LA PALLAMANO: UNO STILE DI VITA!

Ci sono diversi tipi di Pallamano, la “Pallamano Giocata”, la “Pallamano Allenata” e la “Pallamano da Scrivania”. IMG_1424

Credo che l’una non possa esistere senza l’altra, sono legate da un filo indissolubile e tutte quante sono importanti per la vita di una società.

 

Mi chiamo Elena Trinelli, ho 32 anni e sono il “tuttofare” della Pallamano Spallanzani di Casalgrande.

Ho giocato a pallamano per 16 anni, ai tempi delle scuole medie ho incontrato sul mio cammino il mitico Prof. Tarcisio Venturi (ora Pallamano Secchia Rubiera) che nelle ore di ginnastica  mi ha fatto conoscere questo bellissimo sport, e non finirò mai di ringraziare perché oltre a questo mi ha insegnato i valori etici ed educativi che la disciplina sportiva si porta dietro.

Faccio parte della Pallamano Spallanzani da sempre, da quando ho smesso di giocare, 6 anni fa, sono rimasta all’interno della società in veste di “dirigente”, per cercare di dare una mano  dove mi era possibile, perché non sarei mai riuscita a rimanere fuori da questo mondo.

In questi anni però mi sono accorta che le cose sono un po’ cambiate da quando ero io a calpestare il parquet. Il mondo in questi anni è cambiato e il tempo corre, la tecnologia è diventata parte integrante della nostra vita, e non ci sono più i bimbi che giocano nei cortili.

 

I ragazzi degli anni 2000 sono molto diversi dalla “mia Generazione”, sono cresciuti in un mondo dove c’è tutto e spesso fanno fatica ad apprezzare le piccole cose, quelle che a noi facevano battere il cuore.

Noi giocavamo nelle piazze sull’asfalto, sul cemento e sull’erba (quei tornei sono pezzi di storia che non dimenticherò mai), con divise riciclate da vecchie squadre, se avevamo bisogno di una fasciatura o di una crema andavamo in farmacia e la compravamo perché era normale così.

Adesso invece se non gli dai la divisa nuova all’ultimo grido o la benda per la fasciatura non sono contenti, forse siamo noi i primi a sbagliare o forse il mondo attorno a noi gira troppo veloce.

 

A volte penso che bisognerebbe rallentare un po’ e tornare un attimo indietro per riassaporare quel senso del divertimento e di rispetto che faceva parte della nostra formazione.

Sono 6 anni che pratico la “Pallamano da Scrivania” e posso dire con certezza che finchè giochi non capisci realmente quello che è il lavoro che le società come la nostra devono affrontare.

 

Spesso incontro persone che mi chiedono perché perdo del tempo per la Pallamano, beh la risposta è molto semplice.

Oltre alla Passione che provo per questo sport, io vorrei che i ragazzi del giorno d’oggi possano vivere almeno un po’ di quello che ho vissuto io, perché la Pallamano (come qualsiasi sport di squadra) è una disciplina fondamentale per la formazione di un ragazzo.

Vedere i bambini dell’U12 che giocano insieme e leggere il tema di un bambino che sogna di diventare un campione mi riempie di orgoglio perché vuol dire che il tempo che perdiamo per questo sport è tempo SPESO BENE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *