Archivi tag: fabrizio fiumicelli

A2 maschile, Fiumicelli: “La Modula sta mantenendo un morale stranamente alto. L’avverbio ci sta tutto, perchè quando non si gioca ci vuole pochissimo per perdere la necessaria fibra motivazionale: d’altronde, al momento l’intera squadra è lontana da questo rischio. Peraltro, le notizie che arrivano dall’infermeria aiutano a conservare l’entusiasmo: Lamberti, Galopin e Prodi hanno ripreso ad allenarsi con il gruppo, e saranno schierabili durante la prossima gara ufficiale. Il nostro cammino in campionato dovrebbe riprendere il 12 dicembre a Follonica, anche se purtroppo io non ne sono così convinto: tuttavia, incrociamo le dita per un regolare completamento del campionato. Vorrei infatti che Casalgrande mostrasse il proprio valore anche nei tanti scontri diretti che ci attendono in chiave salvezza”

La Modula Casalgrande sta vivendo settimane prive di impegni ufficiali, come tutto il resto della serie A2 maschile: sabato scorso i nostri beniamini avrebbero dovuto giocare sul parquet della Fiorentina, ma il duello con i toscani è stato rimandato al prossimo 9 gennaio. Il rinvio ai primi del 2021 riguarda anche altri due confronti di assoluto rilievo in chiave salvezza: il 16 gennaio la Modula ospiterà il Bologna United, mentre il 23 sarà la volta del confronto sul campo del Parma. Come annunciato e sottolineato nei giorni scorsi, la Figh ha stabilito 3 sabati di pausa per aiutare le società ad adeguarsi alle nuove norme anticovid: l’attuale protocollo, più severo rispetto al precedente, prevede tamponi a cadenza settimanale per i giocatori e gli staff di ciascuna squadra. 


“Intanto il morale del gruppo di A2 resta stranamente alto, e l’avverbio è proprio quello giusto – spiega il trainer casalgrandese Fabrizio Fiumicelli – Quando non si gioca, ogni atleta corre il rischio di perdere una buona parte della propria fibra motivazionale: ad ogni modo, si tratta di una prospettiva che per ora a Casalgrande non si sta affatto verificando. I ragazzi continuano a lavorare con il necessario slancio, e le buone notizie che giungono dall’infermeria autorizzano di certo a conservare il necessario entusiasmo: Mattia Lamberti, Riccardo Prodi e Mathieu Galopin hanno infatti ripreso a lavorare con tutto il resto del gruppo, e ciò significa che a Follonica dovremmo finalmente presentarci in assetto completo”.


Il riferimento di Fiumicelli a Follonica non è affatto casuale: la ripresa del campionato è fissata per sabato 12 dicembre, e nell’occasione i biancorossi saranno ospiti della formazione maremmana targata Starfish. “Al momento abbiamo la data del 12 come punto di riferimento, ma sappiamo che ulteriori cambiamenti sono sempre dietro l’angolo – rimarca il tecnico della Modula – Considerando la situazione sanitaria generale, purtroppo io non sono del tutto sicuro che a dicembre si possa effettivamente ricominciare l’agenda agonistica. Come è ovvio che sia, la speranza è quella di tornare in campo per i due punti nel modo più rapido possibile: al tempo stesso i mesi invernali sono quelli più delicati per quanto riguarda le patologie virali e respiratorie, e dunque dobbiamo incrociare le dita continuando a seguire tutte le norme che compongono il protocollo sanitario. A tale proposito, la scelta che la Federazione ha fatto va senza dubbio nella giusta direzione – prosegue il timoniere casalgrandese – I tamponi settimanali potranno creare un numero non trascurabile di partite rinviate: tuttavia, se si vuole lavorare in relativa sicurezza, i controlli frequenti rappresentano l’unica strada percorribile”.

Piuttosto, alla Figh rivolgo osservazioni di altro tipo – aggiunge Fiumicelli – Io sono delegato tecnico regionale per l’Emilia Romagna, e lunedì 7 dicembre dovrò recarmi a Roma per l’Assemblea nazionale elettiva: in tutta sincerità, si tratta di una prospettiva che non mi entusiasma affatto. In tempi di pandemia, credo che muovere 250 persone provenienti da tutt’Italia sia un’operazione ampiamente fuori luogo. Poi, come se non bastasse si voterà in un giorno feriale: in tantissimi, me compreso, saranno dunque costretti a prendersi un permesso dal lavoro. Le elezioni per assegnare le cariche federali si devono fare, senz’ombra di dubbio: d’altro canto sarebbe stato possibile partecipare e votare da remoto, così come fanno tante altre Federazioni in Italia”.


Per il resto, Fiumicelli non manca di soffermarsi sul cammino che la Modula ha saputo sviluppare fin qui: “Di certo si può sempre migliorare, ma 6 punti in 7 gare costituiscono un bilancio nel complesso incoraggiante – osserva l’allenatore – Stiamo affrontando l’A2 con un’altissima quantità di giovani, tutti cresciuti nelle file di Casalgrande proprio come i nostri giocatori Senior: siamo quindi una squadra “fatta in casa” nel senso più edificante del termine, ma ciò non ci ha affatto impedito di mettere in difficoltà anche avversarie che sulla carta dispongono di mezzi superiori ai nostri. Inoltre, credo che l’accento vada posto pure sulla difficoltà del calendario: finora, ci siamo quasi sempre confrontati con avversarie di medio-alta classifica. Spero quindi che il campionato possa riprendere e proseguire regolarmente: sotto il profilo sportivo, ciò ci permetterebbe di dimostrare il nostro valore anche negli scontri diretti per la permanenza nella categoria. Forse, il 12 sarebbe stato meglio riprendere affrontando una rivale che lotta come noi in chiave salvezza: comunque sia, ci faremo ugualmente trovare pronti per Follonica”. 


Una battuta pure sull’Under 19 maschile targata Casalgrande Padana, diretta dallo stesso Fabrizio Fiumicelli: “In questo caso, il compito di mantenere il giusto entusiasmo è ancora più complicato. L’U19 non ha ancora disputato gare ufficiali, e la partenza del campionato è fissata per metà gennaio: un orizzonte temporale che però resta ancora tutto da confermare nei fatti. Ad ogni modo, l’Under sta facendo gli sforzi necessari per conservare un buon livello di preparazione fisica e mentale”. 

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande al Pala Keope, durante gli allenamenti
  • L’allenatore Fabrizio Fiumicelli
  • A destra, il pivot casalgrandese Enrico Aldini
  • Il pivot biancorosso Alessandro Lenzotti
  • Younes Id-Ammou, terzino della Modula.

Serie A2, nuove tabelle di marcia per Modula e Casalgrande Padana: la Federazione ridisegna i calendari, per permettere alle società di adeguarsi al nuovo e più rigido protocollo sanitario. I biancorossi di Fiumicelli riprenderanno a giocare il 12 dicembre, con la trasferta sul campo del Follonica: il cammino della squadra di Corradini inizierà invece il 9 gennaio, quando le nostre beniamine affronteranno il gran derby sul parquet di Castelnovo Sotto

Rivoluzione nei calendari della serie A2, sia in ambito maschile sia in ambito femminile: ovviamente i cambiamenti apportati dalla Federazione interessano da vicino anche le squadre di Casalgrande, che ora dovranno riprogrammare l’agenda in seguito a queste nuove disposizioni.


Le modifiche sono dettate dall’adozione di un nuovo protocollo sanitario generale, più rigido rispetto a quello precedente: tutto è illustrato nel dettaglio nell’apposita circolare uscita oggi, e disponibile a questo link http://www.figh.it/circolari-federali/circolari-2020/3258-n%C2%B0-74-del-16-novembre/file.html

In sintesi i tamponi di controllo dovranno essere effettuati ogni settimana, e i relativi risultati andranno comunicati entro le ore 13 del venerdì precedente alla partita. L’operazione riguarderà giocatori e giocatrici, ma anche tecnici e ufficiali di gara inseriti nell’apposita lista che verrà compilata dalla società. Qualora all’interno di una squadra emergessero 4 o più contagi, il club avrà due possibili strade da percorrere: giocare ugualmente (ovviamente senza i positivi al Covid), oppure chiedere e ottenere il rinvio della partita in questione.


Come annunciato nei giorni scorsi, il Gs Pallamano Spallanzani Casalgrande aveva già deciso in autonomia di effettuare tamponi a cadenza frequente e periodica: ora però le nuove norme dovranno essere seguite da tutti i club di seconda serie, e di fatto il protocollo uscito oggi si allinea a quello che la massima divisione sta seguendo fin da inizio annata.


A2 MASCHILE. Detto delle novità procedurali, osserviamo ora quelli che saranno i cambiamenti relativi all’agenda delle nostre Prime squadre. Sabato prossimo la Modula Casalgrande avrebbe dovuto giocare sul parquet della Fiorentina, ma la gara contro i viola è stata rinviata al 9 gennaio 2021: la sfida interna contro il Bologna United slitta invece dal 28 novembre al 16 gennaio. Un’ulteriore variazione è poi quella che riguarda il duello del 5 dicembre, sul campo del Parma: in questo caso, il confronto con i ducali avrà luogo il prossimo 23 gennaio. La ripartenza del girone B è quindi fissata per sabato 12 dicembre, quando la Modula sarà ospite del Follonica: il programma agonistico del 2020 si chiuderà quindi con la gara interna contro Nuoro, ultimo impegno prima della pausa per le Festività natalizie.
Riepilogando, il nuovo calendario biancorosso si presenta quindi così.

12a giornata – sabato 12 dicembre: Starfish Follonica-Modula Casalgrande.

13a giornata – sabato 19 dicembre: Modula Casalgrande-Nuoro.

Recupero 9a giornata – sabato 9 gennaio: Fiorentina-Modula Casalgrande.

Recupero 10a giornata – sabato 16 gennaio: Modula Casalgrande-Bologna United.

Recupero 11a giornata – sabato 23 gennaio: Parma-Modula Casalgrande.

14a giornata (prima di ritorno) – sabato 30 gennaio: Modula Casalgrande-Carpi.

A seguire, l’agenda proseguirà come previsto. In buona sostanza, la serie A2 si fermerà per le prossime 3 settimane: uno scenario non del tutto dissimile a quello che il tecnico casalgrandese Fabrizio Fiumicelli aveva prospettato pochi giorni fa.

Questa intanto la classifica del girone B, dopo le gare dell’8° turno giocate sabato scorso: Vikings Rubiera 14 punti; Tavarnelle e Lions Teramo* 13; Camerano* 11; Carpi** 10; Starfish Follonica** 9; Modula Casalgrande* e Chiaravalle* 6; Verdeazzurro Sassari*, Nuoro*, Parma* e Fiorentina** 4; Bologna United e Ambra Poggio a Caiano* 0. Ogni asterisco corrisponde a una partita in meno.


A2 FEMMINILE. Per quel che riguarda la Casalgrande Padana, le nostre beniamine avrebbero dovuto debuttare sabato 12 dicembre: nell’occasione il programma prevedeva il duello del Pala Keope contro il Ferrarin Milano, valido per la quarta giornata. A seguire sabato 19 era calendariato il derby reggiano, che però slitterà al nuovo anno: la seconda serie femminile avrà infatti inizio il 9 gennaio 2021, per tutti i gironi. Si comincerà regolarmente dalla prima giornata: di conseguenza la formazione allenata da Matteo Corradini esordirà sul campo del Marconi Jumpers Castelnovo Sotto, dando vita a un confronto molto atteso fin da ora. Questa la nuova tabella di marcia biancorossa:

1a giornata (andata 9 gennaio – ritorno 6 marzo): Marconi Jumpers Castelnovo Sotto-Casalgrande Padana.

 2a giornata (a 16 gennaio – r 13 marzo): riposo.

3a giornata (a 23 gennaio – r 27 marzo): Lions Sassari-Casalgrande Padana. 

4a giornata (a 30 gennaio – r 10 aprile): Casalgrande Padana-Ferrarin Milano. 

5a giornata (a 6 febbraio – r 24 aprile): Casalgrande Padana-Brescia. 

6a giornata (a 20 febbraio – r 8 maggio): Venplast Dossobuono-Casalgrande Padana. 

7a giornata (a 27 febbraio – r 15 maggio): Casalgrande Padana-Cassano Magnago.

Confermato il regolamento: al termine le prime due classificate accederanno alla finale a 8, che metterà in palio la Coppa Italia di categoria e soprattutto le due promozioni in A1. In questo caso, l’appuntamento si disputerà tra il 29 maggio e il 2 Giugno 2021. 


HANDBALLTIME. Segnaliamo intanto un intervento di Alberto Aldini sul sito handballtime.it: le dichiarazioni del direttore generale biancorosso sono disponibili cliccando al seguente link https://www.handballtime.it/la-determinazione-di-aldini-il-casalgrande-non-vuole-fermarsi-avanti-con-il-nuovo-protocollo-anche-in-a2/ .

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Nicole Giombetti, ala della Casalgrande Padana, in fase realizzativa
  • Luigi Prandi, portiere della Modula Casalgrande
  • Da sinistra i terzini Emanuele Seghizzi e Marco Giubbini (Modula)
  • Ilenia Furlanetto, terzino e capitana della Casalgrande Padana.

Modula Casalgrande, il punto di Fabrizio Fiumicelli: “Dal punto di vista strettamente sportivo sabato avremmo giocato volentieri, poichè la squadra era nelle condizioni giuste per ottenere due punti di assoluto rilievo. Quanto al resto, adesso bisogna riflettere sulle possibili prospettive di questa A2 maschile. Una soluzione potrebbe essere quella di uno stop generale fino a febbraio: se invece si volesse proseguire pure a novembre e dicembre, riterrei necessario estendere il protocollo sanitario della massima serie anche ai club della nostra categoria”

“Senza dubbio, sabato avremmo giocato volentieri: anche se forse avremmo avuto di nuovo qualche defezione a livello di infermeria, la squadra era nelle condizioni giuste per provare a conquistare due punti di assoluto rilievo”. A parlare è Fabrizio Fiumicelli, allenatore di una Modula Casalgrande che sabato prossimo resterà ferma per il secondo fine settimana consecutivo: come annunciato in mattinata, il previsto duello casalingo contro Chiaravalle è stato rinviato perchè alcuni giocatori marchigiani sono risultati positivi al Coronavirus.


“Al tempo stesso, credo anche che sia tempo di effettuare qualche riflessione di carattere più generale – spiega Fiumicelli – Fin qui abbiamo giocato tutte le 7 gare in programma, e lo stesso vale pure per Chiaravalle: tuttavia ci era sempre andata di lusso, perchè il fenomeno delle partite sospese e rinviate ha interessato in modo rilevante anche il girone B di A2. A questo punto, è ampiamente lecito domandarsi come possa andare a finire la stagione: in genere i miei punti di vista sono molto fermi e ben definiti, ma stavolta devo ammettere di nutrire parecchi dubbi e punti interrogativi. Con una situazione sanitaria in continua evoluzione, è davvero difficile avere un’opinione precisa sul futuro del campionato: ci si può solamente limitare a tracciare qualche ipotetico scenario, e a mio parere le opzioni possibili sono al momento due”.


Il trainer della Modula scende quindi nel dettaglio: “Oltre ai numerosi rinvii, finora tante squadre hanno giocato schierando formazioni decisamente rimaneggiate a causa delle assenze legate al Covid. Di conseguenza, a lungo andare l’insieme di questi due aspetti potrebbe portare a falsare il campionato: per arginare il problema si potrebbe quindi suggerire uno stop generale di due o tre mesi. Una volta giunti a febbraio, si potrebbe poi valutare se ci siano le condizioni per portare regolarmente a termine la stagione anche oltre la scadenza prevista del 15 maggio: con un’annata così particolare come quella che stiamo vivendo, la possibilità di prolungare fino al 30 giugno non appare affatto fuori luogo. Tra l’altro, per quasi tutto gennaio saremmo fermi a causa della concomitanza con i Mondiali: di conseguenza, il numero di turni da recuperare non risulterebbe poi così elevato”.


Contemporaneamente, Fabrizio Fiumicelli disegna pure una possibile strada per proseguire anche a novembre e dicembre: “Di certo non possiamo ignorare la gravità della situazione sanitaria generale – osserva il timoniere biancorosso – Dunque, se si vuole andare avanti, sarebbe necessario che tutta la serie A2 fosse obbligata a seguire il protocollo sanitario attualmente in vigore in A1. Noi a Casalgrande abbiamo fatto questo tipo di scelta, attrezzandoci per effettuare tamponi periodici e frequenti: tuttavia molte altre società non sono materialmente nelle condizioni di prendere questa strada, e dunque bisognerebbe che la Federazione contribuisse aiutando i club a sostenere gli oneri economici che ne derivano. Poi, in un momento come questo, ci si può chiedere se sia proprio necessario appesantire i laboratori con i tamponi provenienti dalla pallamano di A2 – aggiunge l’allenatore – Se la risposta è no l’unica opzione sarebbe quella di fermarsi, ma come detto i miei dubbi su tutta questa questione sono ancora tanti. Comunque sia, c’è un aspetto che mi è ben chiaro: se l’A2 vuole proseguire pure a novembre e dicembre, il potenziamento delle norme sanitarie da applicare in tutta la categoria è davvero necessario”. 

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande con Fiumicelli
  • Fabrizio Fiumicelli, allenatore della Modula Casalgrande
  • Il portiere biancorosso Kevin Ricciardo
  • Il centrale casalgrandese Riccardo Prodi.

A2 maschile, la Modula Casalgrande paga dazio nel complesso derby sul campo dei Vikings Rubiera. Fiumicelli: “Risultato veritiero, contro una squadra che si è dimostrata più che degna della propria reputazione di alta classifica. Noi autori di una prova generosa, anche se con troppi errori in attacco: ad ogni modo, si tratta di una sconfitta che non sconvolge affatto la nostra tabella di marcia”. Di nuovo in campo sabato 14 al Pala Keope, contro Chiaravalle: “In queste due settimane, si profila il rientro di tutti gli assenti”

VIKINGS RUBIERA – MODULA CASALGRANDE 33 – 20

VIKINGS RUBIERA: Barbieri F., Bartoli R. 2, Bartoli D. 1, Benci 2, Bonassi 2, Bortolotti 3, Filippini (P), Garau 3, Giovanardi 3, Panettieri 4, Patroncini 3, Pedretti, Pestillo 2, Rivi (P) 1, Salati (P), Strada 6. Allenatore: Luca Galluccio.
MODULA CASALGRANDE: Aldini 4, Barbieri A., Barresi, Dimitric, Ferrari, Giubbini 6, Id-Ammou 1, Lenzotti 2, Prandi (P), Ricciardo (P), Rispoli, Scalabrini, Seghizzi 6, Strozzi 1, Toro K. Allenatore: Fabrizio Fiumicelli.
ARBITRI: Wieser di Merano e Pipitone di Campo Tures.
NOTE: primo tempo 17-10. Rigori: Rubiera 0, Casalgrande 6 su 7. Esclusioni per due minuti: Rubiera 4, Casalgrande 2. Incontro disputato a porte chiuse, nel rispetto delle normative anticovid.

Purtroppo la Modula Casalgrande non è riuscita a piazzare il bis. Ieri pomeriggio, al Pala Bursi, i nostri beniamini hanno nettamente pagato dazio nel derby pallamanistico reggiano contro i Vikings: le dimensioni numeriche della vittoria biancorossoblù rispecchiano in modo fedele l’andamento dell’incontro. Niente bis, dunque, per una Modula che comunque si è presentata a Rubiera forte di ottime credenziali: la compagine allenata da Fabrizio Fiumicelli proveniva infatti dall’altisonante successo casalingo contro Tavarnelle, maturato giusto sette giorni prima. Per contro, la squadra di Galluccio era in arrivo dallo sbiadito pari interno con il Camerano: il pronostico del derby vedeva senza dubbio i “Vichinghi” nel ruolo di favoriti, tuttavia i risultati più recenti sembravano dare alla Modula qualche visibile spiraglio per provare a piazzare una nuova impresa.


Ancora una volta, Casalgrande era priva di tre infortunati senza dubbio di notevole rilievo: Mattia Lamberti ha dovuto saltare la trasferta rubierese, così come Riccardo Prodi e Mathieu Galopin. Fuori pure Eugenio Oliva, di nuovo assente per motivi personali: in compeso, gli ospiti hanno potuto contare sul prezioso rientro di Alberto Barbieri. Rispetto al sabato precedente, la Modula ha sofferto di più le varie defezioni: ad ogni modo, anche ieri i biancorossi non si sono affatto risparmiati sul piano dell’impegno e della buona volontà. Nemmeno i Vikings erano al completo: Rubiera ha schierato il rientrante Onorato Pestillo, ma d’altro canto era priva degli infortunati Gianmaria Racalbuto, Pashko Hila e Andrea Santilli.


Per quanto riguarda nel dettaglio la cronaca dell’incontro, le speranze biancorosse di piazzare il blitz hanno subìto un drastico ridimensionamento fin dai minuti iniziali: gli avversari si sono resi autori di un avvio molto più vivace e concreto, gettando le basi per quella che alla fine sarà una larga affermazione rubierese. Al 10′ i locali erano avanti sul 7-2, mentre al 20′ la squadra di Galluccio guidava con un eloquente 13-7: tutto questo fino ad arrivare all’intervallo, quando il tabellone indicava un 17-10 a favore dei beniamini di casa. La ripresa si è quindi articolata sulla stessa falsariga del primo tempo: la Modula ha cercato a più riprese di riaprire la partita, ma Rubiera ha fatto costantemente valere la propria reputazione di alta classifica. Ovviamente, biancorossoblù in vantaggio anche per tutta la seconda frazione: il margine a favore di Benci e soci si è progressivamente dilatato. Rubieresi in vantaggio per 22-14 al 40′ e 27-18 al 50′: il 32-20 finale arriva come logica conseguenza.

A livello individuale, la Modula Casalgrande può consolarsi con le prove individuali di particolare efficacia Marco Giubbini ed Emanuele Seghizzi: peraltro quest’ultimo è fra i tanti ex che hanno contraddistinto la partita, un lungo elenco che tra gli altri comprende pure il trainer biancorossoblù Luca Galluccio. Per quanto riguarda invece i padroni di casa, tutti gli effettivi hanno fornito prove maiuscole: spicca in particolare la spiccata vena offensiva di Elio Strada, così come la notevole concretezza di Andrea Benci (altro ex) e Gabriele Giovanardi. Tutto ciò senza dimenticare i meriti dei guardiano Simone Salati e Mattia Rivi, con quest’ultimo che in un’occasione ha persino trovato la via del gol attraverso un lancio da porta a porta.


Niente da fare dunque per la Modula, anche se questa battuta d’arresto non rappresenta affatto un motivo di drammatizzazione: a spiegarlo è lo stesso allenatore Fabrizio Fiumicelli. “Poche storie, i Vikings hanno meritato questi due punti – sottolinea il trainer biancorosso – Del resto, Rubiera può contare su un potenziale assolutamente degno dell’alta classifica: si tratta dunque di una squadra contraddistinta da obiettivi di base ben differenti rispetto ai nostri. Ad ogni modo, nonostante l’ampia sconfitta, credo che i nostri ragazzi abbiano ugualmente lottato con grinta: di certo, siamo stati capaci di fornire una prova ben lontana da ogni timore reverenziale. Per quanto riguarda invece i difetti, stavolta non siamo stati così incisivi sotto il profilo offensivo – aggiunge Fiumicelli – Come è noto, l’efficace vivacità in zona gol era stata tra le nostre maggiori carte vincenti contro Tavarnelle: invece stavolta siamo incappati in una quantità eccessiva di errori sotto porta, che qui a Rubiera ci hanno ulteriormente complicato i piani. Si tratta di un aspetto su cui dovremo concentrarci per migliorare, approfittando pure della sosta: il nostro lavoro proseguirà comunque con serenità e senza intoppi sul piano dell’umore, perchè non è certo questa sconfitta a sconvolgere la nostra tabella di marcia”. Sabato prossimo il campionato osserverà dunque una pausa: di nuovo in campo il 14 novembre al Pala Keope contro i marchigiani del Chiaravalle, e Fiumicelli annuncia novità incoraggianti: “Se non subentreranno altri intoppi, in questi 15 giorni dovremmo riuscire a recuperare tutti gli assenti”.


“Questo successo non era per niente scontato – commenta invece il tecnico rubierese Luca Galluccio – Del resto, la Modula ha già saputo mettere in difficoltà due tra le maggiori potenze di questo girone B: oltre al Tavarnelle io citerei anche la sfida con Teramo, dove Casalgrande è andata davvero vicinissima a ottenere quantomeno un risultato utile. Di conseguenza, questo derby rappresentava senza dubbio una partita da temere: i nostri ragazzi sono comunque scesi in campo con l’atteggiamento che serviva, fornendo una prova ben lontana da qualsiasi tipo di supponenze. Inoltre – aggiunge Galluccio – stavolta siamo riusciti a fornire una prestazione di spessore anche sul piano difensivo: si può ancora migliorare anche sotto quel punto di vista, ma le indicazioni emerse contro Casalgrande appaiono davvero incoraggianti in vista del futuro”. Un futuro che sabato 14 vedrà i Vikings ospiti della Fiorentina: “Lo stop ci sarà molto utile per riprendere un po’ di fiato, e per perfezionare ancora di più il gioco che ci caratterizza – spiega Galluccio – Per la trasferta in Toscana è previsto il rientro di Santilli: da valutare invece Benci, che durante il derby ha accusato noie al polpaccio”.


LA SITUAZIONE. Ieri (settima giornata) si sono giocate anche Ambra Poggio a Caiano-Parma 28-31 e Bologna United-Lions Teramo 23-35. Oggi il posticipo Chiaravalle-Tavarnelle, mentre le partite rinviate sono tre: Carpi-Nuoro, Starfish Follonica-Verdeazzurro Sassari e Camerano-Fiorentina. 

Classifica della serie A2 maschile – girone B (tra parentesi, il numero di partite disputate da ogni squadra): Lions Teramo 13 punti (7); Vikings Rubiera 12 (7); Tavarnelle, Camerano e Starfish Follonica 9 (6); Carpi 8 (5); Chiaravalle 6 (6); Modula Casalgrande 6 (7); Verdeazzurro Sassari e Parma 4 (6); Fiorentina 4 (5); Nuoro 2 (6); Bologna United 0 (7); Ambra Poggio a Caiano 0 (6).

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Emanuele Seghizzi, terzino della Modula Casalgrande
  • Il pivot biancorosso Enrico Aldini, autore di 4 reti
  • Il terzino casalgrandese Mattia Lamberti, tra i grandi assenti di ieri
  • Il terzino biancorosso Marco Giubbini
  • Fabrizio Fiumicelli, trainer della Modula
  • Il tecnico rubierese Luca Galluccio
  • La Modula Casalgrande 2020/2021.

Modula Casalgrande, l’impresa è servita: pur schierando una formazione numericamente ai minimi termini, i biancorossi si impongono su Tavarnelle tra gli applausi del Pala Keope. Fiumicelli: “Un risultato che sorprende anche me, perchè questo risultato contro la prima della classe era davvero difficile da pronosticare. Ai nostri ragazzi avevo comunque chiesto una prova di carattere: l’intero gruppo ha risposto con efficacia, applicando in modo tenace e concreto tutto ciò che avevamo collaudato in allenamento. Ora, non montiamoci la testa”

MODULA CASALGRANDE – TAVARNELLE 30 – 29

MODULA CASALGRANDE: Aldini 3, Barbieri, Ferrari, Giubbini 4, Id-Ammou 3, Lenzotti 3, Prandi (P), Ricciardo (P), Rondon Calderon, Scalabrini 2, Seghizzi 6, Strozzi 3, Toro K. 6. Allenatore: Fabrizio Fiumicelli.

TAVARNELLE: Borgianni 7, Calosi, Cianchi 1, Ciani (P) 1, Magnani, Pelacchi G., Pichardo 11, Provvedi L., Silei, Singh, Tramuto G. 1, Tramuto C. (P), Turillazzi, Varvarito 5, Vermigli F. 3, Simone Vucci. Allenatore: Matteo Pelacchi.

ARBITRI: Marcelli e Ramoul.

NOTE: primo tempo 14-14. Rigori: Modula 1 su 2, Tavarnelle 4 su 4. Esclusioni per due minuti: Modula 2, Tavarnelle 4.


Stando al pronostico della vigilia, ieri la Modula Casalgrande avrebbe dovuto soccombere senza appello: Tavarnelle si presentava infatti con i galloni di prima della classe, e oltretutto i nostri beniamini hanno dovuto fare i conti con assenze di assoluto rilievo. Tuttavia, la formazione di Fiumicelli ha saputo ribaltare ogni previsione fornendo una prova di elevatissimo spessore: non solo dal punto di vista tecnico-agonistico, ma anche per quanto riguarda la grinta riposta in campo. Così la Modula ha saputo costruire una vera e propria impresa, cogliendo due punti che sembravano irraggiungibili: con il meritato successo nei confronti della super potenza toscana, i pallamanisti biancorossi hanno guadagnato i copiosi e meritati applausi da parte del pubblico presente al Pala Keope.
Come detto, molte le defezioni nelle file di casa: Riccardo Prodi di nuovo fermo a causa dell’infortunio al gomito, mentre Mattia Lamberti è stato bloccato dal problema al pollice. Assente anche Mathieu Galopin, fuori a causa della caviglia: oltretutto Alberto Barbieri era a referto, ma la botta al costato rimediata domenica scorsa lo ha messo di fatto fuori combattimento per tutta la durata dell’incontro di ieri. Il lungo elenco si completa poi con Eugenio Oliva, che ha saltato la sfida con Tavarnelle a causa di motivi personali. 


Lo schieramento di Fiumicelli si presentava dunque ai minimi termini dal punto di vista numerico. Casalgrande contava appena 12 giocatori: viceversa Tavarnelle ha presentato uno schieramento di 16 elementi, e dunque il tecnico ospite Pelacchi ha avuto una possibilità di scelta decisamente maggiore in merito alle rotazioni da attuare.Nonostante tutto questo insieme di premesse davvero sfavorevoli, la Modula ha cominciato a macinare gioco e corsa fin dai primi minuti dell’incontro. Già nei minuti iniziali, i biancorossi hanno fatto capire in modo chiaro e tondo di essere pronti per cogliere un risultato sorprendente: non a caso, al 10′ il tabellone segnava un eloquente 7-4 a favore di Lenzotti e soci. Le fasi successive della gara si sono articolate sulla stessa falsariga: la difesa della Modula ha continuato a manifestare un’efficienza pressochè costante, e lo stesso vale pure per la fase di attacco. Al 20′ i casalgrandesi guidavano ancora sull’11-9, e sul finire della frazione i beniamini locali sono persino arrivati ad accumulare 4 lunghezze di vantaggio: una lieve flessione poco prima dell’intervallo ha però spianato la strada al ritorno di Tavarnelle, che è così riuscita a chiudere la prima frazione in perfetta parità sul 14-14.
La ripresa è stata un vero susseguirsi di colpi di scena e capovolgimenti di fronte, con punteggio sempre in bilico: al 40′ toscani avanti sul 19-20, ma al 50′ la situazione era di nuovo in equilibrio sul 24-24. Chi temeva un crollo biancorosso è stato puntualmente smentito, nel modo più limpido e visibile possibile: per nulla intimorita dal livello degli avversari e dalle proprie assenze, la Modula non ha mai smesso di essere spavalda e al tempo stesso concentrata fino al termine. La sfida si è quindi risolta soltanto nelle battute conclusive, e alla fine è arrivato un successo che rispecchia in pieno quanto visto in campo: le prerogative di Tavarnelle non si discutono affatto, ma questa volta Casalgrande ha saputo costruire una prova davvero da incorniciare sotto ogni aspetto.


“A essere sincero, il primo a essere sorpreso di tutto questo sono proprio io – ha commentato Fabrizio Fiumicelli, trainer della Modula Casalgrande – Intendiamoci: io nutro sempre la massima fiducia nei confronti dei nostri ragazzi, ma stavolta tutte le premesse ci giocavano nettamente contro: di conseguenza, credo che questo successo fosse davvero difficile da prevedere per chiunque. Comunque sia, prima dell’incontro io avevo chiesto all’intera squadra di fornire una prova all’insegna del carattere: il gruppo ha risposto con grande efficacia a questa richiesta, applicando con grinta e massima concentrazione tutto ciò che avevamo collaudato durante gli allenamenti settimanali. Quindi, al di là dell’oggettivo valore di ciò che abbiamo espresso in campo, ritengo che lo spirito di squadra rappresenti un ingrediente di basilare importanza nella vittoria che siamo riusciti a ottenere: inoltre, probabilmente gli avversari hanno commesso l’errore di sottovalutarci”. Il programma di sabato prossimo prevede l’atteso derby sul campo dei Vikings Rubiera, che ieri sono stati bloccati sul pari casalingo dai marchigiani del Camerano: “Dovremmo riuscire a recuperare almeno una parte degli infortunati, ma è ancora troppo presto per dire chi e quanti – ha sottolineato Fiumicelli – Per il resto, questa pur roboante affermazione contro Tavarnelle non autorizza affatto a montarsi la testa: adesso abbiamo 6 punti, e dunque la nostra strada verso la permanenza nella categoria resta ancora decisamente lunga”.

“Abbiamo sbagliato troppo, soprattutto in fase di attacco – ha invece commentato Massimo Vermigli, vicepresidente della Pallamano Tavarnelle – Pure noi ci presentavamo con un paio di assenze pesanti: tuttavia ciò non giustifica affatto gli errori in cui siamo incappati, perchè del resto anche Casalgrande ha dovuto presentarsi in versione incompleta. Ad ogni modo, noi non abbiamo mai pensato di essere vincitori in partenza: sapevamo fin dall’inizio che il duello con la Modula sarebbe stato particolarmente complesso, e le nostre impressioni hanno trovato puntuale conferma già nelle fase iniziali dell’incontro. Congratulazioni quindi alla compagine di Fiumicelli, che si è aggiudicata i 2 punti con una tenacia e una qualità davvero ammirevoli – ha aggiunto Vermigli – Al tempo stesso, la battuta d’arresto maturata qui al Keope non rovescia affatto il quadro dei nostri obiettivi stagionali: anche se prima di questa sconfitta eravamo primi, il traguardo che ci poniamo sta sempre nel raggiungimento di una veloce e agevole salvezza“.


LA SITUAZIONE. Ieri per la sesta giornata si sono giocate anche Vikings Rubiera-Camerano 20-20 e Lions Teramo-Chiaravalle 20-13. Oggi i posticipi Nuoro-Starfish Follonica e Verdeazzurro Sassari-Bologna United: Parma-Carpi e Fiorentina-Ambra Poggio a Caiano sono invece rinviate a data da destinarsi.

Classifica della serie A2 maschile (girone B): Lions Teramo* 11 punti; Vikings Rubiera* 10; Tavarnelle* e Camerano* 9; Carpi 8; Starfish Follonica 7; Modula Casalgrande* e Chiaravalle* 6; Fiorentina 4; Verdeazzurro Sassari, Parma e Nuoro 2; Bologna United e Ambra Poggio a Caiano 0. Le squadre con l’asterisco hanno una partita in più.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande 2020/2021
  • Il centrale biancorosso Marco Giubbini
  • Da sinistra il terzino Younes Id-Ammou, il pivot Enrico Aldini e il pivot Alessandro Lenzotti (in maglia gialla)
  • L’ala casalgrandese Kristian Toro
  • Fabrizio Fiumicelli, allenatore della Modula Casalgrande
  • Il terzino biancorosso Emanuele Seghizzi
  • Salim Scalabrini, ala della Modula.

A2 maschile, trasferta infruttuosa per la Modula Casalgrande sul campo del forte Camerano. Fiumicelli: “Buon secondo tempo, ma nei 30′ iniziali abbiamo sbagliato l’approccio alla partita. E’ comunque una sconfitta che non influenza più di tanto la nostra tabella di marcia: preoccupano però i nuovi infortuni, soprattutto quelli di Galopin e Lamberti”

CAMERANO – MODULA CASALGRANDE 29 – 24

CAMERANO: Antonelli, Badialetti 4, Bilò 2, Boccolini, Covali 7, D’Agostino 6, Francelli, Gardi 4, Giambartolomei, Grilli 3, Osimani (P), Sanchez (P), Scandali, Selmani 3, Marinelli, Manfredi. All. Davide Campana.

MODULA CASALGRANDE: Aldini 3, Barbieri 2, Dimitric, Ferrari 2, Giubbini 2, Galopin 2, Id-Ammou 2, Lamberti 4, Lenzotti 1, Seghizzi 5, Toro K. 1, Prandi (P), Ricciardo (P), Oliva, Scalabrini, Strozzi. All. Fabrizio Fiumicelli.

ARBITRI: De Marco e Carcea.

NOTE: primo tempo 18-12. Esclusioni per due minuti: Camerano 4, Modula 4.


Trasferta domenicale purtroppo infruttuosa per la Modula Casalgrande: oggi pomeriggio i nostri beniamini hanno pagato dazio al Pala Principi di Camerano, nel duello che opponeva i pallamanisti biancorossi ai padroni di casa anconetani. Ad ogni modo, si tratta di una sconfitta che non deve certo far risuonare eccessivi campanelli d’allarme: i gialloblù allenati da Davide Campana si sono resi autori di un eccellente avvio di stagione, e sulla carta possono nutrire più di qualche speranza per provare a rimanere stabilmente nell’alta classifica. Di conseguenza, si tratta di una squadra che almeno al momento lotta per obiettivi ben differenti rispetto alla Modula: come è noto, infatti, Casalgrande ha la salvezza come obiettivo dichiarato.


“La sconfitta nasce essenzialmente dalla prova che abbiamo fornito nel 1° tempo – commenta a fine gara il trainer biancorosso Fabrizio Fiumicelli – Purtroppo, durante i 30′ iniziali siamo stati ben al di sotto degli standard di cui saremmo capaci: è vero che eravamo privi di Dennis Toro e dell’infortunato Prodi, ma ovviamente ciò non rappresenta affatto una giustificazione. A seguire, nella ripresa abbiamo saputo esprimerci decisamente meglio – rimarca il tecnico casalgrandese – Se avessimo mantenuto la stessa intensità e la stessa qualità anche in precedenza, probabilmente avremmo potuto avere tangibili possibilità di piazzare il blitz. Ad ogni modo, in fin dei conti questa battuta d’arresto non compromette la nostra tabella di marcia: Camerano ha giocato proprio come pensavo, confermando in pieno la fama che la sta caratterizzando in questo avvio di stagione. A preoccuparmi sono piuttosto gli infortuni che purtroppo ci hanno riguardati – aggiunge Fiumicelli – Sul finire del primo tempo, Galopin è stato costretto ad abbandonare la gara per un infortunio alla caviglia che a prima vista appare piuttosto pesante: nella ripresa è poi toccato a Lamberti, che ha invece accusato un problema al pollice. Da segnalare poi l’uscita di Barbieri, che ha subìto una botta non grave al costato”.


LA SITUAZIONE. Altri risultati della quinta giornata: Ambra Poggio a Caiano-Vikings Rubiera 17-38, Carpi-Fiorentina 40-31, Starfish Follonica-Parma 37-28, Tavarnelle-Lions Teramo 23-23, Bologna United-Nuoro 22-23, Chiaravalle-Verdeazzurro Sassari 22-19.

Classifica del campionato di serie A2 maschile (girone B): Vikings Rubiera, Tavarnelle e Lions Teramo 9 punti; Camerano e Carpi 8; Starfish Follonica 7; Chiaravalle 6; Modula Casalgrande e Fiorentina 4; Verdeazzurro Sassari, Parma e Nuoro 2; Bologna United e Ambra Poggio a Caiano 0.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande 2020/2021
  • L’allenatore Fabrizio Fiumicelli
  • Il pivot biancorosso Alberto Barbieri.

Giovanili, le squadre targate Casalgrande Padana brillano a Rubiera nella giornata conclusiva del Memorial “Nello Corradini”. Gli Under 19 di Fiumicelli conquistano il trofeo di categoria: “Torneo di alto livello, con quasi tutte le principali candidate alla conquista del titolo regionale”. Buoni risultati anche nel tabellone Under 13 misto. Ilenia Furlanetto: “La formazione femminile è giunta seconda. Inoltre i ragazzi si sono impegnati tantissimo, pur essendo alla prima uscita stagionale”

La domenica pallamanistica è stata foriera di ottimi risultati per le squadre targate Casalgrande Padana. Le buone notizie provengono dall’11° Memorial “Nello Corradini”: la celebre e prestigiosa competizione organizzata dalla Pallamano Rubiera è giunta ieri alla sua giornata conclusiva.


Per la precisione, il nostro club è sceso in campo anche nella competizione Under 19 maschile: in questo caso i ragazzi allenati da Fabrizio Fiumicelli hanno conquistato il titolo, imponendosi al termine del ricco programma di gare che si è svolto al Pala Bursi. I biancorossi sono stati inseriti nel gruppo preliminare A insieme a Carpi, Nonantola e Romagna B: per la cronaca l’altro raggruppamento raccoglieva invece Carpine, Romagna A e i padroni di casa del Secchia Rubiera. Nella sfida di esordio, la Casalgrande Padana ha pagato dazio per 13-17 nel duello con il Romagna B: tuttavia a seguire i biancorossi si sono ripresi in modo brillante, prevalendo 19-14 sul Nonantola e 15-14 sul Carpi. Questo doppio successo ha permesso ai casalgrandesi di conquistare il 1° posto nel girone: di conseguenza è arrivato l’accesso alla finalissima per il titolo, disputata contro il Rubiera che ha primeggiato nell’altro raggruppamento. La sfida finale si è dunque conclusa con il brillante successo della Padana, che ha dettato legge contro la pur coriacea e volenterosa formazione locale: 17-8 il punteggio. Tutte le gare si sono disputate su un tempo unico di mezz’ora.


“Un torneo di alto livello – spiega Fabrizio Fiumicelli – A parte Bologna, ieri erano presenti tutte le formazioni maggiormente favorite per la conquista del titolo regionale: tra queste ci siamo anche noi, sperando beninteso che il campionato Under 19 emiliano-romagnolo possa partire. Per i nostri ragazzi si è trattato della prima vera uscita stagionale, e dunque c’è ancora molto da fare per perfezionarsi e affinarsi in vista del futuro: d’altronde abbiamo un gruppo consolidato che gioca insieme da ormai tanti anni, e ciò ha rappresentato senza dubbio un notevole aiuto per noi. Aggiungo inoltre una nota di merito per gli organizzatori della Pallamano Secchia Rubiera, club che ha confermato la propria spiccata attitudine nell’organizzare questo genere di eventi – evidenzia Fiumicelli – Anche stavolta il club biancorosso ha gestito il tutto alla perfezione, muovendosi con efficacia pur tra le irrinunciabili restrizioni legate all’emergenza Covid”. L’unica vera nota stonata nell’affermazione degli Under 19 è costituita da un problema di infermeria, che potrebbe condizionare anche l’organico della Modula di A2: “Purtroppo Riccardo Prodi ha rimediato una botta al gomito – spiega il trainer biancorosso – Capiremo la reale entità del problema solo dopo gli accertamenti, che verranno effettuati in questi giorni”. 


Il nostro club era poi presente all’interno della competizione Under 13, che si è articolata su un tabellone misto: anche in questo caso partite a tempo unico, ma con una durata pari a 20 minuti. I ragazzi casalgrandesi hanno dato vita alla formazione A, mentre la Padana B ha avuto una composizione interamente femminile: ovviamente, entrambe le formazioni sono state dirette dalle allenatrici Furlanetto e Rondoni. Le due squadre hanno disputato un girone unico al Pala Bergianti: Franciacorta (Brescia), Chiaravalle e Nonantola le altre realtà in lizza. In questo caso il risultato più eclatante è arrivato dalle ragazze, che hanno conquistato una lusinghiera seconda piazza: le nostre beniamine si sono piegate soltanto nella finalissima, vinta dalle marchigiane del Chiaravalle per 15-5. 

“Questo 2° posto rappresenta senza dubbio un risultato di spessore, che dà ulteriore slancio in vista del futuro – commenta Ilenia Furlanetto – Il cammino della compagine maschile è stato invece meno brillante sotto l’aspetto dei risultati: tuttavia per tanti di loro si è trattato delle primissime partite dopo il lungo stop, e dunque i risultati hanno ancora un valore piuttosto relativo. Sono comunque contenta per il notevole impegno messo in campo dai ragazzi”.

Nelle foto:

  • Fabrizio Fiumicelli, allenatore della Casalgrande Padana Under 19 maschile
  • Ilenia Furlanetto, allenatrice dell’Under 13 e coordinatrice delle giovanili biancorosse.

A2 maschile, la capolista espugna il Pala Keope: 22-25. La Modula Casalgrande regge egregiamente il confronto con i Lions Teramo, però non basta per ottenere il terzo successo di fila. Fiumicelli: “Nonostante il punteggio abbiamo fornito una prova comunque incoraggiante, specie per quel che riguarda la fase difensiva. Stavolta siamo stati penalizzati dai ripetuti ed eccessivi errori in zona gol: un problema da correggere con rapidità, in vista della trasferta di Camerano”. Per il resto, nessun dramma. “Noi puntiamo sempre al massimo risultato possibile, ma i veri scontri cruciali in chiave salvezza arriveranno solo da novembre in avanti”

MODULA CASALGRANDE – LIONS TERAMO 22 – 25

MODULA CASALGRANDE: Aldini 1, Barbieri, Ferrari 1, Galopin 1, Giubbini 2, Id-Ammou, Lamberti 9, Lenzotti 2, Oliva, Prandi (P), Prodi 3, Ricciardo (P), Scalabrini, Seghizzi 2, Strozzi, Toro K. 1. Allenatore: Fabrizio Fiumicelli.

LIONS TERAMO: Bellia, Camaioni 1, Cinelli, Collevecchio (P), De Angelis (P), De Ruvo, Di Marcello 3, Forlini 3, Giampietro 9, Gutierrez, Morale 2, Murri 4, Toppi 3, Valeri. Allenatore: Marcello Fonti.

ARBITRI: Bazzanella e Stilo.

NOTE: primo tempo 11-13. Rigori: Modula 3 su 8, Teramo 2 su 3. Esclusioni per due minuti: Modula 1, Teramo 6.


La Modula Casalgrande ha retto complessivamente bene la sfida contro la prima in classifica: tuttavia, la notevole vivacità messa in campo dai pallamanisti biancorossi non è stata sufficiente per ottenere il terzo successo di fila. La sfida di ieri, disputata al Pala Keope, rientrava nel programma della quarta giornata di serie A2: anche stavolta il confronto si è giocato davanti a un pubblico di affezionati spettatori, in possesso dell’apposita tessera d’ingresso “Keope Pass Card”.


Nel seguire l’incontro, la platea ha potuto tenersi ben lontana dalla noia: entrambe le formazioni sono state capaci di costruire una prova di carattere, con Teramo che ha maturato la certezza della vittoria soltanto nelle battute conclusive. Fin dalla vigilia, si sapeva che il duello con i Lions sarebbe stato in decisa salita per la Modula: del resto la compagine di Marcello Fonti è tra le meglio attrezzate del girone B, e il suo attuale primato in graduatoria non rappresenta affatto un evento inaspettato. Ad ogni modo, i casalgrandesi hanno affrontato l’impegno senza alcun tipo di timore reverenziale: gli avversari sono rimasti avanti nel punteggio finale per quasi tutto il tempo, ma più volte i padroni di casa hanno dato l’impressione di poter piazzare il sorpasso. Al 10′ il tabellone indicava un 4-7 a favore degli ospiti, ma ciò non ha affatto intimorito la formazione di Fiumicelli: al 20′ la situazione era infatti di equilibrio sull’8-8, mentre all’intervallo gli abruzzesi guidavano per due sole lunghezze (11-13). Distanze mantenute nelle fasi iniziali della ripresa, con i Lions in vantaggio 13-15 al 40′. A 10 minuti dal termine la squadra di Fonti guidava invece sul 17-20, e successivamente ha raggiunto un margine favorevole di 5 lunghezze: tuttavia Casalgrande ha continuato a macinare gioco e corsa, anche quando il risultato a favore dei teramani era ormai acquisito. In tal modo i biancorossi sono riusciti a ricucire parzialmente lo strappo, fino al 22-25 conclusivo. 


Anche se la sconfitta rientrava in fin dei conti nelle previsioni, alla Modula resta inevitabilmente una punta di amarezza: infatti, sul piano del gioco nella sua globalità, la differenza tra i Lions e i nostri beniamini non è certo stata così abissale. Di conseguenza i casalgrandesi potevano avere spazio per l’impresa, ma i tanti svarioni offensivi hanno sbarrato la strada dei biancorossi di casa: un dato che risulta evidente anche nelle conclusioni dai 7 metri, con la Modula che ha sbagliato ben 5 rigori su 8. 


“Il punteggio ha sempre la sua consistente importanza, inutile negarlo – commenta Fabrizio Fiumicelli, trainer della Modula Casalgrande – Tuttavia, questo periodo ci sta riservando un calendario decisamente arduo: basti pensare che nelle prossime settimane affronteremo Camerano e Tavarnelle, fino ad arrivare al derby del 31 ottobre sul campo di Rubiera. Di conseguenza, pur continuando a puntare al miglior risultato possibile, in ottobre dovremo guardare principalmente al livello qualitativo delle nostre prestazioni: le partite da vincere assolutamente in chiave salvezza arriveranno solo a novembre, quando affronteremo le formazioni che lottano come noi per mantenere la categoria”. 

E a proposito di prestazioni, Fiumicelli ha ugualmente parole lusinghiere per la squadra: “Nonostante il risultato, ritengo che la prova fornita contro Teramo sia stata piuttosto incoraggiante – sottolinea il tecnico biancorosso – Innanzitutto, la formazione abruzzese gode di un’elevata reputazione che è senza dubbio meritata: peraltro i Lions mi hanno addirittura sorpreso in positivo, esprimendosi in modo ancora più efficace di quanto io mi aspettassi. Nonostante ciò siamo comunque andati vicini alla grande sorpresa, anche perchè la nostra fase difensiva ha avuto un funzionamento efficiente e concreto: d’altro canto, la quantità eccessiva di errori che abbiamo commesso in zona gol ha finito per risultare determinante”.

“Come si è visto ho praticato una vasta rotazione, sperando di riuscire a correggere il tiro per quanto riguarda l’efficienza offensiva – aggiunge Fiumicelli – Tuttavia il copione non è cambiato, e si tratta di un aspetto su cui lavorare a fondo in vista della gara che adesso ci attende”. Domenica prossima la Modula sarà di scena sul campo del Camerano: “Affronteremo una realtà che ha tutti i numeri per attestarsi stabilmente nell’ambito della medio-alta classifica – rimarca il timoniere della Modula – Di conseguenza, per sperare di mettere in difficoltà i marchigiani, la precisione sotto il profilo offensivo dovrà necessariamente aumentare rispetto a ciò che si è visto con Teramo”.


“Due punti molto sudati, proprio come mi aspettavo – osserva poi Marcello Fonti, allenatore dei Lions – Noi siamo nuovi del girone Centro Italia: di settimana in settimana ci siamo sempre più accorgendo dell’altissimo livello che caratterizza il gruppo B, e anche qui a Casalgrande ne abbiamo avuto una lampante dimostrazione. Di certo, la Modula ha i mezzi per raccogliere numerose gratificazioni durante quest’annata: stavolta però i nostri ragazzi hanno prevalso giocando una partita di confortante qualità, sia sul piano tecnico sia sotto l’aspetto dello slancio caratteriale. Tra gli aspetti che più hanno favorito la nostra vittoria, c’è senza dubbio la consistente efficienza difensiva che siamo riusciti a sviluppare”. Ora i Lions continuano a viaggiare a punteggio pieno: “Non siamo affatto qui a disegnare tabelle di marcia – afferma il trainer teramano – L’obiettivo che ci poniamo sta soltanto nel concretizzare al meglio le notevoli potenzialità del nostro organico, puntando ad arrivare il più in alto possibile”.


Altri risultati della quarta giornata: Verdeazzurro Sassari-Tavarnelle 30-33, Fiorentina-Starfish Follonica 26-28, Vikings Rubiera-Carpi 27-23, Nuoro-Chiaravalle 24-28, Parma-Bologna United 26-25, Camerano-Ambra Poggio a Caiano post.

Classifica del campionato di pallamano A2 maschile (girone B): Tavarnelle e Lions Teramo 8 punti; Vikings Rubiera 7; Carpi 6; Starfish Follonica 5; Camerano, Modula Casalgrande, Fiorentina e Chiaravalle 4; Verdeazzurro Sassari e Parma 2; Bologna United, Ambra Poggio a Caiano e Nuoro 0 (Camerano e Ambra sono conteggiate con una partita in meno).

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande al Pala Keope, mentre ascolta le indicazioni dell’allenatore
  • L’ala casalgrandese Salim Scalabrini
  • Foto di gruppo per la Modula 2020/2021
  • L’allenatore Fabrizio Fiumicelli
  • Il portiere biancorosso Luigi Prandi
  • L’ala casalgrandese Kristian Toro
  • Mattia Lamberti, terzino della Modula.

A2 maschile, a Poggio a Caiano la Modula Casalgrande conquista la seconda vittoria consecutiva. Fiumicelli: “Abbiamo trovato la via del gol con ben 10 giocatori, e Gabriele Ferrari ha debuttato in Prima squadra realizzando a sua volta una rete. Tuttavia, complessivamente parlando, sul piano del gioco sono contento soltanto a metà. Di certo il lavoro da fare resta parecchio specie in vista di sabato prossimo, quando ospiteremo la capolista Lions Teramo”

AMBRA POGGIO A CAIANO – MODULA CASALGRANDE 27 – 30

AMBRA POGGIO A CAIANO: Allodi 8, Ballerini, Carrante (P), Francalanci 1, Giovannelli 2, Gradi, Grassi (P), Liccese 3, Mocellin 1, Morini 5, Nesi, Nozzoli (P), Pitigliani, Randis 2, Vannini 4, Vannucci 1. Allenatore: Sergio Cavicchiolo.

MODULA CASALGRANDE: Aldini 1, Barbieri, Dimitric 2, Ferrari 1, Galopin, Giubbini 6, Id-Ammou 1, Lamberti 9, Lenzotti 4, Oliva, Prandi (P), Ricciardo (P), Scalabrini, Seghizzi 3, Strozzi 2, Toro D. 1. Allenatore: Fabrizio Fiumicelli.

ARBITRI: Pasqualin e Rossetti.

NOTE: primo tempo 9-16. Rigori: Ambra 1 su 1, Modula 3 su 4. Esclusioni per due minuti: Ambra 4, Modula 3.


Seconda vittoria consecutiva per la Modula Casalgrande: un successo che significa tanto, e che senza dubbio ravviva in maniera ulteriore il già consistente entusiasmo dei biancorossi. Ieri sera, al Pala Pacetti di Poggio a Caiano, si è giocato per la terza giornata del campionato di A2: i nostri beniamini hanno superato i blasonati padroni di casa dell’Ambra, bissando così il successo casalingo ottenuto sei giorni fa contro il Verdeazzurro Sassari. 


Nonostante le difficoltà di rendimento che sta incontrando in questo avvio di stagione, la compagine pratese allenata da Sergio Cavicchiolo resta sempre un’avversaria piuttosto insidiosa soprattutto quando gioca sul proprio parquet: tuttavia la Modula ha saputo imporre la propria legge fin dal primo tempo, chiuso sull’eloquente risultato di 9-16 a favore dei nostri beniamini. Nelle fasi iniziali della ripresa, i pallamanisti casalgrandesi hanno brillantemente conservato il massimo vantaggio di 7 lunghezze: a seguire gli ospiti hanno in parte smarrito quell’efficace brio che li aveva contraddistinti in precedenza, ma ciò non ha comunque impedito a Lamberti e soci di amministrare il vantaggio con accortezza fino al meritato successo finale. Per Casalgrande si tratta di due punti davvero preziosi, utili per raggiungere quella salvezza che rappresenta l’obiettivo di base della stagione biancorossa. 


“Benissimo il risultato, ma sul piano del gioco sono contento a metà – commenta Fabrizio Fiumicelli, trainer della Modula Casalgrande – Nella fattispecie abbiamo interpretato molto bene i 30 minuti iniziali, e per rendersene conto basta dare un’occhiata ai numeri: 9 gol subìti sono davvero pochi, e si tratta di un dato che la dice davvero lunga sull’elevato tasso di qualità espresso dai nostri ragazzi. Tuttavia, in seguito la musica è cambiata e non in meglio: c’è stata qualche marcata difficoltà in più per quanto riguarda in attacco, e sono problemi che hanno finito per avere il loro peso anche nell’ottica dell’efficienza difensiva. Non a caso durante il secondo tempo abbiamo incassato 18 gol, esattamente il doppio rispetto alla prima frazione. Dunque, in buona sostanza la nostra è stata una prova a due facce – rimarca Fiumicelli – Stavolta è bastata per ottenere l’intera posta in palio, ma ciò non deve affatto autorizzarci a pensare di essere arrivati al nostro massimo livello di rendimento: le amnesie e le distrazioni sono ancora troppe, e quindi il lavoro da fare per migliorarsi resta ancora parecchio”. 


Nel duello di ieri la Modula ha dovuto fronteggiare l’assenza di Kristian Toro, bloccato da impegni di lavoro dell’ultima ora. “In compenso, l’infermeria continua a essere completamente vuota – sottolinea l’allenatore – Peraltro, contro l’Ambra c’è stato un significativo esordio in Prima squadra: è quello di Gabriele Ferrari, ala classe 2002 in arrivo dalle nostre giovanili. Lui ha giocato nei minuti conclusivi, mettendo anche a segno il gol che ci ha consegnato la definitiva certezza della vittoria. Per il resto, credo sia da evidenziare il fatto che la Modula ha trovato la via della rete con ben 10 giocatori: buona prova anche da parte dei portieri”. 


Sabato prossimo, 10 ottobre, la Modula Casalgrande tornerà sul parquet amico del Pala Keope: di fronte ci sarà la lanciatissima capolista Lions Teramo, che guida la classifica a punteggio pieno unitamente a Tavarnelle e Carpi. “Siamo attesi da un compito ancora più complesso rispetto a quelli delle ultime due settimane – evidenzia Fabrizio Fiumicelli – E’ necessario che i nostri ragazzi ne abbiano piena consapevolezza fin da ora: per avere possibilità di ottenere quantomeno un risultato utile, non potremo affatto concedere regali come abbiamo fatto con Sassari e Ambra”.


LA SITUAZIONE. Gli altri risultati della terza giornata sono Tavarnelle-Nuoro 32-19, Lions Teramo-Verdeazzurro Sassari 33-21, Carpi-Camerano 24-22, Starfish Follonica-Vikings Rubiera 24-24, Bologna United-Fiorentina 22-28, Chiaravalle-Parma post.

Classifica del campionato di pallamano A2 maschile (girone B): Tavarnelle, Lions Teramo e Carpi 6 punti; Vikings Rubiera 5; Camerano, Modula Casalgrande e Fiorentina 4; Starfish Follonica 3; Verdeazzurro Sassari 2; Chiaravalle, Parma, Bologna United, Ambra Poggio a Caiano e Nuoro 0 (Chiaravalle e Parma hanno una partita in meno).

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande mentre ascolta le indicazioni di Fiumicelli
  • Il terzino biancorosso Marco Giubbini
  • Il trainer Fabrizio Fiumicelli
  • Foto di gruppo della Modula 2020/2021
  • Il team manager casalgrandese Adolfo Martucci.

A2 maschile, davanti al pubblico del Pala Keope la Modula centra il primo successo in campionato: sconfitto il tenace Verdeazzurro Sassari, dopo un secondo tempo davvero rocambolesco. Fiumicelli: “Nella ripresa ci siamo in parte persi per strada, ma poi abbiamo avuto una reazione che non era affatto scontata. Ora non bisogna affatto abbassare la guardia: sabato prossimo, contro l’Ambra Poggio a Caiano, sarà un’altra sfida molto delicata in chiave salvezza”

MODULA CASALGRANDE – VERDEAZZURRO SASSARI 31 – 29

MODULA CASALGRANDE: Aldini 5, Barbieri 1, Dimitric, Galopin, Giubbini 7, Id-Ammou, Lamberti 12, Lenzotti 1, Prandi (P), Prodi, Ricciardo (P), Scalabrini, Seghizzi 2, Strozzi 2, Toro K. 1, Toro D. All. Fabrizio Fiumicelli.
VERDEAZZURRO SASSARI: Arteaga Sanchez, Bianco 4, Casu (P), Cherosu 8, Delogu 4, Feliciotti, Lampis 4, Munda (P), Piatti 6, Scanu, Vassia 1, Venerdini 2. All. Patrizia Cossu-Patrizia Canu.

ARBITRI: Colombo e Rizzo.

NOTE: primo tempo 16-14. Rigori: Modula 3 su 4, Verdeazzurro 3 su 4.


La Modula Casalgrande centra i primi due punti stagionali: l’acuto casalingo di oggi è maturato al termine di una partita intensa e mai banale, peraltro caratterizzata da un secondo tempo ricco di colpi di scena. Alla fine il successo dei nostri beniamini può dirsi meritato, contro un Verdeazzurro Sassari che comunque ha messo in mostra un carattere coriaceo e una qualità di gioco non certo trascurabile. Il duello era valevole per la seconda giornata della serie A2 maschile di pallamano: come annunciato nei giorni scorsi, la sfida è stata seguita da una partecipe cornice di pubblico. Pala Keope a capienza ridotta, ovviamente a causa delle normative anti Coronavirus: comunque sia, le gesta dei biancorossi sono state applaudite da un’ottantina di spettatori. 


Per quanto riguarda la cronaca dell’incontro, nel primo tempo la Modula Casalgrande è quasi sempre avanti nel punteggio parziale il vantaggio oscilla sempre tra 1 e 4 lunghezze. Gli ospiti tentano più volte di pungere con azioni di attacco anche ficcanti, ma la compagine di Fiumicelli non smarrisce mai la bussola: pur avendo ancora qualcosa da sistemare in chiave difensiva, la Modula gestisce il proprio gioco con apprezzabile efficacia e riesce pure ad amministrare la vivacità offensiva isolana. 6-5 per Casalgrande al 10′ e 11-8 per sempre per i biancorossi al 20′, fino ad arrivare al 16-14 con cui si conclude la prima frazione di gioco.I minuti che seguono l’intervallo si svolgono sulla stessa falsariga di quanto visto in precedenza: a inizio ripresa la Modula dilata il proprio margine favorevole fino al 21-17, ma poi accade l’impensabile. La luce di Casalgrande si spegne, lasciando così spazio al ritorno della mai doma Sassari: il Verdeazzurro piazza un parzialone di 0-7 in proprio favore, che ribalta completamente le sorti del confronto. Al 50′ la formazione di Patrizia Cossu e Patrizia Canu guida sul 23-26, e sembra ormai ben avviata verso il successo: tuttavia a quel punto la Modula rialza di nuovo la testa, con un finale a dir poco trionfale che la porta in grande stile verso la conquista dell’intera posta in palio.


“Nel primo tempo siamo stati capaci di fornire una prova che reputo piuttosto lusinghiera – commenta a fine gara il trainer casalgrandese Fabrizio Fiumicelli – A seguire ci siamo parzialmente persi per strada, a causa di problemi su cui dobbiamo continuare a concentrarci per migliorare: troppe distrazioni, e poi mi assumo piena responsabilità su alcune rotazioni che non hanno funzionato come avrebbero dovuto. Al tempo stesso, è impossibile ignorare la nostra consistente reazione dopo che Sassari ha preso il largo: quello 0-7 poteva tagliare le gambe a chiunque, ma noi siamo stati in grado di ritrovare lo smalto necessario per ottenere due punti veramente preziosissimi. Buon risultato, quindi – rimarca Fiumicelli – D’altro canto, l’andamento complessivo del duello di oggi ci insegna che non possiamo affatto mollare la presa: sabato prossimo, sul parquet dell’Ambra Poggio a Caiano, ci attende un’altra sfida decisiva in chiave salvezza”.


LA SITUAZIONE. Altri risultati della seconda giornata: Fiorentina-Chiaravalle 26-24, Vikings Rubiera-Bologna United 26-19, Nuoro-Lions Teramo 19-23, Ambra Poggio a Caiano-Carpi 19-35, Parma-Tavarnelle 23-35, Camerano-Starfish Follonica post.

Classifica del campionato di A2 maschile (girone B): Tavarnelle, Carpi, Vikings Rubiera e Lions Teramo 4 punti; Camerano, Verdeazzurro Sassari, Follonica, Modula Casalgrande e Fiorentina 2; Chiaravalle, Nuoro, Bologna United, Parma e Ambra 0 (Camerano e Follonica sono conteggiate con una partita in meno).

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Il terzino casalgrandese Marco Giubbini
  • Il terzino biancorosso Emanuele Seghizzi
  • L’allenatore Fabrizio Fiumicelli
  • La Modula Casalgrande 2020/2021.