Anche la Casalgrande Padana U17 maschile si sta preparando alle finali tricolori. Caprili: “L’efficace gioco di squadra è tra i nostri punti di forza. Adesso bisogna migliorare sotto l’aspetto caratteriale”

Al pari delle loro “colleghe” e pari età biancorosse, anche i ragazzi della Casalgrande Padana Under 17 maschile si stanno preparando alle finali nazionali di categoria. L’appuntamento con le gare che assegneranno il tricolore è ormai alle porte: le attesissime sfide sono infatti previste nel periodo che va dal 16 al 19 giugno. Entrambi i tabelloni, quello maschile e quello femminile, verranno disputati su 5 parquet veneti: nella fattispecie le sedi di gara saranno Torri di Quartesolo, Camisano Vicentino, Quinto Vicentino, Mestrino e Lissaro.

La Casalgrande Padana Under 17 maschile che ha centrato il 3° posto in ambito emiliano-romagnolo

Parlando nel dettaglio degli Under 17 casalgrandesi, la formazione allenata da Marco Agazzani è in arrivo da una stagione contraddistinta da numerosi risultati di apprezzabile livello. Nel dettaglio, la compagine ceramica ha chiuso il segmento iniziale del campionato piazzandosi al 3° posto nel girone A: il bilancio della Padana parla di 17 punti conquistati nell’arco di 12 gare. A seguire i biancorossi hanno centrato la terza piazza anche nel girone 1 della seconda fase, attestandosi a quota 6 dopo altrettante partite: un ruolino di marcia che ha permesso di staccare il biglietto per le finali emiliano-romagnole, disputate al pala Keope nel fine settimana del 21 e 22 maggio. Nella prima delle sfide conclusive, Casalgrande ha pagato dazio contro Carpi col punteggio di 30-25: tuttavia la Padana è riuscita a riscattarsi contro Imola, ottenendo una vittoria per 30-24 che ha permesso di conquistare la medaglia di bronzo regionale. Il titolo è stato vinto dalla Pallamano 85 San Lazzaro di Savena, che ha così ottenuto la qualificazione alle sfide scudetto insieme a Carpi: tuttavia nel panorama italiano ci sono state alcune rinunce tra le squadre qualificate, e in tal modo, la Casalgrande Padana è stata premiata grazie al buon piazzamento nella graduatoria ripescaggi. Una classifica nazionale stilata direttamente dalla Federazione, che tiene conto di tutti i risultati ottenuti durante questa annata agonistica.

L’allenatore Marco Agazzani

“A nome dell’intera squadra, ringrazio davvero la società per aver presentato la domanda di ripescaggio – esclama Matteo Caprili, portiere della Casalgrande Padana Under 17 maschile – Di fronte a noi c’è un’esperienza di straordinario rilievo: le finali nazionali sono senza dubbio un’opportunità che dovremo cogliere al volo, con l’obiettivo di concretizzare ulteriori miglioramenti a livello di gioco e predisposizione caratteriale. Intanto, ci presenteremo in Veneto forti di un bronzo regionale che ritengo davvero lusinghiero: il 3° posto rappresenta un traguardo gratificante e di prestigio, che va preso come ulteriore trampolino di lancio in vista del grande evento che ci attende. In più, osservando il costante e proficuo lavoro svolto durante tutti questi mesi, ritengo che la Casalgrande Padana abbia senza dubbio meritato di salire sul podio: ovviamente si spera sempre di conquistare il massimo risultato possibile, ma in tutta sincerità la Pallamano 85 San Lazzaro di Savena rappresenta una vera e propria super potenza di questa categoria”.

Mattia Bacchi, centrale e capitano della Casalgrande Padana U17 maschile

A tal proposito, Caprili non manca di soffermarsi sulle avversarie e sulle prospettive casalgrandesi: “A breve studieremo nel dettaglio le altre realtà che disputeranno le finali scudetto – sottolinea l’estremo difensore, classe 2005 – In ogni caso, siamo ben consapevoli di essere attesi da squadre che sanno esprimersi su elevatissimi livelli di rendimento: solo per citare un nome a titolo di esempio, la già menzionata Pallamano 85 rientra senza dubbio tra le principali favorite in chiave scudetto. D’altro canto credo proprio che il nostro organico abbia quanto serve per esprimersi con efficienza contro chiunque, tenendosi ben alla larga da un ruolo impacciato o impaurito: bisognerà puntare parecchio sul gioco corale che ci contraddistingue, una caratteristica che costituisce un vero e proprio elemento-chiave della nostra fisionomia di squadra. Molte altre formazioni si affidano in primo luogo ai numeri e ai lampi di genio che provengono dai singoli ragazzi: noi abbiamo invece una concezione differente. Le individualità hanno la loro specifica importanza, ci mancherebbe altro: tuttavia, in questa Casalgrande Padana ciò che conta di più è il gioco di squadra nel vero senso del termine. Non a caso, le azioni che sviluppiamo di volta in volta coinvolgono in misura rilevante tutti i 7 elementi in campo: preferiamo affidarci a una pallamano contraddistinta da manovre pazienti e ragionate, evitando di fare troppo affidamento sugli spunti felici di ciascun giocatore”.

La Casalgrande Padana Under 17 maschile durante un time-out

“Al tempo stesso, dobbiamo compiere passi avanti non trascurabili a livello caratteriale – prosegue il guardiano biancorosso – Tra gli obiettivi del lavoro che stiamo compiendo sotto la direzione di Agazzani, c’è proprio quello di arrivare a sistemare le pieghe che ci riguardano sul piano dell’atteggiamento. E’ vero che in alcune occasioni siamo riusciti a risalire la china dopo essere andati in forte svantaggio: tuttavia il più delle volte abbiamo accusato un visibile calo durante il 2° tempo, una flessione che ci ha impedito di rendere ulteriormente brillante e vittorioso il nostro cammino. Se riusciremo a risolvere questi problemi in ambito caratteriale, creeremo le condizioni giuste per affrontare le finali nazionali con rinnovata efficacia e con una combattività ancora maggiore: in tal modo, le nostre ragionevoli speranze di fare bene prenderanno ancora più slancio. Intanto, io sono pronto per fare la mia parte – aggiunge Matteo Caprili – Tra Under 17 e Prima squadra di A2 targata Modula, la stagione che sto tuttora attraversando si è rivelata parecchio impegnativa: d’altro canto posso dire di essere davvero felice, sia per la crescita che credo di aver concretizzato sia per i buoni spazi che mi sono stati concessi in campo”.

L’ala biancorossa Asia Mangone, nazionale Under 20

UNDER 20 FEMMINILE. Un aggiornamento anche sulla Nazionale Under 20 femminile, di nuovo al lavoro per arrivare pronta ai Mondiali di categoria. Nella giornata di lunedì 6, le azzurrine si sono radunate al Pala Santa Filomena di Chieti: lo stage al Centro Tecnico Federale proseguirà fino a sabato prossimo 11 giugno. Le attività coinvolgono anche l’ala classe 2005 Asia Mangone, in forza alla Casalgrande Padana sia con la squadra di A1 sia con la compagine Under 17: la Rappresentativa tricolore è guidata da Beppe Tedesco, coadiuvato dalla vice allenatrice Elena Barani e dalla preparatrice dei portieri Adele De Santis. I Mondiali U20 si svolgeranno a Celje, in Slovenia, dal 22 giugno fino al 3 luglio: Italia inserita nel girone C insieme a Danimarca, Argentina e Montenegro.

Nella foto in alto Matteo Caprili, portiere della Casalgrande Padana Under 17 maschile. Le immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

Please follow and like us:
fb-share-icon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.