Archivi tag: enrico aldini

A2 maschile, Modula Casalgrande al Pala Keope per inseguire il terzo successo di fila: tuttavia domani bisognerà ruggire più forte dei Lions Teramo, che al momento guidano la classifica. Enrico Aldini: “Avvio di qualità sul piano del rendimento, ma dal punto di vista del gioco siamo ancora al di sotto dei nostri standard. In caso di vittoria, nessun entusiasmo a buon mercato: con un calendario così arduo come quello che ci attende, adesso è impensabile rivedere al rialzo gli obiettivi stagionali”

Modula Casalgrande a caccia del tris: dopo il successo interno contro Sassari e il blitz di sabato scorso sul parquet di Poggio a Caiano, ora i pallamanisti biancorossi puntano con fermezza a centrare quello che sarebbe il terzo successo consecutivo. Tuttavia, il compito dei nostri beniamini non si prospetta affatto così semplice: domani, sabato 10 ottobre, la compagine allenata da Fabrizio Fiumicelli è infatti attesa dal duello casalingo contro un’avversaria che rientra nel terzetto di testa della classifica. La sfida con i Lions Teramo sarà valevole per la quarta giornata di serie A2: in campo dalle ore 18.30 al Pala Keope, sotto la direzione degli arbitri Daniele Bazzanella e Vincenzo Domenico Stilo. Anche questa volta, l’accesso al palazzetto sarà riservato ai possessori dell’apposita “Keope Pass Card”.


“Dal punto di vista dei risultati, l’avvio di campionato che siamo riusciti a costruire può senza dubbio definirsi lusinghiero – commenta il pivot casalgrandese Enrico Aldini Quattro punti raccolti in 3 partite rappresentano senz’altro un bilancio soddisfacente, che quest’estate avremmo sottoscritto al volo: peraltro la sconfitta rimediata a Carpi nel turno inaugurale è assolutamente onorevole, specie considerando l’elevato livello degli avversari. Ad ogni modo, tutto ciò non deve affatto autorizzarci a dormire sugli allori: anche se forse potrebbe sembrare un’affermazione un po’ forte, credo che sul piano del gioco la nostra stagione non sia iniziata in modo così straordinario”.

Aldini entra quindi nel dettaglio: “Abbiamo urgente bisogno di migliorare l’aggressività e la continuità in fase difensiva evidenzia il pivot classe 2002 – Potremmo e dovremmo essere molto più arcigni nel costruire la cerniera intorno alla porta: invece, durante le partite ci capita troppe volte di vivere momenti contraddistinti da vere e proprie amnesie sotto il profilo dell’intensità difensiva. Nella fattispecie, incappiamo in autentici momenti di buio: sono periodi in cui non riusciamo più a sviluppare ciò che collaudiamo in allenamento, e si tratta di cali che possono finire per costare davvero cari in qualsiasi occasione. In più, credo che la precisione in fase di tiro sia ancora al di sotto dei nostri possibili standard – sottolinea Enrico Aldini – Anche l’efficacia al tiro ha bisogno di una sterzata positiva, già a partire dalle sfide decisamente impegnative che ci attendono nell’immediato”.


Ad ogni modo, i recenti successi contro Sassari e Ambra Poggio a Caiano non derivano certo dal puro caso: “Ovviamente questa Modula sta pure evidenziando una serie di meriti specifici, e lungi da me l’intenzione di ignorarli – prosegue Aldini – Per la precisione, credo che la consistente velocità di manovra sia senza dubbio tra i principali tratti distintivi del nostro modo di giocare: si tratta di una dote che fin qui è emersa in modo più che chiaro, in tutti e tre i confronti. Inoltre, in attacco siamo già caratterizzati da una buona organizzazione per quel che concerne lo sviluppo della terza fase: tutto questo senza dimenticare il rilevante spirito di squadra che regna all’interno dell’organico, fin dall’inizio della preparazione. I problemi non mancano, ma ciascuno di noi è impegnato nel riporre tutte le energie possibili per risolverli. Fiumicelli sta impostando schemi e strategie che per noi sono novità rispetto al recente passato: si tratta di cambiamenti che non abbiamo ancora assimilato in pieno, ma l’allenatore ha senza dubbio intrapreso la strada giusta per metterci nelle condizioni di concretizzare un miglioramento progressivo e costante”.


L’attuale primo posto dei Lions Teramo non sorprende più di tanto. L’organico allenato da Marcello Fonti ha inanellato vittorie contro Parma, Nuoro e Verdeazzurro Sassari: in tal modo, fin qui gli abruzzesi sono riusciti a onorare al meglio l’elevata reputazione che li contraddistingue. “Domani affronteremo uno tra gli organici meglio attrezzati del girone B, e non è per niente una frase fatta – afferma il pivot biancorosso – Si tratta di una compagine che sa creare problemi a qualsiasi avversaria, e in ogni zona del campo. In particolare, i Lions sono capaci di andare a segno con azioni di contropiede costruite in modo rapido e molto ficcante: inoltre servirà parecchio lavoro per scandagliare la granitica difesa teramana, che numeri alla mano è la migliore di tutto il raggruppamento. Per quanto ci riguarda, noi saremo aiutati dal fatto di poterci presentare in assetto completo. Salvo problematiche dell’ultima ora, non dovremmo fronteggiare assenze: peraltro sono previsti i ritorni di Kristian Toro e Riccardo Prodi, che hanno saltato la trasferta di sabato scorso a causa dei rispettivi impegni personali e di lavoro”.

In caso di vittoria, Enrico Aldini invita poi a non eccedere con gli entusiasmi: “Un successo ci darebbe inevitabilmente ulteriore slancio, nell’andare una ricerca di una salvezza che per ora resta comunque il nostro traguardo primario. L’eventuale conquista dei due punti non deve infatti autorizzarci a effettuare troppi voli pindarici con la fantasia. Dopo Teramo affronteremo in successione Camerano, Tavarnelle e Rubiera: di conseguenza, adesso non c’è assolutamente spazio per dare spazio a facili proclami. Se l’attuale striscia di risultati positivi continuerà, solo ai primi di novembre si potrà iniziare a ipotizzare una cauta revisione al rialzo degli obiettivi. Allo stesso modo, se domani dovessimo perdere sono certo che non ci lasceremo affatto prendere dallo sconforto: la filosofia con cui ci muoviamo sta infatti nel valutare con calma e attenzione una partita per volta, sempre animati da una piena fiducia nelle nostre potenzialità”.


Intanto, Aldini si augura di fare sempre meglio anche a livello personale: “ll mio inizio di stagione è stato incoraggiante, ma adesso non posso certo dire di essere al 100% – spiega il giocatore – Sotto il profilo tecnico, so di poter dare un contributo molto più visibile e fattivo rispetto a quello che ho fornito finora: inoltre sono al lavoro con corsa e sala pesi, per raggiungere presto la migliore condizione fisica”.


LA SITUAZIONE. Domani si giocheranno pure Verdeazzurro Sassari-Tavarnelle, Fiorentina-Starfish Follonica, Vikings Rubiera-Carpi, Nuoro-Chiaravalle e Parma-Bologna United. Il 4° turno si completerà domenica 11, con il posticipo Camerano-Ambra Poggio a Caiano.

Classifica del campionato di pallamano A2 maschile (girone B): Tavarnelle, Lions Teramo e Carpi 6 punti; Vikings Rubiera 5; Camerano, Modula Casalgrande e Fiorentina 4; Starfish Follonica 3; Verdeazzurro Sassari e Chiaravalle 2; Parma, Bologna United, Ambra Poggio a Caiano e Nuoro 0.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Da sinistra (in maglia gialla) il terzino casalgrandese Younes Id-Ammou, il pivot Enrico Aldini e il pivot Alessandro Lenzotti
  • Enrico Aldini in fase realizzativa
  • Il portiere biancorosso Kevin Ricciardo
  • Da sinistra (in maglia gialla) altri due giocatori della Modula: l’ala Salim Scalabrini e il terzino Emanuele Seghizzi
  • Daniel Dimitric, pivot della Modula
  • Il terzino casalgrandese Riccardo Prodi.