Archivi categoria: A Femminile

Casalgrande Padana: Matteo Corradini sarà il nuovo allenatore

Sarà Matteo Corradini il nuovo allenatore per la stagione 2019/2020 del team ceramico Casalgrande Padana di A1 femminile.

Classe ’79 cresciuto pallamanisticamente a Casalgrande, Corradini vanta una notevole esperienza da giocatore, dove ha militato, tra Casalgrande appunto e Rubiera, in tutte le categorie, dalla serie B alla A2 e A1, fino anche all’Elite.

Corradini da giocatore di Nuova Era Casalgrande

Da qualche anno ha intrapreso la carriera come allenatore, occupandosi in via prevalente dei settori giovanili e juniores fino ad oggi, quando la chiamata del team ceramico l’ha convinto al salto di qualità.

Per me è come un ritorno alle origini, anche se in verità non mi sono mai allontanato dalla realtà di Casalgrande –dice Corradini– . Da giocatore ho sempre amato le sfide, e ne sono attirato ancora di più oggi come allenatore. Il progetto di far crescere questo gruppo di ragazze giovani e di casa con l’aiuto di alcune veterane di qualità e che in tanti ci invidiano, mi ha convinto a rispondere positivamente all’interessamento dei dirigenti casalgrandesi. Pur non avendole mai allenate, conosco da anni queste ragazze, sono consapevole delle loro potenzialità e, insieme, faremo il possibile per tenere alto il nome di questa società e dare soddisfazione al nostro pubblico e a chi ci sostiene” .

La dirigenza dà quindi il benvenuto al nuovo tecnico e gli augura un buon lavoro in vista dei prossimi impegni, il primo dei quali è sicuramente portare a definizione il roster che affronterà la prossima stagione.

 

 

 

 

Please follow and like us:

Casalgrande Padana: Lassouli lascia la guida tecnica

Dopo 4 intense stagioni e tante soddisfazioni, si dividono le strade del team Casalgrande Padana e del suo tecnico Yassine Lassouli.

Un allenatore che ha iniziato giovanissimo (23 anni) a sedere sulla panchina di una squadra di A1 , e che grazie alla sua caparbietà ed alla voglia di emergere ha guidato la squadra agli ottimi risultati delle ultime due stagioni –fanno sapere dalla dirigenza– . Poi però i cicli si chiudono, sono necessarie motivazioni nuove sia per i team che per i tecnici stessi, e da qui la decisione, comunque condivisa con lo stesso allenatore, di dividere le nostre strade.  Lassouli è un tecnico dalla grandi motivazioni, che ama le sfide e capace di  notevole impegno e voglia di crescere. A lui, cresciuto  a Casalgrande  come giocatore prima e come allenatore poi, oltre al doveroso ringraziamento per il lavoro sin qui svolto, un grande in bocca al lupo per il futuro”.

 

Please follow and like us:

Casalgrande Padana: con 202 reti Ilenia Furlanetto è la miglior marcatrice del campionato

202. Tante sono le reti all’attivo del capitano di Casalgrande Padana, Ilenia Furlanetto, messe a segno nell’appena conclusa stagione 2018/2019, che la consacrano miglior marcatrice del campionato.

Una stagione che vedeva, a dicembre 2018, Casalgrande Padana al nono posto in classifica, e che la compagine reggiana ha rimesso in piedi fino a sfiorare la possibilità di una storica finale scudetto, e chiudere infine con un buon quarto posto, alle spalle di Salerno, Oderzo e Brixen, che invece la classifica l’hanno guidata dalla prima all’ultima giornata. Trascinatrice di questa scalata, sicuramente capitan Furlanetto, che in stagione è stata premiata anche come miglior giocatrice italiana del campionato. L’ottimo stato di forma e la continuità della bomber reggiana, è stato sicuramente favorito anche dall’importante apporto di tutta la squadra, dalle veterane Fanton, Franco e Iacovello, come dalle millennials Simona ed Alessia Artoni, Kere, Orlandi , Montermini, e dalle u17 Bertolani , Lusetti, Lamberti e Rondoni, più volte chiamate in causa a dare il loro apporto .

Una stagione conclusa in modo assolutamente onorevole quindi, ha poi avuto, come epilogo, che Casalgrande Padana Ceramiche sarà, anche per la prossima stagione, il main sponsor della pallamano “in gonnella” casalgrandese, per il 26esimo anno consecutivo. Un binomio vincente, fatto di passione per questo sport, impegno e serietà da ambo le parti e che tiene alto, in tutta l’Italia, il nome della città di Casalgrande.

Please follow and like us:

Casalgrande Padana: nonostante la vittoria sfuma la finale scudetto

Casalgrande Padana batte 22-21 Venplast Dossobuono. Fanno la propria parte le casalgrandesi, in un play off sin qui giocato alla grande, in un Pala Keope gremito di pubblico, segno di quanto questa città voglia bene alla pallamano e  quanto ha significato questa realtà negli ultimi trent’anni. Poi tutti in attesa del risultato tra Oderzo e Brixen che, in caso di vittoria delle altotesine, avrebbe lasciata aperta la porta ad un possibile sorpasso all’ultima giornata da parte delle reggiane e la possibilità di andarsi a giocare una storica finale scudetto.

Non esce però il jackpot: Oderzo non sbaglia la gara e si impone sul Brixen, qualificandosi matematicamente come seconda finalista e spegnendo così il sogno delle ragazze di mister Lassouli.

 

La gara con Dossobuono viene ampiamente dominata da Casalgrande Padana fino alla metà del secondo tempo, trascinata da una implacabile Furlanetto (13 reti) e da una Fanton in grande spolvero che, al di là delle sei reti segnate, mostra una classe ed una varietà di giocate che è ben difficile vedere diversamente in questo campionato. Poi Dossobuono, spalle al muro, aumenta il ritmo, cerca di soffocare il gioco delle reggiane con una difesa più attenta e profonda e, complici anche i molti errori al tiro delle padrone di casa, si rifà sotto fino al -1, senza riuscire però nell’aggancio finale. Per la cronaca da segnalare anche l’espulsione di Martina Iacovello a due minuti dal termine per un fallo commesso fuori dalla propria area, nell’intento di intercettare un pallone destinato a creare un pericoloso contropiede avversario.

Se da una parte sfuma il sogno di una finale scudetto, resta in piedi però quello di un più che ottimo ed onorevole terzo posto, da contendersi, all’ultima giornata, in trasferta, proprio contro Brixen. Gara che avrà da regalare emozioni: se la statistica ad oggi dice Brixen, è pur vero che proprio contro Babbo&C. , nella prima di ritorno, è iniziata la vera risalita di Casalgrande Padana, che venne sì sconfitta di misura, dimostrando però di essere in piena crescita e di avere la possibilità di scompaginare, come poi è stato, quelli che apparivano i già stabiliti equilibri del campionato.

“Siamo orgogliosi di questo gruppo – dice il presidente Soncini– Queste ragazze hanno fatto un vero e proprio miracolo, non solo rimettendo in piedi una stagione che fino a Dicembre ci aveva visto in difficoltà, ma anche dando prova di carattere e di una  voglia di vincere che ci ha portato ad accarezzare un sogno importante. Tutto questo è stato possibile sì grazie alle veterane della squadra, ma anche alle diverse millennials più volte schierate in campo in campionato, a fare anche loro la loro parte.”

Stagione in chiusura quindi , ma ancora con la speranza del miglior piazzamento possibile e poi, testa alla programmazione della prossima stagione.

 

Please follow and like us:

Casalgrande Padana al rush finale. Tutto è ancora possibile

Primo Maggio all’insegna della pallamano giocata per le ragazze di Casalgrande Padana, che impegnate ancora nel play off scudetto, affronteranno al Pala Keope (h. 18.30) la Venplast Dossobuono.

Se Jomi Salerno è la sicura prima finalista dello scudetto 2018/2019, la sfida per il secondo posto e per la seconda finalista è ancora del tutto aperta, e di questa sfida fanno ancora parte a pieno titolo le ragazze di mister Lassouli.

Archiviata la sconfitta rimediata a Salerno la vigilia di Pasqua, le casalgrandesi ospitano in questo turno le veronesi della Venplast, che arriveranno a dare battaglia nonostante, insieme ad Ariosto Ferrara, si trovino di fatto fuori dai giochi per la finale.

Serve una vittoria – spiega il d.g. Aldini-  senza se e senza ma, per rimanere ancora agganciati al sogno di ottenere un possibile secondo posto ed una davvero storica finale scudetto. Abbiamo davanti ancora Brixen e Oderzo e sappiamo che sarebbe necessario si incastrassero in modo giusto anche alcuni risultati da altri campi, ma le nostre ragazze dovranno fare la loro parte, con la convinzione che le ha contraddistinte in tutto il girone di ritorno e che le ha portate nella parte alta della classifica, ed anche il nostro pubblico potrebbe giocare un ruolo chiave in questo incontro.”

Diretta streaming della gara dalle 18.20 su PallamanoTV .

 

Please follow and like us:

Casalgrande Padana da sogno: espugna Oderzo e mette paura alle grandi

“A chi me lo chiede oggi – fa sapere il d.g. Aldini- rispondo che questo gruppo è in classifica dove deve essere,  dove si merita di essere, e dove mi aspettavo che fosse. Altro che squadra destinata alla lotta salvezza. Da ottobre ripeto che saremmo riusciti a dire la nostra in questo campionato, e queste ragazze ci stanno riuscendo alla grande”.

Cosa avverrà nel prosieguo di questo play off è difficile dirlo e pronosticarlo, ma quello che è certo è che le ragazze di Lassouli stanno lottando alla pari con tutti, col coltello tra i denti, per conquistare il miglior piazzamento possibile nel campionato, dopo un girone di andata davvero complicato.

E in questa rincorsa, la prima big a cadere sotto i colpi di Furlanetto e compagne è la Mechanic System Oderzo, che nella gara di sabato 13, cede alle emiliane 25-26.

Gara fondamentalmente equilibrata, con Casalgrande Padana avanti nei primi minuti, poi recuperata e superata da un Oderzo che davanti al proprio pubblico voleva a tutti i costi fare bottino pieno per non lasciar allontanare la Jomi Salerno, unica squadra già quasi certa di raggiungere la finale scudetto.

A metà secondo tempo Oderzo sembra riuscire nell’intento, ma le reggiane non ci stanno e vanno ad impattare sul 17-17. Poi ancora Oderzo a mettere la testa avanti con le emiliane ad inseguire, e a sprecare tantissimo dai sei metri. Le fasi di gioco si fanno concitate, a volte confuse e non ordinate, con continui capovolgimenti di fronte: se Casalgrande sbaglia tanto in attacco, compensa con una difesa davvero tosta, organizzata da una stoica Fanton e completata da una immensa Iacovello, che tra i pali fa vedere i sorci verdi a Duran e compagne.

A un minuto dal termine sul 25 pari, Duran perde palla in attacco e il contropiede casalgrandese viene fermato irregolarmente dalla difesa opitergina: tiro dai sette metri per le emiliane in carico alla bomber Furlanetto. Come un killer navigato la capitana di Casalgrande non si fa intimorire dall’ambiente e dalla pressione e buca la porta di Oderzo. I restanti secondi di gara sono in trincea. Nell’assalto finale la Mechanic System si infrange sulla difesa di Casalgrande e perde palla nuovamente, lasciando gli ultimi 20 secondi con la sfera tra le mani delle ospiti, che amministrano fino al suono della sirena.

Altri due punti importanti che portano Casalgrande Padana, ora a pari punti con Brixen, ad un solo punto proprio da Oderzo, che mantiene ancora , ma di misura, il secondo posto, nella corsa alla finale scudetto.

Grande prova della premiata ditta “sorelle Artoni” che mettono a tabellino sei reti a testa, tante quante quelle di Furlanetto, 4 reti per Franco, 3 Fanton, 1 Orlandi.

(pics by Francesca Soli)

Please follow and like us:

Casalgrande Padana: Ottimo avvio nel play off scudetto

Netta vittoria  33-24 per le ragazze di mister Lassouli, che al debutto nel play off scudetto si impongono sulle cugine di Ariosto Ferrara.

Gara sempre controllata dalle ragazze di casa, che oltre alla possibilità di iniziare la poule scudetto tra le mura amiche del Pala Keope davanti al proprio pubblico,partivano anche con il vantaggio psicologico dei due precedenti di regular season, che le davano sulla carta come favorite.

Impressionante la prova di Furlanetto, che ha messo a tabellino 11 reti ritornando a segnare in doppia cifra, ed in generale una prova davvero notevole in difesa delle reggiane, capaci di arginare considerevolmente Stettler e compagne.

Quattro reti a testa per Franco e Kere, 6 per una ritrovata Alessia Artoni, tanta grinta per Marianna Orlandi che segna e si procura importanti rigori. Buona la prova delle guardiane Iacovello e Lamberti e poi tanta Irene Fanton, che lascia a tabellino solo due reti, ma che mostra al pubblico giocate che strappano applausi a scena aperta.

Primi due punti conquistati quindi, che portano  Casalgrande Padana a quota sei (ricordiamo che poteva beneficiare di un bonus di 4 punti grazie al piazzamento in regular season), in attesa già della prossima sfida.

Please follow and like us:

Casalgrande Padana: quarto posto assicurato e poule scudetto conquistata per la terza volta

La vittoria nell’ultima gara di regular season  sul Flavioni Civitavecchia, blinda in maniera definitiva il quarto posto in classifica per le ragazze di Casalgrande Padana. Il team di mister Lassouli, dopo una partenza poco concentrata, anche grazie ad una buona difesa delle laziali, prende il largo già intorno all’11esimo minuto, e la partita non è più in discussione. Due punti necessari alle reggiane per evitare un eventuale sorpasso della Venplast Dossobuono, che vince su Leonessa Brescia e resta a pari punti con le casalgrandesi, ma che slitta al quinto posto in virtù di una peggiore differenza reti negli scontri diretti con Casalgrande.

Gli assist di Fanton valgono da soli la visione dell’incontro, tre prodigi balistici di Furlanetto altrettanto, ma in chiave degli impegni del prossimo futuro, il vero sorriso arriva dalle sette reti di Orlandi, top scorer della giornata, che sfoggia uno stato di forma notevole ed una altrettanto notevole grinta ritrovata.

Ufficialmente quarto posto quindi; ufficialmente play off scudetto per il terzo anno consecutivo, solo con maggiore soddisfazione viste le grandi difficoltà di inizio stagione.

La poule play off si articola in un ulteriore girone composto dalle prime sei squadre classificate in regular season, che avranno a propria disposizione un bonus punti di partenza in base al piazzamento precedente e che dovrà essere incrementato durante le gare della poule in cui ogni squadra giocherà contro tutte le altre. I primi due team della poule play off poi, si giocheranno la finale scudetto. Ecco la ripartizione punti play off: Jomi Salerno 10, Mechanic System Oderzo 8, Brixen Sudtirol 6, Casalgrande Padana 4,Venplast Dossobuono 2, Ariosto Ferrara 0.

Inizio subito in casa, al Pala Keope, Sabato 6 aprile, nel derby emiliano contro Ariosto Ferrara, dove, per cominciare alla grande, Casalgrande Padana avrà bisogno del sostegno di tutto il suo pubblico.

 

Please follow and like us:

Casalgrande Padana da urlo: a Ferrara agguanta il quarto posto e blinda il play off scudetto

22-29 per Casalgrande Padana su Suncini Agrobiochimica Ariosto Ferrara. Il derby emiliano è del team ceramico, che si impone con una prova quasi perfetta, aggancia Dossobuono sulla quarta posizione in classifica e si guadagna l’accesso al play off scudetto, dopo una scalata strepitosa sulla quale, a Novembre, in pochi avrebbero scommesso.

Ariosto, a caccia di punti play off e col favore di giocare tra le mura domestiche, dura di fatto 5 minuti, poi in campo c’è solo Casalgrande. Pronti via e le reggiane vanno subito in affanno; Ferrara sembra stare meglio, schiera anche Neli Dobreva,  e la difesa casalgrandese fatica ad uscire con la testa dagli spogliatoi, tanto da costringere Lassouli a richiamare immediatamente in panchina sia Furlanetto che Iacovello. Rientrate entrambe sul 4-1 per le padrone di casa, ecco che la musica cambia: Fanton prende per mano le compagne ed inizia a suonare la carica, Furlanetto si ricorda di essere la top scorer del campionato e Franco è la giusta spalla per entrambe. Al decimo minuto Casalgrande Padana mette la testa avanti sul 5-6 e costringe la panchina ferrarese al primo time out. Dopo quattro minuti Casalgrande vola via sul 5-10 e Britos prova a richiamare le ducali una seconda volta, ma il motore del team ceramico è ormai avviato e la difesa delle ducali fatica ad arginare le scorrerie di Franco ( 5 reti) e Furlanetto (10 reti) innescate da una lucidissima Irene Fanton (6 reti). Qualche spreco in fase di tiro da parte di Kere, che però fa un gran lavoro in difesa, mentre tra le padrone di casa si vede qualche lampo solo da Stettler e dalla volenterosa Victoria Gioia.

Irene Fanton

Non cambiano le cose nella seconda frazione, dove Casalgrande Padana arriva anche a +10 e quando arriva il momento anche per Martina Iacovello di strappare applausi tra i pali, non solo dai tifosi casalgrandesi, ma anche dai tanti tifosi di Ferrara che, nei suoi trascorsi nella città ducale, hanno avuto modo di apprezzarla.

Fine gara con spazio anche per le più giovani convocate da Lassouli, e con un infortunio alla spalla per Alessia Artoni, fortunatamente non grave come si era da principio temuto.

Ultima gara di regular season per le casalgrandesi sarà il 30/03/2019 al Pala Keope, alle 18.30 contro il fanalino di coda Flavioni Civitavecchia, gara comunque da non sbagliare per cercare di tenersi stretto il quarto posto e godere così di un migliore piazzamento e bonus punti nella fase play off scudetto.  Casalgrande Padana sta bene e negli scontri diretti ha mostrato di potersela giocare con tutti e a questo punto, sognare non costa niente.

Please follow and like us:

Tempo di derby per Casalgrande Padana: la strada verso il play off passa da Ariosto Ferrara

Save the date: Sabato 16 Marzo ore 18.00, al Pala Boschetto di Ferrara, andrà in scena il derby dell’Emilia tra Suncini Agrobiochimica Ariosto Ferrara e Casalgrande Padana.

Un incontro importantissimo per entrambi i roster emiliani, che si giocano qui i primi due dei quattro punti ancora in palio prima della chiusura della regular season, per ottenere il miglior piazzamento possibile in vista dei play off scudetto.

Squadre a pari punti (14) in classifica ed appaiate al quinto posto, a due punti da Venplast Dossobuono che è quarta, ma altrettanto ad un solo punto di distacco da Leonessa Brescia che è sesta.

Sarà battaglia vera per un “posto al sole” nel girone finale, tra due compagini che oltre ai punti ed al piazzamento in classifica, condividono numeri analoghi anche in termini di rendimento: Ariosto si presenterà al suo pubblico con le proprie 399 reti fatte e 447 subite, mentre Casalgrande approderà in terra ducale con le sue 398 reti fatte e 414 subite. Una gara tutta da scrivere, con le reggiane che in questo girone di ritorno hanno ceduto il passo solo alle tre prime della classe, per altro sempre ben figurando, e che potranno contare, oltre che su una difesa che ha subito 33 reti in meno rispetto al team ducale, anche sul vantaggio psicologico di aver vinto in casa il match di andata.

Dobbiamo affrontare la gara con il piglio giusto- spiega Lassouli-, perchè Ariosto ha un ottimo potenziale e giocare in casa loro non è mai facile . La posta in palio è importante per entrambe e sarà necessario essere capaci di continuità e concentrazione in tutti i reparti”.

Avanti dunque, la corsa al play off continua.

 

Please follow and like us: