Archivi tag: modula casalgrande

A2 maschile, tempo di derby: domani la Modula Casalgrande sarà di scena sul campo dei Vikings Rubiera, per una tra le partite più attese della stagione. Kristian Toro: “Al Pala Bursi, il nostro primo compito starà nel cercare di riproporre le carte vincenti che ci hanno permesso di superare Tavarnelle. Il successo da cui proveniamo deriva dalla nostra eccezionale tenacia, ma non solo: abbiamo anche compiuto un basilare passo avanti nell’applicare con più efficacia le indicazioni di Fiumicelli. La sfida che ci attende mette in palio due punti di grande rilievo: tuttavia, in ogni caso non sarà possibile pronunciare verdetti affrettati”. Niente pubblico, ma diretta su Youtube

Per la Modula Casalgrande è il momento di una tra le partite più attese della stagione: domani sera, sabato 31 ottobre, i nostri beniamini saranno infatti di scena sul parquet del Pala Bursi di Rubiera. Il derby pallamanistico reggiano contro i Vikings avrà inizio alle ore 18, e sarà valevole per la settima giornata di serie A2 maschile: Hannes Wieser e Stefano Pipitone gli arbitri designati. La cornice di pubblico sarebbe sicuramente stata numerosa e partecipe, ma purtroppo gli spalti resteranno vuoti: l’incontro si giocherà infatti a porte chiuse, nel pieno rispetto delle vigenti normative anticovid. Tuttavia, ci sarà comunque la possibilità di seguire la sfida in diretta integrale: il confronto verrà infatti trasmesso sul canale Youtube della Pallamano Rubiera. Inoltre, è previsto pure un passaggio televisivo: nella fattispecie, Telereggio diffonderà la partita in differita dalle ore 23 di domani.


La Modula proviene dal roboante successo casalingo contro Tavarnelle: l’eco dell’affermazione ottenuta sei giorni fa continua a risuonare tra gli animi biancorossi, e di certo rappresenta un forte iniezione di fiducia in vista di domani. “In effetti, si tratta di una vittoria che ci ha ulteriormente galvanizzati – commenta l’ala casalgrandese Kristian Toro, grande protagonista dell’affermazione sui toscani – Come tutti sanno, il pronostico non era affatto dalla nostra parte: Tavarnelle è senza dubbio tra le realtà meglio attrezzate del gruppo B, e peraltro noi abbiamo dovuto fronteggiare una serie di assenze niente affatto trascurabili. Tuttavia siamo ugualmente riusciti a trovare la strada verso il successo, puntando su una ben precisa serie di fattori che dovremo cercare di far valere anche a Rubiera. Innanzitutto abbiamo compiuto un passo avanti in più sul piano tecnico – rimarca Toro – Rispetto alle uscite precedenti, il nostro gruppo ha saputo applicare con ancora più efficacia le nuove strategie impostate dall’allenatore Fabrizio Fiumicelli. Ovviamente, il gioco che esprimiamo non ha ancora raggiunto il massimo livello possibile di efficienza: dobbiamo continuare a perfezionarci e migliorarci ancora sia in attacco sia in difesa, ma di certo ci troviamo sulla strada giusta per interpretare sempre meglio l’assetto che il trainer ha strutturato per noi. In più, la vittoria su Tavarnelle nasce pure dalla granitica fibra caratteriale espressa dalla Modula: anche se tutto sembrava giocarci contro fin dall’inizio, ci siamo concentrati solo e unicamente sull’obiettivo di lottare con costanza, tenacia e grinta senza farci influenzare dalle previsioni sfavorevoli“.


“Nonostante il morale alto, in questi giorni ci siamo comunque tenuti ben lontani da ogni possibile supponenza – aggiunge Kristian Toro – Montarsi la testa sarebbe decisamente sbagliato, anche perchè a Rubiera ci attende un duello senza dubbio in decisa salita. Per quel che ci riguarda, molto probabilmente ci presenteremo ancora una volta in versione incompleta: inoltre, la conformazione dell’organico rubierese è senza dubbio tra gli elementi che ci creeranno le maggiori difficoltà. I Vikings possono contare su numerosi giocatori abituati alla massima serie: inoltre so che Galluccio potrebbe a sua volta avere qualche assenza, ma i biancorossoblù hanno ugualmente un organico davvero numeroso. I rubieresi possono quindi contare una quantità di soluzioni e rotazioni davvero vastissima, e molto più ampia rispetto alla nostra”.

“Ad ogni modo, mai come quest’anno i pronostici lasciano il tempo che trovano – sottolinea l’ala della Modula – Nel campionato di A2 che stiamo vivendo, le sorprese sono sempre dietro l’angolo: la vittoria da cui proveniamo ne costituisce una dimostrazione davvero lampante. Di conseguenza siamo pronti a fare la nostra parte, con umiltà mista a una costante determinazione. In palio ci sono due punti di elevata importanza, che tuttavia non sposteranno più di tanto gli equilibri futuri del nostro cammino – aggiunge poi Toro – In caso di sconfitta non drammatizzeremo, e allo stesso modo in caso di vittoria non daremo affatto spazio a facili proclami”.


QUI VIKINGS. Sebastiano Garau è il miglior realizzatore nelle file dei Vikings Rubiera: 31 i suoi gol nel corso delle 6 gare disputate fin qui. “La Modula Casalgrande sta compiendo un cammino di spessore davvero pregevole, addirittura migliore rispetto al previsto – osserva l’ala biancorossoblù – Fin qui, i biancorossi si sono guadagnati a buon diritto l’appellativo di squadra-rivelazione del campionato. Sono certo che domani la squadra di Fiumicelli darà battaglia fino in fondo, per provare senza tentennamenti a confermare la reputazione che la sta caratterizzando: di conseguenza ci troveremo confrontati con una vivace realtà che scenderà in campo senza alcun tipo di timore reverenziale, e dunque da parte nostra sarà necessario abbandonare ogni tipo di eccessiva sicurezza o supponenza. La vittoria contro Tavarnelle rispecchia al meglio la robusta scorza tecnica e caratteriale che contraddistingue la Modula – evidenzia Garau – Le rilevanti defezioni non hanno minimamente scoraggiato i casalgrandesi: al contrario, tutta la squadra si è impegnata con ancora più slancio per far fronte con efficienza alle pesanti assenze. Si tratta di un aspetto niente affatto da sottovalutare, che domani sera dovremo tenere ben presente”. 

I Vikings Rubiera allenati da Luca Galluccio (che peraltro è tra i numerosi ex di turno) occupano il secondo posto in classifica, e fin qui non hanno ancora subìto sconfitte: sabato scorso Camerano stava per espugnare il Pala Bursi, ma alla fine i biancorossoblù sono riusciti a evitare il ko giungendo al pareggio in extremis. “Questa settimana ci stiamo allenando con rinnovata concentrazione – assicura Sebastiano Garau – Non potrebbe essere altrimenti, specie dopo la sfida con i marchigiani: il duello da cui proveniamo ha messo in luce i pregi, ma anche i difetti che contraddistinguono il nostro modo di esprimerci in campo. Al momento la fase difensiva costituisce senza dubbio il nostro pezzo forte, mentre in attacco potremmo e dovremmo fare decisamente molto meglio già a partire da domani. Basti pensare che contro Camerano abbiamo siglato solo 16 gol in 56 minuti, per poi chiudere sul 20-20. Sei giorni fa eravamo in formazione incompleta, e ancora non sappiamo se sarà così anche domani – evidenzia poi l’ala rubierese – Ci sono dei punti interrogativi in merito alla condizione fisica di alcuni elementi, ma si tratta di dubbi che verranno sciolti solo stasera. Per il resto, condivido le affermazioni di Toro sul rilievo della posta in palio: sono due punti di notevole importanza, ma non decisivi. Se dovessimo vincere, non avremmo motivi per lasciarci andare ai trionfalismi. Viceversa, ritengo che un nostro ko non sarebbe sinonimo di crisi per noi: in fin dei conti siamo solo alla settima giornata, e dunque non è affatto il tempo delle sentenze affrettate“.


LA SITUAZIONE. Domani per la settima giornata si giocheranno anche Carpi-Nuoro, Starfish Follonica-Verdeazzurro Sassari, Ambra Poggio a Caiano-Parma e Bologna United-Lions Teramo. Chiaravalle-Tavarnelle è il posticipo di domenica, mentre Camerano-Fiorentina è stata rinviata a data da destinarsi.

Classifica della serie A2 maschile di pallamano (girone B): Lions Teramo 11 punti; Vikings Rubiera 10; Tavarnelle, Camerano e Starfish Follonica 9; Carpi* 8; Modula Casalgrande e Chiaravalle 6; Verdeazzurro Sassari e Fiorentina* 4; Parma* e Nuoro 2; Bologna United e Ambra Poggio a Caiano* 0. Le squadre con l’asterisco hanno una partita in meno.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande con l’allenatore Fabrizio Fiumicelli
  • L’ala biancorossa Kristian Toro
  • Enrico Aldini, pivot della Modula
  • Il pivot casalgrandese Andrea Strozzi mentre si fa largo tra gli avversari
  • La Modula Casalgrande 2020/2021
  • Sebastiano Garau, ala dei Vikings Rubiera
  • Il team manager biancorosso Adolfo Martucci.

Modula Casalgrande, l’impresa è servita: pur schierando una formazione numericamente ai minimi termini, i biancorossi si impongono su Tavarnelle tra gli applausi del Pala Keope. Fiumicelli: “Un risultato che sorprende anche me, perchè questo risultato contro la prima della classe era davvero difficile da pronosticare. Ai nostri ragazzi avevo comunque chiesto una prova di carattere: l’intero gruppo ha risposto con efficacia, applicando in modo tenace e concreto tutto ciò che avevamo collaudato in allenamento. Ora, non montiamoci la testa”

MODULA CASALGRANDE – TAVARNELLE 30 – 29

MODULA CASALGRANDE: Aldini 3, Barbieri, Ferrari, Giubbini 4, Id-Ammou 3, Lenzotti 3, Prandi (P), Ricciardo (P), Rondon Calderon, Scalabrini 2, Seghizzi 6, Strozzi 3, Toro K. 6. Allenatore: Fabrizio Fiumicelli.

TAVARNELLE: Borgianni 7, Calosi, Cianchi 1, Ciani (P) 1, Magnani, Pelacchi G., Pichardo 11, Provvedi L., Silei, Singh, Tramuto G. 1, Tramuto C. (P), Turillazzi, Varvarito 5, Vermigli F. 3, Simone Vucci. Allenatore: Matteo Pelacchi.

ARBITRI: Marcelli e Ramoul.

NOTE: primo tempo 14-14. Rigori: Modula 1 su 2, Tavarnelle 4 su 4. Esclusioni per due minuti: Modula 2, Tavarnelle 4.


Stando al pronostico della vigilia, ieri la Modula Casalgrande avrebbe dovuto soccombere senza appello: Tavarnelle si presentava infatti con i galloni di prima della classe, e oltretutto i nostri beniamini hanno dovuto fare i conti con assenze di assoluto rilievo. Tuttavia, la formazione di Fiumicelli ha saputo ribaltare ogni previsione fornendo una prova di elevatissimo spessore: non solo dal punto di vista tecnico-agonistico, ma anche per quanto riguarda la grinta riposta in campo. Così la Modula ha saputo costruire una vera e propria impresa, cogliendo due punti che sembravano irraggiungibili: con il meritato successo nei confronti della super potenza toscana, i pallamanisti biancorossi hanno guadagnato i copiosi e meritati applausi da parte del pubblico presente al Pala Keope.
Come detto, molte le defezioni nelle file di casa: Riccardo Prodi di nuovo fermo a causa dell’infortunio al gomito, mentre Mattia Lamberti è stato bloccato dal problema al pollice. Assente anche Mathieu Galopin, fuori a causa della caviglia: oltretutto Alberto Barbieri era a referto, ma la botta al costato rimediata domenica scorsa lo ha messo di fatto fuori combattimento per tutta la durata dell’incontro di ieri. Il lungo elenco si completa poi con Eugenio Oliva, che ha saltato la sfida con Tavarnelle a causa di motivi personali. 


Lo schieramento di Fiumicelli si presentava dunque ai minimi termini dal punto di vista numerico. Casalgrande contava appena 12 giocatori: viceversa Tavarnelle ha presentato uno schieramento di 16 elementi, e dunque il tecnico ospite Pelacchi ha avuto una possibilità di scelta decisamente maggiore in merito alle rotazioni da attuare.Nonostante tutto questo insieme di premesse davvero sfavorevoli, la Modula ha cominciato a macinare gioco e corsa fin dai primi minuti dell’incontro. Già nei minuti iniziali, i biancorossi hanno fatto capire in modo chiaro e tondo di essere pronti per cogliere un risultato sorprendente: non a caso, al 10′ il tabellone segnava un eloquente 7-4 a favore di Lenzotti e soci. Le fasi successive della gara si sono articolate sulla stessa falsariga: la difesa della Modula ha continuato a manifestare un’efficienza pressochè costante, e lo stesso vale pure per la fase di attacco. Al 20′ i casalgrandesi guidavano ancora sull’11-9, e sul finire della frazione i beniamini locali sono persino arrivati ad accumulare 4 lunghezze di vantaggio: una lieve flessione poco prima dell’intervallo ha però spianato la strada al ritorno di Tavarnelle, che è così riuscita a chiudere la prima frazione in perfetta parità sul 14-14.
La ripresa è stata un vero susseguirsi di colpi di scena e capovolgimenti di fronte, con punteggio sempre in bilico: al 40′ toscani avanti sul 19-20, ma al 50′ la situazione era di nuovo in equilibrio sul 24-24. Chi temeva un crollo biancorosso è stato puntualmente smentito, nel modo più limpido e visibile possibile: per nulla intimorita dal livello degli avversari e dalle proprie assenze, la Modula non ha mai smesso di essere spavalda e al tempo stesso concentrata fino al termine. La sfida si è quindi risolta soltanto nelle battute conclusive, e alla fine è arrivato un successo che rispecchia in pieno quanto visto in campo: le prerogative di Tavarnelle non si discutono affatto, ma questa volta Casalgrande ha saputo costruire una prova davvero da incorniciare sotto ogni aspetto.


“A essere sincero, il primo a essere sorpreso di tutto questo sono proprio io – ha commentato Fabrizio Fiumicelli, trainer della Modula Casalgrande – Intendiamoci: io nutro sempre la massima fiducia nei confronti dei nostri ragazzi, ma stavolta tutte le premesse ci giocavano nettamente contro: di conseguenza, credo che questo successo fosse davvero difficile da prevedere per chiunque. Comunque sia, prima dell’incontro io avevo chiesto all’intera squadra di fornire una prova all’insegna del carattere: il gruppo ha risposto con grande efficacia a questa richiesta, applicando con grinta e massima concentrazione tutto ciò che avevamo collaudato durante gli allenamenti settimanali. Quindi, al di là dell’oggettivo valore di ciò che abbiamo espresso in campo, ritengo che lo spirito di squadra rappresenti un ingrediente di basilare importanza nella vittoria che siamo riusciti a ottenere: inoltre, probabilmente gli avversari hanno commesso l’errore di sottovalutarci”. Il programma di sabato prossimo prevede l’atteso derby sul campo dei Vikings Rubiera, che ieri sono stati bloccati sul pari casalingo dai marchigiani del Camerano: “Dovremmo riuscire a recuperare almeno una parte degli infortunati, ma è ancora troppo presto per dire chi e quanti – ha sottolineato Fiumicelli – Per il resto, questa pur roboante affermazione contro Tavarnelle non autorizza affatto a montarsi la testa: adesso abbiamo 6 punti, e dunque la nostra strada verso la permanenza nella categoria resta ancora decisamente lunga”.

“Abbiamo sbagliato troppo, soprattutto in fase di attacco – ha invece commentato Massimo Vermigli, vicepresidente della Pallamano Tavarnelle – Pure noi ci presentavamo con un paio di assenze pesanti: tuttavia ciò non giustifica affatto gli errori in cui siamo incappati, perchè del resto anche Casalgrande ha dovuto presentarsi in versione incompleta. Ad ogni modo, noi non abbiamo mai pensato di essere vincitori in partenza: sapevamo fin dall’inizio che il duello con la Modula sarebbe stato particolarmente complesso, e le nostre impressioni hanno trovato puntuale conferma già nelle fase iniziali dell’incontro. Congratulazioni quindi alla compagine di Fiumicelli, che si è aggiudicata i 2 punti con una tenacia e una qualità davvero ammirevoli – ha aggiunto Vermigli – Al tempo stesso, la battuta d’arresto maturata qui al Keope non rovescia affatto il quadro dei nostri obiettivi stagionali: anche se prima di questa sconfitta eravamo primi, il traguardo che ci poniamo sta sempre nel raggiungimento di una veloce e agevole salvezza“.


LA SITUAZIONE. Ieri per la sesta giornata si sono giocate anche Vikings Rubiera-Camerano 20-20 e Lions Teramo-Chiaravalle 20-13. Oggi i posticipi Nuoro-Starfish Follonica e Verdeazzurro Sassari-Bologna United: Parma-Carpi e Fiorentina-Ambra Poggio a Caiano sono invece rinviate a data da destinarsi.

Classifica della serie A2 maschile (girone B): Lions Teramo* 11 punti; Vikings Rubiera* 10; Tavarnelle* e Camerano* 9; Carpi 8; Starfish Follonica 7; Modula Casalgrande* e Chiaravalle* 6; Fiorentina 4; Verdeazzurro Sassari, Parma e Nuoro 2; Bologna United e Ambra Poggio a Caiano 0. Le squadre con l’asterisco hanno una partita in più.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande 2020/2021
  • Il centrale biancorosso Marco Giubbini
  • Da sinistra il terzino Younes Id-Ammou, il pivot Enrico Aldini e il pivot Alessandro Lenzotti (in maglia gialla)
  • L’ala casalgrandese Kristian Toro
  • Fabrizio Fiumicelli, allenatore della Modula Casalgrande
  • Il terzino biancorosso Emanuele Seghizzi
  • Salim Scalabrini, ala della Modula.

A2 maschile, domani la Modula Casalgrande sfida di nuovo una super potenza: al Keope arriva la capolista Tavarnelle. Stefan Gherman, preparatore dei portieri biancorossi: “Anche se proveniamo da due sconfitte di fila, fin qui il cammino costruito dall’intera squadra resta comunque apprezzabile e incoraggiante. Il morale rimane alto: pur avendo piena consapevolezza delle notevoli difficoltà che incontreremo contro i toscani, nessuno di noi si sente sconfitto in partenza”. Nuove modalità per accedere al palazzetto: i posti vanno prenotati sul sito Eventbrite. Inoltre, la gara sarà trasmessa in diretta sulla nostra pagina Facebook

La Modula Casalgrande sta vivendo settimane decisamente ricche di ostacoli molto impegnativi: non a caso i pallamanisti biancorossi provengono dalle sconfitte contro Lions Teramo e Camerano, entrambe formazioni che veleggiano nell’alta classifica di A2. Anche domani pomeriggio, sabato 24 ottobre, i nostri beniamini si troveranno confrontati con una tra le grandi potenze del girone B: appuntamento al Pala Keope per la sfida interna con Tavarnelle, che avrà inizio alle ore 18.30 sotto la direzione degli arbitri Alessandro Marcelli e Isleme Ramoul.
Due le novità di rilievo che riguardano il pubblico. Nella fattispecie cambiano le modalità di accesso al palazzetto, perchè le Keope Pass Card non sono più valide: per riservare il proprio posto in tribuna bisogna effettuare la registrazione sul sito Eventbrite, all’indirizzo https://www.eventbrite.it/e/biglietti-pallamano-a2-maschile-modula-casalgrande-tavarnelle-125899220959?fbclid=IwAR3E-JoBdMFFRzd-Y1IgnZcmQK52GSCx04Kdi9KSQ3hy8LtXuvZlUHlhceA
Per tutti coloro che non potranno essere presenti al Keope, sarà comunque disponibile la diretta online sulla pagina Facebook Gsd Pallamano Spallanzani Casalgrande: il servizio è partito in via sperimentale durante la gara casalinga contro Teramo, e ora diventa definitivo. 

Per capire l’elevata difficoltà del compito che attende la Modula, basta dare un’occhiata alla situazione di classifica: fin qui la formazione toscana è imbattuta, e non a caso fa parte del terzetto che guida la classifica. Tuttavia, il pronostico della vigilia non spaventa affatto i casalgrandesi: a darne prova ci sono anche le parole di Stefan Gherman, preparatore dei portieri biancorossi. “Il mio lavoro all’interno della Pallamano Spallanzani è ricominciato durante la passata stagione, dopo 7 anni di lontananza da questo sport – spiega Gherman – Come è noto, precedentemente io ho giocato in porta per ben 22 anni: prima in Romania, poi qui in Italia nelle file di Carpi, Formigine, Rubiera, Parma e appunto Casalgrande. Appena gli impegni familiari e di lavoro mi hanno permesso di riprendere con la pallamano, ho accettato con slancio di tuffarmi nella nuova sfida che il club biancorosso mi ha proposto. Lo scorso anno allenavo tutti i nostri portieri, compresi quelli delle giovanili: stavolta, invece, il mio lavoro si rivolge esclusivamente ai guardiani delle squadre di A2 maschile e A2 femminile”.
Parlando nel dettaglio della Modula, Gherman non esita nel delineare le maggiori caratteristiche di Luigi Prandi e Kevin Ricciardo: “Innanzitutto si tratta di portieri che lavorano con un impegno e una dedizione veramente eccellenti, al pari di tutto il resto della squadra – sottolinea il preparatore – Entrambi sono caratterizzati da prospettive senza dubbio incoraggianti, e gli ulteriori miglioramenti compiuti rispetto all’anno scorso sono visibili in ambedue i casi: d’altronde Luigi e Kevin sanno bene di dover ancora fare parecchia strada per perfezionarsi ancora, ed è proprio l’obiettivo che inseguiamo con la massima convinzione di allenamento in allenamento”.
Stefan Gherman si sofferma poi sulle considerazioni di carattere più generale, riguardanti il cammino che l’intera squadra sta portando avanti: “Anche se proveniamo da due sconfitte di fila, fin qui le cose non stanno certo andando male – spiega il preparatore dei portieri – E’ vero che abbiamo perso con due fuoriserie come Teramo e Camerano, ma l’analisi relativa al nostro percorso non può affatto fermarsi lì: le vittorie ottenute contro Verdeazzurro Sassari e Ambra Poggio a Caiano hanno sicuramente un peso specifico di grandissimo rilievo, specie considerando che si tratta di successi ottenuti contro due dirette concorrenti in ottica salvezza”.


Il Tavarnelle allenato da Matteo Pelacchi proviene dal pari casalingo con i Lions Teramo: in precedenza, la formazione toscana ha invece inanellato un poker di vittorie su Fiorentina, Parma, Nuoro e Verdeazzurro Sassari. “I meriti e le potenzialità dei nostri prossimi avversari sono fuori discussione – rimarca Gherman – Nella mia lunga esperienza da giocatore, i confronti con Tavarnelle sono sempre stati molto complessi da affrontare: inoltre so che quest’anno loro si sono rinforzati ancora di più rispetto al recente passato, e ciò aumenta il livello di difficoltà che la sfida di domani ha in serbo. D’altro canto, nessuno di noi ha la minima intenzione di sentirsi sconfitto in partenza: le probabili assenze che dovremo fronteggiare non sono affatto un buon motivo per cedere allo scoraggiamento, ma al contrario dovranno darci una rinnovata linfa motivazionale”.

“La mentalità dell’atleta deve sempre essere questa, ed è proprio la stessa che il tecnico Fabrizio Fiumicelli sta costantemente imprimendo alla squadra – aggiunge Stefan Gherman – Non a caso, il morale all’interno del gruppo resta molto elevato. Di conseguenza, al di là del risultato che otterremo domani, sono convinto che ci siano buoni motivi per mantenere una ragionevole dose di fiducia: non solo in vista del duello con Tavarnelle, ma anche per quanto riguarda il raggiungimento dell’obiettivo-salvezza che ci siamo prefissati“.
LA SITUAZIONE. Domani la sesta giornata prevede anche i confronti Vikings Rubiera-Camerano e Lions Teramo-Chiaravalle: domenica si giocheranno invece Nuoro-Starfish Follonica e Verdeazzurro Sassari-Bologna United, mentre Fiorentina-Ambra Poggio a Caiano e Parma-Carpi sono state rinviate a data da destinarsi.

Classifica del campionato di serie A2 maschile (girone B): Vikings Rubiera, Tavarnelle e Lions Teramo 9 punti; Camerano e Carpi 8; Starfish Follonica 7; Chiaravalle 6; Modula Casalgrande e Fiorentina 4; Verdeazzurro Sassari, Parma e Nuoro 2; Bologna United e Ambra Poggio a Caiano 0.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande al Pala Keope, mentre ascolta le indicazioni dell’allenatore Fabrizio Fiumicelli
  • Stefan Gherman, preparatore dei portieri biancorossi
  • La Modula Casalgrande 2020/2021
  • Da sinistra, l’ala Salim Scalabrini e il terzino Emanuele Seghizzi (in maglia gialla)
  • Il pivot casalgrandese Andrea Strozzi.

A2 maschile, un’altra avversaria di alta classifica per la Modula Casalgrande: biancorossi di scena nelle Marche, per il posticipo domenicale sul campo del Camerano. Prandi: “Purtroppo dovremo fronteggiare le pesanti assenze di Prodi e Dennis Toro, ma ciò non scalfisce la nostra determinazione. Nonostante il risultato sfavorevole, la prova contro Teramo deve rappresentare un confortante punto di partenza: la difesa sta iniziando a funzionare bene, e ora bisogna perfezionare l’efficacia nella costruzione del gioco di attacco. Noi portieri siamo in forma, anche grazie al grande ritorno del preparatore Stefan Gherman”

La Modula Casalgrande è attesa da una domenica tutt’altro che semplice: per la seconda settimana consecutiva, i biancorossi affronteranno un’avversaria che veleggia nell’alta classifica. Nell’imminente fine settimana si giocherà per la quinta giornata della serie A2 maschile: la compagine allenata da Fabrizio Fiumicelli sarà di scena nel posticipo di dopodomani, domenica 18 ottobre, sul parquet del Pala Principi di Camerano. Ovviamente, gli avversari saranno gli arrembanti padroni di casa anconetani: fischio d’inizio alle ore 18, arbitri Massimiliano De Marco e Giuseppe Carcea. La sfida sarà trasmessa in diretta sulla pagina Facebook della Pallamano Camerano.


Dopo la sconfitta casalinga di sabato scorso con la capolista Lions Teramo, i nostri beniamini hanno ben chiare le mosse da compiere per cercare di rendere fruttuosa la trasferta marchigiana. “Nonostante il punteggio per noi sfavorevole, ritengo che la sfida da cui proveniamo non debba essere letta in senso negativo – commenta Luigi Prandi, portiere della Modula – Per analizzare nel dettaglio il confronto con i Lions, credo sia necessario partire dalla qualità del gioco globalmente espresso. Gli abruzzesi sono a capo del girone B, mentre il nostro è un gruppo che punta alla salvezza: quindi sulla carta i teramani avrebbero dovuto ottenere un successo senza troppi problemi, e invece tutta questa gran differenza tra noi e loro non si è affatto vista. Il duello di sei giorni fa deve quindi essere visto come un ulteriore e confortante punto di partenza: ci siamo preparati alla trasferta di Camerano con questo spirito e questa consapevolezza, senza ovviamente trascurare i miglioramenti che dobbiamo compiere in questa fase”.


Prandi procede quindi a descrivere la strada che potrebbe portare a piazzare il blitz nelle Marche: “Tanto per cominciare, non sono affatto sorpreso di vedere Camerano così in alto in classifica. La formazione allenata da Davide Campana è contraddistinta da un organico più che consolidato: inoltre si tratta di una squadra che ha parecchi gol nelle mani, e i numeri sono lì a testimoniarlo”. In effetti, fin qui i gialloblù hanno collezionato un roboante tris di vittorie: la prima sul campo del Bologna United (15-27), la seconda in casa contro Follonica (24-22) e la terza domenica scorsa sull’Ambra Poggio a Caiano, sempre al Pala Principi (27-16). Una serie vincente spezzata solo dalla sconfitta rimediata a Carpi, peraltro di stretta misura (24-22). “Purtroppo, noi dovremo fare i conti con un paio di assenze – sottolinea poi l’estremo difensore casalgrandese – Domenica il centrale Riccardo Prodi ha rimediato una botta al gomito a Rubiera, in occasione del Memorial Nello Corradini vinto dalla nostra Under 19: i tempi di recupero sono ancora da definire con precisione, ma di certo lui a Camerano non potrà essere della partita. Inoltre sarà necessario fronteggiare il forfait di Dennis Toro, assente per motivi legati a impegni personali. Ovviamente sono due defezioni che non ci aiutano, ma il nostro tasso di convinzione e concentrazione resta ugualmente molto elevato: l’efficacia difensiva che abbiamo evidenziato contro Teramo rappresenta la giusta base su cui costruire le nostre possibilità di successo”.

“Come è noto, il tecnico Fiumicelli ha proposto schemi nuovi dal punto di vista difensivo fin dall’inizio della preparazione – rimarca Prandi – Si tratta di novità che stiamo applicando con sempre maggiore efficacia, e la prova fornita con i Lions ne rappresenta una limpida testimonianza. Al tempo stesso, ora è necessario mettere a segno dei significativi passi avanti per quanto riguarda la precisione del gioco di attacco: non a caso proveniamo da una gara in cui abbiamo gettato al vento molte buone occasioni per trovare la via del gol, e i 5 rigori sbagliati figurano senz’altro tra queste. Se domenica prossima sapremo perfezionarci e migliorarci sotto l’aspetto offensivo, credo proprio che il pronostico diventerà ancora più aperto: Camerano è avversaria di primo piano e questo non si discute affatto, ma noi possiamo benissimo trovare le risorse necessarie per metterla in difficoltà”.


A livello più generale, Prandi si associa all’appello alla prudenza che Enrico Aldini aveva lanciato qualche giorno fa: “Se dovessimo riuscire a piazzare il blitz, non saremmo minimamente autorizzati a montarci la testa – rimarca il guardiano classe 2002 – Sarebbero due punti di notevole peso e prestigio, ma da qui a cambiare gli obiettivi stagionali ci passerebbe ancora parecchia strada. In questo periodo, stiamo attraversando un calendario di fuoco: dopo Camerano affronteremo infatti Tavarnelle e Vikings Rubiera, altre due super potenze di questo girone B. Quindi al momento la salvezza è e deve rimanere la meta primaria, senza ombra di dubbio: poi, vedremo ovviamente strada facendo”.


Intanto, Luigi Prandi si mostra felice per il proprio avvio di stagione: “Fin qui il reparto portieri è in forma, e credo che chi ci segue abbia avuto modo di accorgersene. Solo per fare due esempi, io sono molto contento per la prova che ho fornito sabato: inoltre anche il mio collega di ruolo Kevin Ricciardo sta facendo molto bene, e peraltro la sua prova è stata di basilare importanza nel concretizzare la nostra vittoria sul campo di Poggio a Caiano. Poi in questi giorni abbiamo iniziato a lavorare con Stefan Gherman, che ha ripreso il ruolo di preparatore dei portieri: le sue preziose indicazioni ci saranno di notevole utilità per essere sempre più utili alla squadra”. 

LA SITUAZIONE. La quinta giornata avrà inizio domani con gli incontri Ambra Poggio a Caiano-Vikings Rubiera, Starfish Follonica-Parma, Carpi-Fiorentina, Tavarnelle-Lions Teramo e Bologna United-Nuoro. Due i posticipi domenicali: Chiaravalle-Verdeazzurro Sassari e ovviamente Camerano-Modula Casalgrande.

Classifica del girone B di serie A2: Tavarnelle e Lions Teramo 8 punti; Vikings Rubiera 7; Camerano e Carpi 6; Starfish Follonica 5; Modula Casalgrande, Fiorentina e Chiaravalle 4; Verdeazzurro Sassari e Parma 2; Bologna United, Nuoro e Ambra Poggio a Caiano 0.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande con l’allenatore Fabrizio Fiumicelli
  • Il portiere biancorosso Luigi Prandi
  • Il terzino casalgrandese Emanuele Seghizzi
  • Alessandro Lenzotti, pivot della Modula
  • Marco Giubbini, terzino della Modula
  • Stefan Gherman, preparatore dei portieri biancorossi.

A2 maschile, la capolista espugna il Pala Keope: 22-25. La Modula Casalgrande regge egregiamente il confronto con i Lions Teramo, però non basta per ottenere il terzo successo di fila. Fiumicelli: “Nonostante il punteggio abbiamo fornito una prova comunque incoraggiante, specie per quel che riguarda la fase difensiva. Stavolta siamo stati penalizzati dai ripetuti ed eccessivi errori in zona gol: un problema da correggere con rapidità, in vista della trasferta di Camerano”. Per il resto, nessun dramma. “Noi puntiamo sempre al massimo risultato possibile, ma i veri scontri cruciali in chiave salvezza arriveranno solo da novembre in avanti”

MODULA CASALGRANDE – LIONS TERAMO 22 – 25

MODULA CASALGRANDE: Aldini 1, Barbieri, Ferrari 1, Galopin 1, Giubbini 2, Id-Ammou, Lamberti 9, Lenzotti 2, Oliva, Prandi (P), Prodi 3, Ricciardo (P), Scalabrini, Seghizzi 2, Strozzi, Toro K. 1. Allenatore: Fabrizio Fiumicelli.

LIONS TERAMO: Bellia, Camaioni 1, Cinelli, Collevecchio (P), De Angelis (P), De Ruvo, Di Marcello 3, Forlini 3, Giampietro 9, Gutierrez, Morale 2, Murri 4, Toppi 3, Valeri. Allenatore: Marcello Fonti.

ARBITRI: Bazzanella e Stilo.

NOTE: primo tempo 11-13. Rigori: Modula 3 su 8, Teramo 2 su 3. Esclusioni per due minuti: Modula 1, Teramo 6.


La Modula Casalgrande ha retto complessivamente bene la sfida contro la prima in classifica: tuttavia, la notevole vivacità messa in campo dai pallamanisti biancorossi non è stata sufficiente per ottenere il terzo successo di fila. La sfida di ieri, disputata al Pala Keope, rientrava nel programma della quarta giornata di serie A2: anche stavolta il confronto si è giocato davanti a un pubblico di affezionati spettatori, in possesso dell’apposita tessera d’ingresso “Keope Pass Card”.


Nel seguire l’incontro, la platea ha potuto tenersi ben lontana dalla noia: entrambe le formazioni sono state capaci di costruire una prova di carattere, con Teramo che ha maturato la certezza della vittoria soltanto nelle battute conclusive. Fin dalla vigilia, si sapeva che il duello con i Lions sarebbe stato in decisa salita per la Modula: del resto la compagine di Marcello Fonti è tra le meglio attrezzate del girone B, e il suo attuale primato in graduatoria non rappresenta affatto un evento inaspettato. Ad ogni modo, i casalgrandesi hanno affrontato l’impegno senza alcun tipo di timore reverenziale: gli avversari sono rimasti avanti nel punteggio finale per quasi tutto il tempo, ma più volte i padroni di casa hanno dato l’impressione di poter piazzare il sorpasso. Al 10′ il tabellone indicava un 4-7 a favore degli ospiti, ma ciò non ha affatto intimorito la formazione di Fiumicelli: al 20′ la situazione era infatti di equilibrio sull’8-8, mentre all’intervallo gli abruzzesi guidavano per due sole lunghezze (11-13). Distanze mantenute nelle fasi iniziali della ripresa, con i Lions in vantaggio 13-15 al 40′. A 10 minuti dal termine la squadra di Fonti guidava invece sul 17-20, e successivamente ha raggiunto un margine favorevole di 5 lunghezze: tuttavia Casalgrande ha continuato a macinare gioco e corsa, anche quando il risultato a favore dei teramani era ormai acquisito. In tal modo i biancorossi sono riusciti a ricucire parzialmente lo strappo, fino al 22-25 conclusivo. 


Anche se la sconfitta rientrava in fin dei conti nelle previsioni, alla Modula resta inevitabilmente una punta di amarezza: infatti, sul piano del gioco nella sua globalità, la differenza tra i Lions e i nostri beniamini non è certo stata così abissale. Di conseguenza i casalgrandesi potevano avere spazio per l’impresa, ma i tanti svarioni offensivi hanno sbarrato la strada dei biancorossi di casa: un dato che risulta evidente anche nelle conclusioni dai 7 metri, con la Modula che ha sbagliato ben 5 rigori su 8. 


“Il punteggio ha sempre la sua consistente importanza, inutile negarlo – commenta Fabrizio Fiumicelli, trainer della Modula Casalgrande – Tuttavia, questo periodo ci sta riservando un calendario decisamente arduo: basti pensare che nelle prossime settimane affronteremo Camerano e Tavarnelle, fino ad arrivare al derby del 31 ottobre sul campo di Rubiera. Di conseguenza, pur continuando a puntare al miglior risultato possibile, in ottobre dovremo guardare principalmente al livello qualitativo delle nostre prestazioni: le partite da vincere assolutamente in chiave salvezza arriveranno solo a novembre, quando affronteremo le formazioni che lottano come noi per mantenere la categoria”. 

E a proposito di prestazioni, Fiumicelli ha ugualmente parole lusinghiere per la squadra: “Nonostante il risultato, ritengo che la prova fornita contro Teramo sia stata piuttosto incoraggiante – sottolinea il tecnico biancorosso – Innanzitutto, la formazione abruzzese gode di un’elevata reputazione che è senza dubbio meritata: peraltro i Lions mi hanno addirittura sorpreso in positivo, esprimendosi in modo ancora più efficace di quanto io mi aspettassi. Nonostante ciò siamo comunque andati vicini alla grande sorpresa, anche perchè la nostra fase difensiva ha avuto un funzionamento efficiente e concreto: d’altro canto, la quantità eccessiva di errori che abbiamo commesso in zona gol ha finito per risultare determinante”.

“Come si è visto ho praticato una vasta rotazione, sperando di riuscire a correggere il tiro per quanto riguarda l’efficienza offensiva – aggiunge Fiumicelli – Tuttavia il copione non è cambiato, e si tratta di un aspetto su cui lavorare a fondo in vista della gara che adesso ci attende”. Domenica prossima la Modula sarà di scena sul campo del Camerano: “Affronteremo una realtà che ha tutti i numeri per attestarsi stabilmente nell’ambito della medio-alta classifica – rimarca il timoniere della Modula – Di conseguenza, per sperare di mettere in difficoltà i marchigiani, la precisione sotto il profilo offensivo dovrà necessariamente aumentare rispetto a ciò che si è visto con Teramo”.


“Due punti molto sudati, proprio come mi aspettavo – osserva poi Marcello Fonti, allenatore dei Lions – Noi siamo nuovi del girone Centro Italia: di settimana in settimana ci siamo sempre più accorgendo dell’altissimo livello che caratterizza il gruppo B, e anche qui a Casalgrande ne abbiamo avuto una lampante dimostrazione. Di certo, la Modula ha i mezzi per raccogliere numerose gratificazioni durante quest’annata: stavolta però i nostri ragazzi hanno prevalso giocando una partita di confortante qualità, sia sul piano tecnico sia sotto l’aspetto dello slancio caratteriale. Tra gli aspetti che più hanno favorito la nostra vittoria, c’è senza dubbio la consistente efficienza difensiva che siamo riusciti a sviluppare”. Ora i Lions continuano a viaggiare a punteggio pieno: “Non siamo affatto qui a disegnare tabelle di marcia – afferma il trainer teramano – L’obiettivo che ci poniamo sta soltanto nel concretizzare al meglio le notevoli potenzialità del nostro organico, puntando ad arrivare il più in alto possibile”.


Altri risultati della quarta giornata: Verdeazzurro Sassari-Tavarnelle 30-33, Fiorentina-Starfish Follonica 26-28, Vikings Rubiera-Carpi 27-23, Nuoro-Chiaravalle 24-28, Parma-Bologna United 26-25, Camerano-Ambra Poggio a Caiano post.

Classifica del campionato di pallamano A2 maschile (girone B): Tavarnelle e Lions Teramo 8 punti; Vikings Rubiera 7; Carpi 6; Starfish Follonica 5; Camerano, Modula Casalgrande, Fiorentina e Chiaravalle 4; Verdeazzurro Sassari e Parma 2; Bologna United, Ambra Poggio a Caiano e Nuoro 0 (Camerano e Ambra sono conteggiate con una partita in meno).

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande al Pala Keope, mentre ascolta le indicazioni dell’allenatore
  • L’ala casalgrandese Salim Scalabrini
  • Foto di gruppo per la Modula 2020/2021
  • L’allenatore Fabrizio Fiumicelli
  • Il portiere biancorosso Luigi Prandi
  • L’ala casalgrandese Kristian Toro
  • Mattia Lamberti, terzino della Modula.

A2 maschile, Modula Casalgrande al Pala Keope per inseguire il terzo successo di fila: tuttavia domani bisognerà ruggire più forte dei Lions Teramo, che al momento guidano la classifica. Enrico Aldini: “Avvio di qualità sul piano del rendimento, ma dal punto di vista del gioco siamo ancora al di sotto dei nostri standard. In caso di vittoria, nessun entusiasmo a buon mercato: con un calendario così arduo come quello che ci attende, adesso è impensabile rivedere al rialzo gli obiettivi stagionali”

Modula Casalgrande a caccia del tris: dopo il successo interno contro Sassari e il blitz di sabato scorso sul parquet di Poggio a Caiano, ora i pallamanisti biancorossi puntano con fermezza a centrare quello che sarebbe il terzo successo consecutivo. Tuttavia, il compito dei nostri beniamini non si prospetta affatto così semplice: domani, sabato 10 ottobre, la compagine allenata da Fabrizio Fiumicelli è infatti attesa dal duello casalingo contro un’avversaria che rientra nel terzetto di testa della classifica. La sfida con i Lions Teramo sarà valevole per la quarta giornata di serie A2: in campo dalle ore 18.30 al Pala Keope, sotto la direzione degli arbitri Daniele Bazzanella e Vincenzo Domenico Stilo. Anche questa volta, l’accesso al palazzetto sarà riservato ai possessori dell’apposita “Keope Pass Card”.


“Dal punto di vista dei risultati, l’avvio di campionato che siamo riusciti a costruire può senza dubbio definirsi lusinghiero – commenta il pivot casalgrandese Enrico Aldini Quattro punti raccolti in 3 partite rappresentano senz’altro un bilancio soddisfacente, che quest’estate avremmo sottoscritto al volo: peraltro la sconfitta rimediata a Carpi nel turno inaugurale è assolutamente onorevole, specie considerando l’elevato livello degli avversari. Ad ogni modo, tutto ciò non deve affatto autorizzarci a dormire sugli allori: anche se forse potrebbe sembrare un’affermazione un po’ forte, credo che sul piano del gioco la nostra stagione non sia iniziata in modo così straordinario”.

Aldini entra quindi nel dettaglio: “Abbiamo urgente bisogno di migliorare l’aggressività e la continuità in fase difensiva evidenzia il pivot classe 2002 – Potremmo e dovremmo essere molto più arcigni nel costruire la cerniera intorno alla porta: invece, durante le partite ci capita troppe volte di vivere momenti contraddistinti da vere e proprie amnesie sotto il profilo dell’intensità difensiva. Nella fattispecie, incappiamo in autentici momenti di buio: sono periodi in cui non riusciamo più a sviluppare ciò che collaudiamo in allenamento, e si tratta di cali che possono finire per costare davvero cari in qualsiasi occasione. In più, credo che la precisione in fase di tiro sia ancora al di sotto dei nostri possibili standard – sottolinea Enrico Aldini – Anche l’efficacia al tiro ha bisogno di una sterzata positiva, già a partire dalle sfide decisamente impegnative che ci attendono nell’immediato”.


Ad ogni modo, i recenti successi contro Sassari e Ambra Poggio a Caiano non derivano certo dal puro caso: “Ovviamente questa Modula sta pure evidenziando una serie di meriti specifici, e lungi da me l’intenzione di ignorarli – prosegue Aldini – Per la precisione, credo che la consistente velocità di manovra sia senza dubbio tra i principali tratti distintivi del nostro modo di giocare: si tratta di una dote che fin qui è emersa in modo più che chiaro, in tutti e tre i confronti. Inoltre, in attacco siamo già caratterizzati da una buona organizzazione per quel che concerne lo sviluppo della terza fase: tutto questo senza dimenticare il rilevante spirito di squadra che regna all’interno dell’organico, fin dall’inizio della preparazione. I problemi non mancano, ma ciascuno di noi è impegnato nel riporre tutte le energie possibili per risolverli. Fiumicelli sta impostando schemi e strategie che per noi sono novità rispetto al recente passato: si tratta di cambiamenti che non abbiamo ancora assimilato in pieno, ma l’allenatore ha senza dubbio intrapreso la strada giusta per metterci nelle condizioni di concretizzare un miglioramento progressivo e costante”.


L’attuale primo posto dei Lions Teramo non sorprende più di tanto. L’organico allenato da Marcello Fonti ha inanellato vittorie contro Parma, Nuoro e Verdeazzurro Sassari: in tal modo, fin qui gli abruzzesi sono riusciti a onorare al meglio l’elevata reputazione che li contraddistingue. “Domani affronteremo uno tra gli organici meglio attrezzati del girone B, e non è per niente una frase fatta – afferma il pivot biancorosso – Si tratta di una compagine che sa creare problemi a qualsiasi avversaria, e in ogni zona del campo. In particolare, i Lions sono capaci di andare a segno con azioni di contropiede costruite in modo rapido e molto ficcante: inoltre servirà parecchio lavoro per scandagliare la granitica difesa teramana, che numeri alla mano è la migliore di tutto il raggruppamento. Per quanto ci riguarda, noi saremo aiutati dal fatto di poterci presentare in assetto completo. Salvo problematiche dell’ultima ora, non dovremmo fronteggiare assenze: peraltro sono previsti i ritorni di Kristian Toro e Riccardo Prodi, che hanno saltato la trasferta di sabato scorso a causa dei rispettivi impegni personali e di lavoro”.

In caso di vittoria, Enrico Aldini invita poi a non eccedere con gli entusiasmi: “Un successo ci darebbe inevitabilmente ulteriore slancio, nell’andare una ricerca di una salvezza che per ora resta comunque il nostro traguardo primario. L’eventuale conquista dei due punti non deve infatti autorizzarci a effettuare troppi voli pindarici con la fantasia. Dopo Teramo affronteremo in successione Camerano, Tavarnelle e Rubiera: di conseguenza, adesso non c’è assolutamente spazio per dare spazio a facili proclami. Se l’attuale striscia di risultati positivi continuerà, solo ai primi di novembre si potrà iniziare a ipotizzare una cauta revisione al rialzo degli obiettivi. Allo stesso modo, se domani dovessimo perdere sono certo che non ci lasceremo affatto prendere dallo sconforto: la filosofia con cui ci muoviamo sta infatti nel valutare con calma e attenzione una partita per volta, sempre animati da una piena fiducia nelle nostre potenzialità”.


Intanto, Aldini si augura di fare sempre meglio anche a livello personale: “ll mio inizio di stagione è stato incoraggiante, ma adesso non posso certo dire di essere al 100% – spiega il giocatore – Sotto il profilo tecnico, so di poter dare un contributo molto più visibile e fattivo rispetto a quello che ho fornito finora: inoltre sono al lavoro con corsa e sala pesi, per raggiungere presto la migliore condizione fisica”.


LA SITUAZIONE. Domani si giocheranno pure Verdeazzurro Sassari-Tavarnelle, Fiorentina-Starfish Follonica, Vikings Rubiera-Carpi, Nuoro-Chiaravalle e Parma-Bologna United. Il 4° turno si completerà domenica 11, con il posticipo Camerano-Ambra Poggio a Caiano.

Classifica del campionato di pallamano A2 maschile (girone B): Tavarnelle, Lions Teramo e Carpi 6 punti; Vikings Rubiera 5; Camerano, Modula Casalgrande e Fiorentina 4; Starfish Follonica 3; Verdeazzurro Sassari e Chiaravalle 2; Parma, Bologna United, Ambra Poggio a Caiano e Nuoro 0.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Da sinistra (in maglia gialla) il terzino casalgrandese Younes Id-Ammou, il pivot Enrico Aldini e il pivot Alessandro Lenzotti
  • Enrico Aldini in fase realizzativa
  • Il portiere biancorosso Kevin Ricciardo
  • Da sinistra (in maglia gialla) altri due giocatori della Modula: l’ala Salim Scalabrini e il terzino Emanuele Seghizzi
  • Daniel Dimitric, pivot della Modula
  • Il terzino casalgrandese Riccardo Prodi.

A2 maschile, a Poggio a Caiano la Modula Casalgrande conquista la seconda vittoria consecutiva. Fiumicelli: “Abbiamo trovato la via del gol con ben 10 giocatori, e Gabriele Ferrari ha debuttato in Prima squadra realizzando a sua volta una rete. Tuttavia, complessivamente parlando, sul piano del gioco sono contento soltanto a metà. Di certo il lavoro da fare resta parecchio specie in vista di sabato prossimo, quando ospiteremo la capolista Lions Teramo”

AMBRA POGGIO A CAIANO – MODULA CASALGRANDE 27 – 30

AMBRA POGGIO A CAIANO: Allodi 8, Ballerini, Carrante (P), Francalanci 1, Giovannelli 2, Gradi, Grassi (P), Liccese 3, Mocellin 1, Morini 5, Nesi, Nozzoli (P), Pitigliani, Randis 2, Vannini 4, Vannucci 1. Allenatore: Sergio Cavicchiolo.

MODULA CASALGRANDE: Aldini 1, Barbieri, Dimitric 2, Ferrari 1, Galopin, Giubbini 6, Id-Ammou 1, Lamberti 9, Lenzotti 4, Oliva, Prandi (P), Ricciardo (P), Scalabrini, Seghizzi 3, Strozzi 2, Toro D. 1. Allenatore: Fabrizio Fiumicelli.

ARBITRI: Pasqualin e Rossetti.

NOTE: primo tempo 9-16. Rigori: Ambra 1 su 1, Modula 3 su 4. Esclusioni per due minuti: Ambra 4, Modula 3.


Seconda vittoria consecutiva per la Modula Casalgrande: un successo che significa tanto, e che senza dubbio ravviva in maniera ulteriore il già consistente entusiasmo dei biancorossi. Ieri sera, al Pala Pacetti di Poggio a Caiano, si è giocato per la terza giornata del campionato di A2: i nostri beniamini hanno superato i blasonati padroni di casa dell’Ambra, bissando così il successo casalingo ottenuto sei giorni fa contro il Verdeazzurro Sassari. 


Nonostante le difficoltà di rendimento che sta incontrando in questo avvio di stagione, la compagine pratese allenata da Sergio Cavicchiolo resta sempre un’avversaria piuttosto insidiosa soprattutto quando gioca sul proprio parquet: tuttavia la Modula ha saputo imporre la propria legge fin dal primo tempo, chiuso sull’eloquente risultato di 9-16 a favore dei nostri beniamini. Nelle fasi iniziali della ripresa, i pallamanisti casalgrandesi hanno brillantemente conservato il massimo vantaggio di 7 lunghezze: a seguire gli ospiti hanno in parte smarrito quell’efficace brio che li aveva contraddistinti in precedenza, ma ciò non ha comunque impedito a Lamberti e soci di amministrare il vantaggio con accortezza fino al meritato successo finale. Per Casalgrande si tratta di due punti davvero preziosi, utili per raggiungere quella salvezza che rappresenta l’obiettivo di base della stagione biancorossa. 


“Benissimo il risultato, ma sul piano del gioco sono contento a metà – commenta Fabrizio Fiumicelli, trainer della Modula Casalgrande – Nella fattispecie abbiamo interpretato molto bene i 30 minuti iniziali, e per rendersene conto basta dare un’occhiata ai numeri: 9 gol subìti sono davvero pochi, e si tratta di un dato che la dice davvero lunga sull’elevato tasso di qualità espresso dai nostri ragazzi. Tuttavia, in seguito la musica è cambiata e non in meglio: c’è stata qualche marcata difficoltà in più per quanto riguarda in attacco, e sono problemi che hanno finito per avere il loro peso anche nell’ottica dell’efficienza difensiva. Non a caso durante il secondo tempo abbiamo incassato 18 gol, esattamente il doppio rispetto alla prima frazione. Dunque, in buona sostanza la nostra è stata una prova a due facce – rimarca Fiumicelli – Stavolta è bastata per ottenere l’intera posta in palio, ma ciò non deve affatto autorizzarci a pensare di essere arrivati al nostro massimo livello di rendimento: le amnesie e le distrazioni sono ancora troppe, e quindi il lavoro da fare per migliorarsi resta ancora parecchio”. 


Nel duello di ieri la Modula ha dovuto fronteggiare l’assenza di Kristian Toro, bloccato da impegni di lavoro dell’ultima ora. “In compenso, l’infermeria continua a essere completamente vuota – sottolinea l’allenatore – Peraltro, contro l’Ambra c’è stato un significativo esordio in Prima squadra: è quello di Gabriele Ferrari, ala classe 2002 in arrivo dalle nostre giovanili. Lui ha giocato nei minuti conclusivi, mettendo anche a segno il gol che ci ha consegnato la definitiva certezza della vittoria. Per il resto, credo sia da evidenziare il fatto che la Modula ha trovato la via della rete con ben 10 giocatori: buona prova anche da parte dei portieri”. 


Sabato prossimo, 10 ottobre, la Modula Casalgrande tornerà sul parquet amico del Pala Keope: di fronte ci sarà la lanciatissima capolista Lions Teramo, che guida la classifica a punteggio pieno unitamente a Tavarnelle e Carpi. “Siamo attesi da un compito ancora più complesso rispetto a quelli delle ultime due settimane – evidenzia Fabrizio Fiumicelli – E’ necessario che i nostri ragazzi ne abbiano piena consapevolezza fin da ora: per avere possibilità di ottenere quantomeno un risultato utile, non potremo affatto concedere regali come abbiamo fatto con Sassari e Ambra”.


LA SITUAZIONE. Gli altri risultati della terza giornata sono Tavarnelle-Nuoro 32-19, Lions Teramo-Verdeazzurro Sassari 33-21, Carpi-Camerano 24-22, Starfish Follonica-Vikings Rubiera 24-24, Bologna United-Fiorentina 22-28, Chiaravalle-Parma post.

Classifica del campionato di pallamano A2 maschile (girone B): Tavarnelle, Lions Teramo e Carpi 6 punti; Vikings Rubiera 5; Camerano, Modula Casalgrande e Fiorentina 4; Starfish Follonica 3; Verdeazzurro Sassari 2; Chiaravalle, Parma, Bologna United, Ambra Poggio a Caiano e Nuoro 0 (Chiaravalle e Parma hanno una partita in meno).

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande mentre ascolta le indicazioni di Fiumicelli
  • Il terzino biancorosso Marco Giubbini
  • Il trainer Fabrizio Fiumicelli
  • Foto di gruppo della Modula 2020/2021
  • Il team manager casalgrandese Adolfo Martucci.

A2 maschile, davanti al pubblico del Pala Keope la Modula centra il primo successo in campionato: sconfitto il tenace Verdeazzurro Sassari, dopo un secondo tempo davvero rocambolesco. Fiumicelli: “Nella ripresa ci siamo in parte persi per strada, ma poi abbiamo avuto una reazione che non era affatto scontata. Ora non bisogna affatto abbassare la guardia: sabato prossimo, contro l’Ambra Poggio a Caiano, sarà un’altra sfida molto delicata in chiave salvezza”

MODULA CASALGRANDE – VERDEAZZURRO SASSARI 31 – 29

MODULA CASALGRANDE: Aldini 5, Barbieri 1, Dimitric, Galopin, Giubbini 7, Id-Ammou, Lamberti 12, Lenzotti 1, Prandi (P), Prodi, Ricciardo (P), Scalabrini, Seghizzi 2, Strozzi 2, Toro K. 1, Toro D. All. Fabrizio Fiumicelli.
VERDEAZZURRO SASSARI: Arteaga Sanchez, Bianco 4, Casu (P), Cherosu 8, Delogu 4, Feliciotti, Lampis 4, Munda (P), Piatti 6, Scanu, Vassia 1, Venerdini 2. All. Patrizia Cossu-Patrizia Canu.

ARBITRI: Colombo e Rizzo.

NOTE: primo tempo 16-14. Rigori: Modula 3 su 4, Verdeazzurro 3 su 4.


La Modula Casalgrande centra i primi due punti stagionali: l’acuto casalingo di oggi è maturato al termine di una partita intensa e mai banale, peraltro caratterizzata da un secondo tempo ricco di colpi di scena. Alla fine il successo dei nostri beniamini può dirsi meritato, contro un Verdeazzurro Sassari che comunque ha messo in mostra un carattere coriaceo e una qualità di gioco non certo trascurabile. Il duello era valevole per la seconda giornata della serie A2 maschile di pallamano: come annunciato nei giorni scorsi, la sfida è stata seguita da una partecipe cornice di pubblico. Pala Keope a capienza ridotta, ovviamente a causa delle normative anti Coronavirus: comunque sia, le gesta dei biancorossi sono state applaudite da un’ottantina di spettatori. 


Per quanto riguarda la cronaca dell’incontro, nel primo tempo la Modula Casalgrande è quasi sempre avanti nel punteggio parziale il vantaggio oscilla sempre tra 1 e 4 lunghezze. Gli ospiti tentano più volte di pungere con azioni di attacco anche ficcanti, ma la compagine di Fiumicelli non smarrisce mai la bussola: pur avendo ancora qualcosa da sistemare in chiave difensiva, la Modula gestisce il proprio gioco con apprezzabile efficacia e riesce pure ad amministrare la vivacità offensiva isolana. 6-5 per Casalgrande al 10′ e 11-8 per sempre per i biancorossi al 20′, fino ad arrivare al 16-14 con cui si conclude la prima frazione di gioco.I minuti che seguono l’intervallo si svolgono sulla stessa falsariga di quanto visto in precedenza: a inizio ripresa la Modula dilata il proprio margine favorevole fino al 21-17, ma poi accade l’impensabile. La luce di Casalgrande si spegne, lasciando così spazio al ritorno della mai doma Sassari: il Verdeazzurro piazza un parzialone di 0-7 in proprio favore, che ribalta completamente le sorti del confronto. Al 50′ la formazione di Patrizia Cossu e Patrizia Canu guida sul 23-26, e sembra ormai ben avviata verso il successo: tuttavia a quel punto la Modula rialza di nuovo la testa, con un finale a dir poco trionfale che la porta in grande stile verso la conquista dell’intera posta in palio.


“Nel primo tempo siamo stati capaci di fornire una prova che reputo piuttosto lusinghiera – commenta a fine gara il trainer casalgrandese Fabrizio Fiumicelli – A seguire ci siamo parzialmente persi per strada, a causa di problemi su cui dobbiamo continuare a concentrarci per migliorare: troppe distrazioni, e poi mi assumo piena responsabilità su alcune rotazioni che non hanno funzionato come avrebbero dovuto. Al tempo stesso, è impossibile ignorare la nostra consistente reazione dopo che Sassari ha preso il largo: quello 0-7 poteva tagliare le gambe a chiunque, ma noi siamo stati in grado di ritrovare lo smalto necessario per ottenere due punti veramente preziosissimi. Buon risultato, quindi – rimarca Fiumicelli – D’altro canto, l’andamento complessivo del duello di oggi ci insegna che non possiamo affatto mollare la presa: sabato prossimo, sul parquet dell’Ambra Poggio a Caiano, ci attende un’altra sfida decisiva in chiave salvezza”.


LA SITUAZIONE. Altri risultati della seconda giornata: Fiorentina-Chiaravalle 26-24, Vikings Rubiera-Bologna United 26-19, Nuoro-Lions Teramo 19-23, Ambra Poggio a Caiano-Carpi 19-35, Parma-Tavarnelle 23-35, Camerano-Starfish Follonica post.

Classifica del campionato di A2 maschile (girone B): Tavarnelle, Carpi, Vikings Rubiera e Lions Teramo 4 punti; Camerano, Verdeazzurro Sassari, Follonica, Modula Casalgrande e Fiorentina 2; Chiaravalle, Nuoro, Bologna United, Parma e Ambra 0 (Camerano e Follonica sono conteggiate con una partita in meno).

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Il terzino casalgrandese Marco Giubbini
  • Il terzino biancorosso Emanuele Seghizzi
  • L’allenatore Fabrizio Fiumicelli
  • La Modula Casalgrande 2020/2021.

A2 maschile, Modula Casalgrande sconfitta a testa alta sul campo del Carpi. Fiumicelli: “Anche se purtroppo non sono arrivati punti, sul piano del gioco è andata complessivamente meglio del previsto. Nonostante i problemi che riguardano soprattutto la difesa e la tattica, abbiamo espresso una buona vivacità contro una vera fuoriserie. La nostra squadra ha un’età media decisamente bassa, ma ciò non ci ha affatto intimoriti”. Domenica prossima al Keope contro il Verdeazzurro

CARPI – MODULA CASALGRANDE 33 – 28

CARPI: Beltrami 7, Ben Hadj Ali, Bonacini (P), Boni G. 3, Boni E., Calzolari 2, Carabulea, Ceccarini 8, Girolamodibari, Grandi 5, Jurina (P), Lamberti G., Malagola 1, Pieracci 5, Serafini S., Soria 2. Allenatore: Davide Serafini.

MODULA CASALGRANDE: Aldini 2, Barbieri, Dimitric, Galopin, Giubbini 3, Id-Ammou, Lamberti M. 8, Lenzotti 5, Prandi (P), Prodi 3, Ricciardo (P), Scalabrini 1, Seghizzi 2, Strozzi 1, Toro K. 3, Toro D. Allenatore: Fabrizio Fiumicelli.

ARBITRI: Calascibetta e Vizzini.

NOTE: primo tempo 18-13. Rigori: Carpi 2 su 3, Modula 2 su 2. Esclusioni per due minuti: Carpi 4, Modula 1. Incontro disputato a porte chiuse, come da indicazioni della Federazione.


Nessuna sorpresa al Pala Vallauri: la corazzata Carpi ha avuto la meglio sulla Modula Casalgrande, ma i nostri beniamini sono comunque usciti a testa alta. Il confronto di ieri era valevole per il turno inaugurale dell’A2 maschile di pallamano, e più specificamente nel girone B: anche se i padroni di casa hanno stabilmente condotto nel punteggio, gli ospiti hanno ugualmente messo in mostra un apprezzabile tasso di vitalità evitando di farsi schiacciare dagli avversari bianconeri. Nella fattispecie, la Modula è costantemente riuscita a contenere il divario: non a caso al termine del primo tempo il tabellone parlava di un 18-13, risultato parziale che lasciava ancora aperte le possibilità di un eventuale “colpaccio” da parte dei casalgrandesi. Durante la ripresa, qualche errore di troppo ha impedito alla Modula di ricucire lo strappo: d’altro canto Carpi ha potuto esultare soltanto nei minuti conclusivi, perchè i biancorossi sono rimasti attaccati al confronto affrontando l’impegno senza alcun timore reverenziale. Di conseguenza, al di là degli 0 punti conquistati, il bilancio di questa breve ma intensa trasferta carpigiana può comunque dirsi positivo per i nostri beniamini: peraltro, le parole dell’allenatore confermano ulteriormente questa impressione. 


FILO DIRETTO. “Purtroppo, i soli complimenti non fanno classifica – evidenzia Fabrizio Fiumicelli, trainer della Modula Casalgrande – Ad ogni modo, credo che ieri sia andata molto meglio del previsto. Lo svantaggio acquisito alla fine del primo tempo è legato ad alcune nostre mancanze sul piano tattico: si tratta di un aspetto su cui dobbiamo senza dubbio migliorare, ed è un problema di cui mi assumo piena responsabilità. Nella ripresa ci sono state varie occasioni per provare a diminuire o addirittura ad annullare il divario sfavorevole: tuttavia le sviste e le imprecisioni ci hanno sbarrato la strada, e abbiamo sofferto soprattutto in chiave difensiva. Comunque sia, come ho ripetuto nei giorni scorsi, fin dall’inizio della preparazione noi stiamo provando nuovi schemi a difesa della nostra porta – rimarca Fiumicelli – Si tratta di strategie che richiedono studio e applicazione, e quindi serve ancora qualche tempo per acquisirle in pieno: di conseguenza, le incertezze in fase difensiva rappresentano problematiche che avevo messo in preventivo. In più, i nostri giocatori stanno già dimostrando una consistente vivacità nell’applicare ciò che prepariamo in allenamento: inoltre ieri sera sono andati in gol ben 9 giocatori della Modula, e non è affatto cosa da poco per una formazione così giovane come la nostra”. 

Per rimarcare la rilevante caratteristica di squadra giovane, il tecnico casalgrandese non esita a citare i numeri: “Bisogna ricordare che la nostra età media si attesta sui 21,6 anni, ed è certamente tra le più basse della categoria. I giocatori di maggiore esperienza su cui possiamo contare sono tre: il capitano Mattia Lamberti, il vicecapitano Alessandro Lenzotti e il mastino della difesa Alberto Barbieri. Loro hanno il compito di trainare un intero organico composto da ragazzi emergenti: basti pensare che ieri a un certo punto avevamo ben cinque Under 19 in campo, e in quel momento la sfida era ben lungi dall’essere terminata. Nonostante ciò, siamo comunque stati capaci di denotare una personalità di squadra caratterizzata da interessanti prospettive: il tutto contro una fuoriserie del calibro di Carpi, che può contare su numerosi giocatori con esperienze in A1. Di conseguenza credo proprio che si possa e si debba continuare su questa strada, ovviamente per costruire continui miglioramenti”.


La disamina da parte degli avversari è affidata a due ex casalgrandesi. “Partita bella e intensa fin dall’inizio, con ritmi molto alti da entrambe le parti – commenta l’ala Francesco Ceccarini – La Modula ha iniziato gli allenamenti ai primi di agosto, mentre noi ci siamo messi in moto soltanto il 17: una differenza che non ha mancato di farsi sentire, perchè Casalgrande ha saputo sviluppare una manovra fluida e veloce pur avendo ancora la preparazione sulle gambe. Nonostante questo, siamo riusciti a tenere il campo e a esprimerci su buoni livelli per tutti i 60 minuti: questo successo non era per niente scontato, anche perchè era la prima partita dopo il lungo stop agonistico da cui tutti proveniamo. Per quanto riguarda noi – aggiunge Ceccarini – di certo dobbiamo essere contenti: ritengo infatti che siano due punti di assoluto spessore. D’altro canto, non possiamo ancora dire di avere raggiunto i migliori standard: le cose da sistemare rimangono tante. Nonostante la buona prova dei nostri portieri, 28 gol subiti sono troppi: inoltre in attacco ci siamo lasciati sfuggire parecchie buone opportunità, anche per merito della difesa biancorossa”.

“Noi eravamo quasi al completo – aggiunge l’ala Francesco MalagolaMancava solo Angelo Giannetta, anche lui ex casalgrandese, che non ha potuto prendere parte all’incontro per motivi di lavoro. Parlando più nel dettaglio dell’andamento della sfida, a mio parere siamo stati abili nel partire forte: la mossa vincente è stata quella di guadagnarsi sùbito un margine di 4-5 lunghezze, vantaggio che poi abbiamo gestito con saggezza impedendo alla Modula di riavvicinarsi. Grande merito va dato pure ai nostri portieri, che si sono rivelati di basilare importanza per concretizzare questa vittoria. Ad ogni modo, sincere congratulazioni a Casalgrande, squadra dinamica – sottolinea Malagola – Sono certo che la compagine di Fiumicelli potrà raccogliere svariate gratificazioni in questa nuova serie A2″.


LA SITUAZIONE E IL PROSSIMO TURNO. Gli altri risultati della prima giornata sono Lions Teramo-Parma 26-15, Follonica Starfish-Ambra Poggio a Caiano 32-23, Tavarnelle-Fiorentina 34-20, Verdeazzurro Sassari-Nuoro 32-18, Bologna United-Camerano 15-27. Chiaravalle-Vikings Rubiera è il posticipo di questa sera. 

Classifica della serie A2 (girone B): Verdeazzurro, Tavarnelle, Camerano, Lions, Follonica e Carpi 2 punti; Chiaravalle, Vikings Rubiera, Modula Casalgrande, Ambra, Parma, Bologna United, Fiorentina e Nuoro 0 (Chiaravalle e Rubiera una partita in meno).

La Modula tornerà in campo domenica prossima, 27 settembre: dalle ore 16, i biancorossi affronteranno al Pala Keope il lanciatissimo Verdeazzurro Sassari.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande mentre ascolta le indicazioni dell’allenatore
  • Il trainer Fabrizio Fiumicelli
  • Il centrale biancorosso Younes Id-Ammou
  • Il pivot casalgrandese Alessandro Lenzotti
  • Salim Scalabrini, ala della Modula.