Archivi tag: salim scalabrini

A2 maschile, conto alla rovescia per la ripresa del campionato. L’ala biancorossa Scalabrini: “Credo che la Modula Casalgrande sia la vera sorpresa del girone. Siamo consapevoli degli ostacoli che incontreremo a Follonica, ma non abbiamo motivi per nutrire eccessivi timori: il nostro morale è quello giusto, e anche la condizione fisica globale ci sta fornendo indicazioni molto confortanti. I pronostici lasciano il tempo che trovano, specialmente in questa stagione per tanti versi così strana. Noi dobbiamo perfezionarci in attacco, ma gioco di squadra e fase difensiva sono davvero a buon punto”

E’ ormai conto alla rovescia per la ripresa del campionato di serie A2 maschile: nella fattispecie il girone B si rimetterà in moto sabato prossimo, e i pallamanisti targati Modula Casalgrande sono attesi dall’impegnativa trasferta sul campo della Starfish Follonica. “La pausa degli ultimi tre fine settimana è legata a motivi solidi, che vanno senza dubbio nella giusta direzione – commenta l’ala biancorossa Salim Scalabrini Alla luce dell’attuale situazione generale, l’adeguamento del protocollo sanitario era assolutamente necessario: addirittura ritengo che sarebbe stato giusto procedere con i tamponi settimanali fin da inizio annata, come accaduto nell’ambito della serie A1. I controlli frequenti ci permettono di lavorare con ulteriore tranquillità, senza ovviamente perdere di vista le doverose cautele antivirus che tutti noi dobbiamo seguire nella vita quotidiana”.


Parlando più specificamente di pallamano, come sta la squadra in vista del duello in terra toscana?

“Direi decisamente bene: il morale è quello giusto, e anche la condizione fisica appare davvero dalla nostra parte. Come ampiamente annunciato nei giorni scorsi, a Follonica potremo contare sul terzetto composto da Mattia Lamberti, Riccardo Prodi e Mathieu Galopin: tutti e tre sono riusciti a rimettersi in sesto con efficacia, risolvendo i rispettivi infortuni. Di conseguenza, se non interverranno sgradevoli sorprese dell’ultima ora, sabato dovremmo essere al completo: ultimamente io ho dovuto saltare alcuni allenamenti a causa di impegni lavorativi, ma ciò non mi impedirà di essere a disposizione”.


Affronterete una formazione che ha tutte le carte in regola per restare stabilmente nei piani medio-alti della classifica: chi o che cosa bisogna temere di più nell’assetto dei prossimi avversari?

“Il nostro allenatore Fabrizio Fiumicelli sta preparando la gara nei minimi dettagli, e dunque ritengo che non si debba andare a Follonica con particolari timori: di certo siamo attesi da un compito tutt’altro che semplice, ma noi ci stiamo dotando degli strumenti necessari per provare a essere efficacemente incisivi durante l’intero confronto. Per quanto riguarda i pronostici, io eviterei di perdere troppo tempo nell’analizzare le varie previsioni: in questo campionato per tanti versi così singolare, ogni tentativo di scrutare la sfera di cristallo ha un valore addirittura inferiore rispetto al solito. In buona sostanza non ci sentiamo affatto battuti in partenza, pur essendo pienamente consapevoli degli elevati ostacoli che ci attendono”.

Una battuta sul cammino che la Modula ha costruito fin qui: un percorso efficiente, o avresti sperato in una traiettoria migliore?

“Osservando il gioco espresso ma soprattutto il rendimento in termini numerici, ritengo che la Modula Casalgrande sia la vera sorpresa del girone B: può sembrare una frase altisonante, ma credo proprio che si tratti di una definizione veritiera”.


Da cosa nasce questa tua valutazione?

“Ovviamente, l’obiettivo naturale di una qualsiasi squadra sta nel fare il meglio possibile e nel provare a vincere tutti gli incontri: ad ogni modo, in estate ciascuno di noi avrebbe messo la firma per totalizzare il bilancio che adesso ci contraddistingue. I 6 punti che abbiamo raccolto in 7 partite nascono dalla valida e coriacea identità di gioco, che si presenta addirittura più spiccata rispetto allo scorso anno: siamo cresciuti pure per quanto concerne lo spirito di squadra, proseguendo e affinando il grande lavoro compiuto dal trainer Daniele Scorziello nella passata stagione. I risultati parlano chiaro: per fare un esempio su tutti, basti pensare al successo casalingo per tanti versi inaspettato che siamo riusciti a ottenere contro la super potenza Tavarnelle. A livello più prettamente tecnico, la difesa rientra senza dubbio tra i nostri maggiori punti di forza: ora dobbiamo però migliorare la precisione in zona gol, e la gara contro Follonica rappresenta un’eccellente occasione per compiere un ulteriore passo avanti in tal senso”.


La Modula è attesa da un mese di dicembre che si preannuncia cruciale: oltre alla trasferta di Follonica e al duello interno del 19 con Nuoro, il 16 potrebbe aggiungersi il recupero casalingo infrasettimanale contro Chiaravalle. Il gruppo è pronto per affrontare al meglio questa grande corsa prenatalizia?

“La risposta è sì, senza alcun dubbio: non posso certo sbilanciarmi a predire i risultati che otterremo, ma le premesse sono certamente incoraggianti”.

Questa intanto la classifica del girone B di serie A2 dopo i primi 8 turni: Vikings Rubiera e Carpi 14 punti; Tavarnelle e Lions Teramo* 13; Camerano* 11; Follonica** 9; Modula Casalgrande* e Chiaravalle* 6; Verdeazzurro Sassari*, Nuoro, Fiorentina** e Parma 4; Bologna United e Ambra Poggio a Caiano* 0. Ogni asterisco indica una gara disputata in meno.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Salim Scalabrini, ala della Modula Casalgrande
  • Un’altra immagine di Salim Scalabrini
  • La Modula con l’allenatore Fabrizio Fiumicelli
  • Il terzino biancorosso Younes Id-Ammou
  • Il portiere casalgrandese Kevin Ricciardo
  • Daniel Dimitric, pivot della Modula.
Please follow and like us:

A2 maschile, due settimane al via del campionato. Scalabrini: “E’ una Modula che può migliorarsi ulteriormente rispetto allo scorso anno, ma ora qualsiasi pronostico è del tutto prematuro. Contro Carpi, sarà necessario puntare molto sull’elevato tasso di energia e velocità che ci deve caratterizzare”

La nuova serie A2 di pallamano maschile scatterà tra due settimane: il turno inaugurale è infatti previsto per sabato 19 settembre, e nell’occasione la Modula Casalgrande sarà di scena nell’atteso derby regionale sul parquet del Carpi. Intanto la preparazione dei biancorossi procede a gonfie vele, sotto l’attenta direzione del nuovo trainer Fabrizio Fiumicelli: all’interno del gruppo si respira un clima di notevole fiducia, pur nella piena consapevolezza dei rilevanti ostacoli che la prossima stagione ha in serbo.

“Il mio legame con lo Spallanzani Casalgrande risale a vecchia data, perchè è proprio qui che ho svolto tutto il mio percorso pallamanistico – ricorda l’ala Salim Scalabrini Di conseguenza, ora sono davvero felice di dare continuità al lavoro che ho svolto durante questi anni. Per quanto mi riguarda, non ho mai pensato di avvicinarmi ad altre squadre: il gruppo della Modula è la mia dimensione naturale, sia per il modo di lavorare che ci caratterizza sia per lo straordinario ambiente che regna al suo interno. Inoltre, giocando a Casalgrande ho la possibilità di coniugare al meglio la pallamano con tutti gli impegni che la vita richiede: in buona sostanza, non potrei affatto sperare di meglio”.


Il vostro lavoro precampionato ha preso il via lo scorso 24 agosto: come procedono le attività?

“Per adesso, il cammino va avanti secondo le intenzioni che avevamo disegnato: non ci sono particolari problematiche sotto l’aspetto fisico, e poi la squadra segue con attenzione le preziose direttive che provengono dal trainer Fiumicelli. L’amichevole in famiglia di sabato scorso, giocata al Pala Keope, ha rappresentato una tappa di buon rilievo nella traiettoria di preparazione. Giovedì prossimo 10 settembre è previsto un test con Imola, sempre a Casalgrande: in quell’occasione, avremo l’opportunità di effettuare un’autentica e utile prova generale in vista dell’imminente campionato”.


A proposito del campionato: l’avvio contro Carpi è di tuo gradimento, oppure avresti preferito dare inizio agli impegni ufficiali affrontando un altro tipo di rivale?

“Francamente, ritengo che adesso i pronostici lascino davvero il tempo che trovano. Il girone B di serie A2 comprende alcune squadre nuove che non conosciamo bene: inoltre proveniamo da un lungo stop agonistico che potrebbe parzialmente condizionare i valori in campo, almeno per quanto concerne la prima fase del torneo. Ad ogni modo so che Carpi si è attrezzata con l’obiettivo di vivere una stagione da medio-alta classifica: loro hanno un’età media più alta rispetto alla nostra, e dunque potranno mettere in campo un tasso di esperienza che va sicuramente a loro favore. D’altro canto, anche noi disponiamo di buone carte da giocare: cercheremo di puntare molto sull’energia che caratterizza una squadra giovane come la nostra, un’energia che dovrà essere tradotta in buona velocità e resistenza fisica”.

Come hai detto tu, adesso fare pronostici è senza dubbio difficile: comunque sia, così sulla carta, quali saranno le formazioni più ostiche da affrontare? E quali sono i traguardi a cui la Modula potrà oggettivamente ambire?

“Si fa un gran parlare di Rubiera, e in effetti i Vikings sono tra le compagini più accreditate per cogliere il 1° posto finale. Quanto al resto, al momento credo proprio che sia meglio non sbilanciarsi: noi abbiamo i mezzi necessari per provare a migliorare ulteriormente il rendimento dello scorso anno, ma per ora fermiamoci qui”.


Facendo un confronto con il 2019/20, quali sono i migliori pregi che dovrete nuovamente esprimere nell’immediato futuro? E viceversa, in quali aspetti sarebbe necessario migliorare?

“L’unità d’intenti che ci contraddistingue come squadra è certamente tra le nostre migliori caratteristiche. Inoltre, ci attendiamo molto pure dai più giovani: loro hanno destato ottime impressioni nei campionati Under, e ora avranno il difficile ma fattibile compito di farsi valere pure in un palcoscenico ben diverso come quello dell’A2. Quanto ai difetti da migliorare, nella prima fase della passata stagione ci siamo fatti prendere da un eccessivo nervosismo: troppe parole e troppe urla, specialmente durante le partite. A onor del vero si tratta di un problema che nel corso delle settimane abbiamo man mano risolto, e quindi bisogna continuare con decisione su tale strada. Per parlare c’è già Fabrizio Fiumicelli, che garantisce una guida tecnica di spessore: noi dobbiamo pensare solo a giocare, e a creare un’identità di gioco quanto più possibile spiccata ed efficace”.


A questo punto, non resta che attendere con trepidazione l’inizio della serie A2 2020/2021…

“Certo che sì, e colgo l’occasione per ringraziare la società: considerando il difficile contesto economico generale, la dirigenza della Pallamano Spallanzani ha fatto veramente grandi cose per permetterci di proseguire l’intera attività. La rinnovata fiducia da parte degli sponsor, a partire dai principali Modula e Casalgrande Padana, deve portare a ciascuno di noi giocatori un motivo in più per riporre in campo il massimo impegno”.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Da sinistra, l’ala Salim Scalabrini e il terzino Emanuele Seghizzi
  • Salim Scalabrini in azione
  • Il pivot biancorosso Alberto Barbieri
  • Il portiere casalgrandese Kevin Ricciardo
  • Adolfo Martucci, team manager della Modula Casalgrande.
Please follow and like us: