Archivi categoria: Settore Giovanile

Al via anche le giovanili della Pallamano Spallanzani, coordinate da Ilenia Furlanetto: l’elenco completo degli allenatori

Non solo serie A2 a Casalgrande: la Pallamano Spallanzani è da sempre attivissima anche in ambito giovanile, e il ricco palmarès conquistato dal nostro club ne rappresenta una tangibile testimonianza. I ricordi sono parecchi e davvero indimenticabili: basti pensare agli scudetti femminili vinti con l’Under 16 (2016) e con l’Under 18 (primavera 2017), così come il 2° posto a livello nazionale che gli Under 17 hanno ottenuto un anno fa. In più, la storia del Gs Spallanzani comprende tanti altri piazzamenti di rilievo in ambito nazionale: tutto questo senza dimenticare gli svariati titoli regionali conquistati nel corso degli anni.


Parlando invece delle tematiche relative all’attualità, le ragazze e i ragazzi dell’Under 17 hanno già iniziato ad allenarsi: gli altri organici cominceranno invece a giorni, in concomitanza con l’avvio dell’anno scolastico. Come sempre, tra gli obiettivi primari c’è senza dubbio quello di favorire il più possibile la crescita dei ragazzi: sia sul piano sportivo, sia dal punto di vista umano. Questi dunque gli allenatori delle giovanili biancorosse per l’annata 2020/2021:


Gruppo Scuole Elementari – Ilenia Furlanetto e Laura Bertolani.

Under 13 maschile e femminile – Ilenia Furlanetto e Marco Giubbini.

Under 15 maschile – Ilenia Furlanetto.

Under 15 femminile – Stefania Guiducci e Gaia Lusetti.

Under 17 maschile – Daniele Scorziello.

Under 17 femminile – Stefania Guiducci e Gaia Lusetti.

Under 19 maschile – Fabrizio Fiumicelli.

Under 20 femminile – Giorgia Di Fazzio.


Tutte queste formazioni recano sulle maglie il marchio della Ceramica Casalgrande Padana, che nei giorni scorsi ha rinnovato l’accordo di sponsorizzazione con il nostro club. Come anticipato durante l’estate, il Settore giovanile della Pallamano Spallanzani ha inoltre una nuova coordinatrice generale: si tratta di Ilenia Furlanetto. Prima di lei il ruolo era ricoperto da Fabrizio Fiumicelli, che quest’anno si occuperà di dirigere gli Under 19 e la Modula di serie A2 maschile.
A tutti il più cordiale augurio di buon lavoro!

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Ilenia Furlanetto, terzino della squadra di A2 e coordinatrice generale del Settore giovanile biancorosso
  • Daniele Scorziello
  • Stefania Guiducci
  • Giorgia Di Fazzio.

Ceramica Casalgrande Padana ancora al fianco della Pallamano Spallanzani. Il dg biancorosso Aldini: “Il marchio della celebre azienda continuerà a comparire sulle maglie dell’A2 femminile e di tutte le nostre giovanili. Felici di avere rinnovato un accordo che dura da ormai 28 anni: una sponsorizzazione che dall’estate 2021 potrebbe acquisire ulteriore slancio”

Grande notizia per la Pallamano Spallanzani: la Ceramica Casalgrande Padana ha deciso di rinnovare l’accordo di sponsorizzazione nei confronti del nostro club, proseguendo così un sodalizio che dura ormai da quasi tre decenni. La notizia arriva direttamente da Alberto Aldini: “Oggi c’è stato l’incontro risolutivo con il cav. Franco Manfredini, presidente della celebre azienda – spiega il dg biancorosso – Si è trattato di un dialogo molto cordiale e collaborativo, da ambo le parti. Nella fattispecie, lui ha manifestato grande attenzione e stima nei confronti della nostra realtà sportiva: peraltro non avevamo il minimo dubbio in merito, visto e considerato che Casalgrande Padana ci sostiene da ben 28 anni. Per quanto riguarda nel dettaglio i termini dell’accordo, quest’anno la consistenza finanziaria della sponsorizzazione sarà inferiore rispetto al solito: si tratta ovviamente di una decisione legata alla crisi generale del mercato, causa Coronavirus. Tuttavia, nonostante i problemi che il comparto ceramico sta affrontando, il cav. Manfredini ha ugualmente deciso di mantenere vivo lo storico accordo che ci accomuna: il marchio Casalgrande Padana sarà quindi presente sulle maglie della nostra formazione di A2 femminile, ma anche sulle casacche di tutte le formazioni giovanili”.


Inoltre, la conversazione tra i vertici biancorossi e il cavalier Manfredini ha dato l’opportunità di riflettere su orizzonti temporali ben più ampi rispetto alla stagione 2020/21: “Si è parlato pure dei possibili scenari che potrebbero verificarsi tra un anno – conferma il direttore generale della Pallamano Spallanzani – A Franco Manfredini va senza dubbio il nostro grazie, non soltanto per il supporto accordato in vista dell’imminente stagione agonistica: se dall’estate 2021 la situazione di mercato risulterà essere più favorevole, il presidente di Casalgrande Padana si è infatti dimostrato ampiamente disponibile a valutare la ripresa di un appoggio economico più rilevante. Di conseguenza, se le nostre ragazze dovessero guadagnare sul campo la promozione in A1, potremo ancora contare su Casalgrande Padana come interlocutrice privilegiata”. 

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Alberto Aldini, direttore generale della Pallamano Spallanzani Casalgrande
  • Le ragazze della Casalgrande Padana di A2 femminile, ritratte durante il raduno dello scorso 24 agosto.

Settore Giovanile: l’inverno azzurro di Pallamano Casalgrande

Mentre le squadre senior Casalgrande Padana e Modula hanno rispettato la pausa natalizia prevista dal calendario dei propri campionati, in casa Spallanzani Casalgrande c’è chi invece ha continuato ad allenarsi e giocare indossando la maglia azzurra della nazionale.

In ordine cronologico, il primo a partire è stato Enrico Aldini. Ormai non più una sorpresa la sua convocazione con la nazionale maschile U18, ha partecipato, tra il 26 ed il 30 Dicembre, alla Sparkassen Cup di Merzig in Germania , dove gli azzurrini guidati dai tecnici Tedesco e Popovic hanno conquistato un buon quinto posto in un torneo che vedeva impegnate alcune tra le nazionali più forti d’Europa, tra cui la Germania, l’Islanda e le Isole Far Oer.  Buone le prove del pivot casalgrandese , capace di imporre la propria tecnica difensiva contro la fisicità importante soprattutto degli atleti  islandesi e olandesi. Giusto un paio di giorni di riposo e poi via di nuovo, questa volta verso la Polonia con la nazionale U20, per uno stage di allenamento e gare amichevoli contro i pari età della nazionale polacca, tra il 2 ed il 7 gennaio.

La seconda a partire, l’8 gennaio, è stata invece Laura Bertolani, convocata come ala con la nazionale U20 femminile sotto la direzione tecnica di Lijljana Ivaci, anche lei verso la Polonia dove le azzurrine, come per gli uomini, hanno affrontato  due amichevoli contro le coetanee polacche. Tanto minutaggio per l’atleta junior reggiana,  classe 2002, che ha potuto far apprezzare, nella sua prima vera esperienza in maglia azzurra, tutta la sua velocità e la sua determinazione difensiva, in un gruppo di cui doveva far parte anche Marianna Orlandi , che ha però dovuto rinunciare per infortunio.

La prossima partenza invece è prevista  il 22 gennaio e sarà la volta della piccola di casa, Asia Mangone. Ala, mancina, classe 2005 della nostra U15 condotta da Maja Tanic, carattere ed esplosività da vendere, è stata convocata, insieme ad altre 36 atlete, per la selezione della nuova nazionale U17 femminile, anche questa sotto la supervisione di Lijljana Ivaci.

Tanta soddisfazione in casa Pallamano Casalgrande . Ma come arrivano questi ragazzi a raggiungere questi risultati? Lo abbiamo chiesto al responsabile del settore giovanile Fabrizio Fiumicelli: ” gli obiettivi societari sono molteplici ma  il progetto è prima educativo e poi sportivo. L’educazione passa anche dal concetto fondamentale che il risultato è la naturale conseguenza dell’impegno profuso. Non c’ è risultato senza impegno e sacrificio.  Nelle nuove generazioni notiamo che questo è un concetto sempre più difficile da trasferire  .Laura, Asia ed Enrico, che ben hanno assorbito e fatto loro questo concetto, sono tutti passati dal gruppo che noi denominiamo ELEMENTARI perché frequentato da bambini provenienti appunto dalle scuole elementari dove ogni anno, grazie alla collaborazione con la direttrice didattica Fiorella Magnani e le maestre, proponiamo dalle 300 alle 500 ore annue nelle scuole per far giocare questo bellissimo gioco. Un gioco si, perché prima di essere uno sport (con tutto quello che comporta la denominazione di sport) la PALLAMANO è un gioco, ed è divertente e molto immediato. Sfruttando queste caratteristiche facciamo giocare i bambini dai 7 ai 10 anni insegnando loro le basi del movimento umano. Da qui all’ U13 ,in cui la tecnica insegnata prende più spazio, poi U15, un campionato che inizia ad essere agonistico, fino alle categorie u17 e 19 dove i nostri ragazzi arrivano a significativi risultati anche in ambito nazionale ed iniziano a trovare spazi nelle nostre prime squadre.”

Squadre juniores: U20f fuori dalla Youth League. U19m aggancia la testa della classifica

Week end intenso (14 e 15 dicembre) per le squadre juniores a targa Casalgrande Padana.

La U20f impegnata nella conclusione del main round della Youth League nazionale non riesce per un soffio a centrare l’impresa di entrare nella final four. Nella giornata di Sabato infatti, le ragazze di mister Corradini impegnate a Pontinia, si arrendono per 29-26 al Conversano, dopo una gara dai due volti, con un primo tempo sottotono ed una seconda frazione giocata decisamente con più intensità. L’assenza per infortunio di Marianna Orlandi si fa sentire parecchio nell’economia di gioco, ed un finale nervoso in cui lo stesso Corradini ha rimediato un cartellino rosso per proteste verso il duo arbitrale, hanno fatto il resto. A nulla è valsa l’ampia vittoria di domenica sulle padrone di casa del Cassa Rurale Pontinia per 26-16 delle ragazze reggiane. Casalgrande Padana e Jomi Salerno, a pari punti nel girone, escono entrambe di scena e ad accedere alla final four saranno Conversano e Nuoro.

Soddisfazione invece per la U19m che domenica, tra le mura del PalaKeope ancora una volta gremito per seguire i Di Fazzio boys, si impone su Bologna United per 24-21. Casalgrande piazza così un ottimo break in classifica lasciandosi alle spalle i felsinei, e conquista il secondo posto restando agganciato ad un solo punto dalla vetta, ora occupata da Pallamano Modena. Gara ostica e molto fisica, che  ha permesso ai ragazzi di casa di esprimere la propria consueta velocità e fluidità di gioco solo a tratti. Ma tanto è bastato ad arrivare fino al + 6 nella seconda frazione di gioco, poi ben amministrato in difesa nonostante gli assalti dei bolognesi decisi a rientrare in gara. Prossimo appuntamento per la U19m, mercoledi 18 in trasferta contro Parma Pallamano.

Settori Giovanili: un tranquillo week end di vittorie

Fine settimana (22/23/24 Novembre)  fitto di impegni e gare per i settori giovanili a targa Casalgrande Padana, costellato da tante vittorie realizzate dai più piccoli ai più grandi. Un movimento quindi in crescita non solo numericamente, dove registriamo un +10% delle iscrizioni, ma anche in termini di valori espressi sul campo, grazie anche all’ottimo lavoro fatto dai tecnici coordinati dal responsabile Fabrizio Fiumicelli.

Iniziamo dall’U17M che esce vittoriosa dal campo di Sportinsieme facendo propria la gara per 25-30.

Nei concentramenti U11, le squadre guidate dalla bomber Ilenia Furlanetto tornano imbattute: la U11F vince una delle gare e strappa un pareggio nel secondo match, mentre l’U11M vola e riporta a casa ben due vittorie.

Meno bene le ragazze dell’U13 che nel concentramento di Ferrara si arrendono per 08-20 contro un decisamente più forte Ariosto prima, e poi cedono 15-22 contro Romagna Handball.

A “vendicare” le sorelle minori ci pensano invece la U17 e la U15 femminili, guidate rispettivamente da Furlanetto e Tanic, impegnate entrambe in uno scontro incrociato contro Sportinsieme: la U17 esce vittoriosa dal campo di Castellarano imponendosi per 13-33, mentre le ragazze di Maja Tanic imperversano al Keope vincendo 43-5.

Tornando al maschile poi, la U15 diretta magistralmente da Stefy Guiducci diventa corsara al Palamolza, strappando una vittoria di misura ma preziosissima contro una agguerrita Pallamano Modena, su cui vince per 17-19.

Last but non least, arriva nel pomeriggio domenicale del PalaKeope la convincente vittoria per 30-15 della U19M guidata da Giorgia Di Fazzio, contro il Rapid Nonantola. Per capitan Aldini e compagni gara mai in discussione, seppur con qualche piccola sbavatura in attacco, i casalgrandesi operano una difesa pressochè perfetta, ben sostenuta anche dalle parate sia di Prandi che di Lanzi. Molto bene Abel Rondon in fase di “uno avanti”  e di contropiedista.

U19 maschile: Spallanzani fa la voce grossa nel derby con Rubiera

Finisce 21 -19 per Pallamano Modena la prima giornata del campionato U19 maschile per i ragazzi a targa Casalgrande Padana, in una partita che, tra le mura del Palamolza di Modena, ha regalato emozioni a non finire al numeroso pubblico e in cui , a distinguersi sono stati, tra i padroni di casa “i soliti” Meletti, Pugliese e Filippini, mentre tra gli ospiti, gli “altrettanto soliti” Prodi, Prandi e Aldini, sostenuti da uno Strozzi in continua ascesa tecnica.

Una sfida quella con i modenesi che da sempre mostra l’alto tasso tecnico di due squadre che a livello giovanile giocano una ottima pallamano.

Se i Di Fazzio boys hanno steccato la “prima”, nonostante la sconfitta di misura, è arrivato poi il 16 ottobre l’immediato riscatto. A farne le spese, nel secondo derby in tre giorni, la Pallamano Secchia Rubiera, in una gara senza mai storia, nonostante i favori del pronostico fossero tutti a favore degli ospiti, viste anche le assenze nel team ceramico ed il nuovo approccio ad una categoria superiore.

Un match particolare, in un PalaKeope gremito come per le gare delle squadre senior, che rivede, questa volta sulla panchina del Rubiera, l’ex di turno Yassine Lassouli, fino a pochi mesi fa allenatore della A1 femminile casalgrandese. Tenacia, velocità, contropiedi fulminanti ed una difesa granitica, portano Casalgrande ad un vantaggio di 18-6 alla fine del primo tempo, con Rubiera che non trova il bandolo della matassa e non riesce a ricucire l’enorme vantaggio che i ragazzi di Giorgia Di Fazzio hanno, azione dopo azione, accumulato, confermando le motivazioni che, nello scorso giugno , li hanno portati a laurearsi vice campioni d’Italia.

Non cambia il trend della seconda frazione di gioco: Rubiera tenta di evitare l’ “imbarcata” portando in marcatura a uomo Aldini e Prodi, ma non riuscirà ad evitare che a salire in cattedra siano Strozzi, implacabile in attacco, e Prandi insormontabile in porta. I casalgrandesi controllano la gara   fino al conclusivo 31-17 che li portano alla conquista del derby con ben 14 reti di vantaggio ed i primi due punti in classifica.

 

Casalgrande Padana completa il roster: in arrivo il portiere Andrada Bulache

A 45 giorni dall’inizio del campionato, Casalgrande Padana chiude il mercato e completa il roster per la prossima stagione con l’ingaggio di Andrada Bulache.

Diciannovenne, di origine rumena ma con cittadinanza sportiva italiana, Bulache è cresciuta pallamanisticamente al Flavioni Civitavecchia, guidata dall’esperienza di un tecnico di qualità come Patrizio Pacifico. Nell’ultima stagione, nonostante la giovane età, è stata il primo portiere del Flavioni, occasione che le ha permesso di incamerare importanti esperienze di gioco e di ben figurare in numerose gare, tanto che, a mercato aperto, diversi sono stati i club interessati al suo ingaggio. “Alla fine l’abbiamo spuntata noi –dice il dg Aldini-, dopo mesi in cui abbiamo davvero faticato a trovare l’atleta giusta per difendere la nostra porta. Siamo abituati a lavorare con i giovani e cerchiamo di coltivare e far crescere il loro talento grazie al nostro staff tecnico, in cui quest’anno abbiamo inserito anche Stefan Gherman come preparatore dei portieri, e così sarà anche per Andrada. Avere molte coetanee in squadra poi, la aiuterà ad inserirsi al più presto nel gruppo. Voglio poi ringraziare Eleonora Gorla e Patrizio Pacifico (presidente ed allenatore del Flavioni, ndr): l’ottimo rapporto tra le due società e la loro disponibilità al dialogo ci ha permesso di concludere in modo positivo questa operazione di mercato”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Eleonora Gorla che dice:” Siamo contenti per Andrada che andrà a fare esperienza in una società che lavora bene da anni e punta tanto sui giovani. Non nego che per noi la sua assenza  sarà un problema da affrontare, ma auguriamo a lei e a Casalgrande Padana tante soddisfazioni.”

Bulache sarà a disposizione di mister Corradini dal prossimo 12 agosto.

Settore Giovanile: L’U15F si prende un fantastico quinto posto alle finali nazionali

Si chiude il sipario sull’ultimo evento giovanile della stagione: il festival della pallamano di Misano Adriatico. Tra le 72 squadre  partecipanti, anche l’U15 femminile a targa Casalgrande Padana, guidata dal super bomber Ilenia Furlanetto, che parte nel girone eliminatorio con Tushe Prato e la testa di serie Cassano Magnago. Passaggio obbligato agli ottavi dopo aver mantenuto il secondo posto nel girone, che vengono passati in modo convincente contro Nuoro, poi, l’eliminazione sul quarto di finale per mano di Mezzocorona, che vincerà poi, il giorno successivo, il titolo nazionale contro PDO Salerno.

La finale per il quinto posto vede poi le casalgrandesi opposte di nuovo a Prato, in una gara nella quale le reggiane si impongono di nuovo per 26-18 in un match che le toscane non riescono mai a mettere in discussione.

“Sono molto contenta della prova delle mie ragazze- dice coach Furlanetto- perchè siamo arrivate quinte in un campionato nazionale rimediando di fatto una sola sconfitta, proprio contro quel Mezzocorona che ha dimostrato di essere davvero la squadra migliore, tanto da guadagnarsi il titolo. Una esperienza importante per le ragazze, che spero abbia loro insegnato tanto, dove hanno dimostrato di saper essere un gruppo unito e che mi fa sperare molto bene per il futuro”.

Pallamano Nazionale: Aldini e Prodi verso la Svezia con la nazionale U17m

Vanno in archivio le finali nazionali U17 da dove il team ceramico a marchio Casalgrande Padana ritorna con uno splendido argento, e prende il via invece l’attività estiva della nazionale giovanile.

20 i convocati a disposizione del direttore tecnico Riccardo Trillini e dei suoi collaboratori Popovic , Malavasi e Palazzi, che svolgeranno lo stage dal 24 al 30 Giugno a Modena, in preparazione alla trasferta in Svezia, dove, dall’1 al 5 Luglio, all’interno della “Partille Cup” di Goteborg, avrà luogo lo European Open. Italia inserita nel preliminary round con Romania, Austria, Olanda, Islanda e Montenegro. Si inizia a fare sul serio quindi  sulla strada in preparazione al campionato europeo del 2020, in cui gli azzurrini dovranno difendere il posto nella prima divisione europea.

Enrico Aldini

Tra i 20 convocati allo stage, ancora una volta Enrico Aldini, pilastro della difesa di Casalgrande e su cui i tecnici azzurri puntano a costruirgli intorno la linea difensiva azzurra, inglobato nel gruppo dei pivot. Accanto a quella del suo capitano, arriva però anche la grande soddisfazione per la convocazione di Riccardo Prodi, il velocissimo centrale dei Di Fazzio boys, protagonista alle finali nazionali, la cui rapidità ed agonismo non sono passati inosservati agli occhi dei tecnici federali, inglobato nel gruppo centrali e terzini.

Riccardo Prodi

Quasi curiosa la storia di questi due ragazzi, insieme da sempre, che potremmo quasi riassumere con il titolo “Dalla scuola materna alla Nazionale”: una volta di più,oltre all’argento appena conquistato dai suoi ragazzi, la città di Casalgrande ha di che essere orgogliosa dei propri giovani.

Il responsabile del Settore Giovanile, prof. Fiumicelli:” Trovo questa convocazione ampiamente meritata, per maturità,impegno, talento e capacità di questi ragazzi. Hanno lavorato duramente tutta la stagione per raggiungere risultati davvero fantastici. Se da un lato la convocazione di Aldini è ormai una conferma, dall’altro, quella di Prodi dà la misura effettiva di come il progetto che portiamo avanti sui nostri giovani, frutto della collaborazione tra tutti i tecnici ed i dirigenti della società, stia portando risultati esaltanti. E’ per loro una ulteriore occasione di crescita e sarà una esperienza faticosa ma entusiasmante, ma anche di responsabilità: la maglia azzurra si sa, esige rispetto.”

Finali Nazionali U17 maschile: Spallanzani Casalgrande è vice campione d’Italia

Cassano Magnago, Pala Tacca, 15 Giugno ore 17.30: va in scena la finale scudetto U17 maschile, tra i padroni di casa del Cassano e lo Spallanzani Casalgrande, a marchio Casalgrande Padana.

Palazzetto gremito dai tifosi di casa e da tanti che da Casalgrande sono arrivati a sostenere i propri ragazzi perchè, se sulla carta  tutto dice Cassano Magnago, sognare comunque non costa niente e Casalgrande è la squadra dei miracoli.

Un roster eterogeneo per età ed esperienza dei ragazzi, amalgamato mese dopo mese dal coach Giorgia Di Fazzio, allenatrice donna su cui, in un mondo al maschile, la dirigenza della società ha puntato forte, sapendo trattarsi della persona giusta. Dopo aver centrato l’obiettivo stagionale della qualificazione alle finali nazionali, grazie al primo posto assoluto in regione, il percorso degli U17 casalgrandesi passa attraverso il girone eliminatorio con Cingoli ed Halikada, dove si aggiudicano la testa della poule e l’accesso diretto ai quarti di finale. Eliminato nel quarto con una prova concreta Pallamano Malo, il team ceramico affronta in semifinale Pallamano Pressano, che vanta ben tre azzurri in squadra e su cui si impone ai rigori dopo una gara tiratissima e per certi versi rocambolesca e che fa scendere lacrime di gioia e liberatorie ai giocatori , al duo di allenatori Di Fazzio /Fiumicelli ed al pubblico:  il miracolo della finale scudetto è servito. Casalgrande lascia dietro Pressano e Merano e stacca il biglietto della lotteria che può portarla sul tetto d’Italia.

Non sarà così: il verdetto finale dirà Cassano Magnago, che si impone sul team reggiano per 27/21, in una gara sempre condotta bene, con Casalgrande a rincorrere, ma in cui questi ragazzi hanno dimostrato a tutti di meritare largamente di essere lì e di come non ci fosse nulla di casuale in quella finale: quelle che si sono affrontate sono le migliori squadre giovanili d’Italia e, se Cassano ha palesato la sua superiorità, Casalgrande ha dato prova della crescita esponenziale dei suoi ragazzi e del loro carattere indomito, gente che non si inchina davanti a nessuno che non lo meriti veramente.

Così Giorgia Di Fazzio: “ Ieri abbiamo perso, ma abbiamo tenuto testa ad una squadra ad oggi superiore a noi, senza tirarci indietro, senza paura e con onore. Ci sono vittorie da cui non si impara nulla, e sconfitte che sono mattoni per future e più grandi vittorie, sportive e personali. Voglio ringraziare davvero tutti: da Fabrizio Fiumicelli che più di ogni altro conosce questi ragazzi e che mi ha aiutato sia in palestra durante la preparazione che in panchina durante queste gare, ad ogni genitore e collaboratore . Ma soprattutto ringrazio questo gruppo pazzesco di ragazzi che non si arrendono mai, questa squadra che ha voglia di crescere e fame di risultati. Questi miei ragazzi che sono riusciti a stupirmi, ad emozionarmi, a farmi sfiorare a distanza di tre anni un nuovo scudetto giovanile, dopo una sola stagione di lavoro insieme. Il futuro, può riservarci solo altre soddisfazioni.”