U17 maschile, la Casalgrande Padana non vincerà il titolo regionale: con Carpi una sconfitta casalinga a testa alta. Agazzani: “Per i nostri ragazzi è stata comunque una stagione molto utile e significativa”. Ora la finale 3° posto contro Imola

CASALGRANDE PADANA – CARPI 25 – 30

CASALGRANDE PADANA: Bacchi 4, Canelli 5, Capozzoli, Caprili (P), D’Arcio, De Francesco, Galopin 3, Gherman (P), Masini, Meloni 5, Rovatti, Tosi, Tronconi 5, Vignali 1, Zironi 2. Allenatore: Marco Agazzani.

CARPI: Ben Hadj Ali, Ferrarini 3, Segapeli 8, Ragazzoni E., Selmi Haj Frej (P), Ori, Dugoni (P), Ragazzoni S. 8, Bautta, Alietti 4, Karoui 7. Allenatore: Gennaro Di Matteo.

ARBITRI: Kurti e Lazzari.

NOTE: primo tempo 10-12. Rigori: Casalgrande Padana 2 su 4, Carpi 4 su 5. Esclusioni per due minuti: Casalgrande Padana 2, Carpi 0.

La Casalgrande Padana Under 17 maschile deve purtroppo abbandonare le speranze di conquistare il titolo regionale. Al pala Keope si stanno svolgendo le finali emiliano-romagnole: nel pomeriggio di oggi, sabato 21 maggio, i pallamanisti biancorossi hanno pagato dazio contro un Carpi sicuramente all’altezza della propria considerevole fama. In questo modo i bianconeri affronteranno la Pallamano 85 San Lazzaro di Savena, nella sfida di domenica 22 che determinerà l’assegnazione del primo posto: in palio ci sarà anche l’accesso alle finali nazionali, previste a giugno. La formazione ceramica dovrà invece accontentarsi di provare a conquistare la terza piazza, risultato che sarebbe comunque lusinghiero: per salire sul podio regionale serve un successo contro Imola, sempre domenica 22.

Paolo Canelli, ala/centrale della Casalgrande Padana U17 maschile

Andando con ordine, il pronostico della sfida odierna tra Casalgrande e Carpi si presentava piuttosto equilibrato: per capirlo basta menzionare i precedenti stagionali, contraddistinti da un successo per parte. Ancora una volta il fattore-campo è stato smentito, proprio come era accaduto nelle sfide disputate a novembre e febbraio. Anche questa volta, la formazione guidata da Marco Agazzani ha lottato: tuttavia Carpi è stata capace di mettere in campo qualcosa di più, sia come organizzazione di gioco generale sia in termini di lucidità nei momenti decisivi della sfida. Del resto, l’organico allenato da Gennaro Di Matteo ha condotto nel punteggio parziale per quasi tutto l’incontro: 3-4 per i bianconeri al 10′ e 6-9 al 20′, fino ad arrivare al 10-12 con cui si è chiusa la prima frazione di gioco. D’altro canto, la Padana ha il merito di essere riuscita a rimanere in partita almeno fino al 50′: 16-17 al 40′, mentre un minuto più tardi i biancorossi hanno piazzato l’aggancio sul 17 pari. A 10 minuti dal termine i carpigiani avevano un margine favorevole di 4 lunghezze (20-24): negli ultimi 600 secondi Carpi ha quindi preso il sopravvento in maniera definitiva, fino al 25-30 conclusivo che ha permesso ai bianconeri di esultare. Per le prove individuali, nelle file di casa in particolare evidenza Hendrick Tronconi, Paolo Canelli e Matteo Caprili: tra gli ospiti spiccano invece i riscontri del capitano Filippo Segapeli, del vice capitano Stefano Ragazzoni e di Abdelrahman Karoui.

Il timoniere biancorosso Marco Agazzani

“Sono comunque felice per ciò che abbiamo saputo fare – ha commentato Marco Agazzani, trainer della Casalgrande Padana U17 maschile – Mi riferisco sia a questa sfida contro Carpi, sia all’andamento dell’intera stagione. Di certo avremmo voluto raggiungere la finalissima per inseguire il titolo fino in fondo, inutile stare qui a negarlo: d’altro canto va anche detto che l’organico di Di Matteo è senza dubbio più maturo rispetto al nostro. I bianconeri sono stati in grado di amministrare meglio i frangenti più delicati della partita, mettendo in campo quel mestiere e quella malizia sportiva che a noi ancora mancano: si tratta di un aspetto che ha contribuito in modo determinante a fare la differenza. Al tempo stesso i nostri ragazzi hanno espresso una forte volontà di rimanere attaccati alla partita, anche nei minuti finali quando la sfida era ormai ampiamente indirizzata verso Carpi – ha aggiunto il tecnico biancorosso – Si tratta di un pregio comunque da elogiare, che rappresenta un’ottima base in vista del futuro. Nel 2021/22 i nostri ragazzi sono cresciuti parecchio: un percorso che andrà di certo proseguito e consolidato nella prossima stagione. Intanto c’è ancora un ultimo capitolo, rappresentato dalla finale per il 3° posto: un obiettivo a cui teniamo, poichè la medaglia di bronzo sarebbe davvero un ottimo premio di consolazione per noi”.

Gennaro Di Matteo, allenatore del Carpi U17 maschile

A inizio partita eravamo un po’ contratti e impacciati – ha quindi affermato il tecnico carpigiano Gennaro Di Matteo Tuttavia con il passare dei minuti siamo riusciti a risolvere i nostri problemi in modo davvero efficace, ottenendo così un successo che non era affatto scritto in partenza. La Casalgrande Padana si è espressa proprio come mi aspettavo, sviluppando un elevato tasso di combattività e autoconvinzione: tuttavia noi abbiamo saputo controbattere nel migliore dei modi, ottenendo un successo sicuramente sofferto ma comunque meritato. Congratulazioni ai nostri giocatori, ma anche a Casalgrande per lo spirito con cui ha affrontato l’impegno: ora però siamo attesi dalla finalissima contro una vera superpotenza come San Lazzaro di Savena, e dunque di certo non è ancora il tempo di festeggiare”.

Nell’altra semifinale di sabato 21 maggio, la Pallamano 85 San Lazzaro di Savena ha prevalso su Imola per 36-20.

IL PROGRAMMA. Domenica 22 maggio, la Casalgrande Padana sfiderà quindi Imola a partire dalle ore 15: alle ore 17 avrà invece inizio la sfida per il titolo regionale, tra Carpi e Pallamano 85. Entrambi i confronti si giocheranno ovviamente al pala Keope, e verranno trasmessi in diretta integrale sulla pagina Facebook del Gsd Pallamano Spallanzani Casalgrande.

Nella foto in alto, la Casalgrande Padana U17 maschile stagione 2021/22. Le immagini della Padana presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

Please follow and like us:
fb-share-icon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.