Archivi categoria: Novità

A2 maschile, la Modula Casalgrande torna sulla ribalta del campionato con una tra le sfide più attese dell’annata: domani al Pala Keope il derby casalingo contro la corazzata Rubiera. Lenzotti: “Affronteremo la squadra meglio attrezzata nel panorama della categoria, e l’approccio alla gara sarà di basilare importanza. Se nei primi minuti avremo la mentalità giusta, costruiremo le condizioni necessarie per provare a piazzare l’impresa: in caso contrario, i Vikings correranno indisturbati verso il successo. A ben vedere noi abbiamo molto meno da perdere rispetto a loro, e ciò dovrà essere un vantaggio a nostro favore: siamo davanti all’occasione giusta per esprimere un’ulteriore sovrappiù di grinta e carattere, elemento essenziale per restare tra le prime 6 in classifica”

Dopo due fine settimana di sosta, la traiettoria di campionato della Modula Casalgrande si appresta a riprendere con uno tra i duelli senza dubbio più attesi: domani, sabato 26 marzo, i biancorossi saranno di scena al Pala Keope per disputare il secondo derby stagionale contro i Vikings Rubiera. Il confronto, valevole per la 20esima giornata, avrà inizio al consueto orario delle 18,30: Simone Prandi e Fabio Ambrosetti gli arbitri designati. Purtroppo ancora una volta il pubblico non potrà accedere al palazzetto, ma come sempre sarà garantita la diretta integrale su Facebook: sia sulla pagina del Gsd Pallamano Spallanzani Casalgrande, sia su quella della Pallamano Rubiera.

Sulla carta, i biancorossoblù allenati dal grande ex Luca Galluccio hanno il pronostico dalla propria parte: i “Vichinghi” sono saldamente primi in classifica, e peraltro nel 2021 hanno accumulato ben 9 successi su altrettanti confronti disputati. L’ultimo in ordine di tempo è quello conquistato domenica scorsa, sul parquet di una diretta concorrente in chiave play off: per la precisione, i rubieresi hanno sbancato Camerano con il punteggio di 19-21. A confortare la formazione della Via Emilia c’è anche il risultato del derby di andata: il 31 ottobre scorso, al Pala Bursi, la Modula Casalgrande uscì sconfitta con un eloquente 32-20. Tuttavia, a onor di cronaca, c’è da dire che in quella circostanza i nostri beniamini accusavano pesanti assenze: il trainer Fabrizio Fiumicelli dovette fare a meno di Lamberti, Prodi e Galopin, all’epoca confrontati con i rispettivi infortuni.

Un insieme di fattori che sembrerebbe far intravedere una nuova affermazione rubierese: tuttavia la Modula rifiuta con fermezza la parte della vittima predestinata, e le parole di Alessandro Lenzotti la dicono lunga sul modo in cui i biancorossi si stanno avvicinando a questo confronto così impegnativo. “In effetti non siamo al massimo della forma, nè sotto l’aspetto della condizione fisica nè per quanto riguarda il morale – afferma il pivot casalgrandese – Tuttavia, questa sosta è arrivata al momento più opportuno. L’ultima gara che abbiamo disputato risale allo scorso 6 marzo, e nell’occasione Camerano ha espugnato il Keope rifilandoci una netta sconfitta interna: la pausa è stata utile per analizzare a fondo i problemi emersi contro i marchigiani, e per lavorare con la necessaria calma allo scopo di trovare possibili soluzioni. Purtroppo, nemmeno domani potremo presentarci al completo – sottolinea il giocatore – Tra le assenze che ci riguardano c’è quella di Dennis Toro, che ha riportato un piccolo infortunio durante gli allenamenti: nulla di grave, ma stavolta lui dovrà rimanere fermo. Un vero peccato, specie considerando che eravamo rimaneggiati anche nella sfida di andata: almeno stavolta, avrei sperato di affrontare la fuoriserie rubierese mettendo in campo il pieno delle nostre forze”.

Lenzotti si sofferma quindi sulle caratteristiche degli avversari di turno: “Il cammino costruito dai Vikings non mi sorprende affatto, perchè stiamo parlando di quella che senza dubbio è la squadra più completa del campionato. Peraltro, di fatto Galluccio può contare su due squadre intere: ciò gli permette di applicare ampie rotazioni, e quindi di gestire con la massima efficacia le energie disponibili. L’elenco delle insidie che ci attendono è davvero cospicuo: loro sono bravissimi tanto in attacco quanto in difesa, e i numeri sono lì a dimostrarlo. Poi il tecnico dei “Vichinghi” ci conosce bene, e quindi sa come crearci grattacapi: inoltre noi possiamo effettuare molti meno cambi, e ciò sarà un ulteriore aspetto a favore di Rubiera”.

Al tempo stesso, il pivot biancorosso indica pure una possibile strada per provare a piazzare l’impresa: “Pur trattandosi di un confronto davvero in salita per noi, siamo comunque ben lontani dal pensare che la contesa sia già scritta in partenza. Molto dipenderà dall’approccio alla partita che sapremo avere: in alcune partite il rendimento nei minuti iniziali ha rappresentato un vero punto a nostro favore, ma in altre si è rivelato un difetto davvero pesante. Le prime fasi dell’incontro rivestono un’importanza basilare in ogni sfida che disputiamo – rimarca Alessandro Lenzotti – Se cominciamo con la mentalità giusta, acquisiamo fin da sùbito una dose di carattere e tenacia che non ci abbandona più fino al 60′: quando invece partiamo con il freno a mano tirato, o con l’illusione di fare gol facili, la disfatta è quasi sempre garantita”.

I Vikings Rubiera hanno ancora un obiettivo tangibile da centrare, ossia l’accesso agli spareggi promozione: al termine della stagione regolare, la qualificazione verrà attribuita alle prime 2 classificate del girone. Viceversa, la Modula Casalgrande è ormai tranquilla sotto il profilo dei traguardi: salvezza in cassaforte, e play off per l’A1 irraggiungibili. “In fin dei conti noi non abbiamo nulla da perdere, e si tratta di un aspetto che dovremo saper trasformare in un rilevante vantaggio per noi – afferma il pivot biancorosso – Rubiera ha un organico molto più attrezzato rispetto al nostro, e lo sappiamo bene: tuttavia, la fibra motivazionale che ci caratterizza non ne risentirà. Noi siamo comunque tra le sei maggiori potenze del gruppo B, ed è lì che vogliamo restare fino al termine della stagione: un compito che ritengo fattibile, ma solo se sapremo sviluppare un ulteriore sovrappiù di grinta e carattere. Il derby con Rubiera va quindi visto come un’ottima occasione per piazzare miglioramenti in tal senso: è infatti un contesto di notevole prestigio, che dovrà costituire un buon motivo in più per esprimerci con rinnovata tenacia”.

QUI VIKINGS. Tra i tanti ex di turno che contraddistinguono l’imminente derby, c’è anche il capitano rubierese Andrea Benci: “Sono cresciuto nelle file biancorosse, dove ho giocato per molti anni – ricorda il terzino dei Vikings – Di conseguenza sono sempre felice di tornare a Casalgrande, sia pure da avversario: al tempo stesso non farò certo sconti, come è ovvio che sia. Ora come ora, io resto infatti concentratissimo sull’obiettivo che tutto il nostro straordinario gruppo sta inseguendo: a questo punto il traguardo da raggiungere è ovviamente quello dei play off, ma possibilmente senza accontentarsi della seconda piazza. La precisa intenzione che ci anima sta nel lavorare a fondo per conservare la vetta della classifica: oltre a costituire un’ulteriore iniezione di fiducia, il 1° posto ci permetterebbe di avere un cammino sulla carta più agevole durante gli spareggi”.

“In buona sostanza, vorremmo presentarci ai play off con le migliori credenziali possibili – prosegue Benci – D’altro canto, nonostante la sfilza di successi da cui proveniamo, siamo ben consapevoli di non avere ancora raggiunto nulla sotto l’aspetto matematico. Da qui al termine della stagione regolare ci attendono numerosi ostacoli di rilievo, e il derby di Casalgrande è senza dubbio tra questi: chi immagina una facile vittoria di Rubiera pecca di frettoloso ottimismo nei nostri confronti, e ciò che dico non è affatto un semplice slogan di circostanza”.

“Innanzitutto, affronteremo una squadra che può fare affidamento su un elevato tasso di energie – aggiunge il capitano biancorossoblù – Noi abbiamo molti giovani di talento, ma Casalgrande non è affatto da meno. L’organico di Fiumicelli può infatti contare su un vasto gruppo di ragazzi con ottime prospettive tecnico-agonistiche: non a caso, sono nomi emergenti che si stanno distinguendo pure nel campionato Under 19. In più finora la Modula ha compiuto un percorso di ottimo livello, e la classifica ne dà piena testimonianza: peraltro, si tratta di un cammino impreziosito da due vittorie a sorpresa. Mi riferisco al successo casalingo sul Tavarnelle, e al blitz concretizzato il mese scorso sul campo del Lions Teramo: successi che rappresentano un motivo ulteriore per non abbassare la guardia. A livello di singoli, occhio inoltre all’esperienza del capitano biancorosso Mattia Lamberti: un tiratore d’eccezione, che molto spesso è capace di assicurare almeno 10 gol alla propria squadra”.

“E’ vero che sabato Casalgrande avrà un assetto incompleto, ma pure noi fronteggeremo pesanti assenze – annuncia quindi Andrea Benci – Saremo nuovamente privi dei lungodegenti Racalbuto, Panettieri e Hila: purtroppo, per tutti e tre la stagione è già terminata. La solidità nel blindare la porta rappresenta un vero tratto distintivo della nostra tipologia di gioco, e anche al Pala Keope dovrà essere un’autentica base da cui partire per dirigerci con efficienza verso i due punti. Inoltre cercheremo di aggiustare qualcosa in attacco, perchè a volte incappiamo in qualche tiro forzato che potremmo benissimo risparmiarci. Il tutto mantenendo sempre un saldo spirito di gruppo: una dote che finora ci ha sempre permesso di affrontare con efficacia ogni circostanza, anche quelle di maggiore difficoltà”.

LA SITUAZIONE IN A2 MASCHILE. Sabato si giocheranno anche Verdeazzurro Sassari-Starfish Follonica, Lions Teramo-Bologna United e Parma-Ambra Poggio a Caiano: rinviata Hac Nuoro-Carpi, mentre Camerano e Chiaravalle osservano un turno di riposo.

Classifica del girone B (tra parentesi il numero di confronti disputati): Vikings Rubiera 30 punti (16); Carpi 28 (16); Camerano 25 (17); Lions Teramo 21 (16); Starfish Follonica 19 (15); Modula Casalgrande 16 (16); Verdeazzurro Sassari 14 (15); Chiaravalle 13 (16); Parma 8 (16); Ambra Poggio a Caiano 6 (16); Hac Nuoro 4 (14); Bologna United 4 (15).

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Il pivot casalgrandese Alessandro Lenzotti (a sinistra) contrastato dal pari ruolo rubierese Davide Bartoli*
  • Un’altra immagine di Alessandro Lenzotti
  • Tris di pivot in azione: da sinistra Luca Bortolotti (Rubiera), Lorenzo Pedretti (Rubiera) e Andrea Strozzi (Modula Casalgrande, con il numero 24)*
  • Il portiere Luigi Prandi e il terzino Younes Id-Ammou, entrambi in forza alla Modula*
  • Il pivot casalgrandese Enrico Aldini*
  • Andrea Benci, capitano dei Vikings Rubiera e grande ex di turno*
  • Mattia Lamberti, capitano e fromboliere biancorosso
  • La Modula Casalgrande 2020/2021.

(le foto con l’asterisco provengono dalla pagina Facebook della pallamano Rubiera)

Please follow and like us:

A2 maschile, una Modula molto rimaneggiata riesce ugualmente a piazzare l’impresa: Casalgrande sbanca Chieti, prevalendo sulla fuoriserie Lions Teramo. Fiumicelli: “Sono comunque alterato, perchè ieri non dovevamo giocare. Alla luce della situazione Covid che stiamo vivendo all’interno del nostro club e in tutta l’Emilia Romagna, è assurdo che non ci sia stato concesso il rinvio della partita. Per il resto questa vittoria è davvero sorprendente, specie considerando che in settimana ci siamo allenati molto meno del solito. Nonostante le pesanti defezioni, abbiamo fatto valere fin da sùbito il nostro elevato tasso di energia”

LIONS TERAMO – MODULA CASALGRANDE 29 – 30

LIONS TERAMO: Bellia, Camaioni 1, Cinelli, Collevecchio (P), De Angelis (P), De Ruvo 3, Di Marcello 2, Forlini 4, Giampietro 2, Michini 2, Morale 3, Murri 5, Toppi 6, Valeri 1. Allenatore: Marcello Fonti.

MODULA CASALGRANDE: Aldini 3, Dimitric, Ferrari, Galopin 1, Giubbini 4, Id-Ammou 1, Lamberti 13, Lenzotti 5, Prandi (P), Strozzi 3, Toro D. Allenatore: Fabrizio Fiumicelli.

ARBITRI: Dionisi e Maccarone.

NOTE: primo tempo 13-15. Rigori: Teramo 2 su 2, Modula 3 su 3. Esclusioni per due minuti: Teramo 3, Modula 1.

Semplicemente superlativa: è la Modula Casalgrande vista ieri sera in terra abruzzese, che ha piazzato un’autentica impresa sconfiggendo in modo brillante una tra le maggiori potenze del campionato. Il duello era valevole per la 17esima giornata di serie A2: in questi giorni al Pala San Nicolò di Teramo si sta svolgendo la somministrazione dei vaccini anticovid, e dunque il confronto con i Lions ha dovuto cambiare sede rispetto a quanto previsto dal calendario. Così, la sfida ha avuto luogo al Pala Santa Filomena di Chieti: come è noto, l’impianto teatino è anche Centro Tecnico Federale.

Il confronto con i biancorossi teramani si presentava denso di difficoltà per i nostri beniamini: la squadra guidata da Marcello Fonti ha saputo guadagnarsi la meritata fama di credibile pretendente in chiave play off, e inoltre la Modula si è presentata con un assetto decisamente rimaneggiato. Tra assenze per motivi personali e defezioni legate purtroppo al virus, il trainer Fabrizio Fiumicelli ha potuto mandare a referto soltanto 11 pallamanisti: sulla carta i casalgrandesi sembravano quindi destinati a vivere una trasferta infruttuosa, ma il campo ha smentito in maniera netta i pronostici della vigilia.

Fin dalle battute iniziali della gara, la Modula è stata capace di abbandonare ogni sorta di timore reverenziale: incuranti dei consistenti ostacoli che caratterizzavano l’incontro, gli ospiti sono riusciti a fornire una prova di elevatissimo impatto sia tecnico sia caratteriale. Casalgrande ha guidato nel punteggio per la stragrande maggioranza dell’incontro: sul finale è sopraggiunta un po’ di comprensibile stanchezza, ma la Modula si è comunque dimostrata in grado di governare bene le proprie energie viaggiando efficacemente verso la vittoria. A livello individuale, impossibile ignorare la prova del capitano: serata a dir poco maiuscola per Mattia Lamberti, che ha realizzato quasi la metà delle reti ospiti. Ad ogni modo, i meriti di quest’affermazione così roboante vanno estesi all’intera squadra: con il blitz piazzato a Chieti, i casalgrandesi hanno saputo distinguersi a 360 gradi sotto ogni punto di vista. Una vittoria che permette ai nostri beniamini di guardare al futuro agonistico con rinnovato slancio, cancellando quelle ombre sul piano del gioco che erano emerse la scorsa settimana nella pur vittoriosa contesa casalinga con l’Ambra Poggio a Caiano.

“Risultato ottimo, ma non nascondo di essere fortemente alterato – commenta Fabrizio Fiumicelli, tecnico della Modula Casalgrande – A mio parere è assurdo che la Figh non abbia concesso il rinvio della partita, e lo dico assumendo la piena responsabilità delle mie affermazioni. Nel nostro organico i tamponi hanno evidenziato due positività al Covid, entrambe fortunatamente senza sintomi gravi: inoltre abbiamo altri ragazzi che sono negativi, ma che al momento si trovano in quarantena fiduciaria precauzionale. Oltretutto, la situazione della Pallamano Spallanzani è ormai nota a tutti: ieri la compagine di A2 femminile targata Casalgrande Padana non ha potuto giocare proprio a causa dei contagi al suo interno, e le ragazze frequentano il Pala Keope esattamente come noi. Come se non bastasse, la diffusione del Coronavirus risulta purtroppo in aumento nell’intera Emilia Romagna – rimarca Fiumicelli – Alla luce di questi fattori noi abbiamo chiesto ripetutamente il rinvio della gara, ma senza esito. Visto che nella Modula ci sono meno di 4 positivi, il protocollo sanitario non prevede la possibilità di rimandare la partita: tuttavia stavolta bisognava andare oltre l’applicazione letterale delle norme, facendo uso di una regola universale che è quella del buon senso”.

Fiumicelli si sofferma quindi sulla partita: “Chi mi conosce sa bene che io non uso mai termini molto altisonanti, ma stavolta i ragazzi sono stati davvero straordinari. Questi 2 punti erano difficilmente pronosticabili, specie considerando i tanti intoppi sopraggiunti in settimana: i problemi relativi al Covid hanno senza dubbio condizionato la nostra tabella di preparazione, e dunque ci siamo allenati molto meno rispetto al solito. In più, di fronte c’era una vera fuoriserie di questo girone B: i fattori a noi sfavorevoli erano dunque parecchi, ma nonostante ciò siamo stati capaci di ripetere e addirittura migliorare la prestazione dell’andata. Nell’ottobre scorso, al Pala Keope, il Lions Teramo ci ha sconfitti sul filo di lana dopo una sfida disputata alla pari per quasi tutti i 60 minuti – ricorda l’allenatore della Modula – Stavolta, invece, noi abbiamo assunto le redini dell’incontro fin dall’inizio: anche se avevamo numerose assenze, siamo riusciti a cogliere di sorpresa gli avversari. Il Lions è squadra di notevole talento, ma con un’età media maggiormente alta rispetto alla nostra: noi invece abbiamo più corsa ed energie a disposizione, doti che ieri si sono rivelate decisive nel propiziare ed ottenere questo successo. Al di là dei 13 gol messi a segno da un implacabile Lamberti, ciascuno dei nostri ragazzi ha saputo dare un contributo di basilare importanza: quindi, valutazioni altissime per tutta la squadra. E’ una vittoria che dedichiamo in particolare ai nostri tesserati colpiti dal virus, e più in generale a tutti coloro che ci seguono”.

Se non arriveranno variazioni, sabato prossimo la Modula Casalgrande sarà al Pala Keope per affrontare un’altra super potenza del raggruppamento: si tratta del Camerano, che cercherà una vittoria per restare in piena corsa nell’ottica degli spareggi promozione. “Innanzitutto mi auguro che vi siano le condizioni per giocare tranquillamente, non come stavolta – evidenzia Fabrizio Fiumicelli – Per il resto la salvezza è sempre più in cassaforte, e adesso la vittoria contro Teramo rafforza le nostre speranze di arrivare a fine stagione tra le prime 6 in classifica: tuttavia il cammino che ci attende si presenta ancora ricco di criticità, e la sfida contro Camerano rientra senza dubbio tra queste”.

LA SITUAZIONE IN A2. Ieri si sono giocate anche Chiaravalle-Hac Nuoro 25-22, Ambra Poggio a Caiano-Camerano 18-31 e Carpi-Vikings Rubiera 24-26: rinviata Bologna United-Parma, mentre Verdeazzurro Sassari e Starfish Follonica osservano un turno di riposo.

Classifica del girone B (tra parentesi il numero di gare disputate): Vikings Rubiera 26 punti (14); Carpi 26 (15); Camerano 23 (15); Lions Teramo 20 (15); Starfish Follonica 17 (14); Modula Casalgrande 16 (15); Verdeazzurro Sassari 12 (13); Chiaravalle 12 (14); Parma 8 (13); Ambra Poggio a Caiano 6 (15); Hac Nuoro 4 (14); Bologna United 0 (13).

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande 2020/2021
  • Da sinistra, il pivot casalgrandese Alessandro Lenzotti e il terzino Marco Giubbini
  • Il portiere biancorosso Luigi Prandi
  • L’allenatore Fabrizio Fiumicelli
  • Il terzino biancorosso Mattia Lamberti, capitano della Modula
  • Al centro, il pivot casalgrandese Andrea Strozzi
  • Daniel Dimitric, ala della Modula.
Please follow and like us:

A2 femminile, la Casalgrande Padana piazza un blitz di prestigio: biancorosse vittoriose 36-41 sul campo delle Guerriere Malo, protagoniste in massima divisione. Corradini: “Le nostre ragazze hanno fornito impressioni davvero incoraggianti, in primo luogo per quel che riguarda la brillantezza della condizione fisica. Successo di spessore, contro un’avversaria che resta di assoluto talento nonostante l’assenza di Savica Mrkikj: tuttavia, dobbiamo aggiustare qualcosa sul piano difensivo. E’ vero che di fronte c’era una realtà di A1, ma 36 reti subite sono comunque troppe”. Sabato torna il campionato, con la super sfida al vertice: “Parecchie insidie, perchè anche la Venplast ha molte giocatrici abituate alla categoria superiore. Poi, il fatto di giocare a Dossobuono potrà essere un rilevante valore aggiunto per le scaligere”

Amichevole vittoriosa per la Casalgrande Padana: ieri sera le pallamaniste biancorosse si sono imposte in terra vicentina, prevalendo contro un’avversaria di categoria superiore. La formazione ceramica ha riportato un prestigioso successo al Pala Deledda di Malo: di fronte c’erano ovviamente le Guerriere allenate da Diego Menin, che disputano la serie A1. La sfida si è articolata sulla distanza classica di due tempi da 30 minuti ciascuno: un confronto ricco di gol, come testimonia il 36-41 finale a favore della Padana.

“I numeri fotografano bene ciò che si è visto durante l’incontro – commenta il trainer casalgrandese Matteo Corradini– Abbiamo guidato nel punteggio fin dai minuti iniziali: inoltre, nel corso della sfida le nostre ragazze sono anche arrivate a raggiungere le 7 lunghezze di vantaggio. Nell’inquadrare le principali doti che hanno permesso di arrivare alla vittoria, spicca senza dubbio la notevole brillantezza sul piano fisico: per tutti i 60 minuti la squadra ha corso parecchio, senza mai accusare in modo significativo il peso della fatica. L’accurato lavoro di Ilenia Furlanetto ci sta dando una forte spinta in tal senso: oltre a essere una vera colonna del nostro organico di giocatrici, lei sta dando un’impronta davvero convincente anche nel ruolo di preparatrice atletica”.


“D’altro canto, probabilmente avremmo potuto sviluppare una maggiore precisione in chiave difensiva – prosegue il timoniere della Casalgrande Padana – E’ vero che avevamo di fronte una realtà di massima serie, ma 36 gol subìti sono comunque una quantità che va limata soprattutto in vista di sabato. Ad ogni modo, dal punto di vista globale quest’amichevole mi ha consegnato impressioni ulteriormente incoraggianti: del resto, si tratta di un’affermazione che conferma una volta di più il buon valore del percorso svolto fin qui. Come è noto le Guerriere Malo non possono più contare sui gol della nordmacedone Savica Mrkikj, che purtroppo ha già terminato la stagione causa infortunio: tuttavia, la formazione vicentina resta comunque una compagine di spessore tecnico-agonistico davvero elevato”. La Padana si è presentata con un assetto quasi completo: “A referto avevamo 14 ragazze e non 16, perchè c’erano alcune defezioni per motivi personali – spiega Corradini – Tra queste figura Georgette Kere, unica assente tra le nostre atlete più esperte. Mancava inoltre Asia Trevisani, che accusa un fastidio alla schiena: nulla di grave, ma giustamente si è preferito non forzare la mano per evitare di correre rischi. Sabato prossimo, a Dossobuono, avremo di nuovo 16 effettive a disposizione”.


I riflettori sono dunque puntati sull’attesissimo duello contro le “Aviatrici”, che condividono con la Casalgrande Padana il primato in classifica: la contesa, giova ricordarlo, sarà valevole per la sesta giornata del girone A di serie A2. “Gli altisonanti pronostici che ci riguardano non fanno che rendere ancora più consistente il nostro entusiasmo – sottolinea Matteo Corradini – D’altro canto, sappiamo bene che i soli valori sulla carta non bastano per fare punti: anche noi dovremo sudarci a fondo ogni vittoria, e la trasferta veronese che ci attende è senza dubbio tra gli ostacoli più insidiosi di questa stagione così desueta. Per capire il valore della Venplast Dossobuono, basta dare un’occhiata all’organico giallorosso: anche loro hanno molte giocatrici con esperienze in A1, e ciò costituisce un aspetto da non sottovalutare affatto nel preparare la partita di sabato. In più, fin qui le scaligere non hanno mai perso in casa: quindi, il fatto di giocare al Pala Dossobuono potrà certamente essere un valore aggiunto a favore delle padrone di casa”.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La pivot biancorossa Francesca Franco in azione
  • Ilenia Furlanetto, capitana e preparatrice atletica della Casalgrande Padana
  • L’allenatore Matteo Corradini
  • Da sinistra (in maglie gialle) l’ala casalgrandese Marianna Orlandi, la pivot Alessia Artoni e l’ala/terzino Laura Bertolani
  • La pivot biancorossa Giulia Mattioli.
Please follow and like us:

A2 femminile, settimana veneta per la Casalgrande Padana: stasera le biancorosse faranno visita alle Guerriere Malo di A1 per un’amichevole di lusso, mentre sabato tornerà il campionato con lo scontro al vertice sul campo del Dossobuono

Dopo due fine settimana senza occasioni di confronto, la Casalgrande Padana di A2 è pronta per rituffarsi nel clima-partita: in particolare, questa settimana le biancorosse sono attese da un duplice impegno.

Stasera, lunedì 15 febbraio, l’organico allenato da Matteo Corradini sarà protagonista di un’amichevole di lusso: a partire dalle ore 21 la formazione ceramica giocherà in terra vicentina, e più esattamente al Pala Deledda di Malo. Di fronte ci saranno ovviamente le padrone di casa, che disputano la massima serie: finora la squadra guidata da Diego Menin ha disputato 17 incontri di campionato, totalizzando l’apprezzabile bottino di 14 punti.

“L’invito è arrivato proprio dalle Guerriere Malo – spiega il dg casalgrandese Alberto Aldini In questi giorni, la serie A1 è rimasta a sua volta ferma per la disputa della Coppa Italia: Malo non ha partecipato, e così il sodalizio veneto ha avuto l’idea di organizzare un test per spezzare il lungo digiuno di partite. Noi abbiamo la stessa esigenza, e dunque la nostra adesione è stata immediata: la sfida con le Guerriere sarà un’ottima opportunità per affinare e perfezionare il livello di preparazione, in vista dello scontro al vertice che ci attende sabato. L’amichevole odierna si svolge sotto l’egida della Federazione, e dunque nella piena osservanza del protocollo sanitario stilato dalla Figh: proprio come se fosse un incontro di campionato”.

La Coppa Italia di A1, sia maschile sia femminile, si è svolta a Salsomaggiore Terme nel fine settimana appena trascorso: nell’occasione sono anche stati assegnati i premi Figh Awards per il 2020, e Savica Mrkikj ha ricevuto il riconoscimento di miglior giocatrice straniera della serie A Beretta. Tuttavia, oggi la fromboliera delle Guerriere Malo non potrà dare man forte alla propria squadra: il forte terzino nordmacedone ha infatti rimediato un pesante infortunio al ginocchio nella gara del 6 febbraio contro Erice, e purtroppo la sua stagione può già dirsi conclusa.

Nonostante ciò, il banco di prova che stasera attende la Casalgrande Padana darà ugualmente indicazioni molto utili: una tappa di primario rilievo nel percorso che porta al duello tra capoliste in programma sabato 20, quando le nostre beniamine saranno opposte alla Venplast Dossobuono. La contesa sul parquet veronese sarà valida per la sesta giornata del girone A di serie A2, e avrà inizio alle ore 17.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Giulia Dallari, centrale della Casalgrande Padana, in fase realizzativa
  • La centrale biancorossa Gaia Lusetti
  • Il dg casalgrandese Alberto Aldini
  • Al centro, la pivot biancorossa Francesca Franco in azione
  • Melissa Lamberti, portiere della Casalgrande Padana.
Please follow and like us:

A2 maschile, Modula Casalgrande attesa da un fine settimana di sosta agonistica: di nuovo in campo sabato 20 al Pala Keope, nella delicata sfida contro l’Ambra Poggio a Caiano. Marco Giubbini: “A Sassari abbiamo avuto un approccio alla partita troppo titubante, perchè il Verdeazzurro ci ha veramente colti di sorpresa. Inoltre, bisogna risistemare qualcosa in difesa: i 23 gol subiti nel 1° tempo sono decisamente una quantità eccessiva. Ad ogni modo, la trasferta isolana ci ha anche consegnato alcune indicazioni molto confortanti: nonostante i problemi incontrati in Sardegna, abbiamo comunque confermato di essere una squadra concreta e in forma”. Sul prossimo impegno: “Per prevalere sarà necessario essere tenaci e tambureggianti fin da sùbito, costruendo un avvio di gara ben differente rispetto a quello di domenica scorsa. Noi disponiamo dei mezzi che servono per restare in modo stabile nella parte sinistra della classifica, ma intanto dobbiamo archiviare il discorso salvezza: una vittoria sull’Ambra ci permetterebbe di centrare l’obiettivo al 95%”

La Modula Casalgrande è attesa da un fine settimana privo di impegni agonistici. Nel prossimo fine settimana, la serie A2 di pallamano maschile osserverà infatti una sosta: giocheranno soltanto Hac Nuoro e Vikings Rubiera, di scena nel recupero della decima giornata che si giocherà in terra isolana.Per quanto riguarda i nostri beniamini, la traiettoria biancorossa in campionato riprenderà sabato 20 febbraio: nell’occasione, la compagine allenata da Fabrizio Fimicelli sarà di scena al Pala Keope per affrontare i toscani dell’Ambra Poggio a Caiano. Intanto, questa pausa dà l’opportunità di fare il punto della situazione: non solo sulla sconfitta di domenica scorsa a Sassari, ma anche sull’intero percorso che la Modula ha saputo portare avanti fin qui. “Purtroppo, contro il Verdeaventrlazzurro qualcosa è andato oggettivamente storto – commenta il terzino/centrale casalgrandese Marco Giubbini– Tuttavia, stiamo parlando di una battuta d’arresto che non mette in discussione la qualità del lavoro complessivamente svolto fin qui: senza dubbio, ci sono consistenti ragioni per confidare in un rapido e convincente ritorno alla vittoria”.


Intanto, da cosa deriva la sconfitta rimediata sul parquet del Pala Santoru? Quali sono le maggiori problematiche che avete incontrato a Sassari?

“In primo luogo, va posto in evidenza il notevole valore della formazione che abbiamo affrontato. Nel dopopartita, Fiumicelli ha detto bene: ora che ha recuperato quasi tutti gli infortunati, l’organico del Verdeazzurro dispone di tutti i mezzi necessari per creare numerose difficoltà anche alle formazioni di altissima classifica. Detto questo, sapevamo bene che gli isolani avrebbero puntato molto sulla capacità di corsa: tuttavia la partenza a razzo dei sassaresi ci ha colti letteralmente di sorpresa, andando ben oltre ciò che pensavamo. Fin da sùbito, i padroni di casa hanno saputo coniugare al meglio la rapidità di manovra con un elevato livello di efficienza: lo slancio del Verdeazzurro ci ha davvero complicato i piani, condizionandoci per quasi tutto il primo tempo e risultando decisivo ai fini del punteggio finale.

Grande merito a Sassari, ci mancherebbe altro: d’altronde, il nostro approccio alla partita avrebbe potuto e dovuto essere di gran lunga migliore. Inoltre, stavolta la fase difensiva ha manifestato qualche pecca su cui dovremo riflettere e lavorare a fondo: i 23 gol che abbiamo subìto nella prima frazione di gioco sono veramente troppi”.


Nelle fasi successive la Modula è comunque riuscita a risollevarsi, arrivando a un soffio dall’ottenere almeno un pareggio…

“Sul finire del primo tempo avevamo accumulato 10 lunghezze di svantaggio, e la vicenda sembrava quasi del tutto chiusa a favore degli avversari: nonostante ciò noi siamo stati ugualmente capaci di tornare in carreggiata, mettendo in atto un sapiente lavoro di ricucitura che ha richiesto notevoli energie sia fisiche sia psicologiche. Rientrando in partita, questa Modula ha dimostrato ancora una volta di essere una squadra tenace e caratterizzata da concrete idee di gioco: idee che abbiamo espresso con efficacia per lunghi tratti dell’incontro, e più esattamente dal 25′ fino a oltre il 50′ “.


Quando mancavano 9 minuti al termine, Sassari era avanti soltanto per un gol: a quel punto, perchè il sorpasso non è avvenuto?

“La fatica ci ha impedito di portare a termine la rimonta. Quando ci si trova a inseguire nel punteggio per quasi tutto il tempo, lo sforzo da mettere in campo per risalire la china è addirittura superiore rispetto al solito: sul finale ne abbiamo risentito, mentre al contrario il Verdeazzurro ha conservato le energie che servivano per gestire meglio le fasi conclusive. Inoltre va detto che eravamo soltanto in 12, a causa di ovvie e comprensibili ragioni legate all’organizzazione dell’onerosa trasferta sarda: se avessimo avuto una maggiore possibilità di fare cambi, probabilmente saremmo riusciti a sviluppare un finale di gara più incisivo e forse vincente.

Ad ogni modo, con i “se” e con i “ma” non si fa certo la storia: adesso è davvero inutile piangere sul latte versato. Nonostante il risultato sfavorevole, a Sassari sono emerse anche alcune buone indicazioni: la straordinaria tempra caratteriale che ci contraddistingue è un rilevante aspetto da cui rimetterci in moto, con il preciso obiettivo di tornare presto a conquistare punti preziosi”.


lamberti mattia

La pausa arriva al momento opportuno, oppure avresti preferito giocare già sabato prossimo?

“Senza dubbio avrei preferito giocare, per cercare e possibilmente trovare immediato riscatto dopo le due sconfitte da cui proveniamo. Inoltre, i recenti risultati non devono trarre in inganno sul momento che stiamo attraversando: peraltro si è trattato di sconfitte contro Carpi e Sassari, che ora come ora rappresentano due vere fuoriserie del girone B. Per il resto il nostro bilancio si presenta più che gratificante, pure sotto l’aspetto strettamente numerico: siamo sesti in classifica con 14 punti totalizzati in altrettante gare, e si tratta di un rendimento che probabilmente va addirittura oltre le aspettative delineate in estate.

Di certo si può sempre migliorare, e la sfida di domenica scorsa ne rappresenta una lampante dimostrazione: tuttavia, osservando ciò che abbiamo saputo fare pure nelle ultime settimane, siamo riusciti a raggiungere un livello di gioco davvero apprezzabile. Inoltre la forma fisica continua a essere dalla nostra parte, con un’infermeria sempre vuota ormai da tempo. Tutto questo insieme di fattori autorizza a pensare che questo sia proprio il periodo giusto per noi: è davvero il momento di giocare e di incrementare il bottino in graduatoria”.

L’agenda del 20 febbraio prevede il confronto casalingo con l’Ambra: i pratesi sono terzultimi, con 6 punti raccolti nell’arco di 14 partite. Dove sta la chiave di volta per ottenere l’intera posta in palio, bissando così il successo ottenuto nell’incontro di andata?

“Tanto per cominciare, la situazione di classifica dell’Ambra non deve portare a valutazioni di carattere superficiale: una decina di giorni fa Poggio a Caiano ha riportato una maiuscola affermazione casalinga contro una realtà del calibro di Follonica, che naviga stabilmente nei piani alti del raggruppamento. Si tratta di una vittoria che non deriva affatto dal puro caso: rispetto all’andata, i pratesi hanno infatti recuperato due giocatori di primissimo piano come Maraldi e Chiaramonti. Di conseguenza, l’Ambra che ci troveremo a fronteggiare avrà un assetto potenziato e ben differente rispetto a quello del settembre scorso: ad ogni modo, per tutte le ragioni che ho esposto prima, io resto comunque fiducioso in merito alle nostre possibilità di vittoria. Ritengo che l’avvio di gara avrà un ruolo di basilare rilievo nel determinare le sorti dell’incontro: se sapremo allontanarci con decisione dalle titubanze emerse nei primi 25 minuti di Sassari, sono certo che costruiremo il miglior terreno fertile possibile per ottenere i 2 punti”.

Quali sono le reali prospettive della Modula Casalgrande in questo campionato? A tuo parere ci sono le condizioni per mirare addirittura al 4° posto, come pronosticato dal tecnico del Parma e grande ex biancorosso Pietro Palazov?

“Sono davvero felice che Palazov ci inserisca tra le quattro maggiori potenze del tabellone B, ma secondo me serve ancora una buona dose di prudenza nell’esprimere pronostici sugli obiettivi stagionali. Non va dimenticato che il nostro organico ha un’età media piuttosto bassa, e molti ragazzi sono al debutto assoluto in A2: di conseguenza, non possiamo certo metterci a erigere troppi castelli in aria. Di certo abbiamo le carte in regola per restare in maniera costante nella cosiddetta “parte sinistra” della classifica, ma al tempo stesso ora dobbiamo archiviare il discorso salvezza nel modo più rapido possibile. Per essere assolutamente tranquilli, servono ancora 4 punti: tuttavia, credo proprio che la vittoria sull’Ambra ci permetterebbe di centrare la permanenza in A2 al 95%”.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • Da sinistra, il pivot casalgrandese Alessandro Lenzotti e il terzino/centrale Marco Giubbini
  • Un’altra immagine di Marco Giubbini
  • Alberto Barbieri, ala/pivot della Modula Casalgrande
  • La Modula con il trainer Fabrizio Fiumicelli
  • Il terzino casalgrandese Mattia Lamberti in fase di tiro
  • Il portiere biancorosso Luigi Prandi
  • Il pivot biancorosso Andrea Strozzi
  • La Modula Casalgrande 2020/2021.
Please follow and like us:

Under 20, Casalgrande Padana di nuovo in campo dal 30 aprile al 2 maggio: Cassano Magnago, Bressanone e Hac Nuoro le avversarie delle biancorosse

Giornate molto intense per l’universo femminile della Pallamano Spallanzani Casalgrande: lunedì e martedì le Under 20 hanno furoreggiato a Conversano nella prima fase del campionato nazionale Youth League, mentre sabato prenderà il via la serie A2 con l’attesissimo derby sul campo del Marconi Jumpers Castelnovo Sotto.

Per quanto riguarda più nel dettaglio l’Under 20, le biancorosse allenate da Giorgia Di Fazzio torneranno in campo dal 30 aprile al 2 maggio: in programma c’è la disputa del Main Round, che rappresenta il secondo segmento del campionato nazionale di categoria.

Come indicato sul vademecum stilato dalla Figh, la Casalgrande Padana sarà inserita nel gruppo 1 insieme a Cassano Magnago, Bressanone e Hac Nuoro: anche in questa occasione, il girone si giocherà seguendo la formula del concentramento. Le nostre beniamine sono quindi attese da un banco di prova molto severo, contro 3 realtà che a loro volta hanno saputo centrare traguardi di rilievo durante la prima fase: nella fattispecie Cassano ha primeggiato nel gruppo A, Bressanone è giunta seconda nel tabellone B mentre Nuoro ha riportato il secondo posto nel triangolare C.

Il Main Round metterà in palio l’accesso alle finali nazionali, previste dal 10 al 13 giugno: almeno dal punto di vista numerico, le possibilità di accedere alle sfide scudetto appaiono certamente elevate. L’accesso all’atto conclusivo verrà infatti assegnato alle prime 3 classificate del gruppo 1: la Padana avrà quindi un’ottima occasione per compiere un ulteriore e significativo passo avanti nel proprio percorso in questa avvincente Youth League.

Nella foto in alto: l’esultanza della Casalgrande Padana Under 20 dopo la vittoria contro Conversano, nella terza e ultima sfida

Nella foto a centropagina: un’altro momento di ilarità delle biancorosse durante il concentramento della prima fase, disputato al Pala San Giacomo di Conversano (immagini realizzate da Rosiana Chiarappa).

Please follow and like us:

Under 20F, a Conversano la Casalgrande Padana cala un tris di vittorie: l’accesso al Main Round della seconda fase è una realtà.

La stagione agonistica della pallamano femminile biancorossa ha preso il via nel migliore dei modi: la Casalgrande Padana Under 20 ha aperto in grande stile il proprio cammino nel campionato nazionale – Youth League, centrando brillantemente l’accesso al Main Round della seconda fase.Andando con ordine, ieri e oggi le nostre beniamine sono state assolute protagoniste al Pala San Giacomo di Conversano: il prestigioso impianto pugliese ha ospitato le gare valevoli per il girone C della prima fase. 


Come detto, ieri le biancorosse allenate da Giorgia Di Fazzio hanno centrato una duplice affermazione: in mattinata la Padana ha prevalso sulla Cassa Rurale Pontinia con un netto 21-30, mentre in serata Casalgrande ha dettato legge per 21-34 contro le marchigiane targate Chiaravalle. Oggi, la formazione ceramica ha quindi affrontato le padrone di casa baresi: anche in questo caso la Padana ha saputo riportare una netta e brillante vittoria, certificata dall’eloquente 35-25 conclusivo. Il programma del gruppo C si concluderà domani, con il confronto tra Chiaravalle e Conversano: tuttavia, ovviamente le nostre ragazze hanno già la certezza di avere conquistato un ottimo primo posto. 


Grazie agli ottimi risultati ottenuti in quel di Conversano, la Casalgrande Padana Under 20 può quindi prepararsi fin da ora ad affrontare il Main Round che si svolgerà dal 30 aprile al 2 maggio: le biancorosse saranno allocate in un nuovo girone a 4 squadre, che comprenderà alcune tra le squadre meglio piazzate nella prima fase. Più esattamente, la squadra di Giorgia Di Fazzio si confronterà con la prima classificata del gruppo A, la seconda del gruppo B e la seconda del D: al termine le prime tre accederanno alle finali scudetto, e dunque le possibilità di lottare fino in fondo per il tricolore appaiono elevate almeno dal punto di vista statistico. I nomi delle future avversarie nel Main Round si conosceranno domani, quando tutta la prima fase giungerà alla propria conclusione: il concentramento previsto in aprile per il girone D è saltato, e dunque l’Epifania permetterà di comporre tutto il tabellone della seconda parte del torneo.

“Dopo un ruolino di marcia così appariscente, è più che naturale essere contente e fiduciose – commenta Giorgia Di Fazzio – Questo tris di vittorie, per giunta di larghe dimensioni, non era affatto facile da pronosticare. Forse il nostro non era il girone più complesso tra i 4 della prima fase: ad ogni modo, ciò non sminuisce affatto la qualità di ciò che siamo stati capaci di fare. Non va infatti dimenticato che noi proveniamo da parecchi mesi senza impegni agonistici, e lo stesso vale pure per molte altre squadre: di conseguenza, ci siamo avvicinate a questa trasferta ben sapendo di dover fronteggiare una lunga e precisa serie di incognite. Al di là delle cifre – rimarca l’allenatrice – sono rimasta favorevolmente impressionata dall’unità d’intenti che le ragazze hanno sviluppato: abbiamo giocato davvero da squadra, mettendo in mostra un amalgama di buona efficacia anche per quanto attiene alla fase difensiva. Si tratta di un aspetto che fa indubbiamente ben sperare, sia in vista del Main Round sia per quanto riguarda l’imminente campionato di A2: ora però non possiamo certo dormire sugli allori, perchè i punti da migliorare restano ancora numerosi”.


Giorgia Di Fazzio sottolinea quindi gli aspetti che andrebbero perfezionati nel gioco della Casalgrande Padana Under 20: “Nonostante gli abbondanti punteggi a nostro favore, le ragazze sono ancora troppo sprecone – sottolinea la guida tecnica biancorossa – Solo per fare un esempio eclatante, basti pensare ai 7 rigori che abbiamo sbagliato nel confronto con Chiaravalle. Inoltre, è necessario perfezionare la rotazione per quanto riguarda gli esterni. Sono problematiche su cui bisognerà lavorare a fondo, specie in vista di un Main Round che non si preannuncia affatto agevole: incontreremo tre fra le migliori squadre italiane di categoria, e dunque la parte più difficile arriva proprio adesso”.


Molte delle Under 20 casalgrandesi torneranno comunque in campo a breve, anche se in un altro contesto: tante di loro giocano pure nella Casalgrande Padana di A2, che sabato inizierà il percorso in campionato con il derby di Castelnovo Sotto. “Le gare di Conversano non hanno causato problemi a livello di infermeria – rassicura Giorgia Di Fazzio – Marianna Orlandi ha rimediato una botta in seguito a uno scontro di gioco nel finale della partita con Chiaravalle: tuttavia si è trattato di un inghippo senza conseguenze, tant’è vero che lei ha preso parte anche al duello con Conversano. Il gruppo sta bene pure sotto l’aspetto fisico, ed è un buon segnale pure in vista di sabato prossimo. Intanto, ringrazio proprio l’allenatore dell’A2 Matteo Corradini e Stefania Guiducci, che allena invece le nostre Under 17: loro hanno svolto un costante e prezioso lavoro anche a beneficio del gruppo Under 20, un operato che ha avuto importanza basilare nel raggiungere queste tre vittorie. Un ulteriore grazie va poi a tutta la Pallamano Spallanzani Casalgrande – aggiunge Giorgia Di Fazzio – L’intero ambiente biancorosso ci ha seguite in modo attento e con gratificante partecipazione: lo stesso vale ovviamente per le giocatrici di A2 non presenti in campo a Conversano”. 

Questi i tabellini delle tre partite. 

CASSA RURALE PONTINIA – CASALGRANDE PADANA  21 – 30

CASSA RURALE PONTINIA: Bellu 5, Bianchi 1, Cialei (P), Conte, Faiola, Galletti (P), Geminiani 1, Judge 2, Podda 11, Rossetto, Scorsini 1. All. Giovanni Nasta.

CASALGRANDE PADANA: Ansaloni, Artoni A. 6, Artoni S. 6, Bertolani 3, Bonacini (P), Capellini 4, Lamberti (P), Lassouli, Lusetti 4, Mangone 1, Mattioli, Orlandi 3, Elisa Rondoni 1, Trevisani 2. All. Giorgia Di Fazzio.

ARBITRI: Cardone e Cardone.

NOTE: primo tempo 9-17. Rigori: Pontinia 7 su 9, Padana 2 su 4. Esclusioni per due minuti: Pontinia 6, Padana 4. Espulsa all’ 11’st Judge (P) per triplice esclusione.


CHIARAVALLE – CASALGRANDE PADANA  21 – 34

CHIARAVALLE: Costantini 3, Gurau, Lombardelli 4, Manfredi 5, Mariniello 5, Paialunga, Pigliapoco, Ricci (P), Rivera Ventura 2, Simonetti, Spartà (P), Tanfani 1, Tonti 1. All. Fradi Salem.

CASALGRANDE PADANA: Ansaloni, Artoni A. 7, Artoni S. 4, Bertolani 3, Bonacini (P), Capellini 3, Lamberti (P), Lassouli, Lusetti 2, Mangone 3, Mattioli 1, Orlandi 7, Elisa Rondoni, Trevisani 4. All. Giorgia Di Fazzio.

ARBITRI: Cambi e Ganucci.

NOTE: primo tempo 10-19. Rigori: Chiaravalle 5 su 7, Padana 6 su 11. Esclusioni per due minuti: Chiaravalle 5, Padana 4. Espulsa al 23’st Gurau (C) per pesante intervento su Orlandi.


CASALGRANDE PADANA – CONVERSANO  35 – 25

CASALGRANDE PADANA: Ansaloni, Artoni A. 4, Artoni S. 10, Bertolani 1, Bonacini (P), Capellini, Lamberti (P), Lassouli, Lusetti 8, Mangone 5, Mattioli 1, Orlandi 4, Elisa Rondoni, Trevisani 2. All. Giorgia Di Fazzio.

CONVERSANO: Candela 4, Coppola 7, Di Maggio R. Di Maggio S., Di Mise, De Marinis (P), Duda 3, Gjyli (P), Guglielmi 1, Ingrassia 6, L’Abbate, Martinelli, Martino, Nardomarino 4. All. Domenico Iaia.

ARBITRI: Ganucci e Cambi.

NOTE: primo tempo 15-9. Rigori: Padana 2 su 3, Conversano 2 su 2. Esclusioni per due minuti: Padana 1, Conversano 3.

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Casalgrande Padana Under 20, stagione 2020/2021
  • L’entusiasmo delle biancorosse dopo il tris di vittorie
  • L’allenatrice Giorgia Di Fazzio *
  • Un’altra immagine della festa casalgrandese al Pala San Giacomo
  • Asia Kristal Mangone *
  • Nossaiba Lassouli *
  • Rebecca Ansaloni *
  • Laura Bertolani in azione *
  • Elisa Rondoni *.

Le immagini con l’asterisco sono state realizzate da Donato Fantasia.

Please follow and like us:

Under 20 femminile, giornata trionfale per la Casalgrande Padana: a Conversano arriva una doppia vittoria

Il campionato nazionale Under 20 femminile – Youth League è iniziato nel migliore dei modi per la Casalgrande Padana: oggi le nostre beniamine hanno riportato una doppia vittoria, nelle prime gare valevoli per la fase iniziale. Come è noto, il concentramento valevole per il girone C si sta svolgendo al Pala San Giacomo di Conversano: stamattina le ragazze allenate da Giorgia Di Fazzio e Stefania Guiducci hanno riportato una chiara affermazione sulla Cassa Rurale Pontinia, suggellata dal punteggio finale di 21-30. A seguire, in serata le pallamaniste targate Casalgrande Padana hanno avuto la meglio sulle marchigiane del Chiaravalle: in questo caso, il successo biancorosso è giunto col risultato di 21-34.

A questo punto le casalgrandesi hanno ottime possibilità di ottenere un posto nel “Main Round” successivo: si tratta di un traguardo assegnato alle squadre che si piazzeranno ai primi due posti nel girone. L’ammissione al Main Round garantisce una strada decisamente più agevole verso le finali scudetto: un percorso che diventerebbe più complesso con il Qualification Round, al quale accederanno la terza e la quarta classificata di ciascun raggruppamento.

Per la classifica definitiva bisognerà aspettare mercoledì 6 gennaio, quando tutti i 4 gironi saranno giunti alla conclusione: sempre dopodomani, una volta disputate tutte le partite, diventeranno ufficiali anche le griglie di partenza della seconda fase. Inoltre, c’è una novità rispetto a quanto annunciato in precedenza: nel gruppo D c’è stato un cambiamento, con l’esclusione del Lions Sassari per il mancato adempimento degli obblighi connessi al protocollo anticovid. Di conseguenza anche il girone D si chiuderà mercoledì, senza dover ricorrere al successivo concentramento di aprile che era previsto solo per quel raggruppamento.

Parlando più nel dettaglio della Casalgrande Padana, il programma di impegni delle biancorosse si concluderà domani: a partire dalle ore 12 è prevista l’attesissima sfida contro le padrone di casa del Conversano. Come già avvenuto per i duelli di oggi, anche il confronto di dopodomani verrà trasmesso in diretta online sulla pagina Facebook del club pugliese.

LA SITUAZIONE. Oggi nel gruppo C si sono dunque giocate Cassa Rurale Pontinia-Casalgrande Padana 21-30 e Chiaravalle-Casalgrande Padana 21-34. Classifica: Casalgrande Padana 4 punti; Cassa Rurale Pontinia, Chiaravalle e Conversano 0.

Domani – martedì 5 gennaio: ore 10 Cassa Rurale Pontinia-Chiaravalle, ore 12 Casalgrande Padana-Conversano, ore 18 Cassa Rurale Pontinia-Conversano.

Mercoledì 6 gennaio: ore 11 Conversano-Chiaravalle.

Nella foto in alto: Marianna Orlandi, ala della Casalgrande Padana Under 20.

Nella foto a centropagina: Stefania Guiducci, che allena le biancorosse insieme a Giorgia Di Fazzio.

Please follow and like us:

Buon anno dalla Pallamano Spallanzani Casalgrande: gli auguri biancorossi… in poesia!

“Buon anno!”: mai come stavolta, si tratta di un augurio che non ha affatto il sapore della semplice frase di circostanza. Usciamo da un 2020 difficile a 360 gradi, per i ben noti motivi di cui tutti siamo a conoscenza: anche e proprio per questo, ci avviciniamo al 2021 con una consistente e ragionevole dose di speranza.

Per quanto riguarda più nel dettaglio la Pallamano Spallanzani Casalgrande, anche per noi l’anno che giunge al termine non è certamente stato esente da ostacoli: difficoltà e tribolazioni legate alla situazione generale non sono affatto mancate, ma siamo riusciti a superarle grazie al pregevole contributo di tutti coloro che operano all’interno del nostro ambiente. Di conseguenza, gli auguri che rivolgiamo contengono pure una rilevante quota di gratitudine: un grazie che va a dirigenti, collaboratori, giocatrici, giocatori, tecnici e genitori dei ragazzi, oltre che ai preziosi sponsor sempre attenti e affezionati nel sostenere le attività che proponiamo. E inoltre, impossibile dimenticare tutti voi che siete il nostro insostituibile pubblico: un’altra componente a dir poco essenziale della linfa vitale che caratterizza la Pallamano Spallanzani Casalgrande.

L’auspicio per il 2021 sta immancabilmente nel ritrovarci tutti insieme al Pala Keope, e perchè no in tutti gli altri palazzetti d’Italia, per applaudire direttamente i protagonisti biancorossi in ogni campionato e categoria: intanto siamo grati per l’attenzione che tutti ci state continuando ad accordare, seguendo le nostre squadre attraverso il nostro sito, le pagine social e i vari media che si occupano di noi.

E a proposito del sito, ci risentiamo e “rileggiamo” tra pochissimi giorni, sùbito dopo il Capodanno: tanti gli argomenti che ci riguardano direttamente, a cominciare dai campionati femminili di Under 20 e serie A2 entrambi in imminente partenza. Intanto, per impreziosire il nostro “biglietto di auguri”, vi proponiamo una creazione dell’insigne poeta cileno Pablo Neruda: si tratta di un estratto dalla sua celebre “Ode al primo giorno dell’anno”. Un componimento risalente al 1957, che risulta di costante attualità.

Lo distinguiamo dagli altri
come se fosse un cavallino
diverso da tutti i cavalli.
Gli adorniamo la fronte
con un nastro,
gli posiamo sul collo sonagli colorati,
e a mezzanotte
lo andiamo a ricevere
come se fosse
un esploratore che scende da una stella.
Come il pane assomiglia
al pane di ieri,
come un anello a tutti gli anelli…
La terra accoglierà questo giorno
dorato, grigio, celeste,
lo dispiegherà in colline
lo bagnerà con frecce
di trasparente pioggia
e poi lo avvolgerà
nell’ombra.
Eppure
piccola porta della speranza,
nuovo giorno dell’anno,
sebbene tu sia uguale agli altri
come i pani
a ogni altro pane,
ci prepariamo a viverti in altro modo,
ci prepariamo a mangiare, a fiorire,
a sperare.

Please follow and like us:

A2 maschile, la Modula Casalgrande prevale su Chiaravalle dopo un’autentica battaglia. Biancorossi a ridosso dell’alta classifica, ma Fiumicelli ricorda: “Al momento la salvezza resta sempre l’irrinunciabile traguardo primario, ogni altra valutazione sarà possibile solo quando saremo a quota 18 punti. Questa vittoria è nata grazie a una grande reazione nella ripresa: tuttavia il nostro gioco sta vivendo una fase opaca, che dobbiamo superare in tempi rapidi”

MODULA CASALGRANDE – CHIARAVALLE 31 – 30
MODULA CASALGRANDE:
Barbieri 1, Dimitric, Ferrari, Galopin 1, Giubbini 3, Id-Ammou 1, Lamberti 8, Lenzotti, Prandi (P), Prodi 4, Ravaglia, Ricciardo (P), Rispoli, Scalabrini, Seghizzi 9, Strozzi 4. All. Fabrizio Fiumicelli.
CHIARAVALLE: Albanesi, Alfonsi 1, Ballabio (P), Bastari, Battistelli, Brutti 8, Cognini 4, Feroce 1, Maltoni, Molinelli (P), Rumori 1, Russo 11, Santinelli 4, Vichi. All. Albano Cocilova.
ARBITRI: Paone e Ricciardi.
NOTE: primo tempo 13-15. Rigori: Modula 5 su 5, Chiaravalle 1 su 3. Esclusioni per due minuti: Modula 4, Chiaravalle 5.

E’ stata una battaglia intensa e incerta fino alle ultimissime battute di gara, ma alla fine la Modula Casalgrande ha potuto festeggiare un successo che vale davvero platino: con il successo ottenuto oggi al Pala Keope contro Chiaravalle, i pallamanisti biancorossi hanno piazzato un ulteriore e significativo passo avanti verso quella salvezza che rappresenta l’obiettivo stagionale di base. A dire la verità, adesso la situazione di classifica dei nostri beniamini sembrerebbe suggerire ben altri scenari: adesso la formazione di Fiumicelli si trova infatti a una sola lunghezza di distanza dal gruppo delle “sei sorelle”, ossia delle sei squadre che sulla carta sono più attrezzate per centrare l’accesso ai play off promozione. Comunque sia, per ora la Modula resta ampiamente e unicamente concentrata sulla permanenza in A2: un aspetto che l’allenatore non ha mancato di ribadire al termine della sfida.

Andando con ordine, il risultato finale era davvero difficile da ipotizzare nei minuti iniziali della gara. A inizio partita, tutto lasciava pensare a una sfida decisamente povera di reti: il primo gol del confronto è infatti arrivato dopo ben 6 minuti e 23 secondi, grazie ad Emanuele Seghizzi. Da lì in avanti, il copione del duello ha preso una strada ben differente: sfida costantemente frizzante e ricca di colpi di scena, sottolineata da una quantità complessiva di gol davvero elevata. Nel 1° tempo, la Modula ha faticato parecchio nel controbattere alla notevole vivacità avversaria: biancorossi concreti in fase difensiva, ma l’attacco casalgrandese ha fatto registrare un rilevante numero di buone occasioni gettate al vento. Per contro, una Chiaravalle rimaneggiata ma tenace non ha mai mancato di fare la voce grossa: Russo e Brutti i principali primattori della compagine anconetana, che non a caso è rimasta in vantaggio per larghi tratti della prima frazione. Al 10′ Casalgrande guidava sul 4-2, ma dieci minuti più tardi i biancoblù si trovavano in vantaggio per 9-11: una situazione riconfermata anche al termine del primo tempo, con la formazione di Cocilova avanti sul 13-15.

Nella ripresa, il rendimento della Modula ha conosciuto una sterzata migliorativa: per certi versi, si tratta di un film simile a quello già visto 8 giorni fa nella vittori casalinga contro Nuoro. Tuttavia, Chiaravalle non ha mai avuto la benchè minima intenzione di recitare un ruolo da comprimaria: non a caso al 40′ il punteggio era ancora sul 22-22, mentre al 50′ la Modula stazionava in vantaggio sul 26-23. Gli ultimi dieci minuti sono stati tutt’altro che una passeggiata: Chiaravalle è sembrata più volte sul punto di poter piazzare l’impresa, ma i biancorossi sono stati in grado di ribattere con ordine senza farsi prendere da un’eccessiva tensione agonistica. La lucidità casalgrandese si è rivelata una vera carta vincente, propiziando il 31-30 finale. A livello individuale, Emanuele Seghizzi è sicuramente tra gli elementi che si sono più distinti: tra l’altro, il terzino della Modula ha sviluppato un’estrema precisione nei tiri dai 7 metri. Spiccano anche le confortanti prove di Riccardo Prodi, Kevin Ricciardo e Andrea Strozzi: bene pure Mattia Lamberti, che sul finale ha realizzato alcuni gol pesantissimi ai fini del punteggio conclusivo.

“Partiamo dalla classifica – commenta Fabrizio Fiumicelli, allenatore della Modula Casalgrande – I numeri appaiono favorevoli e premianti, ma il nostro traguardo di base non cambia affatto: la permanenza in A2 continua a essere l’obiettivo primario della nostra stagione. Ogni altra considerazione sarà possibile solo quando avremo raggiunto quota 18, non prima. Per quanto riguarda la prova di oggi, il risultato è scaturito grazie alla grande reazione che i ragazzi hanno manifestato durante la ripresa: nell’intervallo mi sono fatto sentire, e la squadra mi ha seguito con buona efficacia. Tra i singoli menzionerei in particolare Seghizzi, autore di una prova contraddistinta da grande lavoro e sacrificio lungo tutta la sfida. D’altro canto, tutto ciò non cancella affatto le imprecisioni emerse nel corso del 1° tempo: durante i 30′ iniziali non abbiamo difeso male, ma 7 contropiedi sbagliati sono decisamente troppi soprattutto in A2. Stiamo vivendo un campionato intenso, e qualche calo è praticamente fisiologico – rimarca Fiumicelli – Adesso noi stiamo attraversando un periodo opaco sul piano del gioco, e ora dobbiamo adoperarci per archiviare questa fase nel più breve tempo possibile: un obiettivo che dovremo centrare già nel prossimo impegno, in programma per il 16 gennaio sempre qui al Pala Keope contro il Bologna United”.

“La Modula ha giocato proprio come mi aspettavo – commenta invece Albano Cocilova, allenatore del Chiaravalle – Casalgrande sa esprimere un gioco di qualità e spessore, con interpreti di primo piano: dovendo citare un nome su tutti, Lamberti è davvero di un altro pianeta rispetto alla serie A2. Noi ci siamo presentati con un assetto ancora rimaneggiato, e le assenze stanno continuando a farsi sentire: tuttavia la nostra è comunque una squadra che si sta man mano rimettendo in moto, e anche stavolta ne abbiamo dato prova. A dire il vero, ritengo che il pari sarebbe stato il risultato più giusto – rimarca Cocilova – Purtroppo, però, non abbiamo avuto la freddezza e la tranquillità necessaria per affrontare in modo efficiente le fasi decisive della sfida”.

LA SITUAZIONE. Questa la classifica del girone B di serie A2 (tra parentesi il numero di gare giocate): Carpi 16 punti (9); Teramo 15 (8); Camerano 15 (9); Vikings Rubiera 14 (8); Tavarnelle e Follonica 11 (9); Modula Casalgrande 10 (10); Parma 8 (10); Chiaravalle 6 (9); Verdeazzurro Sassari e Ambra Poggio a Caiano 4 (9); Nuoro 4 (10); Bologna Utd 0 (9)

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande 2020/2021
  • Il terzino biancorosso Emanuele Seghizzi
  • Il centrale casalgrandese Riccardo Prodi
  • Fabrizio Fiumicelli, allenatore della Modula
  • A destra, il terzino biancorosso Younes Id-Ammou in azione.
Please follow and like us: