Archivi tag: andrea strozzi

A2 maschile, la Modula ospita Camerano. Strozzi: “Siamo nelle condizioni giuste per affrontare questa sfida-chiave. Ora, niente superficialità”

Dopo la pausa agonistica dello scorso fine settimana, la Modula Casalgrande si appresta a vivere un periodo davvero intenso: sia per gli equilibri della classifica, sia per l’elevata concentrazione di partite all’interno dell’agenda. Nella fattispecie, i pallamanisti allenati da Matteo Corradini sono attesi da ben 3 gare nel giro di appena 7 giorni: il primo appuntamento di questa fitta serie è in programma per sabato prossimo 26 marzo, quando i biancorossi saranno al pala Keope per il duello interno contro Camerano. Il confronto con i marchigiani avrà inizio alle ore 20.45, e sarà valevole per la 21esima giornata della serie A2 maschile: arbitri Fabio Bocchieri e Nicola Salvatore Scavone. Il posto in tribuna andrà prenotato sulla piattaforma Eventbrite a questo link: https://www.eventbrite.it/e/serie-a2-maschile-modula-casalgrande-pallamano-camerano-tickets-304103260037?aff=ebdsoporgprofile . Inoltre gli spettatori presenti al palazzetto dovranno avere il Super green pass, come da normative ancora vigenti. In alternativa, non mancherà la consueta diretta integrale: le immagini della sfida saranno disponibili sulla pagina Facebook del Gsd Pallamano Spallanzani Casalgrande.

Andrea Strozzi, pivot della Modula Casalgrande

A seguire la Modula tornerà in campo mercoledì 30 marzo, per il recupero in terra maceratese sul campo della super potenza Santarelli Cingoli: tutto ciò fino ad arrivare a sabato 2 aprile, quando i casalgrandesi faranno visita alla già retrocessa Pallamano Prato. Se il campionato finisse oggi, Lamberti e soci scenderebbero in serie B senza possibilità di appello: d’altro canto i numeri si prestano a parecchie variazioni, poichè la zona salvezza dista soltanto un punto. Di conseguenza, i biancorossi hanno ancora tempo e spazio per risollevarsi da questa situazione così complessa: tuttavia servono punti, e anche in fretta. L’obiettivo irrinunciabile sta nel ritrovare quanto prima quell’appuntamento con la vittoria che manca da ormai due mesi: l’ultima affermazione di Casalgrande risale infatti allo scorso 30 gennaio, quando il Bologna United pagò dazio al pala Keope col rocambolesco punteggio di 32-30.

“Credo proprio che la pausa da cui proveniamo ci sia stata utile – commenta il pivot biancorosso Andrea Strozzi – Una sosta che è servita parecchio, sia per recuperare energie fisiche sia per fare il punto della situazione in merito al nostro modo di giocare: inoltre, ci stiamo preparando in maniera accurata pure sul piano della mentalità. La sfida contro Camerano mette in palio punti decisamente pesanti, e dunque potranno facilmente verificarsi alcuni momenti di tensione: di conseguenza, uno tra i nostri principali compiti starà proprio nel gestire al meglio un incontro che richiederà una tempra caratteriale davvero fortissima”.

Il portiere casalgrandese Kevin Ricciardo

Nel disegnare le possibili prospettive in vista del confronto con gli anconetani, Strozzi ripercorre dapprima le vicende che hanno contraddistinto la sconfitta dello scorso 12 marzo: nell’occasione, Modula ko 29-24 sul campo della Tecnocem San Lazzaro di Savena. “Il principale problema che ci ha riguardato si chiama “superficialità” – evidenzia il pivot classe 2002 – Nel dettaglio, ritengo che l’errore sia stato quello di tenere in eccessiva considerazione il risultato dell’andata: nel precedente stagionale al Keope ci eravamo imposti 29-23 dopo un’ottima prova, e probabilmente abbiamo pensato di poter replicare quel punteggio senza troppi problemi. Una leggerezza pagata a caro prezzo: in più San Lazzaro ha compiuto consistenti miglioramenti rispetto allo scorso autunno, e l’insieme di questi due fattori è stato determinante nel concretizzare il nostro scivolone. Nella trasferta in quel di San Lazzaro, restano da salvare soltanto gli ultimi 15 minuti: anche se ormai era troppo tardi per sperare di ribaltare il punteggio, nel quarto d’ora conclusivo siamo riusciti a giocare come meglio sappiamo fare. Da lì bisogna ripartire, in vista di una partita che non ammetterà alcun tipo di errore”.

Il pivot biancorosso Alessandro Lenzotti

Camerano e Modula si sono già affrontate lo scorso 14 novembre, al pala Principi della località marchigiana: Casalgrande sfiorò il blitz, per poi chiudere con un comunque lusinghiero 36-36. All’epoca i gialloblù erano allenati da Fernando Luis Capurro, che però 10 giorni dopo ha lasciato la panchina di comune accordo con la società: dopo un periodo sotto la guida di Davide Campana, a gennaio si è quindi insediato il nuovo e attuale trainer Filiberto Kokuca. Ora gli anconetani puntano ad allontanarsi in maniera ulteriore dalla zona retrocessione, e dunque si presenteranno a Casalgrande con marcatissimi propositi di vittoria. “Purtroppo questa volta saremo privi di Younes Id-Ammou, ancora fuori dopo l’infortunio alla caviglia rimediato a San Lazzaro – spiega Andrea Strozzi – D’altro canto, potremo contare su tre rientri preziosi e di primo piano: il portiere Mattia Cocchi torna dopo l’assenza di sabato scorso causa motivi personali, mentre il centrale Riccardo Prodi e l’ala Kristian Toro hanno risolto i rispettivi problemi fisici. In tal modo, Marco Giubbini potrà finalmente avere un impegno meno assillante: durante le ultime partite, lui si è infatti speso nel sostituire Prodi con grande e costante generosità. Per quanto concerne Camerano, io ho saltato la gara di andata causa infortunio: tuttavia sono comunque informato sui prossimi avversari, contraddistinti da una forte e meritata reputazione. Tra gli elementi a cui dovremo fare maggiore attenzione, figura senza dubbio Mario Sanchez: un portiere di notevole esperienza, tra i più significativi nel panorama della pallamano italiana”.

Da sinistra, il terzino/centrale biancorosso Marco Giubbini e il centrale Mattia Bacchi

Il pivot casalgrandese si sofferma quindi sull’intenso programma che attende la Modula: “A essere sincero, in questa fase sarebbe stato meglio evitare una concentrazione di partite così elevata – sottolinea Andrea Strozzi – Mercoledì 30 saremo di scena in una fra le trasferte più complesse dell’annata: del resto, i numeri di Cingoli parlano da soli. Poi, la trasferta di sabato 2 aprile non va certo sottovalutata: Prato è già in B, ma conoscendo la sua indole sono certo che la formazione toscana non farà sconti a nessuno. Ad ogni modo, di certo in questa fase siamo ben lontani dal poter accampare alibi: poi al momento possiamo contare su una confortante condizione fisica, e ciò rappresenta un rilevante aspetto a nostro favore. La conquista della permanenza in A2 prevede un percorso tutt’altro che semplice, ma abbiamo i mezzi per percorrerlo con efficacia: ora dovremo aggiungere la lucidità che serve, sia a livello di qualità del gioco sia per quanto riguarda la concentrazione”.

Il capitano biancorosso Mattia Lamberti, autore di 11 reti nel duello di andata a Camerano

LA SITUAZIONE IN SERIE A2 MASCHILE. Nel recupero di mercoledì 23 marzo, Campus Italia-Chiaravalle 37-26. Sabato 26 si giocheranno anche Verdeazzurro Sassari-Ambra Poggio a Caiano, Campus Italia-Prato, Lions Teramo-Ogan Pescara, Santarelli Cingoli-Romagna e Bologna United-Chiaravalle: il 21° turno si concluderà poi domenica 27 marzo, con il posticipo Starfish Follonica-Tecnocem San Lazzaro di Savena.

Classifica del girone B: Romagna 38 punti; Santarelli Cingoli 37; Lions Teramo e Verdeazzurro Sassari 25; Tecnocem San Lazzaro di Savena 22; Chiaravalle 21; Ambra Poggio a Caiano e Camerano 19; Campus Italia 18; Starfish Follonica e Ogan Pescara 16; Modula Casalgrande 15; Bologna United 3; Prato 0. Santarelli Cingoli e Modula Casalgrande hanno disputato una gara in meno.

L’accesso ai play off verrà assegnato alle prime due in graduatoria: il Romagna è già matematicamente sicuro di disputare gli spareggi promozione. A scendere di categoria saranno invece le ultime 3: dunque Bologna United e Prato sono aritmeticamente in B, mentre adesso resta da stabilire il nome della terza retrocessa.

Emanuele Seghizzi, terzino della Modula: 10 i suoi gol sul campo di Camerano, lo scorso 14 novembre

SUPER SABATO. La sfida di sabato 26 marzo tra Modula e Camerano sarà il secondo atto di un sabato sera molto vivace al pala Keope. Il confronto di A2 maschile sarà infatti preceduto dal duello di A1 femminile, che avrà per protagoniste la Casalgrande Padana e la formazione ospite del Cellini Padova: le ragazze giocheranno a partire dalle ore 18,30.

In alto, un’altra immagine di Andrea Strozzi. Le foto presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

A2 maschile, confronto-chiave per la Modula. Strozzi: “Il duello casalingo con Pescara presenta parecchie incognite, ma ora non è affatto il momento di dare spazio alle paure”

La Modula Casalgrande si trova immersa in una situazione che fino a poche settimane fa era difficilmente ipotizzabile: dopo i due ko consecutivi contro Lions Teramo e Campus Italia, i pallamanisti biancorossi sono scesi a stretto ridosso della zona retrocessione. Al termine dell’annata agonistica, scenderanno in B le ultime tre classificate: adesso, la formazione allenata da Matteo Corradini ha soltanto una lunghezza di vantaggio sul terzultimo posto. Di conseguenza, il ritorno alla vittoria rappresenta un’urgente necessità: all’orizzonte c’è il secondo confronto casalingo consecutivo, un’occasione che Lamberti e soci non possono affatto lasciarsi sfuggire.

Sabato prossimo, 11 dicembre, appuntamento al pala Keope per il duello con l’Ogan Pescara: la sfida sarà valida per il 12° turno della serie A2 maschile, girone B. Fischio d’inizio alle ore 18.30, arbitri Bilel Rhim e Stefano Plotegher: come da nuove disposizioni, per accedere al palazzetto sarà necessario avere il super green pass. Inoltre il posto in tribuna va prenotato attraverso la piattaforma Eventbrite, a questo link: https://www.eventbrite.it/o/gsd-pallamano-spallanzani-handball-team-31387719731 . In alternativa, anche stavolta il duello verrà trasmesso in diretta integrale: come sempre, le immagini saranno disponibili sulla pagina Facebook del Gsd Pallamano Spallanzani Casalgrande.

Sabato scorso, contro il Campus Italia, Andrea Strozzi ha finalmente potuto riaffacciarsi sul palcoscenico agonistico: il pivot biancorosso è tornato in campo dopo aver risolto i problemi al ginocchio, fornendo anche una prova apprezzabile nonostante lo sfavorevole risultato di squadra. “Sto bene, e posso dire di essere tornato al 100% – afferma il diretto interessato – A livello personale, mi reputo soddisfatto per la prestazione che sono riuscito a fornire: ovviamente si può sempre migliorare, ma i riscontri individuali di sabato scorso mi autorizzano a proseguire il lavoro con rinnovata fiducia. Per il resto, purtroppo la sconfitta con gli azzurri per 27-31 rappresenta un ko che indubbiamente brucia: sia per la classifica, sia osservando il modo in cui è maturata”.

Strozzi entra quindi nel merito della battuta d’arresto contro la formazione federale: “A mio parere, nel primo tempo la Modula ha suscitato impressioni lusinghiere – osserva il pivot classe 2002 – Il divario tra noi e il Campus Italia è emerso soltanto durante la ripresa. Nel dettaglio, sapevamo molto bene di trovarci confrontati con un’avversaria che corre parecchio: del resto stiamo parlando di un organico Under 17, e quindi loro possono sempre contare su una quantità di energie maggiore rispetto a tantissime altre squadre del girone. D’altro canto, gli azzurri ci hanno colti di sorpresa per quel che riguarda la fase di attacco: la squadra di Trillini e Maione ha assediato la nostra porta in modo continuativo ed efficace. E’ un problema che in parte avevamo messo in preventivo: tuttavia si è trattato di una grinta offensiva addirittura superiore rispetto al previsto, e ciò ha contribuito a farci perdere l’orientamento nell’attuare i movimenti difensivi. In contemporanea, è poi sopraggiunto un ulteriore problema – aggiunge Strozzi – Le difficoltà avrebbero dovuto portarci a sviluppare un gioco di squadra ancora più corale e tenace: invece ci siamo disuniti affidandoci troppo agli spunti personali, facendo così l’esatto contrario di ciò che Corradini ci aveva chiesto. Un copione che non può e non deve ripetersi”.

Quanto ai prossimi avversari, la neopromossa Ogan Pescara ha iniziato la stagione molto bene sul fronte dei risultati: nelle prime giornate navigava addirittura nei piani alti della graduatoria, con un altisonante bilancio di 5 successi in 6 partite. A seguire, la compagine allenata da Michele Mastrangelo ha notevolmente rallentato la propria marcia: l’Ogan proviene infatti da 5 sconfitte consecutive, l’ultima delle quali è quella rimediata domenica scorsa sul campo del Chiaravalle (31-30). Nonostante ciò, attualmente i pescaresi hanno ancora un punto in più rispetto alla Modula: inoltre, i biancoblù si presenteranno al Keope con una sete di vittoria che sarà quantomeno pari a quella dei beniamini locali. Nelle file abruzzesi occhio in particolare al forte terzino Roberto Pieragostino, che spesso e volentieri è capace di raggiungere la doppia cifra in termini di gol realizzati: occhio anche a Matteo Aldamonte, capitano nonchè giornalista responsabile dell’Ufficio stampa Figh.

In compenso, la Modula Casalgrande ha svuotato l’infermeria quasi per intero. L’unico assente annunciato tra i biancorossi è ancora una volta Paolo Canelli, sempre alle prese con i suoi problemi al ginocchio: quanto al resto, almeno per il momento non sembrano profilarsi ulteriori defezioni. “Per noi sarà una sfida densa di incognite, inutile negarlo – evidenzia Andrea Strozzi – L’Ogan Pescara è infatti un’avversaria che non abbiamo mai affrontato, e proprio per questo la conosciamo poco: con queste premesse, il compito di prevedere e analizzare le possibili strategie biancoblù risulta ancora più complesso del solito. Ad ogni modo, il morale è quello giusto: in questi giorni siamo al lavoro con concentrazione e senza lamenti, animati dal chiaro intento di trovare un’efficace soluzione ai problemi che ora ci riguardano. Non è più il momento di scherzare, e ciascuno di noi lo sa bene: del resto, si tratta di un concetto che Corradini ci sta ripetendo varie volte con la sua consueta autorevolezza. Quindi, sono convinto che affronteremo Pescara senza dare spazio alle paure: al contrario, noto una fortissima spinta motivazionale nel cercare una vittoria che sarebbe davvero oro colato”.

“Quando giochiamo come sappiamo, davvero di squadra, qualsiasi avversaria fa davvero fatica a prevalere su di noi – aggiunge il pivot casalgrandese – La ricetta vincente per sorprendere l’Ogan sta nel primo tempo che abbiamo disputato sabato scorso: la buona efficienza mostrata in quella mezz’ora rappresenta la base giusta da cui ripartire, per archiviare in maniera convincente il difficile periodo che stiamo vivendo. Siamo una squadra di valore, ed è tempo di tornare a darne prova in modo visibile”.

LA SITUAZIONE IN SERIE A2 MASCHILE. Sabato 11 dicembre si giocheranno anche Lions Teramo-Verdeazzurro Sassari, Campus Italia-Starfish Follonica, Ambra Poggio a Caiano-Chiaravalle, Tecnocem San Lazzaro di Savena-Romagna e Prato-Bologna United. La dodicesima giornata si chiuderà poi domenica 12, con il posticipo Camerano-Santarelli Cingoli.

Classifica del girone B: Santarelli Cingoli 21 punti; Romagna 20; Lions Teramo 18; Verdeazzurro Sassari e Camerano 13; Chiaravalle 12; Starfish Follonica 11; Campus Italia e Ogan Pescara 10; Modula Casalgrande 9; Tecnocem San Lazzaro di Savena e Ambra Poggio a Caiano 8; Prato 0; Bologna United -2.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Andrea Strozzi, pivot della Modula Casalgrande
  • Il portiere biancorosso Kevin Ricciardo
  • Un’altra immagine di Andrea Strozzi
  • Al centro, il pivot biancorosso Alessandro Lenzotti
  • L’ala casalgrandese Gabriele Ferrari
  • Emanuele Seghizzi, terzino della Modula
  • Il terzino e capitano biancorosso Mattia Lamberti in azione
  • Marco Giubbini, centrale/terzino della Modula.

Fotoservizio realizzato da Monica Mandrioli

A2 maschile, doppia sconfitta per la Modula al torneo di Malo. Corradini: “Con il San Vito Marano abbiamo comunque figurato in maniera egregia, mentre la prova contro Oriago è da dimenticare quanto prima”. Sabato al Keope il debutto in campionato. Strozzi: “Sassari è avversaria che conosciamo bene, e ciò rappresenta il primo passo per inseguire con efficacia la vittoria”

Domenica di lavoro per la Modula Casalgrande: ieri, al Pala Deledda di Malo, i pallamanisti biancorossi hanno affrontato un’ulteriore tappa di preparazione al sempre più imminente serie A2. Nella fattispecie, i nostri beniamini hanno preso parte al torneo organizzato dal locale club vicentino: in lizza 4 squadre, tutte di seconda serie. San Vito Marano, Oriago e Malo disputeranno il girone A di campionato, mentre la Modula è inserita nel tabellone B. Parlando più nel dettaglio di quanto accaduto ieri, i casalgrandesi hanno chiuso il torneo al 4° posto: in mattinata Lamberti e soci sono stati sconfitti di misura dal San Vito Marano, poi nel pomeriggio è arrivato un largo ko contro Oriago nella “finalina” che assegnava il bronzo.

“Per noi si è trattato di una trasferta a due facce – commenta il trainer biancorosso Matteo Corradini – Nonostante la sconfitta, riguardo alla prima gara non ho granchè da rimproverare alla squadra: nel complesso abbiamo fornito numerosi spunti incoraggianti, contro un’avversaria che può indubbiamente contare su un pregevole potenziale. In vari momenti della partita ci siamo trovati in vantaggio, e ciò testimonia in maniera ulteriore la qualità della prova che siamo stati capaci di fornire: peccato soltanto per l’avvio difficoltoso, che ha finito per influire parecchio sul risultato conclusivo. Al 10′, San Vito era infatti avanti sul punteggio di 8-3: a seguire siamo riusciti a risalire la china, ma le incertezze iniziali hanno avuto un peso decisivo a nostro sfavore. Tutt’altra musica, purtroppo, nel confronto pomeridiano – prosegue Corradini – La prova fornita nella finale per la terza piazza è di quelle da dimenticare in fretta, perchè quello mostrato contro Oriago non può e non deve essere affatto il nostro vero volto. Pronti-via, e i veneziani erano già avanti sullo 0-8: un dato che la dice lunga sulla sufficienza e sull’approssimazione con cui abbiamo affrontato l’impegno. Si è vista una Modula svogliata, ben lontana dalla buona combattività mostrata al mattino: voglio pensare che sia solo un incidente di percorso, come tanti ne possono capitare soprattutto in fase di precampionato”.

Per necessaria completezza di informazione, c’è da dire che Casalgrande ha dovuto fronteggiare alcune pesanti assenze: “Emanuele Seghizzi è rientrato, ma Alessandro Lanzi mancava per impegni personali già presi in precedenza – spiega l’allenatore – Inoltre Riccardo Prodi si sta godendo gli ultimi scampoli di vacanza, e tornerà in settimana: poi non avevamo Marco Giubbini, alle prese con l’infortunio al dito”. Sabato prossimo il turno inaugurale di campionato: la Modula ospiterà il Verdeazzurro Sassari. Tra l’altro, è arrivata la comunicazione ufficiale sul cambiamento di orario: fischio d’inizio alle ore 16, e non alle 18.30 come precedentemente stabilito. “Contro gli isolani avremo un assetto decisamente meno rimaneggiato – rimarca Corradini – L’unico giocatore in forse è appunto Giubbini: gli ulteriori esami in programma a brevissimo ci diranno di più sulla sua situazione e sulle tempistiche di recupero”.

“Peccato per la sfida con San Vito – commenta poi il pivot biancorosso Andrea Strozzi – Se non fosse stato per qualche strafalcione in avvio di gara, sono convinto che saremmo riusciti a centrare la vittoria. A seguire la prova fornita con Oriago è stata ben peggiore, e credo che la stanchezza ci abbia messo i bastoni tra le ruote: peraltro abbiamo potuto pranzare soltanto poco prima di scendere in campo, e ciò può senz’altro avere creato ulteriori problemi. Comunque sia, non è certo il caso di drammatizzare in maniera eccessiva – aggiunge Strozzi – Da oltre un mese stiamo portando avanti un lavoro di rilevante valore, non solo sotto il profilo tecnico ma pure dal punto di vista dell’impegno: dobbiamo ancora perfezionare qualcosa sia in termini difensivi sia a livello di precisione sottoporta, e i prossimi giorni saranno molto utili per aumentare il nostro livello di efficacia in vista dei primi impegni di campionato”.

Irrinunciabile una battuta sul debutto contro il Verdeazzurro Sassari: “E’ una squadra che conosciamo già da qualche anno, e dunque sappiamo bene quali saranno le tante insidie che potremo incontrare – sottolinea il pivot – Questa consapevolezza rappresenta già un primo passo per inseguire la vittoria con l’efficienza che serve. Nelle file del Verdeazzurro, non temo qualcosa o qualcuno in particolare: tuttavia so per certo che il dispendio di energie fisiche e mentali risulterà molto consistente, e dunque il nostro preciso compito starà nel concentrarci a fondo su quanto abbiamo studiato e preparato durante queste intense settimane di allenamento”.

Questi i tabellini della Modula durante il torneo di ieri.

SAN VITO MARANO VICENTINO – MODULA CASALGRANDE 29 – 27

SAN VITO MARANO VICENTINO: Barbuto, Cavedon G. 5, Dal Maistro, Dalla Riva L. (P), Dalla Riva N., De Marchi 3, Fabris 4, Farcas, Ferrari, Leiblich 8, Marangon, Marchioro (P), Meneghello 1, Mondin, Ochnio 8. Allenatore: Roberto Stedile.

MODULA CASALGRANDE: Toro K., Oliva, Strozzi 1, Ricciardo (P), Rispoli 2, Seghizzi 8, Canelli 1, Lenzotti 5, Bacchi, Id-Ammou 3, Galopin 2, Ravaglia, Cocchi (P), Lamberti 4, Luciardi 1. Allenatore: Matteo Corradini.

NOTE: primo tempo 14-14. Rigori: San Vito 1 su 2, Modula Casalgrande 5 su 6. Esclusioni per due minuti: San Vito 0, Modula Casalgrande 2.

MODULA CASALGRANDE – ORIAGO 18 – 28

MODULA CASALGRANDE: Toro K., Oliva 1, Strozzi 1, Ricciardo (P), Rispoli 1, Seghizzi 1, Canelli 2, Lenzotti 2, Bacchi 1, Id-Ammou, Galopin 3, Ravaglia, Cocchi (P), Lamberti 6, Luciardi. Allenatore: Matteo Corradini.

ORIAGO: Missinato 3, Nardin 3, Giacomazzi 2, Brozzola R., Brozzola M. 2, Meneghetti 1, Zennaro N. 2, Bigon 1, Rosan 1, Niero (P), Terren, Favaro 2, Saccon 1, Belli 2, Zennaro M. 3, Lazzarin 5. Allenatore: Giampaolo Leandri.

NOTE: primo tempo 9-18. Rigori: Modula Casalgrande 2 su 2, Oriago 2 su 3. Esclusioni per due minuti: Modula Casalgrande 1, Oriago 0.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Al centro, il pivot biancorosso Alessandro Lenzotti in azione
  • Matteo Corradini, allenatore della Modula Casalgrande
  • Il terzino casalgrandese Emanuele Seghizzi
  • In maglie gialle, da sinistra il terzino casalgrandese Younes Id-Ammou e il pivot Andrea Strozzi
  • L’ala biancorossa Kristian Toro
  • Eugenio Oliva, pivot della Modula
  • Mathieu Galopin, ala della Modula.

A2 maschile, la Modula Casalgrande ritrova il campionato dopo la pausa dello scorso fine settimana: sabato al Pala Keope l’insidioso e rilevante duello con l’Ambra Poggio a Caiano. Strozzi: “La sconfitta contro il Verdeazzurro è nata anche dal nostro deludente approccio alla gara sul piano mentale, ma stavolta non incapperemo nello stesso errore. Dopo il passaggio a vuoto in Sardegna, l’intero gruppo ha reagito al meglio allenandosi con ancora più slancio e concentrazione. Tra i nostri prossimi avversari, Maraldi e Chiaramonti sono sempre in grado di fare la differenza: noi abbiamo i mezzi per controbattere con efficacia, ma rispetto alla trasferta di Sassari dovremo perfezionare il fortino difensivo”. Sugli obiettivi stagionali: “La salvezza non è ancora matematica. In ogni caso resteremo motivatissimi fino all’ultimo, anche se la permanenza in A2 arrivasse con largo anticipo”

Dopo la pausa dello scorso fine settimana, la Modula Casalgrande viaggia a grandi passi verso la ripresa del proprio cammino in campionato: i pallamanisti biancorossi provengono da due sconfitte consecutive, e quindi i nostri beniamini sono pienamente al lavoro per inseguire con assoluta fermezza il ritorno alla vittoria. Dopodomani, sabato 20 febbraio, la compagine allenata da Fabrizio Fiumicelli sarà di scena al Pala Keope contro i toscani dell’Ambra Poggio a Caiano: il duello scatterà al consueto orario delle 18.30, e sarà valevole per la 16esima giornata di serie A2. Ancora una volta il palazzetto resterà chiuso all’accesso del pubblico, nel pieno rispetto delle vigenti normative anticovid: in compenso, l’incontro verrà trasmesso in diretta integrale sulla pagina Facebook del Gsd Pallamano Spallanzani Casalgrande.


Prima di delineare i possibili scenari che caratterizzeranno il confronto di sabato, Andrea Strozzi torna innanzitutto sulle dinamiche che hanno determinato il ko di 11 giorni fa a Sassari: “L’organico del Verdeazzurro è certamente ostico da affrontare, per qualsiasi avversaria del girone – sottolinea il pivot della Modula – Tuttavia credo che noi avremmo comunque potuto fare qualcosa di più, in primo luogo sotto il profilo dell’atteggiamento. Pur trovandoci confrontati con un’avversaria di spessore davvero elevato, il compito di espugnare il Pala Santoru non era affatto così impossibile per noi: probabilmente abbiamo pagato una certa leggerezza sul piano della mentalità, e il nostro deludente avvio di gara conferma le mie impressioni”.


Che cosa intendi esattamente?

“A mio parere abbiamo peccato di eccessivo ottimismo, specchiandoci nella convinzione di poter ripetere il successo ottenuto all’andata senza troppi problemi. Inoltre prima della trasferta sassarese siamo riusciti a inanellare 4 vittorie di fila, costruendo una striscia di affermazioni interrotta soltanto dall’onorevole sconfitta casalinga contro la capolista Carpi: il recente ruolino di marcia può averci ulteriormente portati a prendere un po’ sottogamba l’impegno in Sardegna. Ad ogni modo, il rovescio contro il Verdeazzurro ha pure i suoi risvolti incoraggianti: sono infatti convinto che ci sia servito come utile e significativa lezione”.

Da dove nasce questa tua certezza?

“La preparazione alla sfida con l’Ambra si sta svolgendo nel migliore dei modi, sotto ogni aspetto. Fin dall’agosto scorso tutti noi lavoriamo con grande efficienza, e l’esperta guida di Fiumicelli ha senza dubbio un notevole ruolo nel far emergere le nostre potenzialità tecnico-agonistiche: tuttavia, dopo la sconfitta di Sassari l’intera squadra ha riposto un’ulteriore dose di intensità e concentrazione durante gli allenamenti. Di conseguenza, penso proprio che stavolta l’atteggiamento sarà consono all’importanza della posta in palio: il duello di sabato significa parecchio nell’ottica del nostro cammino stagionale, e quindi siamo perfettamente consapevoli di non poterci far trovare impreparati”.

Come vi presenterete? Nelle file della Modula si profila qualche assenza?

“Rispoli è in forse per impegni personali: in compenso, almeno per il momento l’infermeria resta sempre vuota. La squadra è in buona salute non solo dal punto di vista del morale, ma pure per quanto concerne la forma fisica. Peraltro, in questi giorni Eugenio Oliva ha finalmente ripreso ad allenarsi: ancora non sappiamo se lui sarà schierabile già a partire da dopodomani, ma il suo rientro rappresenta una rilevante buona notizia per l’intero organico. Di certo contro i pratesi avremo 16 giocatori a referto, e non 12 come a Sassari: il fatto di avere più opzioni a disposizione costituirà un aiuto di non poco conto, specie in termini di ossigeno. Oltre alla mentalità, in Sardegna abbiamo infatti pagato un tasso di stanchezza superiore rispetto al solito: le fatiche del viaggio si sono fatte sentire, e i 4 elementi in meno hanno fatto il resto rendendo più difficili le rotazioni”. 


Lo scorso 3 ottobre, a Poggio a Caiano, la Modula ha riportato una preziosa vittoria con il punteggio di 27-30. C’è però da dire che l’Ambra di oggi si presenta differente rispetto a quella di inizio stagione: tra l’altro è cambiato l’allenatore, con Daniele Della Rocca subentrato a Sergio Cavicchiolo nel mese di novembre. Quali sono le maggiori insidie che ti aspetti di trovare in questo confronto di ritorno?

“Il nuovo assetto dell’Ambra è senza dubbio tra i principali ostacoli che dovremo fronteggiare. Rispetto a ottobre, Poggio a Caiano può contare su due rientri di lusso per l’A2: mi riferisco ovviamente a Edoardo Chiaramonti e Luca Maraldi, giocatori che sono sempre in grado di fare la differenza. Non a caso, di reente i biancoverdi hanno mosso la propria classifica riportando un’altisonante affermazione casalinga contro una super potenza come Follonica. Per quel che ci riguarda, noi abbiamo dimostrato di essere una squadra capace di costruire una meccanica di gioco davvero egregia: qualche passaggio a vuoto c’è stato, ma a livello generale siamo riusciti a distinguerci sia in attacco sia in fase difensiva. Dunque, l’obiettivo primario sta nell’esprimere chiaramente e nell’imporre fin da sùbito il nostro tipo di pallamano: rispetto alla sfida di Sassari dovremo tuttavia migliorare e rendere più efficace il fortino a difesa della porta, perchè i 40 gol che il Verdeazzurro ci ha rifilato sono proprio troppi”.


lamberti mattia

Con il ritiro di Tavarnelle, a questo punto retrocederà in serie B soltanto l’ultima in classifica: così, la salvezza della Modula Casalgrande appare certa fin da adesso con una percentuale che supera il 90%. Temi che ciò possa creare qualche distrazione di troppo nelle prossime settimane, favorendo un approccio alle partite meno coriaceo del solito?

“Intanto non c’è affatto motivo di festeggiare: quando purtroppo una squadra si ritira, è sempre una pessima novità per tutto il movimento. Quanto a noi, l’aritmetica ci dice che la permanenza in A2 non è ancora una certezza matematica: dunque, ora come ora non esiste alcun valido motivo per mollare la presa. Nell’immediato, il confronto con Ambra sarà di basilare importanza per il nostro futuro: vincere significherebbe infatti compiere un nuovo passo avanti verso una salvezza che fin dall’estate costituisce la meta primaria di questa Modula. Inoltre, noi abbiamo i mezzi che servono per provare a terminare il campionato piazzandoci nella parte sinistra della graduatoria: dunque, se la salvezza dovesse effettivamente arrivare con largo anticipo, noi resteremo comunque motivatissimi nell’intento di consolidare la nostra presenza tra le prime 6 del girone. In poche parole, penso proprio che la nostra fame di vittoria resterà immutata fino al termine”.


LA SITUAZIONE IN A2 MASCHILE. Le altre partite di sabato 20 sono Verdeazzurro Sassari-Lions Teramo, Vikings Rubiera-Starfish Follonica e Parma-Chiaravalle: il 16° turno si concluderà quindi domenica 21, con il posticipo Camerano-Carpi. Riposano Hac Nuoro e Bologna United.

Classifica del girone B dopo 13 gare disputate: Carpi 24 punti; Vikings Rubiera* 22; Camerano 21; Lions Teramo 20; Starfish Follonica 17; Modula Casalgrande 12; Verdeazzurro Sassari* 10; Chiaravalle* e Parma* 8; Ambra Poggio a Caiano 6; Hac Nuoro 4; Bologna United 0 (le squadre con l’asterisco hanno giocato una partita in meno).


NAZIONALE UNDER 21. Durante lo scorso fine settimana, i riflettori della pallamano italiana sono stati puntati su Salsomaggiore: la città termale ha ospitato la Coppa Italia maschile e femminile, ma anche il nuovo stage della Nazionale Under 21. Al raduno di Salso ha partecipato anche Enrico Aldini, pivot della Modula Casalgrande: gli azzurri del dt Riccardo Trillini si stanno preparando alle gare previste in Israele dal 12 al 14 marzo, valevoli per l’accesso ai Mondiali.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande con l’allenatore Fabrizio Fiumicelli
  • Da sinistra (in maglie gialle) il terzino casalgrandese Younes Id-Ammou e il pivot Andrea Strozzi
  • Un’altra immagine di Andrea Strozzi
  • L’ala/pivot casalgrandese Alberto Barbieri
  • Il pivot biancorosso Eugenio Oliva
  • Kevin Ricciardo, portiere della Modula
  • Mattia Lamberti, terzino e fromboliere della Modula
  • Il pivot casalgrandese Daniel Dimitric
  • Enrico Aldini, pivot della Modula e della Nazionale Under 21.

A2 maschile, all’orizzonte dei biancorossi c’è la trasferta toscana sul campo dell’Ambra Poggio a Caiano. La Modula Casalgrande ha un’occasione d’oro per conquistare preziosi punti salvezza, però Andrea Strozzi mantiene la massima cautela: “Noi ci presenteremo di nuovo al completo, ma credo che domani il compito di trovare la via del gol sarà molto più complesso di quanto si potrebbe pensare”. A livello personale: “Buon inizio, non mi aspettavo un minutaggio così rilevante”

Trasferta toscana per la Modula Casalgrande: la serie A2 di pallamano maschile giunge alla disputa della terza giornata, e la formazione allenata da Fabrizio Fiumicelli è attesa da quella che sulla carta sembrerebbe una vera e propria occasione d’oro per ottenere preziosi punti salvezza. Domani, sabato 3 ottobre, i biancorossi saranno di scena al Pala Pacetti di Poggio a Caiano contro i padroni di casa dell’Ambra: il duello, che avrà inizio alle ore 18, verrà disputato sotto la direzione del duo arbitrale composto da Nicolò Pasqualin e Michele Rossetti. 


I nostri beniamini provengono da un successo di assoluto rilievo, che ha permesso alla Modula di muovere la classifica ottenendo i primi punti stagionali: domenica scorsa, i casalgrandesi hanno infatti superato al Pala Keope il tenace Verdeazzurro Sassari con il punteggio di 31-29. “Prova nel complesso efficace e di grande concretezza da parte nostra – afferma il pivot biancorosso Andrea Strozzi, nel commentare il successo contro gli isolani – Abbiamo smarrito la nostra brillantezza soltanto in un ben preciso periodo del secondo tempo, quando il Verdeazzurro ha costruito un altisonante 0-7 in proprio favore. Sassari è squadra che sa correre davvero parecchio, molto di più rispetto a tanti altri organici del girone B: di conseguenza noi ne abbiamo in parte sofferto, accusando un netto calo di energie che ha aperto la strada per quel parziale così roboante piazzato dagli ospiti”. 


Al tempo stesso, Strozzi illustra pure i punti di forza che hanno comunque permesso alla Modula di portare a casa l’intera posta in palio: “Ritengo che il nostro amalgama di squadra sia già a buon punto – sottolinea il promettente classe 2002 – Pur essendo ancora nelle prime fasi della stagione ufficiale, possiamo già contare su un’identità di squadra efficiente e ben definita: si tratta di una dote che domenica ha avuto un peso di notevole importanza, aiutandoci peraltro a reagire con pazienza e maturità al momento difficile che abbiamo attraversato nel corso del secondo tempo. Inoltre il reparto di terzini,centrali e pivot ha raggiunto un livello di rendimento che può definirsi davvero soddisfacente – prosegue Andrea Strozzi – Resta invece qualcosa da sistemare per quanto riguarda il gioco sulle ali, ma ovviamente non è affatto il caso di dare spazio a inutili allarmismi. Possiamo infatti contare su giocatori volenterosi e di talento anche nei settori più laterali del campo: ora, si tratta soltanto di fare qualche ulteriore passo avanti nel perfezionare l’applicazione degli schemi indicati da Fiumicelli”.


L’Ambra Poggio a Caiano è una realtà senza dubbio blasonata, che tuttavia ha sviluppato un avvio di campionato non esaltante sotto l’aspetto dei risultati. I pratesi allenati da Sergio Cavicchiolo sono infatti in arrivo da due larghe sconfitte: la prima è arrivata sul campo del Follonica, mentre la seconda risale a sabato scorso nel duello casalingo con il Carpi. Quindi, sulla carta le credenziali della Modula sembrano davvero essere migliori: tra l’altro, il successo biancorosso sul Verdeazzurro Sassari è stato preceduto dall’onorevole battuta d’arresto sul parquet del già citato Carpi. Ad ogni modo, Andrea Strozzi non si fida affatto dei prossimi avversari: “Chi pensa che l’Ambra sarà una rivale accomodante o addirittura arrendevole ha letteralmente sbagliato strada – rimarca il pivot casalgrandese – Innanzitutto avremo di fronte un organico assetato di punti: la ferma volontà di uscire dalle amarezze delle prime due giornate sarà senz’altro una rilevante spinta motivazionale per l’Ambra. Poi, anche se i numeri delle prime due giornate sembrerebbero dire il contrario, Poggio a Caiano ha la capacità di saper schierare una difesa molto coriacea e davvero complessa da fronteggiare: dunque siamo attesi da un lavoro decisamente impegnativo e niente affatto scontato, perchè prevedo che la ricerca della via del gol non sarà affatto così semplice come qualcuno potrebbe pensare”

“Inoltre, dovremo allontanare ogni possibile euforia legata al successo da cui proveniamo – sottolinea Strozzi – Tuttavia, sono ragionevolmente ottimista per ciò che riguarda l’atteggiamento: anche se siamo un gruppo contraddistinto da un’età media davvero bassa, ritengo che questa Modula abbia già acquisito una buona scorza caratteriale che andrà affinata e irrobustita sempre più con il passare delle settimane. Intanto, l’infermeria continua a darci buone e preziose notizie: il nostro percorso sta continuando senza alcun tipo di inghippo fisico, e così potremo presentarci al completo pure in questa occasione”.


Con Andrea Strozzi c’è poi spazio per qualche irrinunciabile battuta in merito al rendimento individuale: il cammino in seconda serie del pivot classe 2002 è iniziato con il gol messo a segno a Carpi e con le due reti siglate contro Sassari. “Fino allo scorso anno io giocavo nell’Under 19 di Casalgrande, mentre adesso sono stabilmente inserito nell’organico della squadra di A2 – ricorda il diretto interessato – Ovviamente, per i bilanci è ancora molto presto: comunque sia per il momento posso davvero ritenermi felice, anche perchè non mi aspettavo affatto di poter avere spazi così ampi. Colgo l’occasione per ringraziare società, staff tecnico e compagni di squadra: ora l’obiettivo sta nel meritarmi ulteriore minutaggio, per fornire un contributo sempre più utile all’intera squadra”.


LA SITUAZIONE. Domani si giocheranno anche Tavarnelle-Nuoro, Lions Teramo-Verdeazzurro Sassari, Carpi-Camerano, Starfish Follonica-Vikings Rubiera e Bologna United-Fiorentina: il programma del 3° turno si completerà poi domenica, con il posticipo Chiaravalle-Parma.

Classifica della serie A2 maschile (girone B): Tavarnelle, Carpi, Vikings Rubiera, Lions Teramo e Camerano 4 punti; Verdeazzurro Sassari, Starfish Follonica, Modula Casalgrande e Fiorentina 2; Chiaravalle, Nuoro, Bologna United, Parma e Ambra Poggio a Caiano 0.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande durante la sfida di domenica scorsa al Pala Keope contro il Verdeazzurro Sassari (foto Andrea Oliva)
  • Il pivot biancorosso Andrea Strozzi
  • Il terzino casalgrandese Younes Id-Ammou
  • Luigi Prandi, portiere della Modula
  • Il terzino biancorosso Emanuele Seghizzi.