UNDER 16-18 FEMMINILE: SPALLANZANI_16 – JUMPERS_18 23 – 20

u18

 

Pomeriggio intenso quello di domenica 17 gennaio al Palakeope che oltre ai ragazzi della U18 ha accolto anche le ragazze della U16 che hanno sfidato il Jumpers U18 vincendo con il risultato di 23-20

 

Il commento di Di Fazzio:

“Vittoria importante non tanto dal punto di vista della classifica (che verrà decisa nella seconda fase del campionato con gli scontri diretti) ma perché ha finalmente permesso alle nostre ragazze di prendere consapevolezza delle proprie capacità frutto del grande lavoro che stanno svolgendo.

Tutte loro svolgono infatti un enorme lavoro in termini di quantità con 5 allenamenti settimanali e due campionati (tre per le 2002 che partecipano anche alla under 14) e di qualità, le uniche quattro ragazze di categoria 2000 (le altre sono tutte più piccole) svolgono infatti diversi allenamenti anche con la prima squadra.

Il Castelnuovo è un avversario ostico, oltre ad essere più grandi per età le ragazze di Palazov hanno un ottima fisicità, buoni tiratori e un ottima guida tecnica.

Una prova interessante che ha visto le due squadre affrontarsi a viso aperto punto su punto per tutta la durata della incontro (come già nella gara di andata), ma  stavolta le nostre ragazze hanno avuto più cuore e soprattutto più convinzione nelle loro capacità, riuscendo a portarsi a +3 negli ultimi 10 minuti.

Ancora una volta la forza della squadra è stata nel reparto difensivo ma anche in attacco siamo finalmente riuscire a scardinare la loro difesa 6:0 (da sempre una bestia nera per noi), con azioni veloci di scalari e sfruttando i blocchi dell’infaticabile Artoni.

Prova assoluta corale ciò dimostrato anche dal fatto che tutte le giocatrici entrate in campo sono andate a segno. Neo della partita: come nella gara di andata troppo errori dai sette metri (cinque rigori sbagliati ieri), un plauso alle giovani Bertolani e Montermini che chiamate in causa dai sette metri nei minuti finali hanno messo a segno dei goal pesanti.

La strada è sempre lunga e sicuramente in salita ma credo che oggi le ragazze abbiamo capito di potere giocare davvero contro qualunque avversario.”

 

 

Elena Trinelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *