Cassa Rurale Pontinia – Casalgrande Padana 22 – 18 ( primo tempo 11 – 9 )

Più che la squadra del Cassa Rurale Pontinia le ragazze di mister Montanari sono state sconfitte dalle tante, troppe assenze nelle file di Casalgrande Padana che hanno costretto il tecnico Reggiano a mettere in campo anche atlete classe 2000, 1999 a dare manforte alle 4 gladiatrici, Bassi, Giombetti, Ciamaroni e Simona Neroni che ha subito un infortunio a metà gara che l’ha costretta giocare ugualmente anche se in non perfette condizioni.

Nulla di preoccupante per la sconfitta subita, il margine di 4 punti di vantaggio sulla seconda in classifica, il Ferrara, era tale da consentire alla Casalgrande Padana di potersi mangiare il bonus di una sconfitta a disposizione; Sabato prossimo la Casalgrande Padana avrà la possibilità di festeggiare tra le mura amiche e davanti al suo pubblico, con un successo contro il Mugello, la promozione in massima serie potendo contare sull’utilizzo di alcune atlete assenti in Ciociaria e che hanno il dente avvelenato per l’accaduto.

La Partita:

– parte forte la squadra di casa che piazza un 3 – 0 nei 5 minuti iniziali per giungere al 10’ con il risultato di 6 – 2 in favore del Pontinia. Casalgrande Padana fa fatica ed è costretta a subire il ritmo ed il gioco delle avversarie che giungono al 18 con il risultato in loro favore, 8 – 4 ed ottengono il massimo vantaggio al 20’ con il tabellone che indica 11 – 6. A questo punto Casalgrande Padana ha una reazione e riesce a chiudere la prima frazione di gioco riducendo il distacco,11 – 9 per Pontinia.

– si torna in campo e con un secco 4 – 0 le ragazze di Mister Montanari ottengono il vantaggio al 35’, 11 – 13, nonostante sprechino un rigore ( saranno 3 i rigori falliti da Casalgrande Padana al termine della gara ) e sembrano dimostrare di potere contrastare l’avversaria e si giunge al 40′ con la formazione Reggiana in vantaggio 13 – 15 ed al 45’ con il risultato di 15 – 16 per le ospiti.

Il Pontinia non demorde ed a dare una mano alla squadra di casa ci mettono del loro le ragazze Reggiane che commettono tanti e troppi errori in attacco, causa la poca esperienza delle giovani in campo tra le fila Reggiane e si giunge al 50’ con il Pontinia che torna in vantaggio, 19 – 16 ed incrementa ulteriormente il vantaggio per chiudere i 60 minuti regolamentari con la squadra Ciociara che si aggiudica i 3 punti, con Casalgrande Padana che deve lasciare lo spumante in frigorifero per Sabato prossimo.

Un plauso per tutte le partecipanti la trasferta per l’impegno dimostrato in campo e per l’attaccamento ai colori sociali di alcune ragazze che si sono sobbarcate un viaggio di 8 ore in pulman per permettere alla squadra di avere il numero regolamentare a referto per scendere in capo pur sapendo di non poter scendere sul terreno di gioco ed un grazie anche a chi ha seguito la squadra in un momento tanto difficile, non è successo nulla di preoccupante, un incidente di percorso dovuto solamente alle assenze.

Ci vedremo Sabato prossimo, 20 Aprile alle 18, 30 al Palakeope di Casalgrande, per l’ultima di campionato con Casalgrande Padana che affronterà il Mugello per cercare di chiudere nel migliore dei modi il campionato che con una vittoria contro la squadra Toscana sancirebbe la promozione della formazione Reggiana, dopo 4 anni, di nuovo ai vertici della pallamano femminile Italiana.

Cassa Rurale Pontinia: Guidi, Obino (P), Gottardo, Gaviglia 2, Colleluori 4, Di Pastena 1, Zoia 5, Toselli 1, Iacobelli 1, Bianchi, Di Palma, Milkovic, Pannozzo, Colasante 8. All.: Antonio Trani.
Casalgrande Padana: Cazzuoli, Musio I., Ciamaroni 5, Daviddi 2, Montanari Lucia (P), Neroni 4, Giombetti 7, Bassi (P), Musio T., Sandri, Pranzo, Putaru (P). All.: Luca Montanari.
Arbitri: Nicolella e Rispoli.
Gli altri risultati :Euromed Mugello-Ariosto Ferrara 17-37 e Camerano-Firenze La Torre 26-24.
Classifica: Casalgrande Padana 50 punti; Ferrara 49; Mugello 26; Pontinia 24; Camerano 19; Firenze 3.
Prossimo turno: Casalgrande Padana-Euromed Mugello, Firenze-Pontinia e Ferrara-Camerano.

Casalgrande 15 Aprile 2013

 c. t.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *