Archivi categoria: Settore Giovanile

Under 17 maschile, il campionato della Casalgrande Padana parte con una sconfitta: a Parma non basta un lusinghiero 2° tempo

La traiettoria della Casalgrande Padana nel campionato Under 17 maschile ha purtroppo preso il via con una pesante sconfitta. Ieri sera, mercoledì 20 ottobre, i biancorossi hanno fatto tappa al pala Del Bono di Parma: il confronto si è chiuso con la netta affermazione da parte dei beniamini locali. Nella fattispecie, i gialloblù si sono imposti col punteggio di 33-22: i ducali hanno legittimato la vittoria, dettando legge in lungo e in largo nel corso del 1° tempo.

Durante l’intervallo, il tabellone segnava un eloquente 18-8 a favore di Parma: fino a quel punto i padroni di casa non hanno incontrato eccessive difficoltà, contro una Casalgrande Padana che si è espressa su standard ben al di sotto del proprio potenziale. Nella ripresa, il copione dell’incontro ha subìto sostanziali modifiche: gli ospiti hanno ripreso coraggio e vigore, duellando di fatto alla pari con la compagine parmense. Nonostante ciò, l’organico d’oltre Enza ha saputo gestire con maestria il cospicuo vantaggio acquisito nelle fasi precedenti: in tal modo la squadra allenata da Marco Agazzani è rimasta a secco di punti, e ora ha la consapevolezza di dover ripartire con assoluta decisione dalle incoraggianti impressioni suscitate nella ripresa.

A confortare i biancorossi c’è anche la situazione dell’infermeria, che adesso come adesso si presenta vuota: la trasferta di Parma non ha dato luogo a inghippi imprevisti dal punto di vista fisico. Ciò rappresenta un ulteriore buon motivo di fiducia in vista del prossimo impegno, in programma a fine mese.

LA SITUAZIONE NEL GIRONE A. Gli altri risultati della prima giornata sono quindi Secchia Rubiera-Valsamoggia 35-25 (giocata venerdì scorso) e Spm Modena-Ravarino A 27-32 (giocata domenica 17). Ha riposato Carpi.

Classifica: Secchia Rubiera, Parma e Ravarino A 2 punti; Carpi, Spm Modena, Casalgrande Padana e Valsamoggia 0.

La seconda giornata è in programma per domenica 24 ottobre, ma la squadra di Agazzani riposerà: i confronti in agenda sono infatti Secchia Rubiera-Spm Modena, Valsamoggia-Carpi e Ravarino A-Parma. La Padana tornerà in campo domenica 31 ottobre, in occasione del terzo turno: nella circostanza i casalgrandesi saranno di scena al palasport di Ravarino, ovviamente per affrontare la formazione della Bassa modenese. Fischio d’inizio alle ore 10.

Nelle foto, tre immagini della Casalgrande Padana Under 17 maschile – stagione 2021/22 (fotoservizio di Monica Mandrioli).

Please follow and like us:

Under 17 maschile, il cammino in campionato della Casalgrande Padana inizia con la trasferta di Parma. Agazzani: “Abbiamo i numeri per coltivare buone ambizioni, però c’è parecchio da fare”

La stagione ufficiale della Casalgrande Padana Under 17 è dunque ai nastri di partenza: domani sera, mercoledì 20 ottobre, i biancorossi saranno di scena al pala Del Bono di Parma contro i padroni di casa ducali. Fischio d’inizio fissato per le ore 18: dopo gli incoraggianti riscontri emersi nel precampionato, c’è grande attesa per vedere i nostri beniamini finalmente all’opera con i 2 punti in palio.

Intanto, come più volte sottolineato, in queste settimane i ragazzi della Padana U17 non sono affatto rimasti con le mani in mano. A fine settembre è arrivato un lusinghiero 3° posto nel prestigioso Memorial “Nello Corradini” di Rubiera: nel fine settimana successivo la formazione di Agazzani ha quindi primeggiato in casa, in occasione del Memorial “Roberto Camponesco” che si è svolto al pala Keope di Casalgrande sotto l’organizzazione della Pallamano Spallanzani.

LA FORMULA E IL CALENDARIO. Ora, il campionato regionale Figh si articola sullo svolgimento di due gironi: i biancorossi sono stati allocati nel tabellone A insieme a Valsamoggia, Parma, Carpi, Secchia Rubiera, Ravarino A e Spm Modena. Il gruppo B comprende invece Ariosto Ferrara, Lugo di Romagna, Estense Ferrara, Pallamano 85 San Lazzaro di Savena, Ravarino B e Imola.

Questo il programma delle gare che coinvolgeranno Casalgrande.

1a giornata (andata 20 ottobre – ritorno 5 dicembre): Parma – Casalgrande Padana.

2a giornata (a 24 ottobre – r 12 dicembre): riposo.

3a giornata (a 31 ottobre – r 19 dicembre): Ravarino A – Casalgrande Padana.

4a giornata (a 3 novembre – r 9 gennaio 2022): Casalgrande Padana – Secchia Rubiera.

5a giornata (a 14 novembre – r 20 gennaio): Carpi – Casalgrande Padana.

6a giornata (a 21 novembre – r 23 gennaio): Valsamoggia – Casalgrande Padana.

7a giornata (a 28 novembre – r 30 gennaio): Casalgrande Padana – Spm Modena.

Agenda più ricca rispetto alla scorsa stagione: si giocheranno pure le sfide di ritorno, e non solo quelle di andata come nel 2020/21. Al termine le prime tre classificate di ciascun girone daranno vita a un nuovo raggruppamento, sempre con gare di andata e ritorno: a quel punto, le squadre che si piazzeranno ai primi 4 posti disputeranno le finali per il titolo emiliano-romagnolo. Le 8 formazioni rimanenti proseguiranno comunque l’annata, disputando un torneo di consolazione.

IMPRESSIONI. “La preparazione al debutto in campionato si è svolta in modo sereno – evidenzia Marco Agazzani, allenatore della Casalgrande Padana Under 17 – Nessun intoppo di particolare gravità, nè dal punto di vista dell’infermeria nè tantomeno per quel che concerne il morale della squadra: salvo sorprese, domani saremo al completo. Di certo possiamo disporre di un buon gruppo: almeno sulla carta, i mezzi per accedere al girone che porta al titolo regionale sembrano davvero esserci. Al tempo stesso, non è affatto il caso di peccare di supponenza: il lavoro da fare per migliorarsi resta parecchio, in primo luogo sul piano della lucidità. A volte i nostri ragazzi hanno ancora una mentalità un po’ irruente, che durante le partite li porta a prendere decisioni troppo affrettate – sottolinea l’allenatore – Viceversa, prima di compiere ogni azione, bisogna necessariamente prendersi qualche prezioso istante in più per riflettere sul da farsi: il nostro primo obiettivo da raggiungere deve proprio essere questo”.

LA ROSA. L’organico della Casalgrande Padana U17 maschile per il campionato 2021/22 comprende Mattia Bacchi (classe 2005 – centrale/terzino), Riccardo Bottazzi (2005 – ala), Paolo Canelli (2005 – ala/terzino), Antonio Capozzoli (2006 – terzino), Luca De Francesco (2008 – pivot/terzino), Matteo Caprili (2005 – portiere), Emanuele Cozzolino (2006 – portiere), Federico D’Arcio (2005 – pivot), Ciro Falcocchio (2005 – terzino), Jean Galopin (2005 – centrale), Leonardo Masini (2007 – ala/terzino), Andrea Meloni (2005 – pivot), Davide Ravazzini (2007 – ala), Francesco Rovatti (2007 – terzino), Alessio Tosi (2007 – ala), Hendrick Tronconi (2005 – ala/centrale), Marco Vignali (2005 – ala) e Alberto Zironi (2006 – ala). I classe 2007 e 2008 sono ovviamente Under 15, aggregati tuttavia alla squadra Under 17.

LA SITUAZIONE NEL GRUPPO A. Intanto, le altre due sfide valevoli per il turno inaugurale sono già state disputate. Venerdì scorso il Secchia Rubiera ha riportato una netta vittoria interna sui bolognesi del Valsamoggia: 35-25. Domenica, a Nonantola, il Ravarino A ha invece espugnato il campo della Spm Modena col punteggio di 27-32. Riposa Carpi.

Classifica: Secchia Rubiera e Ravarino A 2 punti; Carpi, Casalgrande Padana, Parma, Valsamoggia e Spm Modena 0.

Nelle immagini, dall’alto verso il basso della pagina (fotoservizio di Monica Mandrioli):

  • La Casalgrande Padana Under 17 maschile, stagione 2021/22
  • I casalgrandesi U17 durante un time-out
  • L’allenatore Marco Agazzani.
Please follow and like us:

Giovanili, il Memorial Camponesco si tinge di biancorosso: Casalgrande Padana vittoriosa in entrambi i tabelloni

Doppietta della Casalgrande Padana nel Memorial “Roberto Camponesco” 2021: i biancorossi diretti da Marco Agazzani si sono imposti nel tabellone Under 17 maschile, mentre le ragazze allenate da Stefania Guiducci hanno dettato legge nel triangolare Under 15 femminile.

La ricca giornata di gare si è svolta ieri al pala Keope, ovviamente sotto l’organizzazione del Gs Pallamano Spallanzani Casalgrande: dopo la pausa effettuata nel 2020 causa Covid, quest’anno l’evento è tornato alla ribalta in grande stile. Un appuntamento che 7 viene allestito con l’obiettivo di ricordare in modo degno la figura di Camponesco, lo storico dirigente e collaboratore biancorosso scomparso nell’ottobre 2016. Senza dubbio una figura di spicco, sia per il Gs Spallanzani sia per tutta Casalgrande: persona di genuina umanità e di profonda cultura, il suo agire e il suo pensiero spaziavano anche in molti altri ambiti all’infuori della pallamano (qui un ricordo: https://www.pallamanospallanzani.it/quattro-anni-senza-roberto-camponesco-un-piccolo-ricordo-di-un-nostro-grande-amico/ ).

UNDER 17 MASCHILE. Parlando più nel dettaglio dei risultati, la Padana Under 17 ha portato avanti un cammino a punteggio pieno. Nella prima gara dell’intensa domenica, i biancorossi sono stati capaci di superare Lugo di Romagna con il punteggio di 27-9: a seguire i nostri beniamini hanno prevalso per 14-5 su Modena e per 24-12 nel derby con Rubiera. Il percorso dei padroni di casa è quindi terminato piazzando il quarto successo, 23-10 contro i bolognesi targati Valsamoggia. Il quadro dei risultati di categoria si completa con Valsamoggia-Rubiera 12-20, Lugo di Romagna-Valsamoggia 16-18 e Rubiera-Lugo di Romagna 24-21. Classifica finale: Casalgrande Padana 6 punti; Rubiera 4; Valsamoggia 2; Lugo di Romagna 0.

“Vincere un torneo rappresenta sempre un traguardo molto gratificante, specie se si tratta di un Memorial prestigioso come questo – commenta Marco Agazzani, trainer della Casalgrande Padana Under 17 – Tra l’altro ieri non eravamo al completo, perchè alcuni giocatori sono stati bloccati da piccoli problemi fisici: l’assetto rimaneggiato non ci ha tuttavia impedito di totalizzare il pieno di successi, e ciò fa davvero ben sperare pure in vista del campionato. Al di là dei risultati, a confortarmi sono anche i nuovi passi avanti che i ragazzi hanno saputo compiere sul piano del gioco – rimarca l’allenatore – Come è noto, noi provenivamo dal 3° posto ottenuto il 26 settembre nel Torneo “Nello Corradini” di Rubiera: rispetto a quell’occasione, la squadra è riuscita a fornire segnali di crescita. Mi riferisco in particolare alla capacità di costruire una credibile intelaiatura di gioco, ma non solo: anche la personalità e il carattere riposti in campo sono in continuo miglioramento”.

Al tempo stesso, non posso certo dire che il nostro percorso di crescita sia concluso – sottolinea il timoniere biancorosso – Senza dubbio è necessario migliorare, a tutti i livelli: questa Padana Under 17 deve ancora fare parecchia strada per arrivare a esprimere tutto il proprio potenziale. Dovendo indicare un aspetto in particolare, alcune volte i ragazzi continuano ad affidarsi troppo all’istinto: bisogna invece prendere qualche attimo di più per ragionare con la necessaria lucidità, così da sviluppare una pallamano ancora più efficace e difficile da scardinare per gli avversari”. Agazzani delinea quindi l’agenda dell’immediato futuro: “Per quel che concerne questo mese, stiamo valutando la partecipazione ad almeno un altro torneo. Sarebbe una tappa ulteriore di preparazione in vista del campionato, che dovrebbe scattare a fine ottobre”.

UNDER 15 FEMMINILE. Il Memorial Under 15 femminile si è invece svolto seguendo la formula del triangolare. La Casalgrande Padana ha centrato una doppia affermazione, peraltro con punteggi eloquenti: 14-5 contro la Spm Modena e 32-9 al cospetto di Prato. A ultimare il quadro dei risultati c’è quindi la vittoria della Spm sulle toscane, maturata con il punteggio di 19-8. Classifica finale: Casalgrande Padana 4 punti; Modena 2; Prato 0.

“A dire la verità, si tratta di un duplice successo che mi aspettavo – osserva Stefania Guiducci, trainer della Casalgrande Padana Under 15 – Abbiamo fronteggiato due realtà promettenti e “futuribili”, che ovviamente stanno lavorando per trovare la migliore dimensione e identità di squadra: in buona sostanza, Modena e Prato sono in una condizione simile a quella che caratterizzava noi durante la passata stagione. Per quanto riguarda invece il nostro gruppo, siamo in arrivo da un’annata che si è rivelata davvero formativa: dopo il 2° posto a livello regionale e la disputa delle finali nazionali, le ragazze sono cresciute parecchio pure sotto l’aspetto del graffio caratteriale nell’affrontare le varie partite. Abbiamo una squadra in gran parte simile a quella del 2020/21, che adesso può tuttavia contare su nuove e confortanti consapevolezze: un anno in più si fa sentire. Intanto, il Memorial Camponesco ci ha consegnato riscontri molto lusinghieri anche per quanto riguarda la coralità del nostro gioco: tutte le giocatrici di movimento sono andate a segno. Come sempre ringrazio la mia vice Gaia Lusetti: un grazie poi alla società e in particolare alla dirigente Katia Ciamaroni, per la bellissima giornata di sport che abbiamo vissuto qui a Casalgrande”.

Parlando del prossimo futuro, l’allenatrice non nasconde una certa ambizione: “Al momento non sappiamo per certo quando inizierà il campionato, ma speriamo entro novembre – spiega Stefania Guiducci – Nell’attesa, abbiamo in programma di partecipare ad altri tornei: vedremo ciò che riusciremo a trovare. Per il resto, credo che questa Padana Under 15 sia pronta per cercare con convinzione un salto di qualità in più. Il lavoro da fare resta ancora tanto, quindi è necessario mantenere i piedi più che mai piantati a terra: d’altro canto, penso che si possa provare con fermezza a conquistare il titolo di categoria emiliano-romagnolo”.

Il Memorial si è concluso con le premiazioni di rito: era ovviamente presente la famiglia Camponesco, che ha seguito nel dettaglio l’intero programma gare.

Nell’occasione, sono stati anche consegnati i riconoscimenti individuali. Miglior giocatore: Paolo Canelli (Casalgrande Padana) e Matilde Giovannini (Casalgrande Padana). Miglior portiere: Mejiri Omar (Rubiera) e Viola Giubbini (Casalgrande Padana). Premio fair play: Marco Musiani (Valsamoggia) e Alessia Filosini (Modena).

La Pallamano Spallanzani ribadisce la propria piena gratitudine a quanti si sono adoperati per la buona riuscita del torneo e a tutte le squadre che hanno partecipato.

Nelle immagini, dall’alto verso il basso della pagina (fotoservizio Monica Mandrioli):

  • La Casalgrande Padana Under 17 maschile: il trainer Agazzani è il primo da sinistra
  • Il Secchia Rubiera Under 17
  • Il Valsamoggia Under 17
  • Il Lugo di Romagna Under 17
  • La Casalgrande Padana Under 15 femminile: l’allenatrice Stefania Guiducci è la prima da sinistra
  • La Spm Modena Under 15
  • Il Prato Under 15.
Please follow and like us:

Domenica al pala Keope torna il Memorial Roberto Camponesco: un palcoscenico di rilievo per Under 15 femminile e Under 17 maschile

Dopo un anno di pausa forzata a causa dei ben noti problemi legati al Coronavirus, il Memorial “Roberto Camponesco” sta finalmente per tornare: l’edizione 2021 è in programma al pala Keope per la giornata di domenica 3 ottobre.

Il torneo, organizzato ovviamente dalla Pallamano Spallanzani Casalgrande, porta il nome di uno tra i dirigenti biancorossi più attivi e rappresentativi di sempre. Serietà, costante impegno, acuto spirito di osservazione e soprattutto grande umanità: con queste doti, che contraddistinguevano il suo carattere e il suo modo di agire, Roberto Camponesco ha saputo fornire un contributo indelebile e di inestimabile valore a beneficio del club. Qui un ricordo: https://www.pallamanospallanzani.it/quattro-anni-senza-roberto-camponesco-un-piccolo-ricordo-di-un-nostro-grande-amico/

IL PROGRAMMA. Parlando nel dettaglio di questa nuova edizione, stavolta il Memorial si rivolge alle categorie giovanili: nella fattispecie, saranno coinvolte le categorie Under 15 femminile e Under 17 maschile. Niente pubblico in tribuna: l’accesso al Keope sarà consentito soltanto ai gruppi squadra. Tutte le partite prevedono la disputa di un tempo unico, della durata di 25 minuti.

Per quanto riguarda l’Under 17 maschile, quattro le formazioni in lizza: oltre alla Casalgrande Padana allenata da Marco Agazzani, il tabellone comprende anche Valsamoggia, Rubiera e Lugo di Romagna.

Questo il programma gare:

Ore 9: Casalgrande Padana – Lugo di Romagna

Ore 9.50: Valsamoggia – Rubiera

Ore 11.30: Rubiera – Casalgrande Padana

Ore 12.20: Lugo di Romagna – Valsamoggia

Ore 14.10: Rubiera – Lugo di Romagna

Ore 15: Casalgrande Padana – Valsamoggia

Al termine, il titolo verrà assegnato alla squadra che avrà raccolto più punti in classifica.

Il torneo Under 15 femminile prevede invece la disputa di un triangolare: protagoniste Modena, Prato e la Casalgrande Padana diretta da Stefania Guiducci.

Ore 10.40: Casalgrande Padana – Modena

Ore 13.40: Modena – Prato

Ore 15.50: Prato – Casalgrande Padana

Anche qui, il titolo andrà alla formazione che riuscirà a ottenere il 1° posto in graduatoria.

L’intensa giornata si concluderà con le immancabili premiazioni, previste a partire dalle ore 16,40.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Il pala Keope di Casalgrande, sede del Memorial Camponesco 2021
  • La locandina del torneo
  • Marco Agazzani, allenatore della Casalgrande Padana U17 maschile
  • Stefania Guiducci, allenatrice della Casalgrande Padana U15 femminile.
Please follow and like us:

Under 17 maschile, a Rubiera la Casalgrande Padana centra il 3° posto. Agazzani: “Buon risultato, ora dobbiamo crescere per quanto riguarda la costruzione del gioco”

Terzo posto per la Casalgrande Padana Under 17 maschile nel Memorial nazionale “Nello Corradini”: la prestigiosa competizione giovanile si è svolta ieri a Rubiera, ovviamente sotto l’organizzazione del club di casa. Come preannunciato, i nostri beniamini si sono confrontati con altre 4 formazioni di categoria: tutte le gare si sono articolate sulla disputa di un tempo unico, della durata di 25 minuti. In mattinata, i biancorossi hanno giocato nello scenario della palestra Bergianti: dopo la convincente vittoria per 16-7 sull’Ariosto Ferrara, la Padana si è piegata di stretta misura contro Parma (12-11). Nel pomeriggio, al pala Bursi, i casalgrandesi hanno avuto la meglio su Rubiera con il punteggio di 8-15: a seguire la formazione di Marco Agazzani ha fatto ritorno alla Bergianti, perdendo 11-16 contro i bresciani del Cologne.

Il girone si è quindi chiuso con Parma a quota 8 punti e Cologne a 6: Casalgrande Padana terza con 4 punti, Ferrara 2 e Rubiera 0. La giornata si è conclusa con la finalissima tra le due maggiori potenze della classifica: Cologne ha superato Parma 16-15, aggiudicandosi così la 12esima edizione del Memorial.

“Nel complesso, una trasferta che reputo fruttuosa – commenta Marco Agazzani, trainer della Casalgrande Padana U17 – Martedì scorso, al pala Keope, abbiamo disputato una vittoriosa amichevole contro Lugo di Romagna: a Rubiera i nostri ragazzi hanno compiuto ulteriori passi avanti rispetto al test contro i ravennati, e questo è già sufficiente per archiviare il Memorial con un bilancio incoraggiante. Siamo soltanto all’inizio del cammino stagionale, e il campionato non ha ancora preso il via: di conseguenza, al momento c’è davvero di che essere contenti per quanto emerso ieri. Dal punto di vista della forma fisica, l’organico sta bene e non ci sono infortuni – rimarca Agazzani – Sul piano del gioco, l’obiettivo primario da raggiungere sta nello sviluppare una pallamano meno intuitiva e più manovrata. Una nuova opportunità per crescere arriverà domenica prossima 3 ottobre, al Keope: la Pallamano Spallanzani Casalgrande ha infatti organizzato un torneo dedicato agli Under 17″.

Nelle immagini, dall’alto verso il basso della pagina (fotoservizio Pallamano Rubiera):

  • La Casalgrande Padana U17 in azione durante il Memorial Corradini
  • Il trainer casalgrandese Marco Agazzani (secondo da sinistra) e Matteo Corradini, allenatore della Modula di A2 (terzo da sinistra)
  • Un altro momento della Padana Under 17 in azione.
Please follow and like us:

Under 17 maschile, Casalgrande Padana a Rubiera per il Memorial nazionale “Nello Corradini”

In casa Pallamano Spallanzani Casalgrande è tempo di puntare nuovamente i riflettori anche sull’attività giovanile: stavolta in particolare sulla formazione Under 17 maschile, che si appresta a disputare un prestigioso appuntamento precampionato.

Dopodomani, domenica 26 settembre, i biancorossi guidati da Marco Agazzani saranno a Rubiera per il Memorial nazionale “Nello Corradini”: l’appuntamento organizzato dal club biancorossoblù giunge alla sua dodicesima edizione.

Il tabellone U17 comprende in tutto cinque squadre: l’elenco raccoglie Rubiera, Parma, Ariosto Ferrara, i bresciani del Cologne e ovviamente la Casalgrande Padana.

Questo il programma gare che coinvolgerà i nostri beniamini.

Ore 9 – Palestra Bergianti: Casalgrande Padana – Ariosto Ferrara

Ore 9.50 – palestra Bergianti: Parma – Casalgrande Padana

Ore 14.55 – Pala Bursi: Rubiera – Casalgrande Padana

Ore 16.15 – pala Bursi: Casalgrande Padana – Cologne.

Al termine del girone, le prime due classificate si sfideranno per la conquista del titolo: la finalissima si giocherà sul parquet del pala Bursi, a partire dalle ore 17,25. Tutte le gare verranno disputate su un tempo unico, della durata di 25 minuti: se la finale si dovesse chiudere in parità, l’assegnazione del Memorial sarà decretata attraverso i tiri di rigore.

Casalgrande spera quindi di continuare una favorevole tradizione consolidata: infatti, la pallamano biancorossa ha sempre avuto particolare fortuna nel contesto del torneo Corradini. Solo per citare la storia più recente, due anni fa la Padana si è imposta nell’ambito dell’Under 17 femminile: lo scorso anno è invece arrivato il trionfo dei ragazzi U19.

L’accesso al pubblico sarà consentito soltanto al pala Bursi: ovviamente, per entrare bisognerà avere il green pass.

Nella foto a centropagina: Marco Agazzani, allenatore della Casalgrande Padana Under 17.

Please follow and like us:

Cambio di ruolo per Alberto Barbieri: “La decisione di smettere con la pallamano giocata è stata sofferta, ma il Gs Spallanzani Casalgrande potrà comunque contare su di me. In particolare, sto già collaborando con i dirigenti che seguono la Modula di A2 e l’Under 20 maschile”. Sulla squadra di seconda serie: “La gara d’esordio contro il Verdeazzurro Sassari sarà davvero complessa, ma anche molto motivante”

Nuova vita pallamanistica per Alberto Barbieri: anche se il suo nome non compare più nell’organico di giocatori targato Modula Casalgrande, l’ormai ex pivot/ala classe ’89 è comunque rimasto nell’ambiente biancorosso con l’incarico di collaboratore della dirigenza. “La decisione di smettere con la pallamano giocata è stata sofferta, inutile negarlo – evidenzia il diretto interessato – Tuttavia, gli impegni lavorativi sono arrivati a occupare una parte molto larga della mia giornata: di conseguenza non sarei più riuscito ad allenarmi con l’efficienza a cui ero abituato, e così ho preferito lasciare il 40×20 sia pure a malincuore”.

Una nota di carattere storico: per quanto tempo hai vestito la casacca casalgrandese da giocatore?

Effet de l’utilisation de pde 5i sur le achat de cialis tadalafil poumon.

Effet https://www.cialispascherfr24.com/cialis-pas-cher-inde-boutique/ des inhibiteurs du cyp3a4 sur prix du levitra l’avanafil.

Effet du sildénafil tadalafil 2,5mg sur la fonction pulmonaire.

“Ho iniziato all’età di 11 anni, e dunque ho inanellato oltre due decenni di permanenza nelle file biancorosse. Un lungo periodo che ha conosciuto soltanto due brevi intervalli, della durata di una stagione ciascuno: il primo a livello Under 18 nella squadra che era nata dalla collaborazione tra Casalgrande e Formigine, mentre il secondo mi ha visto impegnato con la maglia del Rapid Nonantola in A1”.

Ora, quale sarà esattamente il tuo ruolo all’interno della Pallamano Spallanzani Casalgrande durante il 2021/22?

“Sto già collaborando con i dirigenti che si occupano della Modula di A2 e della Casalgrande Padana Under 20 maschile. Tra le attività che abbiamo in cantiere, c’è pure un progetto per ampliare in modo ulteriore la visibilità di tutte le nostre squadre tramite i social: un’idea che ovviamente riguarderà pure le formazioni femminili”.

In virtù del tuo presente e dei tuoi trascorsi, è impossibile non chiederti un parere sulla Modula che ha appena iniziato a lavorare in vista della nuova stagione di A2: ci sono davvero le prospettive giuste per confermarsi nella parte sinistra della classifica? Poi, la transizione da un allenatore a un altro può sempre creare alcuni problemi: nelle prime fasi del campionato, il cambio da Fabrizio Fiumicelli a Matteo Corradini potrà quindi determinare qualche intoppo?

“Come è noto, la Modula ha appena spedito agli archivi la prima settimana del lavoro preparatorio. Anche se siamo soltanto agli inizi dell’annata, ho visto che i miei ex compagni di squadra sono partiti nella maniera migliore: li ho visti davvero carichi, con molta energia pure sotto l’aspetto motivazionale. Inoltre Corradini non proviene certo dalla luna, perchè da anni rappresenta un autentico punto di riferimento della nostra realtà pallamanistica: adesso Matteo è al timone di una squadra che lui conosce già molto bene, e di conseguenza credo proprio che non ci sarà alcun inghippo legato al cambio di allenatore. Per quanto riguarda invece gli orizzonti in termini di classifica, al momento preferisco non parlarne troppo: concedetemi un po’ di scaramanzia”.

Comunque sia, all’interno del girone B quali sono le formazioni più accreditate per puntare ai play off? Poi, faresti cambio con Rubiera? Avresti preferito il tabellone A?

“Per avere un quadro d’insieme più chiaro bisognerà aspettare la fine del mese di agosto, quando tutti gli organici delle nostre future avversarie saranno definiti in maniera completa. Ad ogni modo, qui mi sbilancio fin da ora indicando Lions Teramo e Cingoli come maggiori pretendenti in chiave play off: altre squadre ben accreditate per centrare i primi 2 posti della classifica sono quindi Follonica, Camerano, Romagna e Verdeazzurro Sassari. Quanto al resto, più che far cambio con Rubiera, di certo mi sarebbe piaciuto disputare i derby emiliani contro Parma e appunto contro i biancorossoblù di Lassouli: il nostro girone prevede numerose partite di elevato livello, e questi quattro confronti avrebbero dato ancora più pepe al cammino che ci attende”.

A proposito del Verdeazzurro che tu hai menzionato, la Modula inaugurerà il proprio cammino in campionato ospitando proprio la compagine isolana: l’appuntamento, giova ricordarlo, è previsto al Pala Keope per sabato 11 settembre a partire dalle ore 18,30. Che tipo di partita immagini?

“Un avvio parecchio complesso, ma al tempo stesso parecchio motivante. Con una rivale così accreditata e ben attrezzata, i nostri ragazzi dovranno mostrare appieno di che pasta sono fatti: in poche parole la Modula sarà costretta a estrarre tutto il proprio artiglio pallamanistico fin da sùbito, senza alcun tipo di rilassatezza. Aspettando l’inizio dell’agenda ufficiale, colgo intanto l’occasione per rivolgere un consistente “in bocca al lupo” a tutta la Pallamano Spallanzani Casalgrande: dirigenti, giocatrici, giocatori, collaboratori. Ci attende un’annata davvero intensa: il compito di renderla fruttuosa sarà come sempre arduo, ma non certo impossibile per noi”.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Alberto Barbieri in azione con la maglia della Modula Casalgrande durante lo scorso campionato di A2
  • Un’altra immagine di Alberto Barbieri
  • La Modula Casalgrande 2021/22 durante il raduno di lunedì scorso, 2 agosto
  • Il nuovo trainer Matteo Corradini
  • Da sinistra, il terzino casalgrandese Emanuele Seghizzi e il terzino/centrale Marco Giubbini
  • Il terzino biancorosso Younes Id-Ammou.
Please follow and like us:

A1 femminile, Asia Kristal Mangone della Casalgrande Padana di scena in Georgia per gli Europei Under 17: si parte contro l’Estonia, poi le sfide con Far Oer e Serbia

La Casalgrande Padana di serie A1 femminile è nel bel mezzo della prima settimana di allenamenti, ovviamente sotto la direzione del nuovo trainer Marco Agazzani: come più volte sottolineato, lunedì scorso le biancorosse si sono ritrovate al Pala Keope per dare inizio alla preparazione in vista del campionato che scatterà sabato 11 settembre. In questi giorni la squadra sta lavorando a ranghi abbondanti, ma non ancora completi: tra le assenti figura Asia Kristal Mangone, che sta continuando a farsi valere con la Nazionale Under 17.

Domani, venerdì 6 agosto, la selezione italiana farà il proprio esordio sul palcoscenico dei Campionati europei di categoria: la competizione continentale, denominata Ehf Championship, si svolgerà a Tbilisi in Georgia. Ovviamente la formazione azzurra potrà contare pure sul prezioso contributo dell’ala casalgrandese classe 2005, che peraltro in questi giorni ha saputo distinguersi anche nelle ultime due amichevoli preparatorie.

Prima di raggiungere la Georgia, la rappresentativa guidata da Elena Barani e Ljljiana Ivaci ha infatti disputato una doppia amichevole ad Ankara: di fronte c’erano le pari età della Turchia. Il confronto di lunedì 2 si è concluso con le padrone di casa vittoriose 24-16: tuttavia l’Italia ha saputo riscattarsi nella sfida di ieri, imponendosi con il punteggio di 16-21. Nel primo di questi test, Asia Kristal Mangone ha messo a segno 1 rete: nel secondo, la talentosa ala della Casalgrande Padana è invece arrivata a totalizzare 3 centri personali.

L’AGENDA. Ora, è dunque tempo di tuffarsi nel clima degli Europei Under 17: dopo il ritiro di Israele, il programma gare che coinvolge l’Italia ha subìto alcune variazioni rispetto a quanto comunicato in precedenza. Le azzurre sono inserite nel gruppo B insieme a Serbia, Estonia e Isole Far Oer: il tabellone A raccoglie invece Olanda, Ucraina, Georgia, Grecia e Lussemburgo. Domani, 6 agosto, la nostra selezione debutterà affrontando l’Estonia: lunedì 9 sarà quindi la volta della sfida con le Far Oer, mentre il 12 Mangone e socie concluderanno il cammino nel girone confrontandosi con la Serbia. Tutte e tre le partite avranno inizio alle ore 17 italiane, e saranno visibili in diretta sul portale www.ehftv.com .

Le prime due classificate di ciascun raggruppamento accederanno alle semifinali: la finalissima che assegnerà il titolo è quindi prevista nella giornata di Ferragosto.

“La seconda amichevole contro la Turchia ci ha consegnato una serie di ulteriori e incoraggianti miglioramenti, sia a livello difensivo sia per quanto concerne la precisione in attacco – ha detto l’allenatrice Elena Barani al sito figh.it – Ora, non resta che affrontare la nuova avventura che ci attende: fin qui le nostre ragazze sono state tutte all’altezza della situazione, dimostrando di avere il carattere e lo spirito che servono”. Oltre alle già citate Barani e Ivaci, lo staff tecnico della selezione Under 17 comprende pure la preparatrice dei portieri Adele De Santis e Beppe Tedesco: nella fattispecie, quest’ultimo riveste il ruolo di coordinatore delle nazionali femminili.

La nostra Asia Kristal Mangone non è certo nuova a cogliere vittorie di prestigio: il mese scorso, a Chieti, lei ha saputo distinguersi anche nelle file dell’Italia Under 19 che ha conquistato il titolo europeo. Se a Tbilisi arrivasse un ulteriore trionfo, la promettente ala biancorossa piazzerebbe un bis davvero memorabile.

In bocca al lupo azzurre, e in bocca al lupo Asia!

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Tre immagini di Asia Kristal Mangone (la seconda con la maglia della Nazionale)
  • Elena Barani, allenatrice della Nazionale azzurra Under 17 (foto Figh).
Please follow and like us:

Under 20 maschile, la griglia di partenza del campionato 2021/22: la Casalgrande Padana scenderà in campo già a partire da novembre

Ieri la Federazione ha ufficializzato la griglia di partenza e le formule che riguardano il campionato di pallamano Under 20 maschile. Andiamo quindi a effettuare un “giro d’orizzonte” sulle linee-guida dell’annata 2021/22: nella passata stagione il torneo è partito a gennaio, ma stavolta si inizierà prima.

UNDER 20 MASCHILE. La Youth League maschile avrà inizio con un doppio concentramento: il primo si terrà dal 5 al 7 novembre 2021, mentre il secondo avrà luogo tra il 14 e il 16 gennaio 2022.

La Casalgrande Padana allenata da Matteo Corradini è stata collocata nel girone C insieme a Romagna, Tavarnelle, Camerano, Carpi e Atellana. Il concentramento novembrino si disputerà al Pala Vallauri di Carpi, mentre il Palasport di Camerano (Ancona) ospiterà le partite di gennaio.

Questa la composizione degli altri raggruppamenti:

Girone A – Trieste, Cassano Magnago, Derthona, Ginnastica Spezia, San Giorgio Molteno, Palazzolo.

Girone B – Bressanone, Pressano, Cus Venezia, Mori, Merano, Quinto Vicentino.

Girone D – Conversano, Haenna, Girgenti, Crazy Reusia, Lanzara, Aretusa.

A seguire sono in programma due ulteriori concentramenti: il terzo dal 18 al 20 marzo, il quarto dal 15 al 17 aprile 2022. In questo caso la Casalgrande Padana verrà inserita in un nuovo gruppo denominato “2”: tale tabellone comprenderà tutte le formazioni che hanno affrontato i primi due concentramenti nei gironi C e D. Allo stesso modo, il gruppo 1 raccoglierà le squadre in arrivo dai gironi A e B.

Ogni squadra conserverà i punti in classifica ottenuti a novembre e gennaio, e affronterà tutte le squadre del proprio gruppo che però provengono dall’altro girone. In buona sostanza, durante il terzo e quarto concentramento Casalgrande affronterà Conversano, Haenna, Girgenti, Crazy Reusia, Lanzara e Aretusa.

Le finali che assegneranno lo scudetto di categoria sono previste dal 2 al 5 giugno 2022, e vi parteciperanno otto squadre: si tratterà delle quattro squadre meglio piazzate all’interno dei gruppi 1 e 2.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Matteo Corradini, allenatore della Casalgrande Padana U20 maschile (foto Petrini / Figh)
  • Il centrale Riccardo Prodi
  • Al centro, il pivot Andrea Strozzi.
Please follow and like us:

A1 femminile, una campionessa europea nelle file della Casalgrande Padana: Asia Kristal Mangone trionfa con l’Italia Under 19

L’organico della Casalgrande Padana che affronterà la prossima serie A1 potrà fregiarsi della presenza di una campionessa europea: in questo caso non stiamo parlando di un nuovo ricorso al mercato, ma di una giovane e sempre più promettente ala che sta acquisendo una solida e meritata credibilità anche a livello internazionale. Ci stiamo ovviamente riferendo alla nostra 2005 Asia Kristal Mangone, che ha appena conquistato un alloro di straordinario spessore: nella fattispecie lei ha contribuito al trionfo della Nazionale italiana femminile Under 19, che ieri a Chieti si è aggiudicata gli Europei di categoria.

Le gare della competizione continentale si sono svolte la scorsa settimana, tutte al Pala Santa Filomena della città abruzzese: le azzurre si sono presentate con ottime credenziali, ma questo titolo continentale è addirittura andato oltre le migliori aspettative della vigilia. Durante il raggruppamento preliminare, l’Italia ha conquistato due vittorie di pregio che l’hanno proiettata al turno successivo: 38-32 sulla Bulgaria, e 37-27 nel duello con la Turchia. Il cammino azzurro nel girone è terminato con una sconfitta di stretta misura contro la Serbia, che ha saputo imporsi per 25-26: un ko comunque indolore, che non ha impedito alla nostra selezione di qualificarsi alla semifinale. Il successo sulla Spagna, maturato con il punteggio di 29-26, ha permesso alla rappresentativa tricolore di guadagnare l’accesso alla finalissima: il resto è cronaca di ieri sera, quando la squadra allenata da Elena Barani e Ljljana Ivaci ha domato la Lituania nel duello che ha assegnato il primo posto (27-25).

Come al solito, Asia Kristal Mangone ha fornito un contributo di pregevole qualità: peraltro l’ala casalgrandese è riuscita a mettere a segno una decina di reti nell’arco delle cinque gare, un bottino davvero apprezzabile. “Asia Kristal è senza dubbio tra le punte di diamante biancorosse – commenta Marco Agazzani, nuovo allenatore della Casalgrande Padana di A1 – Ora, credo proprio che questo titolo potrà darle un’ulteriore e preziosa spinta motivazionale in vista del prossimo campionato. Nella massima divisione che ci attende, noi dovremo puntare parecchio sulla velocità di manovra: la presenza in squadra di Asia Kristal Mangone ci aiuterà parecchio a sviluppare tutta quella rapidità di cui avremo sicuramente bisogno. Inoltre, sono convinto che lei saprà continuare a essere protagonista anche nell’universo delle nostre formazioni giovanili. Intanto, congratulazioni a lei e a tutta la Nazionale Under 19: spero proprio che questi ottimi risultati siano di buon auspicio pure per noi qui a Casalgrande”.

Per il resto i temi di discussione all’interno della Padana non mancano, con particolare riferimento all’organico di A1 femminile: una decina di giorni fa, la società ha annunciato l’accordo con il blasonato portiere argentino Nadia Ayelen Bordon. “Un nuovo arrivo di spessore internazionale, il cui valore andrà ben oltre il semplice aspetto tecnico-agonistico – sottolinea Agazzani – Una giocatrice del suo calibro è capace di fare squadra nel vero senso del termine, e non mi riferisco soltanto alle qualità in termini di rendimento: la sua esperienza e i suoi consigli saranno fonte di miglioramento per le tante ragazze emergenti che abbiamo in squadra. Inoltre, mi preme sottolineare un altro aspetto non di poco conto – rimarca l’allenatore – Con l’innesto di Nadia Ayelen Bordon, non significa affatto che le nostre giovani guardiane siano state bocciate: tutt’altro. Melissa Lamberti e Valentina Bonacini sono due portieri di consistente valore e di ottime prospettive: peraltro, sono doti che entrambe hanno già messo in luce durante il campionato di serie A2 della passata stagione. La prospettiva di avere una nuova collega di ruolo così blasonata sarà molto utile a Melissa e Valentina: sia per perfezionarsi sempre di più, sia per ricavarne un ulteriore incentivo a fare bene”.

Sempre nei giorni scorsi, la Federazione ha reso nota la griglia di partenza della prossima serie A1 femminile: 12 le squadre in lizza. “Bene così – rimarca il trainer biancorosso – Un campionato troppo ristretto, con sole 8 o 10 formazioni, mi sarebbe piaciuto decisamente meno: più si gioca meglio è. Una formulazione con 12 compagini è l’ideale per dare vita a un calendario intenso: ciò aiuterà a mantenere sempre alto il livello di concentrazione e a conservare con efficacia il ritmo-partita. Quanto ai pronostici, adesso il compito di formulare previsioni è parecchio complesso: so che potrebbe sembrare una frase preconfezionata, ma in questo caso le cose stanno davvero così. Le incognite sono tante, anche perchè molti organici non sono ancora completati. Così sulla carta, Salerno si è rinnovata tanto ma resta comunque una realtà da piani alti: inoltre, ritengo che Bressanone ed Erice saranno a loro volta ottime candidate per la conquista del titolo”.

E la Casalgrande Padana? “Qui non mi pronuncio, o meglio mi pronuncerò solo più avanti – afferma Agazzani – Di certo partiamo da un gruppo di giocatrici contraddistinto da solidi valori, sia tecnico-agonistici sia umani e caratteriali: per il momento, basta così. Adesso, dobbiamo aspettare di avere un quadro ancora più chiaro sulle mosse delle nostre prossime rivali: poi, bisognerà vedere come la squadra reagirà alla nuova impostazione di lavoro. Io e Matteo Corradini abbiamo una concezione pallamanistica sostanzialmente simile – sottolinea il trainer della Padana – Tuttavia, quando si cambia allenatore è sempre inevitabile che ci sia un periodo di assestamento più o meno lungo. Inoltre, il nostro mercato in entrata non è ancora chiuso: in parte, le nostre prospettive dipenderanno pure dall’ulteriore rinforzo che eventualmente arriverà. Stiamo vagliando svariati nomi, tutti accomunati da una caratteristica sostanziale: siamo sulle tracce di una pallamanista che sappia esprimersi con efficacia nei ruoli di terzino e centrale”.

Agazzani rivolge poi il migliore “in bocca al lupo” al già citato Corradini: “Matteo è una vera risorsa per la Pallamano Spallanzani, e dunque sono davvero felice che lui sia ancora qui a Casalgrande. A lui va fin da adesso il mio cordiale “buon lavoro” per la nuova esperienza che lo attende in A2 maschile: lui guiderà una Modula che ha senza dubbio le caratteristiche per rivelarsi concreta e combattiva in ogni occasione”.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Nazionale Under 19 mentre festeggia il titolo europeo: Asia Kristal Mangone è la prima da destra (foto Massimo Mucciante/Figh)
  • Un’altra immagine di festa delle azzurre: anche qui Asia Kristal Mangone è la prima da destra (foto Massimo Mucciante/Figh)
  • Asia Kristal Mangone in azione con la maglia della Casalgrande Padana (foto Fabrizia Petrini/Figh)
  • Marco Agazzani, allenatore della Casalgrande Padana di A1, Under 20 e Under 17 femminili
  • Il nuovo portiere biancorosso Nadia Ayelen Bordon
  • Il portiere casalgrandese Valentina Bonacini
  • La guardiana casalgrandese Melissa Lamberti.
Please follow and like us: