A2 maschile, una Modula rinfrancata si prepara al duello interno con San Lazzaro. Gabriele Ferrari: “Dobbiamo evitare i troppi virtuosismi individuali”

Galvanizzata dalla preziosa e corroborante affermazione ottenuta sul campo dell’Ambra Poggio a Caiano, la Modula Casalgrande è pronta per inseguire con rinnovata determinazione un ulteriore e significativo obiettivo da raggiungere. Sabato prossimo, 30 ottobre, i pallamanisti biancorossi saranno di scena sul parquet del pala Keope: l’agenda prevede un derby regionale che si preannuncia davvero vivace, contro la Tecnocem 85 San Lazzaro di Savena. La compagine allenata da Matteo Corradini è ancora alla ricerca del primo successo interno in campionato: la sfida contro i gialloneri rappresenta un’ottima occasione per iniziare finalmente a fare punti anche in casa, ma prima bisognerà fare i conti con il brio e con l’inesauribile tenacia di cui la formazione bolognese è capace.

Il duello casalingo con i bolognesi, arbitrato da Adrian Marian Dana e Marco Coppi, sarà valevole per il 7° turno di serie A2 maschile: fischio d’inizio previsto al consueto orario delle 18,30. Green pass necessario per accedere al palazzetto: inoltre il biglietto d’ingresso va prenotato sulla piattaforma Eventbrite, collegandosi al link https://www.eventbrite.it/o/gsd-pallamano-spallanzani-handball-team-31387719731 . In alternativa, il confronto verrà trasmesso in diretta integrale sulla pagina Facebook del Gsd Pallamano Spallanzani.

“A Poggio a Caiano siamo stati capaci di ottenere un’affermazione senza dubbio significativa e meritata – commenta l’ala casalgrandese Gabriele Ferrari, nel ripercorrere il blitz piazzato sabato scorso – Tuttavia, per noi la trasferta toscana non è stata tutta rose e fiori. Nella fattispecie durante il 1° tempo abbiamo complessivamente faticato, fornendo una prova di certo inferiore rispetto ai nostri possibili standard. Non a caso, nell’intervallo Corradini ha fatto sentire forte e chiara la propria voce dandoci una sonora strigliata: una lavata di capo molto salutare, perchè durante la ripresa siamo stati capaci di evidenziare quell’efficienza e quella precisione che troppe volte ci erano mancate nelle fasi precedenti. In tal modo, è giunta una vittoria tutt’altro che scontata o prevedibile: anche se fin qui l’Ambra ha vinto soltanto fuori casa, si tratta infatti di un’avversaria ostica e ben organizzata in campo pure quando gioca tra le proprie mura”.

Peraltro in Toscana Ferrari si è reso autore di una pregevole prova personale: a testimoniarlo ci sono pure i suoi 4 centri personali. “Con le assenze di Galopin e Rispoli, l’allenatore mi ha assegnato responsabilità maggiori rispetto a quelle che ho avuto fin qui – sottolinea il diretto interessato – Di certo si può sempre migliorare, ma ritengo di aver onorato l’impegno in maniera soddisfacente: sono riuscito a ottenere buoni risultati anche in ambito individuale, grazie al costante e intenso lavoro che sto portando avanti durante gli allenamenti. Spero quindi che la prova fornita in terra pratese arrivi a rappresentare un pregevole trampolino di lancio, per arrivare a guadagnarmi un crescente minutaggio: al tempo stesso, mi auguro però che tutti gli assenti possano rientrare quanto prima. Più soluzioni avremo a disposizione in ogni gara, meglio sarà per questa Modula”.

Intanto, Casalgrande avrà un assetto incompleto pure nel duello con San Lazzaro: ancora fuori l’infortunato Kristian Toro, che ne avrà almeno per un’altra decina di giorni. Tra i biancorossi mancherà inoltre Riccardo Prodi: in Toscana il centrale ha dovuto abbandonare il confronto già nei primi minuti, a causa di un taglio alla testa rimediato in un fortuito scontro di gioco. Ancora da valutare le condizioni fisiche di Gianluca Ravaglia, in forte dubbio: dovrebbero invece rientrare Mathieu Galopin e Leonardo Rispoli, che a Poggio a Caiano erano assenti per motivi personali.

“Non possiamo certo nasconderci dietro alle assenze, a mo’ di giustificazione anticipata – evidenzia Ferrari – Le defezioni che fronteggeremo avranno il loro peso, inutile negarlo: d’altronde, ogni squadra con la S maiuscola deve affrontare con determinazione e possibilmente con efficacia anche questo tipo di problemi. Per quanto concerne gli avversari, credo proprio che la Tecnocem San Lazzaro stia attraversando un buon periodo sotto ogni punto di vista: del resto sabato scorso loro hanno riportato una vittoria casalinga davvero altisonante, al cospetto di un’avversaria non certo accomodante come il Campus Italia. La formazione bolognese è una realtà caratterizzata da un’eccellente struttura di gioco, ben orchestrata dall’esperto tecnico Andrea Fabbri: inoltre loro possono contare su un’ottima batteria di terzini. Solo a titolo di esempio, basti pensare a nomi del calibro di Felletti, Argentin, Norfo: tutti elementi di primo piano. In più, San Lazzaro sa sviluppare un gioco fondato in buona parte sulla rapidità: manovre parecchio veloci, che di certo ci causeranno problemi complessi da risolvere”.

Ad ogni modo, Gabriele Ferrari crede con fermezza nelle possibilità di successo biancorosse: “Il blitz da cui proveniamo ci ha resi ancora più consapevoli delle potenzialità che ci contraddistinguono – afferma deciso il giocatore – Ciò risulterà parecchio utile in vista del confronto che ci attende: all’interno della squadra c’è un clima all’insegna della rinnovata combattività. Teniamo in modo particolare alla sfida di sabato prossimo, perchè l’ottenimento del primo acuto interno stagionale non può più aspettare oltre: ci stiamo avvicinando all’appuntamento nel modo migliore, senza timori nè tantomeno tensioni. Quando esprimiamo un gioco corale, siamo in grado di mettere in difficoltà qualsiasi avversaria del girone – rimarca l’ala della Modula – Noi sappiamo infatti sviluppare una circolazione di palla precisa e produttiva: lo si è visto sia a Poggio a Caiano, sia in tante altre circostanze nel corso delle prime sei giornate. D’altro canto, alcune volte tendiamo ancora ad affidarci in modo eccessivo agli spunti e ai virtuosismi individuali: un problema che contro l’Ambra si è verificato in vari passaggi del primo tempo. Di conseguenza, la partita che ci attende va anche vista come una buona opportunità per superare questo genere di difetto”.

LA SITUAZIONE IN SERIE A2 MASCHILE. Sabato 30 si giocheranno anche i confronti Verdeazzurro Sassari-Chiaravalle, Campus Italia-Camerano, Santarelli Cingoli-Ogan Pescara, Lions Teramo-Prato e Bologna United-Romagna. La settima giornata si chiuderà sabato 6 novembre, con il posticipo Starfish Follonica-Ambra Poggio a Caiano.

Classifica del girone B: Romagna e Santarelli Cingoli 12 punti; Ogan Pescara 10; Camerano 9; Lions Teramo 8; Chiaravalle e Ambra Poggio a Caiano 6; Tecnocem San Lazzaro di Savena e Verdeazzurro Sassari 5; Modula Casalgrande e Campus Italia 4; Starfish Follonica 3; Bologna United e Prato 0.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande durante il raduno di agosto
  • L’ala casalgrandese Gabriele Ferrari
  • Marco Giubbini, terzino/centrale della Modula
  • Il pivot biancorosso Andrea Strozzi
  • Mattia Lamberti, terzino e capitano della Modula
  • Il terzino/centrale biancorosso Mattia Bacchi
  • Il pivot casalgrandese Eugenio Oliva
  • Il team manager biancorosso Adolfo Martucci.
Please follow and like us:
fb-share-icon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *