Serie B maschile: 20-20 contro Jumpers. Risultato che sta stretto ad Agaptour

Nell’incontro del 04 febbraio a Castelnovo Sotto contro Marconi Jumpers, si è giocata l’ultima gara di regular season tra la seconda in classifica, appunto il Marconi e la terza, Agaptour Casalgrande, distanti un solo punto. La vittoria in trasferta avrebbe significato per i casalgrandesi il sorpasso in classifica ed una partenza più agevole nella successiva “fase a orologio” in via di definizione, e per un pò, quel sogno lo abbiamo potuto anche accarezzare. Gara sempre in assoluto equilibrio e giocata punto a punto, con entrambe le difese molto attente a non scoprirsi e a non lasciare spazi a terzini e pivot avversari, con reti che arrivano soprattutto dalle ali. Prima frazione che si chiude sul 9-8 per i padroni di casa e attacchi di entrambe le squadre continuamente chiamati al passivo dal direttore di gara.

Adolfo Martucci

E’ ancora point to point fino alla metà del secondo tempo, quando per Agaptour fanno ingresso anche Scalabrini (fermo da oltre un mese per una contrattura) e Pertoldi neo aggregato alla compagine casalgrandese. Agaptour riesce a piazzare un break di vantaggio portandosi sul 16-18, ma non viene assistita dalla fortuna quando, al momento di allungare, la traversa si oppone prima ad un tiro di Scalabrini e subito dopo a uno di Enrico Giubbini: nelle due conseguenti ripartenze, i Jumpers vanno a segno e pareggiano il conto rimettendosi in gara. Si continua fino al 20-20 a un minuto dalla fine, minuto a dir poco rocambolesco: casalgrandesi in attacco che tengono palla e guadagnano falli e metri di campo fino ai sette secondi finali, quando la coppia Giubbini -Pranzo confezionano una palla d’oro per Aldini in veste pivot che agguanta l’ultima possibile occasione e va al tiro, platealmente spinto da dietro, con palla che va a perdersi a fondo campo. Rigore non concesso dal direttore di gara, che non solo non vede quel fallo (e comprendiamo anche che fischiare un rigore a 7 secondi dalla fine in una situazione di parità non sia facile), ma addirittura confonde l’uscita dal campo del pallone con una parata del portiere, successiva raccolta da parte di un difensore dei Jumpers e retropassaggio di quest’ultimo all’estremo difensore, interrompendo il gioco e riaffidando, a 2 secondi dal termine, la palla a Casalgrande. Momento ovvio di discussioni sulla evidente svista, poi, dopo aver pensato a far rigiocare gli ultimi sette secondi, decide di chiudere la gara in quel momento.

E’ stata comunque una buona gara quella dei rossogialli, cui è mancata la zampata in più per chiudere in bellezza la gara, o forse la zampata in più semplicemente non è stata concessa. Fra poco inizierà la fase a orologio, e in questo campionato così equilibrato, è ancora tutto possibile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *