Archivi categoria: A Femminile

Casalgrande Padana fa suo il derby dell’Emilia

Con il risultato di 27-24 Casalgrande Padana conquista il derby dell’Emilia ai danni di Ariosto Ferrara e muove finalmente una classifica che iniziava a farsi complicata.

Avvio di gara carico di tensione, in un PalaKeope avvolto dal silenzio in campo e sugli spalti: le padrone di casa devono vincere ad ogni costo e le ospiti sono pronte a dare battaglia per riprendersi da un periodo non facile. Squadre estremamente attente in difesa e reti che latitano per il primo quarto d’ora.

E’ un giorno particolare: quello del debutto con la maglia di Casalgrande Padana per il neo acquisto Fanton, e quello del saluto ufficiale a Carlo Trinelli, d.g. che per 25  lunghi anni ha guidato con successo la società.

Simona Artoni

La tensione inizia a sciogliersi quando Martina Iacovello, con un guizzo, prima sbarra la strada al rigore tirato da Soglietti, poi 2 due minuti dopo, con un lancio realizzato col contagiri, manda a segno in contropiede Simona Artoni.  Le casalgrandesi iniziano ad allungare, forti anche della difficoltà di Ariosto ad andare a segno per le vie centrali, grazie ad una difesa coordinata in modo magistrale da Fanton; calo di concentrazione in finale di primo tempo riporta però le ferraresi a -1.

Nella seconda frazione le padrone di casa iniziano con il piglio giusto arrivando fino al +4, ma le percussioni di Vicky Gioia ed una maggiore spinta offensiva di Dobreva, aggiunte a qualche errore di troppo al tiro delle casalgrandesi, rimettono Ariosto in carreggiata e nella possibilità di mettere in discussione il risultato sul 20-20.

E’ Francesca Franco a questo punto a suonare la carica, con la sua consueta grinta, senza mollare un pallone e a richiamare il pubblico a sostenere la squadra di casa. Il sostegno arriva, anche Furlanetto comincia ad andare al tiro con maggiore precisione e continuità e Casalgrande rimette la testa avanti, piazzando un break decisivo che manterrà fino al suono della sirena.

Due punti importanti quelli conquistati dalle casalgrandesi, anche in chiave qualificazione Coppa Italia.

Prossimo incontro il giorno 08/12, in trasferta contro il Flavioni Civitavecchia.

Please follow and like us:

Casalgrande Padana: tempo di derby, al Keope arriva Ariosto Ferrara

Dopo un mese di stop per gli impegni della nazionale, torna il campionato di A1f e al PalaKeope è già tempo di derby: arriva infatti la Suncini Agrobiochimica Ariosto Ferrara.

Ariosto, con 7 punti in classifica contro i soli due di Casalgrande Padana, sbarcherà in terra reggiana con l’intenzione di aggiungere qualche punto alla propria situazione, mentre le ragazze di casa saranno quasi costrette a cercare la vittoria, per non pregiudicare una stagione costellata, fino ad ora, anche da tanta sfortuna.

Martina IACOVELLO

Occhi puntati sulla fantasiosa e rapidissima Vicky Gioia, centrale ferrarese e sulla inossidabile Katia Soglietti, che in questo avvio di stagione ha già segnato oltre 40 reti e resta stabilmente dentro le top 20 marcatrici di serie A.

Tra le ragazze di mister Lassouli resta comunque da osservare Ilenia Furlanetto, che con 72 reti all’attivo quella classifica la guida con ampio vantaggio, ma soprattutto il debutto, con la maglia 26 di Casalgrande Padana, del neo acquisto Irene Fanton.

Nessun alibi per le reggiane, bisognerà giocare concentrate e grintose per 60 minuti e cercare fino alla fine la vittoria.

Tra il primo ed il secondo tempo della gara, una parentesi per il pubblico di casa, che potrà salutare ed applaudire l’ex d.g. Carlo Trinelli che per 25 anni ha con impegno ed ottimi risultati guidato la società.

Please follow and like us:

Pausa dei campionati A1f e Bm: primi bilanci

Stop temporaneo dei campionati per Casalgrande Padana e Agaptour, un tempo utile per un primo bilancio, per ricaricare le pile e riprendere con la giusta concentrazione gli impegni del periodo pre natalizio.

Le ragazze di mister Lassouli vivono una situazione di classifica oggi sicuramente complicata, che le incatena al penultimo posto in classifica. ” Ci si è messo un pò di tutto -dice Lassouli- a complicarci la vita. Non possiamo però in nessun modo abbassare la guardia. Stiamo lavorando intensamente in palestra e la risposta della squadra è ottima: c’è tanta voglia di riscatto, tanta voglia di dimostrare quanto valiamo davvero, tanta volontà di uscire presto da questa situazione e cominciare a macinare punti importanti, pensando ad una partita alla volta. Alla fine il lavoro, l’impegno, gli sforzi fatti, in qualche misura pagano sempre. Arriverà anche il nostro momento”.

Marco Giubbini

Diversa la situazione per Agaptour che per ora si gode il primato in classifica, avendo appena piazzato un break in danno del Marconi Jumpers, grazie alla ampia  vittoria casalinga contro HC Felino ed alla sconfitta dei Jumpers contro Savena. “Quest’anno – spiega mister Scorziello- la possibilità di avere una rosa ampia ci permette di non sovraccaricare troppo i singoli elementi. Abbiamo mostrato finora un buon gioco con ottime soluzioni sia in fase di attacco che di difesa. E’ anche vero però che i match più complessi, anche dal punto di vista psicologico, li dobbiamo ancora giocare, e quello sarà il vero banco di prova in cui verificare la maturità di questo team” .

La serie A1f riprenderà il via il 01/12/2018 quando Casalgrande Padana affronterà in casa il primo derby stagionale contro Ariosto Ferrara, mentre la serie Bm riprenderà il 24/11/2018, sempre al palaKeope, con lo scontro al vertice tra Agaptour e Marconi Jumpers.

Please follow and like us:

Colpo di mercato per Casalgrande Padana: ingaggiata Irene Fanton

La notizia è finalmente ufficiale: Irene Fanton, 24 anni, centrale della nazionale italiana è stata tesserata oggi in forza al team Casalgrande Padana e sarà a disposizione nei prossimi giorni di mister Lassouli prima degli impegni previsti con la maglia azzurra.

Dopo tre stagioni all’estero, in Norvegia e Ungheria. Fanton,  da tutti considerata come una delle tre migliori giocatrici italiane, rientra in patria e si mette a disposizione di Pallamano Casalgrande, per ricominciare da qui un nuovo progetto pallamanistico e di realizzazione personale.

Non abbiamo mai smesso di seguire il mercato – fa sapere Aldini dalla dirigenza della società– non riuscendo però a individuare un’atleta che corrispondesse davvero alle caratteristiche di gioco ed umane che stavamo cercando per portare avanti il nostro progetto. Se ad inizio stagione potevamo accontentarci di una atleta con un pò di esperienza per completare il roster, l’infortunio di Dallari ci ha messo nella condizione di cercare il meglio sul mercato, senza rinunciare alla volontà di avere tra le nostre fila una ragazza italiana. La pazienza, la discrezione, il silenzio anche mediatico, alla fine ci hanno premiato, ed oggi siamo orgogliosi che Irene sia una di noi.”

Contenta della mia scelta- dice Fanton– e molto motivata ad iniziare questo nuovo percorso. L’esperienza all’estero mi ha dato tanto in termini di crescita personale ed ha aumentato sicuramente il mio bagaglio tecnico, ma ho sentito la necessità di rientrare in Italia e cominciare da qui una nuova fase. Casalgrande  è ormai una società storica e consolidata nella pallamano  italiana e trovare convergenze progettuali con la società è stato facile. Conosco il momento di difficoltà in classifica, ma so anche che è un team con ottime potenzialità e caratteristiche. Arrivo per dare una mano, mettendo le mie capacità ed esperienza a disposizione del mister e della squadra, cercando di ricambiare la fiducia che tutti qui mi hanno manifestato, insieme ad amiche e vecchie compagne di squadra con cui sarà un piacere condividere un altro pezzo di strada insieme”

Benvenuta quindi Irene… e come si dice da queste parti….#daicandom!

Please follow and like us:

Casalgrande Padana: sconfitta ma con onore da Venplast Dossobuono

Finisce 22-30 per le veronesi l’incontro di Sabato 27 Ottobre valido per la sesta giornata di campionato, con tanta amarezza per le ragazze di casa che ancora una volta buttano il cuore oltre l’ostacolo ma, dove non può l’esperienza e dove non può l’avversario, può invece una coppia arbitrale che, pur in buona fede (questo sia chiaro), con le proprie decisioni mette sigilli importanti ad una gara apertissima fino a 8 minuti dal termine.

Si inizia e sono le ragazze di casa a fare la voce grossa , incrementando da subito l’iniziale 2-0 fino ad arrivare ad un ottimo +4 intorno al 12esimo minuto. Qui arriva il primo episodio importante della gara: Franco commette un significativo fallo su Poderi in fase di tiro in elevazione. Coppia arbitrale che parte con sospensione per due minuti e poi ci ripensa ed estrae il rosso contro il pivot reggiano. Poderi esce in ambulanza dal palazzetto, ma la sua assenza tra le fila della Venplast pesa meno di quella di Franco tra quelle casalgrandesi, soprattutto in fase difensiva. Dossobuono inizia a recuperare il gap di svantaggio , agguanta il pareggio, mette la testa avanti, poi va di nuovo sotto al termine del primo parziale.

Martina IACOVELLO

Secondo tempo in cui Dossobuono capisce la difficoltà di Casalgrande e spinge sull’acceleratore, ed inizia ad allungare; le reggiane vanno sotto ma non mollano, e nonostante subiscano due break, per due volte riagguantano il pareggio. Ad otto minuti dal termine e dopo diverse decisioni un pò sconcertanti, inizia il giro delle esclusioni importanti: in due minuti Casalgrande Padana vede le sospensioni prima di Bertolani, poi di Kere, ed infine una bella sospensione comminata a mister Lassouli, reo di aver protestato per la sospensione di Kere. Casalgrande, già sotto di due reti si trova in campo con portiere e tre giocatrici, e non ci crede più, non alle condizioni dettate più che dai valori in campo, dalle decisioni della coppia arbitrale in un momento così importante della gara.

Dossobuono dilaga ed arriva a 30 reti. Buona prova tra le veronesi di Sofia Ghilardi, molto attenta anche in fase difensiva, ma, lasciatecelo dire, premio come miglior giocatrice dell’incontro va a Martina Iacovello, uscita solo nei minuti finali, e che ha fatto vedere i sorci verdi a tutte le attaccanti di Dossobuono, mostrandosi, se qualcuno aveva dei dubbi, uno dei portieri italiani più in forma del momento.

Prossima gara ancora in casa, Mercoledi 31 ottobre, alle 19, contro Jomi Salerno.

Please follow and like us:

Casalgrande Padana: Sconfitta a filo di sirena sul campo del Leonessa Brescia

Arriva sul filo della sirena il tiro dalla distanza di Natalia Girotto che sancisce la vittoria del Leonessa Brescia per 24-23 contro Casalgrande Padana.

Brescia conduce sin dall’inizio ma è incapace di piazzare un allungo definitivo, e le ragazze di mister Lassouli restano aggrappate con le unghie alla partita raggiungendo il pari (13-13) allo scadere del primo tempo. Nel secondo parziale ancora il Leonessa a condurre la gara e le reggiane ad inseguire, a far vedere il coraggio che le contraddistingue e la voglia di non mollare mai. Dopo essere state anche a -4, nei minuti finali piazzano un micidiale colpo di reni e vanno a riagguantare il pareggio con Franco.

20 secondi per difenderlo quel pareggio, che vede le bresciane in possesso palla in attacco. Una strenua difesa che porta a due falli per cercare di interrompere il gioco e recuperare secondi preziosi e tenere lontani i terzini avversari, ma a tre secondi dalla fine, Natalia Girotto si inventa un fulmine dai 9 metri che gela difesa e portiere casalgrandese, e porta i due punti in casa Leonessa, lasciando ferma la classifica delle reggiane.

Marianna Orlandi

Sconfitta quindi ma senza demeriti reali per Casalgrande Padana, che ha denotato una certa crescita delle più giovani con tre reti a testa per le sorelle Artoni ed il ritorno al goal di una finalmente ritrovata Orlandi, ma anche i rigori procurati da Lusetti. In evidenza anche il giovane portiere Melissa Lamberti , ed il goal da standing ovation dell’altro estremo difensore Martina Iacovello, che si fa iscrivere a tabellino sparando un coast to coast dalla propria alla porta avversaria, in quel momento sguarnita per una scelta di azione in extra player delle bresciane.

La sconfitta, poi sulla sirena, lascia sempre l’amaro in bocca- spiega Lassouli- Certo è che ho visto le ragazze giocare da squadra, lottare comunque anche quando la partita si stava facendo complicata, ed ho notato notevoli passi avanti sia in generale come gruppo, ma in particolare tra le più giovani, e questo mi fa ben sperare. Sicuramente sentiamo la mancanza di un centrale di ruolo, ma i primi risultati dell’intenso lavoro in allenamento per ovviare al problema si iniziano a vedere”. 

Prossima gara il 27/10, in casa , contro Venplast Dossobuono.

Please follow and like us:

Casalgrande Padana torna in campo sabato 20 ottobre contro Leonessa Brescia

Ultimi giorni prima del rientro in campo, in terra bresciana, per le ragazze a targa Casalgrande Padana.

Altra trasferta insidiosa quindi per le reggiane che dovranno fare del loro meglio per non mettere in crisi la propria classifica, vista anche la sconfitta subita nel turno precedente a Cassano Magnago.

Calendario che regala poco al roster di mister Lassouli: due gare di fila in trasferta e lontano dalle mura amiche del palaKeope e del proprio pubblico, in attesa poi del recupero, finalmente in casa, il prossimo 31 Ottobre, contro la corazzata Salerno, che macina punti pur non brillando come vorrebbe ma che, gara dopo gara, sta riprendendo il suo solito trend ampiamente vittorioso.

“Sarà una gara tutt’altro che facile –spiega Lassouli– contro un’avversaria che merita tanto rispetto, soprattutto per quanto fatto vedere finora. Leonessa Brescia è un team solido e ne ha dato ampia dimostrazione nelle gare precedenti, ed ha trovato in Natalia Girotto e Marjiana Tanic due trascinatrici di primissimo livello. Dalle mie ragazze mi aspetto una gara giocata con concentrazione per 60 minuti perchè in questi match, come avvenuto a Cassano,  bastano un paio di errori per trovarti sotto in maniera irrimediabile. Dall’altra parte ci servirà tanto cuore e tanto cinismo: se qualche errore dovesse arrivare dalle nostre avversarie dovremo essere bravi ad approfittarne e a non sprecare davvero nulla” .

Ricordiamo che la partita potrà essere vista in diretta streaming sul canale web Pallamano TV dalle 17.55 (inizio gara ore 18.00)

Please follow and like us:

Casalgrande Padana sbanca Leno: arrivano i primi due punti

Prova di carattere quella vista nella trasferta di Casalgrande Padana con Handball Leno che porta i primi due punti in classifica per le casalgrandesi di mister Lassouli (foto).

Compagine reggiana che si impone per 25-28 sulle bresciane in un gara sempre in vantaggio, nonostante la forte resistenza di Leno, che resta in partita per tutta la gara. Casalgrande Padana butta il cuore oltre l’ostacolo e dimostra che quello col Brixen è stato un passo falso dovuto più alla tensione di un “prima” in casa, che a vere problematiche tattiche. Buona prova di Martina Iacovello che chiude la porta alle avversarie in diverse occasioni, ed altra gara di livello per Ilenia Furlanetto, che a fine match mette a tabellino 16 reti. Incontro di sacrificio per Francesca Franco che, oltre alle 5 reti segnate, dà dimostrazione di carattere e si mette in luce come trascinatrice. In evidenza assoluta anche l’ottima gara giocata da Lusetti, una delle più giovani a disposizione di mister Lassouli, in grado di dare stabilità ed intensità al gioco delle reggiane.

Gaia Lusetti

E ora, week end di pausa poi subito con la testa ad un’altra trasferta ostica, quella del 06 ottobre contro il Cassano Magnago, compagine lombarda piuttosto giovane ma agguerrita contro cui sarà necessaria un’altra prova ad alta intensità.

 

Please follow and like us:

Casalgrande Padana: senza timori verso Leno

Archiviato il capitolo Brixen, Casalgrande Padana butta l’occhio sulla trasferta contro il Leno di Sabato 22 Settembre.

Si ricomincia dalla palestra, dalla concentrazione, dalla voglia di riscatto, dall’intenzione di fare bene, nonostante l’infermeria, nonostante un pò di inesperienza, nonostante la delusione per una prima  gara in casa, davanti al proprio pubblico, che ha suscitato molte critiche. Critiche che ora ci si deve lasciare alle spalle e lavorare sodo, affrontando un incontro alla volta, senza mai volgere lo sguardo a terra, perchè il gruppo è solido, lo spogliatoio anche e ben spesso, a fare la differenza in questo sport, è la “fame di punti” e il cuore, ancor più che la tecnica e la tattica.

Gara complessa quella con il Leno, più psicologicamente che da un punto di vista meramente tecnico, con gli occhi di tutti già puntati addosso: da dove ripartire? Dal primo tempo visto contro Brixen, con una difesa ben sistemata e attenta, che ha concesso poco. Ma anche da lei, Ilenia Furlanetto, che con le sue 14 reti è già la prima nella classifica top 20 marcatori della A1 femminile, che si è lasciata ampiamente dietro nomi importanti come Gomez, Tanic, Coppola e Babbo, e insidiata per ora solo da Bassanese del Cassano Magnago. Ma anche dalle giovani come Kere, da tempo nel circuito della nazionale maggiore, il cui contributo, tanto in difesa quanto in attacco sarà fondamentale, come sarà fondamentale la grinta di Orlandi e delle sorelle Artoni ed il recupero di Desiree Pranzo.

 

Please follow and like us:

Casalgrande Padana stecca la prima: al PalaKeope passa il Brixen

Brutto avvio di campionato per le ragazze a targa Casalgrande Padana, che steccano la “prima” in casa e si arrendono al Brixen per 21-37.

In piedi da sinistra:
Lassouli (All), Pingani (dir), Bassi,Artoni A, Furlanetto, Pranzo, Iacovello, Kere, Franco,Bertolani, Lamberti, Bocedi (dir), Soncini (pres.)
Seduti da sinistra: Rivi, Orlandi, Dallari,Lassouli, Artoni S., Lusetti .

Buon inizio di gara per le reggiane che fino al 15esimo , pur con qualche difficoltà, restano in partita e tengono testa alle altoatesine, che nonostante una buona difesa e un buon giro palla, non riescono a sopravanzare Casalgrande Padana per più di due reti.

Intorno al 18esimo, nel tentativo di dare maggiore pressione sulla difesa avversaria, mister Lassouli si gioca la carta “extraplayer” con cambio volante tra portiere ed un attaccante. La soluzione non ha però l’effetto desiderato: Brixen si fa più aggressivo in difesa e Casalgrande Padana si  esponei così, a porta sguarnita, al  tiro da distanza delle altoatesine, che iniziano a tracciare così la linea di confine dell’incontro.

Se non una lucidissima Furlanetto (che a fine gara metterà a tabellino ben 14 delle 21 reti segnate), Casalgrande Padana non ci crede più e non ha più idee nel secondo parziale, dove in campo pare esserci solo Brixen, che a fine gara si porta a casa l’intera posta con un largo +16 sulle ragazze di casa.

In campo con tante giovani e con la pesante assenza di Dallari che si fa sentire, sicuramente le reggiane hanno minore esperienza delle altoatesine, ma quel divario così ampio di punteggio a fine gara, pare dovuto più ad una mancanza di idee e gioco corale (l’85% delle conclusioni arriva solo da Furlanetto)  che da una assoluta superiorità tecnica dell’avversario. Purtroppo tutto avremmo potuto e voluto vedere, ma non certo la rassegnazione sui volti delle nostre ragazze. Da Lunedì tutte in palestra di nuovo a preparare la trasferta contro Leno, consapevoli trattarsi già di una gara da non sbagliare.

Please follow and like us: