Ventennale con Casalgrande Padana.

In occasione della cena sociale che si svolgerà Martedì sera, 18 Dicembre 2012 alle ore 20,30 presso il “Ristorante da Fiorella” a Pratissolo di Scandiano, organizzata per festeggiare il Trentennale della società di pallamano di Casalgrande del “G. S. D. Pallamano Spallanzani Casalgrande” vi sarà un’altra ricorrenza da festeggiare, un ventennale.

Da 20 anni le ragazze della pallamano di Casalgrande portano in giro per l’Italia e per l’Europa il logo di Casalgrande Padana, disputando  campionati giovanili Regionali e campionati Nazionali di serie A1 e serie A2 partecipando inoltre a tante manifestazioni, Tornei in Sardegna, a Campo Tures,  a Praga, in Croazia, in Repubblica Ceca, in Ungheria ed anche una partecipazione alla Challanger Cup in Serbia, quando la squadra militava in massima serie qualificandosi al 4° posto e conquistando il pass per una prestigiosa coppa Europea.

Un ventennale che ha lasciato il segno, al punto tale che quando partecipiamo a certe riunioni in Federazione e/o andiamo in giro per l’Italia la nostra società viene quasi sempre individuata ed indicata come Casalgrande Padana e non come G. S. D. Pallamano Spallanzani, “Ci sono quelli della Casalgrande Padana” – dicono i tanti addetti ai lavori quando ci vedono arrivare.

Non ha conosciuto l’usura del tempo il connubio tra il G. S. D. Pallamano Spallanzani Casalgrande e la CasalgrandePadana, dopo 20 anni l’azienda ceramica guidata dal Cav. Franco Manfredini è ancora oggi al fianco di tutte le squadre femminili di pallamano di Casalgrande,

“Siamo soddisfatti ed orgogliosi – afferma Trinelli – perché continuare a ricevere per 20 anni consecutivi un sostegno economico dall’azienda più significativa del nostro Comune è un riconoscimento importante al nostro lavoro ed anche perché ci consente di portare avanti il progetto iniziato nelle Scuole Elementari e Medie del territorio Comune per avvicinare sempre più i giovani allo sport e per fargli vivere l’attività sportiva in un ambiente sano con sani principi morali, come riteniamo essere la nostra società, possibilmente lontani dalle tante tentazioni che il modo che li circonda offre loro, dove l’avversario non è un nemico con cui combattere ma un compagno da affrontare con cui confrontarsi sportivamente sul terreno di gioco.”

 

Casalgrande 17.12.2012

 c. t.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *