Casalgrande Padana: prima uscita stagionale al Memorial Tacca di Cassano Magnago

Iniziata ufficialmente con la partecipazione al 22° Memorial “Tacca” di Cassano Magnago, la stagione agonistica 2019/2020 di Casalgrande Padana. Insieme alle reggiane , il torneo ha visto la partecipazione delle padrone di casa del Cassano, di Ariosto Ferrara, di Roth Weis Thun e dello ZRK Zalek. Primo posto alle slovene dello Zalek, secondo alle elvetiche del Thun tra le cui fila milita l’azzurra Laura Rotondo, terzo posto alle padrone di casa amaranto e quarto per le ragazze di mister Corradini, mentre è rimasta al palo Ariosto Ferrara, ancora priva di Landri, in questi giorni impegnata con la nazionale di beach handball.

Tre gare nella sola giornata di sabato 24, per 180 minuti totali di gioco sono state sicuramente un test parecchio impegnativo per il team ceramico che ancora è in fase di preparazione atletica, ma ha dato buone risposte rispetto alle fasi di gioco che mister Corradini stava cercando. ” Non siamo venuti qui per fare risultato, ma per fare amalgama, fare gruppo, iniziare ad oliare i meccanismi di gioco –dice il coach- .  Questo torneo forse,più che alle ragazze, è servito a me per rendermi meglio conto delle attitudini delle varie atlete. Abbiamo ancora 20 giorni di lavoro davanti, ma da quanto visto ritengo ci siano tutti i presupposti per fare una buona stagione” .

Tanto filo da torcere in gara 1 alle elvetiche di Rotondo, Kaeslin &C, che si impongono per 28/21 sulle casalgrandesi che  cedono solo nei 7 minuti finali, dopo una gara giocata quasi sempre punto a punto, in cui figurano ottimamente sia Simona Artoni che la giovane Chiara Rondoni. Poi la vittoria 24/19 su Ferrara in una gara già dal sapore di derby di campionato, condotta nel primo tempo dalle estensi. Nella seconda frazione, perentorio il rientro di Casalgrande Padana grazie alle terribili percussioni di Tanic , capace di imprimere una velocità impressionante al gioco delle reggiane, a favorire le incursioni di Furlanetto e gli ottimi movimenti di Alessia Artoni e Francesca Franco, che in versione pivot sa ancora bene dire la sua. Diversi poi gli interventi salvifici in porta della neo arrivata Bulache e della veterana Manzini.

Luci spente invece nella gara contro le padrone di casa: con due match nelle gambe e Tanic a riposo precauzionale, le reggiane subiscono il ritmo delle cassanesi che si impongono 30/23, gara in cui si evidenzia comunque la buona prova tra i pali di Melissa Lamberti. Senza storia poi la gara di domenica 25 contro lo ZRK Zalek: slovene troppo forti e con un divario fisico impressionante rispetto alle biancorosse.

E ora di nuovo in palestra per proseguire la preparazione, in attesa di un altro torneo precampionato ormai classico: il Trofeo Certech Ente Fiera “Memorial Camponesco”, questa volta tra le mura amiche del PalaKeope.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *