Archivi tag: modula casalgrande

A2 maschile, domani al Pala Keope il derby regionale tra la Modula Casalgrande e il fanalino di coda Bologna United. I biancorossi hanno una grande occasione per cogliere un duplice obiettivo: centrare la terza vittoria consecutiva e salire ulteriormente in classifica. Ricciardo: “Le due vittorie da cui proveniamo sono figlie della nostra pregevole efficienza difensiva, ma anche della concretezza che abbiamo espresso nelle ripartenze. Inoltre al momento l’infermeria è vuota, e si tratta di un altro aspetto che autorizza ad avvicinarsi con fiducia al duello con i felsinei. Tuttavia durante le partite tendiamo ancora a dormire troppo sugli allori, specie quando accumuliamo un certo vantaggio in termini di punteggio: un difetto da correggere con assoluta urgenza”

La Modula Casalgrande è pronta per riprendere il proprio cammino in campionato: il 2021 agonistico dei biancorossi si aprirà domani, sabato 16 gennaio, con il derby regionale casalingo contro il Bologna United. Il duello è valevole per la decima giornata di serie A2: in campo al Pala Keope dalle ore 18.30, sotto la direzione degli arbitri Ciro Sannino e Massimiliano Marcelli. Anche stavolta la gara verrà disputata a porte chiuse, come prescritto dalle vigenti normative anticovid: tuttavia l’incontro sarà trasmesso in diretta integrale sulla pagina Facebook del Gsd Pallamano Spallanzani Casalgrande.


La formazione allenata da Fabrizio Fiumicelli giunge all’appuntamento forte di ottime credenziali: la Modula è infatti in arrivo da due successi consecutivi, ottenuti nei confronti casalinghi contro Nuoro e Chiaravalle. Per contro, i felsinei guidati da Mattia Melis stazionano ancora a quota 0 dopo 10 gare: i nostri beniamini hanno quindi un’opportunità aurea per allungare la striscia vincente, uno scenario che porterebbe i casalgrandesi all’interno di scenari di classifica sempre più interessanti. In caso di vittoria contro Bologna, i biancorossi salirebbero sicuramente al 6° posto: se poi Follonica non dovesse fare risultato pieno a Chiaravalle, nel posticipo domenicale, la Modula arriverebbe addirittura a occupare il quinto gradino del girone B. Il campionato è ancora contraddistinto da un calendario piuttosto frastagliato: fin qui i rinvii di partite causa Covid non sono affatto mancati, e purtroppo tanti ce ne saranno anche nell’immediato futuro. Di conseguenza, la graduatoria non rispecchia ancora del tutto i reali rapporti di forza tra le varie squadre: tuttavia fin qui la Modula ha dimostrato di meritare una collocazione nei piani medio-alti della classifica, e ora Casalgrande ha tutta l’intenzione di confermare i buoni riscontri ottenuti fino a questo momento.


“Siamo in arrivo da due successi che rivestono notevole importanza, anche a livello di morale – evidenzia il portiere biancorosso Kevin Ricciardo – Adesso, però, non è affatto il caso di mettersi a stappare bottiglie di spumante. Proveniamo da due vittorie che in entrambi i casi rispecchiano bene ciò che si è visto in campo: tuttavia, ciò non significa affatto che la Modula sia stata priva di difetti. I successi raggiunti negli ultimi 120 minuti derivano essenzialmente da due fattori ben precisi: oltre all’efficacia che siamo riusciti a esprimere in chiave difensiva, abbiamo saputo distinguerci per quanto riguarda l’efficienza nel costruire le ripartenze. D’altro canto alcune volte dormiamo troppo sugli allori, e si tratta di un limite da correggere quanto prima – spiega Ricciardo – In particolare, troppe volte molliamo la presa quando riusciamo ad accumulare un vantaggio anche consistente: in questo modo permettiamo agli avversari di ritornare in pista e di ricucire lo strappo. Si tratta di un problema sostanziale, che potrebbe rivelarsi decisamente dannoso in termini di risultato: la sfida con Bologna deve quindi rappresentare una tappa di basilare importanza nel percorso che porta a superare questo limite”.


Dall’infermeria giungono buone notizie: infatti, la Modula non deve fare i conti con intoppi di carattere fisico. “La squadra è effettivamente in forma – rimarca Ricciardo – In più, il fatto di non avere infortunati costituisce un ulteriore buon motivo per avvicinarsi con la massima fiducia al confronto di domani. Una massima fiducia che però non deve affatto sfociare in supponenza: proprio per quel che dicevo prima, il nostro obiettivo di base sta necessariamente nell’evitare di sottovalutare gli avversari. Osservando la situazione di classifica del Bologna United, il rischio di prendere sottogamba l’impegno può davvero essere dietro l’angolo: quindi servirà un atteggiamento coriaceo e determinato fin dalle prime battute dell’incontro, per tenerci in piena linea con l’intenso e accurato lavoro che abbiamo svolto pure in questi giorni. Inoltre, Bologna sarà animata dalla ferma intenzione di rimuovere lo zero in graduatoria – sottolinea l’estremo difensore biancorosso – Dunque noi non possiamo affatto concedere spazio al relax, anche perchè lo United sarà ben lontano dal voler recitare il ruolo della cenerentola timorosa. Inoltre confidiamo come sempre in un forte seguito da parte del pubblico, attraverso l’apposita diretta Facebook”.


Kevin Ricciardo si sofferma quindi sui possibili equilibri di classifica: “Intravedo buone prospettive – afferma il portiere casalgrandese – Sono convinto che questa Modula abbia le potenzialità che servono per mirare a ben di più rispetto a una semplice salvezza stiracchiata. Di certo, non sono affatto qui a dire che sicuramente potremo ambire a un posto nei play off: tuttavia, il rendimento che abbiamo saputo fornire fin qui autorizza comunque a ipotizzare una nostra costante presenza nella medio-alta classifica. Se sapremo esprimere il nostro potenziale in maniera sempre più concreta, credo proprio che creeremo le condizioni migliori per puntare almeno al 6° o addirittura al 5° posto finale”. A livello personale, Ricciardo pone l’accento sulla crescita compiuta col passare delle settimane: “Parlando sinceramente, a inizio stagione ho giocato al di sotto delle mie possibilità – commenta il diretto interessato – In compenso, col passare del tempo sono riuscito a riacquisire una maggiore dose di brillantezza: ora sono soddisfatto di ciò che sto facendo, e il momento che sto attraversando rappresenta il giusto trampolino di lancio su cui costruire ulteriori miglioramenti nell’immediato futuro”.


LA SITUAZIONE IN A2. Domani per la decima giornata si giocheranno anche Verdeazzurro Sassari-Camerano e Lions Teramo-Ambra Poggio a Caiano: Chiaravalle-Starfish Follonica è invece il posticipo di domenica. Rinviate Hac Nuoro-Vikings Rubiera e Tavarnelle-Carpi, mentre Parma osserva il proprio turno di riposo.

Classifica del girone B di serie A2 (tra parentesi il numero di partite disputate)Carpi 18 punti (10); Camerano 17 (10); Lions Teramo 15 (9); Vikings Rubiera 14 (8); Tavarnelle e Starfish Follonica 11 (9); Modula Casalgrande 10 (10); Chiaravalle e Parma 8 (10); Verdeazzurro Sassari 6 (10); Hac Nuoro 4 (11); Ambra Poggio a Caiano 4 (10); Bologna United 0 (10).

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande 2020/2021
  • Il portiere biancorosso Kevin Ricciardo in azione
  • Un’altra immagine di Kevin Ricciardo
  • Il terzino casalgrandese Mattia Lamberti
  • Alberto Barbieri, ala/centrale della Modula
  • Stefan Gherman, preparatore dei portieri biancorossi.
Please follow and like us:

A2 maschile, sabato la Modula disputerà la prima gara del 2021. Dimitric: “Fin qui abbiamo raccolto buoni risultati con pieno merito, ma i tempi sono ancora troppo acerbi per iniziare a tracciare un bilancio stagionale. Ora la squadra sta bene, sia fisicamente sia sotto il profilo dell’entusiasmo: tuttavia il duello che ci attende presenta comunque molte insidie, perchè Bologna sarà animata dalla chiara intenzione di dare una svolta al proprio percorso in campionato. Confido sul fatto che le ultime due prove ci siano servite da lezione: se non avessimo commesso troppi errori di supponenza, avremmo potuto vincere più largamente sia contro Nuoro sia con Chiaravalle. La giusta mentalità è una base indispensabile per cercare di mantenersi nella medio-alta classifica”

La Modula Casalgrande sta per riprendere la propria traiettoria agonistica: all’orizzonte dei biancorossi c’è infatti il primo impegno ufficiale del 2021, in programma sabato prossimo 16 gennaio al Pala Keope. Per l’esattezza, la serie A2 di pallamano maschile è già ripartita tre giorni fa: nell’occasione i nostri beniamini avrebbero dovuto fronteggiare la Fiorentina, che però si è ritirata del campionato. La formazione allenata da Fabrizio Fiumicelli ha quindi usufruito di un turno di riposo: ora l’organico è al lavoro in vista del duello con il Bologna United, che rappresenta una consistente opportunità per migliorare ulteriormente la situazione di classifica.


Numeri alla mano, sconfiggendo i petroniani la Modula si porterebbe almeno al sesto posto: se poi Follonica non dovesse imporsi nel posticipo sul campo del Chiaravalle, domenica sera Casalgrande potrebbe addirittura ritrovarsi sul quinto gradino. “Oggettivamente parlando, al momento ci sono tutte le condizioni per continuare a fare bene – commenta il pivot biancorosso Daniel Dimitric Proveniamo da due successi casalinghi consecutivi, maturati contro avversarie decisamente agguerrite come Nuoro e Chiaravalle: di conseguenza il morale del gruppo si presenta decisamente alto, e per ora non dobbiamo fronteggiare problemi che riguardano l’infermeria. Peraltro sabato è previsto il rilevante rientro di Enrico Aldini, che torna dopo lo stage dicembrino con la Nazionale italiana Under 18: un motivo in più per guardare con una buona dose di ottimismo all’impegno che ci attende. Tutto questo senza però perdere di vista la necessaria umiltà – ammonisce Dimitric – L’ottimismo di cui parlo non può affatto autorizzare a montarsi la testa, altrimenti le conseguenze potrebbero essere decisamente dannose già a partire da sabato”.


Il Bologna United è ancora a quota 0 dopo 10 gare: sulla carta, la Modula sembrerebbe quindi destinata a cogliere il terzo successo consecutivo…

“Le partite non si vincono sulla carta: anche stavolta serviranno corsa e sudore, senza dimenticare un’altra caratteristica di basilare importanza. Oltre a essere frizzanti sul piano fisico, servirà tutta la lucidità possibile per esprimere con efficienza l’identità di gioco che ci caratterizza. A tal proposito, le ultime due sfide devono servire come preciso monito per fare sempre meglio: è vero che abbiamo vinto, ma il divario in termini di punteggio avrebbe potuto essere ben più largo. Purtroppo, in entrambe le occasioni siamo incappati nell’errore di sottovalutare gli avversari: un difetto che si è visto con Chiaravalle, ma anche e soprattutto contro l’Hac Nuoro”.

Temi quindi che sabato si possa presentare lo stesso tipo di problema?

“Il rischio in tal senso c’è, ma io voglio ancora essere ottimista: confido sul fatto che le recenti esperienze siano servite da buon insegnamento, per evitare di ripetere sviste e distrazioni legate all’eccessiva sicurezza di vincere. Senza dubbio abbiamo tutto ciò che serve per avere la meglio su Bologna, ma niente è scontato in partenza: gli ospiti tenteranno in ogni modo di dare una svolta al proprio campionato, e due punti ottenuti a Casalgrande sarebbero l’ideale per dare nuovo slancio al percorso rossoblù. Noi dobbiamo esserne ampiamente consapevoli, fin da ora: se riusciremo a mantere la mentalità giusta per tutti i 60 minuti, credo proprio che la strada verso il successo diventerà progressivamente in discesa per noi”.

Osservando le cifre del girone B, sempre più osservatori sono convinti che la Modula possa arrivare a collocarsi costantemente tra le maggiori potenze del raggruppamento. Quali sono le tue impressioni in merito?

“Fino a questo momento abbiamo dimostrato di meritare ciò che abbiamo raccolto: in svariate occasioni siamo stati capaci di esprimere un gioco di qualità, ben orchestrato dalle puntuali indicazioni che Fiumicelli ci sta fornendo fin dall’agosto scorso. Inoltre, nell’immediato abbiamo un calendario che sembrerebbe essere favorevole: tuttavia, è altrettanto vero che adesso non possiamo affatto lasciare campo libero ai proclami. Presto inizierà infatti la fase di ritorno: dunque da fine gennaio in avanti saremo confrontati con due mesi di fuoco, affrontando tutte le squadre che ora stazionano ai primi 6 posti della classifica. Quindi fin qui i risultati sono stati decisamente soddisfacenti, ma i tempi sono ancora troppo acerbi per iniziare a tracciare un bilancio stagionale”.

A livello personale, come sta andando il tuo lavoro in questa stagione agonistica? Sei soddisfatto di ciò che stai facendo?

“Certamente sì: a essere sincero, mi sento ancora più motivato rispetto alle precedenti annate. Sto usufruendo di un discreto minutaggio durante le partite, ma non è questo l’aspetto che conta di più: il rendimento della squadra ha l’assoluta priorità sugli spazi che posso avere a livello individuale. Di conseguenza io sono sempre soddisfatto quando la Modula vince e convince, indipendentemente dalla quantità della mia presenza in campo. Invito inoltre il pubblico a continuare a seguirci, anche durante le dirette online delle nostre partite”.


LA SITUAZIONE. Dopo le partite di sabato scorso, la nuova classifica del girone B di serie A2 si presenta così (tra parentesi il numero di gare disputate): Carpi 18 punti (10); Camerano 17 (10); Lions Teramo 15 (9); Vikings Rubiera 14 (8); Tavarnelle e Starfish Follonica 11 (9); Modula Casalgrande 10 (10); Chiaravalle e Parma 8 (10); Verdeazzurro Sassari 6 (10); Hac Nuoro 4 (11); Ambra Poggio a Caiano 4 (10); Bologna United 0 (10)

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande mentre ascolta le indicazioni del tecnico Fabrizio Fiumicelli
  • Il pivot biancorosso Daniel Dimitric
  • Al centro, il pivot casalgrandese Andrea Strozzi
  • Il portiere casalgrandese Kevin Ricciardo
  • Da sinistra, i terzini Emanuele Seghizzi e Marco Giubbini
  • Riccardo Prodi, centrale della Modula
  • Il team manager biancorosso Adolfo Martucci.
Please follow and like us:

A2 maschile, domani il 9° turno: tuttavia, stavolta la Modula Casalgrande resterà a guardare. Biancorossi di nuovo in campo sabato 16, al Pala Keope contro il Bologna United: per la formazione di Fiumicelli, la sfida con i felsinei può valere la terza vittoria consecutiva

Il 2021 agonistico della Modula Casalgrande scatterà la prossima settimana, e più esattamente tra 8 giorni. Domani, sabato 9 gennaio, i biancorossi avrebbero dovuto recarsi a Borgo San Lorenzo per affrontare i padroni di casa della Fiorentina: tuttavia prima di Natale i toscani si sono ritirati dal campionato, e dunque la Modula osserverà un turno di riposo.

Intanto, la formazione allenata da Fabrizio Fiumicelli continua comunque a lavorare in vista dell’appuntamento previsto per sabato 16: nell’occasione la Modula sarà di scena al Pala Keope, per affrontare il Bologna United a partire dalle ore 18,30. Come è noto, al momento i pallamanisti felsinei occupano l’ultimo posto in classifica senza avere ancora raccolto punti: sulla carta Casalgrande ha quindi un’occasione d’oro per consolidare la propria permanenza nella medio-alta classifica, cogliendo quella che sarebbe la terza affermazione di fila. Al tempo stesso, i nostri beniamini sanno anche di non poter concedere spazio ad alcun tipo di supponenza: bisognerà infatti fare i conti con la ferrea volontà di riscatto dei petroniani, animati dalla ferma intenzione di muovere la classifica cogliendo un blitz di prestigio. Di conseguenza il confronto con Bologna sarà comunque un banco di prova severo per la Modula, in primo luogo sul piano della mentalità.

Domani la nona giornata ha in serbo gli incontri Ambra Poggio a Caiano-Verdeazzurro Sassari, Camerano-Nuoro, Carpi-Lions Teramo, Follonica-Tavarnelle e Bologna United-Chiaravalle. Rinviato a data da destinarsi il confronto di Rubiera tra Vikings e Parma.

Classifica del campionato di serie A2 maschile – girone B (tra parentesi il numero di gare disputate): Carpi 16 punti (9); Teramo 15 (8); Camerano 15 (9); Vikings Rubiera 14 (8); Tavarnelle e Follonica 11 (9)Modula Casalgrande 10 (10); Parma 8 (10); Chiaravalle 6 (9); Verdeazzurro Sassari e Ambra Poggio a Caiano 4 (9); Nuoro 4 (10); Bologna Utd 0 (9)

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande con il tecnico Fabrizio Fiumicelli (in maglia bianca)
  • Da sinistra, l’ala casalgrandese Salim Scalabrini e il terzino Emanuele Seghizzi (in maglie gialle)
  • Luigi Prandi, portiere della Modula.
Please follow and like us:

A2 maschile, la Modula Casalgrande prevale su Chiaravalle dopo un’autentica battaglia. Biancorossi a ridosso dell’alta classifica, ma Fiumicelli ricorda: “Al momento la salvezza resta sempre l’irrinunciabile traguardo primario, ogni altra valutazione sarà possibile solo quando saremo a quota 18 punti. Questa vittoria è nata grazie a una grande reazione nella ripresa: tuttavia il nostro gioco sta vivendo una fase opaca, che dobbiamo superare in tempi rapidi”

MODULA CASALGRANDE – CHIARAVALLE 31 – 30
MODULA CASALGRANDE:
Barbieri 1, Dimitric, Ferrari, Galopin 1, Giubbini 3, Id-Ammou 1, Lamberti 8, Lenzotti, Prandi (P), Prodi 4, Ravaglia, Ricciardo (P), Rispoli, Scalabrini, Seghizzi 9, Strozzi 4. All. Fabrizio Fiumicelli.
CHIARAVALLE: Albanesi, Alfonsi 1, Ballabio (P), Bastari, Battistelli, Brutti 8, Cognini 4, Feroce 1, Maltoni, Molinelli (P), Rumori 1, Russo 11, Santinelli 4, Vichi. All. Albano Cocilova.
ARBITRI: Paone e Ricciardi.
NOTE: primo tempo 13-15. Rigori: Modula 5 su 5, Chiaravalle 1 su 3. Esclusioni per due minuti: Modula 4, Chiaravalle 5.

E’ stata una battaglia intensa e incerta fino alle ultimissime battute di gara, ma alla fine la Modula Casalgrande ha potuto festeggiare un successo che vale davvero platino: con il successo ottenuto oggi al Pala Keope contro Chiaravalle, i pallamanisti biancorossi hanno piazzato un ulteriore e significativo passo avanti verso quella salvezza che rappresenta l’obiettivo stagionale di base. A dire la verità, adesso la situazione di classifica dei nostri beniamini sembrerebbe suggerire ben altri scenari: adesso la formazione di Fiumicelli si trova infatti a una sola lunghezza di distanza dal gruppo delle “sei sorelle”, ossia delle sei squadre che sulla carta sono più attrezzate per centrare l’accesso ai play off promozione. Comunque sia, per ora la Modula resta ampiamente e unicamente concentrata sulla permanenza in A2: un aspetto che l’allenatore non ha mancato di ribadire al termine della sfida.

Andando con ordine, il risultato finale era davvero difficile da ipotizzare nei minuti iniziali della gara. A inizio partita, tutto lasciava pensare a una sfida decisamente povera di reti: il primo gol del confronto è infatti arrivato dopo ben 6 minuti e 23 secondi, grazie ad Emanuele Seghizzi. Da lì in avanti, il copione del duello ha preso una strada ben differente: sfida costantemente frizzante e ricca di colpi di scena, sottolineata da una quantità complessiva di gol davvero elevata. Nel 1° tempo, la Modula ha faticato parecchio nel controbattere alla notevole vivacità avversaria: biancorossi concreti in fase difensiva, ma l’attacco casalgrandese ha fatto registrare un rilevante numero di buone occasioni gettate al vento. Per contro, una Chiaravalle rimaneggiata ma tenace non ha mai mancato di fare la voce grossa: Russo e Brutti i principali primattori della compagine anconetana, che non a caso è rimasta in vantaggio per larghi tratti della prima frazione. Al 10′ Casalgrande guidava sul 4-2, ma dieci minuti più tardi i biancoblù si trovavano in vantaggio per 9-11: una situazione riconfermata anche al termine del primo tempo, con la formazione di Cocilova avanti sul 13-15.

Nella ripresa, il rendimento della Modula ha conosciuto una sterzata migliorativa: per certi versi, si tratta di un film simile a quello già visto 8 giorni fa nella vittori casalinga contro Nuoro. Tuttavia, Chiaravalle non ha mai avuto la benchè minima intenzione di recitare un ruolo da comprimaria: non a caso al 40′ il punteggio era ancora sul 22-22, mentre al 50′ la Modula stazionava in vantaggio sul 26-23. Gli ultimi dieci minuti sono stati tutt’altro che una passeggiata: Chiaravalle è sembrata più volte sul punto di poter piazzare l’impresa, ma i biancorossi sono stati in grado di ribattere con ordine senza farsi prendere da un’eccessiva tensione agonistica. La lucidità casalgrandese si è rivelata una vera carta vincente, propiziando il 31-30 finale. A livello individuale, Emanuele Seghizzi è sicuramente tra gli elementi che si sono più distinti: tra l’altro, il terzino della Modula ha sviluppato un’estrema precisione nei tiri dai 7 metri. Spiccano anche le confortanti prove di Riccardo Prodi, Kevin Ricciardo e Andrea Strozzi: bene pure Mattia Lamberti, che sul finale ha realizzato alcuni gol pesantissimi ai fini del punteggio conclusivo.

“Partiamo dalla classifica – commenta Fabrizio Fiumicelli, allenatore della Modula Casalgrande – I numeri appaiono favorevoli e premianti, ma il nostro traguardo di base non cambia affatto: la permanenza in A2 continua a essere l’obiettivo primario della nostra stagione. Ogni altra considerazione sarà possibile solo quando avremo raggiunto quota 18, non prima. Per quanto riguarda la prova di oggi, il risultato è scaturito grazie alla grande reazione che i ragazzi hanno manifestato durante la ripresa: nell’intervallo mi sono fatto sentire, e la squadra mi ha seguito con buona efficacia. Tra i singoli menzionerei in particolare Seghizzi, autore di una prova contraddistinta da grande lavoro e sacrificio lungo tutta la sfida. D’altro canto, tutto ciò non cancella affatto le imprecisioni emerse nel corso del 1° tempo: durante i 30′ iniziali non abbiamo difeso male, ma 7 contropiedi sbagliati sono decisamente troppi soprattutto in A2. Stiamo vivendo un campionato intenso, e qualche calo è praticamente fisiologico – rimarca Fiumicelli – Adesso noi stiamo attraversando un periodo opaco sul piano del gioco, e ora dobbiamo adoperarci per archiviare questa fase nel più breve tempo possibile: un obiettivo che dovremo centrare già nel prossimo impegno, in programma per il 16 gennaio sempre qui al Pala Keope contro il Bologna United”.

“La Modula ha giocato proprio come mi aspettavo – commenta invece Albano Cocilova, allenatore del Chiaravalle – Casalgrande sa esprimere un gioco di qualità e spessore, con interpreti di primo piano: dovendo citare un nome su tutti, Lamberti è davvero di un altro pianeta rispetto alla serie A2. Noi ci siamo presentati con un assetto ancora rimaneggiato, e le assenze stanno continuando a farsi sentire: tuttavia la nostra è comunque una squadra che si sta man mano rimettendo in moto, e anche stavolta ne abbiamo dato prova. A dire il vero, ritengo che il pari sarebbe stato il risultato più giusto – rimarca Cocilova – Purtroppo, però, non abbiamo avuto la freddezza e la tranquillità necessaria per affrontare in modo efficiente le fasi decisive della sfida”.

LA SITUAZIONE. Questa la classifica del girone B di serie A2 (tra parentesi il numero di gare giocate): Carpi 16 punti (9); Teramo 15 (8); Camerano 15 (9); Vikings Rubiera 14 (8); Tavarnelle e Follonica 11 (9); Modula Casalgrande 10 (10); Parma 8 (10); Chiaravalle 6 (9); Verdeazzurro Sassari e Ambra Poggio a Caiano 4 (9); Nuoro 4 (10); Bologna Utd 0 (9)

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande 2020/2021
  • Il terzino biancorosso Emanuele Seghizzi
  • Il centrale casalgrandese Riccardo Prodi
  • Fabrizio Fiumicelli, allenatore della Modula
  • A destra, il terzino biancorosso Younes Id-Ammou in azione.
Please follow and like us:

A2 maschile, al Pala Keope la Modula Casalgrande conquista due punti in rimonta. Fiumicelli: “Teniamoci stretto il risultato, maturato contro un Nuoro decisamente combattivo. Tuttavia dobbiamo arrivare a fare molto meglio, perchè la nostra è stata la classica prova a due facce. Primo tempo inguardabile, figlio di una mentalità supponente e del tutto fuori luogo: decisamente più confortante la ripresa, contraddistinta da un atteggiamento di ben altro tenore che ci ha portati a esprimere un gioco di maggiore qualità”. Esordio in prima squadra per il giovane biancorosso Gianluca Ravaglia

MODULA CASALGRANDE – HAC NUORO 27 – 23

MODULA CASALGRANDE: Aldini 4, Barbieri 3, Dimitric 2, Ferrari 1, Giubbini 7, Lamberti 2, Lenzotti, Prandi (P), Prodi 4, Ravaglia, Ricciardo (P), Rispoli 1, Scalabrini, Strozzi 3. Allenatore: Fabrizio Fiumicelli.

HAC NUORO: Carta 2, Catte, Corrias 4, Guinci 1, Hrincu 2, Maddanu 2, Orsini 4, Schirru (P), Seddone 8, Serra (P). Allenatore: Claudiu Radu.

ARBITRI: Marco Colasanto e Andreea Maria Aldea.

NOTE: primo tempo 12-14. Rigori: Modula 4 su 5, Nuoro 1 su 2. Esclusioni per due minuti: Modula 2, Nuoro 6. Espulso al 12’st l’allenatore Radu (N) per proteste.


Dopo il primo tempo, il panettone della Modula Casalgrande rischiava di rivelarsi davvero amaro: tuttavia nella ripresa i pallamanisti biancorossi hanno brillantemente raddrizzato la situazione, cogliendo due punti di basilare importanza in chiave salvezza. Oggi pomeriggio, in un Pala Keope senza pubblico, si è giocato per la 13esima giornata di serie A2 maschile: i nostri beniamini hanno avuto la meglio nel delicato confronto con Nuoro, diretta concorrente nella lotta per evitare la retrocessione. Si tratta quindi di un successo davvero pesante: tuttavia, l’affermazione sugli isolani è stata tutt’altro che semplice da ottenere.


Durante i 30 minuti iniziali, la Modula ha infatti fornito una prova decisamente al di sotto dei suoi potenziali standard: troppi errori e troppe indecisioni, unite a trame di gioco sviluppate in modo non proprio convincente. Per contro, la compagine allenata da Claudiu Radu ha messo in mostra un gioco non spettacolare ma comunque energico e di buona concretezza. Al 10′ Casalgrande era avanti per 6-5, ma poi sono stati gli avversari a prendere in mano le redini dell’incontro: al 20′ Nuoro guidava sul 9-10, e sul finire della frazione gli ospiti sono persino arrivati ad accumulare 4 lunghezze di vantaggio.


Nell’intervallo il tabellone segnava un 12-14 a favore della formazione sarda, parziale che nel complesso rispecchia bene ciò che si è visto in campo fino a quel momento: tuttavia nel 2° tempo la musica è cambiata, con la Modula che ha man mano trovato la strada giusta per riannodare in modo efficace i fili delle proprie trame di gioco. Minuto dopo minuto, i padroni di casa hanno acquisito sempre più sicurezza e convizione: al tempo stesso Nuoro è stata penalizzata anche da un certo debito d’ossigeno, legato all’oggettiva scarsità di cambi a disposizione. Al 40′ i biancorossi conducevano sul 18-15, mentre al 50′ la squadra di Fiumicelli aveva 5 punti di margine sul 23-18: da lì in avanti la Modula ha saputo amministrare il divario favorevole senza troppi problemi, fino ad arrivare a un 27-23 che comunque premia la prova in crescendo fornita dai casalgrandesi.


A livello individuale, Marco Giubbini ha ripetuto la felice prova offensiva già fornita durante la pur infruttuosa trasferta di Follonica: anche stavolta il terzino/centrale biancorosso ha realizzato 7 gol personali, proprio come sabato scorso in terra maremmana. Una menzione particolare va inoltre a Riccardo Prodi ed Enrico Aldini, altri due protagonisti di primo piano in termini di gioco e reti messe a segno: tutto ciò senza ovviamente trascurare gli sforzi messi in campo anche dal resto della squadra, che si è egregiamente adoperata per rialzare la testa dopo un 1° tempo davvero sottotono. Grandi applausi pure all’Hac Nuoro, autore di una partita comunque generosa: nonostante il risultato, gli isolani hanno dimostrato di avere tutto ciò che serve per arrivare a conservare il posto in A2. Nelle file ospiti da evidenziare l’ottimo Dario Seddone, miglior realizzatore dell’incontro con 8 reti all’attivo.


SPOGLIATOI.“Teniamoci stretto il risultato, maturato contro un’avversaria coriacea – commenta Fabrizio Fiumicelli, trainer della Modula Casalgrande – Tuttavia, la nostra è stata la classica prova a due facce. Nella mezz’ora iniziale siamo stati inguardabili, ed è un aggettivo che uso senza esitazioni: nel corso dei primi 30 minuti siamo incappati nell’errore di sottovalutare l’impegno, manifestando una supponenza decisamente eccessiva e fuori luogo. Di certo, avevamo rilevanti assenze: Id-Ammou, Oliva, Kristian Toro e Galopin, a cui si è aggiunto pure Seghizzi bloccato da un impegno personale. Ad ogni modo, tutto ciò non può affatto rappresentare una giustificazione: siamo un organico che ha ancora molte lacune sul piano della mentalità, e io ne sono il primo responsabile. Già nei prossimi giorni, sarà necessario lavorare sempre più a fondo per migliorarci sotto il profilo dell’atteggiamento”.

Al tempo stesso, il timoniere biancorosso sottolinea anche la metamorfosi biancorossa avvenuta dopo l’intervallo: “Nel 2° tempo, abbiamo messo in campo un cipiglio e una concentrazione ben differenti rispetto a quanto accaduto in precedenza – evidenzia Fiumicelli – In alcune occasioni la direzione di gara ci ha decisamente dato una mano, e bisogna essere obiettivi nel dirlo: alcuni provvedimenti a nostro favore si presterebbero senza dubbio a essere dibattuti. Ad ogni modo, ciò non toglie i meriti che la Modula ha mostrato durante la ripresa: per rendersene conto, basti considerare che nei 30′ finali Nuoro ha perforato la nostra porta soltanto in 9 occasioni. Se ci fossimo espressi allo stesso modo fin dall’inizio, oggi il bilancio della Modula avrebbe molte più luci e molte meno ombre. A livello di singoli spicca il buon esordio in prima squadra del 2003 Gianluca Ravaglia, che ha sfiorato il gol – rimarca Fiumicelli – Sempre a proposito di giovani sottolineerei pure la lusinghiera prova di Leonardo Rispoli, autore di una realizzazione”.


“Nel corso del 1° tempo è stata una gara equilibrata – osserva poi Claudiu Radu, allenatore dell’Hac Nuoro – Ciò che abbiamo costruito prima dell’intervallo rappresenta sicuramente un buon punto di partenza per le sfide che dovremo affrontare in futuro. Purtroppo, a seguire sono sopraggiunti svariati problemi che ci hanno sbarrato la strada verso la possibile impresa: oltre agli ostacoli che ci sono pervenuti da una direzione di gara decisamente discutibile, i nostri ragazzi non hanno avuto la grinta e la convinzione necessaria per ritornare in partita quando ce ne sarebbe stata la possibilità. Nella fattispecie, durante la seconda frazione siamo incappati in una dose eccessiva di errori in fase di tiro – aggiunge Radu – Del resto siamo una squadra con un’età media molto bassa, e qui a Casalgrande abbiamo commesso gli errori molto spesso tipici delle squadre giovani come la nostra. Inoltre abbiamo pochissimi cambi a disposizione, e ciò costituisce senza dubbio un elemento penalizzante. Al tempo stesso, mi congratulo con la Modula – afferma il tecnico isolano – Rispetto a noi, i ragazzi di Fiumicelli hanno sbagliato meno e creduto di più nella vittoria”.


A questo punto la Modula Casalgrande sale a quota 8 nella classifica del girone B: si tratta di un bottino totalizzato nell’arco di 9 incontri. L’Hac Nuoro rimane invece a 4 punti, raccolti in 10 gare. Se non subentreranno altre variazioni, i biancorossi di Fiumicelli torneranno in campo poco dopo Natale: domenica 27 dicembre, dalle ore 18, il Pala Keope sarà il teatro del recupero contro i marchigiani del Chiaravalle.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • In primo piano Marco Giubbini, terzino/centrale della Modula Casalgrande
  • Il centrale biancorosso Riccardo Prodi
  • Il pivot casalgrandese Enrico Aldini
  • Al centro Andrea Strozzi, pivot della Modula
  • Il terzino biancorosso Mattia Lamberti in fase realizzativa
  • Fabrizio Fiumicelli, allenatore della Modula Casalgrande
  • Il pivot biancorosso Alessandro Lenzotti
  • L’ala casalgrandese Salim Scalabrini.
Please follow and like us:

A2 maschile, Modula Casalgrande alla ricerca di un Natale vittorioso sul parquet del Pala Keope: domani la sfida con Nuoro, domenica 27 il recupero del duello con Chiaravalle. Gabriele Ferrari si sofferma sull’imminente contesa contro gli isolani: “Un confronto che dovrà essere sinonimo di riscatto, perchè a Follonica ci è mancato un successo che avremmo davvero potuto conquistare. Purtroppo non saremo al completo, ma niente alibi: siamo comunque un organico di valore, e lo spirito di squadra non ci manca. Rispetto a sabato scorso, serviranno passi avanti in quanto a continuità, convinzione e gestione delle energie”

La Modula Casalgrande proverà a regalarsi un Natale sotto il segno della vittoria: prima che il 2020 finisca, i biancorossi affronteranno infatti due sfide di cruciale importanza in ottica salvezza. Domani, sabato 19 dicembre, la formazione allenata da Fabrizio Fiumicelli sarà impegnata al Pala Keope contro il Nuoro: fischio d’inizio alle ore 15. Successivamente, si giocherà invece il recupero del duello interno con i marchigiani del Chiaravalle: in questo caso la sfida è stata fissata per domenica 27 dicembre dalle ore 18, sempre ovviamente sul parquet del Keope.


Andando con ordine, il confronto di domani sarà valevole per la 13esima giornata di serie A2: arbitri Marco Colasanto e Andreea Maria Aldea. Come da normative vigenti, anche la partita contro Nuoro si giocherà a porte chiuse: tuttavia, l’incontro verrà trasmesso in diretta integrale sui canali social della Pallamano Spallanzani Casalgrande.“Dal nostro punto di vista, l’incontro che ci attende deve essere sinonimo di riscatto – sottolinea l’ala casalgrandese Gabriele Ferrari – Proveniamo infatti da una trasferta che avremmo benissimo potuto vincere: ovviamente mi riferisco al confronto di sabato scorso sul campo del Follonica, terminato 30-26 a favore della Starfish. In Toscana abbiamo trovato un’avversaria di livello molto elevato, che di certo merita di stare nei piani alti della classifica: la compagine maremmana ha obiettivi ben superiori rispetto ai nostri, ma sul campo non si è affatto vista tutta quella differenza tra noi e loro che ci si poteva aspettare. Per rendersene conto, basta dare un’occhiata al film della partita: c’è stato grande equilibrio per quasi tutti i 60 minuti, e a inizio ripresa noi ci siamo addirittura ritrovati in vantaggio”.

Ferrari indica poi gli aspetti che hanno impedito alla Modula di piazzare l’impresa: “Il 1° tempo è stato interpretato con grande efficacia da parte nostra, ma nella seconda parte della gara siamo incappati in un evidente calo – afferma il giocatore – Abbiamo iniziato a sbagliare troppe conclusioni sotto porta, concedendo inoltre troppi spazi ai padroni di casa: se avessimo continuato a manifestare la stessa concretezza messa in campo per i primi 30-35 minuti, credo proprio che adesso saremmo qui a commentare un risultato ben differente”.


Ad ogni modo, con i “se” e con i “ma” non si fa certo la storia: lo sa bene pure Gabriele Ferrari, che elenca le principali insidie da superare durante la sfida con Nuoro. “La situazione di classifica degli isolani non deve certo trarre in inganno, nè tantomeno autorizzarci a conclusioni affrettate – rimarca l’ala biancorossa – Fino a questo momento, la squadra diretta da Claudiu Radu ha dimostrato di avere una consistente preparazione sotto l’aspetto tattico: inoltre i nostri prossimi avversari sanno sviluppare una difesa piuttosto arcigna, e anche questo potrà rivelarsi un elemento di oggettiva difficoltà per noi. Come se non bastasse, loro sono in arrivo dalla sconfitta casalinga di misura rimediata 6 giorni fa: si tratta del 24-26 scaturito contro Parma, in un altro scontro di primaria importanza nei giochi salvezza. Tuttavia, nonostante il risultato, i nuoresi non si sono certo risparmiati in quanto a impegno e combattività: domani gli isolani avranno sicuramente lo stesso atteggiamento, ulteriormente ravvivato dalla forte volontà di archiviare sùbito la delusione della scorsa settimana”. 


Nelle file della Modula Casalgrande è previsto il ritorno di Salim Scalabrini: purtroppo, però, i nostri beniamini non saranno al completo: “Dovremo fare a meno di Younes Id-Ammou e Kristian Toro, entrambi bloccati dai rispettivi impegni di lavoro – spiega Gabriele Ferrari – Inoltre mancherà Mathieu Galopin, a causa di impegni personali già presi in precedenza: fuori pure Eugenio Oliva, sempre per i problemi di tesseramento. Assenze pesanti, che però non possono affatto costituire un alibi: ciascuno di noi ha infatti il preciso compito di fronteggiarle al meglio, seguendo in modo scrupoloso le indicazioni del tecnico Fiumicelli. Lo spirito di squadra non ci manca affatto, e si tratta di una dote emersa in svariati contesti – evidenzia l’ala della Modula – Rispetto a sabato scorso, ci serve una maggiore dose di continuità e convinzione: inoltre, è necessario arrivare a gestire meglio le tante energie di cui possiamo disporre. Se sapremo svolgere efficacemente questi compiti, sono sicuro che creeremo le condizioni giuste per percorrere con fermezza la migliore strada verso la vittoria: il nostro è comunque un organico di valore”.


Intanto, fin qui Ferrari ha saputo ritagliarsi uno spazio di buon rilievo all’interno dello scacchiere Modula: “Per ora sono soddisfatto di ciò che sto facendo – commenta il diretto interessato – Ad ogni modo sono ben lungi dal sentirmi arrivato, anche perchè l’ambiente pallamanistico di Casalgrande è davvero l’ideale per migliorarsi continuamente”.

LA SITUAZIONE. Domani si giocheranno anche i confronti Parma-Verdeazzurro Sassari, Vikings Rubiera-Tavarnelle, Ambra Poggio a Caiano-Bologna United e Carpi-Follonica. La 13esima giornata si completerà quindi domenica, con Camerano-Chiaravalle: i Lions Teramo osservano invece un turno di riposo.

Classifica del girone B di serie A2 (tra parentesi il numero di gare disputate): Carpi 14 (8); Lions Teramo 13 (7); Camerano 13 (8); Vikings Rubiera 12 (7); Tavarnelle 11 (8); Starfish Follonica 11 (7); Modula Casalgrande 6 (8); Chiaravalle 6 (7); Parma 6 (9); Verdeazzurro Sassari 4 (8); Nuoro 4 (9); Ambra Poggio a Caiano 2 (8); Bologna United 0 (8), Fiorentina ritirata.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande 2020/2021
  • Gabriele Ferrari (con il numero 80) durante un time-out della Modula
  • Il terzino biancorosso Emanuele Seghizzi
  • Il portiere casalgrandese Luigi Prandi
  • Salim Scalabrini, ala della Modula
  • Kristian Toro, ala della Modula
  • Il pivot casalgrandese Daniel Dimitric.
Please follow and like us:

A2 maschile, il confronto di sabato tra Modula Casalgrande e Nuoro si giocherà dalle ore 15 come originariamente stabilito. Ufficializzata la nuova classifica del girone B, dopo il ritiro della Fiorentina

Nuova variazione per la sfida di sabato prossimo tra Modula Casalgrande e Nuoro, valevole per il 13° turno di serie A2 maschile: nella fattispecie l’orario d’inizio cambia ancora, tornando a essere fissato per le 15 come originariamente stabilito. Due giorni fa era stato annunciato lo slittamento alle 16, decisione scaturita a causa di alcune modifiche negli orari degli aerei: tuttavia il club isolano ha risolto questo inghippo di carattere logistico, e così potrà raggiungere il Pala Keope in tempo utile senza bisogno dei 60 minuti di posticipo.

L’appuntamento è quindi definitivamente fissato per sabato 19 dicembre, dalle ore 15: l’incontro si giocherà a porte chiuse come da normative vigenti, ma in compenso sarà possibile seguire la diretta integrale sulle pagine social del Gsd Pallamano Spallanzani Casalgrande. Inoltre, nel pomeriggio troverete sul nostro sito la cronaca della partita e le impressioni dei protagonisti: per la formazione allenata da Fabrizio Fiumicelli, il duello con Nuoro rappresenterà l’ultimo impegno ufficiale del 2020.

LA SITUAZIONE IN A2. Intanto, come ampiamente atteso, oggi il Giudice Sportivo ha ufficializzato il ritiro della Fiorentina: i toscani vengono collocati in modo automatico all’ultimo posto, e così il numero delle retrocessioni scende di fatto da 3 a 2.

Al tempo stesso, la classifica è stata ridisegnata come previsto: i confronti che hanno visto protagonisti i viola sono stati annullati, e dunque le squadre che avevano sconfitto la Fiorentina si ritrovano con 2 punti in meno. Questa dunque la nuova graduatoria del girone B (tra parentesi, il numero di incontri disputati): Carpi 14 (8); Lions Teramo 13 (7); Camerano 13 (8); Vikings Rubiera 12 (7); Tavarnelle 11 (8); Starfish Follonica 11 (7); Modula Casalgrande 6 (8); Chiaravalle 6 (7); Parma 6 (9); Verdeazzurro Sassari 4 (8); Nuoro 4 (9); Ambra Poggio a Caiano 2 (8); Bologna United 0 (8), Fiorentina ritirata.

Nessuna variazione per i nostri beniamini, che non avevano ancora affrontato la compagine viola.

Nella foto a inizio pagina: la Modula Casalgrande mentre ascolta le indicazioni di Fiumicelli.

Nella foto a centropagina: la Modula Casalgrande 2020/2021.

Please follow and like us:

A2 maschile, cambia l’orario d’inizio della sfida contro Nuoro: sabato prossimo la Modula Casalgrande giocherà a partire dalle 16

Sabato prossimo, 19 dicembre, la Modula Casalgrande scenderà in campo per disputare l’ultima gara ufficiale del 2020: il programma prevede il cruciale scontro con Nuoro, che si disputerà al Pala Keope in occasione del 13° turno di serie A2. In origine, il fischio d’inizio era stato fissato per le ore 15: tuttavia, a causa di modifiche negli orari degli aerei, la gara avrà inizio 60 minuti più tardi. Il confronto con gli isolani scatterà quindi alle ore 16: ovviamente la gara verrà disputata a porte chiuse, ma in compenso è prevista la diretta integrale sui canali social del Gsd Pallamano Spallanzani. Inoltre entro la serata potrete trovare la cronaca qui sul nostro sito, insieme alle dichiarazioni dei protagonisti. Come è noto, si tratta di un duello particolarmente delicato per ambo le contendenti: stiamo infatti parlando di una sfida che opporrà due dirette pretendenti in chiave salvezza. La Modula proviene dall’onorevole ko sul parquet del forte Follonica, mentre Nuoro è in arrivo dalla sconfitta casalinga di stretta misura contro Parma (24-26).

LA SITUAZIONE. Intanto oggi si è disputato un recupero del 7° turno: la Starfish Follonica, già vittoriosa ieri l’altro sulla Modula, ha riportato una nuova affermazione casalinga stavolta contro il Verdeazzurro Sassari. L’incontro è terminato 30-29 a favore dei maremmani.

Questa dunque la classifica aggiornata del girone B (tra parentesi il numero di gare disputate): Carpi 16 punti (9); Vikings Rubiera 14 (8); Tavarnelle 13 (9); Lions Teramo 13 (7); Camerano e Starfish Follonica 13 (8); Modula Casalgrande e Chiaravalle 6 (8); Parma 6 (9); Verdeazzurro Sassari 4 (8); Nuoro 4 (9); Fiorentina 4 (6); Ambra Poggio a Caiano 2 (8); Bologna United 0 (9).

A breve molti numeri cambieranno, poichè la Fiorentina si è ritirata dal campionato. Salvo clamorose e al momento improbabili sorprese, il Giudice sportivo invaliderà tutte le gare disputate dai viola: in tal modo, verranno sottratti due punti alle squadre che avevano battuto i toscani. Comunque sia, le variazioni di graduatoria non toccheranno la Modula Casalgrande: i nostri beniamini resteranno dunque a quota 6. I due confronti tra i biancorossi e la Fiorentina erano previsti per il 9 gennaio (a Borgo San Lorenzo) e per il 10 aprile (al Pala Keope): a questo punto, l’organico allenato da Fabrizio Fiumicelli riposerà in entrambe le occasioni.

Si profila inoltre un cambiamento delle regole che determineranno le retrocessioni: con l’abbandono dei viola, a scendere in B saranno presumibilmente le ultime 2 classificate e non più le ultime 3. Le decisioni ufficiali del Giudice sono attese a brevissimo.

Nella foto a inizio pagina: la Modula Casalgrande con il tecnico Fabrizio Fiumicelli.

Nella foto a centropagina: il team manager biancorosso Adolfo Martucci.

Please follow and like us:

A2 maschile, niente punti per i biancorossi: tuttavia la Modula Casalgrande lotta generosamente sul campo della fuoriserie Starfish Follonica. Fiumicelli: “Bene le energie che abbiamo messo in campo, sia fisiche sia mentali. Inoltre, non male la fase difensiva: però avrei voluto vedere un tocco di ulteriore carattere nei momenti più delicati della partita. Purtroppo i nostri errori offensivi a inizio ripresa hanno finito per pesare parecchio: inoltre sul finale siamo rimasti in 4, ricevendo una serie di esclusioni quantomeno discutibile. Comunque sia, questa battuta d’arresto non cambia nulla nella nostra tabella di marcia: ora siamo attesi da una lunga sequenza di scontri-chiave in ottica salvezza, a partire dal duello casalingo di sabato prossimo contro Nuoro”

STARFISH FOLLONICA – MODULA CASALGRANDE 30 – 26

STARFISH FOLLONICA: Bianconcini 1, Bralia, Caruso 2, Didone, Garcia Giugno (P), Gasperini, Giannoni, Gruosso (P), Maiella, Pesci T. 11, Ramanovski 8, Sanetti, Toninelli, Veliu, Zucca 8. Allenatore: Matteo Pesci.

MODULA CASALGRANDE: Aldini 4, Barbieri 1, Dimitric, Ferrari, Galopin 3, Giubbini 7, Id-Ammou 1, Lamberti 7, Lenzotti, Prandi (P), Prodi 1, Ricciardo (P), Rispoli, Seghizzi 2, Strozzi. Allenatore: Fabrizio Fiumicelli.

ARBITRI: Ciotola e Romana.

NOTE: primo tempo 13-12. Rigori: Follonica 0 su 1, Modula 4 su 5. Esclusioni per due minuti: Follonica 4, Modula 7.


La gara di ieri ha sancito il ritorno in campo della Modula Casalgrande, dopo 5 sabati privi di impegni agonistici: pur sconfitti, i biancorossi non hanno affatto sfigurato contro un’avversaria che rientra a pieno titolo tra le maggiori potenze del girone B. Il confronto di ieri si è disputato sul parquet del Palagolfo “Raul Micheli” di Follonica, e i nostri beniamini hanno affrontato i padroni di casa della Starfish: la sfida era valevole per il programma del 12° turno, che rappresenta la nona giornata effettiva. Gli spostamenti di calendario effettuati dalla Federazione sono infatti ben noti: il 9°, 10° e 11° turno verranno recuperati nel mese di gennaio.

Entrambe le contendenti provenivano da un lungo digiuno di gare ufficiali: la formazione allenata da Fabrizio Fiumicelli non giocava dal 31 ottobre, mentre l’ultimo impegno dei maremmani risaliva addirittura a sei giorni prima. Si tratta di un aspetto che non ha mancato di farsi sentire nel corso della gara: tuttavia, ambedue le squadre sono riuscite a fornire una prova frizzante e incoraggiante in ottica futura. Ciò vale anche per la Modula: i pallamanisti ospiti hanno tenuto testa ai toscani per lungo tempo, e i parziali che hanno contraddistinto l’incontro ne rappresentano una netta testimonianza. Per l’esattezza, la prima frazione si è costantemente giocata punto a punto: nelle fasi iniziali della ripresa Casalgrande si è addirittura ritrovata in vantaggio, 14-15 al 32′ e 15-16 due minuti più tardi. Ancora equlibrio al 50′, con Follonica avanti 23-22: tuttavia poco dopo i biancoblù hanno piazzato un piccolo ma decisivo allungo, inserendosi al meglio tra le maglie di una Modula falcidiata dalle esclusioni. 

I biancorossi si sono presentati quasi al completo, come previsto: assente Kristian Toro per motivi di lavoro, mentre Eugenio Oliva è ancora fermo a causa di un problema burocratico nel tesseramento. Si è poi aggiunta l’assenza di Salim Scalabrini, che nei giorni precedenti ha saltato qualche allenamento sempre per impegni lavorativi. In compenso buoni riscontri per Mattia Lamberti, Riccardo Prodi e Mathieu Galopin, che ieri sono tornati sul palcoscenico del campionato dopo avere risolto i rispettivi infortuni: inoltre, a livello individuale spicca la rilevante prova offensiva fornita da Marco Giubbini. Nelle file maremmane, Tommaso Pesci ha mantenuto fede alla propria fama di trascinatore: molto bene pure Ramadan Ramanovski e Yari Zucca.


FILO DIRETTO. “Innanzitutto, questa battuta d’arresto non modifica più di tanto la nostra tabella di marcia – commenta Fabrizio Fiumicelli, trainer della Modula Casalgrande – Ovviamente, si scende sempre in campo con l’obiettivo di conquistare i 2 punti: d’altronde Follonica è senza dubbio tra le realtà meglio attrezzate del campionato, in grado di lottare per obiettivi ben differenti rispetto a quelli che ci poniamo noi. Inoltre la Starfish può contare su giocatori del calibro di Ramanovski e Tommaso Pesci, che senza dubbio costituiscono due lussi per la serie A2. Quanto a noi, ho apprezzato le numerose energie che siamo stati capaci di mettere in campo: sia dal punto di vista fisico, sia per quanto riguarda la tenuta sotto il profilo mentale. Inoltre la difesa ha funzionato in modo complessivamente efficiente, nonostante i 30 gol subiti”.

“D’altro canto, avrei voluto vedere un pizzico di ulteriore carattere nei momenti più delicati dell’incontro – rimarca Fiumicelli – Inoltre, la nostra sconfitta è sostanzialmente nata in seguito a due episodi cardine. A inizio ripresa, quando eravamo in vantaggio, abbiamo sbagliato alcune conclusioni che ci avrebbero permesso di allargare il margine a nostro favore: poi, negli ultimi 10 minuti gli arbitri ci hanno inflitto una serie di 2 minuti che appare davvero di difficile spiegazione. Non contesto l’operato della direzione di gara, perchè non è certo nel mio stile: d’altronde fin qui noi abbiamo tenuto una media di 2-3 esclusioni a partita, mentre stavolta la Modula ne ha collezionate 7. I casi sono due – sottolinea il tecnico biancorosso – O siamo diventati una squadra cattiva tutto in un momento, oppure c’è stato un metro di giudizio un po’ troppo punitivo: io propendo nettamente per questa seconda ipotesi. Intorno al 52′, con la gara ancora in bilico, ci siamo ritrovati senza Lamberti, Prodi e Aldini: giocare contro Follonica è sempre difficilissimo, ed è praticamente impossibile quando si resta con soli 4 giocatori in campo”. 

Il timoniere casalgrandese si sofferma quindi sugli scenari futuri: “In queste prime 8 partite, abbiamo affrontato tutte le 6 squadre meglio piazzate – evidenzia Fiumicelli – Di conseguenza, i 6 punti che siamo riusciti a totalizzare sono ancora un bilancio premiante. Adesso siamo attesi da una serie di scontri diretti in chiave salvezza, e lì non potremo sbagliare: la prima di queste sfide-chiave sarà senza dubbio quella di sabato prossimo 19 dicembre, quando ospiteremo al Pala Keope il Nuoro”.


“Confronto equilibrato e intenso dall’inizio alla fine, sotto ogni punto di vista – osserva invece Matteo Pesci, allenatore della Starfish Follonica – In fase di attacco potevamo fare senz’altro meglio, perchè gli errori sono stati tanti: d’altro canto, la grandissima difesa che siamo riusciti a sviluppare si è rivelata un vero e proprio elemento-cardine nel portare a casa i 2 punti. In particolare abbiamo arginato con buona efficacia le incursioni di Mattia Lamberti: in settimana avevo chiesto e indicato ai nostri ragazzi di fare particolare attenzione proprio a lui, perchè si tratta di un giocatore che nelle file casalgrandesi rappresenta un autentico valore aggiunto. Per il resto, al di là del risultato, credo proprio che stavolta gli applausi vadano sia ai vincitori sia ai vinti”.

LA SITUAZIONE. Gli altri risultati della 12esima giornata sono Nuoro-Parma 24-26, Tavarnelle-Camerano 21-22 e Bologna United-Carpi 20-33. Oggi il posticipo domenicale Chiaravalle-Ambra Poggio a Caiano: rinviata Lions Teramo-Vikings Rubiera, mentre Verdeazzurro Sassari-Fiorentina non si giocherà poichè i toscani si sono ritirati dal campionato.

Classifica della serie A2 maschile (girone B) dopo le prime 9 partite disputate: Carpi 16 punti; Vikings Rubiera* 14; Tavarnelle, Lions Teramo** e Camerano* 13; Starfish Follonica** 11; Chiaravalle**, Modula Casalgrande* e Parma 6; Verdeazzurro Sassari**, Nuoro e Fiorentina*** 4; Ambra Poggio a Caiano** e Bologna United 0. Ogni asterisco indica una gara disputata in meno.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande 2020/2021
  • Il pivot biancorosso Enrico Aldini
  • Da sinistra (maglia gialla) il pivot casalgrandese Alessandro Lenzotti e il terzino/centrale Marco Giubbini
  • Fabrizio Fiumicelli, allenatore della Modula
  • L’ala/pivot casalgrandese Alberto Barbieri
  • Il terzino biancorosso Emanuele Seghizzi
  • Mattia Lamberti, terzino della Modula Casalgrande.

Please follow and like us:

A2 maschile, la Modula Casalgrande riprende il cammino agonistico con una trasferta di fuoco: domani sera la sfida sul campo della Starfish Follonica. Id-Ammou: “Affronteremo un’avversaria di spessore molto elevato, e ne siamo ben consapevoli. Tuttavia, abbiamo ciò che serve per provare a dire la nostra lungo tutti i 60 minuti: inoltre, domani punteremo a perfezionare ulteriormente le collaborazioni difensive e le conclusioni dall’ala. Fare bene significherebbe costruire un ottimo trampolino di lancio in vista del duello di sabato 19 con Nuoro, che sarà un vero scontro diretto in chiave salvezza”

Domani, sabato 12 dicembre, la serie A2 di pallamano maschile tornerà ufficialmente in pista. Il girone B riprende la propria corsa dopo lo stop di 3 settimane voluto dalla Federazione, una sosta spezzata soltanto da alcuni recuperi: la pausa è stata studiata per permettere alle società di adeguarsi al nuovo protocollo anticovid, che prevede tamponi di controllo da effettuarsi in modo frequente. Il cammino agonistico della Modula Casalgrande riprende con una trasferta niente affatto semplice: a partire dalle ore 19 i nostri beniamini saranno di scena al Pala Golfo “Raul Micheli” di Follonica, per affrontare i padroni di casa targati Starfish. Il confronto, arbitrato da Diego Ciotola e Giancarlo Romana, si disputerà a porte chiuse come da normative vigenti: tuttavia, sarà comunque possibile seguire l’incontro in diretta integrale sulle pagine social della Pallamano Starfish Follonica.


Tutti i tamponi effettuati ieri sera hanno dato esito negativo, sia nelle file casalgrandesi sia in quelle toscane: di conseguenza, ora non ci sono più ostacoli per giocare. La Modula proviene in realtà da 5 sabati di sosta: la gara casalinga del 14 novembre contro Chiaravalle non si è infatti disputata, a causa di alcuni contagi Covid nelle file marchigiane. Follonica proviene da uno stop ancora più lungo: l’ultimo impegno dei biancoblù risale addirittura al 25 ottobre, quando la formazione allenata da Matteo Pesci ha avuto la meglio sul campo del Nuoro. A seguire, il Coronavirus ha bloccato le due successive sfide con Verdeazzurro Sassari e Teramo: la Starfish le recupererà rispettivamente lunedì 14 e mercoledì 23 dicembre. 
“Il morale è quello giusto, e anche la nostra condizione fisica globale si presenta decisamente favorevole – osserva Younes Id-Ammou, terzino della Modula Casalgrande – Siamo ben consapevoli dei grandi numeri che caratterizzano la Starfish: peraltro loro sono stati capaci di inchiodare sul pareggio persino la capolista Rubiera, e si tratta di un risultato che non deriva affatto dal puro caso. I toscani hanno sicuramente i mezzi necessari per restare fino in fondo nell’ottica dell’alta classifica: d’altro canto, il nostro stato d’animo è tutt’altro che scoraggiato o rassegnato”.

Id-Ammou elenca quindi i motivi di fiducia: “Saremo pressochè al completo – rimarca il giocatore – E’ prevista l’assenza di Kristian Toro, bloccato da impegni di lavoro. Per il resto, la sosta ci ha permesso di svuotare l’infermeria: domani potremo quindi contare sui preziosi rientri di Mattia Lamberti, Riccardo Prodi e Mathieu Galopin, ampiamente ristabiliti dopo i recenti infortuni. Inoltre, il cammino svolto fin qui appare nel complesso più che confortante: ritengo che i miglioramenti rispetto allo scorso anno siano visibili, e le rilevanti vittorie ottenute fin qui ne sono una lampante testimonianza. Questo efficace percorso ha avuto inizio già nella passata stagione, con Daniele Scorziello allenatore – ricorda Younes Id-Ammou – Si tratta di un cammino che ora sta proseguendo con rinnovato slancio sotto la guida di Fabrizio Fiumicelli. In buona sostanza, abbiamo tutto ciò che serve per provare a dire la nostra anche su un parquet così ostico come quello del Palagolfo: non esistono pronostici chiusi in partenza, tantomeno in un campionato così anomalo e singolare come quello che stiamo affrontando. Inoltre, la sosta da cui tutti proveniamo rende ancora più difficile il compito di fare previsioni”.


Il terzino biancorosso illustra poi le mosse da compiere per cercare di piazzare l’impresa: “In queste settimane ci siamo concentrati a fondo sul perfezionamento delle collaborazioni in difesa – sottolinea Id-Ammou – E’ una mossa sempre utile, e a Follonica lo sarà ancora di più: la Starfish può infatti contare su tiratori di primo piano, tra cui Tommaso Pesci. Inoltre abbiamo lavorato pure in attacco, con l’obiettivo di affinare in primo luogo quelle che sono le conclusioni dall’ala. Per il resto, siamo determinatissimi nel portare avanti la solida intelaiatura di gioco messa in campo nelle 7 gare precedenti: tutto ciò senza dimenticare il nostro spirito di squadra, che resta notevole come sempre. Tra l’altro, so che pure Follonica sarà quasi al completo: un motivo in più per non abbassare la guardia”. 

La Modula è attesa da 120 minuti di consistente importanza per il proprio cammino in campionato: il confronto di domani a Follonica sarà seguito dal duello contro Nuoro, in agenda per sabato 19 al Pala Keope. “Al di là del risultato, che pure ha un’importanza basilare, domani dovremo continuare a fornire risposte convincenti in primo luogo sul piano del gioco e dell’atteggiamento – evidenzia il terzino casalgrandese – Fare bene contro Follonica significherebbe costruire un ottimo trampolino di lancio in vista del duello casalingo con Nuoro, che ci vedrà opposti a una diretta concorrente in chiave salvezza”.

lamberti mattia
LA SITUAZIONE. Domani si disputeranno anche gli incontri Nuoro-Parma, Tavarnelle-Camerano e Bologna United-Carpi: il programma del 12° turno proseguirà poi con il posticipo domenicale Chiaravalle-Ambra Poggio a Caiano, mentre Lions Teramo-Vikings Rubiera è stata rinviata a data da destinarsi. Non si giocherà nemmeno Verdeazzurro Sassari-Fiorentina: il club toscano ha annunciato il proprio ritiro dal campionato, e il Giudice Sportivo prenderà a breve le relative decisioni in merito alla graduatoria.

Questa intanto la classifica della serie A2 di pallamano maschile (girone B) dopo le prime 8 giornate: Vikings Rubiera e Carpi 14 punti; Tavarnelle e Lions Teramo* 13; Camerano* 11; Follonica** 9; Modula Casalgrande* e Chiaravalle* 6; Verdeazzurro Sassari*, Nuoro, Fiorentina** e Parma 4; Bologna United e Ambra Poggio a Caiano* 0. Ogni asterisco indica una gara disputata in meno.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Da sinistra Younes Id-Ammou, il pivot Enrico Aldini e il terzino Alessandro Lenzotti
  • Un’altra immagine di Younes Id-Ammou
  • Andrea Strozzi, pivot della Modula Casalgrande
  • La Modula Casalgrande 2020/2021
  • Il centrale biancorosso Riccardo Prodi
  • Mattia Lamberti, terzino della Modula.
Please follow and like us: