Tutti gli articoli di alberto

U17 maschile: Spallanzani Casalgrande è campione regionale

12/05/2019

L’U17 maschile di Pallamano Spallanzani, a targa Casalgrande Padana e diretta da Giorgia Di Fazzio, è campione regionale di categoria.

Emozionante per me vederli giocare così –dice Di Fazzio, che non nasconde un pò di commozione– Poi avranno ricadute, saranno ancora capaci di giocare anche brutte partite, ma oggi, dopo tanto lavoro, questi ragazzi sanno cosa possono fare se restano uniti e se sanno essere squadra. Ringrazio loro prima di tutto, Fabrizio Fiumicelli che più di ogni altro li conosce e mi ha dato una grande mano in questa stagione, poi ringrazio questo gruppo fantastico di genitori che mi hanno per così dire adottato nonostante qualche riserva iniziale, e ringrazio la società, che ancora una volta ha creduto in me, affidandomi questo gruppo”.

Dopo le semifinali che le hanno viste rispettivamente opposte a  Rapid Nonantola e Bologna United, la finale si gioca tra Spallanzani Casalgrande e Scuola Pallamano Modena, le squadre che hanno dominato nella regular season. I precedenti di campionato sono di misura a favore dei reggiani con una vittoria (di 1 rete) ed un pareggio, e nessuno osa sbilanciarsi sul risultato finale, affatto scontato.

In un Pala Keope gremito come si conviene ad una finale, e sotto gli occhi del delegato regionale FIGH Francesco Fanti, la gara prende il via con l’abbraccio tra i due rappresentanti azzurri in campo: il capitano e portiere modenese Riccardo Meletti ed il capitano casalgrandese e terzino sinistro Enrico Aldini, entrambi al momento nell’organico dello staff tecnico nazionale di categoria e da meno di un mese rientrati da Atene.

Bastano pochi minuti a Casalgrande per iniziare a fare la voce grossa e mettersi sul +3 con Aldini , Galopin e Fontana; Modena reagisce e nonostante un buon gioco creato dal trascinatore gialloblu Pugliese, non riesce a colmare il divario, e , alla fine della prima frazione, i padroni di casa conducono per 17-13, con Prodi , Strozzi e Galopin sugli scudi, ed un concreto Dennis Toro.

Inizio di secondo tempo in sordina per la compagine reggiana: qualche pallone perso di troppo, qualche leggerezza in attacco, offre  il fianco ai modenesi che cercano di rientrare in gara anche attraverso alcune azioni in extra-player.  Le cerniera difensiva coordinata da Aldini e Fontana con Strozzi e Paganelli però è solida, e solidi sono gli interventi dei guardiani Prandi e Lanzi che al momento opportuno chiudono la porta di Casalgrande. I palloni recuperati in difesa, grazie anche al lavoro di sacrificio di Sigona , Manelli e Ravaglia, diventano occasioni di contropiede per i rapidissimi Prodi e Galopin, con quest’ultimo che, in giornata di grazia,  realizza con percentuali sopra il 90%, ed il primo che sfodera una velocità inarrivabile per i difensori avversari. E’ una finale, e nonostante la stanchezza e nonostante fatichi ad avere la meglio sulla difesa reggiana, Modena non molla un colpo e resta agganciato alla partita con le unghie, tanto da far temere a più riprese di essere in grado di riagguantare il risultato. Qui il cambio di passo: Aldini e compagni non perdono la testa, continuano a macinare il loro gioco ed il contropiede anche in inferiorità numerica, attese le diverse sospensioni per due minuti comminate dal duo arbitrale, mandando a segno due volte anche Ferrari e, alla fine, si impongono per 30-26.

Grande soddisfazione quindi per la società: garantito  l’accesso di diritto alle finali nazionali di Cassano Magnago in Giugno e obiettivo stagionale centrato, insieme alle ragazze dell’U17 e U15 femminili, anche loro campionesse regionali di categoria.

 

Please follow and like us:

Casalgrande Padana: con 202 reti Ilenia Furlanetto è la miglior marcatrice del campionato

202. Tante sono le reti all’attivo del capitano di Casalgrande Padana, Ilenia Furlanetto, messe a segno nell’appena conclusa stagione 2018/2019, che la consacrano miglior marcatrice del campionato.

Una stagione che vedeva, a dicembre 2018, Casalgrande Padana al nono posto in classifica, e che la compagine reggiana ha rimesso in piedi fino a sfiorare la possibilità di una storica finale scudetto, e chiudere infine con un buon quarto posto, alle spalle di Salerno, Oderzo e Brixen, che invece la classifica l’hanno guidata dalla prima all’ultima giornata. Trascinatrice di questa scalata, sicuramente capitan Furlanetto, che in stagione è stata premiata anche come miglior giocatrice italiana del campionato. L’ottimo stato di forma e la continuità della bomber reggiana, è stato sicuramente favorito anche dall’importante apporto di tutta la squadra, dalle veterane Fanton, Franco e Iacovello, come dalle millennials Simona ed Alessia Artoni, Kere, Orlandi , Montermini, e dalle u17 Bertolani , Lusetti, Lamberti e Rondoni, più volte chiamate in causa a dare il loro apporto .

Una stagione conclusa in modo assolutamente onorevole quindi, ha poi avuto, come epilogo, che Casalgrande Padana Ceramiche sarà, anche per la prossima stagione, il main sponsor della pallamano “in gonnella” casalgrandese, per il 26esimo anno consecutivo. Un binomio vincente, fatto di passione per questo sport, impegno e serietà da ambo le parti e che tiene alto, in tutta l’Italia, il nome della città di Casalgrande.

Please follow and like us:

Casalgrande Padana: nonostante la vittoria sfuma la finale scudetto

Casalgrande Padana batte 22-21 Venplast Dossobuono. Fanno la propria parte le casalgrandesi, in un play off sin qui giocato alla grande, in un Pala Keope gremito di pubblico, segno di quanto questa città voglia bene alla pallamano e  quanto ha significato questa realtà negli ultimi trent’anni. Poi tutti in attesa del risultato tra Oderzo e Brixen che, in caso di vittoria delle altotesine, avrebbe lasciata aperta la porta ad un possibile sorpasso all’ultima giornata da parte delle reggiane e la possibilità di andarsi a giocare una storica finale scudetto.

Non esce però il jackpot: Oderzo non sbaglia la gara e si impone sul Brixen, qualificandosi matematicamente come seconda finalista e spegnendo così il sogno delle ragazze di mister Lassouli.

 

La gara con Dossobuono viene ampiamente dominata da Casalgrande Padana fino alla metà del secondo tempo, trascinata da una implacabile Furlanetto (13 reti) e da una Fanton in grande spolvero che, al di là delle sei reti segnate, mostra una classe ed una varietà di giocate che è ben difficile vedere diversamente in questo campionato. Poi Dossobuono, spalle al muro, aumenta il ritmo, cerca di soffocare il gioco delle reggiane con una difesa più attenta e profonda e, complici anche i molti errori al tiro delle padrone di casa, si rifà sotto fino al -1, senza riuscire però nell’aggancio finale. Per la cronaca da segnalare anche l’espulsione di Martina Iacovello a due minuti dal termine per un fallo commesso fuori dalla propria area, nell’intento di intercettare un pallone destinato a creare un pericoloso contropiede avversario.

Se da una parte sfuma il sogno di una finale scudetto, resta in piedi però quello di un più che ottimo ed onorevole terzo posto, da contendersi, all’ultima giornata, in trasferta, proprio contro Brixen. Gara che avrà da regalare emozioni: se la statistica ad oggi dice Brixen, è pur vero che proprio contro Babbo&C. , nella prima di ritorno, è iniziata la vera risalita di Casalgrande Padana, che venne sì sconfitta di misura, dimostrando però di essere in piena crescita e di avere la possibilità di scompaginare, come poi è stato, quelli che apparivano i già stabiliti equilibri del campionato.

“Siamo orgogliosi di questo gruppo – dice il presidente Soncini– Queste ragazze hanno fatto un vero e proprio miracolo, non solo rimettendo in piedi una stagione che fino a Dicembre ci aveva visto in difficoltà, ma anche dando prova di carattere e di una  voglia di vincere che ci ha portato ad accarezzare un sogno importante. Tutto questo è stato possibile sì grazie alle veterane della squadra, ma anche alle diverse millennials più volte schierate in campo in campionato, a fare anche loro la loro parte.”

Stagione in chiusura quindi , ma ancora con la speranza del miglior piazzamento possibile e poi, testa alla programmazione della prossima stagione.

 

Please follow and like us:

Casalgrande Padana al rush finale. Tutto è ancora possibile

Primo Maggio all’insegna della pallamano giocata per le ragazze di Casalgrande Padana, che impegnate ancora nel play off scudetto, affronteranno al Pala Keope (h. 18.30) la Venplast Dossobuono.

Se Jomi Salerno è la sicura prima finalista dello scudetto 2018/2019, la sfida per il secondo posto e per la seconda finalista è ancora del tutto aperta, e di questa sfida fanno ancora parte a pieno titolo le ragazze di mister Lassouli.

Archiviata la sconfitta rimediata a Salerno la vigilia di Pasqua, le casalgrandesi ospitano in questo turno le veronesi della Venplast, che arriveranno a dare battaglia nonostante, insieme ad Ariosto Ferrara, si trovino di fatto fuori dai giochi per la finale.

Serve una vittoria – spiega il d.g. Aldini-  senza se e senza ma, per rimanere ancora agganciati al sogno di ottenere un possibile secondo posto ed una davvero storica finale scudetto. Abbiamo davanti ancora Brixen e Oderzo e sappiamo che sarebbe necessario si incastrassero in modo giusto anche alcuni risultati da altri campi, ma le nostre ragazze dovranno fare la loro parte, con la convinzione che le ha contraddistinte in tutto il girone di ritorno e che le ha portate nella parte alta della classifica, ed anche il nostro pubblico potrebbe giocare un ruolo chiave in questo incontro.”

Diretta streaming della gara dalle 18.20 su PallamanoTV .

 

Please follow and like us:

Agaptour: Ri- eccoci quA2

“Voglio ringraziare questo gruppo di ragazzi – dice mister Scorziello– che ha fatto una stagione perfetta . Nessuna sconfitta fino a qui, solo due pareggi, nessun passo indietro. Ogni partita giocata da parte di tutti con in testa questo obiettivo, riportare il nome del GSD Pallamano Spallanzani  Casalgrande nelle massime serie nazionali maschili, dopo la rinuncia al campionato di A1 quattro anni fa. Avevamo progettato di riuscirci in tre anni: lo abbiamo sfiorato nella prima stagione, e abbiamo centrato l’obiettivo nella seconda. Sono davvero orgoglioso di loro.”

E’ festa al Pala Keope di Casalgrande dopo l’incontro con Pallamano Savena che, vinto 30-24, fornisce la matematica promozione alla serie A2.  Starting seven con Ricciardo in porta, capitan Giubbini, Mattia Lamberti, Pranzo, Scalabrini , Toro e Lenzotti, con Aldini al cambio attacco/difesa con Pranzo. Savena vuol rovinare la festa ai padroni di casa e gioca bene, sviluppando un buon gioco soprattutto a destra, dove Toro e Giubbini non sempre riescono ad arginare le incursioni del terzino e dell’ala bolognesi, che vanno a chiudere il primo tempo in vantaggio per 14-15.

Nell’intervallo mister Scorziello sistema la difesa spostando Aldini a sinistra e le incursioni felsinee di fatto si abbassano del 70 per cento. Inizia la rincorsa: Ricciardo sbarra più volte la porta e strappa applausi al pubblico, poi Giubbini e Lamberti iniziano lo show riforniti da Pranzo; Toro , Scalabrini  e Pertoldi si fanno sempre trovare pronti. E si fanno trovare pronti anche Prodi e Galopin quando chiamati in causa, e Lenzotti che riceve pochi palloni in attacco, ma difende alla grande. Seconda frazione perfetta, bottino pieno e promozione.

Abbiamo un sacco di ragazzi talentuosi nelle nostre squadre juniores – dice Fiumicelli, responsabile del settore giovanile– e dopo la chiusura della squadra senior maschile, alla lunga i nostri ragazzi sarebbero stati costretti ad andare verso altri club. Nasce così questo progetto: crearsi talenti in casa e giocatori in grado di continuare a praticare questo sport tenendo alto il nome di Casalgrande e perpetuando una tradizione forte nella nostra città, fornendo uno sbocco naturale per i nostri atleti anche nel settore maschile. La società ci ha sostenuto, ha creduto nel nostro progetto e non posso che essere contento dei risultati, anche alla luce del fatto che già oggi molti dei nostri U17 sono stati utilizzati in questo gruppo, qualcuno a tempo pieno qualcuno più sporadicamente, ma immagino che questo trend continuerà anche nella prossima stagione.”

Dalla dirigenza della società fanno sapere che sono già in corso le attività progettuali e programmatiche per definire la prossima stagione. Stay Tuned

Please follow and like us:

Agaptour: tra le mure amiche a caccia della promozione matematica

Ferma la serie A1 femminile, il 27 Aprile, ore 18.30 al Pala Keope di Casalgrande, Agaptour affronta Pallamano Savena, nel match casalingo che può valere la matematica promozione in serie A2.

I felsinei , terzi in classifica e con ben 11 punti di distacco dai casalgrandesi, promettono battaglia e sperano di rovinare la festa ai padroni di casa, che invece, in caso di vittoria, staccherebbero matematicamente  il pass per la promozione al campionato nazionale di A2 2019/2020.

Atteso tanto pubblico per spingere i ragazzi di capitan Giubbini verso questo traguardo, ormai solo ad un passo, che riporterà la squadra senior maschile nel  mondo della pallamano che conta, con un anno di anticipo rispetto al progetto societario.

Il mister Scorziello non ha ancora sciolto la riserva su convocati e formazione, che verranno comunicati alla squadra solo alla vigilia dell’incontro.

Aggiungetevi al pubblico e…… che festa sia.

 

Please follow and like us:

Spallanzani si colora di nuovo di azzurro

Altra soddisfazione in casa Pallamano Spallanzani Casalgrande: insieme alla nazionale U18 maschile, in partenza verso Atene per partecipare alla Hellenic Cup, è stato convocato anche il nostro capitano U17 Enrico Aldini, che quindi non seguirà i propri compagni di club nel torneo di Koper in Slovenia.

Gli azzurrini affronteranno le selezioni U18 e U20 di Grecia e Romania, in un percorso di preparazione destinato a portarli nel miglior stato di forma e coesione di squadra ai prossimi campionati europei di categoria del 2020, e in questo progetto, almeno per ora , c’è anche un pò di Casalgrande e non possiamo che esserne orgogliosi.

Ritrovo e partenza degli azzurri per Atene il 18 aprile , poi,  dal 19 al 23 sarà pallamano giocata, direttamente sotto la supervisione di coach Riccardo Trillini, direttore tecnico federale ed allenatore della nazionale maggiore, coadiuvato da Boris Popovic e Luigi Malavasi.

 

Please follow and like us:

Settore Giovanile: tutto pronto per la Koper Handball Cup

85 tra ragazze e ragazzi del GSD Pallamano Spallanzani, divisi in sei squadre, tre femminili e tre maschili, pronti ormai a partire, il prossimo 19 aprile, alla volta di Koper ( Capodistria), in Slovenia, per partecipare alla Koper Handball Cup.

6 squadre, dall’ u13 all’u17 che vivranno questa esperienza internazionale di gioco, misurandosi con altre squadre di pari età provenienti da tutta Europa, in un appuntamento, quello di un torneo internazionale, che ormai ogni anno, nel periodo di Pasqua, la società riesce a fornire.

Per ragazzi e ragazze delle U17 non è la prima volta:negli ultimi anni hanno partecipato in svariate occasioni sia a questo torneo che a quello di Praga. “E’ una occasione di crescita tecnica, ma anche di gruppo. In particolar modo quest’anno, riuscendo a  portare tutte le nostre squadre giovanili allo stesso torneo,  sarà anche l’occasione di coltivare  il senso di appartenenza alla nostra società sportiva che, grazie anche al notevole lavoro di promozione nelle scuole, ha visto crescere in maniera significativa i numeri dei ragazzi del comprensorio che si avvicinano alla pallamano”, dice il coordinatore del settore Giovanile Fabrizio Fiumicelli.

La trasferta organizzata in collaborazione con Agaptour viaggi e Turismo, sponsor della squadra senior maschile, vedrà i nostri ragazzi partire dal Pala Keope il 19 Aprile per rientrare nella tarda serata del 21. Il torneo sarà già banco di prova ed allenamento per le squadre U15 ed U17 femminili, entrambe campionesse regionali, in preparazione delle finali nazionali previste ai primi di Giugno. Analogo banco di prova sarà per la U17 maschile in vista  delle final four di metà maggio, mentre primo approccio internazionale sarà per la U15 maschile e per i ragazzi U13, alla prima assoluta esperienza all’estero.

Alle squadre maschili verranno aggregati anche alcuni atleti di Pallamano Secchia Rubiera, nell’ottica di una collaborazione già avvenuta in passato a livello giovanile. U15 femminile priva della propria coach Ilenia Furlanetto, che sarà impegnata con la squadra maggiore nella importante trasferta del play off contro Jomi Salerno, mentre l’U17 maschile sarà priva del proprio capitano Enrico Aldini.

Seguite gli sviluppi della trasferta sui nostri profili Instagram e Facebook.

Please follow and like us:

Agaptour: trasferta agevole a Faenza, promozione sempre più vicina

Con il risultato di 22- 37 Agaptour si impone in trasferta su Handball Faenza, e fa un ulteriore passo verso la promozione matematica in A2.

Formazione rivisitata da parte di mister Scorziello, costretto a rinunciare a  Enrico Giubbini e in parte a  Kristian Toro, ancora con risentimenti da infortunio,  il coach parte con uno starting seven composto da Ricciardo in porta, Scalabrini e Pertoldi alle ali, Aldini e Pranzo terzini e Mattia Lamberti in cabina di regia, mandando al cambio costante attacco/difesa Pranzo per Lenzotti.

Mattia Lamberti

Coriacea la difesa casalgrandese, dove tra Scalabrini Aldini e Lenzotti non passa uno spillo. Il resto lo fa l’esperienza di Lamberti che insieme a Pranzo e Pertoldi imbastiscono una fila di giocate di altro livello, andando a chiudere la prima frazione 8-23, quindi con un enorme vantaggio, da lì in poi solo da gestire.

Secondo tempo con spazio di gioco per tutti gli atleti a disposizione del mister, da Dimitric a Farri, da Lanzi a Oliva e Toro, che tengono bene il campo fino al 22-37 finale.

Ora pausa per le festività pasquali, poi, il 27 aprile, tra le mura amiche del Pala Keope, la gara che potrebbe determinare, in caso di vittoria, la certezza matematica della promozione in A2 e del ritorno della pallamano maschile casalgrandese nel panorama nazionale.

Please follow and like us:

Casalgrande Padana da sogno: espugna Oderzo e mette paura alle grandi

“A chi me lo chiede oggi – fa sapere il d.g. Aldini- rispondo che questo gruppo è in classifica dove deve essere,  dove si merita di essere, e dove mi aspettavo che fosse. Altro che squadra destinata alla lotta salvezza. Da ottobre ripeto che saremmo riusciti a dire la nostra in questo campionato, e queste ragazze ci stanno riuscendo alla grande”.

Cosa avverrà nel prosieguo di questo play off è difficile dirlo e pronosticarlo, ma quello che è certo è che le ragazze di Lassouli stanno lottando alla pari con tutti, col coltello tra i denti, per conquistare il miglior piazzamento possibile nel campionato, dopo un girone di andata davvero complicato.

E in questa rincorsa, la prima big a cadere sotto i colpi di Furlanetto e compagne è la Mechanic System Oderzo, che nella gara di sabato 13, cede alle emiliane 25-26.

Gara fondamentalmente equilibrata, con Casalgrande Padana avanti nei primi minuti, poi recuperata e superata da un Oderzo che davanti al proprio pubblico voleva a tutti i costi fare bottino pieno per non lasciar allontanare la Jomi Salerno, unica squadra già quasi certa di raggiungere la finale scudetto.

A metà secondo tempo Oderzo sembra riuscire nell’intento, ma le reggiane non ci stanno e vanno ad impattare sul 17-17. Poi ancora Oderzo a mettere la testa avanti con le emiliane ad inseguire, e a sprecare tantissimo dai sei metri. Le fasi di gioco si fanno concitate, a volte confuse e non ordinate, con continui capovolgimenti di fronte: se Casalgrande sbaglia tanto in attacco, compensa con una difesa davvero tosta, organizzata da una stoica Fanton e completata da una immensa Iacovello, che tra i pali fa vedere i sorci verdi a Duran e compagne.

A un minuto dal termine sul 25 pari, Duran perde palla in attacco e il contropiede casalgrandese viene fermato irregolarmente dalla difesa opitergina: tiro dai sette metri per le emiliane in carico alla bomber Furlanetto. Come un killer navigato la capitana di Casalgrande non si fa intimorire dall’ambiente e dalla pressione e buca la porta di Oderzo. I restanti secondi di gara sono in trincea. Nell’assalto finale la Mechanic System si infrange sulla difesa di Casalgrande e perde palla nuovamente, lasciando gli ultimi 20 secondi con la sfera tra le mani delle ospiti, che amministrano fino al suono della sirena.

Altri due punti importanti che portano Casalgrande Padana, ora a pari punti con Brixen, ad un solo punto proprio da Oderzo, che mantiene ancora , ma di misura, il secondo posto, nella corsa alla finale scudetto.

Grande prova della premiata ditta “sorelle Artoni” che mettono a tabellino sei reti a testa, tante quante quelle di Furlanetto, 4 reti per Franco, 3 Fanton, 1 Orlandi.

(pics by Francesca Soli)

Please follow and like us: