Archivi tag: Casalgrande

Giovanili, in Under 17 maschile un Carpi/Casalgrande ai minimi termini paga dazio al pala Keope contro il Modena/Rubiera. Nocelli: “Le dimensioni della sconfitta non ci rendono giustizia, io sono comunque molto felice per la nostra prova”. Sabato 5 novembre debutto in campionato per i ragazzi della Padana Under 15

Nella mattinata di domenica 30 ottobre, il Carpi/Casalgrande è sceso in campo al pala Keope per la quarta giornata del campionato regionale Under 17 maschile: i padroni di casa sono incappati in una severa sconfitta, che rappresenta la seconda battuta d’arresto consecutiva. Nella fattispecie, è andato in scena il derby con il Modena/Rubiera: gli ospiti si sono largamente imposti con il punteggio di 22-33.

“All’apparenza può sembrare una dura lezione, ma la nostra prova non è stata affatto così catastrofica – commenta Lorenzo Nocelli, allenatore del Carpi/Casalgrande – Innanzitutto, bisogna evidenziare la notevole disparità tra le forze in campo: gli avversari si sono presentati con 16 giocatori, mentre noi eravamo appena in 8. Purtroppo, da qui a fine campionato non potremo più schierare Gherman, Ravazzini, De Francesco e Mattioli: stando a una precisa indicazione del regolamento, che abbiamo appreso proprio in questi giorni, da ora in avanti tutti e quattro dovranno giocare nella formazione Under 15 targata Casalgrande Padana. Tutto questo senza dimenticare tre ulteriori assenze di giornata: Antonio Capozzoli squalificato, Francesco Nardone fuori per impegni personali e Lorenzo Campioni non ancora al meglio dal punto di vista fisico. Nonostante tutto ciò, noi siamo riusciti a tenere bene il campo per oltre metà partita: basti pensare che al 40′ avevamo soltanto una lunghezza di ritardo. Durante le fasi successive, la scarsità di energie si è fatta inevitabilmente sentire: per contro il Modena/Rubiera ha un organico molto ben strutturato in ogni zona del campo, e dunque ha ottenuto un’ampia vittoria. Tuttavia, le dimensioni del punteggio ci puniscono in maniera davvero eccessiva: io sono davvero contento per ciò che abbiamo saputo esprimere, e credo proprio che per il ritorno al successo non dovremo affatto aspettare tanto”.

Lorenzo Nocelli, allenatore del Carpi/Casalgrande Under 17 maschile

“Intanto, per quanto riguarda questa partita, ritengo che tutti i nostri ragazzi si siano meritati valutazioni lusinghiere: un’ulteriore nota di merito va senza dubbio per le notevoli prove fornite da Alessio Tosi, Alberto Zironi e Cristian Ferrarini”. Questo il tabellino del Carpi/Casalgrande nel derby con Rubiera/Modena: Dugoni (P), Bautta, Masini 1, Ferrarini (K) 8, Rovatti, Zironi 7, Tosi 6, Mohammad.

Alberto Zironi, ala in forza al Carpi/Casalgrande Under 17 e alla Modula di serie B (foto Monica Mandrioli)

Gli altri risultati del 4° turno sono Carpine-Parma 24-44 e Ravarino-Marconi Jumpers Castelnovo Sotto 48-15. Classifica del girone A: Ravarino, Modena/Rubiera e Parma 6 punti; Carpi/Casalgrande e Marconi Jumpers Castelnovo Sotto 2; Carpine 0. Ravarino e Carpi/Casalgrande hanno disputato una partita in meno, che verrà recuperata domenica prossima 6 novembre: il confronto sarà valido come posticipo del 2° turno, e si giocherà al pala Keope di Casalgrande dalle ore 15. “Anche se purtroppo abbiamo perso 4 elementi senza dubbio di rilievo, gli obiettivi a cui puntiamo restano immutati – annuncia Nocelli – Il traguardo a cui puntiamo resta sempre quello di chiudere il girone A ai primi tre posti, così da rimanere in lizza per la conquista del titolo regionale. Ravarino è avversaria di primissimo ordine: peraltro loro sanno sviluppare notevole efficacia a livello di velocità e contropiedi, senza dimenticare i numeri di un portiere come Alex Martini che gravita nel giro delle Nazionali. D’altro canto noi non abbiamo affatto motivi per sentirci scoraggiati in partenza, specialmente dopo la notevole tenacia che siamo stati capaci di esprimere contro il Modena/Rubiera. Domenica saremo ancora privi di Capozzoli, che sconterà la seconda e ultima giornata di squalifica: Campioni è ancora in forse, mentre Nardone rientrerà”.

L’AGENDA. Gli impegni delle giovanili biancorosse nel prossimo fine settimana riguardano anche l’Under 15 maschile, che darà inizio al proprio cammino in campionato: la Casalgrande Padana guidata da Fabrizio Fiumicelli è inserita nel girone A insieme a Parma, Sportinsieme Castellarano, Felino, Secchia Rubiera e Marconi Jumpers Castelnovo Sotto. Il primo appuntamento è fissato per sabato 5 novembre, quando i casalgrandesi affronteranno la trasferta del pala Del Bono contro Parma: fischio d’inizio fissato alle ore 15.

Questo il calendario completo della Padana all’interno del girone:

1a giornata (andata 5 novembre 2022 – ritorno 11 gennaio 2023): Parma – Casalgrande Padana

2a giornata (a 11 novembre – r 22 gennaio): Casalgrande Padana – Sportinsieme Castellarano

3a giornata (a 27 novembre – r 29 gennaio): Felino – Casalgrande Padana

4a giornata (a 1° dicembre – r 12 febbraio): Casalgrande Padana – Marconi Jumpers Castelnovo Sotto

5a giornata (a 15 dicembre – r 15 febbraio): Casalgrande Padana – Secchia Rubiera.

Per continuare il cammino verso il titolo regionale, sarà necessario piazzarsi al primo o al secondo posto nel raggruppamento: altrimenti, si entrerà a far parte dei gironi di consolazione.

Asia Mangone, ala della Casalgrande Padana U17 femminile (foto Monica Mandrioli)

Nel campionato Under 17 femminile, la Casalgrande Padana allenata da Marco Agazzani (2 punti in classifica) è invece attesa dalla seconda di campionato contro la Spm Modena (0): appuntamento domenica 6 novembre sul parquet del pala Keope, a partire dalle ore 11,30.

Nell’immagine in alto, un momento del derby tra Carpi/Casalgrande (maglia rossa) e Modena/Rubiera – Foto pagina Fb Pallamano Carpi.

A2 maschile, Kristian Toro da 10 anni in biancorosso: “Questa Modula dovrà ripartire con fermezza dal finale in crescendo della scorsa stagione”

Pur essendo ancora giovane, Kristian Toro rientra a pieno titolo tra le colonne della nuova Modula Casalgrande: per capirlo, basta osservare la sua lunga permanenza nelle file biancorosse. “Vesto questa maglia da ben 10 anni, e per me la Pallamano Spallanzani rappresenta la dimensione sportiva più naturale – sottolinea l’ala classe ’99 – Oltre alla grande serietà che caratterizza la compagine societaria, qui c’è davvero un ambiente splendido per fare pallamano: non solo tecnicamente, ma pure sotto il profilo umano. Anche se a prima vista potrebbero sembrare concetti scontati, credo proprio che sia necessario sottolinearli una volta di più: l’ottimo ambiente che si respira qui a Casalgrande è una tra le basi maggiormente significative per fare bene”.


Fare bene fino a che punto? La dirigenza ha fissato la salvezza come obiettivo primario: qual è la tua opinione?

“Come è ovvio che sia, evitare gli ultimi tre posti rappresenta senza dubbio il traguardo minimo da raggiungere: per il resto preferisco non soffermarmi troppo sui pronostici, perchè fare previsioni su questa nuova serie A2 è un compito ancora più complesso del solito. Oltre al lungo stop agonistico che tutte le squadre si sono trovate a fronteggiare, va registrata e sottolineata la significativa presenza di formazioni che lo scorso anno non abbiamo sfidato. Mi riferisco in particolare a Lions Teramo, Follonica e Carpi: sono rivali in buona parte sconosciute, e proprio per questo immagino che saranno molto impegnative da affrontare per tutte le altre squadre compresa la nostra. Comunque sia, ritengo che la nostra ricetta vincente debba necessariamente ripartire dalla seconda parte dello scorso campionato”.


In che senso?

“Come tutti ricorderanno, il nostro avvio nella serie A2 della passata stagione non è certo stato semplice: eravamo una neopromossa dalla B, e quindi ci è servito un po’ di tempo per prendere le misure alla nuova categoria. In compenso col passare delle settimane siamo man mano cresciuti, sia in termini di rendimento sia per quel che riguarda la qualità del nostro gioco: così siamo riusciti a prendere buone distanze dalla zona retrocessione, ed è proprio da lì che dobbiamo ripartire. Anche se ci mancherà un pezzo da 90 come Enrico Giubbini, credo proprio che il nostro gruppo meriti fiducia: l’esperienza dello scorso anno ci sarà molto utile per esprimerci in campo con sempre maggiore sicurezza, ma pure per evitare di ripetere certi errori commessi nel recente passato”.


Nel 2020/2021 sarete guidati dal nuovo allenatore Fabrizio Fiumicelli: che impressione hai in merito al suo modo di lavorare?

“Per capire a fondo le sue idee riguardo alla direzione della squadra, dovremo prima iniziare a lavorare sul campo insieme a lui: comunque sia Fiumicelli è ormai una vera istituzione per Casalgrande, e peraltro in passato ha anche allenato la Prima squadra femminile. Sul piano delle competenze, sono convinto che lui sia il nome giusto per proseguire con efficacia il proficuo lavoro iniziato dal suo predecessore Daniele Scorziello”.


A livello personale, come va? Ti senti in forma?

“Per il momento, sicuramente sì: peraltro la lunga assenza di impegni agonistici non ha affatto scalfito il mio entusiasmo nei confronti della pallamano. Di conseguenza anche io attendo con impazienza il 19 settembre, e lo stesso vale pure per tutto il resto del nostro organico”.

Nella foto a inizio pagina, l’ala Kristian Toro: nella foto a centropagina, Kristian Toro durante il raduno di ieri.

A2 maschile, Modula Casalgrande al lavoro in vista della prossima stagione: ieri il raduno. Aldini: “Obiettivo salvezza, con molte riconferme e parecchi giovani di talento”

Con il raduno di ieri sera, la Modula Casalgrande ha ufficialmente iniziato a lavorare in vista della prossima stagione agonistica: come è noto, i biancorossi disputeranno la serie A2 di pallamano anche nel 2020/21. Per l’esattezza, il programma della prima giornata di lavoro è iniziato con il ritrovo al Pala Keope: sùbito dopo la squadra si è recata al Parco Amarcord, per svolgere la seduta di allenamento vera e propria.


“Per ovvi motivi legati alle ferie estive, l’organico non è ancora a ranghi completi – spiega il direttore generale Alberto Aldini Comunque sia, i giocatori che al momento sono assenti raggiungeranno il resto del gruppo entro breve tempo. Allo stesso modo, il nuovo allenatore Fabrizio Fiumicelli comincerà a lavorare con la squadra a fine agosto: intanto la direzione delle attività è affidata al team manager Adolfo Martucci, con la collaborazione di Daniele Scorziello”. Come è noto, Scorziello ha allenato la Modula durante la passata stagione: “In questa prima fase, anche lui si è prestato a darci una mano – sottolinea il dg – Tuttavia a seguire Daniele si occuperà specificamente del settore giovanile, guidando una squadra che sarà definita a breve”.


Con Aldini è inevitabile parlare degli obiettivi che Casalgrande inseguirà nell’annata agonistica che sta per iniziare. Giova ricordare che il campionato biancorosso prenderà il via sabato 19 settembre, con la trasferta sul campo del Carpi: una setimana più tardi è invece previsto il debutto casalingo, al Pala Keope contro gli isolani del Verdeazzurro Sassari. “L’obiettivo di base non può che essere la permanenza in A2 – sottolinea il direttore generale – Ad ogni modo, intravedo i mezzi necessari per fare meglio rispetto a una semplice salvezza striminzita. Ci presentiamo con un gruppo che potremmo definire “futuribile”: molte riconferme dallo scorso anno, e molti talenti di prospettiva cresciuti nel nostro settore giovanile. Essendo in così grande numero all’interno del gruppo, è chiaro che i giovani avranno responsabilità ancora maggiori rispetto al 2019/2020: dunque ritengo che questa Modula potrà raccogliere buone gratificazioni soprattutto nella seconda parte della stagione, quando le “nuove leve” si saranno adattate ancora meglio alla categoria”. 


Oltre alla Modula Casalgrande, il girone B di serie A2 comprende pure Vikings Rubiera, Bologna United, Parma, Chiaravalle, Ambra Poggio a Caiano, Tavarnelle, Fiorentina, Nuoro, Verdeazzurro Sassari, Camerano, Follonica Starfish, Carpi e Lions Teramo. Le prime due classificate accederanno alla finale a 6 che metterà in palio due posti in A1, mentre le ultime tre scenderanno in B. “Osservando i valori sulla carta, si prospetta un campionato che immagino molto equilibrato – commenta Alberto Aldini – Difficile effettuare pronostici, soprattutto dopo uno stop agonistico così lungo. Così sulla carta, Rubiera dà l’impressione di avere qualcosa in più rispetto alle altre formazioni: nella lotta per l’alta classifica potrà benissimo esserci anche il Lions Teramo, e io non trascurerei nemmeno il Verdeazzurro Sassari che sfideremo nel secondo turno di campionato”.
Intanto, la composizione della nuova Modula Casalgrande può dirsi ultimata: “Non abbiamo in programma di intervenire sul mercato – evidenzia il dg biancorosso – Tuttavia la squadra potrà essere arricchita di volta in volta da ragazzi in arrivo dal settore giovanile, cosa peraltro che è già accaduta durante la scorsa stagione. Prima del 19 settembre vorremmo poi disputare qualche amichevole: il programma però è ancora in forse, perchè prima di fissare degli incontri dobbiamo attendere notizie più approfondite in merito ai protocolli sanitari che andranno seguiti”.


L’ORGANICO. Questa dunque la rosa della Modula Casalgrande per il campionato di serie A2 maschile 2020/2021.

Portieri: Kevin Ricciardo (classe 2000) e Luigi Prandi (2002).

Terzini/centrali: Federico Fontana (2002), Marco Giubbini (’99), Mattia Lamberti (’94), Riccardo Prodi (2002), Emanuele Seghizzi (’98).

Ali: Salim Scalabrini (’95), Kristian Toro (’99).

Pivot: Enrico Aldini (2002), Alberto Barbieri (’89), Daniel Dimitric (2000), Alessandro Lenzotti (’92), Eugenio Oliva (’96), Andrea Strozzi (2002).

Allenatore: Fabrizio Fiumicelli. Team manager: Adolfo Martucci..

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande sui gradoni esterni del Pala Keope durante il raduno di ieri sera
  • Il dg biancorosso Alberto Aldini
  • Il tecnico Fabrizio Fiumicelli
  • Il team manager Adolfo Martucci
  • Il terzino Emanuele Seghizzi.