Casalgrande Padana

Casalgrande Padana ha a disposizione tre settimane di tempo per curare le ferite e riprendersi dalle due sconfitte subite nelle prime due gare di campionato, la prima persa al foto finis a Sassari con il risultato di 26 – 25, la seconda subendo una pesante sconfitta in casa contro il Conversano, 21 – 34, che se anche ha affrontato una corazzata la partita ha evidenziato notevoli lacune in casa Reggiana, lacune che solamente lavorando sodo e giocando con continuità, cosa non avvenuta sino ad ora, si possono risolvere.

Una sconfitta quella di Sassari che lascia l’amaro in bocca e tanto da recriminare in quanto la squadra Sarda era alla portata di Casalgrande Padana mentre per la sconfitta contro Conversano il divario tra le due formazioni non lascia adito a rimpianti o recriminazioni di sorta contro un’avversaria senza ombra di dubbi più forte con l’unico rammarico il peso del risultato che impegnandosi maggiormente poteva essere più contenuto.

Già con le prime due  partite, anche se poche e disputate a salti, due settimane di tempo tra la prima e la seconda gara di campionato e 20 giorni tra la seconda e la terza giornata si è evidenziato che Conversano e Salerno viaggiano a gonfie vele, Palermo e Mestrino che inseguono e con Sassari che cerca di stare agganciato alla lotta per i play off, mentre Teramo, Cassano Magnago e Casalgrande Padana, ancora a 0 punti, certamente si giocheranno in seconda fase, ai play out,  la permanenza in massima serie anche se il motto “ mai dire mai “ è sempre valido e quindi le sorprese possono sempre capitare ed i pronostici possono sempre essere ribaltati e sconvolti.

Luca Montanari ha quindi a disposizione 20 giorni per preparare la gara contro Cassano Magnago, prossima avversaria di Casalgrande Padana il 2 Novembre alle ore 20,00 al Palatacca di Cassano sperando che nel frattempo le acciaccate Furlanetto e Popescu recuperino la piena forma e che possano essere al meglio in terra Lombarda per affrontare una delle avversarie dirette alla lotta per la permanenza in massima serie.

L’ambiente e sereno e le due sconfitte subite non hanno lasciato strascichi di sorta, anzi molto probabilmente hanno avuto lo scopo di rinsaldare maggiormente le ragazze tra di loro che non vedono l’ora di fare vedere e mettere in luce le loro vere capacità, quindi lavorare seriamente e con serenità con l’obbiettivo e la determinazione di andare a Cassano Magnago per portare a casa i primi 3 punti.

Classifica dopo la 2° d’andata : Conversano e Salerno 6, Palermo 5, Mestrino 4, Sassari 3, Teramo Casalgrande Padana e Cassano Magnago 0.

 

Casalgrande 17 Ottobre 2013.

 

C. T.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *