Archivi tag: riccardo prodi

A2 maschile, la Modula riceve Teramo. Prodi: “La defezione di Seghizzi è pesantissima, ma abbiamo i mezzi per affrontarla in modo efficiente e senza troppe ansie. Morale alto, perchè sappiamo di poter meritare la salvezza”

Con la vittoria d’oro ottenuta sabato 2 aprile sul campo della cenerentola Prato, la Modula Casalgrande è momentaneamente uscita dalla zona retrocessione: il blitz piazzato in terra toscana ha un valore davvero elevato, sia sul piano della classifica sia per quanto riguarda il morale. La formazione allenata da Matteo Corradini è quindi riuscita a rilanciarsi nel contesto della lotta salvezza: tuttavia il cammino verso l’agognato traguardo si presenta ancora denso di ostacoli, e gli ultimi 240 minuti della stagione agonistica saranno davvero decisivi nel determinare il verdetto biancorosso. Del resto, Lamberti e soci stazionano soltanto un punto al di sopra del terzultimo posto: come è noto, a fine stagione gli ultimi tre gradini della classifica consegnano la discesa in B senza possibilità di appello.

Il duello casalingo in programma per sabato 9 aprile riveste quindi un’importanza cruciale, ancora una volta: a partire dalle ore 20.45, la Modula si confronterà al pala Keope con gli abruzzesi del Lions Teramo. L’imminente sfida sarà valevole per il 23° turno della serie A2 maschile: arbitri Bilel Rhim e Stefano Plotegher. Il posto in tribuna va prenotato sulla piattaforma Eventbrite, a questo link: https://www.eventbrite.it/e/serie-a2-maschile-modula-casalgrande-lions-teramo-tickets-316638302687?aff=ebdsoporgprofile . Inoltre gli spettatori presenti al palazzetto dovranno essere in possesso del Super green pass, come da normative tuttora vigenti per quanto riguarda gli eventi sportivi al chiuso. Non mancherà la consueta diretta integrale: le immagini del confronto verranno trasmesse sulla pagina Facebook del Gsd Pallamano Spallanzani Casalgrande.

A sinistra Riccardo Prodi, centrale della Modula Casalgrande

“Nel duello con Prato, il nostro atteggiamento è senza dubbio tra i principali elementi che hanno contribuito a fare la differenza – commenta Riccardo Prodi, centrale della Modula Casalgrande – In particolare non siamo mai incappati nell’errore di sottovalutare gli avversari, nemmeno per un solo istante: anche se i toscani sono ultimi a quota 0 e già certi della discesa in B, noi abbiamo affrontato la sfida evitando di farci condizionare dal fatto di avere molti punti in più rispetto a loro. In buona sostanza, è stata una Modula ben lontana da ogni supponenza: una mentalità che ci ha permesso di affrontare l’impegno in modo lucido ed efficace. Prato è partita molto forte proprio come ci aspettavamo: non a caso nel primo quarto d’ora i beniamini locali si sono portati varie volte in vantaggio, sia pure con un solo gol di scarto. Tuttavia, le difficoltà riscontrate in avvio di gara non ci hanno affatto portati a mollare la presa: al contrario riusciti a ricavarne ulteriore slancio e grinta, doti decisive nell’indirizzare la partita a nostro favore con la massima fermezza. Dal 20′ in avanti siamo poi arrivati a conquistare un ampio margine di vantaggio, che però non ci ha mai portati a dormire sugli allori – rimarca Prodi – Viceversa ciascuno di noi ha continuato a manifestare grande vivacità mista a freddezza, gestendo con efficacia ogni situazione e ogni possibile ambizione da parte degli avversari. Sono quindi due punti importantissimi, e il fatto di averli ottenuti contro l’ultima in classifica non ne diminuisce certo il valore. Nonostante ciò che i numeri potrebbero suggerire, Prato non è affatto una squadra-materasso: non lo è a livello tecnico, nè tantomeno per quel che riguarda il carattere”.

Alessandro Lenzotti, pivot della Modula Casalgrande

Per i casalgrandesi, il blitz piazzato a Prato ha sancito il ritorno alla vittoria dopo ben due mesi senza successi: nonostante ciò, in casa biancorossa non c’è affatto stato tempo per festeggiare. All’orizzonte c’è infatti un calendario che non si preannuncia affatto accomodante: dopo l’incontro interno di sabato 9 con Teramo, la Modula tornerà in campo dopo Pasqua per le ultime tre partite della stagione. Nel dettaglio, sabato 23 la squadra di Corradini sarà a Chieti ospite della formazione federale targata Campus Italia: domenica 1° Maggio spazio quindi alla delicatissima trasferta sul parquet dell’Ogan Pescara, poi sabato 7 il gran finale in casa con la Starfish Follonica.

Il pivot biancorosso Andrea Strozzi

Parlando nel dettaglio di Teramo, i “Leoni” non hanno più speranze di disputare gli spareggi promozione: d’altro canto, la compagine guidata da Marcello Fonti punta a chiudere l’annata centrando un 3° posto che sarebbe comunque molto prestigioso. Ora i teramani sono proprio terzi in graduatoria, a pari merito con il Verdeazzurro Sassari: nel duello di andata al pala San Nicolò, la Modula ha rimediato una netta sconfitta col punteggio di 39-25. Il precedente stagionale tra biancorossi casalgrandesi e biancorossi abruzzesi risale allo scorso 27 novembre: nell’occasione Alessandro Murri ha trascinato i padroni di casa con i suoi 11 gol, mentre la Modula ha potuto contare sui 9 centri totalizzati da Emanuele Seghizzi. Purtroppo, quest’ultimo non avrà la possibilità di replicare un rendimento così roboante: sabato scorso il terzino classe ’98 ha infatti riportato una frattura apice delle ossa nasali, maturata durante un fortuito scontro di gioco. Per Seghizzi si profila quindi un mese di stop: nella migliore delle ipotesi, il suo rientro in campo potrà avvenire in occasione del turno conclusivo contro Follonica. Per quel che concerne le altre situazioni relative all’infermeria della Modula, il terzino Younes Id-Ammou è ancora claudicante: la sua presenza nella contesa con il Lions resta quindi in forse, anche se in questi giorni si farà davvero di tutto per poterlo recuperare in tempo. In compenso si profila il rientro del pivot Andrea Strozzi, che sabato scorso è rimasto a riposo precauzionale causa lieve problema al ginocchio.

Emanuele Seghizzi, terzino della Modula Casalgrande

“La lunga defezione di Seghizzi non ci voleva proprio, inutile stare qui a negare l’evidenza – sottolinea Riccardo Prodi – Stiamo infatti parlando di un giocatore polivalente nel vero senso del termine: un elemento che sa distinguersi in qualsiasi fase di gioco, tanto in attacco quanto in fase difensiva. Si tratta però di un’assenza che non può affatto diventare un alibi: nella fase che stiamo attraversando, siamo ben distanti dal poterci permettere il lusso di accampare pezze giustificative. Del resto, per noi questa stagione è stata piuttosto problematica dal punto di vista degli inghippi fisici: in varie occasioni gli infortuni ci hanno tolto giocatori di rilievo, e ciò ha certamente generato una dose ancora maggiore di ostacoli da superare. Al tempo stesso, ritengo che il nostro gruppo abbia acquisito una certa abitudine nel fronteggiare assenze anche pesanti: di conseguenza penso che l’attuale situazione non ci colga impreparati, nè sul piano tecnico-agonistico nè per quanto riguarda l’aspetto caratteriale”.

Il portiere casalgrandese Kevin Ricciardo

Tra l’altro, di recente lo stesso Prodi ha dovuto fermarsi per un periodo non breve: l’infortunio al labbro rimediato nella vittoria casalinga contro il Bologna United lo ha costretto due mesi di stop agonistico, una sosta forzata che è giunta al termine soltanto il 26 marzo durante il ko casalingo con Camerano. “In effetti al momento non sono ancora in grado di reggere per tutti i 60 minuti, ma ora posso comunque giocare e dare un mio preciso contributo – puntualizza il diretto interessato – Comunque sia, io credo che la qualità abbia l’assoluta precedenza sulla quantità: non è importante quanto, ma come si gioca. Restare in campo 10-15 minuti facendo grandi cose è sicuramente meglio che giocare un’intera partita fornendo una prova sottotono”.

Gabriele Ferrari, ala in forza alla Modula

Il centrale classe 2002 si concentra quindi sulle strategie da seguire in vista del duello con il Lions: per la cronaca i teramani provengono dalla sconfitta interna di sabato 2 aprile, 26-29 al cospetto del Campus Italia. “Nella sfida di andata contro di noi, gli abruzzesi mi hanno impressionato soprattutto per quanto concerne l’assoluta concretezza in chiave difensiva – spiega Prodi – Per trovare la via del gol bisognerà davvero fare gli straordinari, e dobbiamo esserne ben consapevoli fin da ora. Quanto al resto, sabato scorso abbiamo subìto solo 28 reti e si tratta di un aspetto che fa senz’altro ben sperare: tuttavia, la cerniera che sappiamo sviluppare intorno alla porta può diventare ancora più solida. Pur nel contesto di una prova generale molto confortante da parte nostra, alcune volte a Prato ci è capitato di subire gol in seguito a palle che gli avversari hanno recuperato: si tratta di reti che potevamo risparmiarci, e che adesso devono servirci da precisa lezione con l’obiettivo di migliorare ancora. La classifica si presenta aperta a ogni scenario, e le incognite rimangono ancora numerose: tuttavia il nostro morale è sempre carico, e il successo di Prato ha senza dubbio ravvivato l’entusiasmo che ci anima. Quanto al calendario, non penso che l’agenda si presti a valutazioni particolari: quando si deve correre verso la permanenza nella categoria, un’avversaria vale l’altra. Servirà comunque una fortissima dose di concentrazione e abilità, indipendentemente dal nome della rivale di turno: siamo pronti per provare a conquistare una salvezza che siamo convinti di poter meritare”.

Il team manager biancorosso Adolfo Martucci

LA SITUAZIONE IN SERIE A2 MASCHILE. La 23esima giornata si disputerà interamente sabato 9 aprile: le altre gare in programma sono Verdeazzurro Sassari-Camerano, Campus Italia-Ogan Pescara, Santarelli Cingoli-Ambra Poggio a Caiano, Romagna-Chiaravalle, Starfish Follonica-Prato e Bologna United-Tecnocem San Lazzaro di Savena.

Classifica del girone B: Santarelli Cingoli 43 punti; Romagna 40; Lions Teramo e Verdeazzurro Sassari 27; Tecnocem San Lazzaro di Savena 24; Campus Italia e Chiaravalle 22; Camerano 21; Ambra Poggio a Caiano e Starfish Follonica 20; Modula Casalgrande 17; Ogan Pescara 16; Bologna United 5; Prato 0.

L’accesso ai play off è assegnato alle prime due in graduatoria: Santarelli Cingoli e Romagna sono già matematicamente sicure di disputare gli spareggi promozione. A scendere di categoria saranno invece le ultime 3: dunque Bologna United e Prato sono aritmeticamente in B, mentre adesso resta da stabilire il nome della terza retrocessa.

SUPER SABATO. Il confronto tra Modula e Prato sarà il secondo atto di un sabato sera a tutta pallamano in quel di Casalgrande: sùbito prima, a partire dalle ore 18.30, il pala Keope sarà anche il teatro del confronto di A1 femminile tra la Padana e l’attuale capolista Bressanone. Una sfida che potrebbe consentire alle biancorosse di raggiungere l’agognata salvezza diretta, senza dover passare attraverso i play out.

Nella foto in alto, Riccardo Prodi in azione. Le immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

A2 maschile, stavolta la Modula deve fare attenzione ai ruggiti dei “Leoni” teramani. Prodi: “Felice per il mio rientro, ma in Abruzzo il nostro approccio alla partita dovrà essere ben differente rispetto a sabato scorso”

Con la sofferta ma comunque preziosa affermazione casalinga di sabato scorso, 34-32 contro Prato, la Modula Casalgrande ha ottenuto il suo quarto risultato utile consecutivo: una striscia felice che ora i pallamanisti biancorossi proveranno ad allungare ancora, pur sapendo di essere attesi da un duello in trasferta che preannuncia ostacoli di consistente rilievo. In campo sabato 27 novembre, per la decima giornata della serie A2 maschile: la squadra diretta da Matteo Corradini sarà impegnata al pala San Nicolò di Teramo, contro i temibili Lions abruzzesi. Fischio d’inizio previsto alle ore 18, arbitri Giovanni Alborino e Vincenzo Farinaceo: il confronto verrà trasmesso in diretta integrale, sulla pagina Facebook del club di casa.

Intanto, contro Prato si è finalmente rivisto in campo Riccardo Prodi: il centrale casalgrandese ha superato un infortunio particolarmente fastidioso, rimediato lo scorso 23 ottobre all’inizio della vittoriosa sfida sul campo dell’Ambra Poggio a Caiano. “Si è trattato di una ferita al capo, che ha reso necessari alcuni punti di sutura – ricorda il diretto interessato – Ad ogni modo, ora il problema può dirsi risolto in maniera definitiva: sono felice per il rendimento che ho saputo sviluppare sabato scorso, sia a livello di tenuta fisica sia per quanto riguarda l’efficienza soprattutto in chiave difensiva. Di certo, non bisogna mai smettere di migliorarsi: tuttavia, questo ritorno sul palcoscenico agonistico mi ha dato molti validi motivi per guardare al futuro con la fiducia e lo slancio di sempre”.

Prima di concentrarsi in merito alle tematiche che riguarderanno la sfida di Teramo, Prodi si sofferma irrinunciabilmente sulla sfida tra Modula e Prato: “In effetti abbiamo regalato agli avversari una quarantina di minuti, e questo non deve più accadere – evidenzia il centrale classe 2002 – Nel dettaglio, durante il primo tempo la Modula si è resa autrice di una prova ben inferiore rispetto agli standard abituali: un po’ per leggerezza, un po’ nell’errata convinzione di essere confrontati con un’avversaria non così complessa da affrontare. Durante l’intervallo Corradini si è fatto sentire parecchio, portandoci a un netto cambiamento di mentalità: la sua strigliata è stata utilissima durante la ripresa, quando siamo riusciti a modificare l’andamento dell’incontro mettendo in campo tutta quell’efficacia di cui siamo capaci”.

“Di buono c’è senz’altro la grande rimonta che abbiamo saputo concretizzare – prosegue Prodi – Una risalita che definirei “eccezionale”: aggettivo forse un po’ enfatico, ma che comunque in questo caso ci sta davvero tutto. Chi ha seguito la partita sa bene che avevamo accumulato addirittura 9 gol di svantaggio: recuperare un simile divario nella pallamano non è certo impresa da tutti, un po’ come ricucire uno strappo da 20 punti quando si gioca a pallacanestro. Noi ci siamo riusciti, esprimendo dal 40′ in poi una forza di volontà e una concretezza davvero non comuni: da lì bisogna ripartire in vista di Teramo. Al tempo stesso, in Abruzzo il nostro approccio alla partita dovrà essere completamente differente: potremo contare su alcuni rientri di rilievo, e spero proprio che ciò rappresenti un buon aiuto nel trovare fin da sùbito l’incisività che serve”.

ù

Parlando di infermeria, la Modula sarà ancora priva di Paolo Canelli e Andrea Strozzi: ancora da valutare Leo Rispoli, ma in compenso si profila il ritorno di Younes Id-Ammou. Inoltre, le condizioni di Kristian Toro sono in netto miglioramento: sabato scorso lui è rimasto solo spettatore pur essendo a referto, e invece stavolta dovrebbe essere della partita. Per quanto riguarda invece i Lions, la compagine allenata anche quest’anno da Marcello Fonti sta viaggiando a vele spiegate: dopo le sconfitte di inizio stagione contro Cingoli e Romagna, i teramani hanno innescato il turbo andando a piazzare un filotto di 7 successi consecutivi. Dal 25 settembre in avanti, i “Leoni” hanno prevalso su Chiaravalle, Ambra, San Lazzaro di Savena, Camerano, Prato e Ogan Pescara. Tutto ciò fino ad arrivare a sabato scorso, con il blitz per 24-25 piazzato nella vicina Chieti contro il Campus Italia: i migliori realizzatori dell’incontro sono stati i fratelli De Angelis, 9 gol a testa per l’azzurro Tommaso e per Alessandro che gioca invece nei Lions. A confortare i nostri beniamini c’è comunque il precedente relativo al campionato di serie A2 2020/21, risalente allo scorso 27 febbraio: la Modula all’epoca guidata da Fabrizio Fiumicelli è stata capace di espugnare il pala San Nicolò per 29-30, nonostante le numerose defezioni che anche in quella circostanza affliggevano Casalgrande.

“Corradini ce lo ha ricordato in maniera chiara, e io non posso che condividere in pieno – afferma Riccardo Prodi – I Lions rientrano a pieno titolo tra i principali candidati in chiave play off: contro di loro sarà difficilissimo recuperare anche solo 3 o 4 gol, figuriamoci 9. Il raggiungimento di un risultato utile in Abruzzo non rappresenta affatto un impresa impossibile: basti pensare alla gara dello scorso febbraio, o al molto più recente pareggio che siamo stati capaci di ottenere nella durissima sfida in quel di Camerano. Al tempo stesso, per creare grattacapi alla squadra di Fonti dovremo giocoforza entrare in partita fin dai primissimi minuti: se entreremo in campo come sabato scorso, il successo dei padroni di casa diventerà ben presto un’autentica e inevitabile certezza”.

Se la Modula dovesse piazzare il blitz, la classifica potrebbe iniziare a prefigurare qualche sogno di gloria che vada oltre la semplice permanenza nella categoria: tuttavia, questo è un tema che almeno per il momento il centrale casalgrandese preferisce non affrontare. “Un successo varrebbe oro, specie considerando la notevole caratura degli avversari – ammette Prodi – D’altro canto stiamo ancora facendo i conti senza l’oste, perchè le vere valutazioni sull’incontro che ci attende saranno possibili soltanto dopo la sirena finale. Comunque sia, un eventuale blitz non basterebbe affatto per pensare di collocarci tra le grandi del girone B: dobbiamo ancora raggiungere il giro di boa della stagione, e inoltre i giochi salvezza restano ancora apertissimi. Di conseguenza guai a perdere la necessaria dose di umiltà, specie dopo la prova fornita contro Prato”.

LA SITUAZIONE IN SERIE A2 MASCHILE. Le altre partite di sabato 27 sono Ambra Poggio a Caiano-Santarelli Cingoli, Tecnocem San Lazzaro di Savena-Bologna United e Prato-Starfish Follonica: il 10° turno si concluderà poi domenica 28 con i posticipi Camerano-Verdeazzurro Sassari, Chiaravalle-Romagna e Ogan Pescara-Campus Italia.

Classifica del girone B: Santarelli Cingoli 18 punti; Romagna 16; Lions Teramo 14; Camerano 12; Chiaravalle e Ogan Pescara 10; Starfish Follonica, Verdeazzurro Sassari e Modula Casalgrande 9; Ambra Poggio a Caiano 8; Campus Italia 6; Tecnocem San Lazzaro di Savena 5; Prato 0; Bologna United -3.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande di serie A2 maschile, stagione 2021/22
  • Il centrale biancorosso Riccardo Prodi
  • L’ala casalgrandese Mathieu Galopin
  • Da sinistra, il terzino casalgrandese Emanuele Seghizzi e il centrale/terzino Marco Giubbini
  • Al centro, il terzino biancorosso Younes Id-Ammou
  • Kristian Toro, ala della Modula
  • Mattia Lamberti, terzino e capitano della Modula
  • Il dirigente casalgrandese Alberto Barbieri.

A2 maschile, sabato la Modula cercherà riscatto sul campo del Bologna United. Prodi: “Siamo molto combattivi, ma dobbiamo perdere meno palloni”

La Modula Casalgrande è ampiamente all’opera per archiviare la sconfitta di sabato scorso nel modo più rapido possibile. Come sottolineato nei giorni scorsi, purtroppo il turno inaugurale non si è rivelato così favorevole ai nostri beniamini: nonostante i ripetuti e copiosi sforzi profusi durante i 60 minuti, il Verdeazzurro Sassari ha espugnato il Pala Keope con il punteggio di 32-36. Sabato prossimo, 18 settembre, la formazione guidata da Matteo Corradini avrà la possibilità di cogliere una maiuscola opportunità di riscatto: d’altro canto il compito non sarà certo così agevole, specie considerando che anche gli avversari di turno sono alla ricerca dei primi punti stagionali. A partire dalle ore 19.30, i biancorossi giocheranno a Bologna sul parquet del Pala Moratello: di fronte ci saranno ovviamente i padroni di casa targati Bologna United, in arrivo dalla sconfitta rimediata a Chieti contro la compagine federale del Campus Italia (26-22). Il duello tra Casalgrande e l’organico felsineo verrà trasmesso in diretta online: questo il link. Arbitri Alessandro Colombo e Cristiano Rizzo.

“Anche se purtroppo il risultato finale si è rivelato sfavorevole, credo che la prova contro il Verdeazzurro Sassari sia comunque contraddistinta da vari segnali confortanti – osserva Riccardo Prodi, centrale della Modula Casalgrande – In particolare, la robusta mentalità che siamo stati capaci di esprimere merita senza dubbio una menzione: il Verdeazzurro ci ha posti di fronte a un vasto insieme di ostacoli molto severi da affrontare, ma nonostante ciò noi non abbiamo mai mollato la presa neppure per un istante. Del resto, l’andamento della gara parla chiaro: eravamo in partita pure negli istanti conclusivi, e fino all’ultimo abbiamo avuto buone ragioni per sperare quantomeno in un risultato utile. Inoltre, non dimentichiamo l’efficacia offensiva: il Verdeazzurro Sassari rientra di certo tra le principali candidate all’altissima classifica, e il fatto di segnare 32 gol contro di loro rappresenta una nota di merito da non sottovalutare”.

D’altro canto, le 36 reti che la Modula ha subìto meritano parimenti una riflessione: “Lungi da me il voler negare l’evidenza – commenta Prodi – Per quel che ci riguarda, la difesa è ancora da collaudare e da perfezionare appieno. Ad ogni modo credo che il miglioramento più urgente da compiere sia un altro, soprattutto in vista della trasferta di Bologna. Nella fattispecie, sabato scorso siamo incappati in una quantità davvero eccessiva di palle perse: di conseguenza, ora come ora ci serve una sensibile crescita sul piano dell’attenzione della precisione. Gli allenamenti che abbiamo compiuto dopo la gara contro Sassari autorizzano a ben sperare in tal senso: quindi, confido che al Pala Moratello si possa vedere una Modula capace di compiere ulteriori salti di qualità rispetto all’esordio in campionato”.

Il Bologna United è allenato da Emanuele Panetti: tre giorni fa il fromboliere rossoblù Elhadj Sidibeh ha siglato 6 gol nel duello contro gli azzurri, mentre l’esperto centrale petroniano Arturo Cattabriga è riuscito a totalizzare 5 realizzazioni. “Siamo ben consapevoli delle difficoltà che incontreremo, perchè la trasferta di Bologna per definizione non è mai semplice – commenta il centrale casalgrandese – Ad ogni modo, penso proprio che questa Modula abbia i mezzi che servono per mirare con fermezza agli agognati primi punti stagionali. Oltre alla necessità di limare gli errori, ritengo che la mentalità possa giocare un ruolo di basilare importanza a nostro favore: Bologna sarà animata dall’intento di muovere la classifica proprio come noi, e dunque dovremo giocoforza riproporre l’elevato livello di combattività che abbiamo mostrato sabato scorso. Se così sarà, vorrà dire che avremo preso la strada migliore in direzione vittoria”.

Intanto la Modula sta bene, sotto ogni punto di vista: “La sconfitta da cui proveniamo non ha lasciato strascichi sul piano dell’umore – rimarca Riccardo Prodi – L’ambiente è tuttora carico e motivato, e tale rimarrà anche se malauguratamente dovessimo rimediare una nuova battuta d’arresto: del resto siamo soltanto all’inizio del nostro percorso agonistico, e dunque le prime partite non emettono certo sentenze vincolanti. A livello di infermeria, purtroppo saremo privi ancora una volta di Marco Giubbini infortunato al dito: un’assenza di assoluto rilievo, e non a caso contro Sassari la sua mancanza si è sentita parecchio soprattutto nelle battute finali. C’è inoltre il dubbio legato a Canelli, non al meglio questa settimana. Al tempo stesso, tutto ciò non può affatto costituire un alibi: per affrontare qualsiasi campionato, bisogna anche saper fronteggiare con efficacia le defezioni che di volta in volta si possono verificare”.

In ambito personale, la stagione di Riccardo Prodi ha preso il via sotto buoni auspici: “Al momento non posso affatto lamentarmi, sia per la condizione fisica sia per la prova che ho fornito nel turno inaugurale – commenta il diretto interessato – Ovviamente, sono ben lontano dall’intenzione di volermi fermare qui: questo gruppo merita cospicue gratificazioni, e come sempre farò tutto quanto possibile per dare un mio efficiente e tangibile contributo”.

LA SITUAZIONE IN A2. Sabato si giocheranno anche Verdeazzurro Sassari-Starfish Follonica, Santarelli Cingoli-Campus Italia, Ambra Poggio a Caiano-Camerano e Romagna-Lions Teramo. Domenica 19 spazio invece ai due posticipi, che ultimeranno il programma della seconda giornata: si tratta di Chiaravalle-Prato e Ogan Pescara-Tecnocem San Lazzaro di Savena.

Classifica del girone B: Romagna, Campus Italia, Verdeazzurro Sassari, Camerano, Ogan Pescara, Santarelli Cingoli e Ambra Poggio a Caiano 2 punti; Tecnocem San Lazzaro di Savena, Chiaravalle, Lions Teramo, Starfish Follonica, Modula Casalgrande, Bologna United e Prato 0.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande 2021/22
  • Il centrale biancorosso Riccardo Prodi
  • Al centro, il terzino casalgrandese Younes Id-Ammou
  • Kevin Ricciardo, portiere della Modula
  • L’ala biancorossa Mathieu Galopin
  • L’ala casalgrandese Leonardo Rispoli
  • Adolfo Martucci, team manager della Modula Casalgrande.

A2 maschile, per la Modula Casalgrande sarà una Pasqua in campo: domenica la trasferta sull’ostico parquet anconetano del Chiaravalle. Riccardo Prodi: “La larga sconfitta nel derby con Rubiera ha lasciato un po’ di inevitabile amarezza, che però abbiamo già metabolizzato e superato. Domenica sfideremo un’avversaria che sa esprimere una pallamano di pregevole livello: ce ne siamo già accorti a dicembre, quando abbiamo prevalso sui marchigiani con un solo gol di scarto. Peraltro noi saremo di nuovo rimaneggiati: tuttavia, il timore principale che ho riguarda proprio noi stessi. Il successo dell’andata e il fatto di avere 3 punti in più in classifica non devono autorizzarci a nutrire supponenze, altrimenti i biancoblù detteranno legge con fin troppa facilità”. Sugli orizzonti da qui a fine campionato: “Avremo sempre ottimi motivi per cercare di fare bene sino al termine della stagione, indipendentemente dall’aspetto che la graduatoria potrà assumere nelle prossime settimane”

Nessun relax pasquale per la Modula Casalgrande: dopodomani, domenica 4 aprile, i pallamanisti biancorossi scenderanno in campo per la 21esima giornata di A2. Peraltro, la trasferta prevista dal calendario non è affatto tra le più semplici: i nostri beniamini saranno di scena al Palasport di Chiaravalle, per affrontare la locale formazione marchigiana. Arbitri Bilel Rhim e Ismail Id-Ammou: ancora una volta il pubblico non potrà accedere al palazzetto, ma il confronto verrà trasmesso in diretta integrale sulla pagina Facebook del club anconetano.

La formazione allenata da Fabrizio Fiumicelli proviene da due sconfitte casalinghe consecutive, maturate tuttavia contro squadre che navigano nei piani altissimi della classifica: sabato 13 la Modula ha pagato dazio al cospetto del Camerano (21-32), poi cinque giorni fa è arrivato il severo stop per mano dei Vikings Rubiera primi della classe (23-36). “Parlando più nel dettaglio del derby, si tratta di una battuta d’arresto che avrebbe potuto essere meno severa sul piano del punteggio – osserva il centrale biancorosso Riccardo Prodi Di certo potevamo fare meglio, commettendo meno errori soprattutto nel secondo tempo: d’altro canto, in fin dei conti la battuta d’arresto contro Rubiera non sposta più di tanto gli equilibri del nostro cammino in campionato. Va infatti sottolineato il consistente valore dei Vikings, che fin qui si stanno rendendo autori di un 2021 davvero stratosferico con 11 vittorie su altrettanti incontri: inoltre la formazione di Galluccio è l’unica ancora imbattuta all’interno del girone B, e qualcosa vorrà pur dire. Di conseguenza, in tutta sincerità era davvero difficile pensare di poter conquistare i due punti – rimarca Prodi – Ciò che conta adesso è sapersi riprendere immediatamente, ricavando da quella sconfitta ulteriori spunti per migliorare in vista del futuro”.

Il centrale classe 2000 pone quindi l’accento sullo stato d’animo del gruppo: “Sùbito dopo la partita di sabato scorso, c’era ovviamente un po’ di comprensibile amarezza – spiega il giocatore – D’altro canto, abbiamo affrontato questa settimana di allenamenti con lo spirito che serviva: in brevissimo tempo il morale è tornato quello giusto, e così siamo riusciti a ricavare ulteriore slancio per preparare al meglio la trasferta di Chiaravalle. Purtroppo nemmeno nelle Marche saremo al completo, e dovremo nuovamente presentarci con un assetto rimaneggiato: peraltro ora c’è anche il dubbio legato ad Andrea Strozzi, alle prese con un problema al ginocchio. In compenso Dennis Toro ha recuperato dal lieve problema fisico dei giorni scorsi, e dunque domenica sarà regolarmente schierabile”.

Quando si parla di Chiaravalle, la mente corre alla gara di andata del 27 dicembre scorso: in quell’occasione la Modula ha prevalso solo di stretta misura, imponendosi al Pala Keope per 31-30 al termine di una gara senza dubbio rocambolesca. “Affronteremo un’avversaria che sa esprimere una pallamano di livello davvero pregevole, e non mi riferisco soltanto al confronto di andata con noi – sottolinea Riccardo Prodi – Il valore della squadra diretta da Albano Cocilova emerge chiaramente anche da alcuni tra i risultati più recenti: ultimamente loro hanno colto una maiuscola vittoria casalinga contro Nuoro, e inoltre sono stati capaci di cogliere un significativo pari interno con una realtà di alto livello come Teramo. Ad ogni modo, anche se può sembrare singolare dirlo, ritengo che il nemico più rilevante da affrontare per la Modula sia proprio la Modula stessa – prosegue il centrale – A mio parere, l’atteggiamento che sapremo esprimere sul piano mentale avrà un’importanza di primissimo piano ai fini del punteggio. Quando giochiamo come davvero sappiamo, il compito di ostacolarci è parecchio difficile per qualsiasi avversaria: viceversa, senza una mentalità adeguata, la strada verso il successo diventa in decisa salita per noi. In particolare, di questa trasferta pasquale temo una possibile supponenza da parte nostra: il fatto di avere 3 punti in più, unito alla vittoria conquistata a dicembre, non deve affatto autorizzarci a pensare che a Chiaravalle avremo strada facile. Se commetteremo questo errore, i biancoblù otterranno i 2 punti con notevole facilità: si tratta di uno scenario assolutamente da evitare, senza alcuna esitazione”.

Riccardo Prodi si sofferma poi su alcune valutazioni di carattere più generale, legate alla classifica. Dopo la trasferta di Chiaravalle, Casalgrande è attesa dai confronti con Bologna United (17 aprile in trasferta), Parma (24 aprile al Keope), Starfish Follonica (8 maggio al Keope) e Nuoro (15 maggio in Sardegna). “La speranza di chiudere il campionato nella parte sinistra della classifica è ancora più che ragionevole – afferma il giocatore – Peraltro mercoledì sera Sassari ha perso sul campo di Rubiera, e dunque la lotta resta davvero apertissima. Di certo, noi abbiamo le potenzialità che servono per provare a terminare la stagione tra le prime 6: comunque sia perdere non piace mai a nessuno, al di là degli obiettivi che si possono raggiungere. Quindi credo proprio che da qui a fine campionato avremo sempre parecchi validi motivi per cercare di fare bene, indipendentemente dai connotati che la classifica potrà assumere nelle prossime settimane”.

LA SITUAZIONE IN A2 MASCHILE. Nel recupero dell’undicesima giornata, disputato mercoledì sera, Vikings Rubiera-Verdeazzurro Sassari 38-15. Il 21° turno di A2 avrà inizio domani, sabato 3 aprile: le partite in programma sono Carpi-Verdeazzurro Sassari, Ambra Poggio a Caiano-Hac Nuoro e Starfish Follonica-Lions Teramo. Domenica 4 i posticipi Chiaravalle-Modula Casalgrande e Camerano-Parma: questa volta, riposano Vikings Rubiera e Bologna United.

Classifica del girone B (tra parentesi il numero di gare disputate): Vikings Rubiera 34 punti (18); Carpi 28 (16); Camerano 25 (17); Lions Teramo 21 (16); Starfish Follonica 19 (16); Verdeazzurro Sassari e Modula Casalgrande 16 (17); Chiaravalle 13 (16); Parma e Ambra Poggio a Caiano 8 (17); Hac Nuoro 4 (14); Bologna United 4 (15).

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Buona Pasqua da tutta la Pallamano Spallanzani Casalgrande!
  • Riccardo Prodi, centrale della Modula Casalgrande
  • Prodi in azione con la maglia della squadra Under 20, targata Casalgrande Padana
  • Mattia Lamberti, terzino e capitano della Modula
  • Il terzino biancorosso Younes Id-Ammou
  • Adolfo Martucci, team manager della Modula Casalgrande.

A2 maschile, Modula Casalgrande a caccia dell’impresa per allungare la striscia vincente: sabato al Pala Keope arriva la fuoriserie Carpi, seconda della classe. Prodi: “Stiamo costruendo un gioco con molti punti di forza, e peraltro nelle ultime due uscite abbiamo compiuto ulteriori passi avanti sul piano della mentalità. Stavolta i nostri avversari avranno il peso del pronostico favorevole, mentre noi potremo giocare più a cuor leggero: un motivo in più per tenerci lontani da ogni arrendevolezza. I bianconeri hanno grande esperienza, ma noi cercheremo di metterli in difficoltà sul piano delle energie e del fiato. Io ci sarò: la microfrattura al piede è già un problema risolto”. Sulle prospettive biancorosse: “Come ribadito da Fiumicelli, adesso dobbiamo seguire la politica dei piccoli passi concentrandoci su una partita per volta”

La Modula Casalgrande torna in campo con l’obiettivo di provare ad allungare la striscia vincente, anche se stavolta il compito sarà davvero molto arduo: dopodomani, sabato 30 gennaio, i pallamanisti biancorossi ospiteranno infatti il Carpi secondo della classe. Il confronto, arbitrato da Alessandro Marcelli e Isleme Ramoul, sarà valido per la 14esima giornata di serie A2: nella fattispecie, è anche il turno che segna l’inizio della fase di ritorno. Attenzione all’orologio: si giocherà dalle ore 20.45, e non dalle 18.30 come precedentemente annunciato. Pala Keope sempre chiuso al pubblico come da normative anticovid, ma pure in questa occasione sarà possibile seguire il confronto in diretta sulla pagina Facebook del Gsd Pallamano Spallanzani Casalgrande.


La formazione di Fabrizio Fiumicelli proviene dunque da 4 vittorie consecutive, l’ultima delle quali è arrivata sabato scorso sul difficile parquet del Parma (25-33): tuttavia, ciò non affievolisce affatto le consistenti difficoltà che caratterizzeranno l’incontro di dopodomani.

“Il nostro recente filotto di vittorie nasce innanzitutto dal gioco di elevata qualità che stiamo sviluppando – osserva Riccardo Prodi, centrale della Modula Casalgrande – L’ottimo lavoro svolto in allenamento continua a dare risultati sempre più incoraggianti, sia sul piano tecnico-agonistico sia per quel che concerne l’atteggiamento. A proposito di mentalità, soprattutto nelle ultime due uscite abbiamo saputo costruire notevoli miglioramenti: così come era accaduto nella precedente sfida con Bologna, anche a Parma siamo riusciti a entrare immediatamente nel clima-partita senza concedere una sola virgola agli avversari. La vittoria contro i ducali può dirsi meritata – rimarca poi Prodi – La Modula ha condotto nel punteggio per tutta la gara, e sul finale eravamo persino riusciti ad accumulare 10 reti di vantaggio. E’ vero che i padroni di casa erano privi di Nikola Palazov, e si tratta senza dubbio di un’assenza pesante: d’altro canto, ciò non toglie nulla al buon livello della pallamano che abbiamo saputo costruire. Al di là del risultato in sè, a parlare a nostro favore c’è anche il modo in cui il punteggio è maturato: non abbiamo mai subìto dei parziali sfavorevoli, e in questo modo gli avversari sono sempre rimasti a debita distanza dal punto di vista numerico. Ciò la dice lunga sull’alto livello di concentrazione che Casalgrande ha espresso lungo tutti i 60 minuti”.


Ora, la Modula si appresta ad affrontare Carpi presentando un assetto pressochè identico a quello delle ultime uscite: “Non dobbiamo fare i conti con gli infortuni, e la condizione fisica globale resta sempre lusinghiera – sottolinea il centrale classe 2002 – Si tratta della base migliore per cercare di impensierire una fuoriserie come Carpi, contraddistinta da grandi numeri che ne descrivono in pieno il valore. Io stesso ci sarò: la scorsa settimana ho dovuto fare i conti con una microfrattura all’alluce, ma ora il problema è ampiamente rientrato. Peraltro, ho potuto giocare anche a Parma”.

I prossimi avversari di Casalgrande hanno infatti collezionato ben 20 punti in 11 gare: peraltro, il tecnico carpigiano Davide “Stecca” Serafini può contare su due grandi ex biancorossi come Francesco Malagola e Francesco Ceccarini. Quest’ultimo è tornato a giocare sabato scorso, dopo lunga assenza: la sfida di 5 giorni fa ha sancito il successo di Carpi contro i marchigiani del Chiaravalle, maturato col roboante punteggio di 32-18. Inoltre, tutto lascia pensare che al Pala Keope ci sarà il debutto in bianconero del nuovo arrivato Andrea D’Angelo, ala destra classe ’97 proveniente dal Ferrara United. 
“Di certo il pronostico ci vede sfavoriti, ma ciò non rappresenta affatto un buon motivo per giocare con arrendevolezza – sostiene Riccardo Prodi – Al contrario noi in fin dei conti non abbiamo nulla da perdere in un confronto come quello che ci attende. Tutti si aspettano che sia Carpi a vincere: di conseguenza, noi avremo il vantaggio di poter giocare più a cuor leggero e senza l’ansia di dover fare risultato a ogni costo. Di certo si punta sempre al miglior risultato possibile, senza riserve: d’altronde, una nostra eventuale sconfitta non ci porterebbe affatto a fare drammi. Del resto, stiamo parlando di un’avversaria che sulla carta può nutrire ambizioni ben superiori rispetto a quelle che caratterizzano una buona parte del girone B”.


Nel confronto di andata, disputato al Pala Vallauri di Carpi, i bianconeri si sono imposti senza tuttavia stradominare: il 19 settembre scorso è finita 33-28. In quell’occasione il miglior realizzatore biancorosso è stato Mattia Lamberti, che tra l’altro in passato ha vestito proprio la maglia carpigiana: 8 i suoi gol. “La squadra di Serafini ha più esperienza di noi – evidenzia Prodi – Al tempo stesso, la Modula è una squadra maggiormente ricca di giovani: dunque dovremo cercare di puntare sulla fisicità, facendo grande affidamento sul gioco veloce che siamo in grado di esprimere. Se nel secondo tempo gli avversari andranno in debito di ossigeno, si potrebbero aprire spazi molto interessanti per noi: sia in termini di gioco, sia sotto il profilo del punteggio”.
Intanto, gli addetti ai lavori continuano a chiedersi se i nostri beniamini possano davvero nutrire ambizioni che vadano oltre una semplice salvezza: hanno fatto rumore le dichiarazioni del trainer parmense Pietro Palazov, che ha scommesso senza riserve su una Modula da primi 4 posti.

“Ringrazio Palazov, ma io preferisco mantenermi più cauto nel delineare le prospettive stagionali – commenta Riccardo Prodi – Credo che la linea proposta da Fiumicelli sia la migliore da seguire: adesso dobbiamo applicare quella che spesso viene chiamata “la politica dei piccoli passi”, concentrandoci a fondo su una partita per volta. Dopo la sfida casalinga con Carpi, ci attende infatti un ulteriore ostacolo molto severo: si tratta della trasferta contro il Verdeazzurro Sassari, prevista per domenica 7 febbraio. E’ vero che abbiamo una classifica più favorevole rispetto agli isolani: d’altro canto le sfide disputate in Sardegna sono sempre molto insidiose, in primo luogo per il lungo viaggio che potrebbe causare qualche affaticamento in più. Dunque, non mi sbilancio nel parlare degli obiettivi che potremmo raggiungere: prima di ogni altra considerazione, per ora pensiamo a fare il meglio possibile contro Carpi”.


La sfida di A2 maschile sarà il secondo capitolo di un sabato sera a tutta pallamano: poco prima il Pala Keope ospiterà anche il confronto di A2 femminile tra Casalgrande Padana e Ferrarin Milano, in programma dalle ore 18,30. Anche in questo caso, diretta Facebook sulla pagina ufficiale del Gsd Pallamano Spallanzani Casalgrande.

LA SITUAZIONE IN A2 MASCHILE. Sabato 30 si giocheranno anche i confronti Hac Nuoro-Verdeazzurro Sassari, Ambra Poggio a Caiano-Starfish Follonica, Vikings Rubiera-Chiaravalle e Parma-Lions Teramo: il 14° turno si completerà quindi domenica 31, con il posticipo Camerano-Bologna United.

Classifica del girone B di serie A2 (tra parentesi il numero di gare disputate): Camerano 21 punti (12); Carpi 20 (11); Lions Teramo 17 (11); Starfish Follonica 15 (11); Vikings Rubiera 14 (8)Modula Casalgrande 14 (12); Tavarnelle 11 (9); Chiaravalle 8 (12); Parma 8 (11); Verdeazzurro Sassari 6 (11); Hac Nuoro e Ambra Poggio a Caiano 4 (11); Bologna United 0 (12).

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande mentre ascolta le indicazioni del tecnico Fabrizio Fiumicelli
  • Il centrale biancorosso Riccardo Prodi
  • Il portiere casalgrandese Kevin Ricciardo
  • Da sinistra (maglia gialla), il terzino casalgrandese Younes Id-Ammou e il pivot Andrea Strozzi
  • Da sinistra, l’ala Salim Scalabrini e il terzino Emanuele Seghizzi
  • Il pivot biancorosso Enrico Aldini
  • Adolfo Martucci, team manager della Modula Casalgrande.

A2 maschile, Riccardo Prodi è ormai pronto per dare di nuovo man forte alla Modula Casalgrande: “Ho ripreso ad allenarmi da due settimane, e il problema al gomito si sta risolvendo con efficacia. Quando il campionato si rimetterà in moto, io tornerò finalmente a essere schierabile”. Prossimo turno in agenda per il 12 dicembre a Follonica: “Avversaria di elevato spessore, ma il nostro atteggiamento tenace non cambierà di una virgola. Dobbiamo aggiustare qualcosa soprattutto in fase difensiva, ma fin qui siamo stati capaci di fare addirittura meglio rispetto alle previsioni di inizio stagione. Questa sosta serve per fronteggiare ancora meglio il Covid, e quindi ben venga: inoltre, lo stop ci sarà utile per svuotare l’infermeria”

Dopodomani la Modula Casalgrande avrebbe dovuto recarsi a Borgo San Lorenzo, in occasione della sfida con i padroni di casa della Fiorentina: tuttavia, come è noto, la Federazione ha bloccato la serie A2 maschile per i prossimi tre sabati. Lo stop è legato all’attuazione del nuovo protocollo sanitario stabilito dalla Figh: da adesso in avanti le squadre dovranno effettuare tamponi periodici a cadenza settimanale, e la pausa sarà utile alle società per adeguarsi a queste nuove disposizioni antivirus. Di conseguenza, il duello con i toscani è stato rimandato al 9 gennaio 2021: il cammino agonistico dei biancorossi riprenderà però il 12 dicembre, con la prevista trasferta sul campo maremmano della Starfish Follonica. Resta ancora da stabilire il recupero del confronto casalingo con la Pallamano Chiaravalle, inizialmente in agenda per sabato scorso ma poi rinviato a causa di alcuni contagi Covid nelle file marchigiane.


Intanto la formazione allenata da Fabrizio Fiumicelli sta continuando il proprio lavoro al Pala Keope, seguendo il consueto programma: sul parquet c’è pure Riccardo Prodi, in continuo e costante miglioramento dopo il problema fisico che lo ha costretto a saltare gli ultimi tre impegni di campionato. “L’infortunio risale a metà ottobre – ricorda il centrale classe 2002 – Nella fattispecie ho rimediato una botta fortuita al gomito durante il Memorial “Nello Corradini” di Rubiera, che ho disputato con la nostra formazione Under 19. Un inghippo senza dubbio fastidioso, che al momento non è ancora completamente risolto: tuttavia ho ripreso ad allenarmi da ormai un paio di settimane, e la condizione fisica mi sta dando riscontri sempre più incoraggianti. Di conseguenza, prevedo di tornare ampiamente schierabile dal 12 dicembre in avanti”.


Fino a questo momento, la Modula ha collezionato 6 punti nell’arco di 7 gare: un bilancio soddisfacente, oppure credi che la squadra fosse nelle condizioni di fare meglio?

“Osservando la caratura complessiva delle avversarie con cui ci siamo confrontati, credo che fosse davvero difficile fare meglio: anzi, penso proprio che il ruolino di marcia sia stato persino migliore rispetto alle previsioni di inizio annata. Abbiamo iniziato a tracciare una strada convincente, che adesso bisogna continuare a percorrere con la massima fermezza: tutti noi ne siamo pienamente consapevoli, e sono convinto che questa sosta non affievolirà affatto la nostra tenacia”.


A proposito della sosta: questa pausa arriva al momento giusto, o avresti preferito tornare in campo già sabato prossimo?

“Per rispondere, è innanzitutto necessario inquadrare le ragioni che hanno determinato questo stop. La pausa serve per permettere a tutti i club di applicare un protocollo anticovid ancora più severo: dunque, di questi tempi si tratta senza dubbio di una decisione appropriata. Per quel che riguarda invece il piano strettamente sportivo, ritengo che in fin dei conti questa sospensione ci possa fare bene. Di recente, anche Mattia Lamberti e Mathieu Galopin hanno dovuto fronteggiare intoppi causati dagli infortuni: la sosta ci sarà quindi utile per svuotare l’infermeria. A Follonica puntiamo a presentarci in assetto completo, e siamo ragionevolmente ottimisti in tal senso”.


Quali sono le maggiori doti che la Modula Casalgrande ha espresso finora? E viceversa, dove risiedono i difetti che andrebbero corretti con maggiore rapidità?

“Oltre alle efficaci idee di gioco che caratterizzano la visione di Fiumicelli, il ferreo carattere che abbiamo espresso fin qui rientra senza dubbio tra le principali doti del nostro gruppo. Inoltre, siamo una squadra che non perde mai l’attitudine a migliorarsi e perfezionarsi sempre più: ci troviamo ben lontani dal sentirci “arrivati”, e ciò costituisce senza dubbio un ulteriore punto a favore. Parlando invece dei limiti, ritengo che adesso si debba lavorare a fondo per affinare in primo luogo la fase difensiva”.


lamberti mattia

Follonica sta dando prova di poter stare senza problemi nella medio-alta classifica: per la cronaca la Starfish ha totalizzato 9 punti in 6 gare, e tra i risultati più eclatanti c’è il pari maturato con l’attuale capolista Rubiera. Si tratta dell’avversaria giusta per riprendere il cammino agonistico, o avresti preferito ricominciare affrontando un organico con potenzialità sulla carta meno brillanti?

“A mio parere, non esiste affatto un’avversaria migliore o peggiore di altre. L’atteggiamento che ci anima è proprio lo stesso che da sempre contraddistingue tutte le formazioni della Pallamano Spallanzani Casalgrande: massima combattività e forte fiducia nei propri mezzi, indipendentemente dal livello della squadra che si ha di fronte. Sono certo che sarà così anche in terra maremmana: la sfida con Follonica ha un elevato tasso di difficoltà, ma questo primo tratto della stagione ci ha insegnato che spesso i pronostici lasciano davvero il tempo che trovano. Purtroppo, a quanto pare gli incontri saranno disputati a porte chiuse ancora per un po’ di tempo: colgo quindi l’occasione per invitare tutto il pubblico biancorosso a seguire le partite in diretta online”.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande 2020/2021
  • Il centrale biancorosso Riccardo Prodi
  • L’ala casalgrandese Mathieu Galopin
  • Al centro Andrea Strozzi, pivot della Modula
  • Il terzino casalgrandese Mattia Lamberti in azione.