A1F: tempesta di Tanic e Lusetti su Nuoro. Casalgrande Padana strappa due punti.

Finisce 30-35 la gara tra Oj Solutions Nuoro e Casalgrande Padana del 30 Novembre , valida per l’ottava giornata del girone di andata.

Le ragazze di mister Corradini, chiamate ad uscire dalla complessa situazione di classifica in cui si stavano impantanando, rispondono “presente” e strappano due punti in una trasferta scontata solo sulla carta.

Le sarde reggono bene fino alla metà del primo tempo, poi Casalgrande Padana scava il solco decisivo e non basta un’ottima Podda (7 reti) a contenere le emiliane.  Se Furlanetto e Franco giocano una discreta gara e vanno rispettivamente a segno 5 e 4 volte, la vera differenza è totale appannaggio di Marijana Tanic e della 17enne Gaia Lusetti. Tanic, chiamata a diventare trascinatrice del gruppo, lo fa nel migliore dei modi e infila la migliore prestazione fin qui vista, con 11 reti: una doppia cifra che sa di riscatto personale e palesa tutto il talento della giocatrice serba. 6 invece le reti per la giovanissima Lusetti , un pò in ombra nelle ultime due gare di campionato, che ha approfittato evidentemente dello stop di novembre per ricaricare le pile e ripartire alla grande. Buona anche la prova di Bulache tra i pali e di Canessa Perez.

Due punti importanti, in una buona gara, con un trend da confermare nella prossima gara casalinga contro Leno.

Modula e Casalgrande Padana: la pallamano per dire no alla violenza sulle donne

Modula Casalgrande, militante in A2 maschile e Casalgrande Padana che milita nel massimo campionato di serie A1 femminile, hanno risposto “presente” alle iniziative proposte dal Comune di Casalgrande, assessorato alle Pari Opportunità, in occasione del 25 Novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

All’interno del PalaKeope il comune ha installato una postazione con una sedia rossa che rappresenta il posto vacante lasciato da qualsiasi donna che, vittima di violenza o stalking, si sottrae alla vita pubblica, rifugiandosi dentro sè stessa o peggio, nascondendosi alla gente.

Convinti che lo sport sia strumento educativo, e per chi come noi ha una società completa, con settori maschile e femminile non solo nelle squadre juniores ma anche con le squadre maggiori, appoggiare queste iniziative ed aiutare nel nostro piccolo ad una cultura del rispetto tout court, è importante. Lo stalking  (condotte moleste ed assillanti e forme di controllo), la violenza intrafamiliare, e la violenza agita in generale, ma in particolare verso le donne, sono reati gravi. Chi ne è vittima può chiedere aiuto al numero nazionale 1522,  rivolgersi alle tante associazioni sul territorio (come ad esempio l’associazione Non Da Sola di Reggio Emilia) oppure alle forze dell’ordine. Insieme alla “sedia rossa”, dentro al PalaKeope è installata anche una cassetta postale:  chi volesse, in questa settimana, potrà lasciare un pensiero, una riflessione, o perchè no, anche una segnalazione.

Casalgrande Padana e Modula dicono STOP ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE.

Settori Giovanili: un tranquillo week end di vittorie

Fine settimana (22/23/24 Novembre)  fitto di impegni e gare per i settori giovanili a targa Casalgrande Padana, costellato da tante vittorie realizzate dai più piccoli ai più grandi. Un movimento quindi in crescita non solo numericamente, dove registriamo un +10% delle iscrizioni, ma anche in termini di valori espressi sul campo, grazie anche all’ottimo lavoro fatto dai tecnici coordinati dal responsabile Fabrizio Fiumicelli.

Iniziamo dall’U17M che esce vittoriosa dal campo di Sportinsieme facendo propria la gara per 25-30.

Nei concentramenti U11, le squadre guidate dalla bomber Ilenia Furlanetto tornano imbattute: la U11F vince una delle gare e strappa un pareggio nel secondo match, mentre l’U11M vola e riporta a casa ben due vittorie.

Meno bene le ragazze dell’U13 che nel concentramento di Ferrara si arrendono per 08-20 contro un decisamente più forte Ariosto prima, e poi cedono 15-22 contro Romagna Handball.

A “vendicare” le sorelle minori ci pensano invece la U17 e la U15 femminili, guidate rispettivamente da Furlanetto e Tanic, impegnate entrambe in uno scontro incrociato contro Sportinsieme: la U17 esce vittoriosa dal campo di Castellarano imponendosi per 13-33, mentre le ragazze di Maja Tanic imperversano al Keope vincendo 43-5.

Tornando al maschile poi, la U15 diretta magistralmente da Stefy Guiducci diventa corsara al Palamolza, strappando una vittoria di misura ma preziosissima contro una agguerrita Pallamano Modena, su cui vince per 17-19.

Last but non least, arriva nel pomeriggio domenicale del PalaKeope la convincente vittoria per 30-15 della U19M guidata da Giorgia Di Fazzio, contro il Rapid Nonantola. Per capitan Aldini e compagni gara mai in discussione, seppur con qualche piccola sbavatura in attacco, i casalgrandesi operano una difesa pressochè perfetta, ben sostenuta anche dalle parate sia di Prandi che di Lanzi. Molto bene Abel Rondon in fase di “uno avanti”  e di contropiedista.

Casalgrande Padana: Da Siracusa arriva il nuovo terzino Federica Giarratana

La notizia è ufficiale: dopo i primi test ed allenamenti, al team di Casalgrande Padana si aggiunge la nuova atleta Federica Giarratana.

Proveniente da Pallamano Aretusa dove aveva già iniziato il campionato in serie A2, Giarratana è approdata in Emilia per motivi di lavoro ed ha immediatamente cercato un nuovo team con cui continuare ad allenarsi. I contatti tra le dirigenze delle due società hanno fatto il resto: il presidente di Aretusa, Placido Villari, visto l’interesse del team ceramico a tenere l’atleta siciliana, ha acconsentito di buon grado alla chiusura dell’operazione di trasferimento e Giarratana sarà di fatto, fino a fine stagione, a disposizione di mister Corradini.

Terzino sinistro, 26 anni, originaria di Enna, 1.70 mt per 68 kg, pur provenendo dalla A2 ha già fatto vedere  buone qualità difensive ed un temperamento da “guerriera” , mostrandosi quindi utile per un reparto che in questa prima fase di campionato ha denotato qualche difficoltà. Sportiva a “tutto tondo”, Federica (per tutti Fefè ), appassionata biker ed anche arbitro di calcio dice: “ Dopo il mio trasferimento, non potevo pensare di restare senza pallamano. Già dal primo allenamento ho trovato un gruppo di ragazze fantastiche, dalle più piccole alle senior. Spero di poter dare una mano, quanto e come lo deciderà il mister, ma, per come sono fatta io di carattere, farò comunque del mio meglio per essere utile al gruppo”.

Giarratana sarà convocabile dal coach Corradini già dalla prossima di campionato, il 30 Novembre contro l’OJ Solutions Nuoro.

A2 maschile: nel week end Modula affronta il Camerano

Domenica 17 Novembre, alle ore 18.00, Modula Casalgrande affronterà in trasferta Pallamano Camerano, reduce da una vittoria importante, nell’ultimo turno con Tavarnelle, mentre i casalgrandesi hanno dovuto cedere il passo, nonostante una discreta prova, ad una Pallamano Cingoli che ha ben dimostrato di meritare di stare nella parte alta della classifica.

Modula è chiamata a cercare con ogni mezzo il riscatto e a sistemare la propria situazione di classifica dove è stata raggiunta dal Chiaravalle, perchè nonostante le buone prove degli ultimi due turni, ancora i risultati non arrivano.

Daniele Scorziello

” Camerano –dice coach Scorziello– è una buona squadra e sa esprimersi al meglio proprio davanti al proprio pubblico. Sono diretti da un tecnico in gamba come Sergio Palazzi e praticano una pallamano improntata sulla velocità e sulla seconda fase. A noi servirà una prova importante in difesa e “tanta gamba”, perchè Camerano è squadra che corre per 60 minuti e sarà importante non avere cali di concentrazione nè fisici. Ho visto il roster in crescita da diversi punti di vista nelle ultime due gare, i ragazzi hanno giocato con maggiore continuità, e stiamo lavorando perchè questa crescita si possa trasformare da prestazione a risultato positivo ” .

La riserva sul roster che affronterà la trasferta di Camerano verrà sciolto dal tecnico venerdì 15.

 

Casalgrande Padana: il derby con Ariosto Ferrara è alle porte

Sarà nel turno infrasettimanale di Martedi 29 ottobre, alle 20.30 al PalaKeope di Casalgrande, il primo derby stagionale emiliano del campionato di A1 femminile.

Una gara non definitiva sicuramente, ma che, oltre al sapore del derby, potrà iniziare a determinare e stabilire gli equilibri della classifica e raccontare davvero ciò che queste due squadre vorranno dire nella stagione 2019/2020.

Ariosto si presenta con una gara in più, sei punti in classifica, un roster costruito con operazioni di mercato importanti e con l’obiettivo minimo di navigare in alta classifica e dare battaglia ai team che negli ultimi anni hanno imperversato sulla scena italiana, come Salerno, Oderzo e Brixen.

Casalgrande Padana arriva al derby con un solo punto in classifica, un roster composto costantemente per tre-quattro/settimi da giocatrici under 20, un gioco in decisa crescita dopo l’impasse contro  Ali Best Espresso Mestrino.  Ariosto ha l’occasione per cercare l’aggancio effettivo alla testa del campionato, scavando un solco netto sulle inseguitrici, mentre per Casalgrande Padana sarà il momento di tirare fuori le unghie sul serio e staccarsi da un fondo classifica in cui rischia di rimanere impantanata e costretta a far punti contro Nuoro e Leno, entrambe ancora al palo.

Vincerà chi “ha più fame”, chi saprà soffrire di più senza tirarsi indietro, perchè al fondo, un derby è una gara a sè e spesso non contano i pronostici o i valori espressi sulla carta.  Ma è anche il momento per Furlanetto e compagne di dimostrare al proprio pubblico, ma soprattutto a loro stesse, di voler scalare questa classifica, di non essere qui per giocarsi una salvezza, ma di esserci per confermare gli ottimi risultati ottenuti nelle ultime due stagioni, tornando ad essere la squadra temuta che negli ultimi anni si è guadagnata il rispetto di ogni avversario che ha incontrato.

U19 maschile: Spallanzani fa la voce grossa nel derby con Rubiera

Finisce 21 -19 per Pallamano Modena la prima giornata del campionato U19 maschile per i ragazzi a targa Casalgrande Padana, in una partita che, tra le mura del Palamolza di Modena, ha regalato emozioni a non finire al numeroso pubblico e in cui , a distinguersi sono stati, tra i padroni di casa “i soliti” Meletti, Pugliese e Filippini, mentre tra gli ospiti, gli “altrettanto soliti” Prodi, Prandi e Aldini, sostenuti da uno Strozzi in continua ascesa tecnica.

Una sfida quella con i modenesi che da sempre mostra l’alto tasso tecnico di due squadre che a livello giovanile giocano una ottima pallamano.

Se i Di Fazzio boys hanno steccato la “prima”, nonostante la sconfitta di misura, è arrivato poi il 16 ottobre l’immediato riscatto. A farne le spese, nel secondo derby in tre giorni, la Pallamano Secchia Rubiera, in una gara senza mai storia, nonostante i favori del pronostico fossero tutti a favore degli ospiti, viste anche le assenze nel team ceramico ed il nuovo approccio ad una categoria superiore.

Un match particolare, in un PalaKeope gremito come per le gare delle squadre senior, che rivede, questa volta sulla panchina del Rubiera, l’ex di turno Yassine Lassouli, fino a pochi mesi fa allenatore della A1 femminile casalgrandese. Tenacia, velocità, contropiedi fulminanti ed una difesa granitica, portano Casalgrande ad un vantaggio di 18-6 alla fine del primo tempo, con Rubiera che non trova il bandolo della matassa e non riesce a ricucire l’enorme vantaggio che i ragazzi di Giorgia Di Fazzio hanno, azione dopo azione, accumulato, confermando le motivazioni che, nello scorso giugno , li hanno portati a laurearsi vice campioni d’Italia.

Non cambia il trend della seconda frazione di gioco: Rubiera tenta di evitare l’ “imbarcata” portando in marcatura a uomo Aldini e Prodi, ma non riuscirà ad evitare che a salire in cattedra siano Strozzi, implacabile in attacco, e Prandi insormontabile in porta. I casalgrandesi controllano la gara   fino al conclusivo 31-17 che li portano alla conquista del derby con ben 14 reti di vantaggio ed i primi due punti in classifica.

 

Casalgrande Padana:una buona prova non basta sul campo del Brixen

Casalgrande Padana rimedia una sconfitta per 25-22 sul campo delle altoatesine del Brixen, nonostante una buona gara.

La fase iniziale del primo tempo è tutta appannaggio delle reggiane che entrano determinate a riscattarsi dalla gara precedente con Mestrino, e mantengono il controllo dell’incontro  fino alla metà del primo tempo, costringendo la panchina del Brixen a cambi anche un pò clamorosi, tanto da sostituire il portiere Pruenster con la più giovane (ma comunque forte) Anja Rossignoli. Brixen , supportata dal proprio pubblico, stringe i denti e le maglie della difesa, che si fa via via più tosta e costringe le ragazze allenate da Corradini a qualche errore di troppo. Le altoatesine ricuciono lo strappo e piazzano un buon break che, seppur non largo, le porta in fase di controllo alla fine del primo tempo, approfittando anche dei lunghi minuti passati in panchina da Furlanetto.

Una Franco attenta in fase di gestione di palla e una grintosa Orlandi,  non bastano però nella fase iniziale di secondo tempo a tenere il team ceramico agganciato alla partita, e le sudtirolesi scavano un solco significativo portandosi fino al +5.

A questo punto la gara sembra segnata, ma la Padana piazza un colpo di reni e cerca di riemergere, grazie ai bomber Tanic e Furlanetto (otto reti a testa), con Brixen che fatica non poco a mantenere il controllo dell’incontro, fino al fischio finale.

Momento del calendario impegnativo quello di Casalgrande Padana che, oltre a Brixen, dovrà prossimamente incontrare Pdo Salerno prima ed Ariosto Ferrara poi, ma l’approccio alla gara visto in Alto Adige ha mostrato un gruppo in crescita e con tanta voglia di fare bene.

A2 maschile: Modula è squadra e guadagna i primi due punti contro ADR General Contract

12 ottobre 2019, sesta giornata di andata: Modula Casalgrande si impone su ADR General Contract Poggibonsi per 35-29 e, davanti al pubblico amico del PalaKeope, raccoglie i primi due punti della stagione.

Gara importante per entrambe le squadre, ancora ferme al palo e costrette ad affrontarsi a viso aperto per poter smuovere la classifica. Modula parte con uno starting seven con Ricciardo in porta, Lamberti, Barbieri, Toro, Aldini, Scalabrini e Seghizzi. Scorziello abbassa  l’età media della squadra in campo e cambia modulo difensivo, dalla classica 6/0 vista fin qui, passa alla 5/1, e l’approccio mentale alla gara è già diverso da quelle viste precedentemente. Modula ha fame di punti e, se fino al 15esimo vi è un sostanziale equilibrio, è proprio intorno alla metà del primo tempo che Modula cerca di andare in fuga. I senesi non ci stanno e cercano di restare agganciati alla partita, ma pur con qualche calo qua e là, Modula rimane con la testa ben piantata sul collo e continua ad imporre il proprio gioco, con pazienza, con un buon giro palla, e con una fastidiosa interdizione degli attacchi avversari operata da una difesa finalmente concentrata.

Il leit motiv della gara rimane quello anche nel secondo tempo, anche se, a squadre stanche e più allungate, il numero dei goal aumenta.

11 le reti a tabellino per Mattia Lamberti, top scorer della giornata, e tanto tanto lavoro per Marco Giubbini che sa essere spina nel fianco in fase interdittiva come “uno- avanti”, ma che anche con coraggio si va a guadagnare spazi e reti davvero pregevoli. Ma più che dei singoli e del numero delle reti , vogliamo raccontare di un roster che, anche nella gestione dei cambi, ha finalmente mostrato di sapere essere squadra, di saper tenere duro e resistere anche nei momenti in cui la Poggibonsese premeva a caccia della riapertura della gara; vogliamo raccontare di un pubblico bello e numeroso che ha riempito il PalaKeope per sostenere questa squadra neopromossa e a km zero, e di un team che, con una bella e meritata vittoria, ha ringraziato il proprio pubblico nel migliore dei modi.

La strada del campionato è ancora lunga e costellata di gare difficili, ma i ragazzi di mister Scorziello, un passo alla volta, iniziano a prendere le misure al salto di categoria e spazio per fare bene ce n’è ancora tanto.

Casalgrande Padana: a Brixen una trasferta insidiosa

Trasferta insidiosa per Casalgrande Padana quella del 12 ottobre sul campo del Brixen .

Team ceramico ancora inchiodato ad un solo punto in classifica grazie al pareggio in casa del Cassano Magnago, e la delusione per la sconfitta tra le mura domestiche contro un’ottimo Ali Mestrino.

Brixen è una squadra ostica che annovera giocatrici importanti come Pruenster e Babbo, ma soprattutto è un team coriaceo in difesa e rapidissimo sul contropiede. A parte il portiere Manzini, tutte le giocatrici saranno a disposizione di mister Corradini che sulla partita afferma:” Sarà una gara impegnativa, dove non ci dobbiamo permettere di andare a corrente alternata.  Babbo e Pruenster possono fare la differenza in ogni momento e sarà importante avere pazienza da una lato e tanta grinta dall’altro, perchè le altoatesine non mollano mai. Abbiamo lavorato bene durante la settimana e credo ci siano i presupposti per approcciare positivamente la gara, tutto starà nell’affrontarla con tanta determinazione, senza titubanze e senza passi indietro”.

Fischio d’inizio alle 16.30 e diretta streaming su PallamanoTV.

Handball Team