Alì Mestrino – Casalgrande Padana 25 – 23 ( primo tempo 15 – 13

Una Casalgrande Padana tutta cuore che ha combattuto fino all’ultimo per cercare di fare suo il risultato ma che non è riuscita ad ottenere la vittoria contro una squadra che parteciperà ai play off che però deve solamente  ringraziare la serata poco felice della coppia arbitrale che in più occasioni ha favorito la squadra Veneta guidandola per mano alla vittoria.

Priva di Elwira Klimek senza Giulia Fornari, con Giullia Dallari al 50% che spesso è dovuta scendere per rifiatare, con Simona Neroni non in perfette condizioni fisiche e con Lorena Bassi scesa sul terreno di gioco con alcuni punti di sutura ad una gamba per l’infortunio subito la settimana scorsa quando si era procurata una profonda ferita urtando un palo di una porta, la Casalgrande Padana esce dal campo di gioco del Mestrino dimostrando che un gruppo di giovanissime, tolte  Furlanetto e Popescu, hanno saputo rendere la vita molto difficile ad una squadra che avrebbe dovuto, sulla carta, sovrastare la formazione di Luca Montanari con un risultato eclatante.

Un plauso a tutte le combattenti Reggiane che sono uscite a testa alta dal terreno di gioco ma con l’amaro in bocca per il comportamento poco sportivo, imbarazzante ed imparziale dei direttori di gara che in più occasioni si sono lasciati condizionare ed hanno favorito la squadra di casa.

Parte forte il Mestrino che si porta subito in vantaggio ed al 5’ conduce 5 – 1 con Casalgrande Padana che riesce a trovare il gioco e si porta a ridosso delle Venete al 15’ con risultato 9 – 6.

A questo punto entrano in scena i direttori gara che riescono ad annullare tre reti regolarissime alle Reggiane che nonostante tutto restano in partita ed al 25’ il risultato è di 13 – 10 per Mestrino che riesce a chiudere la prima frazione di gioco in vantaggio 15 – 13.

Si torna in campo e le cose non cambiano Mestrino mantiene il suo vantaggio, Casalgrande Padana non demorde e i due arbitri fanno la differenza con fischiate, guarda caso sempre a favore della squadra di casa e si giunge al 45’ con Mestrino in vantaggio 21 – 19.

Casalgrande Padana sembra riuscire ad agguantare le Venete ma alcune decisioni senza logica degli arbitrii tagliano le gambe alle Reggiane  che giungono al 58’ con il risultato di 24 – 23 con i Sig.ri  Limido e Donnini che mettono la ciliegina sulla torta al Mestrino infliggendo a Marcella Popesco un’esclusione di 2 minuti inesistente e si arriva alla conclusione con il risultato finale di 25 – 23 per la squadra di casa che deve ringraziare in particolar modo gli arbitri per il successo ottenuto.

Ora guardiamo ai play out in quanto 8 Marzo a Casalgrande ed il 15 Marzo in Sardegna, con orari ancora da definire, Casalgrande Padana ( 8°) dovrà affrontare il Sassari (5°) in due gare decisive in ottica retrocessione in quanto la perdente detti incontri dovrà incontrare la perdente tra Cassano Magnago ( 6°) e Teramo ( 7°) per stabilire chi sarà la formazione che dovrà abbandonare la serie A2.

Mestrino : Moretti, Carpanese 3, Cazzola, Marchionni, Losco 9, Nichifor 4, Raccelle, Zuin P, Zuin G 1, Marinello 1, Balzano 2, Marsano, Guerra 3, All.re Menin

Casalgrande Padana: Daviddi, Popescu 6, Sandri, Dallari 1, Furlanetto 7, Bertolini, Neroni 2, Bassi, Musio, Artoni, Bernabei 4, Putaru, All.re Montanari

Arbitri : Limido e Donnini.

Classifica : Salerno 39, Conversano 36, Mestrino 19, Palermo 17, Sassari, Cassano Magnago e Teramo 15, Casalgrande Padana 9

Casalgrande 24 Febbraio 2014                                                                                                        C.T.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *