Archivi tag: adolfo martucci

A2 maschile, la Modula chiude la stagione ospitando Follonica. Martucci: “C’è ancora spazio per farcela. Se davvero meritiamo la salvezza, di certo centreremo l’obiettivo”

La Modula Casalgrande ha un’ultimissima possibilità per evitare la retrocessione in serie B. Dopo la sconfitta che Lamberti e soci hanno rimediato domenica scorsa a Pescara, la formazione biancorossa non è più assoluta padrona della propria sorte sportiva: tuttavia in questi giorni l’organico allenato da Matteo Corradini sta continuando a manifestare la giusta dose di grinta e convinzione, aggrappandosi con tenacia alle residue ma comunque tangibili speranze di salvezza. Sabato 7 maggio, dalle ore 18.30, i casalgrandesi saranno di scena al pala Keope nel confronto interno con la Starfish Follonica: il duello sarà valevole per la 26esima e ultima giornata della serie A2 maschile. Arbitri Matteo Corioni e Pierluigi Falvo: come d’abitudine, l’incontro verrà trasmesso in diretta integrale sulla pagina Facebook del Gsd Pallamano Spallanzani Casalgrande. Dopo il recente cambiamento delle normative vigenti, per accedere al palazzetto non saranno più necessari nè il green pass nè la prenotazione del posto in tribuna.

Mattia Lamberti, terzino e capitano della Modula Casalgrande

LA SITUAZIONE IN SERIE A2 MASCHILE. Sabato 7 si giocheranno anche i confronti Campus Italia-Verdeazzurro Sassari, Lions Teramo-Bologna United, Ambra Poggio a Caiano-Ogan Pescara e Tecnocem San Lazzaro di Savena-Chiaravalle. Il programma del turno conclusivo si completerà poi domenica 8 maggio, con i posticipi Prato-Santarelli Cingoli e Camerano-Romagna.

Classifica del girone B: Santarelli Cingoli 47 punti; Romagna 46; Verdeazzurro Sassari 33; Lions Teramo 31; Tecnocem San Lazzaro di Savena 28; Campus Italia 26; Camerano 23; Starfish Follonica, Ambra Poggio a Caiano e Chiaravalle 22; Ogan Pescara 20; Modula Casalgrande 19; Bologna United 7; Prato 0.

Santarelli Cingoli e Romagna disputeranno i play off promozione, mentre Bologna United e Prato sono già in serie B: resta soltanto da stabilire il nome della terza retrocessa, che sarà una tra Ogan Pescara e Modula Casalgrande.

L’ala casalgrandese Gabriele Ferrari

GLI SCENARI. Ovviamente, i pallamanisti biancorossi hanno necessariamente l’obiettivo primario di cogliere i 2 punti contro Follonica: in tal caso, la Modula otterrebbe la permanenza nella categoria se Pescara dovesse perdere o anche pareggiare sul campo pratese dell’Ambra Poggio a Caiano. Inoltre, se la Ogan dovesse tornare dalla Toscana a mani vuote, i casalgrandesi festeggerebbero la salvezza anche solo con un pareggio: qualora Pescara e Modula chiudessero con la stessa quantità di punti, a prevalere sarebbe infatti la squadra di Corradini in virtù del maggior numero di gol siglati negli scontri diretti con gli abruzzesi. Tutte le altre soluzioni portano invece in un’unica direzione: Ogan salva, e Modula in B.

Adolfo Martucci, team manager della Modula Casalgrande

PROSPETTIVE. “Adesso dobbiamo fare affidamento anche sul risultato che scaturirà a Poggio a Caiano, e non è certo una situazione così comoda – commenta Adolfo Martucci, team manager della Modula Casalgrande – D’altro canto, finchè la matematica non emette la sua sentenza, noi abbiamo il preciso e irrinunciabile compito di inseguire la salvezza: il ko subìto a Pescara ha senza dubbio ristretto i margini di manovra, ma nonostante ciò c’è ancora spazio per risolvere la lotta salvezza a nostro favore. Una filosofia che la squadra sta interpretando al meglio: questa settimana i ragazzi sono al lavoro in modo sereno e al tempo stesso concentrato, animati dal fortissimo intento di piazzare il guizzo finale che serve per restare in A2. L’Ambra Poggio a Caiano è una formazione più che tranquilla in chiave salvezza, così come la Starfish Follonica che affronteremo noi: d’altro canto tutti stanno continuando a macinare gioco e a correre parecchio, indipendentemente da ciò che dicono i numeri della classifica. Quindi credo proprio che entrambe saranno partite vere, senza alcun tipo di sconto da parte delle squadre già salve: nulla può dirsi scontato, e anche i nostri giocatori lo sanno bene”.

Il terzino/centrale casalgrandese Marco Giubbini

Martucci si sofferma poi sull’infruttuosa trasferta di Pescara: “Una sconfitta che nel complesso ci ammonisce oltremisura – rimarca il team manager biancorosso – Per 54 minuti abbiamo fornito una prova di livello apprezzabile, contro un’avversaria caratterizzata dal nostro stesso obiettivo: l’Ogan ha espresso in maniera costante un atteggiamento tenace e combattivo, e noi siamo stati capaci di rispondere con efficacia fin quasi alla sirena finale. A sei minuti dal termine eravamo avanti di 3 lunghezze, e la nostra vittoria era più di una semplice possibilità: tuttavia da lì in avanti Pescara ci ha rifilato un eloquente parziale di 5-1, che ha decretato il successo abruzzese. Difficile dire cosa ci sia successo in quei 360 secondi finali: è possibile che da parte nostra ci sia stato un tocco di dannosa supponenza, perchè forse alcuni giocatori pensavano di avere già vinto la partita. Poi, è vero che ci siamo recati in Abruzzo per la seconda volta nel giro di 8 giorni: le fatiche della trasferta si sono fatte sentire, ma in tutta sincerità non penso che abbiano avuto un ruolo determinante nel fissare il risultato finale. Se davvero ci fosse stato un serio problema di energie fisiche, avremmo ceduto ben prima e non al 54′. Ad ogni modo, inutile piangere sul latte versato – aggiunge Martucci – Ho buoni motivi per pensare che gli ultimi 6 minuti di domenica scorsa siano serviti come ulteriore monito e lezione, utile per migliorarsi ancora in vista dell’ultimo capitolo stagionale”.

Il portiere biancorosso Mattia Cocchi

La Starfish Follonica proviene da due sconfitte consecutive, 31-27 a Teramo e 31-33 la scorsa settimana nel duello casalingo contro gli azzurri del Campus Italia: ad ogni modo, la compagine diretta da Matteo Pesci ha raggiunto da tempo il traguardo salvezza. Il precedente stagionale tra i maremmani e la Modula Casalgrande risale a sabato 18 dicembre: per entrambe le formazioni è stata l’ultima gara del 2021, e i padroni di casa toscani si sono imposti di misura col punteggio di 30-29. Tra i biancorossi, 5 le reti del capitano Mattia Lamberti: Tommaso Pesci ha invece assunto il ruolo di trascinatore della Starfish, mettendo a segno 7 realizzazioni personali. “Non c’è affatto da fidarsi, e il confronto di andata lo dimostra una volta di più – commenta Adolfo Martucci – Storicamente contro la Starfish abbiamo sempre fatto molta fatica, e ritengo che sarà così pure stavolta: Follonica è avversaria di pregevole spessore, peraltro contraddistinta da una ragnatela di gioco davvero molto valida. In compenso i nostri ragazzi sono impegnati nello svolgere una proficua preparazione alla partita, lavorando con la serenità che serve: pur trattandosi dell’ultima possibilità in chiave salvezza, la ferma volontà di riprendersi ciò che a Pescara ci è sfuggito predomina su qualsiasi possibile ansia o tensione. C’è il dubbio legato a Emanuele Seghizzi, che domenica non era in campo a causa dell’infortunio al naso rimediato durante la trasferta di Prato: forse stavolta lui potrebbe giocare almeno qualche minuto, ma è tutto da vedere. Per il resto, al momento non si segnalano ulteriori inghippi: il resto della squadra sarà schierabile”.

Andrea Strozzi, pivot della Modula

“In linea generale, ritengo che alla fine i numeri dicano sempre la verità – sottolinea quindi il team manager della Modula Casalgrande – Potevamo benissimo evitare di arrivare al punto in cui siamo adesso: purtroppo durante la stagione abbiamo perso alcune buone occasioni per incrementare il nostro bottino, occasioni che ci avrebbero permesso di conquistare la salvezza con largo anticipo e quindi di vivere un finale di annata senza alcuna problematica. D’altro canto, come il tecnico Corradini ha ricordato nel dopo partita di Pescara, i giochi per la permanenza in seconda divisione non sono ancora terminati: noi dobbiamo quindi fare la nostra parte, poi vedremo se basterà. In ogni caso, sabato sera conosceremo con certezza il nostro reale valore di squadra: favorevole o sfavorevole che sia, il verdetto che scaturirà sarà esattamente quello che meriteremo”.

Da sinistra Alberto Zironi e Paolo Canelli, ali della Modula

Un’annotazione che riguarda l’orologio: la sfida tra Ambra e Ogan Pescara avrà inizio mezz’ora prima rispetto a quella del pala Keope: di conseguenza, il risultato finale di Poggio a Caiano si saprà già durante l’intervallo della partita tra Modula e Follonica.

Nella foto in alto, il trainer casalgrandese Matteo Corradini (in maglia bianca) e l’allenatore dei portieri Stefan Gherman (in maglia rossa) mentre parlano alla squadra durante un time-out. Le immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

A2 maschile, il 2021 della Modula si chiude a Follonica. Martucci: “Trasferta parecchio severa, ma siamo in buona forma sotto ogni aspetto”

Corroborata dal successo casalingo di sabato scorso contro l’Ogan Pescara, la Modula Casalgrande si appresta ad affrontare l’ultimo impegno agonistico del 2021. Il programma di sabato 18 dicembre prevede le sfide valevoli per la 13esima giornata della serie A2 maschile, girone B: peraltro, si tratta anche del turno che chiuderà la fase di andata. Nell’occasione, i pallamanisti biancorossi saranno di scena su un campo storicamente ostico: l’appuntamento è al pala Golfo-Micheli di Follonica (Grosseto), contro i combattivi padroni di casa targati Starfish. Fischio d’inizio alle ore 19, arbitri Riccardo Borgi e Fabrizio Paccosi: il duello verrà trasmesso in diretta integrale sulla pagina Facebook del club toscano.

“La vittoria da cui proveniamo non era affatto così scontata – commenta il team manager casalgrandese Adolfo Martucci – Anche per questo, ritengo che i due punti ottenuti con gli abruzzesi abbiano un valore davvero significativo. Innanzitutto, l’Ogan è una realtà che in precedenza non avevamo mai affrontato: si trattava quindi di una rivale del tutto nuova, e dunque in questi casi le incognite si moltiplicano. Poi, un altro consistente punto interrogativo era quello legato al nostro atteggiamento, perchè fin qui la Modula ha dimostrato di essere una squadra imprevedibile: la mentalità ci ha aiutati a fornire prove di elevatissimo spessore, ma in altre occasioni ci ha anche portati a incappare in scivoloni altrettanto sonori”.

“Ad ogni modo la mia fiducia nei confronti dei ragazzi resta sempre massima, e sabato scorso è stata ben riposta – prosegue Martucci – Nella fattispecie, l’intera squadra ha affrontato la sfida mettendo in campo il cipiglio e le qualità che servivano: inoltre, l’attenta e sapiente regia del tecnico Corradini ha contribuito ancora di più a fare la differenza. Durante questo campionato, in certe occasioni ci è capitato di regalare letteralmente un tempo agli avversari: invece la prova con Pescara è stata contraddistinta da un’efficace continuità di rendimento lungo tutti i 60 minuti, senza amnesie e senza tentennamenti. Un successo che reputo meritato, contro una Ogan che può senza dubbio contare su un organico di pregevole livello: sono due punti che ci danno ulteriore fibra motivazionale, molto utile in vista della complessa trasferta di Follonica”.

Salvo imprevisti dell’ultima ora, in terra maremmana la Modula Casalgrande si presenterà al completo: anche Paolo Canelli ha ripreso ad allenarsi, tornando così nell’elenco dei giocatori schierabili. “Dopo aver attraversato settimane parecchio difficili sul fronte degli infortuni, ora abbiamo di fatto svuotato l’infermeria – sottolinea il team manager biancorosso – Ciò rappresenta un motivo in più per nutrire speranze di rilievo: ogni energia è preziosa, specialmente quando ci si confronta con una formazione così ben strutturata come la Starfish Follonica”.

La classifica dice che i toscani hanno 11 punti, esattamente come la Modula: inoltre i biancoblù allenati da Matteo Pesci si presenteranno con una fame di vittoria davvero ai massimi livelli. Follonica proviene infatti da due sconfitte consecutive, e quindi cercherà convinto riscatto per consegnare un prestigioso “biglietto di auguri” al proprio pubblico: a inizio mese il Lions Teramo ha espugnato il pala Golfo-Micheli di stretta misura (22-23), poi sabato scorso la Starfish ha pagato dazio a Chieti contro il Campus Italia (27-22). “In Abruzzo, so che Follonica ha avuto svariati problemi con le assenze – evidenzia Martucci – Tuttavia si tratta di una squadra che sa sempre costruire un gioco di qualità e molto complesso da scardinare, anche quando si presenta con un assetto rimaneggiato: tra le tante individualità di valore nelle file biancoblù figura senz’altro il terzino/centrale Tommaso Pesci, giocatore che conosciamo bene da parecchio tempo”.

“Quanto a noi, credo proprio che la chiave di volta stia nel riproporre la stessa tenacia e la stessa efficienza espresse nel duello con Pescara – aggiunge il team manager della Modula Casalgrande – Inoltre, la trasferta di Follonica deve costituire una buona occasione per iniziare a subire meno gol rispetto al solito. A livello generale, la nostra classifica è sostanzialmente in linea con le aspettative: mancano all’appello i punti persi nell’amarissima sconfitta casalinga con Chiaravalle, ma ora non è certo il tempo di stare qui a piangere lacrime amare sul latte versato. Gli 11 punti che l’attuale graduatoria ci assegna vanno visti come pregevole trampolino di lancio, per fare sempre meglio da qui in avanti. Il morale della squadra resta carico e motivato, e non potrebbe essere altrimenti – rimarca Martucci – E’ vero che adesso i numeri ci permettono di essere più sereni rispetto a due settimane fa: d’altro canto le cifre di questo girone B si prestano ancora a una lunga serie di sconvolgimenti. Basta una vittoria per proiettarsi nei piani medio-alti, ma con una singola sconfitta si rischia di ripiombare vicinissimi alla zona retrocessione: di conseguenza non è affatto il caso di abbassare la guardia, e tutti noi lo sappiamo bene. La sosta natalizia ci aiuterà a riacquisire nuove forze, fisiche e mentali: intanto, però, pensiamo a concentrarci a fondo sull’arduo compito che ci aspetta a Follonica”.

LA SITUAZIONE IN SERIE A2 MASCHILE. Sabato 18 dicembre si giocheranno anche le partite Verdeazzurro Sassari-Campus Italia, Santarelli Cingoli-Prato, Romagna-Camerano e Bologna United-Lions Teramo. Il 13° turno si chiuderà poi domenica 19, con i posticipi Chiaravalle-Tecnocem San Lazzaro di Savena e Ogan Pescara-Ambra Poggio a Caiano.

Classifica del girone B: Santarelli Cingoli 23 punti; Romagna 22; Lions Teramo 18; Chiaravalle 14; Verdeazzurro Sassari e Camerano 13; Campus Italia 12; Starfish Follonica e Modula Casalgrande 11; Ogan Pescara 10; Tecnocem San Lazzaro di Savena e Ambra Poggio a Caiano 8; Bologna United e Prato 0. Lions Teramo e Verdeazzurro Sassari hanno una partita in meno.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Il trainer biancorosso Matteo Corradini (in piedi) con alcuni giocatori della Modula
  • Il team manager casalgrandese Adolfo Martucci
  • Da sinistra il pivot biancorosso Alessandro Lenzotti, il centrale Riccardo Prodi e il portiere Kevin Ricciardo
  • Mattia Lamberti, terzino e capitano della Modula
  • Il pivot casalgrandese Andrea Strozzi
  • Il centrale/terzino biancorosso Marco Giubbini
  • L’ala casalgrandese Gabriele Ferrari
  • Il terzino biancorosso Younes Id-Ammou

Fotoservizio di Monica Mandrioli

A2 maschile, domenica in Sardegna per la Modula Casalgrande: a Sassari la formazione di Fiumicelli cercherà di riprendere quel cammino vincente che sabato scorso si è interrotto. Il team manager biancorosso Martucci: “Nonostante il risultato, contro Carpi siamo stati comunque all’altezza della situazione. E’ proprio da lì che dobbiamo ripartire: al Pala Santoru servirà la stessa grinta, compiendo però un ulteriore passo avanti nel mantenere un alto e costante livello di concentrazione. In questo modo, costruiremo le condizioni giuste per disinnescare le eccellenti capacità sul piano della corsa che caratterizzano il Verdeazzurro. Prevedo comunque una gara tirata, con punteggio in bilico fino alle battute conclusive: noi non abbiamo infortuni, ma per motivi organizzativi potremo contare soltanto su 12 giocatori”

Posticipo domenicale per la Modula Casalgrande, di scena nella lunga trasferta in terra di Sardegna: questa volta i pallamanisti biancorossi sono attesi al Pala Santoru di Sassari, che dopodomani 7 febbraio sarà il teatro del duello contro i padroni di casa targati Verdeazzurro. In campo dalle ore 10.30 per il 15° turno di A2, che rappresenta anche la seconda giornata di ritorno: Stefano Riello e Niccolò Panetta gli arbitri designati. Ancora una volta il palazzetto sarà chiuso al pubblico, nel pieno rispetto delle normative anticovid in vigore: tuttavia, sarà possibile seguire la diretta sulla pagina Facebook del Verdeazzurro Handball Sassari.


Come è noto, la compagine guidata da Fabrizio Fiumicelli proviene dalla sconfitta casalinga di sabato scorso contro la fuoriserie Carpi (27-31): una battuta d’arresto che ha spezzato la striscia di 4 vittorie consecutive ottenuta dai nostri beniamini nelle sfide precedenti. La Modula si avvicina quindi alla trasferta sassarese con il chiaro obiettivo di piazzare un convincente blitz, per riprendere di slancio il cammino vincente e soprattutto per provare a rimanere nell’universo della medio-alta classifica: tuttavia, bisognerà fare i conti con un Verdeazzurro ricco di tenacia e di tante buone idee sul piano del gioco. Peraltro, la formazione allenata da Patrizia Canu e Patrizia Cossu è in arrivo dal prestigioso blitz di 6 giorni fa nel derby regionale sul campo del Nuoro: 26-33 il punteggio finale. Di conseguenza, i prossimi avversari saranno carichi a mille pure per quanto riguarda il morale. 
“Anche se purtroppo il risultato non ha parlato a nostro favore, contro Carpi siamo comunque stati all’altezza della situazione – osserva Adolfo Martucci, team manager della Modula Casalgrande – Come già ribadito da Fiumicelli, non è affatto emersa una differenza così abissale tra noi e loro: al contrario, abbiamo giocato praticamente alla pari per quasi tutta la gara”.


E dunque, quali sono gli aspetti che hanno fatto la differenza a favore degli ospiti?

“Purtroppo, negli ultimi 10 minuti del 1° tempo siamo incappati in una flessione che ci è costata parecchio cara in termini di punteggio: dal 20′ al 30′ Carpi ha avuto campo libero per iniziare a costruire un margine di vantaggio che in seguito si è rivelato decisivo ai fini del risultato. Più in generale, i bianconeri di Serafini hanno fatto valere al meglio la grande esperienza che li contraddistingue: inoltre Carpi ha la capacità di sapere trovare molto spesso il gol ai limiti del passivo, e ciò contribuisce a renderla particolarmente ostica da sfidare per qualsiasi avversaria del girone. Per contro, noi abbiamo commesso alcuni errori che potevamo senza dubbio evitare: basti pensare ad alcune conclusioni forzate, o ai 3 rigori sbagliati. Comunque sia nessun allarme, ci mancherebbe altro: sabato questa Modula ha comunque evidenziato una forte personalità e una consistente dose di grinta, caratteristiche che ci hanno permesso di creare parecchi grattacapi a una vera superpotenza del girone B”. 


Ora, spazio alla lunga trasferta in quel di Sassari: come sarà l’assetto di Casalgrande? C’è qualche problema che riguarda l’infermeria?

“Innanzitutto, la squadra continua a essere in una forma fisica davvero lusinghiera: non dobbiamo fare i conti con gli infortuni, e peraltro c’è anche un’ulteriore buona notizia in arrivo. Eugenio Oliva sta infatti per tornare, dopo una lunga assenza causata da motivi personali e intoppi burocratici: lui non prenderà parte alla trasferta di Sassari, ma riprenderà ad allenarsi regolarmente a partire dalla prossima settimana. Detto questo, c’è però da dire che contro il Verdeazzurro non saremo al completo: le trasferte in Sardegna sono sempre complesse da organizzare sotto ogni punto di vista, e dunque potremo presentarci con solo 12 giocatori anzichè i soliti 16. Ciò contribuisce senza dubbio ad aumentare il livello di difficoltà della sfida: avremo la possibilità di applicare una rotazione meno ampia del solito, ed è un problema che bisognerà fronteggiare con la massima lucidità”.

Che tipo di partita prevedi? Quali sono le carte vincenti da mettere in campo per espugnare il Pala Santoru? Peraltro, il precedente stagionale dà un’indicazione incoraggiante: il 27 settembre scorso, al Pala Keope, la Modula si è aggiudicata il confronto di andata superando il Verdeazzurro per 31-29…

“Le mie considerazioni partono proprio dalla gara di andata, che non rappresenta affatto un buon motivo per dormire sugli allori: il nostro successo è arrivato al termine di una partita tribolata e sofferta, che adesso deve servirci come ulteriore monito per fare meglio nel duello di ritorno. Per inseguire la vittoria con efficacia, sarà quindi necessario riproporre la stessa grinta già evidenziata con Carpi: al tempo stesso bisognerà ridurre davvero al minimo i cali di concentrazione, che 6 giorni fa ci hanno impedito di poter cogliere quantomeno un risultato utile. Se sapremo applicare questa formula, ci metteremo nelle condizioni migliori per cercare di bloccare la principale caratteristica del gioco sassarese: sto parlando della capacità sul piano della corsa. Il Verdeazzurro è infatti una squadra che corre veramente parecchio, ancora di più rispetto a noi. In linea di massima prevedo comunque un duello molto tirato, con punteggio costantemente in bilico fino alle battute conclusive”.

La lunghezza del viaggio potrà avere ripercussioni sfavorevoli sull’atteggiamento e sul rendimento della Modula nel corso della gara? Inoltre, il singolare orario di inizio potrà avere un ruolo del condizionare le sorti dell’incontro?

“In effetti, mi suona davvero strano giocare alle 10.30: mi era capitato soltanto a livello giovanile, ma mai in serie A2. D’altro canto, credo che non sia affatto possibile accampare alibi legati all’orario o al tipo di trasferta: se ci mettessimo a effettuare simili ragionamenti, allora che cosa dovrebbero dire le squadre sarde che affrontano gli stessi lunghi viaggi parecchie volte nell’arco di un campionato? L’entità chilometrica della trasferta non può essere un parametro per valutare una prova fornita sul parquet: quando gli spostamenti sono così impegnativi ci può essere un po’ di stanchezza in più, ma affrontare una stagione implica anche il saper affrontare con efficienza questo tipo di problemi”.


Se a Sassari si dovesse tornare alla vittoria, la Modula avrebbe buoni motivi per puntare a un piazzamento di classifica addirittura migliore rispetto a quello attuale? Pietro Palazov, allenatore del Parma e grande ex biancorosso, pronostica per Casalgrande una collocazione finale nei primi 4 posti del girone..

“Ringrazio Palazov per la gratificante previsione, ma noi non perdiamo troppo tempo nel disegnare possibili scenari di classifica o ipotetiche tabelle di marcia. Ovviamente si punta sempre al miglior risultato possibile in ogni occasione, ma per ora l’obiettivo di base resta quello di raggiungere la salvezza quanto prima e senza timore di smentita: un traguardo che ormai è alle porte, perchè credo proprio che a quota 18 potremo essere assolutamente tranquilli. Al tempo stesso, ovviamente si punta al miglior risultato possibile in ogni occasione: quindi tutto ciò che potrà arrivare in più oltre alla salvezza sarà tanto di guadagnato, e sarà pure un ottimo trampolino di lancio su cui costruire gli obiettivi a cui puntiamo sul medio termine. Infatti, la nostra prospettiva guarda fin da ora alla prossima stagione: stiamo cercando di costruire e consolidare le basi che servono per essere costantemente protagonisti nell’alta classifica durante il 2021/22”. 

LA SITUAZIONE IN A2. Il programma del 15° turno inizierà domani con i confronti Lions Teramo-Hac Nuoro, Starfish Follonica-Camerano, Carpi-Ambra Poggio a Caiano e Bologna United-Vikings Rubiera: rinviata Tavarnelle-Parma, mentre Chiaravalle osserva il proprio turno di riposo.

Classifica del girone B (tra parentesi il numero di gare disputate): Camerano 23 punti (13); Carpi 22 punti (12); Lions Teramo 19 (12); Vikings Rubiera 18 (10); Starfish Follonica 15 (12); Modula Casalgrande 14 (13); Tavarnelle 11 (9); Verdeazzurro Sassari 8 (12); Chiaravalle e Parma 8 (13); Ambra Poggio a Caiano 6 (12); Nuoro 4 (12); Bologna United 0 (13).

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Da sinistra il terzino casalgrandese Younes Id-Ammou, il pivot Enrico Aldini e il pivot Alessandro Lenzotti (maglie gialle)
  • Adolfo Martucci, team manager della Modula Casalgrande
  • Il terzino biancorosso Emanuele Seghizzi
  • Il terzino biancorosso Mattia Lamberti
  • Kevin Ricciardo, portiere della Modula
  • Alberto Barbieri, ala/pivot della Modula
  • Il centrale biancorosso Riccardo Prodi
  • L’allenatore Fabrizio Fiumicelli mentre istruisce la Modula durante un time-out.

A2 maschile, cambia l’orario d’inizio della sfida contro Nuoro: sabato prossimo la Modula Casalgrande giocherà a partire dalle 16

Sabato prossimo, 19 dicembre, la Modula Casalgrande scenderà in campo per disputare l’ultima gara ufficiale del 2020: il programma prevede il cruciale scontro con Nuoro, che si disputerà al Pala Keope in occasione del 13° turno di serie A2. In origine, il fischio d’inizio era stato fissato per le ore 15: tuttavia, a causa di modifiche negli orari degli aerei, la gara avrà inizio 60 minuti più tardi. Il confronto con gli isolani scatterà quindi alle ore 16: ovviamente la gara verrà disputata a porte chiuse, ma in compenso è prevista la diretta integrale sui canali social del Gsd Pallamano Spallanzani. Inoltre entro la serata potrete trovare la cronaca qui sul nostro sito, insieme alle dichiarazioni dei protagonisti. Come è noto, si tratta di un duello particolarmente delicato per ambo le contendenti: stiamo infatti parlando di una sfida che opporrà due dirette pretendenti in chiave salvezza. La Modula proviene dall’onorevole ko sul parquet del forte Follonica, mentre Nuoro è in arrivo dalla sconfitta casalinga di stretta misura contro Parma (24-26).

LA SITUAZIONE. Intanto oggi si è disputato un recupero del 7° turno: la Starfish Follonica, già vittoriosa ieri l’altro sulla Modula, ha riportato una nuova affermazione casalinga stavolta contro il Verdeazzurro Sassari. L’incontro è terminato 30-29 a favore dei maremmani.

Questa dunque la classifica aggiornata del girone B (tra parentesi il numero di gare disputate): Carpi 16 punti (9); Vikings Rubiera 14 (8); Tavarnelle 13 (9); Lions Teramo 13 (7); Camerano e Starfish Follonica 13 (8); Modula Casalgrande e Chiaravalle 6 (8); Parma 6 (9); Verdeazzurro Sassari 4 (8); Nuoro 4 (9); Fiorentina 4 (6); Ambra Poggio a Caiano 2 (8); Bologna United 0 (9).

A breve molti numeri cambieranno, poichè la Fiorentina si è ritirata dal campionato. Salvo clamorose e al momento improbabili sorprese, il Giudice sportivo invaliderà tutte le gare disputate dai viola: in tal modo, verranno sottratti due punti alle squadre che avevano battuto i toscani. Comunque sia, le variazioni di graduatoria non toccheranno la Modula Casalgrande: i nostri beniamini resteranno dunque a quota 6. I due confronti tra i biancorossi e la Fiorentina erano previsti per il 9 gennaio (a Borgo San Lorenzo) e per il 10 aprile (al Pala Keope): a questo punto, l’organico allenato da Fabrizio Fiumicelli riposerà in entrambe le occasioni.

Si profila inoltre un cambiamento delle regole che determineranno le retrocessioni: con l’abbandono dei viola, a scendere in B saranno presumibilmente le ultime 2 classificate e non più le ultime 3. Le decisioni ufficiali del Giudice sono attese a brevissimo.

Nella foto a inizio pagina: la Modula Casalgrande con il tecnico Fabrizio Fiumicelli.

Nella foto a centropagina: il team manager biancorosso Adolfo Martucci.

A2 maschile, un altro sabato di stop per la Modula Casalgrande: rinviata la gara casalinga contro Chiaravalle, a causa di contagi Covid nelle file marchigiane

Come spiegato ieri dal team manager biancorosso Adolfo Martucci, la Modula Casalgrande era prontissima per riprendere il proprio percorso in campionato: sabato prossimo 14 novembre i pallamanisti biancorossi avrebbero dovuto ospitare i marchigiani del Chiaravalle, disputando quindi un autentico scontro diretto negli equilibri della lotta per rimanere in serie A2.

Tuttavia, il duello dovrà giocarsi più avanti: dopo la pausa preventivata che l’intero campionato ha osservato sabato scorso, la Modula Casalgrande dovrà rimanere ferma per il secondo fine settimana consecutivo. Le ragioni del rinvio sono state illustrate dallo stesso club anconetano, mediante un apposito comunicato: “A seguito di controlli di routine avvenuti dopo la settima giornata di A2 maschile, purtroppo alcuni atleti della Pallamano Chiaravalle sono risultati positivi al tampone – si legge nella nota – Pertanto, la trasferta prevista per sabato 14 novembre sul campo della Modula è rimandata a data da destinarsi. La società ha comunque rispettato tutti i protocolli del caso, e ora gli atleti risultati positivi sono in isolamento nell’attesa di un nuovo riscontro”.

Ai giocatori del club marchigiano che hanno contratto il Coronavirus vanno ovviamente i migliori auguri da parte di tutto il Gs Spallanzani Casalgrande, nel convinto auspicio di una pronta soluzione del problema.

A questo punto, parlando strettamente di pallamano, la formazione allenata da Fabrizio Fiumicelli dovrebbe tornare in campo sabato 21 novembre per la nona giornata: se non subentreranno ulteriori e improvvise variazioni di calendario, i nostri beniamini saranno di scena a Borgo San Lorenzo contro i padroni di casa della Fiorentina Handball.

Nella foto a centropagina, la Modula Casalgrande 2020/2021.

A2 maschile, giornate di grande e fiduciosa attesa per la Modula Casalgrande: sabato il duello casalingo con Chiaravalle, sfida-chiave nell’ambito della lotta salvezza. Il team manager biancorosso Martucci: “Prevedo una battaglia punto a punto, ma noi abbiamo comunque le carte in regola per provare a uscirne vincitori. Forse saremo ancora in versione incompleta, però fin qui ci siamo resi autori di un percorso che fa complessivamente ben sperare: inoltre, la nostra fibra caratteriale sarà senz’altro un notevole aiuto. Marchigiani forti ma alla nostra portata, e inoltre giocheremo in casa: due aspetti che ci devono indurre ulteriormente a non sbagliare”

Giornate di grande attesa per la Modula Casalgrande: sabato prossimo i nostri beniamini torneranno in campo per l’ottavo turno di serie A2, e il programma prevede un confronto di importanza davvero consistente nella lotta per mantenere la categoria. Nella fattispecie, al Pala Keope andrà in scena il confronto con i marchigiani del Chiaravalle: entrambe le squadre sono appaiate nel centroclassifica del girone B, con 6 punti accumulati nell’arco di 7 gare.


“La nostra volontà di riscatto è notevole – conferma il team manager biancorosso Adolfo Martucci– Dopo la sconfitta di Rubiera, pesante in primo luogo dal punto di vista numerico, l’intero gruppo è animato dalla ferma volontà di riprendere a macinare punti in quello che rappresenta già da adesso un autentico scontro-salvezza. Chiaravalle è avversaria di talento, che peraltro avrà le nostre identiche ambizioni: tuttavia non possiamo affatto perdere la grande opportunità di mettere a segno questi 2 punti davvero preziosi. Di fronte avremo infatti una rivale alla nostra portata, e in più giocheremo in casa: due fattori che ci devono indurre ulteriormente a non sbagliare”.


Al momento, come si presenta l’infermeria? Sarà una Modula ancora incompleta, oppure gli assenti delle ultime partite potranno finalmente rientrare?

“E’ ancora presto per tracciare un quadro esauriente. Di certo dovremo fare a meno dell’infortunato Mathieu Galopin: lui ha appena ricominciato a muoversi, ma per vederlo in campo bisognerà ancora attendere. Inoltre, restano da definire le situazioni relative a Mattia Lamberti e Riccardo Prodi: entrambi sono sulla via del recupero dai rispettivi problemi fisici, ma solo in settimana decideremo se schierarli oppure no. Il caso di Eugenio Oliva è invece di altro tipo, e riguarda un intoppo di tipo burocratico nei documenti che riguardano la visita medica: anche in questo caso, al momento non sappiamo se l’inghippo verrà risolto in tempo per sabato. Quanto al resto, in questi giorni la squadra sta lavorando con efficacia sotto la direzione del tecnico Fabrizio Fiumicelli: oltre a una forte dose di slancio motivazionale, il gruppo sta riponendo una notevole attenzione a ogni minimo dettaglio”.


Che tipo di partita prevedi? 

“Francamente, mi immagino una gara ricca di sussulti da ambo le parti: la mia previsione è quella di una gara punto a punto, con il risultato che rimarrà in bilico fino alle battute conclusive. Una battaglia senza esclusione di colpi, ma la Modula ha comunque le carte in regola per provare a uscirne vincitrice: peraltro sabato scorso il campionato ha osservato una pausa, e si tratta di uno stop che ci ha fatto senz’altro bene per riguadagnare energie e fare il punto della situazione in vista del Chiaravalle”.

Rispetto al derby, quali sono gli aspetti su cui bisognerà migliorare nel modo più visibile? E viceversa, osservando l’intero cammino portato avanti fin qui, quali sono le doti che Casalgrande dovrà nuovamente mettere in campo per inseguire con efficienza i 2 punti?

“Si può sempre migliorare, in ogni caso. Tuttavia, dovendo scegliere un aspetto in particolare, ritengo che sia urgente perfezionare il tasso di precisione davanti alla porta: a Rubiera ci siamo infatti lasciati sfuggire alcune buone occasioni per andare a segno, occasioni che avrebbero almeno ridotto il divario tra noi e loro nel punteggio conclusivo. Viceversa questa Modula è complessivamente capace di sviluppare buone doti tecnico-agonistiche: fin qui ne abbiamo dato prova in più occasioni, tra cui la vittoria casalinga contro Tavarnelle. Spicca inoltre il solido atteggiamento che i ragazzi stanno esprimendo: ci siamo sempre distinti per la capacità di non mollare mai sul piano mentale, indipendentemente dalla conformazione del punteggio parziale. La fibra caratteriale che sappiamo esprimere ci sarà senz’altro di grande aiuto nell’affrontare una rivale coriacea come Chiaravalle”.


Come è noto l’incontro si disputerà a porte chiuse, nel rispetto delle attuali normative per contrastare la pandemia da Covid: in compenso, sarà possibile seguire l’incontro in diretta sulla pagina Facebook del Gsd Pallamano Spallanzani. Fischio d’inizio alle ore 18,30.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Da sinistra (in maglia gialla) il terzino Younes Id-Ammou, il pivot Enrico Aldini e il pivot Alessandro Lenzotti
  • Adolfo Martucci, team manager della Modula Casalgrande
  • L’ala casalgrandese Kristian Toro
  • Il terzino biancorosso Mattia Lamberti in azione
  • La Modula al lavoro sul parquet del Pala Keope.

A2 maschile, Modula Casalgrande al lavoro in vista della prossima stagione: ieri il raduno. Aldini: “Obiettivo salvezza, con molte riconferme e parecchi giovani di talento”

Con il raduno di ieri sera, la Modula Casalgrande ha ufficialmente iniziato a lavorare in vista della prossima stagione agonistica: come è noto, i biancorossi disputeranno la serie A2 di pallamano anche nel 2020/21. Per l’esattezza, il programma della prima giornata di lavoro è iniziato con il ritrovo al Pala Keope: sùbito dopo la squadra si è recata al Parco Amarcord, per svolgere la seduta di allenamento vera e propria.


“Per ovvi motivi legati alle ferie estive, l’organico non è ancora a ranghi completi – spiega il direttore generale Alberto Aldini Comunque sia, i giocatori che al momento sono assenti raggiungeranno il resto del gruppo entro breve tempo. Allo stesso modo, il nuovo allenatore Fabrizio Fiumicelli comincerà a lavorare con la squadra a fine agosto: intanto la direzione delle attività è affidata al team manager Adolfo Martucci, con la collaborazione di Daniele Scorziello”. Come è noto, Scorziello ha allenato la Modula durante la passata stagione: “In questa prima fase, anche lui si è prestato a darci una mano – sottolinea il dg – Tuttavia a seguire Daniele si occuperà specificamente del settore giovanile, guidando una squadra che sarà definita a breve”.


Con Aldini è inevitabile parlare degli obiettivi che Casalgrande inseguirà nell’annata agonistica che sta per iniziare. Giova ricordare che il campionato biancorosso prenderà il via sabato 19 settembre, con la trasferta sul campo del Carpi: una setimana più tardi è invece previsto il debutto casalingo, al Pala Keope contro gli isolani del Verdeazzurro Sassari. “L’obiettivo di base non può che essere la permanenza in A2 – sottolinea il direttore generale – Ad ogni modo, intravedo i mezzi necessari per fare meglio rispetto a una semplice salvezza striminzita. Ci presentiamo con un gruppo che potremmo definire “futuribile”: molte riconferme dallo scorso anno, e molti talenti di prospettiva cresciuti nel nostro settore giovanile. Essendo in così grande numero all’interno del gruppo, è chiaro che i giovani avranno responsabilità ancora maggiori rispetto al 2019/2020: dunque ritengo che questa Modula potrà raccogliere buone gratificazioni soprattutto nella seconda parte della stagione, quando le “nuove leve” si saranno adattate ancora meglio alla categoria”. 


Oltre alla Modula Casalgrande, il girone B di serie A2 comprende pure Vikings Rubiera, Bologna United, Parma, Chiaravalle, Ambra Poggio a Caiano, Tavarnelle, Fiorentina, Nuoro, Verdeazzurro Sassari, Camerano, Follonica Starfish, Carpi e Lions Teramo. Le prime due classificate accederanno alla finale a 6 che metterà in palio due posti in A1, mentre le ultime tre scenderanno in B. “Osservando i valori sulla carta, si prospetta un campionato che immagino molto equilibrato – commenta Alberto Aldini – Difficile effettuare pronostici, soprattutto dopo uno stop agonistico così lungo. Così sulla carta, Rubiera dà l’impressione di avere qualcosa in più rispetto alle altre formazioni: nella lotta per l’alta classifica potrà benissimo esserci anche il Lions Teramo, e io non trascurerei nemmeno il Verdeazzurro Sassari che sfideremo nel secondo turno di campionato”.
Intanto, la composizione della nuova Modula Casalgrande può dirsi ultimata: “Non abbiamo in programma di intervenire sul mercato – evidenzia il dg biancorosso – Tuttavia la squadra potrà essere arricchita di volta in volta da ragazzi in arrivo dal settore giovanile, cosa peraltro che è già accaduta durante la scorsa stagione. Prima del 19 settembre vorremmo poi disputare qualche amichevole: il programma però è ancora in forse, perchè prima di fissare degli incontri dobbiamo attendere notizie più approfondite in merito ai protocolli sanitari che andranno seguiti”.


L’ORGANICO. Questa dunque la rosa della Modula Casalgrande per il campionato di serie A2 maschile 2020/2021.

Portieri: Kevin Ricciardo (classe 2000) e Luigi Prandi (2002).

Terzini/centrali: Federico Fontana (2002), Marco Giubbini (’99), Mattia Lamberti (’94), Riccardo Prodi (2002), Emanuele Seghizzi (’98).

Ali: Salim Scalabrini (’95), Kristian Toro (’99).

Pivot: Enrico Aldini (2002), Alberto Barbieri (’89), Daniel Dimitric (2000), Alessandro Lenzotti (’92), Eugenio Oliva (’96), Andrea Strozzi (2002).

Allenatore: Fabrizio Fiumicelli. Team manager: Adolfo Martucci..

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande sui gradoni esterni del Pala Keope durante il raduno di ieri sera
  • Il dg biancorosso Alberto Aldini
  • Il tecnico Fabrizio Fiumicelli
  • Il team manager Adolfo Martucci
  • Il terzino Emanuele Seghizzi.