Archivi categoria: A2 Maschile

Modula con il cuore: strappa un punto d’oro alla corazzata Ambra

Gara non adatta ai deboli di cuore quella vista al PalaKeope di Casalgrande sabato 7 dicembre e valida per la 13esima giornata del girone di andata del campionato di A2 maschile. Mentre le prime della classe Cingoli e Rubiera si affrontavano per la testa della classifica, ospite di Modula arriva la corazzata Ambra, quarta forza del girone B, avanti rispetto agli emiliani di ben 14 punti. Chi credeva di assistere ad una partita a senso unico, viene accontentato solo nel primo tempo. Modula si muove bene nei primi dieci minuti, ma l’esperienza di Ambra e l’ottimo giro palla operato, la fluidità di gioco per portare al tiro le proprie ali insieme alle bordate sparate dalla distanza  da Francesco Volpi (per lui 8 reti), fanno il resto.  Si va all’intervallo con Ambra a + 6,  14-20 per i toscani.

Inizio seconda frazione e si capisce subito che qualcosa in casa Modula è cambiato: negli occhi dei ragazzi di Scorziello si legge la determinazione di dare una svolta alla gara. Lamberti, Aldini, Toro, Scalabrini e Giubbini danno immediatamente la scalata al recupero dello svantaggio e, all’undicesimo, Modula è sul -3 . Ambra fatica a trovare il bandolo della matassa, probabilmente non aspettandosi il colpo di reni dei padroni di casa che, con Barbieri e Seghizzi, diventano particolarmente fastidiosi anche in difesa, togliendo ossigeno al playmaker toscano e andando spesso in anticipo su Volpi per impedire i suoi tiri dalla distanza. Scorziello butta poi nella mischia anche Prandi in porta e Id’Ammou. Le parate del primo e le ripartenze in velocità del secondo ricaricano l’orgoglio di Modula che al 16esimo aggancia gli ospiti sul 26-26 e al 19esimo, con Scalabrini e Toro si porta in vantaggio sul 29-27. Gli ultimi 10 minuti sono una battaglia di nervi, con tante esclusioni e parecchie sviste arbitrali. Al 27esimo del secondo tempo Modula è ancora avanti 31-30, e Ambra si gioca il tutto per tutto. Raggiunge il pareggio poi piazza il vantaggio con Liccese, ma non riesce nel tentativo di scavare il break definitivo. Un muro di Aldini su Volpi e due parate pazzesche e consecutive di Prandi sul pivot toscano, lasciano a Modula la palla del pareggio realizzata da Lamberti con un tiro siderale dagli 11 metri, a fermare il tabellone sul 32 pari. Un’ottima prova corale che ha visto Kristian Toro tornare in goal con continuità e tanta voglia di riscatto tra le mura domestiche e davanti al proprio pubblico. Un punto d’oro guadagnato in chiave classifica e che fa ben sperare per le due prossime gare di chiusura del girone di andata, la prima in trasferta contro OJ Solutions Nuoro e la seconda in casa, il 21/12, contro Chiaravalle.

Modula: Lamberti 9, Toro 8, Lenzotti 3, Giubbini 2, Scalabrini 3, Seghizzi 4, Aldini 1, Id’Ammou 2, Galopin, Prodi, Prandi, Ricciardo, Cocchi, Barbieri, Vezzelli, Dimitric.

Please follow and like us:

Modula e Casalgrande Padana: la pallamano per dire no alla violenza sulle donne

Modula Casalgrande, militante in A2 maschile e Casalgrande Padana che milita nel massimo campionato di serie A1 femminile, hanno risposto “presente” alle iniziative proposte dal Comune di Casalgrande, assessorato alle Pari Opportunità, in occasione del 25 Novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

All’interno del PalaKeope il comune ha installato una postazione con una sedia rossa che rappresenta il posto vacante lasciato da qualsiasi donna che, vittima di violenza o stalking, si sottrae alla vita pubblica, rifugiandosi dentro sè stessa o peggio, nascondendosi alla gente.

Convinti che lo sport sia strumento educativo, e per chi come noi ha una società completa, con settori maschile e femminile non solo nelle squadre juniores ma anche con le squadre maggiori, appoggiare queste iniziative ed aiutare nel nostro piccolo ad una cultura del rispetto tout court, è importante. Lo stalking  (condotte moleste ed assillanti e forme di controllo), la violenza intrafamiliare, e la violenza agita in generale, ma in particolare verso le donne, sono reati gravi. Chi ne è vittima può chiedere aiuto al numero nazionale 1522,  rivolgersi alle tante associazioni sul territorio (come ad esempio l’associazione Non Da Sola di Reggio Emilia) oppure alle forze dell’ordine. Insieme alla “sedia rossa”, dentro al PalaKeope è installata anche una cassetta postale:  chi volesse, in questa settimana, potrà lasciare un pensiero, una riflessione, o perchè no, anche una segnalazione.

Casalgrande Padana e Modula dicono STOP ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE.

Please follow and like us:

A2 maschile: nel week end Modula affronta il Camerano

Domenica 17 Novembre, alle ore 18.00, Modula Casalgrande affronterà in trasferta Pallamano Camerano, reduce da una vittoria importante, nell’ultimo turno con Tavarnelle, mentre i casalgrandesi hanno dovuto cedere il passo, nonostante una discreta prova, ad una Pallamano Cingoli che ha ben dimostrato di meritare di stare nella parte alta della classifica.

Modula è chiamata a cercare con ogni mezzo il riscatto e a sistemare la propria situazione di classifica dove è stata raggiunta dal Chiaravalle, perchè nonostante le buone prove degli ultimi due turni, ancora i risultati non arrivano.

Daniele Scorziello

” Camerano –dice coach Scorziello– è una buona squadra e sa esprimersi al meglio proprio davanti al proprio pubblico. Sono diretti da un tecnico in gamba come Sergio Palazzi e praticano una pallamano improntata sulla velocità e sulla seconda fase. A noi servirà una prova importante in difesa e “tanta gamba”, perchè Camerano è squadra che corre per 60 minuti e sarà importante non avere cali di concentrazione nè fisici. Ho visto il roster in crescita da diversi punti di vista nelle ultime due gare, i ragazzi hanno giocato con maggiore continuità, e stiamo lavorando perchè questa crescita si possa trasformare da prestazione a risultato positivo ” .

La riserva sul roster che affronterà la trasferta di Camerano verrà sciolto dal tecnico venerdì 15.

 

Please follow and like us:

A2 maschile: Una buona Modula si arrende al Bologna United 21-25

Nella bella ed appassionata cornice di pubblico del PalaKeope, è andata in scena la quarta giornata di andata del campionato di A2 maschile Girone B, che ha visto opposta la squadra di casa Modula, alla già capolista Bologna United.

Modula a caccia di riscatto davanti ai propri tifosi, mette in campo una buona situazione difensiva che già dai primi minuti crea qualche difficoltà ai felsinei che vanno sotto 2-0 grazie alle reti di Scalabrini e Toro. Bologna capisce che deve affrontare la gara in modo diverso perchè, benchè matricola neo promossa, Modula ha intenzione di vendere cara la pelle e la situazione rimane in equilibrio fino al 12esimo, quando i rossoblu piazzano il primo break portandosi sul 4-6, fino ad arrivare , intorno al 20esimo con il cospicuo vantaggio di 6-11. Nonostante i ritmi non alti della gara, Modula è discontinua ed alterna pregevoli fasi di gioco ad errori banali che creano varchi per i contropiedi della squadra ospite. Il primo tempo si chiude così sul 9-14.

Kevin Ricciardo

Secondo tempo si apre con il parziale di tre a zero che Modula riesce a piazzare rifacendosi sotto e mettendo pressione alla difesa bolognese momentaneamente in black out. Nonostante questo lo United continua a macinare gioco con un ottimo giro di palla ed i suoi attaccanti risultano più efficaci dei padroni di casa che continuano a faticare a trovare la via del goal nonostante la costruzione di buone azioni. Altro strappo definitivo al 43esimo, quando Del Olmo e Ferioli infilano quattro volte consecutive la rete difesa da Ricciardo e si portano sul 15-21. Questa volta però Modula non ci sta e reagisce, spinta anche dal proprio pubblico e trascinata da Mattia Lamberti (per lui 9 reti a tabellino) e continua a macinare il proprio gioco, nonostante l’ormai ampio divario. Bologna controlla la gara, ma gli ultimi dieci minuti sono sostanzialmente in equilibrio, tanto che i bolognesi non riescono ad allungare ulteriormente il loro vantaggio.

Ottima la prova di Lamberti e dell’U19 Galopin, autore di due reti ma anche di ottimi recuperi in fase difensiva, buona anche la prova di Ricciardo. Modula inizia a prendere le misure al salto di categoria ed il suo pubblico sa apprezzare gli sforzi ed i miglioramenti che vede partita dopo partita, nonostante un calendario difficile, che costringe i casalgrandesi ad affrontare le migliori squadre del campionato già in questa prima fase.

Così mister Scorziello al termine della gara: “ In questa gara ho visto i ragazzi con la voglia di affrontare a viso aperto una squadra che non ha ancora perso un incontro e che ha delle individualità davvero notevoli e una fisicità significativa rispetto alla nostra. Abbiamo fatto la nostra partita e l’abbiamo fatta fino in fondo. Siamo meno esperti, commettiamo ancora  errori che in A2 poi paghi pesantemente, dobbiamo essere meno discontinui. Ma oggi guardo l’atteggiamento dei miei ragazzi: è stato quello giusto, è quello che ci serve per crescere come squadra e se sapremo dare continuità a questo atteggiamento e questa voglia di lavorare bene in allenamento, i risultati arriveranno”.

Tabellino: Lamberti 9, Barbieri, Cocchi, Toro 2, Vezzelli, Seghizzi 1, Scalabrini 3, Ricciardo, Pranzo, Oliva, Lenzotti, Galopin 2, Aldini 1, Giubbini 3, Id’Ammou, Ferraguti.

Prossimo impegno di Modula, Sabato 5  ottobre alle 18 a Rubiera, nel derby con la Pizzikotto.

Please follow and like us:

A2 Maschile: Modula spreca troppo. Spartans 2 Agosto passa al Keope.

La terza di campionato, e prima in casa di Modula Casalgrande finisce 20-30 in favore dei bolognesi dello Spartans 2 Agosto. Modula gioca di fatto solo il primo tempo dell’incontro, andandolo a chiudere in vantaggio di 3 reti, 16-13, poi al rientro svanisce, come una bolla di sapone, e sul parquet del palaKeope gioca solo la squadra ospite.

Gara tosta fin dall’inizio, ma che rimane in equilibrio con i bolognesi che piazzano il break già intorno all’ottavo minuto, ma che non riescono a scappare. All’ 11esimo episodio chiave della gara: Lamberti reagisce ad una provocazione del solito Zoboli (provocazione incredibilmente non vista dal vicinissimo arbitro) e rimedia una sospensione per due minuti. Il protrarsi dell’alterco porta poi la coppia arbitrale a sanzionare Lamberti con altri due minuti di sospensione, e subito dopo con l’espulsione. Modula quindi in inferiorità numerica per quattro minuti e consapevole di aver perso, nemmeno a metà del primo tempo, uno dei suoi più importanti terminali offensivi. Eppure reagisce: Enrico Giubbini si fa carico della fase d’attacco e Aldini della fase difensiva, Modula ricuce il break, mette la testa avanti, il 2 Agosto sbanda, e la prima frazione si chiude sul 16-13.

Mentre tutto il pubblico si aspetta un secondo tempo con il medesimo trend, la squadra che rientra in campo non è la stessa Modula vista fino a poco prima. Banali errori al passaggio che si trasformano in occasioni di contropiede per i bolognesi, poca precisione nel giro palla, poca pazienza in fase di attacco e una enormità di errori in fase di conclusione, senza contare i tre rigori sbagliati, trasformano il PalaKeope in una Waterloo, tanto che in tutto il secondo tempo Modula arriverà a sole 4 reti realizzate, contro le 17 degli avversari.

Simpatico siparietto a metà secondo tempo quando il duo arbitrale ha interrotto il gioco dopo aver “scoperto” l’utilizzo non regolare, da parte della panchina del 2 Agosto, di sistemi audio di comunicazione per mantenere il collegamento con l’allenatore Melis che si trovava  in tribuna, dovendo scontare quattro giornate di squalifica, costringendo quest’ultimo ad uscire in fretta dal palazzetto per evitare eventuali complicazioni disciplinari.

A parte questo raro esempio di “lealtà sportiva”,  resta comunque il black out dei ragazzi di mister Scorziello e l’occasione, davvero gettata alle ortiche, di prendere in casa i primi due punti della stagione, contro un avversario che certo non ha brillato ma almeno ha giocato per 60 minuti.

 

Please follow and like us:

Casalgrande Padana e Modula: inizio complicato

Si chiude con due sconfitte la giornata di avvio dei campionati di A1 femminile e A2 maschile delle squadre casalgrandesi.

Casalgrande Padana si arrende a Pallamano Oderzo per 23-30, mentre Modula, al debutto in trasferta contro l’Azeta Parma, si arrende per 32-16.

Casalgrande Padana: è Oderzo a fare la gara sin dai primi minuti e a rimanere in controllo sempre, dimostrandosi squadra matura e non più Duran-dipendente, con ottime situazioni di giro palla e davvero pochi errori in difesa. Più complicata la gara delle padrone di casa: un pò contratte nei primi minuti, alzano i ritmi gara rifacendosi sotto alle opitergine intorno al 20esimo, dopo l’ingresso di Tanic e Canessa. Il trend non cambia nella seconda frazione dove tre errori al passaggio diventano preda dei contropiedi delle venete, che scavano un solco anche più ampio rispetto all reali situazioni di gioco, nelle quali comunque il team ceramico non ha sfigurato. 7 le reti per Furlanetto e 4 quelle di Simona Artoni, e si rivede finalmente una aggressiva Marianna Orlandi; buone prove delle giovanissime Lusetti e Lamberti, mentre Bulache, nel secondo tempo, sfodera 4 ottimi interventi a guardia della porta casalgrandese.

Mattia Lamberti

Modula: la matricola Modula non riesce ad affacciarsi in modo vero alla gara in casa della corazzata Azeta Parma, se non nei primi dieci minuti, quando tengono costretti i ragazzi di Galluccio al pareggio sul 3-3. Time out Parma poi, e, al rientro, la gara è solo dei ducali. A giustificare il divario di risultato c’è sicuramente il fatto che la maggior parte dei ragazzi di Modula si affacciano per la prima volta ad un campionato nazionale, che  nel roster vi sono numerosi nuovi innesti e che Parma, dal canto suo, è squadra costruita con l’obiettivo finale della promozione in A1, già di poco sfiorata nella passata stagione. In termini meramente tecnici, test ben più attendibile sarà quello della prossima giornata, tra le mura del PalaKeope contro gli Spartans della Pallamano 2 Agosto Bologna, protagonista già di avvincenti sfide con i biancorossi casalgrandesi  due stagioni fa, a contendersi il primato della serie B.

Per Casalgrande Padana e Modula arriva quindi una intensa settimana di lavoro in palestra, per preparare al meglio possibile il tentativo di immediato riscatto.

Please follow and like us:

Nuovo innesto nello staff tecnico Pallamano Spallanzani : arriva Stefan Gherman

Non si ferma l’estate di lavoro in casa Pallamano Spallanzani, alle prese con la pianificazione della stagione 2019/2020.

In vista infatti dei nuovi impegni sia a livello femminile (con la consolidata presenza di Casalgrande Padana nella massima serie) che maschile (con il ritorno in serie A2 di una squadra casalgrandese, a targa del colosso industriale  Modula), la società ha deciso di dare ulteriore compattezza all’ottimo gruppo di tecnici già presente, raggiungendo un accordo con Stefan Gherman, che si occuperà in maniera stabile della preparazione dei portieri .

Un incontro casuale –dice Gherman– con questa dirigenza, che però è sfociato presto in sintonia. Mi volevano addirittura convincere a riprendere a giocare, e sono stato quasi tentato all’idea. Ma credo fondamentalmente di poter essere più utile trasmettendo la mia esperienza ed il mio metodo di lavoro a portieri più giovani, aiutandoli a crescere tecnicamente, in un progetto, come quello di Casalgrande, davvero interessante”. 

40 anni, rumeno (soprannominato goliardicamente “Il Vampiro” perchè originario della Transilvania), il portierone Gherman vanta una esperienza di tutto rispetto, avendo militato per anni in squadre di A1 e A2 maschile, come Casalgrande, Rubiera, Carpi, Nonantola e Parma.

In difficoltà nel reperire un nuovo portiere per Casalgrande Padana e nella necessità di poter mettere anche i portieri di Modula nelle migliori condizioni per affrontare il campionato, abbiamo pensato di investire in formazione – fanno sapere dalla dirigenza-, cercando un ottimo preparatore che possa seguire tutti gli atleti ed atlete del ruolo durante lo svolgimento della stagione, permettendo loro di consolidare quanto già nelle proprie corde e, per i più giovani, di crescere ancora a livello tecnico. Stefan è uno abituato a lavorare duro ed ha una notevole esperienza, quindi è assolutamente la persona giusta”.

 

Please follow and like us:

Agaptour: Ri- eccoci quA2

“Voglio ringraziare questo gruppo di ragazzi – dice mister Scorziello– che ha fatto una stagione perfetta . Nessuna sconfitta fino a qui, solo due pareggi, nessun passo indietro. Ogni partita giocata da parte di tutti con in testa questo obiettivo, riportare il nome del GSD Pallamano Spallanzani  Casalgrande nelle massime serie nazionali maschili, dopo la rinuncia al campionato di A1 quattro anni fa. Avevamo progettato di riuscirci in tre anni: lo abbiamo sfiorato nella prima stagione, e abbiamo centrato l’obiettivo nella seconda. Sono davvero orgoglioso di loro.”

E’ festa al Pala Keope di Casalgrande dopo l’incontro con Pallamano Savena che, vinto 30-24, fornisce la matematica promozione alla serie A2.  Starting seven con Ricciardo in porta, capitan Giubbini, Mattia Lamberti, Pranzo, Scalabrini , Toro e Lenzotti, con Aldini al cambio attacco/difesa con Pranzo. Savena vuol rovinare la festa ai padroni di casa e gioca bene, sviluppando un buon gioco soprattutto a destra, dove Toro e Giubbini non sempre riescono ad arginare le incursioni del terzino e dell’ala bolognesi, che vanno a chiudere il primo tempo in vantaggio per 14-15.

Nell’intervallo mister Scorziello sistema la difesa spostando Aldini a sinistra e le incursioni felsinee di fatto si abbassano del 70 per cento. Inizia la rincorsa: Ricciardo sbarra più volte la porta e strappa applausi al pubblico, poi Giubbini e Lamberti iniziano lo show riforniti da Pranzo; Toro , Scalabrini  e Pertoldi si fanno sempre trovare pronti. E si fanno trovare pronti anche Prodi e Galopin quando chiamati in causa, e Lenzotti che riceve pochi palloni in attacco, ma difende alla grande. Seconda frazione perfetta, bottino pieno e promozione.

Abbiamo un sacco di ragazzi talentuosi nelle nostre squadre juniores – dice Fiumicelli, responsabile del settore giovanile– e dopo la chiusura della squadra senior maschile, alla lunga i nostri ragazzi sarebbero stati costretti ad andare verso altri club. Nasce così questo progetto: crearsi talenti in casa e giocatori in grado di continuare a praticare questo sport tenendo alto il nome di Casalgrande e perpetuando una tradizione forte nella nostra città, fornendo uno sbocco naturale per i nostri atleti anche nel settore maschile. La società ci ha sostenuto, ha creduto nel nostro progetto e non posso che essere contento dei risultati, anche alla luce del fatto che già oggi molti dei nostri U17 sono stati utilizzati in questo gruppo, qualcuno a tempo pieno qualcuno più sporadicamente, ma immagino che questo trend continuerà anche nella prossima stagione.”

Dalla dirigenza della società fanno sapere che sono già in corso le attività progettuali e programmatiche per definire la prossima stagione. Stay Tuned

Please follow and like us:

Agaptour: tra le mure amiche a caccia della promozione matematica

Ferma la serie A1 femminile, il 27 Aprile, ore 18.30 al Pala Keope di Casalgrande, Agaptour affronta Pallamano Savena, nel match casalingo che può valere la matematica promozione in serie A2.

I felsinei , terzi in classifica e con ben 11 punti di distacco dai casalgrandesi, promettono battaglia e sperano di rovinare la festa ai padroni di casa, che invece, in caso di vittoria, staccherebbero matematicamente  il pass per la promozione al campionato nazionale di A2 2019/2020.

Atteso tanto pubblico per spingere i ragazzi di capitan Giubbini verso questo traguardo, ormai solo ad un passo, che riporterà la squadra senior maschile nel  mondo della pallamano che conta, con un anno di anticipo rispetto al progetto societario.

Il mister Scorziello non ha ancora sciolto la riserva su convocati e formazione, che verranno comunicati alla squadra solo alla vigilia dell’incontro.

Aggiungetevi al pubblico e…… che festa sia.

 

Please follow and like us:

Agaptour: trasferta agevole a Faenza, promozione sempre più vicina

Con il risultato di 22- 37 Agaptour si impone in trasferta su Handball Faenza, e fa un ulteriore passo verso la promozione matematica in A2.

Formazione rivisitata da parte di mister Scorziello, costretto a rinunciare a  Enrico Giubbini e in parte a  Kristian Toro, ancora con risentimenti da infortunio,  il coach parte con uno starting seven composto da Ricciardo in porta, Scalabrini e Pertoldi alle ali, Aldini e Pranzo terzini e Mattia Lamberti in cabina di regia, mandando al cambio costante attacco/difesa Pranzo per Lenzotti.

Mattia Lamberti

Coriacea la difesa casalgrandese, dove tra Scalabrini Aldini e Lenzotti non passa uno spillo. Il resto lo fa l’esperienza di Lamberti che insieme a Pranzo e Pertoldi imbastiscono una fila di giocate di altro livello, andando a chiudere la prima frazione 8-23, quindi con un enorme vantaggio, da lì in poi solo da gestire.

Secondo tempo con spazio di gioco per tutti gli atleti a disposizione del mister, da Dimitric a Farri, da Lanzi a Oliva e Toro, che tengono bene il campo fino al 22-37 finale.

Ora pausa per le festività pasquali, poi, il 27 aprile, tra le mura amiche del Pala Keope, la gara che potrebbe determinare, in caso di vittoria, la certezza matematica della promozione in A2 e del ritorno della pallamano maschile casalgrandese nel panorama nazionale.

Please follow and like us: