U13 femminile al Festival della Pallamano di Misano: è primo posto

Grande soddisfazione in casa “Pallamano Spallanzani”, questa volta portata dalle più piccole atlete della società che, con un percorso perfetto,  chiudono al primo posto il torneo promozionale U13.

 

La prima compagine a venire travolta dalle casalgrandesi è la Jomi Salerno, sulla quale le reggiane si impongono 29-9. Poi è il turno di Teramo piegato col risultato di 24-9. Chiaravalle cerca di resistere in qualche modo alle ragazzine terribili di coach Furlanetto, ma capitola alla fine per 28-19.

E’ il turno di Faenza regolato con un perentorio 30-10, po le due compagini ferraresi: Ariosto sconfitto 25-10, ed Handball Estense 23-8.

la U13 femminile

Nessuna sconfitta e risultati con vantaggi larghissimi portano le “nostre marmocchie” targate Casalgrande Padana sul tetto d’Italia, a mostrare la bontà del lavoro svolto in palestra già dalle elementari e che ha portato alla costruzione di questo gruppo davvero talentuoso.

“Mi sono emozionata -dice coach Ilenia Furlanetto- più per questo torneo che per partite importanti in cui invece a giocare ero io. Sono felicissima non solo del risultato, ma di come questo gruppo si sia dimostrato squadra non solo in campo ma anche fuori : sempre attente, sempre corrette, sempre pronte all’ascolto. Lo chiamano Festival della Pallamano e lo definiscono trofeo promozionale, ma di fatto, fosse anche solo per il clima che si respira, sono vere e proprie finali nazionali, e queste ragazze hanno meritato la vittoria da ogni punto di vista. Sono molto orgogliosa di loro, perchè è stata una stagione complicata, si sono misurate tutto l’anno con tante squadre maschili con tutte le difficoltà del caso, ma alla prova finale, il gran lavoro fatto ha decisamente dato i suoi frutti. E’ giusto però anche ringraziare chi ha collaborato con me: Andrea Casali per primo, che ha iniziato con questo gruppo quando erano ancora alle elementari. Francesca Franco e Giulia Dallari per il lavoro in palestra in questa stagione. I genitori che ci hanno aiutato nell’organizzazione di questa trasferta e si sono messi a disposizione del gruppo. Sicuramente dimentico qualcuno ma l’emozione è ancora piuttosto forte. Questo però è solo un punto di partenza. Un’ottima base per costruire sogni ancora più grandi, ma presto torneremo in palestra e ricominceremo a lavorare verso nuovi obiettivi”

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *