Tutti gli articoli di alberto

Casalgrande Padana in pressing sul mercato: ingaggiata Belèn Canessa Perez

Due settimane al fischio di inizio del campionato di A1 femminile e Casalgrande Padana si rinforza ancora. In arrivo questa volta è il capitano della nazionale cilena, Belèn Canessa Perez. La ventinovenne, sudamericana con passaporto italiano , sarà a disposizione di mister Corradini da martedi 3 settembre, dopo le visite medico sportive. Espertissima ala sinistra, Canessa è comunque una atleta versatile con spiccate doti difensive e di contropiedista. La sua non è la prima esperienza in Italia, paese dove è stata naturalizzata nel 2014 giocando per HF Teramo insieme alla sorella Daniela e a un mostro sacro come Palarie.

“Sono contenta dell’opportunità che mi ha dato un club prestigioso come Casalgrande –dice Canessa-. Ho visto le partite di preparazione che hanno giocato le mie future compagne e mi piace molto il modo in cui gioca la squadra. Spero di contribuire nel gioco collettivo e non vedo l’ora di arrivare ed allenarmi con loro” .

Canessa è una atleta con un curriculum notevole –spiega il dg Aldini– :  ha partecipato a due mondiali, svariate volte ai giochi panamericani, diverse volte campione nazionale con il proprio club di Santiago del Cile, ed anche nella sua esperienza italiana ha superato le 80 reti a stagione. Ha una grande esperienza e disponibilità e sarà senz’altro di aiuto nella crescita delle giocatrici più giovani. “

Canessa è anche salita alla ribalta dei media sportivi sudamericani avendo da poco ricevuto la proposta di matrimonio dal suo fidanzato, il karateka cileno Germàn Charpentier, che, durante la manifestazione dei giochi panamericani a Lima (Perù), si è presentato con un enorme cartellone con cui le chiedeva di sposarlo.

Please follow and like us:

Casalgrande Padana: prima uscita stagionale al Memorial Tacca di Cassano Magnago

Iniziata ufficialmente con la partecipazione al 22° Memorial “Tacca” di Cassano Magnago, la stagione agonistica 2019/2020 di Casalgrande Padana. Insieme alle reggiane , il torneo ha visto la partecipazione delle padrone di casa del Cassano, di Ariosto Ferrara, di Roth Weis Thun e dello ZRK Zalek. Primo posto alle slovene dello Zalek, secondo alle elvetiche del Thun tra le cui fila milita l’azzurra Laura Rotondo, terzo posto alle padrone di casa amaranto e quarto per le ragazze di mister Corradini, mentre è rimasta al palo Ariosto Ferrara, ancora priva di Landri, in questi giorni impegnata con la nazionale di beach handball.

Tre gare nella sola giornata di sabato 24, per 180 minuti totali di gioco sono state sicuramente un test parecchio impegnativo per il team ceramico che ancora è in fase di preparazione atletica, ma ha dato buone risposte rispetto alle fasi di gioco che mister Corradini stava cercando. ” Non siamo venuti qui per fare risultato, ma per fare amalgama, fare gruppo, iniziare ad oliare i meccanismi di gioco –dice il coach- .  Questo torneo forse,più che alle ragazze, è servito a me per rendermi meglio conto delle attitudini delle varie atlete. Abbiamo ancora 20 giorni di lavoro davanti, ma da quanto visto ritengo ci siano tutti i presupposti per fare una buona stagione” .

Tanto filo da torcere in gara 1 alle elvetiche di Rotondo, Kaeslin &C, che si impongono per 28/21 sulle casalgrandesi che  cedono solo nei 7 minuti finali, dopo una gara giocata quasi sempre punto a punto, in cui figurano ottimamente sia Simona Artoni che la giovane Chiara Rondoni. Poi la vittoria 24/19 su Ferrara in una gara già dal sapore di derby di campionato, condotta nel primo tempo dalle estensi. Nella seconda frazione, perentorio il rientro di Casalgrande Padana grazie alle terribili percussioni di Tanic , capace di imprimere una velocità impressionante al gioco delle reggiane, a favorire le incursioni di Furlanetto e gli ottimi movimenti di Alessia Artoni e Francesca Franco, che in versione pivot sa ancora bene dire la sua. Diversi poi gli interventi salvifici in porta della neo arrivata Bulache e della veterana Manzini.

Luci spente invece nella gara contro le padrone di casa: con due match nelle gambe e Tanic a riposo precauzionale, le reggiane subiscono il ritmo delle cassanesi che si impongono 30/23, gara in cui si evidenzia comunque la buona prova tra i pali di Melissa Lamberti. Senza storia poi la gara di domenica 25 contro lo ZRK Zalek: slovene troppo forti e con un divario fisico impressionante rispetto alle biancorosse.

E ora di nuovo in palestra per proseguire la preparazione, in attesa di un altro torneo precampionato ormai classico: il Trofeo Certech Ente Fiera “Memorial Camponesco”, questa volta tra le mura amiche del PalaKeope.

Please follow and like us:

Casalgrande Padana completa il roster: in arrivo il portiere Andrada Bulache

A 45 giorni dall’inizio del campionato, Casalgrande Padana chiude il mercato e completa il roster per la prossima stagione con l’ingaggio di Andrada Bulache.

Diciannovenne, di origine rumena ma con cittadinanza sportiva italiana, Bulache è cresciuta pallamanisticamente al Flavioni Civitavecchia, guidata dall’esperienza di un tecnico di qualità come Patrizio Pacifico. Nell’ultima stagione, nonostante la giovane età, è stata il primo portiere del Flavioni, occasione che le ha permesso di incamerare importanti esperienze di gioco e di ben figurare in numerose gare, tanto che, a mercato aperto, diversi sono stati i club interessati al suo ingaggio. “Alla fine l’abbiamo spuntata noi –dice il dg Aldini-, dopo mesi in cui abbiamo davvero faticato a trovare l’atleta giusta per difendere la nostra porta. Siamo abituati a lavorare con i giovani e cerchiamo di coltivare e far crescere il loro talento grazie al nostro staff tecnico, in cui quest’anno abbiamo inserito anche Stefan Gherman come preparatore dei portieri, e così sarà anche per Andrada. Avere molte coetanee in squadra poi, la aiuterà ad inserirsi al più presto nel gruppo. Voglio poi ringraziare Eleonora Gorla e Patrizio Pacifico (presidente ed allenatore del Flavioni, ndr): l’ottimo rapporto tra le due società e la loro disponibilità al dialogo ci ha permesso di concludere in modo positivo questa operazione di mercato”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Eleonora Gorla che dice:” Siamo contenti per Andrada che andrà a fare esperienza in una società che lavora bene da anni e punta tanto sui giovani. Non nego che per noi la sua assenza  sarà un problema da affrontare, ma auguriamo a lei e a Casalgrande Padana tante soddisfazioni.”

Bulache sarà a disposizione di mister Corradini dal prossimo 12 agosto.

Please follow and like us:

Valigie “azzurre” di nuovo pronte a Casalgrande: Aldini in partenza con la nazionale U19

Non è passato un mese dallo European Open U17 di Goteborg che per Enrico Aldini, capitano della U17 casalgrandese vice campione d’Italia, arriva una seconda chiamata dallo staff tecnico della nazionale, questa volta U19.

Gli azzurrini, agli ordini del direttore tecnico Trillini coadiuvato dai coach Beppe Tedesco e Jurgen Prantner, partiranno alla volta di Font Romeu, sui Pirenei francesi, per un training camp dal 25 al 31 Luglio, da svolgere insieme alla nazionale pari categoria francese. I transalpini sono in fase di preparazione per il mondiale U19 di Agosto e verranno aiutati dalla nazionale italiana che fornirà la possibilità di incontri ed allenamenti di interesse, trattandosi, quella azzurra, di una squadra di ottimo livello e già qualificata per gli europei U20 e U18 della prossima estate.

Tra i 18 convocati anche Enrico Aldini, aggregato al gruppo pivot insieme a Oliver Martini e Giampaolo Sciorsci.

E’ un’estate impegnativa sicuramente, ma sono molto contento della fiducia che mi è stata accordata e di questa convocazione. Sono praticamente tutti più grandi ed esperti di me, e molti dei miei compagni giocano da tempo in squadre senior –dice Aldini. La Francia poi, dovendo preparare un mondiale, sarà a ranghi completi o quasi.  Io mi metterò a disposizione del gruppo e dei coach, come sempre, e ancora una volta andrò per imparare qualcosa e fare tesoro di questa esperienza”.

 

Please follow and like us:

Nuovo innesto nello staff tecnico Pallamano Spallanzani : arriva Stefan Gherman

Non si ferma l’estate di lavoro in casa Pallamano Spallanzani, alle prese con la pianificazione della stagione 2019/2020.

In vista infatti dei nuovi impegni sia a livello femminile (con la consolidata presenza di Casalgrande Padana nella massima serie) che maschile (con il ritorno in serie A2 di una squadra casalgrandese, a targa del colosso industriale  Modula), la società ha deciso di dare ulteriore compattezza all’ottimo gruppo di tecnici già presente, raggiungendo un accordo con Stefan Gherman, che si occuperà in maniera stabile della preparazione dei portieri .

Un incontro casuale –dice Gherman– con questa dirigenza, che però è sfociato presto in sintonia. Mi volevano addirittura convincere a riprendere a giocare, e sono stato quasi tentato all’idea. Ma credo fondamentalmente di poter essere più utile trasmettendo la mia esperienza ed il mio metodo di lavoro a portieri più giovani, aiutandoli a crescere tecnicamente, in un progetto, come quello di Casalgrande, davvero interessante”. 

40 anni, rumeno (soprannominato goliardicamente “Il Vampiro” perchè originario della Transilvania), il portierone Gherman vanta una esperienza di tutto rispetto, avendo militato per anni in squadre di A1 e A2 maschile, come Casalgrande, Rubiera, Carpi, Nonantola e Parma.

In difficoltà nel reperire un nuovo portiere per Casalgrande Padana e nella necessità di poter mettere anche i portieri di Modula nelle migliori condizioni per affrontare il campionato, abbiamo pensato di investire in formazione – fanno sapere dalla dirigenza-, cercando un ottimo preparatore che possa seguire tutti gli atleti ed atlete del ruolo durante lo svolgimento della stagione, permettendo loro di consolidare quanto già nelle proprie corde e, per i più giovani, di crescere ancora a livello tecnico. Stefan è uno abituato a lavorare duro ed ha una notevole esperienza, quindi è assolutamente la persona giusta”.

 

Please follow and like us:

Settore Giovanile: L’U15F si prende un fantastico quinto posto alle finali nazionali

Si chiude il sipario sull’ultimo evento giovanile della stagione: il festival della pallamano di Misano Adriatico. Tra le 72 squadre  partecipanti, anche l’U15 femminile a targa Casalgrande Padana, guidata dal super bomber Ilenia Furlanetto, che parte nel girone eliminatorio con Tushe Prato e la testa di serie Cassano Magnago. Passaggio obbligato agli ottavi dopo aver mantenuto il secondo posto nel girone, che vengono passati in modo convincente contro Nuoro, poi, l’eliminazione sul quarto di finale per mano di Mezzocorona, che vincerà poi, il giorno successivo, il titolo nazionale contro PDO Salerno.

La finale per il quinto posto vede poi le casalgrandesi opposte di nuovo a Prato, in una gara nella quale le reggiane si impongono di nuovo per 26-18 in un match che le toscane non riescono mai a mettere in discussione.

“Sono molto contenta della prova delle mie ragazze- dice coach Furlanetto- perchè siamo arrivate quinte in un campionato nazionale rimediando di fatto una sola sconfitta, proprio contro quel Mezzocorona che ha dimostrato di essere davvero la squadra migliore, tanto da guadagnarsi il titolo. Una esperienza importante per le ragazze, che spero abbia loro insegnato tanto, dove hanno dimostrato di saper essere un gruppo unito e che mi fa sperare molto bene per il futuro”.

Please follow and like us:

Serie A2m: Sarà Modula Spa il nuovo main sponsor nella stagione 2019/2020

Novità in casa Pallamano Spallanzani Casalgrande. In seguito alla promozione diretta dalla serie B al campionato nazionale di serie A2 maschile, la dirigenza della società comunica di aver raggiunto un accordo con Modula spa, che diventerà main sponsor del team.

Modula, con sede operativa a Salvaterra di Casalgrande, è colosso industriale presente nei 5 continenti ed in 50 diverse nazioni, che si occupa della realizzazione di magazzini verticali e automatici, realizzati, tra gli altri anche per la Nike in USA, per la BMW in Germania, o per la Goodrich Aerospace Systems del Regno Unito.

Orgogliosi di vestire loghi e marchi di una azienda così importante –fanno sapere dal direttivo dello Spallanzani– che ha qui la propria sede operativa principale e che ha deciso di sostenere una importante realtà sportiva del proprio territorio, come il nostro gruppo  sta dimostrando di essere, anche con gli ottimi risultati della stagione appena conclusa”.

Mattia Lamberti

Modula per la A2 maschile quindi, che andrà ad affiancarsi all’altro prestigioso marchio, Casalgrande Padana che, come noto, proseguirà la ultraventennale sponsorship della squadra di A1 Femminile.

Ma non finiscono qui le sorprese: nel gruppo dei sostenitori della pallamano casalgrandese faranno parte anche BPER Banca,  Map di Rubiera e , in qualità di sponsor tecnico,  Macron.

Please follow and like us:

Colpo Casalgrande Padana: ufficiale l’accordo con Marijana Tanic

Non si fermano le attività nel team ceramico che mette tra gli album di famiglia foto e ricordi dell’ultimo ottimo campionato e cerca di organizzare al meglio il roster per la stagione 2019/2020.

In partenza Iacovello e Fanton che a Casalgrande hanno disputato un campionato fantastico e che hanno alla fine scelto, pur con rammarico, di intraprendere nuove sfide con altri club, dal mercato estivo approda a Casalgrande la fortissima centrale serba Marijana Tanic, per tutti Maja.

Tanic,  26 anni,  167 cm per 62 kg, ha alle spalle le vittorie di due campionati regolari e due coppe nazionali in Serbia con il club Radnicki, numerose presenze nelle coppe europee con lo stesso team, oltre gli impegni con la nazionale serba, di cui ha iniziato a far parte già da quando era giocatrice juniores. Maja ha militato nell’ultima stagione in Italia con Pallamano Leonessa Brescia, agli ordini di mister Scalia, dove , totalizzando 113 reti, è entrata a far parte della Top 20 delle marcatrici del campionato, classifica vinta poi da Ilenia Furlanetto con 202 goal.

“Trovare un accordo con la dirigenza della società –dice Tanic– non è stato difficile. Mi piace l’idea di un roster ben modulato tra ragazze più giovani ma tutte molto in gamba ed altre più esperte e forti come Furlanetto e Franco. Mi metto volentieri a disposizione delle mie compagne in questa nuova avventura in Italia sperando di essere d’aiuto con la mia esperienza nella crescita delle millennials, ma anche con tanta voglia di fare bene e dare battaglia partita dopo partita alle squadre più forti, perchè Casalgrande ormai da tempo non è più una piccola realtà nel campionato, ma è una squadra con cui tutti devono fare i conti. Credo che ci toglieremo delle belle soddisfazioni.”

Continua intanto, fanno sapere dalla dirigenza della società, l’attività di mercato per sistemare anche il reparto portieri.

Please follow and like us:

Pallamano Nazionale: Aldini e Prodi verso la Svezia con la nazionale U17m

Vanno in archivio le finali nazionali U17 da dove il team ceramico a marchio Casalgrande Padana ritorna con uno splendido argento, e prende il via invece l’attività estiva della nazionale giovanile.

20 i convocati a disposizione del direttore tecnico Riccardo Trillini e dei suoi collaboratori Popovic , Malavasi e Palazzi, che svolgeranno lo stage dal 24 al 30 Giugno a Modena, in preparazione alla trasferta in Svezia, dove, dall’1 al 5 Luglio, all’interno della “Partille Cup” di Goteborg, avrà luogo lo European Open. Italia inserita nel preliminary round con Romania, Austria, Olanda, Islanda e Montenegro. Si inizia a fare sul serio quindi  sulla strada in preparazione al campionato europeo del 2020, in cui gli azzurrini dovranno difendere il posto nella prima divisione europea.

Enrico Aldini

Tra i 20 convocati allo stage, ancora una volta Enrico Aldini, pilastro della difesa di Casalgrande e su cui i tecnici azzurri puntano a costruirgli intorno la linea difensiva azzurra, inglobato nel gruppo dei pivot. Accanto a quella del suo capitano, arriva però anche la grande soddisfazione per la convocazione di Riccardo Prodi, il velocissimo centrale dei Di Fazzio boys, protagonista alle finali nazionali, la cui rapidità ed agonismo non sono passati inosservati agli occhi dei tecnici federali, inglobato nel gruppo centrali e terzini.

Riccardo Prodi

Quasi curiosa la storia di questi due ragazzi, insieme da sempre, che potremmo quasi riassumere con il titolo “Dalla scuola materna alla Nazionale”: una volta di più,oltre all’argento appena conquistato dai suoi ragazzi, la città di Casalgrande ha di che essere orgogliosa dei propri giovani.

Il responsabile del Settore Giovanile, prof. Fiumicelli:” Trovo questa convocazione ampiamente meritata, per maturità,impegno, talento e capacità di questi ragazzi. Hanno lavorato duramente tutta la stagione per raggiungere risultati davvero fantastici. Se da un lato la convocazione di Aldini è ormai una conferma, dall’altro, quella di Prodi dà la misura effettiva di come il progetto che portiamo avanti sui nostri giovani, frutto della collaborazione tra tutti i tecnici ed i dirigenti della società, stia portando risultati esaltanti. E’ per loro una ulteriore occasione di crescita e sarà una esperienza faticosa ma entusiasmante, ma anche di responsabilità: la maglia azzurra si sa, esige rispetto.”

Please follow and like us:

Finali Nazionali U17 maschile: Spallanzani Casalgrande è vice campione d’Italia

Cassano Magnago, Pala Tacca, 15 Giugno ore 17.30: va in scena la finale scudetto U17 maschile, tra i padroni di casa del Cassano e lo Spallanzani Casalgrande, a marchio Casalgrande Padana.

Palazzetto gremito dai tifosi di casa e da tanti che da Casalgrande sono arrivati a sostenere i propri ragazzi perchè, se sulla carta  tutto dice Cassano Magnago, sognare comunque non costa niente e Casalgrande è la squadra dei miracoli.

Un roster eterogeneo per età ed esperienza dei ragazzi, amalgamato mese dopo mese dal coach Giorgia Di Fazzio, allenatrice donna su cui, in un mondo al maschile, la dirigenza della società ha puntato forte, sapendo trattarsi della persona giusta. Dopo aver centrato l’obiettivo stagionale della qualificazione alle finali nazionali, grazie al primo posto assoluto in regione, il percorso degli U17 casalgrandesi passa attraverso il girone eliminatorio con Cingoli ed Halikada, dove si aggiudicano la testa della poule e l’accesso diretto ai quarti di finale. Eliminato nel quarto con una prova concreta Pallamano Malo, il team ceramico affronta in semifinale Pallamano Pressano, che vanta ben tre azzurri in squadra e su cui si impone ai rigori dopo una gara tiratissima e per certi versi rocambolesca e che fa scendere lacrime di gioia e liberatorie ai giocatori , al duo di allenatori Di Fazzio /Fiumicelli ed al pubblico:  il miracolo della finale scudetto è servito. Casalgrande lascia dietro Pressano e Merano e stacca il biglietto della lotteria che può portarla sul tetto d’Italia.

Non sarà così: il verdetto finale dirà Cassano Magnago, che si impone sul team reggiano per 27/21, in una gara sempre condotta bene, con Casalgrande a rincorrere, ma in cui questi ragazzi hanno dimostrato a tutti di meritare largamente di essere lì e di come non ci fosse nulla di casuale in quella finale: quelle che si sono affrontate sono le migliori squadre giovanili d’Italia e, se Cassano ha palesato la sua superiorità, Casalgrande ha dato prova della crescita esponenziale dei suoi ragazzi e del loro carattere indomito, gente che non si inchina davanti a nessuno che non lo meriti veramente.

Così Giorgia Di Fazzio: “ Ieri abbiamo perso, ma abbiamo tenuto testa ad una squadra ad oggi superiore a noi, senza tirarci indietro, senza paura e con onore. Ci sono vittorie da cui non si impara nulla, e sconfitte che sono mattoni per future e più grandi vittorie, sportive e personali. Voglio ringraziare davvero tutti: da Fabrizio Fiumicelli che più di ogni altro conosce questi ragazzi e che mi ha aiutato sia in palestra durante la preparazione che in panchina durante queste gare, ad ogni genitore e collaboratore . Ma soprattutto ringrazio questo gruppo pazzesco di ragazzi che non si arrendono mai, questa squadra che ha voglia di crescere e fame di risultati. Questi miei ragazzi che sono riusciti a stupirmi, ad emozionarmi, a farmi sfiorare a distanza di tre anni un nuovo scudetto giovanile, dopo una sola stagione di lavoro insieme. Il futuro, può riservarci solo altre soddisfazioni.”

 

Please follow and like us: