaccio, ma non è affatto il caso di mugugnare – sottolinea Matteo Corradini, trainer della Modula Casalgrande – Fino a un istante prima del fischio d’inizio, il pareggio rappresenta un risultato su cui avrei messo la firma senza esitare: vale sia per me, sia per tutta la squadra. Qui a Camerano, in pochissimi faranno punti: noi ci siamo riusciti con una prova a dir poco maiuscola, interpretando la sfida in maniera che non esito a definire eccellente. Peraltro, le assenze non ci hanno affatto aiutati: oltre alle preannunciate defezioni di Prodi, Kristian Toro, Strozzi e Canelli, si sono aggiunti altre tre forfait imprevisti. Nella fattispecie, Younes Id-Ammou ha dovuto saltare questa trasferta a causa di una lussazione al dito rimediata nell’allenamento di venerdì sera – spiega Corradini – Inoltre Alessandro Lanzi mancava per problemi di lavoro, mentre Leo Rispoli non è al meglio fisicamente e quindi non lo abbiamo rischiato”.

“La miscela che deriva da questo insieme di problemi e dall’indubbio valore degli avversari avrebbe potuto bloccare chiunque, ma non noi – rimarca il timoniere biancorosso – Colgo l’occasione per congratularmi con l’intera squadra: tutti, e sottolineo tutti gli attori in campo hanno conferito un contributo di straordinaria importanza nel raggiungere questo pregevolissimo risultato”. Sabato prossimo 20 novembre, al pala Keope, la Modula ospiterà un Prato che non ha ancora raccolto punti: “Sfida agevole solo sulla carta – ammonisce il trainer casalgrandese – In questo girone di A2 i pronostici hanno davvero un valore molto relativo, e il pari che abbiamo ottenuto qui a Camerano ce lo insegna una volta di più”.

LA SITUAZIONE IN A2 MASCHILE. Gli altri risultati dell’ottavo turno sono Ambra Poggio a Caiano – Verdeazzurro Sassari 22-28, Romagna – Santarelli Cingoli 27-28, Tecnocem San Lazzaro di Savena – Starfish Follonica 29-30, Prato – Campus Italia 14-30, Chiaravalle – Bologna United 40-31 e Ogan Pescara – Lions Teramo 17-24.

Classifica del girone B: Santarelli Cingoli 16 punti; Romagna 14; Lions Teramo e Camerano 12; Chiaravalle e Ogan Pescara 10; Starfish Follonica, Verdeazzurro Sassari e Modula Casalgrande 7; Campus Italia e Ambra Poggio a Caiano 6; Tecnocem San Lazzaro di Savena 5; Prato 0; Bologna United -3.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande 2021/22 durante il raduno di inizio stagione
  • Mattia Lamberti, terzino e capitano biancorosso
  • Il terzino casalgrandese Emanuele Seghizzi
  • Il trainer Matteo Corradini
  • Da sinistra, il pivot casalgrandese Alessandro Lenzotti e il centrale/terzino Marco Giubbini
  • Il portiere biancorosso Kevin Ricciardo.
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *