Luca Galluccio in panca con Nuova Era in serie A

È ufficiale, Luca Galluccio sarà il nuovo allenatore della squadra di pallamano maschile targata Nuova Era per la prossima stagione agonistica 2013/14 in massima serie.

Luca Galluccio nella stagione agonistica appena conclusa ha guidato e portato alla vittoria del campionato di serie A2 maschile il Parma pallamano conquistando la promozione in serie A1, ma per motivi di natura economica la squadra Farnese non si iscriverà al prossimo campionato ripartendo forse dalla serie B.

Alla luce delle decisione presa dalla società di Parma Luca Galluccio si è reso disponibile a varcare il fiume Enza ed accettare la panchina di Nuova Era per mettersi in gioco in massima serie con grande soddisfazione della società Reggiana che aveva già pensato a mister Galluccio, per sostituire il dimissionario Paolo Spallanzani, ancor prima degli eventi che hanno portato il Parma a decidere alla rinuncia del campionato di serie A1.

Stimato e conosciuto come un conoscitore ed esperto di pallamano ed un buon lavoratore con i suoi atleti Mister Galluccio, a Casalgrande come per lo scorso anno a Parma, avrà a disposizione, oltre agli ormai noti veterani rimasti a Casalgrande, un certo numero di giovani ed è proprio per questa sua esperienza con i giovani che la società Reggiana si è indirizzata ed ha cercato l’ingaggio di Luca Galluccio come allenatore di Nuova Era.

Diamo quindi il benvenuto a Mister Galluccio con l’augurio di un buon e proficuo lavoro in quei di Casalgrande e che la stagione agonistica che andrà a venire sia piena di gratificazioni e di soddisfazioni per lui e piena di successi per Nuova Era.

Nel frattempo siamo in attesa delle decisioni del Consiglio Federale, che si dovrebbe riunire oggi a Roma, in merito al campionato di serie A maschile.

Dopo le diverse defezioni annunciate dalla stampa e dai vari media, si conoscerà finalmente il numero reale delle società che hanno aderito al massimo campionato e di conseguenza alla formula del campionato, non escludendo la possibilità che sia strutturato su due gironi, anziché i tre previsti dal vademecum

 

Casalgrande 24 Giugno 2013.

 

c. t.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *