Under 17 femminile, la Casalgrande Padana viaggia verso le imminenti finali scudetto. Elisa Rondoni: “Felice di essere tornata in campo, dopo una stagione complessa dal punto di vista fisico. Il nostro titolo regionale non mi sorprende, ma ora dobbiamo perfezionarci soprattutto in fase difensiva”

La Casalgrande Padana Under 17 femminile è in piena fase di preparazione alle finali nazionali, che si terranno a breve: le gare che assegneranno lo scudetto di categoria sono infatti previste dal 16 al 19 giugno. Appuntamento in Veneto: il ricco programma di sfide verrà disputato sui campi di Camisano Vicentino, Quinto Vicentino, Lissaro, Mestrino e Torri di Quartesolo. Le biancorosse hanno conquistato l’accesso alle gare tricolori dopo aver vinto il titolo regionale: nella fattispecie le ragazze allenate da Ilenia Furlanetto hanno fatto quasi il pieno, totalizzando 20 punti sui 24 disponibili.

Elisa Rondoni, centrale della Casalgrande Padana U17 femminile

In ambito individuale, la stagione di Elisa Rondoni è stata pesantemente condizionata da un infortunio che l’ha tenuta lontano dal parquet per parecchio tempo: tuttavia, adesso anche lei è pronta per dare il proprio contributo durante l’imminente evento tricolore. “Ho dovuto rimanere ferma molti mesi a causa di una fastidiosa lussazione alla spalla destra – racconta la centrale classe 2005 – Finalmente a inizio maggio sono riuscita a tornare sul palcoscenico agonistico, disputando quindi le ultime partite della fase regionale. A livello fisico, non posso ancora dire di essere al 100%: infatti ho subìto un infortunio simile anche alla spalla sinistra, ed è un inghippo per il quale sto tuttora praticando fisioterapia. In compenso si tratta di un problema meno grave, che mi permette comunque di giocare”.

Malak Lassouli, ala della compagine biancorossa Under 17 (*)

Elisa Rondoni si sofferma poi sul rendimento che la Casalgrande Padana Under 17 femminile ha fornito fin qui: “Quando ero bloccata a causa della lussazione, ho sempre seguito la squadra da vicino – sottolinea la centrale casalgrandese – Per quanto mi riguarda, il titolo regionale che abbiamo conquistato non rappresenta affatto una sorpresa. Lo spirito di gruppo è una dote di basilare importanza per il nostro organico, unita alla forte dose di impegno e dedizione che abbiamo riposto in qualsiasi contesto: non solo durante le partite, ma pure nel corso degli allenamenti. Questo insieme di fattori ha determinato una vera e propria miscela vincente, permettendo all’organico di sprigionare sul campo buona parte del proprio potenziale. Al tempo stesso, non sono certo qui a dire che si sia raggiunta la perfezione: si può e si deve sempre fare meglio, soprattutto a un’età come la nostra. In questa fase, ritengo che la prima urgenza stia nell’affinare le collaborazioni a livello difensivo: si tratta di una piega del gioco non certo trascurabile, ed è un aspetto sul quale stiamo continuando a fare un po’ di fatica. Ad ogni modo, i motivi di ottimismo non mancano affatto: le preziose indicazioni della nostra allenatrice Ilenia Furlanetto vanno seguite in modo scrupoloso, poichè costituiscono la via maestra per arrivare a quei miglioramenti di cui abbiamo bisogno”.

Chiara Lanzi, terzino/ala della Casalgrande Padana Under 17 femminile (*)

In terra veneta, la Casalgrande Padana si confronterà con le migliori realtà italiane della categoria: “Intanto ci stiamo concentrando in primo luogo su noi stesse – evidenzia Elisa Rondoni – Le finali italiane sono una vetrina di eccezionale rilievo, e proprio per questo teniamo parecchio a non sfigurare: posso garantire fin da ora che non lasceremo nulla di intentato, perchè tutte noi siamo animate dal chiaro obiettivo di cogliere il miglior risultato possibile. Di certo non andiamo in Veneto per fare una gita, o per farci sopraffare dai timori reverenziali: ciò deve essere chiaro fin da ora. Quanto al resto, dobbiamo ancora analizzare nel dettaglio l’elenco delle possibili avversarie: al tempo stesso il quadro generale appare già piuttosto chiaro, senza bisogno di effettuare grandi valutazioni in merito alle rivali. Quando si arriva a questi livelli, tutte le squadre presentano ostacoli decisamente tosti da affrontare – rimarca la centrale casalgrandese – Dovendo indicare un nome in particolare, occhio alle Tushe Prato. Come è noto, si tratta di una realtà che abbiamo già affrontato per ben due volte durante la stagione: le toscane erano infatti inserite nel girone emiliano-romagnolo, e peraltro hanno vinto tutte le partite. Considerando il suo altisonante ruolino di marcia, credo proprio che Prato rientri a pieno titolo tra le principali favorite in ottica scudetto: d’altro canto noi saremo pronte a giocarci le nostre possibilità di successo fino in fondo, indipendentemente dal nome delle squadre che ci troveremo a fronteggiare”.

In piedi, l’allenatrice Ilenia Furlanetto mentre dirige la Casalgrande Padana U17 femminile (*)

Tra l’altro, negli stessi giorni e sugli stessi campi, i colori biancorossi saranno protagonisti anche del tabellone Under 17 maschile: in questo caso la compagine targata Casalgrande Padana è arrivata terza in ambito regionale, piazzamento maturato in seguito alle finali che si sono disputate al pala Keope il 21 e 22 maggio. La seconda classificata Carpi ha rinunciato alle gare tricolori: le porte delle sfide scudetto si sono così spalancate per i ragazzi guidati da Marco Agazzani. I biancorossi hanno un buon piazzamento nella classifica nazionale dei ripescaggi: si tratta di una graduatoria stilata dalla Figh, che tiene conto di tutti i risultati ottenuti durante la stagione 2021/22.

Nell’immagine in alto, un momento di esultanza della Casalgrande Padana Under 17 femminile (*). Le foto di questa pagina indicate con l’asterisco sono state realizzate da Monica Mandrioli.

Agazzani: “Per ora l’obiettivo primario della Casalgrande Padana sta nel farsi trovare pronta a sostenere gli ulteriori sforzi che la stagione richiederà. Prevedo infatti che la nuova serie A1 femminile sarà ancora più impegnativa”. Under 17 maschile, buone notizie: biancorossi alle finali nazionali

“Una riconferma in cui speravo fortemente, e che in parte mi aspettavo: durante la stagione appena conclusa abbiamo ottenuto riscontri di buon rilievo sul piano del gioco, che adesso andranno consolidati durante la prossima serie A1 femminile”. Sono le prime parole di Marco Agazzani, dopo l’ufficialità della notizia che lo riguarda: il trainer biancorosso resterà alla guida della Casalgrande Padana anche nell’annata agonistica 2022/23. “Ripartiamo dal pregevole 6° posto ottenuto nell’aprile scorso – prosegue l’allenatore – Un risultato senza dubbio lusinghiero, specie considerando l’alto livello tecnico-agonistico che ha contraddistinto il campionato. Più nel dettaglio, la squadra è arrivata ad acquisire una nuova e precisa fisionomia di gioco: il lavoro in chiave futura sarà quindi finalizzato a migliorarla ancora. Senz’ombra di dubbio, le ragazze sono pronte per mettere in pratica alcuni cambiamenti e perfezionamenti nello sviluppo della manovra: innovazioni che porteranno la Casalgrande Padana a essere ancora più concreta e competitiva, così come il prossimo campionato richiederà”.

Foto di gruppo per la Casalgrande Padana 2021/22, sesta classificata in serie A1 femminile

Agazzani prevede infatti una massima divisione tutt’altro che semplice da affrontare: “Ovviamente, è ancora presto per tracciare pronostici approfonditi – sottolinea il timoniere biancorosso – D’altronde, soppesando ciò che si sente dire in giro, tutto lascia pensare che affronteremo una serie A1 fortemente livellata verso l’alto: di conseguenza, gli ostacoli da superare saranno addirittura superiori rispetto a quelli già consistenti incontrati nel 2021/22. In buona sostanza, l’intera squadra dovrà farsi trovare pronta per affrontare le rinnovate sfide che la categoria avrà in serbo per noi: è il primo obiettivo che inseguiremo, fin dal raduno previsto per fine luglio-inizio agosto. Quanto al resto, le previsioni in merito a piazzamenti e traguardi stagionali possono e devono attendere ancora”.

Da sinistra la pivot Francesca Franco e l’ala Marianna Orlandi, entrambe in forza alla Casalgrande Padana 2021/22

Nel seguire il percorso che Agazzani ha in mente, anche le nuove arrivate avranno un ruolo di primaria importanza: “Innanzitutto, sono davvero felice nel riscontrare un’elevata quantità di riconferme all’interno dell’organico – rimarca l’allenatore – Quanto al resto, confermo le parole del dg Aldini: siamo sulle tracce di due ragazze giovani, un’italiana e una straniera, entrambe con esperienze nella nostra serie A1. I contatti sono ben avviati, e confidiamo di poter arrivare all’ufficializzazione in tempi non lunghi. Si tratta di pallamaniste che ci aiuterebbero ad avere una più ampia rotazione, e che inoltre andrebbero ad accrescere in misura ulteriore il nostro già pregevole potenziale di squadra. Intanto ringrazio la società, le ragazze che hanno condiviso con me il lavoro durante l’annata 2021/22 e ovviamente tutti coloro che hanno seguito la squadra: l’entusiasmo che si è creato intorno a noi rappresenta un’ottima molla da cui ripartire con rinnovato slancio in vista del nuovo cammino che ci attende”.

Foto di gruppo per la Casalgrande Padana Under 17 maschile che ha affrontato le finali regionali al pala Keope, il 21 e 22 maggio scorsi

UNDER 17 MASCHILE. Intanto, la stagione agonistica giovanile non è ancora andata agli archivi: dal 16 al 19 giugno i parquet veneti di Camisano Vicentino, Quinto Vicentino, Torri di Quartesolo, Mestrino e Lissaro ospiteranno le finali nazionali Under 17. Nel tabellone femminile, le ragazze allenate da Ilenia Furlanetto hanno ottenuto la qualificazione dopo aver centrato il 1° posto in ambito emiliano-romagnolo: in più, la Casalgrande Padana sarà presente pure in ambito maschile. I biancorossi guidati da Agazzani hanno conquistato il 3° posto nelle finali regionali, che si sono disputate proprio al pala Keope: tuttavia la seconda classificata Carpi ha rinunciato alla fase tricolore, e così la Figh ha decretato il ripescaggio della formazione ceramica.

Mattia Bacchi, capitano della Casalgrande Padana U17 maschile

“Per i nostri ragazzi sarà senza dubbio una grande esperienza, indipendentemente dai risultati – commenta il tecnico casalgrandese – Un palcoscenico di rilevante spessore, che darà all’intera squadra una consistente e motivante occasione in più per mettere in mostra il proprio valore. Pure in questo caso è molto difficile fare pronostici, specie considerando che dovremo confrontarci con autentici colossi della categoria: d’altro canto, ciò che più conta sta nello spirito con cui i giocatori affronteranno questo impegno. Nel dettaglio, l’obiettivo della Padana U17 maschile sarà quello di costruire un’altra significativa tappa nel percorso di crescita che i ragazzi stanno portando avanti fin da inizio stagione: se avremo l’atteggiamento e il carattere giusti, avremo pure la base migliore per ottenere punteggi lusinghieri senza sfigurare. In questi giorni sto lavorando con un gruppo Under 17 a ranghi ancora incompleti, perchè questo ripescaggio non era certo così prevedibile: in compenso l’infermeria si presenta vuota, e dunque l’organico tornerà al completo nel giro di brevissimo tempo”.

Nella foto in alto, l’allenatore biancorosso Marco Agazzani. Le immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

Under 15 femminile, la Casalgrande Padana coglie l’argento regionale. Stefania Guiducci: “Nonostante il mancato titolo, la squadra ha affrontato queste finali mettendo in campo l’atteggiamento che speravo”

Medaglia d’argento regionale per la Casalgrande Padana. Nelle giornate di sabato 28 e domenica 29 maggio, il pala Boschetto di Ferrara ha ospitato le finali emiliano-romagnole della categoria Under 15 femminile: le pallamaniste biancorosse non sono riuscite a conquistare il titolo e la conseguente qualificazione alla fase nazionale, ma il 2° posto è comunque un riconoscimento lusinghiero e prestigioso che premia il grande lavoro svolto quest’anno dalla compagine ceramica. Andando con ordine, sabato 28 la formazione allenata da Stefania Guiducci ha prevalso 16-12 sulle pari età della Spm Modena: in tal modo la Padana è riuscita a staccare il biglietto per la finalissima di domenica 29, contro le padrone di casa dell’Ariosto Ferrara. Durante la stagione agonistica 2021/22, le beniamine locali hanno sempre e solo vinto: le biancoazzurre hanno quindi fatto valere il pronostico della vigilia, imponendosi anche nell’atto conclusivo col punteggio di 21-16. Per la cronaca il bronzo è andato alla Spm Modena, che sempre domenica 29 ha avuto la meglio per 23-11 nella finale 3° posto contro il Green Handball Parma.

La Casalgrande Padana Under 15 femminile mentre esulta con l’allenatrice Stefania Guiducci (in maglia bianca) dopo il successo contro la Spm Modena

“Il successo sulla Spm Modena è senza dubbio di grande valore – sottolinea Stefania Guiducci, trainer della Casalgrande Padana Under 15 femminile – Le nostre ragazze hanno prevalso fornendo una prova vivace e propositiva, contro un’avversaria che negli ultimi due mesi è stata capace di concretizzare un eccellente percorso di miglioramento. Per quanto riguarda invece la finalissima, sapevamo molto bene di affrontare la principale favorita in chiave titolo: tuttavia siamo state in grado di fronteggiare l’Ariosto in modo efficace e concreto, evitando di dare spazio a timori reverenziali di sorta. A fare la differenza contro Ferrara è stato il parziale che abbiamo subìto in avvio di ripresa: non è la prima volta che nel 2° tempo ci capita di subire un calo, e si tratta di un problema su cui in futuro bisognerà senza dubbio continuare a lavorare. In compenso, per il resto la sfida con le padrone di casa è stata contraddistinta da un sostanziale equilibrio tra le forze in campo: peraltro, anche i numeri lo testimoniano chiaramente. Di conseguenza, nonostante il mancato titolo, per noi questa trasferta estense ha senza dubbio un bilancio molto incoraggiante”.

Da sinistra, le centrali casalgrandesi Alexia Capucci e Alessandra Capellini

“Alla vigilia di queste finali regionali, avevo espresso qualche preoccupazione in merito all’atteggiamento delle ragazze – prosegue la timoniera biancorossa – Osservando il lavoro svolto nei giorni precedenti, temevo che la tensione ci avrebbe impedito di esprimere tutto il nostro valore di squadra: invece ciascuna giocatrice ha saputo affrontare l’impegno con lucidità, freddezza e senza timori, dando prova di una pregevole maturità agonistica che induce sicuramente all’ottimismo in vista dell’avvenire. Un avvenire che per molte è davvero alle porte: infatti buona parte della nostra Under 15 fa parte anche dell’organico Under 17, che a giugno disputerà le finali nazionali sempre sotto le insegne della Casalgrande Padana. Non a caso a Ferrara c’era anche Ilenia Furlanetto, che ringrazio davvero per la preziosa collaborazione. La mia gratitudine va inoltre alle ragazze e ai loro genitori – aggiunge Stefania Guiducci – Al pala Boschetto la squadra è stata seguita da una consistente comitiva di madri e padri: non a caso, durante la finalissima il pubblico casalgrandese presente in tribuna era addirittura superiore rispetto a quello ferrarese. Un ulteriore grazie va ovviamente alla società per la continua e costante vicinanza: poi a Gaia Lusetti, che a lungo è stata la mia vice prima di assumere l’impegno di guidare l’Under 15 maschile”.

Il portiere biancorosso Viola Giubbini

I TABELLINI. Questi dunque i tabellini che hanno contraddistinto le partite disputate dalle biancorosse.

CASALGRANDE PADANA – SPM MODENA 16 – 12

CASALGRANDE PADANA: Abruzzese, Bacchi, Baroni 5, Capellini, Capucci 1, Cosentino 1, Ferrari, Galletti 1, Giovannini 4, Giubbini V. (P), Giubbini C., Lanzi 3, Lassouli, Marazzi 1, Reggiani (P), Trevisi. All.: Stefania Guiducci.

SPM MODENA: De Lorenzis (P), Donati 1, Elmi 1, Ferrari 5, Filosini 2, Francesconi 1, Giannini, Macchi, Malagoli 2, Mari, Borahna, Virottieri, Belella. All.: Samuele Lazzati.

NOTE: primo tempo 12-6. Rigori: Casalgrande Padana 2 su 3, Spm Modena 3 su 4.

Un altro fotogramma della Casalgrande Padana U15 femminile durante le finali regionali di Ferrara

ARIOSTO FERRARA – CASALGRANDE PADANA 21 – 16

ARIOSTO FERRARA: Magri 9, Vanzini, Malaguti 1, Gambato (P), Di Guida 1, Vaccari, Badiali 4, Zironi 3, Degli Uberti, Guarelli 3. All.: Neli Dobreva.

CASALGRANDE PADANA: Abruzzese, Bacchi, Baroni 2, Capellini, Capucci 1, Cosentino 3, Ferrari, Galletti, Giovannini 7, Giubbini C., Giubbini V. (P), Lanzi 2, Lassouli, Marazzi 1, Reggiani (P), Trevisi. All.: Stefania Guiducci.

NOTE: primo tempo 11-10. Rigori: Ariosto Ferrara 1 su 1, Casalgrande Padana 1 su 2. Espulsa al 24’st Zironi (A) per triplice esclusione.

Nella foto in alto, la Casalgrande Padana Under 15 femminile che ha partecipato alle gare del pala Boschetto. Le immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

Under 15 femminile, la Casalgrande Padana prevale su una tenace Spm Modena: le biancorosse accedono così alla finalissima per il titolo regionale, contro le beniamine locali dell’Ariosto Ferrara

Ottimo successo per la Casalgrande Padana Under 15 femminile. Oggi, sabato 28 maggio, la formazione ceramica ha aperto al meglio il proprio cammino nelle finali regionali di categoria: al pala Boschetto di Ferrara le biancorosse hanno avuto la meglio sulla Spm Modena, ottenendo così l’accesso alla finalissima che mette in palio l’alloro emiliano-romagnolo.

Nella fattispecie, le ragazze allenate da Stefania Guiducci hanno avuto la meglio col punteggio di 16-12: una vittoria di spessore, ottenuta contro un’avversaria che ha comunque messo in campo una forte dose di brio e tenacia. Nell’altro duello odierno, le padrone di casa targate Ariosto Ferrara si sono imposte sul Green Handball Parma per 29-14: questo significa che la finale per il 1° posto vedrà per protagoniste la Casalgrande Padana e le beniamine locali.

Il programma di domenica 29 maggio si aprirà quindi con il confronto tra Spm Modena e Parma, che assegnerà la medaglia di bronzo: fischio d’inizio alle ore 15. L’atto conclusivo scatterà invece alle ore 17.30: Padana e Ariosto non si contenderanno soltanto il titolo regionale, ma anche l’unico biglietto disponibile per le finali nazionali di luglio. Entrambe le partite si giocheranno sempre al pala Boschetto, e saranno visibili in diretta integrale sulla pagina Facebook della Pallamano Ariosto Ferrara.

Nella foto in alto, la Casalgrande Padana Padana Under 15 mentre festeggia la vittoria contro la Spm Modena (immagine realizzata da Monica Mandrioli).

Under 15 femminile, Casalgrande Padana di scena a Ferrara nelle finali regionali. Stefania Guiducci: “Le condizioni per ben figurare ci sono, ma le nostre ragazze dovranno saper gestire e tenere a bada la tensione”

La Casalgrande Padana Under 15 femminile sta per affrontare l’attesissimo appuntamento previsto al pala Boschetto: il parquet di Ferrara sarà infatti il teatro delle finali regionali di categoria. Le sfide in programma sabato 28 e domenica 29 maggio assegneranno ovviamente il titolo emiliano-romagnolo, ma non solo: la squadra vincitrice si aggiudicherà anche l’accesso alle sfide scudetto, che si svolgeranno in luglio a Misano Adriatico nell’ambito del Festival della Pallamano Figh.

Chiara Bacchi, ala/terzino della Casalgrande Padana U15

LA FORMULA E IL PROGRAMMA. Nella stagione 2021/22 le squadre dell’Emilia Romagna iscritte all’Under 15 femminile sono quattro: di conseguenza tutte hanno ottenuto l’accesso alla fase finale, e la classifica emersa al termine della stagione regolare ha decretato gli abbinamenti delle sfide di sabato 28. La graduatoria vede in testa l’Ariosto Ferrara con 16 punti: seguono la Casalgrande Padana a quota 12, Spm Modena con 8 e Green Handball Parma a quota 2. Il girone comprendeva anche le Tushe Prato, che hanno a loro volta conquistato 2 punti: essendo l’unica rappresentante toscana, la compagine laniera ha conquistato in automatico il titolo regionale di categoria e l’accesso alle finali nazionali.

L’ala biancorossa U15 Linda Frascari

Per quanto concerne il programma del ricco fine settimana ferrarese, la prima sfida dell’agenda di sabato 28 maggio riguarda proprio la Casalgrande Padana. Le biancorosse, seconde in classifica, affronteranno la Spm Modena che si è invece piazzata al terzo posto: fischio d’inizio alle ore 17. Sùbito dopo sarà la volta del confronto tra il Green Parma e le padrone di casa targate Ariosto: in questo caso, si giocherà a partire dalle 19,30. Domenica 29 sarà quindi la volta delle gare conclusive: dalle ore 15 le perdenti del giorno prima si sfideranno per ottenere la medaglia di bronzo, mentre il duello che decreterà il 1° posto avrà inizio alle 17,30. Tutti gli incontri verranno trasmessi in diretta, sulla pagina Facebook dell’Ariosto Ferrara.

L’allenatrice Stefania Guiducci

GLI SCENARI. “In tutta sincerità, stiamo vivendo un periodo non facile come squadra – osserva Stefania Guiducci, allenatrice della Casalgrande Padana U15 femminile – Siamo infatti nelle ultime fasi di una stagione che si è rivelata molto impegnativa: il percorso relativo alla stagione 2021/22 ha richiesto parecchie energie fisiche e mentali, in misura addirittura superiore rispetto a ciò che le nostre ragazze si immaginavano. Ora non nego che all’interno del gruppo si respiri una certa tensione, che a Ferrara andrà gestita e incanalata in maniera efficace. L’intero organico tiene parecchio a ottenere il massimo risultato possibile, per ripetere la trasferta dello scorso anno a Misano: si è trattato di una splendida esperienza a livello sia sportivo sia umano, e dunque le nostre giocatrici vorrebbero viverla ancora una volta. Tuttavia, stavolta il compito per arrivare in Romagna è ancora più arduo: nel 2021 siamo approdate al Festival della Pallamano con un pur lusinghiero 2° posto a livello regionale, mentre stavolta bisogna necessariamente vincere il titolo. Quindi l’asticella si alza, e le nostre ragazze ne sono ben consapevoli”.

Alessandra Capellini, centrale casalgrandese U15

Al tempo stesso, la timoniera biancorossa mantiene comunque una buona dose di fiducia in vista dell’imminente appuntamento agonistico: “Anche in questi giorni abbiamo lavorato con buona efficienza, non solo sul piano strettamente tecnico ma pure per quanto riguarda la gestione degli umori. Inoltre, ci presenteremo pressochè al completo – sottolinea l’allenatrice – Il portiere Giulia Reggiani ha risolto il proprio infortunio, e dunque sarà regolarmente schierabile. L’unico punto interrogativo riguarda le condizioni di Emma Baroni, ma su di lei c’è comunque un motivato e ragionevole ottimismo: ci sono buone speranze di arrivare a una piena soluzione dei suoi problemi in tempo per sabato”.

Camilla Galletti, ala biancorossa U15

L’avversaria della Casalgrande Padana nella prima sfida sarà la Spm Modena, e i precedenti stagionali sono favorevoli alla compagine ceramica: le biancorosse hanno infatti riportato due vittorie su altrettanti incontri, 27-14 al pala Keope il 17 marzo e 14-20 lo scorso 11 maggio oltre Secchia. “Tuttavia, per noi questa duplice affermazione non è affatto una garanzia di ulteriore successo – ribadisce Stefania Guiducci – Come avevo già avuto modo di evidenziare dopo la seconda sfida, Modena è cresciuta parecchio soprattutto durante questi ultimi due mesi: di conseguenza, la Spm ha senza dubbio le qualità che servono per crearci un vasto ventaglio di ostacoli”.

Margherita Marazzi, terzino/ala della Casalgrande Padana U15

“Più in generale, i numeri assegnano all’Ariosto Ferrara il ruolo di principale favorita – aggiunge l’allenatrice casalgrandese – Del resto fin qui le biancoazzurre hanno sempre vinto, e si tratta di un dato da tenere in considerazione. L’unico “tallone d’Achille” di Ferrara è rappresentato dal fatto di avere un organico piuttosto limitato dal punto di vista numerico: noi possiamo invece contare su molte più ragazze, e si tratta di un vantaggio che dovremo sfruttare appieno nel caso di una finalissima contro l’Ariosto. Noi abbiamo la possibilità di attuare varie soluzioni di gioco, applicando un’ampia ed efficace rotazione: una dote di non poco conto, specialmente durante le finali regionali che come sempre sono apertissime a qualsiasi risultato. Quando si arriva a questi livelli, di scontato non c’è proprio nulla: un esempio in tal senso è costituito dagli attuali play out di serie A1 maschile, dove Siracusa ha conquistato la salvezza già in semifinale sovvertendo la maggior parte dei pronostici. In buona sostanza noi abbiamo le carte in regola per provare a inseguire il titolo regionale fino in fondo, ben sapendo che il compito sarà comunque molto complesso: se le nostre ragazze riusciranno a mantenere la calma e la lucidità che servono, sono certa che queste finali emiliano-romagnole saranno molto lusinghiere per noi”.

Carlotta Giubbini, ala della Casalgrande Padana U15

L’organico della Casalgrande Padana Under 15 femminile comprende Giulia Abruzzese, Chiara Bacchi, Emma Baroni, Alessandra Capellini, Alexia Capucci, Giulia Cosentino, Emma Ferrari, Linda Frascari, Camilla Galletti, Matilde Giovannini, Carlotta Giubbini, Viola Giubbini, Chiara Lanzi, Malak Lassouli, Margherita Marazzi, Giulia Reggiani e Greta Trevisi. L’allenatrice Stefania Guiducci è coadiuvata dalla sua vice Gaia Lusetti.

Nella foto in alto, la Casalgrande Padana Under 15 femminile che sta affrontando la stagione agonistica 2021/22. Le immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

Under 17 femminile, la Casalgrande Padana si congeda dalla stagione regolare superando al pala Keope il Romagna. Ilenia Furlanetto: “La squadra è in buona forma, e ora le finali nazionali saranno una grande occasione per cogliere ulteriori miglioramenti”. Asia Mangone al lavoro con la Nazionale U20

Nuova vittoria per la Casalgrande Padana Under 17 femminile: le biancorosse hanno terminato la stagione piazzando un successo di ulteriore buon auspicio, in vista delle finali nazionali di categoria previste per il mese di giugno in Veneto. Nella mattinata di domenica 22 maggio, la formazione ceramica ha terminato il proprio percorso all’interno della stagione regolare: anche se la Padana ha maturato la certezza di disputare le sfide scudetto già da parecchio tempo, le ragazze allenate da Ilenia Furlanetto hanno onorato l’impegno fino in fondo riportando un largo successo sul Romagna. Il duello si è disputato al pala Keope, e le padrone di casa hanno avuto la meglio con il punteggio finale di 35-27.

Ilenia Furlanetto, allenatrice della Casalgrande Padana U17 femminile

“Per quanto ci riguarda, l’approccio alla partita è stato dei migliori – commenta Ilenia Furlanetto – Non a caso, nel giro di pochi minuti ci siamo portate in vantaggio sul 4-1. Tuttavia a seguire abbiamo commesso qualche errore di troppo: le avversarie ne hanno approfittato appieno, arrivando così a ribaltare la situazione sul piano del punteggio. Il primo tempo si è concluso 14-12 per noi, ma in precedenza il Romagna era riuscito ad accumulare due lunghezze di vantaggio sul 6-8. Il primo tempo è stato quindi piuttosto altalenante: in compenso, durante la ripresa le nostre ragazze sono state capaci di esprimersi decisamente meglio. Dopo l’intervallo abbiamo recuperato qualche pallone in più, e ciò ci ha permesso di acquisire maggiore sicurezza in fase di ripartenza: al tempo stesso e a onor del vero va elogiata pure la forza di carattere del Romagna, che è rimasto attaccato alla gara per quasi tutto il tempo senza mai farsi schiacciare”.

La pivot casalgrandese Giulia Cosentino

“La certezza della vittoria è arrivata nei minuti finali, quando abbiamo preso il largo in maniera definitiva – evidenzia la timoniera biancorossa – Tutte le nostre 16 ragazze a referto hanno avuto l’occasione di scendere in campo, e a mio parere si tratta di un aspetto che da ancora più valore a questo successo: tirando le somme posso dire di essere abbastanza soddisfatta, considerando anche la buona condizione fisica del gruppo. La qualificazione alle finali nazionali era l’obiettivo di base della stagione, un traguardo che abbiamo saputo raggiungere con merito e con pieno anticipo – rimarca l’allenatrice – Pur giocando in Under 17, l’organico di questa Casalgrande Padana è composto in larga parte da ragazze Under 15: di conseguenza, la partecipazione alle gare tricolori servirà all’intera squadra come ulteriore e preziosa occasione di crescita”.

Questa la classifica finale del campionato Under 17 Emilia Romagna / Toscana: Tushe Prato 22 punti; Casalgrande Padana 20; Romagna e Ariosto Ferrara 13; Tavarnelle 9; Mugello 7; Green Handball Parma 0.

L’ala biancorossa Asia Mangone, che gioca anche per la Nazionale Under 20

MANGONE IN NAZIONALE. Intanto c’è una notizia di rilievo che riguarda Asia Mangone, in forza sia all’Under 17 sia alla Casalgrande Padana di serie A1. Da oggi, lunedì 23 maggio, l’ala classe 2005 è al lavoro con la Nazionale Under 20 al pala Santa Filomena di Chieti: insieme a lei altre 20 pallamaniste, impegnate in uno stage di 4 giorni per affinare la preparazione in vista dei Mondiali di categoria. La competizione si terrà in Slovenia, nel periodo che va dal 22 giugno al 3 luglio prossimi: la selezione azzurra disputerà il girone C insieme a Danimarca, Argentina e Montenegro. L’Italia Under 20 è diretta da Beppe Tedesco, coadiuvato dalla viceallenatrice Elena Barani: lo staff comprende inoltre la preparatrice dei portieri Adele De Santis e il preparatore atletico Patrizio Pacifico.

Nella foto in alto, un momento di esultanza della Casalgrande Padana U17 femminile. Le immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

Under 17 maschile, al Keope la Casalgrande Padana ha la meglio su Imola e centra il 3° posto tra le squadre emiliano-romagnole

CASALGRANDE PADANA – IMOLA 30 – 24

CASALGRANDE PADANA: Bacchi 10, Canelli 5, Capozzoli, Caprili (P), D’Arcio 1, De Francesco, Galopin 3, Gherman (P), Meloni 1, Tosi, Tronconi 4, Vignali, Zironi 6. Allenatore: Marco Agazzani.

IMOLA: Pulli (P), Capra 1, Boffa, Betti, Zavagli 10, Testa, Pallanti 1, Rinaldo 10, Landi, Arlotti 1, Cassan, Cristaudo 1. Allenatore: Simone Ferraresi.

ARBITRI: Kurti e Lazzari.

NOTE: primo tempo 19-13. Rigori: Casalgrande Padana 2 su 2, Imola 1 su 1. Esclusioni per due minuti: Casalgrande Padana 0, Imola 2.

La Casalgrande Padana Under 17 maschile ha terminato la propria stagione salendo sul podio: con la vittoria casalinga maturata oggi, domenica 22 maggio, i biancorossi hanno conquistato il 3° posto nel campionato regionale di categoria. Nel fine settimana, il pala Keope ha ospitato le finali emiliano-romagnole: nelle sfide di sabato 21 la Padana è stata sconfitta 25-30 contro Carpi, mentre Imola ha pagato dazio contro la Pallamano 85 San Lazzaro di Savena con il punteggio di 36-20. Di conseguenza, le due formazioni sconfitte si sono ritrovate di fronte nel duello domenicale valevole per la medaglia di bronzo: questa volta la compagine allenata da Marco Agazzani è riuscita a fare centro, imponendosi col risultato di 30-24.

La Casalgrande Padana U17 maschile che ha affrontato le finali regionali al pala Keope, conquistando il 3° posto

Le fasi iniziali della sfida tra casalgrandesi e romagnoli sono state contraddistinte da sostanziale equilibrio: non a caso al 10′ i padroni di casa conducevano nel punteggio per una sola lunghezza (7-6), mentre al 20′ la formazione ceramica si trovava avanti sempre di stretta misura (11-10). Tuttavia sul finire del 1° tempo Bacchi e soci hanno iniziato a prendere il largo, gettando così le basi necessarie per arrivare alla vittoria: durante l’intervallo, il tabellone luminoso segnava un eloquente 19-13 a favore dei beniamini locali. In seguito, nel corso della ripresa i biancorossi sono stati capaci di legittimare pienamente il successo: Imola ha continuato a riporre in campo una serie di generosi sforzi, ma la Padana è sempre riuscita a esprimere un gioco contraddistinto da un pregevole livello di tenacia e attenzione. Così al 40′ Casalgrande aveva 7 lunghezze di vantaggio sul 24-17, margine rimasto pressochè inalterato durante i minuti successivi: 26-20 al 50′, fino al 30-24 conclusivo.

“Come ho già detto sùbito dopo la sfida contro Carpi, la vittoria nella finale per il 3° posto è un traguardo a cui tenevamo parecchio – afferma Marco Agazzani, allenatore della Casalgrande Padana U17 maschile – Questa medaglia di bronzo ha comunque un valore significativo, ed è senza dubbio un buon premio al grande lavoro che tutti noi abbiamo svolto in questa stagione. Ora, per il momento la stagione dell’Under 17 maschile si chiude qui: ringrazio davvero i ragazzi per l’incessante impegno, ma anche la società e tutti coloro che ci hanno seguiti. Poi, vedremo se ci saranno le condizioni per essere ripescati nelle finali nazionali: ciò avverrebbe se una delle prime due classificate dovesse rinunciare alle sfide scudetto. In tal caso, io sarei ovviamente favorevolissimo a disputare le gare tricolori: in tal modo l’intera squadra vivrebbe un’altra ottima esperienza, senza dubbio molto formativa”.

Per la cronaca il titolo regionale è stato vinto dalla Pallamano 85 San Lazzaro di Savena, che nella finalissima ha superato Carpi col punteggio di 21-32: in tal modo i bolognesi hanno conquistato l’alloro emiliano-romagnolo di categoria, e accedono alle finali nazionali di giugno insieme ai carpigiani secondi classificati.

Nella foto in alto, realizzata da Monica Mandrioli, Marco Agazzani mentre istruisce la Casalgrande Padana U17 maschile durante un time-out.

U17 maschile, la Casalgrande Padana non vincerà il titolo regionale: con Carpi una sconfitta casalinga a testa alta. Agazzani: “Per i nostri ragazzi è stata comunque una stagione molto utile e significativa”. Ora la finale 3° posto contro Imola

CASALGRANDE PADANA – CARPI 25 – 30

CASALGRANDE PADANA: Bacchi 4, Canelli 5, Capozzoli, Caprili (P), D’Arcio, De Francesco, Galopin 3, Gherman (P), Masini, Meloni 5, Rovatti, Tosi, Tronconi 5, Vignali 1, Zironi 2. Allenatore: Marco Agazzani.

CARPI: Ben Hadj Ali, Ferrarini 3, Segapeli 8, Ragazzoni E., Selmi Haj Frej (P), Ori, Dugoni (P), Ragazzoni S. 8, Bautta, Alietti 4, Karoui 7. Allenatore: Gennaro Di Matteo.

ARBITRI: Kurti e Lazzari.

NOTE: primo tempo 10-12. Rigori: Casalgrande Padana 2 su 4, Carpi 4 su 5. Esclusioni per due minuti: Casalgrande Padana 2, Carpi 0.

La Casalgrande Padana Under 17 maschile deve purtroppo abbandonare le speranze di conquistare il titolo regionale. Al pala Keope si stanno svolgendo le finali emiliano-romagnole: nel pomeriggio di oggi, sabato 21 maggio, i pallamanisti biancorossi hanno pagato dazio contro un Carpi sicuramente all’altezza della propria considerevole fama. In questo modo i bianconeri affronteranno la Pallamano 85 San Lazzaro di Savena, nella sfida di domenica 22 che determinerà l’assegnazione del primo posto: in palio ci sarà anche l’accesso alle finali nazionali, previste a giugno. La formazione ceramica dovrà invece accontentarsi di provare a conquistare la terza piazza, risultato che sarebbe comunque lusinghiero: per salire sul podio regionale serve un successo contro Imola, sempre domenica 22.

Paolo Canelli, ala/centrale della Casalgrande Padana U17 maschile

Andando con ordine, il pronostico della sfida odierna tra Casalgrande e Carpi si presentava piuttosto equilibrato: per capirlo basta menzionare i precedenti stagionali, contraddistinti da un successo per parte. Ancora una volta il fattore-campo è stato smentito, proprio come era accaduto nelle sfide disputate a novembre e febbraio. Anche questa volta, la formazione guidata da Marco Agazzani ha lottato: tuttavia Carpi è stata capace di mettere in campo qualcosa di più, sia come organizzazione di gioco generale sia in termini di lucidità nei momenti decisivi della sfida. Del resto, l’organico allenato da Gennaro Di Matteo ha condotto nel punteggio parziale per quasi tutto l’incontro: 3-4 per i bianconeri al 10′ e 6-9 al 20′, fino ad arrivare al 10-12 con cui si è chiusa la prima frazione di gioco. D’altro canto, la Padana ha il merito di essere riuscita a rimanere in partita almeno fino al 50′: 16-17 al 40′, mentre un minuto più tardi i biancorossi hanno piazzato l’aggancio sul 17 pari. A 10 minuti dal termine i carpigiani avevano un margine favorevole di 4 lunghezze (20-24): negli ultimi 600 secondi Carpi ha quindi preso il sopravvento in maniera definitiva, fino al 25-30 conclusivo che ha permesso ai bianconeri di esultare. Per le prove individuali, nelle file di casa in particolare evidenza Hendrick Tronconi, Paolo Canelli e Matteo Caprili: tra gli ospiti spiccano invece i riscontri del capitano Filippo Segapeli, del vice capitano Stefano Ragazzoni e di Abdelrahman Karoui.

Il timoniere biancorosso Marco Agazzani

“Sono comunque felice per ciò che abbiamo saputo fare – ha commentato Marco Agazzani, trainer della Casalgrande Padana U17 maschile – Mi riferisco sia a questa sfida contro Carpi, sia all’andamento dell’intera stagione. Di certo avremmo voluto raggiungere la finalissima per inseguire il titolo fino in fondo, inutile stare qui a negarlo: d’altro canto va anche detto che l’organico di Di Matteo è senza dubbio più maturo rispetto al nostro. I bianconeri sono stati in grado di amministrare meglio i frangenti più delicati della partita, mettendo in campo quel mestiere e quella malizia sportiva che a noi ancora mancano: si tratta di un aspetto che ha contribuito in modo determinante a fare la differenza. Al tempo stesso i nostri ragazzi hanno espresso una forte volontà di rimanere attaccati alla partita, anche nei minuti finali quando la sfida era ormai ampiamente indirizzata verso Carpi – ha aggiunto il tecnico biancorosso – Si tratta di un pregio comunque da elogiare, che rappresenta un’ottima base in vista del futuro. Nel 2021/22 i nostri ragazzi sono cresciuti parecchio: un percorso che andrà di certo proseguito e consolidato nella prossima stagione. Intanto c’è ancora un ultimo capitolo, rappresentato dalla finale per il 3° posto: un obiettivo a cui teniamo, poichè la medaglia di bronzo sarebbe davvero un ottimo premio di consolazione per noi”.

Gennaro Di Matteo, allenatore del Carpi U17 maschile

A inizio partita eravamo un po’ contratti e impacciati – ha quindi affermato il tecnico carpigiano Gennaro Di Matteo Tuttavia con il passare dei minuti siamo riusciti a risolvere i nostri problemi in modo davvero efficace, ottenendo così un successo che non era affatto scritto in partenza. La Casalgrande Padana si è espressa proprio come mi aspettavo, sviluppando un elevato tasso di combattività e autoconvinzione: tuttavia noi abbiamo saputo controbattere nel migliore dei modi, ottenendo un successo sicuramente sofferto ma comunque meritato. Congratulazioni ai nostri giocatori, ma anche a Casalgrande per lo spirito con cui ha affrontato l’impegno: ora però siamo attesi dalla finalissima contro una vera superpotenza come San Lazzaro di Savena, e dunque di certo non è ancora il tempo di festeggiare”.

Nell’altra semifinale di sabato 21 maggio, la Pallamano 85 San Lazzaro di Savena ha prevalso su Imola per 36-20.

IL PROGRAMMA. Domenica 22 maggio, la Casalgrande Padana sfiderà quindi Imola a partire dalle ore 15: alle ore 17 avrà invece inizio la sfida per il titolo regionale, tra Carpi e Pallamano 85. Entrambi i confronti si giocheranno ovviamente al pala Keope, e verranno trasmessi in diretta integrale sulla pagina Facebook del Gsd Pallamano Spallanzani Casalgrande.

Nella foto in alto, la Casalgrande Padana U17 maschile stagione 2021/22. Le immagini della Padana presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

Under 17 maschile, al pala Keope le finali regionali. Il capitano biancorosso Bacchi: “Non c’è una squadra favorita, ma la Casalgrande Padana ha comunque i mezzi che servono per ben figurare”

La Casalgrande Padana Under 17 maschile si appresta ad affrontare le finali che mettono in palio il titolo regionale di categoria: appuntamento al pala Keope, nelle giornate di sabato 21 e domenica 22 maggio. La griglia di partenza comprende le formazioni che hanno chiuso il girone 1 della seconda fase piazzandosi nei primi 4 posti: in lizza figurano quindi Pallamano 85 San Lazzaro di Savena, Carpi e Imola, oltre ovviamente alla compagine di casa.

IL PROGRAMMA. La prima giornata di gare, quella di sabato 21 maggio, ha in serbo i primi due confronti: dalle ore 16.30 la Casalgrande Padana duellerà con Carpi, poi alle 18.30 avrà inizio la partita tra Pallamano 85 e Imola. Domenica 22, spazio quindi alle partite conclusive: le perdenti del giorno prima si affronteranno dalle ore 15 per la medaglia di bronzo, mentre la finalissima che assegnerà l’alloro emiliano-romagnolo scatterà alle 17. Tutte le gare verranno trasmesse in diretta integrale, sulla pagina Facebook del Gsd Pallamano Spallanzani Casalgrande. In palio c’è anche l’accesso alle sfide scudetto: le gare tricolori sono previste dal 16 al 19 giugno.

Da sinistra l’ala Alberto Zironi e l’ala/centrale Paolo Canelli, entrambi in forza alla Casalgrande Padana U17

LE PROSPETTIVE. “La qualificazione alle finali regionali era l’obiettivo di base della nostra stagione – sottolinea Mattia Bacchi, terzino/centrale e capitano della Casalgrande Padana Under 17 maschile – Di conseguenza, il fatto di essere arrivati fino a questo punto rappresenta senz’altro un traguardo di rilievo. Durante questa stagione, noi stiamo dimostrando di avere uno spirito di squadra ben più spiccato rispetto ad altre realtà: l’autentica unità d’intenti del nostro organico ci ha permesso varie volte di risolvere vittoriosamente varie situazioni, anche quando a livello di individualità avevamo meno potenziale rispetto agli avversari di turno. Al tempo stesso, ciò non significa affatto che si sia raggiunto il massimo livello possibile di rendimento: restano ancora problemi da aggiustare e imprecisioni da sistemare, ma l’allenatore Marco Agazzani sta lavorando con grande efficacia per portarci a limare il più possibile ogni difetto”.

Il trainer biancorosso Marco Agazzani

Bacchi guarda quindi con fiducia a questo imminente appuntamento casalingo: “Si gioca qui a Casalgrande, e ciò costituisce un fattore di cui tenere conto – evidenzia il classe 2005, che quest’anno è emerso pure nella prima squadra di A2 – Il fatto di giocare davanti al nostro pubblico può senza dubbio rappresentare un buon vantaggio, e ora sta a noi il compito di trasformarlo in un effettivo beneficio. Inoltre, dal punto di vista fisico ci presentiamo con una condizione che può definirsi lusinghiera. Purtroppo sabato e domenica saremo privi del portiere Yuri Rosolia, che il 12 maggio si è infortunato durante l’affermazione casalinga contro Romagna: in compenso, tutto il resto dell’organico dovrebbe essere regolarmente schierabile”.

Foto di gruppo per la Casalgrande Padana Under 17 maschile, stagione 2021/22

Nel girone A della prima fase di campionato, i biancorossi si sono piazzati al 2° posto totalizzando 17 punti in 12 gare: nel gruppo 1 della seconda fase, la Padana ha invece ottenuto la terza piazza con 6 punti in altrettanti confronti. Per quel che concerne invece Carpi, la formazione allenata da Gennaro Di Matteo ha disputato gli stessi raggruppamenti di Casalgrande: il bilancio bianconero parla di 22 punti nella fase iniziale (1° posto) e di 8 nella seconda parte del campionato (seconda piazza). I precedenti stagionali tra le due contendenti sono contraddistinti da una vittoria esterna per parte: Padana corsara al pala Vallauri il 14 novembre col punteggio di 28-29, blitz carpigiano al pala Keope il 15 febbraio per 22-28.

“A essere sincero, ritengo che in questo contesto le cifre non abbiano un valore così rilevante – osserva Mattia Bacchi – I numeri descrivono bene il cammino portato avanti fin qui, ma al tempo stesso li reputo insufficienti per costruire pronostici attendibili in vista di queste finali regionali: stiamo infatti parlando di partite secche e senza appello, aperte come tali a qualsiasi tipo di risultato. Mai come stavolta, credo proprio che non ci sia una squadra favorita rispetto alle altre: tutte e 4 le pretendenti possono contare su un forte valore tecnico-agonistico, e dunque anche noi abbiamo buone carte da giocare. Il lavoro di preparazione all’imminente appuntamento si è svolto con serenità e senza particolari intoppi: un motivo in più per nutrire buone e ragionevoli speranze, speranze che andranno confermate con prove maiuscole sul parquet di gioco”.

Matteo Caprili, portiere della Casalgrande Padana Under 17

Quanto alle formazioni che disputeranno l’altra sfida di sabato 21, la Pallamano 85 San Lazzaro di Savena proviene da un cammino quasi a punteggio pieno: ben 17 successi su 18 incontri. Felsinei sempre in vetta, sia nel gruppo B della prima fase sia nel tabellone 1 della seconda. Imola ha disputato gli stessi gironi: secondo posto nel gruppo B a quota 20, e quarto rango all’interno del raggruppamento 1 con 4 punti. Tuttavia, fin qui i romagnoli sono stati gli unici ad avere sconfitto la Pallamano 85: successo interno per 38-37, maturato il 15 novembre 2021.

Nella foto in alto, il centrale biancorosso Mattia Bacchi. Le immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

Giovanili, al Keope una vittoria e una sconfitta per la Casalgrande Padana U17 femminile. Ilenia Furlanetto: “Contro Prato un ko a testa alta, mentre con Mugello abbiamo vinto pur fornendo una prova non così brillante”. Under 15 maschile, Gaia Lusetti: “Si è chiusa una stagione comunque di crescita”

La Casalgrande Padana Under 17 femminile è già proiettata sulle finali nazionali, che assegneranno lo scudetto di categoria: appuntamento dal 16 al 19 giugno sui parquet abruzzesi di Chieti, Pescara e Montesilvano. Tuttavia, prima bisogna ultimare il programma gare previsto dalla stagione regolare: come è noto le biancorosse hanno conquistato l’accesso alle sfide tricolori con ben tre partite di anticipo sulla fine del girone di campionato. Due di queste tre partite si sono disputate nel fine settimana appena trascorso, in entrambi i casi sul campo del pala Keope. Sabato 14 maggio la formazione ceramica ha pagato dazio per 28-37 contro la capolista Tushe Prato: in compenso domenica 15 le padrone di casa si sono riscattate cogliendo un’ampia affermazione sul Mugello, contraddistinta dal risultato finale di 26-23.

Asia Mangone, ala della Casalgrande Padana U17 femminile

“Ancora una volta, Prato ha dimostrato di essere un’autentica fuoriserie – commenta Ilenia Furlanetto, allenatrice della Casalgrande Padana Under 17 femminile – Abbiamo comunque provato a metterla in difficoltà, e per larghi tratti dell’incontro ci siamo anche riuscite. Nei primi 25 minuti il duello si è infatti sviluppato su binari di sostanziale equilibrio, e al 30′ eravamo ancora più che in partita: a fare la differenza è stato l’avvio di ripresa, quando le toscane ci hanno rifilato un parziale che poi non si è più ricucito. Nel tentativo di risalire la china, sono saltati i meccanismi difensivi che avevamo espresso per tutto il primo tempo: in questo modo le Tushe hanno preso il largo, fino al 28-37 finale. Alle nostre ragazze va comunque il merito di aver cercato la via della vittoria con impegno e generosità, sviluppando per buona parte della sfida tutto ciò che avevamo provato durante gli allenamenti”.

La Casalgrande Padana U17 femminile durante i saluti di fine gara con le Tushe Prato

Ilenia Furlanetto si sofferma quindi sulla successiva vittoria contro Mugello: “Nonostante il risultato favorevole, quella di domenica è stata una prova piuttosto sottotono per noi – evidenzia la timoniera biancorossa – Molto probabilmente, la squadra ha pagato a caro prezzo gli sforzi messi in campo la sera precedente: ad ogni modo, la stanchezza non può certo rappresentare un alibi. Durante la contesa con Mugello, siamo state noi a rincorrere nel punteggio parziale per la maggior parte del tempo – rimarca l’allenatrice – Considerando l’andamento del duello, la vittoria era tutt’altro che scontata: di conseguenza, il carattere messo in mostra dalle ragazze rappresenta senza dubbio la nota più incoraggiante. Al tempo stesso ho tuttavia evidenziato alcuni problemi a livello di gioco, su cui senza dubbio lavoreremo durante i prossimi giorni e settimane”.

Questa la nuova classifica del campionato U17 femminile Emilia Romagna / Toscana: Tushe Prato 20 punti (11 gare disputate); Casalgrande Padana 16 (11); Romagna 13 (11); Ariosto Ferrara 13 (12); Tavarnelle 9 (12); Mugello 7 (12); Green Handball Parma 0 (11). La Casalgrande Padana si è qualificata in quanto prima classificata tra le squadre emiliano-romagnole.

Ora le biancorosse termineranno la stagione regolare domenica prossima 22 maggio, ospitando al pala Keope il Romagna: fischio d’inizio alle ore 11. Sarà un’altra tappa molto utile in preparazione al grande appuntamento con le finali scudetto.

Gaia Lusetti, allenatrice della Casalgrande Padana U15 maschile

UNDER 15 MASCHILE. La Casalgrande Padana Under 15 maschile ha invece terminato la propria traiettoria stagionale. Nella mattinata di domenica 15 maggio, i biancorossi si sono recati al pala Boschetto di Ferrara per affrontare il confronto di ritorno con l’Ariosto A: in questo caso, la partita era valevole come ritorno degli ottavi di finale. Nella gara di andata i biancoazzurri avevano espugnato il Keope prevalendo per 20 lunghezze, e stavolta hanno riportato una seconda vittoria col punteggio di 49-16. In questo modo l’Ariosto Ferrara A avanza nel tabellone, mentre il cammino della Padana è giunto al termine. “Tra il nostro organico e quello ferrarese c’è un certo divario – spiega l’allenatrice biancorossa Gaia Lusetti – Sia per quanto riguarda l’esperienza, sia sotto il profilo della prestanza fisica. L’Ariosto A ha davvero una fortissima struttura di squadra: la formazione che abbiamo affrontato in questi ottavi rientra a pieno titolo tra le maggiori candidate alla conquista del titolo regionale. Ad ogni modo, i nostri ragazzi hanno retto bene il confronto: nel duello di ritorno abbiamo applicato un’ampia rotazione dando spazio a tutti gli effettivi, e peraltro anche gli elementi più giovani sono andati a segno”.

Foto di gruppo per la Casalgrande Padana U15 maschile, con le allenatrici Gaia Lusetti (a destra) e Chiara Rondoni

“In buona sostanza, anche stavolta si è fatto tutto il possibile – prosegue Gaia Lusetti – Più in generale, durante la stagione 2021/22 la squadra ha raggiunto gli obiettivi prefissati a inizio stagione: il percorso di crescita è stato visibile, e senza dubbio si sono create le basi giuste per consolidare i miglioramenti già durante la prossima annata agonistica. Peraltro, va detto che solo pochi dei nostri giocatori sono effettivamente in età Under 15: per la stragrande maggioranza si tratta infatti di ragazzi Under 13, che di fatto hanno svolto la loro prima esperienza sportiva in assoluto. Considerando questo insieme di fattori, il bilancio si presenta incoraggiante: credo proprio che per noi la partita-simbolo sia quella vinta per 23-24 sul campo dell’Ariosto Ferrara B. E’ la gara del 24 aprile scorso, che ci ha permesso di chiudere la seconda fase al 1° posto nel girone I staccando così il biglietto per gli ottavi. A conclusione del campionato un ringraziamento speciale a tutti i ragazzi e ai loro genitori, sempre molto attenti nel seguirci anche in trasferta – evidenzia l’allenatrice – Sono inoltre grata a Chiara Rondoni, Stefania Guiducci e Marco Agazzani, che mi hanno coadiuvata nel guidare questa promettente Under 15″.

Nella foto a inizio pagina, Ilenia Furlanetto mentre dirige le Under 17 biancorosse durante la sfida di sabato al pala Keope. Le immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.