UNDER 14 MASCHILE: BOLOGNA – SPALLANZANI A 27-20

image1

Domenica 21 Febbraio 2016 in quel di Bologna si è tenuta l’ultima partita della prima fase dell’Under 14 Maschile.

Partita ostica quella affrontata dai nostri ragazzi  che fronteggiavano la seconda forza del girone che ha perso punti solo contro la corazzata Faenza. Come ormai solito nell’ultimo periodo, la squadra ospite affrontava la partita senza il centrale Lucchesi  (terza partita a fila senza di lui), il portiere Gasparini e Luciardi, tutti impegnati con l’U12.

Queste assenze non hanno influito sulla prestazione della squadra che ha saputo tenere testa alla forte compagine bolognese per quasi tutta la partita, come ormai solito (purtroppo), nei minuti finali siamo crollati dal punto di vista fisico ed abbiamo preso 3 goal in 1 minuto e 3 secondi (come dimostra il referto) che ha un po’ “falsato” il punteggio finale: 20 a 27 per i padroni di casa.

Tornando alla partita sicuramente il primo tempo è stato ottimo, buone collaborazioni a due con i pivot (3 goal per Vignali e 2 per Spano che ad inizio anno non davano un gran supporto in fase offensiva), grandi prestazioni individuali degli esterni,  da segnalare le 7 reti di Toro ,i 2 goal di Gjerji, sempre più integrato nel contesto di gioco come tiratore della squadra, e 2 reti  di Sigona. Piccola nota per quest’ultimo: ha giocato solo un tempo (il primo) per via di un infortunio alla schiena subito nel corso della contesa.

“Sono abbastanza soddisfatto di come gioca la squadra – dice il mister Montanari –  sicuramente potevamo dare ed avere di più, un po’ di punti persi per strada causa la grande inesperienza di questo gruppo e qualche prestazione al di sotto delle aspettative ci hanno portato a raccogliere pochi punti,  ma penso che i miglioramenti di questo gruppo si stiano vedendo, nel girone di ritorno siamo stati in grado di tenere testa a tutte le squadre , giocandosela alla pari con tutti. Quindi dobbiamo continuare a lavorare, per cercare di creare qualcosa di importante in futuro, siamo tra i più piccoli  ( un solo 2002 in squadra tutti gli altri sono 2003 se non 2004) e non dobbiamo avere fretta di crescere come squadra. Il lavoro paga sempre, quindi so ragas dai c’andom.”

 

Elena Trinelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *