Archivi tag: mattia lamberti

A2 maschile, anche Mattia Lamberti sta tornando in piena forma: “Ho ripreso ad allenarmi con il resto della squadra, svolgendo tutte le attività col pallone. A volte il dito fa ancora male, ma è comunque in netto miglioramento: contro Follonica tornerò a disposizione”. Sul percorso che la Modula ha svolto fin qui: “Abbiamo affrontato quasi tutte le prime 6 della classe, ma ciò non ci ha affatto impedito di totalizzare un bilancio davvero confortante. Carattere e velocità sono tra i nostri maggiori tratti distintivi, e dovremo essere abili nel riproporli anche dopo la sosta: al tempo stesso dobbiamo però sistemare qualche meccanismo difensivo, e aumentare la precisione dai 6 metri”

Per la Modula Casalgrande, la giornata di sabato 28 novembre avrebbe dovuto coincidere con uno tra gli appuntamenti più attesi della stagione: i nostri beniamini avrebbero dovuto ospitare al Pala Keope il Bologna United, dando vita a un derby ricco di significati e tradizione. Tuttavia, la sfida contro i felsinei è stata rimandata al 16 gennaio per le ragioni ormai ben note: il prossimo appuntamento ufficiale dei pallamanisti biancorossi resta quindi fissato per sabato 12 dicembre, quando la formazione allenata da Fabrizio Fiumicelli sarà di scena a Follonica per la 12esima giornata di A2.


Intanto, proprio in questi giorni il trainer casalgrandese ha rimarcato le buone notizie che riguardano l’infermeria: tra i giocatori direttamente interessati c’è anche Mattia Lamberti, ormai ristabilitosi dal recente infortunio al dito che lo ha tenuto bloccato nelle ultime due gare. Nella fattispecie il terzino della Modula non ha potuto scendere in campo il 24 ottobre scorso, data della vittoria casalinga contro Tavarnelle: lui mancava anche sabato 31, quando è invece arrivata la larga sconfitta sul parquet dei Vikings Rubiera. “Ora ho ripreso ad allenarmi con la squadra, svolgendo tutte le attività con il pallone – spiega Lamberti – Tuttavia, in precedenza non sono mai rimasto fermo: mentre avevo la stecca al pollice, mi tenevo comunque in forma con corsa e lavoro di palestra. Adesso il dito è fasciato e alle volte dà ancora fastidio, ma comunque migliora giorno dopo giorno: di conseguenza, penso proprio che il 12 dicembre tornerò regolarmente schierabile”.


Più in generale, qual è la tua impressione sul percorso che la Modula ha portato avanti fin qui? 6 punti conquistati in 7 gare sono un bilancio soddisfacente, o ti saresti aspettato numeri addirittura migliori? E adesso, come si presenta il morale della squadra?
“Credo che il bilancio sia confortante, specie considerando la caratura complessiva delle formazioni che abbiamo affrontato fin qui. Durante il primo scorcio del campionato, ci siamo confrontati con quasi tutte le prime sei della classe: manca solamente Follonica, che guarda caso sarà la nostra prossima avversaria. Nell’immediato futuro, saremo attesi da numerosi scontri diretti nella lotta per non retrocedere: sono sfide di cruciale importanza, che saranno anche delle imperdibili occasioni per incrementare in modo decisivo il nostro bottino di punti”.


Intanto quali sono i maggiori pregi che Casalgrande ha fatto emergere finora sotto il profilo del gioco? E viceversa, su quali aspetti c’è invece da lavorare di più per migliorare?

“Tanti miei compagni di squadra hanno posto l’accento sulla tenacia che ci caratterizza, e io non posso che sottoscrivere in pieno: siamo un organico che non molla mai nemmeno quando gli ostacoli sono particolarmente ostici, ed è una qualità che ci sta permettendo di emergere man mano. Il nostro consistente slancio caratteriale resta sempre immutato, anche quando la gara prende una piega a noi sfavorevole: credo sia una caratteristica che il gruppo ha fatto emergere in ogni occasione, compreso il derby di Rubiera. A livello tecnico, ritengo sia da lodare l’apprezzabile tasso di velocità che contraddistingue il nostro gioco: adesso bisogna però aumentare la percentuale di efficacia nei tiri dai 6 metri, e inoltre è necessario affinare qualche meccanismo difensivo”. 


Questa sosta di tre sabati è arrivata al momento giusto, o avresti preferito giocare senza interruzioni?
“Per quanto riguarda me personalmente, non si tratta affatto di un ostacolo: al contrario, lo stop mi dà l’opportunità di recuperare al meglio dal recente infortunio. Parlando invece della squadra nel suo complesso, prima della pausa eravamo riusciti a trovare un bel periodo di sintonia e grinta: quando le gare ufficiali ritorneranno, dovremo dunque avere l’abilità necessaria per ripartire esattamente da dove avevamo lasciato. Ad ogni modo, io resto decisamente ottimista in tal senso”.


Il cammino agonistico riprenderà contro la Starfish Follonica, che è avversaria di medio-alta classifica: chi o che cosa bisogna temere di più della trasferta toscana in programma il mese prossimo? Inoltre è il tipo di avversaria che serve per ripartire con slancio, oppure avresti preferito riprendere sfidando una diretta concorrente in chiave salvezza?
“Follonica è senza dubbio una squadra di alto livello, e i risultati lo testimoniano: basti pensare al suo pareggio casalingo contro la capolista Rubiera. Inoltre, l’organico maremmano comprende alcune individualità senza dubbio di spicco, ma oggi come oggi io non intravedo motivi per perdere una ragionevole dose di fiducia: noi ci stiamo infatti preparando a lottare per tutti i 60 minuti, evitando di farci influenzare da qualsiasi tipo di pronostico”.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Mattia Lamberti, terzino della Modula Casalgrande, in fase realizzativa
  • Un’altra immagine di Mattia Lamberti
  • Il team manager biancorosso Adolfo Martucci
  • Da sinistra (in maglia gialla) il pivot casalgrandese Alessandro Lenzotti e il terzino Marco Giubbini
  • Da sinistra (sempre in maglia gialla) l’ala Salim Scalabrini e il terzino Emanuele Seghizzi
  • Kevin Ricciardo, portiere della Modula.
Please follow and like us:

A2 maschile, Modula vittoriosa e convincente nel test casalingo contro il Marconi Jumpers di B. Fiumicelli: “In difesa dobbiamo ancora sistemarci al meglio, però nel complesso sono emersi segnali di miglioramento rispetto alla sconfitta col Romagna”. Conto alla rovescia per il debutto in campionato: “A Carpi una trasferta molto insidiosa e ricchissima di incognite, ma la nostra brillantezza sul piano delle energie ci aiuterà”

Questa volta, l’amichevole disputata dalla Modula Casalgrande ha coinciso con un successo per i nostri beniamini: ieri sera, lunedì 14 settembre, i biancorossi si sono imposti nel derby pallamanistico reggiano contro il Marconi Jumpers Castelnovo Sotto. Gli ospiti disputeranno la serie B, mentre i padroni di casa si stanno preparando all’ormai imminente campionato di A2. Di conseguenza, il successo della Modula era prevedibile in termini di punteggio: tuttavia, i numeri non sono affatto l’unica nota confortante nella serata della formazione casalgrandese. Per quanto riguarda comunque le cifre, l’incontro si è articolato sulla disputa di 3 tempi da 20 minuti cadauno: la prima frazione di gioco è terminata con il risultato di 11-10 a favore della Modula, mentre al termine del secondo periodo la situazione era sul 22-20 sempre per i biancorossi di casa. Durante il terzo e ultimo tempo, Casalgrande ha saputo manifestare un predominio territoriale più netto rispetto a quanto visto in precedenza: ciò ha permesso di mettere a segno una vittoria, concretizzata col punteggio finale di 38-30.


“Nonostante la differenza di categoria, Castelnovo Sotto si è dimostrata avversaria frizzante e ricca di spunti convincenti – sottolinea Fabrizio Fiumicelli, trainer della Modula – Credo proprio che questo Marconi Jumpers abbia le carte in regola per ritagliarsi un ruolo di spicco nella medio-alta classifica della prossima serie B. Di conseguenza, si tratta di un test che ha avuto senz’altro una sua ben precisa utilità: un’altra tappa di buon rilievo nel cammino che ci sta portando alla prima di campionato. Parlando più nel dettaglio della nostra prova, ho riscontrato una serie di visibili passi avanti rispetto all’amichevole persa con il Romagna. Di certo, la difesa resta da perfezionare: come avevo già detto nel commento alla partita di giovedì scorso, i nuovi schemi di cerniera che stiamo applicando alla nostra porta hanno ancora bisogno di qualche ulteriore collaudo. Al tempo stesso, siamo migliorati per quanto riguarda l’espressione complessiva del gioco – rimarca Fiumicelli – Ovviamente, non possiamo definirci arrivati: il cammino da fare resta parecchio, come è normale che sia in questa fase di inizio stagione. Tuttavia, contro il Marconi Jumpers ho notato una maggiore efficienza globale nell’applicare ciò che studiamo e proviamo in allenamento. Inoltre, la condizione fisica continua a dare indicazioni soddisfacenti: ieri sera l’unico assente era Enrico Aldini, indisponibile per motivi personali, ma per il resto tutti hanno preso parte all’incontro. C’era anche Alessandro Lenzotti, appena rientrato dalle ferie”.


Ora, i riflettori sono puntati al grande appuntamento di sabato: l’agenda prevede il debutto in campionato, e la Modula debutterà al Pala Vallauri di Carpi contro i padroni di casa. Fischio d’inizio alle ore 19. “Carpi rappresenta un ostacolo di altissimo livello, e la prospettiva di affrontarla alla prima giornata non fa che aumentare le difficoltà – evidenzia Fabrizio Fiumicelli – Il turno inaugurale porta sempre con sè un’elevata quantità di incognite e imprevisti: si tratta di un aspetto che sabato potrà certamente farsi sentire. Ad ogni modo, noi non siamo affatto sconfitti in partenza – ribadisce il tecnico della Modula – Proveremo in modo costante a dare filo da torcere, puntando anche sulla buona volontà e sulla brillantezza sul piano delle energie: sono due doti che fin qui ci stanno caratterizzando in maniera rilevante”.


“Forse alla Modula Casalgrande manca un po’ di esperienza, ma in compenso si tratta di una realtà che ha tanti altri pregi –
commenta poi Marco Agazzani, allenatore del Marconi Jumpers Castelnovo Sotto – Fiumicelli può contare su valori di buon livello, sia sul piano tecnico-agonistico sia per quanto riguarda l’atteggiamento della squadra: tutto ciò senza dimenticare un trascinatore come Mattia Lamberti, giocatore che a mio giudizio rappresenta un vero lusso per la seconda serie. In buona sostanza, sono convinto che questa Modula potrà farsi rispettare in modo concreto e continuativo: noi abbiamo tenuto testa nel punteggio fino al 40′, e dunque il test disputato al Pala Keope assume un significato incoraggiante per il nostro futuro. Ci siamo presentati in versione quasi completa, proprio come Casalgrande – prosegue Agazzani – Mancava solo Menozzi fermato dai problemi al polpaccio, ma il resto della squadra era regolarmente presente. Nel terzo tempo siamo calati alla distanza, lasciando ampi spazi agli avversari: d’altro canto, credevo che un calo simile sarebbe arrivato molto prima. Siamo quindi in crescita, sia pure a piccoli passi”.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Il terzino casalgrandese Mattia Lamberti in azione
  • Fabrizio Fiumicelli, allenatore della Modula
  • Il pivot biancorosso Alessandro Lenzotti
  • Luigi Prandi, portiere della Modula.
Please follow and like us: