Archivi tag: marco agazzani

Casalgrande Padana, cascata di successi: vincono la B femminile e le squadre Under 15

La Casalgrande Padana di serie B femminile non smette di vincere: nel pomeriggio di domenica 3 dicembre, le biancorosse sono arrivate a inanellare la settima affermazione consecutiva. Questa volta la compagine ceramica ha avuto la meglio al pala Keope, contro la Pallamano Parma: il primo tempo si è chiuso sul 23-14 a favore delle padrone di casa, e a seguire le beniamine locali hanno centrato i 2 punti imponendosi col punteggio definitivo di 41-34.

Marco Agazzani, allenatore della Casalgrande Padana anche in serie B femminile

“Bene il risultato, ma per noi si è trattato di una partita a due facce – commenta Marco Agazzani, trainer della Casalgrande Padana – Nella fattispecie, in chiave offensiva le nostre ragazze sono riuscite a fornire riscontri parecchio convincenti: in difesa abbiamo invece stentato, rimanendo a grande distanza dagli standard qualitativi che ci dovrebbero caratterizzare”.

Questo il tabellino della Casalgrande Padana contro Parma: Bonacini (P), Abbruzzese, Apostol 5, Baroni E. 4, Baroni S. , Cosentino 3, Faieta 1, Giovannini 8, Lassouli, Rondoni C. 12, Marazzi 2, Mattioli 6, Mazizi, Reggiani (P), Trevisi 1, Mullaliu.

Sara Apostol, ala/pivot della Casalgrande Padana

Gli altri risultati della nona giornata sono Romagna-Exes Pinerolo 30-14, 2 Agosto Bologna-Leonessa Brescia 25-32 e Ariosto Ferrara-La Torre Pontassieve 33-19. Il turno si completerà poi con il posticipo Leno-Sportinsieme Castellarano, previsto per il 10 dicembre.

Classifica della serie B femminile Aics (tra parentesi il numero di partite disputate): Casalgrande Padana e Leonessa Brescia 15 punti (8); Romagna 12 (8); Leno 10 (8); Ariosto Ferrara 8 (7); Sportinsieme Castellarano 4 (6); 2 Agosto Bologna 4 (7); La Torre Pontassieve 4 (9); Exes Pinerolo 2 (7); Parma 2 (8).

La pivot biancorossa Giulia Mattioli

Biancorosse di nuovo in campo domenica 10 dicembre al pala Keope, nell’ultima partita del 2023: in agenda il duello casalingo di alta classifica con la Pallamano Romagna, valevole come posticipo della terza giornata. Fischio d’inizio alle ore 18,30.

Alessandra Capellini, centrale della Casalgrande Padana U15 femminile

UNDER 15 FEMMINILE. Nuovo acuto vincente della Casalgrande Padana Under 15 femminile, autrice di una larga e convincente affermazione interna sulle bolognesi targate Valsamoggia. Domenica 3 dicembre, sul parquet del pala Keope, la supremazia delle ragazze locali è emersa in modo chiaro già dopo la metà iniziale della gara: il primo tempo è infatti terminato con un eloquente 21-8 a favore della Padana. In seguito le casalgrandesi sono state capaci di gestire senza affanni l’ampio vantaggio acquisito, arrivando addirittura a incrementarlo: la compagine ospite ha continuato a mettere in campo una forte dose di buona volontà, che però non ha impedito alle biancorosse di prevalere con il risultato finale di 39-16.

L’allenatrice biancorossa Ilenia Furlanetto mentre istruisce le Under 15 durante un time-out della sfida contro Valsamoggia

“In ottica offensiva, abbiamo evidenziato numerosi spunti di pregevole livello – commenta Ilenia Furlanetto, allenatrice della Casalgrande Padana U15 femminile – Buona precisione nel costruire il gioco di attacco, e lusinghiera efficacia quando si è trattato di concludere a rete. E’ vero che a livello difensivo avremmo potuto fare qualcosa di meglio: tuttavia, ciò non toglie nulla alla buona qualità complessiva che ha contraddistinto la nostra prova. Una menzione particolare per Chiara Bacchi, migliore realizzatrice dell’incontro: inoltre la vittoria è nata anche grazie al forte contributo delle U13, capaci di trovare la via della rete in varie circostanze”.

Questo il tabellino della Casalgrande Padana U15 femminile contro Valsamoggia: Bacchi 10, Baroni A., Capellini 4, Capucci 4, Di Caterino (P), Galletti 2, Galvani 2, Giubbini G. 4, Lembo 4, Lusoli 1, Rivi 1, Taccucci 7.

Matilda Capucci, in forza alla Casalgrande Padana U15 femminile

Classifica del campionato interregionale Figh: Tushe Prato 6 punti; Casalgrande Padana, Romagna, Ariosto Ferrara e 2 Agosto Bologna 4; Starfish Follonica e La Torre Pontassieve 2; Valsamoggia 0. Valsamoggia e 2 Agosto Bologna hanno disputato 4 partite, mentre le altre squadre ne hanno giocate 3.

Domenica prossima, 10 dicembre, trasferta in terra toscana: l’organico guidato da Ilenia Furlanetto sarà di scena al pala Balducci di Pontassieve, per sfidare La Torre. In campo dalle ore 11,30.

La Casalgrande Padana U15 maschile durante un time-out del confronto con la Sportinsieme Castellarano

UNDER 15 MASCHILE. Giornata vittoriosa anche per la Casalgrande Padana U15 maschile: domenica 3 dicembre, sempre al pala Keope, i biancorossi allenati da Fabrizio Fiumicelli hanno riportato una maiuscola affermazione casalinga nel derby con la Sportinsieme Castellarano. Nella fattispecie, i padroni di casa hanno dettato legge imponendosi con un chiaro 29-21.

Classifica del girone C Figh dopo 9 turni: Secchia Rubiera 13 punti; Felino 12; Casalgrande Padana 11; Marconi Jumpers Castelnovo Sotto 10; Parma 4; Sportinsieme Castellarano 2. Marconi Jumpers e Parma hanno disputato una partita in meno, che verrà disputata mercoledì 6 dicembre a Castelnovo Sotto.

Ora, all’orizzonte dei biancorossi c’è un confronto di carattere decisivo: lunedì prossimo 11 dicembre, dalle ore 18, la Padana Under 15 maschile sarà impegnata al pala Keope contro il Marconi Jumpers. Sfida valida per il decimo e ultimo turno del raggruppamento: solo le prime due in classifica potranno continuare la corsa verso il titolo regionale, mentre le altre formazioni dovranno accontentarsi di lottare per i piazzamenti dal 7° posto in poi nella graduatoria regionale. Di conseguenza, allo stato attuale, Casalgrande ha assoluto bisogno di una vittoria: per la cronaca il confronto di andata si è chiuso con l’affermazione dei biancorossi della Bassa, 35-28 lo scorso 3 novembre.

Gaia Lusetti, allenatrice della Casalgrande Padana U13 maschile

UNDER 13 MASCHILE. La Casalgrande Padana U13 maschile è a sua volta attesa da un derby di alta graduatoria: domenica 10 dicembre, dalle ore 11, la Padana sarà di scena al pala Bursi di Rubiera contro la locale formazione biancorossoblù. Il Secchia staziona a quota 10 in classifica, e guida la graduatoria del gruppo C Figh a punteggio pieno: i biancorossi allenati da Gaia Lusetti hanno invece collezionato 8 punti, sempre nell’arco di 5 gare.

Nella foto in alto Camilla Galletti, ala della Casalgrande Padana U15 femminile, in azione contro Valsamoggia. Le immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

B femminile, la Casalgrande Padana centra un doppio successo e balza in testa

In questi giorni, la Casalgrande Padana di serie B femminile è stata interessata da un duplice impegno: in entrambi i casi le biancorosse hanno riportato brillanti affermazioni, salendo così in vetta alla graduatoria. Giovedì 16 novembre la formazione ceramica ha fatto tappa all’Handball Arena di Leno, nel Bresciano, per confrontarsi con le padrone di casa lombarde: il duello era valido per la sesta giornata, e le ragazze ospiti hanno avuto la meglio con il punteggio di 24-42. A seguire l’organico allenato da Marco Agazzani è tornato in campo domenica 19, ma questa volta al pala Keope: in occasione del 7° turno, le casalgrandesi si sono imposte sulle piemontesi della Exes Pinerolo con un largo 37-8.

Marco Agazzani, allenatore della Casalgrande Padana anche in serie B e nell’Under 17 femminile

“A Leno non potevamo contare sulle Under 17, impegnate nella sfida del giorno prima sul campo del Parma – spiega Marco Agazzani Di conseguenza abbiamo affrontato l’impegno con un organico ricco di giocatrici provenienti dalla squadra di A1. Un grazie al club di casa, per avere capito al volo le nostre necessità: ad ogni modo, ritengo che si sia trattato di un ottimo allenamento per entrambe le contendenti. Il primo tempo si è concluso sul 14-19 in nostro favore, ma fino all’intervallo abbiamo steccato soprattutto per quanto riguarda la scarsa intensità difensiva. A seguire, nella ripresa è stata una Padana capace di fornire impressioni decisamente migliori rispetto a quanto visto in precedenza. Uno speciale plauso a Giorgia Faieta, finalmente tornata in campo dopo la lunga assenza causa infortunio: un rientro che lei ha festeggiato al meglio, con tanto di gol personale”. Il trainer biancorosso si sofferma quindi sulla sfida casalinga contro l’Exes Pinerolo: “Netta ed evidente la nostra superiorità, tant’è vero che a metà gara stavamo già conducendo sul 23-6. Ad ogni modo le ragazze che alleno hanno affrontato l’impegno con la giusta concentrazione, contro avversarie comunque volenterose: in particolare, buoni riscontri da parte delle giocatrici con minore esperienza”.

La centrale biancorossa Giorgia Faieta, di nuovo in campo dopo il lungo infortunio

Questo il tabellino della Casalgrande Padana di B femminile contro Leno: Bonacini (P), Bordon (P), Artoni S. 9, Franco 5, Marquez Jabique 4, Baroni, Faieta 1, Rossi 5, Apostol 2, Artoni A. 2, Giovannini 3, Cosentino 1, Lusetti 1, Mattioli Furlanetto 9.

Questo invece il tabellino biancorosso contro l’Exes Pinerolo: Bonacini (P), Giubbini (P), Abbruzzese, Apostol 5, Baroni E. 4, Baroni S., Cosentino 4, Faieta 5, Giovannini 8, Mullaliu 1, Marazzi 1, Mattioli 5, Mazizi 3, Reggiani, Trevisi 1.

Domenica 19 novembre, in mattinata, il pala Keope ha inoltre ospitato il confronto tra La Torre Pontassieve ed Exes Pinerolo: la sfida, valida per il 5° turno, si è conclusa con il successo della compagine toscana 20-16.

Matilde Giovannini, terzino della Casalgrande Padana

Gli altri risultati della settima giornata sono Parma-La Torre Pontassieve 21-22, Romagna-2 Agosto Bologna 39-29, Ariosto Ferrara-Leno 49-15 e Sportinsieme Castellarano-Leonessa Brescia 12-30. Classifica della serie B femminile Aics: Casalgrande Padana e Leonessa Brescia 11 punti; Romagna 10; Leno 8; Ariosto Ferrara 6; 2 Agosto Bologna, Sportinsieme Castellarano e La Torre Pontassieve 4; Parma ed Exes Pinerolo 2. Leno e La Torre Pontassieve hanno disputato 7 partite, mentre le altre squadre ne hanno giocate 6.

Le casalgrandesi torneranno in campo sabato 25 novembre, per l’ottavo turno: appuntamento al pala Balducci di Pontassieve, contro le toscane targate La Torre. In campo a partire dalle ore 18.

Giulia Abbruzzese, in forza alla Casalgrande Padana U17 femminile

UNDER 17 FEMMINILE. Primo successo stagionale per la Casalgrande Padana Under 17 femminile: le biancorosse hanno archiviato immediatamente il rovescio interno contro Prato, prevalendo al pala Del Bono di Parma contro le padrone di casa ducali. Il confronto di mercoledì 15 novembre era valido per la seconda giornata, e la compagine ospite ha conquistato l’intera posta in palio imponendosi con un perentorio 27-36. Per la cronaca, il 1° tempo si era chiuso sul 12-20 sempre a favore delle biancorosse.

“Partita con tanti alti e bassi, piuttosto nervosa – evidenzia Marco Agazzani, trainer delle U17 casalgrandesi – Da parte nostra numerosi errori, e purtroppo poca volontà di darsi da fare in ambito difensivo. Di conseguenza, nonostante il punteggio, potevamo fornire una prova davvero migliore: a livello individuale spiccano comunque i primi gol in categoria di Sofia Baroni”.

Il terzino biancorosso Greta Trevisi

Questo il tabellino della Casalgrande Padana U17 femminile contro Parma: Di Caterino (P), Giubbini (P), Bacchi, Giovannini 11, Cosentino 3, Apostol 8, Marazzi 1, Baroni E. 3, Baroni S. 2, Abbruzzese 2, Capellini 1, Galletti 1, Lassuoli, Reggiani, Mazizi 1, Trevisi 3.

Gli altri risultati del 2° turno sono Ariosto Ferrara-Romagna 34-18 e Tushe Prato-Spm Modena 33-25. Classifica del girone unico interregionale Figh: Ariosto Ferrara 6 punti; Tushe Prato 4; Casalgrande Padana e Romagna 2; Spm Modena e Parma 0.

Domenica 26 novembre, a partire dalle ore 20, le Under 17 della Padana saranno impegnate sul parquet del Romagna: una sfida che darà indicazioni di primo piano sugli orizzonti stagionali della compagine ceramica. In campo al pala Cavina di Imola, sùbito dopo la conclusione del triangolare “Donne in campo contro la violenza” (qui i dettagli: https://www.pallamanospallanzani.it/donne-in-campo-contro-la-violenza-anche-casalgrande-al-triangolare-femminile-di-imola/ ).

La Casalgrande Padana U15 femminile che ha vinto sul campo di Follonica (foto Ivan Galletti)

UNDER 15 FEMMINILE. Ottimo risultato per la Casalgrande Padana Under 15 femminile, che ha dettato legge con grande autorità nel posticipo del turno inaugurale. Domenica 19 novembre, biancorosse corsare in terra toscana: l’organico guidato da Ilenia Furlanetto si è imposto al pala Golfo-Micheli di Follonica, superando per 13-29 la pur vivace Starfish. Il predominio ospite era emerso già durante la prima frazione di gioco, conclusasi sul 5-16 sempre in favore della Padana.

Ilenia Furlanetto, allenatrice della Casalgrande Padana U15 femminile

“Il risultato racconta bene la qualità della prova che le nostre ragazze hanno saputo fornire – sottolinea Ilenia Furlanetto – Il lavoro da svolgere resta ovviamente molto, ma intanto abbiamo colto un successo di indubbio valore e niente affatto scontato”.

Questo il tabellino della Casalgrande Padana U15 femminile contro la Starfish Follonica: Bacchi 8, Capellini A. 4, Capucci 2, Di Benedetto (P), Di Caterino (P), Dilillo, Galletti 3, Galvani 1, Giubbini, Lembo 6, Rivi 1, Taccucci 4.

Serena Galvani, in forza alla Casalgrande Padana U15 femminile

Classifica del campionato interregionale Figh: Tushe Prato 6 punti; Romagna e Ariosto Ferrara 4; Casalgrande Padana, 2 Agosto Bologna, Starfish Follonica e La Torre Pontassieve 2; Valsamoggia 0. Casalgrande Padana e Valsamoggia hanno disputato 2 partite, mentre le altre squadre ne hanno giocate 3.

Domenica 3 dicembre, a partire dalle ore 17.30, la Padana sarà di scena al pala Keope proprio contro Valsamoggia: il duello con le bolognesi rappresenta il posticipo della terza giornata.

La Casalgrande Padana U15 maschile, stagione 2023/24

UNDER 15 MASCHILE. La Casalgrande Padana Under 15 maschile ha invece sfiorato il successo, nel sempre atteso derby sul campo del Secchia Rubiera: la formazione allenata da Fabrizio Fiumicelli ha riposto in campo una forte dose di tenacia e qualità tecniche non trascurabili, ma i padroni di casa hanno comunque avuto la meglio di stretta misura. Domenica 19 novembre al pala Bursi si è giocato per il 7° turno, e i locali si sono imposti al fotofinish con il punteggio di 33-34. Nonostante la sconfitta, i biancorossi restano comunque a ridosso della vetta.

Il tecnico biancorosso Fabrizio Fiumicelli

Gli altri risultati della settima giornata sono Marconi Jumpers Castelnovo Sotto-Felino 21-27 e Parma-Sportinsieme Castellarano 24-23. Classifica del girone C regionale Figh: Marconi Jumpers Castelnovo Sotto e Felino 10 punti; Secchia Rubiera e Casalgrande Padana 9; Sportinsieme Castellarano e Parma 2.

La Padana U15 maschile tornerà alla ribalta domenica 26 novembre, a partire dalle ore 16: l’agenda dei casalgrandesi prevede il confronto con Parma, in programma al pala Del Bono.

Gaia Lusetti, allenatrice della Casalgrande Padana U13 maschile

UNDER 13 MASCHILE. Trasferta vittoriosa per la Casalgrande Padana Under 13 maschile, che ha espugnato proprio il pala Del Bono: i ragazzi guidati da Gaia Lusetti sono stati capaci di avere la meglio su Parma, 22-23 il punteggio.

Gli altri risultati del 4° turno sono Secchia Rubiera-Marconi Jumpers Castelnovo Sotto 47-12 e Spm Modena-Felino 19-10. Classifica del girone C regionale Figh: Secchia Rubiera 8 punti; Spm Modena e Casalgrande Padana 6; Marconi Jumpers Castelnovo Sotto 4; Parma e Felino 0.

Domenica 26 novembre i biancorossi riceveranno al pala Keope il Marconi Jumpers Castelnovo Sotto: fischio d’inizio alle ore 11.

Nell’immagine in alto, in primo piano la pivot biancorossa Sara Apostol. Dove non diversamente indicato, le foto presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

A1 femminile, la Casalgrande Padana si impone di slancio e accede alla Coppa Italia

CASALGRANDE PADANA – TERAMO 24 – 19

CASALGRANDE PADANA: Ferrari (P), Franco 3, Iyamu 2, Furlanetto 2, Bordon (P), Artoni S. 4, Rondoni C., Bonacini (P), Rossi 4, Artoni A. 3, Baroni, Giovannini, Marquez Jabique 5, Mattioli, Cosentino, Lusetti 1. All. Marco Agazzani.

TERAMO: Franceschini (P), Di Giulio, Terenziani 2, Di Prisco 1, Rejeb 8, Martinez Bizzotto 3, Dyulgerova (P), Chinnici (P), Capone 1, Lanfredi 1, De Angelis, Bellu, Ammar 3, De Flaviis. All. Daniela Palarie.

ARBITRI: Nguyen e Stilo.

NOTE: primo tempo 12-8. Rigori: Casalgrande Padana 2 su 4, Teramo 1 su 1. Esclusioni per due minuti: Casalgrande Padana 2, Teramo 4. Espulsa al 10’st Iyamu (C) per intervento su Rejeb.

Il terzino casalgrandese Nahomi Marquez Jabique e il portiere Elisa Ferrari mentre festeggiano per la vittoria ottenuta al pala Keope

Terzo risultato utile consecutivo per la Casalgrande Padana: la vittoria casalinga contro Teramo rappresenta anche la seconda affermazione nell’arco delle tre partite più recenti. Il successo che la compagine ceramica ha ottenuto sabato 11 novembre porta con sè anche un’ulteriore buona notizia: i due punti conquistati contro le abruzzesi permettono infatti a Furlanetto e socie di conquistare la matematica qualificazione alla Coppa Italia di serie A1 femminile. L’accesso alla competizione, giova ricordarlo, verrà assegnato alle formazioni che termineranno la fase di andata ai primi otto posti della graudatoria: tra queste ci sarà anche la Padana, e ora lo si può dire senza timore di smentita.

Alessia Artoni, pivot della Casalgrande Padana, mentre incita il pubblico

Intanto, il duello contro l’organico guidato da Daniela Palarie era valido per l’ottava giornata di campionato: al pala Keope le padrone di casa non hanno certo avuto vita così semplice, ma la squadra allenata da Marco Agazzani è comunque riuscita a ottenere un successo che rispecchia bene il reale andamento della gara. Nella fattispecie, la Padana ha avuto un approccio alla gara piuttosto deludente: viceversa le ragazze ospiti sono partite veramente fortissimo, e durante il quarto d’ora iniziale sono state capaci di spadroneggiare in lungo e in largo. D’altro canto, dal 15′ in avanti il copione della sfida ha subìto un netto e inequivocabile cambiamento: le casalgrandesi hanno ripreso a giocare come meglio sanno fare, e così le beniamine locali sono riuscite a costruire un cammino in costante crescendo. Dopo avere ribaltato con grande maestria le sorti della contesa, la compagine ceramica è riuscita a mantenere in modo costante la personalità e la lucidità che servivano per arginare al meglio una pur vivace Teramo.

Francesca Franco, pivot della Casalgrande Padana

Parlando nel dettaglio dei punteggi, come detto le abruzzesi si sono rese protagoniste di un’eccellente partenza: al 10′ la situazione era infatti di 0-3 a favore di Teramo, dominatrice contro una Padana parsa spenta e senza idee. Tuttavia Casalgrande ha ben presto ritrovato la traiettoria giusta per confermarsi sugli ottimi livelli delle ultime due sfide: già al 16′ la situazione era infatti di parità sul 4-4, mentre al 20′ le due contendenti stazionavano sul 6-6. Da lì in avanti Franco e socie si sono rivelate davvero inarrestabili, mantenendo stabilmente le redini dell’incontro: 12-8 a fine primo tempo, poi 19-12 al 40′ e 21-16 quando mancavano 10 minuti alla sirena conclusiva. Tutto questo fino a giungere al meritato 24-19 conclusivo: grandi applausi vanno comunque tributati anche a Teramo, che non ha mai rinunciato a esprimersi con energia e carattere fino alle ultimissime fasi della partita. Le biancorosse ospiti hanno dovuto fare i conti con una Padana ancora una volta in gran forma, ma comunque le abruzzesi hanno dimostrato di avere tutte le carte in regola per ritrovare presto la gioia della vittoria.

La centrale casalgrandese Margherita Rossi

In ambito individuale, ancora una volta tutte le protagoniste della Casalgrande Padana sono state capaci di guadagnare valutazioni davvero alte: tra le principali trascinatrici figura senza dubbio Nahomi Marquez Jabique, senza dimenticare i gol spettacolari e pesanti realizzati da Margherita Rossi nel 1° tempo e da Simona Artoni durante la ripresa. Inoltre di nuovo in evidenza i portieri, Elisa Ferrari così come Nadia Ayelen Bordon. Nelle file teramane spiccano gli 8 sigilli della fromboliera tunisina Saida Rejeb, miglior realizzatrice dell’incontro: inoltre, pregevoli interventi da parte della guardiana Selene Franceschini.

Al centro, in piedi, il tecnico Marco Agazzani con la panchina casalgrandese

“Mi sono avvicinato a questa partita nutrendo forte e limpida fiducia – commenta Marco Agazzani, trainer della Casalgrande Padana – La preparazione svolta in settimana ha fornito ottimi riscontri, sia in termini di lavoro proficuo sia per quanto concerne il genuino entusiasmo con cui l’intera squadra ha lavorato in palestra. L’avvio di gara non è stato dei migliori, ma in fin dei conti non ne sono così sorpreso: fino al 15′ ha giocato una certa emozione. Lo scorso anno Teramo ha vinto qui al pala Keope con ampio margine, e il ricordo di quella sconfitta era ben presente durante gli allenamenti: di conseguenza, sulle prime le nostre ragazze si sono lasciate prendere da una certa paura di sbagliare. Ad ogni modo, si tratta di un problema risolto in modo rapido e senza dubbio efficace: dal 15′ in poi, abbiamo trovato le strategie giuste per sprigionare al meglio il potenziale tecnico e caratteriale che ci contraddistingue. A quel punto, il percorso delle avversarie è diventato in crescente e decisa salita. Mi dispiace per l’espulsione di Charity Iyamu, che fino al cartellino rosso stava recitando un ruolo di primo piano: il suo allontanamento dal campo ha costituito una tegola senza dubbio pesante per noi, ma la squadra non si è scomposta reagendo in maniera determinata ed efficiente. Un ulteriore segno della grinta e della scorza mentale che abbiamo saputo esprimere in questo duello di così grande rilievo”.

In primo piano, il terzino casalgrandese Charity Iyamu: di spalle, il terzino Emma Baroni

“Siamo qui a parlare di un successo niente affatto scontato – rimarca il timoniere casalgrandese – Non dobbiamo infatti scordare che Teramo proveniva da un tris di successi consecutivi con Padova, Dossobuono e Sassari. Questa Padana è comunque riuscita a confermare le ottime impressioni fornite sia nella vittoria casalinga con Salerno, sia in occasione del pari sul difficile campo di Cassano Magnago. Per di più, la condizione fisica generale continua a essere dalla nostra parte: stavolta mancava soltanto Sara Apostol a causa di impegni personali, ma per il resto non avevamo assenze se non quelle delle lungodegenti Orlandi e Faieta. Quanto alla Coppa Italia, la qualificazione rappresenta un primo passo per provare a sfatare una tradizione sfavorevole: dopo aver infranto il tabù-Salerno, ora possiamo certamente provare a rompere il muro dei quarti accedendo quantomeno alle semifinali di Coppa. Sarebbe un risultato davvero eccellente, che impreziosirebbe in maniera ulteriore questo percorso stagionale”. Intanto c’è però da pensare al campionato, che viaggia verso la conclusione della fase di andata: la serie A1 femminile tornerà il 2 dicembre, ma nella circostanza la Casalgrande Padana osserverà il proprio turno di riposo. La formazione ceramica tornerà quindi alla ribalta sabato 9 dicembre, nel confronto casalingo con il Cellini Padova: in campo dalle ore 18,30. “Per chiudere il 2023 restano i confronti con Padova e Dossobuono – sottolinea Agazzani – Due partite che costituiscono due opportunità da sfruttare appieno, per consolidare il percorso vincente e di crescita che stiamo portando avanti. La pausa potrà farci bene: la sosta ci permetterà di riprendere energie preziose e di affinare i meccanismi di gioco”.

Daniela Palarie, allenatrice del Teramo

“Nonostante la sconfitta, io continuo a pensare che il nostro organico possa ambire a obiettivi superiori rispetto al pur importante traguardo salvezza – evidenzia quindi l’allenatrice teramana Daniela Palarie – Questa sconfitta non deve affatto scalfire la tenacia e la convinzione con cui stiamo lavorando, giorno per giorno. La Casalgrande Padana è una squadra di ottima struttura, sia a livello di gioco sia per quanto riguarda l’indole messa in campo: l’organico allenato da Agazzani sta meritando in pieno tutto il suo attuale successo. D’altro canto, stavolta i problemi che abbiamo incontrato riguardano soprattutto l’aspetto mentale: non appena Casalgrande si è ripresa dall’appannamento del primo quarto d’ora, noi abbiamo reagito in maniera troppo molle e timorosa perdendo quella determinazione che ci aveva contraddistinte in avvio di gara. Se avessimo creduto di più nel nostro valore senza lasciarci condizionare dalle frizzanti manovre avversarie, credo proprio che saremmo rimaste in lizza fino all’ultimo per ottenere quantomeno un risultato utile”. Sabato 2 dicembre Teramo ospiterà Mezzocorona: “Le energie sul piano fisico non ci mancano, e per di più l’intera squadra è animata dalla ferma volontà di costruire gioco in maniera costante e tambureggiante – aggiunge Daniela Palarie – Doti che ritengo si siano viste pure qui a Casalgrande: ora bisogna soltanto continuare a lavorare parecchio, sia per affinare le mosse da compiere durante le varie gare sia soprattutto per migliorare sul piano della mentalità”.

Nadia Ayelen Bordon, portiere della Casalgrande Padana

LA SITUAZIONE IN SERIE A1 FEMMINILE. Sabato 11 novembre si sono giocate anche Venplast Dossobuono-Cellini Padova 29-26, Mezzocorona-Aviometal Cassano Magnago 19-29 e Ac Life Style Erice-Cassa Rurale Pontinia 29-29. L’ottavo turno si concluderà poi con il posticipo del 15 dicembre, Bressanone Südtirol-Jomi Salerno. Riposa il Lions Sassari.

Classifica (tra parentesi il numero di partite disputate): Aviometal Cassano Magnago 13 punti (7); Bressanone Südtirol 12 (7); Cassa Rurale Pontinia e Ac Life Style Erice 11 (7); Jomi Salerno 10 (6); Casalgrande Padana 9 (8); Teramo 6 (7); Venplast Dossobuono 4 (7); Mezzocorona 2 (8); Cellini Padova e Lions Sassari 0 (7).

Le foto presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli, durante la partita tra Casalgrande Padana e Teramo.

B femminile, Casalgrande Padana in continua crescita: terza affermazione consecutiva

Nuovo successo per la Casalgrande Padana nella serie B Aics di pallamano femminile: questa volta le biancorosse hanno prevalso al pala Keope sul 2 Agosto Bologna, cogliendo così la terza affermazione consecutiva. Il confronto con le felsinee, valevole per la quinta giornata, si è giocato nella mattinata di domenica 5 novembre: nonostante la consistente buona volontà messa in campo dalla compagine ospite, l’organico allenato da Marco Agazzani ha dettato legge fin dalla prima frazione di gioco. Nella fattispecie, il primo tempo è terminato con la Padana avanti di 14 lunghezze sul 26-12: un divario che le biancorosse hanno riconfermato anche nel punteggio finale, imponendosi con un gratificante 41-27.

Marco Agazzani, allenatore della Casalgrande Padana anche nella serie B femminile

“Il risultato racconta bene la pregevole qualità della prova che abbiamo fornito – sottolinea Marco Agazzani Le nostre ragazze hanno mantenuto un buon ritmo di gioco, soprattutto nell’ambito della fase offensiva: in particolare le numerose ripartenze hanno dato origine a tanti gol, che senza dubbio hanno propiziato questa ampia e non scontata affermazione. Molto spazio anche per le protagoniste più giovani, che stanno effettuando nuovi salti di qualità collocandosi sempre più in sintonia con il buon livello di questo campionato.

Leila Mazizi, ala della Casalgrande Padana

Il tabellino della Casalgrande Padana nel confronto con il 2 Agosto Bologna: Bonacini (P), Giubbini (P), Baroni E. 5, Baroni S. , Capellini, Cosentino 1, Galletti, Giovannini 7, Lassouli 1, Lusetti 7, Marazzi 1, Mattioli 7, Mazizi 3, Rondoni 9, Trevisi.

Giulia Cosentino, pivot della Casalgrande Padana

Classifica della serie B Aics (tra parentesi il numero di partite disputate): Leonessa Brescia 9 punti (5); Leno 8 (5); Casalgrande Padana 7 (4); Romagna 6 (4); 2 Agosto Bologna e Sportinsieme Castellarano 4 (4); Ariosto Ferrara e Parma 2 (4); Exes Pinerolo 0 (3); La Torre Pontassieve 0 (5).

Viola Giubbini, portiere della Casalgrande Padana

Il prossimo impegno delle biancorosse è in agenda per giovedì 16 novembre: in occasione del 6° turno le casalgrandesi saranno di scena all’Handball Arena di Leno, per affrontare le padrone di casa lombarde. Fischio d’inizio alle ore 19,30.

Francesco Martino, in forza alla Casalgrande Padana U15 maschile

UNDER 15 MASCHILE. La Casalgrande Padana Under 15 maschile ha invece fatto registrare la prima sconfitta stagionale: venerdì 3 novembre i biancorossi hanno pagato dazio al Puntosport Spaggiari di Castelnovo Sotto, nel derby contro il Marconi Jumpers. Successo meritato da parte dei padroni di casa, che hanno chiuso il primo tempo avanti sul 20-15: a seguire, la compagine della Bassa ha concretizzato la propria affermazione con il punteggio di 35-28. Adesso la Padana è sempre al comando del gruppo C, ma è stata raggiunta in vetta proprio dai castelnovesi.

Il trainer biancorosso Fabrizio Fiumicelli

“Di certo una gara tutt’altro che esaltante da parte nostra – evidenzia il trainer casalgrandese Fabrizio Fiumicelli – Attacco abulico e senza idee, difesa troppo molle. A livello individuale abbiamo potuto contare sulla buona vena realizzativa di Sciannamea, e anche su un Fedotov impreciso ma comunque volenteroso: viceversa, prove opache da parte dei ragazzi più esperti”.

Thomas Mattioli, fromboliere della Casalgrande Padana U15 maschile

Questo il tabellino della Casalgrande Padana U15 maschile contro il Marconi Jumpers Castelnovo Sotto: Bertolani, Bonazza, Caprili, Catellani (P), Fedotov 5, Gambarelli, Gherman (P), Gigante, Lasala 1, Lusoli, Martino 5, Mattioli 11 , Niccolai 1, Piazza, Sciannamea 5, Znaceni (P).

Antonio Sciannamea (Casalgrande Padana U15 maschile)

Gli altri risultati della quinta giornata sono Secchia Rubiera-Sportinsieme Castellarano 47-29 e Felino-Parma 26-25. Classifica del girone C Figh: Marconi Jumpers Castelnovo Sotto e Casalgrande Padana 8 punti; Felino 7; Secchia Rubiera 5; Sportinsieme Castellarano 2; Parma 0.

Di nuovo in campo domenica 12 novembre, per il 6° turno: nell’occasione i biancorossi saranno impegnati al pala Del Bono di Parma, per affrontare i padroni di casa targati Felino. In campo dalle ore 11.

Foto di gruppo per la Casalgrande Padana U13 femminile che ha preso parte al concentramento di Castelnovo Sotto, al Puntosport Spaggiari

UNDER 13 FEMMINILE. Nella giornata di domenica 5 novembre, il concentramento che si è svolto a Castelnovo Sotto ha sancito l’inizio del campionato regionale Figh. Ottimo debutto per le ragazze della Casalgrande Padana: la compagine guidata da Ilenia Furlanetto ha infatti ottenuto una doppia vittoria, prima sulla formazione mista maschile/femminile del Marconi Jumpers (6-46), e poi contro le bolognesi in forza al 2 Agosto (10-15).

L’allenatrice Ilenia Furlanetto mentre istruisce la squadra

Ora il secondo concentramento è previsto per domenica 26 novembre al pala Barca di Bologna, ma le biancorosse osserveranno il turno di riposo. La compagine ceramica tornerà alla ribalta domenica 17 dicembre, proprio sul parquet amico del pala Keope: in programma i confronti Casalgrande Padana-Romagna (ore 14.30), Marconi Jumpers Castelnovo Sotto misto-Ariosto Ferrara (ore 15.30), Romagna-Marconi Jumpers Castelnovo Sotto misto (ore 16.30) e Casalgrande Padana-Ariosto Ferrara (ore 17.30). Riposerà il 2 Agosto Bologna.

Un altro fotogramma della Casalgrande Padana U13 femminile durante le partite di Castelnovo Sotto

UNDER 13 MASCHILE. La Casalgrande Padana Under 13 maschile è in arrivo da un fine settimana di riposo, ma il prossimo impegno dei biancorossi è in calendario a stretto giro: domenica 12 novembre, la squadra guidata da Gaia Lusetti sarà ospite della Spm. Appuntamento al pala Molza di Modena dalle ore 16.

Nella foto in alto Emma Baroni, terzino della Casalgrande Padana in A1 e in B femminile. Le immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

A1 femminile, la Casalgrande Padana torna da Cassano con un punto che vale comunque molto

AVIOMETAL CASSANO MAGNAGO – CASALGRANDE PADANA

18 – 18

AVIOMETAL CASSANO MAGNAGO: Ferrazzi, Kobilica, Manfredini 3, Cobianchi 2, Gozzi 4, Panarotto, Laita 1, Zanellini 4, Macchi, Ponti L. 1, Zizzo 2, Barbosu 1, Barbuscia, Milan G., Bertolino (P), Milan A. (P). Allenatore: Marco Affricano.

CASALGRANDE PADANA: Ferrari (P), Franco 1, Iyamu 2, Furlanetto 6, Bordon (P), Apostol 1, Artoni S. 1, Rondoni C., Bonacini (P), Rossi 2, Artoni A. 2, Baroni, Giovannini, Marquez Jabique 2, Mattioli, Lusetti 1. Allenatore: Marco Agazzani.

ARBITRI: Falvo e Ganucci.

NOTE: primo tempo 8-9. Rigori: Aviometal Cassano Magnago 3 su 7, Casalgrande Padana 3 su 3. Esclusioni per due minuti: Aviometal Cassano Magnago 2, Casalgrande Padana 5. Espulsa al 4’st Rossi (C) per intervento su Laita.

In primo piano, la pivot casalgrandese Alessia Artoni

Per alcuni versi, il pari scaturito a Cassano Magnago lascia un po’ di amaro in bocca alla Casalgrande Padana. Più volte le biancorosse hanno avuto l’occasione di prendere il largo in maniera definitiva, opportunità che però le ragazze ospiti non sono mai riuscite a sfruttare appieno: inoltre la compagine ceramica ha guidato nel punteggio per quasi tutto il secondo tempo, e ciò rappresenta un ulteriore motivo di amarezza. D’altro canto, il punto conquistato sabato 4 novembre al pala Tacca ha anche i suoi aspetti lusinghieri e incoraggianti: aspetti di cui bisogna senza dubbio tenere conto, nell’analizzare in modo dettagliato la sfida disputata in terra lombarda. Innanzitutto la Padana ha saputo costringere al pari una squadra che proveniva da un entusiasmante filotto di vittorie: la Aviometal Cassano Magnago era infatti in arrivo da 5 affermazioni su altrettanti confronti disputati. Inoltre, l’organico allenato da Marco Agazzani è uscito imbattuto da un campo storicamente difficile: giusto per fare un esempio legato al recente passato, la sfida tra Cassano e Padana disputata lo scorso anno sul parquet delle amaranto si era conclusa con il maiuscolo successo della formazione di casa. Tutto questo senza dimenticare l’atteggiamento messo in campo anche stavolta: l’indole espressa sul parquet varesino è la stessa che ha animato le casalgrandesi anche sette giorni prima, in occasione del roboante successo casalingo contro le campionesse d’Italia in carica della Jomi Salerno.

Francesca Franco, pivot della Casalgrande Padana

Per quanto riguarda la cronaca di questo confronto con la Aviometal, contesa valida per il 7° capitolo della serie A1 di pallamano femminile: nel complesso, il pari rispecchia fedelmente le vicende che hanno contraddistinto la partita. Un duello caratterizzato da una sostanziale equivalenza tra le forze in campo, ben testimoniata anche dai risultati parziali. Al 10′ la formazione insubrica era avanti sul punteggio di 4-3, mentre 600 secondi più tardi Cassano Magnago guidava sempre per una lunghezza sul 6-5. A seguire, rapporti di forza ribaltati: la Casalgrande Padana è infatti riuscita a chiudere la prima frazione di gioco con un lieve ma significativo vantaggio, sull’8-9.

Elisa Ferrari, portiere della Casalgrande Padana

Dopo l’intervallo, come detto biancorosse quasi sempre avanti: tuttavia, a causa dei tanti errori in attacco, l’organico ospite non è mai riuscito a piazzare quel balzo definitivo che avrebbe permesso di giungere al blitz. Per giunta, al 4′ la Padana ha dovuto fare i conti con il discutibile rosso diretto comminato a Margherita Rossi: pur trattandosi di una defezione senza dubbio pesante per lo scacchiere di gioco casalgrandese, la compagine ceramica ha comunque continuato a sviluppare un elevato tasso di tenacia e concentrazione senza mai farsi prendere dallo sconforto o dalla sfiducia. La Padana si è quindi trovata a condurre per 12-13 al 40′ e per 14-15 al 50′: nel finale Cassano Magnago è riuscita a rovesciare la situazione portandosi sul 18-17 in proprio favore, ma poi la rete siglata da Simona Artoni a un minuto dal termine ha fissato il 18-18 conclusivo.

Nadia Ayelen Bordon, portiere della Casalgrande Padana

Quanto alle prove individuali, nelle file biancorosse in grande evidenza i portieri Elisa Ferrari e Nadia Ayelen Bordon: tutto ciò senza dimenticare la buona vivacità realizzativa di Ilenia Furlanetto, autrice di 6 reti. Nei ranghi lombardi spicca in particolare la prova della guardiana Nila Bertolino, mentre la fase offensiva amaranto ha potuto contare sulle felici ispirazioni di Giulia Gozzi e Sara Zanellini.

Il tecnico biancorosso Marco Agazzani

“A mio parere, il pareggio rappresenta un premio soltanto per una squadra che riesce a piazzare una grande rimonta negli ultimissimi minuti – commenta a fine gara Marco Agazzani, trainer della Casalgrande Padana – In tutte le altre circostanze, compresa questa partita qui a Cassano Magnago, il pari significa sempre bicchiere mezzo vuoto per entrambe le contendenti. A livello generale, non è stata una partita così esaltante: molti gli errori, da ambo le parti. In fin dei conti, ritengo che la suddivisione della posta in palio fotografi bene il reale andamento della gara: da parte nostra c’è senza dubbio qualche rimpianto, perchè le occasioni per conquistare i 2 punti non sono certo mancate. Durante la ripresa, varie volte avremmo potuto giungere a 3 reti di vantaggio: se così fosse stato, probabilmente il duello si sarebbe incanalato su binari più favorevoli per noi. Purtroppo, la storia non si costruisce con i “se” e con i “ma”: le numerose sviste e leggerezze in chiave offensiva ci hanno impedito di ottenere un risultato migliore. In vista dei prossimi impegni, i nostri movimenti di attacco andranno sistemati e perfezionati con particolare rapidità: possiamo e dobbiamo arrivare a trovare la via della rete più spesso, con una frequenza ben maggiore rispetto a quanto stiamo evidenziando ultimamente. Si potrebbe inoltre discutere su qualche provvedimento degli arbitri, ma in fin dei conti ritengo che non si tratti del tema principale: gli episodi in tal senso ci sono stati sia per noi, sia per Cassano”.

Il terzino casalgrandese Nahomi Marquez Jabique

“Piuttosto, credo che pure stavolta vada elogiata la fase difensiva – prosegue il timoniere biancorosso – La solida cintura a difesa della nostra porta rappresenta una vera punta di diamante per la Casalgrande Padana, e ne abbiamo dato prova pure qui al pala Tacca. Inoltre, le ragazze hanno fornito quelle risposte sul piano caratteriale che mi aspettavo di vedere: l’intera squadra ha affrontato l’impegno con attenzione, convinzione e autostima, proprio come è avvenuto durante la vittoriosa sfida casalinga contro Salerno. Questo insieme di doti ci ha permesso di conquistare un punto che comunque riveste un valore elevato: nonostante l’amarezza per la mancata vittoria, un pareggio qui a Cassano Magnago costituisce comunque un risultato apprezzabile e gratificante. Non vanno infatti dimenticate le prerogative della compagine che avevamo di fronte, una squadra che qui al pala Tacca ha saputo imporsi persino su Erice: credo proprio che quest’anno chiunque farà parecchia fatica nell’affrontare l’Aviometal, soprattutto quando gioca sul proprio parquet”. Adesso, la Casalgrande Padana tornerà in campo già sabato prossimo: l’agenda di sabato 11 novembre ha in serbo il duello interno con Teramo, al pala Keope dalle ore 18,30. “Non c’è affatto da fidarsi – ammonisce Agazzani – Intanto abbiamo ancora ben in mente la sfida della scorsa stagione agonistica: nell’occasione, le abruzzesi hanno espugnato il nostro campo spadroneggiando in lungo e in largo. Ora Teramo si è ulteriormente rinforzata, e peraltro proviene da un triplice successo contro Padova, Dossobuono e Sassari: di conseguenza prevedo ostacoli parecchio severi da superare, e dovremo fronteggiarli manifestando innanzitutto la stessa fibra caratteriale emersa durante queste ultime due gare”.

Bianca Barbosu, centrale/terzino della formazione amaranto (foto pagina Fb Pallamano Cassano Magnago)

“Io penso invece che il bicchiere sia mezzo pieno – commenta Bianca Barbosu, centrale/terzino della Aviometal Cassano Magnago – Un punto è sempre meglio di zero, specie con un’avversaria del calibro della Casalgrande Padana: la prova fornita contro le biancorosse è contraddistinta da numerosi aspetti incoraggianti, e da lì dovremo ripartire con rinnovato slancio anche per correggere i difetti emersi durante questo incontro. Di certo siamo incappate in svariati errori davanti alla porta, e in più abbiamo gettato al vento parecchie opportunità perdendo molti palloni: nonostante ciò siamo comunque riuscite a rimanere attaccate alla partita, credendo con fermezza nella vittoria o quantomeno in un risultato utile fino agli ultimissimi istanti della gara. L’intera squadra si è tenuta costantemente alla larga da ansie o nervosismi: si tratta di un pregio non da poco, che deve autorizzarci a proseguire il cammino con rinnovata fiducia nei nostri mezzi”. La centrale/terzino italo-romena, classe ’99, si sofferma quindi sulle avversarie: “Mi aspettavo una Casalgrande Padana così tenace, soprattutto dopo l’affermazione contro Salerno. D’altro canto noi puntavamo con fermezza a prolungare ulteriormente la striscia di vittorie, e dunque il nostro atteggiamento non è stato affatto da meno. Quanto al resto, credo che al momento sia ancora troppo presto per formulare pronostici in merito alle squadre che potranno accedere ai playoff scudetto: sicuramente la Padana ha i mezzi per provare a centrare tale obiettivo, ma le variabili in campo sono ancora troppe per disegnare previsioni attendibili”. Sabato prossimo, 11 novembre, le amaranto saranno impegnate sul parquet trentino di Mezzocorona.

Simona Artoni, ala/centrale della Casalgrande Padana

LA SITUAZIONE IN SERIE A1 FEMMINILE. Gli altri risultati del 7° turno sono Cassa Rurale Pontinia-Bressanone Südtirol 25-26, Teramo-Lions Sassari 38-32, Jomi Salerno-Mezzocorona 34-19 e Cellini Padova-Ac Life Style Erice 21-36. Ha riposato la Venplast Dossobuono.

Classifica (tra parentesi il numero di gare disputate): Bressanone Südtirol 12 punti (7); Aviometal Cassano Magnago 11 (6); Cassa Rurale Pontinia, Jomi Salerno e Ac Life Style Erice 10 (6); Casalgrande Padana 7 (7); Teramo 6 (6); Venplast Dossobuono 2 (6); Mezzocorona 2 (7); Cellini Padova 0 (6); Lions Sassari 0 (7).

Nella foto in alto Ilenia Furlanetto, terzino e capitana della compagine biancorossa. Le immagini della Casalgrande Padana presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

Casalgrande Padana, doppia vittoria a Castellarano: B femminile e U15 maschile

Nella serie B di pallamano femminile, la Casalgrande Padana ha potuto festeggiare la seconda vittoria consecutiva. Il percorso biancorosso è scattato con il pareggio interno con la Leonessa Brescia, seguito dal blitz del 15 ottobre sul campo dell’Ariosto Ferrara. Ora, le ragazze allenate da Marco Agazzani hanno piazzato un ulteriore successo esterno: nel pomeriggio di domenica 29 ottobre, la compagine ceramica ha dettato legge al pala Ravazzini di Castellarano aggiudicandosi il derby contro la Sportinsieme. Nonostante la vivacità e la buona volontà espresse dalle padrone di casa, il predominio territoriale ospite è emerso in modo chiaro fin dalle fasi iniziali del confronto: non a caso la prima mezz’ora si è conclusa con la Padana avanti sul 6-20, poi durante la ripresa le casalgrandesi hanno gestito la situazione senza troppi affanni fino al 17-29 conclusivo. Un’affermazione che non era affatto così scontata, specie considerando i risultati da cui la Sportinsieme proveniva: la formazione allenata da Francesco Vezzelli e Fabio Esposito ha infatti avuto la meglio Exes Pinerolo e La Torre Pontassieve, per poi riportare un’onorevole sconfitta sul campo della Pallamano Parma.

Marco Agazzani, allenatore della Casalgrande Padana anche nel campionato di B femminile

“Senza dubbio, buon primo tempo – commenta Marco Agazzani I riscontri che abbiamo fornito nel corso della mezz’ora iniziale sono stati determinanti nel propiziare questo successo. Dopo l’intervallo c’è poi stato largo spazio per le ragazze più giovani del nostro gruppo, che a loro volta non hanno deluso le attese: le giocatrici emergenti hanno quindi usufruito di un’utile occasione per acquisire ulteriore grinta, dote davvero essenziale in chiave presente e futura”.

La pivot biancorossa Giulia Cosentino

Questo dunque il tabellino della Casalgrande Padana contro la Sportinsieme Castellarano: Bonacini (P), Giubbini (P), Apostol 7, Baroni 1, Cosentino 2, Giovannini 4, Lassouli, Lusetti 4, Mullaliu, Marazzi 2, Mattioli 5, Mazizi, Reggiani (P), Rondoni C. 3, Trevisi 1.

La pivot casalgrandese Giulia Mattioli

Gli altri risultati della quarta giornata sono Romagna-Ariosto Ferrara 30-28 e Leno-La Torre Pontassieve 31-20. Il turno si completerà poi con i posticipi 2 Agosto Bologna-Parma (16 dicembre) e Leonessa Brescia-Exes Pinerolo (17 dicembre).

Classifica della serie B Aics (tra parentesi il numero di gare disputate): Leonessa Brescia 7 punti (4); Romagna 6 (3); Leno 6 (4); Casalgrande Padana 5 (3); 2 Agosto Bologna 4 (3); Sportinsieme Castellarano 4 (4); Parma 2 (3); Ariosto Ferrara 2 (4); Exes Pinerolo 0 (3); La Torre Pontassieve 0 (5).

Valentina Bonacini, portiere della Casalgrande Padana

Di nuovo in campo domenica prossima 5 novembre, per il 5° turno: nell’occasione la Casalgrande Padana sarà di scena al pala Keope, nel confronto interno con il 2 Agosto Bologna. Fischio d’inizio alle ore 12,30.

Angelica Di Caterino, in forza alla Casalgrande Padana U15 femminile

UNDER 15 FEMMINILE. Sempre nel pomeriggio di domenica 29 ottobre, è inoltre scattato il percorso agonistico della Casalgrande Padana Under 15 femminile. Come è noto, la formazione biancorossa è la detentrice del tricolore: la compagine ceramica ha infatti conquistato lo scudetto nel luglio scorso, sia pure con una composizione di squadra in larga parte differente rispetto a quella attuale. Parlando della più stretta attualità, il gruppo guidato da Ilenia Furlanetto ha fatto tappa al pala Gramsci-Keynes di Prato. Dal punto di vista del punteggio, si è trattato di una trasferta infruttuosa: le Tushe hanno chiuso il primo tempo con 7 gol di vantaggio sul 19-12, per poi andare a conquistare l’intera posta in palio prevalendo 36-25.

Ilenia Furlanetto, capitana della squadra di A1 e allenatrice della Casalgrande Padana U15 femminile

“Intanto mi congratulo con le Tushe Prato, che hanno costruito un’ottima prova dimostrando di meritare in pieno i 2 punti – commenta Ilenia Furlanetto – Quanto a noi, di certo siamo state artefici di una gara piuttosto opaca. L’elevato valore della compagine toscana è fuori discussione, e quindi sapevamo benissimo che a Prato non sarebbe certo stata una semplice passeggiata: d’altro canto, senza dubbio il nostro obiettivo deve essere quello di sviluppare visibili miglioramenti rispetto a ciò che abbiamo fatto in questa gara d’esordio. In buona sostanza è necessario rimboccarsi le maniche una volta di più, continuando a lavorare con impegno e rinnovata convinzione: tutto ciò per arrivare a raggiungere un convincente amalgama di squadra e quindi un’efficace identità di gioco. Nonostante la sconfitta, il rendimento delle ragazze più giovani rappresenta comunque una nota lieta e incoraggiante – rimarca la timoniera biancorossa – Stante l’assenza di Alessia Taccucci, le nostre Under 13 hanno usufruito di un ampio minutaggio interpretando la sfida con coraggio e tenacia”.

L’ala biancorossa Camilla Galletti

Questo il tabellino della Casalgrande Padana U15 femminile contro le Tushe Prato: Bacchi 11, Capellini 3, Capucci M., Di Benedetto (P), Di Caterino, Galletti 1, Galvani 1, Giubbini G. 1, Lembo 8, Lusoli, Rivi.

Gli altri risultati della seconda giornata sono Valsamoggia-Romagna 10-23 e Starfish Follonica-2 Agosto Bologna 17-16. Il turno si completerà poi il 5 novembre, con il posticipo Ariosto Ferrara-La Torre Pontassieve.

Chiara Bacchi, fromboliera della Casalgrande Padana U15 femminile

Classifica del campionato interregionale Figh (tra parentesi il numero di partite disputate): Tushe Prato 4 punti (4); La Torre Pontassieve e Starfish Follonica 2 (1); Romagna e 2 Agosto Bologna 2 (2); Casalgrande Padana e Ariosto Ferrara 0 (1); Valsamoggia 0 (2).

Domenica 19 novembre, a partire dalle ore 12, le biancorosse giocheranno al pala Golfo-Micheli di Follonica il confronto con le padrone di casa maremmane: la sfida sarà valevole come posticipo della prima giornata.

Francesco Martino, in forza alla Casalgrande Padana U15 maschile

UNDER 15 MASCHILE. Pur imponendosi di strettissima misura, la Casalgrande Padana Under 15 maschile è comunque riuscita a proseguire la propria traiettoria a punteggio pieno. Mercoledì 25 ottobre, l’organico diretto da Fabrizio Fiumicelli ha piazzato il blitz al pala Ravazzini di Castellarano. Il primo tempo si è concluso in perfetta parità sul 13-13, poi i padroni di casa della Sportinsieme hanno ceduto con un solo gol di scarto: 24-25 il punteggio definitivo a favore della formazione ospite.

Fabrizio Fiumicelli, allenatore della Casalgrande Padana U15 maschile

“Risultato a parte, non sono affatto contento – commenta Fabrizio Fiumicelli in modo tranchant – E’ vero che eravamo privi del centrale Sciannamea e del portiere Znaceni, assenze non certo di poco conto: d’altro canto, si tratta di defezioni che non possono affatto bastare per giustificare una prova così sbiadita. I nostri ragazzi si sono resi autori di un gioco abulico, impreciso, poco dinamico e ancor peggio supponente: ora l’urgenza sta nel cambiare registro con grande rapidità, tornando su livelli di rendimento più consoni al potenziale che ci caratterizza. Altrimenti, con prove di questo genere si andrà ben poco lontano”.

Questo il tabellino della Casalgrande Padana U15 maschile contro la Sportinsieme Castellarano: Bertolani 1, Bonazza, Caprili, Catellani (P), Fedotov 6, Gambarelli 2, Gherman (P), Gigante, Lasala, Lusoli, Martino 2, Mattioli 7, Niccolai 5, Piazza 2.

Gli altri risultati del 4° turno sono Felino-Secchia Rubiera 36-36 e Parma-Marconi Jumpers Castelnovo Sotto 22-30.

Riccardo Lasala (Casalgrande Padana U15 maschile)

Classifica del girone C Figh: Casalgrande Padana 8 punti; Marconi Jumpers Castelnovo Sotto 6; Felino 5; Secchia Rubiera 3; Sportinsieme Castellarano 2; Parma 0.

Ora all’orizzonte dei casalgrandesi c’è un derby di alta graduatoria: venerdì 3 novembre, dalle ore 18.30, la Padana U15 maschile sarà al Puntosport Spaggiari di Castelnovo Sotto per il sempre atteso duello con il Marconi Jumpers.

Gaia Lusetti, allenatrice delle formazioni biancorosse U13

UNDER 13. Per quanto concerne le squadre biancorosse Under 13 allenate da Gaia Lusetti, la Casalgrande Padana maschile ha centrato il primo acuto vincente della stagione: domenica 29 ottobre la formazione ceramica ha espugnato il pala Estasi di Parma, prevalendo 5-14 sui padroni di casa targati Felino in occasione della seconda giornata.

Gli altri risultati del 2° turno sono Spm Modena-Marconi Jumpers Castelnovo Sotto 19-9 e Secchia Rubiera-Parma 33-15.

Classifica del girone C Figh: Spm Modena e Secchia Rubiera 4 punti; Casalgrande Padana 2; Marconi Jumpers Castelnovo Sotto, Felino e Parma. Marconi Jumpers Castelnovo Sotto e Felino hanno disputato una gara in meno.

Domenica 12 novembre, la Casalgrande Padana farà visita alla Spm: appuntamento al pala Molza di Modena con fischio d’inizio fissato alle ore 16.

Domenica 5 novembre partirà invece il campionato Under 13 femminile/misto, sempre allestito dalla Figh regionale: girone unico a 5 squadre, composto da 10 concentramenti. Al termine, la formazione meglio piazzata tra le 4 femminili vincerà il titolo emiliano-romagnolo: titolo regionale anche per l’unica formazione mista, quella del Marconi Jumpers Castelnovo Sotto.

Il primo concentramento si svolgerà proprio a Castelnovo Sotto, sul parquet del Puntosport Spaggiari: nell’occasione la Casalgrande Padana U13 femminile si confronterà con le giovani del 2 Agosto Bologna (ore 13) e con il Marconi Jumpers misto (ore 16).

Nella foto in alto Matilde Giovannini, terzino della Casalgrande Padana nei campionati femminili di serie A1 e serie B. Le immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

A1 femminile, pala Keope in festa: la Casalgrande Padana centra un’affermazione storica

CASALGRANDE PADANA – JOMI SALERNO 20 – 19

CASALGRANDE PADANA: Ferrari (P), Franco 6, Iyamu 1, Furlanetto 1, Bordon (P), Apostol, Artoni S. 2, Rondoni C., Bonacini (P), Rossi 3, Artoni A. 3, Baroni, Giovannini, Marquez Jabique 4, Mattioli, Lusetti. Allenatore: Marco Agazzani.

JOMI SALERNO: Mangone 4, Dalla Costa 1, Rossomando 2, Lauretti Matos 1, Avagliano, Squizziato 1, De Santis 1, Danti (P), Ribeiro Dias 3, Napoletano 1, Ciociano (P), Pinto Pereira (P), Nornes 3, Gislimberti 2. Allenatore: Francesco Ancona.

ARBITRI: Riello e Panetta.

NOTE: primo tempo 12-11. Rigori: Casalgrande Padana 2 su 2, Jomi Salerno 1 su 1. Esclusioni per due minuti: Casalgrande Padana 1, Jomi Salerno 2.

Elisa Ferrari, portiere e… scaldapubblico della Casalgrande Padana

E’ tutto vero! La data di sabato 28 ottobre 2023 rimarrà sicuramente scolpita a chiare lettere negli annali della storia biancorossa. La Casalgrande Padana ha piazzato un’impresa di quelle da ricordare: le biancorosse hanno infranto il tabù-Salerno, imponendosi sulle campionesse d’Italia in carica dopo una prova da incorniciare sotto ogni punto di vista. Almeno in anni recenti, la compagine ceramica non era mai riuscita a sconfiggere le blasonate blurosa: una consuetudine che si è infranta sul parquet del pala Keope, in occasione del 6° turno della serie A1 femminile. A dire il vero, si tratta di una sfida in cui il fattore-campo riveste una propria specifica importanza: a Salerno la Jomi non ha mai avuto problemi nel superare la Padana in maniera piuttosto agevole, ma al tempo stesso la formazione campana ha quasi sempre faticato parecchio per espugnare Casalgrande. Ora la Padana è riuscita a compiere quel passo in più, quell’ulteriore balzo in avanti che le ha permesso di centrare una doppia meta: ottenere un’affermazione di portata epocale, ma anche centrare 2 punti che valgono davvero oro per la classifica. Dopo l’avvio altalenante di cui le biancorosse si sono rese autrici, questa vittoria può davvero dare il “la” a un cammino ben più costante e soprattutto vincente.

Da sinistra, il terzino casalgrandese Nahomi Marquez Jabique e il terzino Charity Iyamu

Per quanto concerne nel dettaglio la cronaca dell’incontro, la formazione di casa mette in chiaro le proprie intenzioni già in avvio di gara: le ragazze ospiti partono forte, ma d’altro canto la Casalgrande Padana manifesta con efficacia il fermo intento di tenersi ben lontana dal ruolo di sbiadita comprimaria. Al 10′ l’organico allenato da Francesco Ancona è avanti nel punteggio, ma soltanto per una lunghezza sul 4-5. A seguire, Furlanetto e socie continuano a fornire una prova caratterizzata da un livello davvero straordinario di attenzione e concretezza: le beniamine locali non gettano via palloni in modo timoroso o frettoloso, e in difesa riescono a costruire un fortino davvero complesso da scandagliare per le tiratrici avversarie. Per contro la Jomi si difende bene a sua volta, ma l’attacco blurosa incontra non poche difficoltà nel trovare soluzioni convincenti: così al 20′ la Padana guida sul 9-8, poi il primo tempo si chiude con le biancorosse avanti seppur di stretta misura (12-11).

L’ala/centrale casalgrandese Simona Artoni

Durante la ripresa, il confronto prosegue sulla stessa falsariga vista in precedenza. Con il passare dei minuti, la formazione allenata da Marco Agazzani non smarrisce una sola virgola della propria brillantezza: Casalgrande resta quindi ben alla larga da quelle leggerezze e da quei cali di tensione che l’avevano afflitta appena sette giorni prima, nella precedente e infruttuosa uscita sul campo di Pontinia. Salerno rimane in partita fino in fondo, come è inevitabile che sia per una squadra costruita con il chiaro e ragionevole obiettivo di vincere su più fronti: tuttavia la Padana mantiene lucidità, efficienza e brillantezza fisica anche nelle fasi conclusive della sfida, dando prova di grande personalità oltre che di notevole spessore riguardo all’intessitura di gioco. Così i parziali vedono la compagine ceramica sempre avanti: 14-13 al 40′ e 17-16 al 50′, fino a giungere a quel 20-19 conclusivo che dà il via alla grande festa del pala Keope. Peraltro, nel corso della partita, il vantaggio delle padrone di casa era anche arrivato a toccare le 3 lunghezze: un dato che la dice ulteriormente lunga sull’assoluta qualità di ciò che la Padana ha saputo costruire. La Jomi Salerno proveniva da 6 vittorie di fila tra campionato ed Ehf European Cup: di conseguenza, questo stop non può affatto inficiare l’indiscusso e consistente valore della formazione blurosa. D’altro canto, questa volta le ragazze campane si sono confrontate con una Casalgrande Padana davvero superlativa: per le padrone di casa si è trattato di gran lunga della miglior prova tra quelle fornite fino a questo momento.

Margherita Rossi, centrale della Casalgrande Padana

A livello di prove individuali, tutte le protagoniste locali hanno saputo guadagnare valutazioni quanto mai elevate: del resto una vittoria così roboante non può che nascere da un gioco corale, espresso in maniera costante dall’intera squadra senza alcuna eccezione. Una nota particolare per i ripetuti e applauditi interventi del portiere Elisa Ferrari, tra le grandi ex di turno: in grande evidenza anche Francesca Franco e Margherita Rossi, senza dimenticare i 4 preziosi centri messi a segno da Nahomi Marquez Jabique in alcuni momenti nevralgici della partita. Ad ogni modo, inutile stare qui a perdere troppo tempo con i nomi: tutte, ma davvero tutte le interpreti del gioco biancorosso meritano davvero un 10 e lode. Nei ranghi ospiti, spicca la vivacità dell’ex casalgrandese Asia Mangone autrice di 4 sigilli: in particolare evidenza pure il portiere portoghese Daniela Pinto Pereira.

Il tecnico biancorosso Marco Agazzani

“Questo risultato potrebbe suscitare stupore, ma in tutta sincerità io non ne sono così meravigliato – commenta a fine gara Marco Agazzani, trainer della Casalgrande Padana – Io ero davvero convinto di poter vincere, e non si tratta di un’affermazione dettata dal classico “senno del poi”. Durante la settimana le nostre ragazze hanno lavorato con grande concentrazione e notevole dedizione, ancora di più rispetto alle settimane precedenti: da parte dell’intera squadra ho visto una grande attenzione a ogni dettaglio e a ogni minimo particolare. Di certo, ad aiutare è stata l’assoluta importanza della posta in palio: la prospettiva di confrontarsi con una fuoriserie come la Jomi Salerno dà sempre un forte sovrappiù in termini motivazionali. Oltretutto, l’intera squadra ha avvertito la forte necessità di dover finalmente piazzare un successo roboante, una vittoria che ci permettesse di mettere in campo tutto il reale valore di questa Casalgrande Padana: l’insieme di questi fattori ha portato a creare una formula vincente, che si è manifestata in campo con assoluta costanza dal primo minuto fino al 60′. Se proprio dovessi trovare il classico pelo nell’uovo, forse nelle fasi finali della prima frazione c’è stata un po’ di “paura di vincere” da parte nostra: si tratta tuttavia di timori che sono stati gestiti, arginati e superati nel migliore dei modi. Salerno sottotono, si dirà: in effetti questa volta la Jomi non è riuscita a esprimere tutto il proprio straordinario potenziale, ma ciò deriva in larga parte proprio dalla prova di altissimo livello che abbiamo saputo fornire”.

Francesca Franco, pivot della Casalgrande Padana

Adesso, Agazzani invita a mantenere massima cautela in vista dell’immediato futuro: sabato prossimo 4 novembre, le biancorosse saranno infatti al pala Tacca di Cassano Magnago per affrontare le padrone di casa targate Aviometal. Fischio d’inizio fissato alle ore 18,30. “Giusto festeggiare questo storico successo su Salerno, e ci mancherebbe altro – rimarca il trainer biancorosso – D’altro canto, ben presto la festa dovrà lasciare spazio a un’altra settimana di intenso e proficuo lavoro. All’orizzonte c’è infatti una sfida che non sarà affatto meno complessa rispetto a quella contro la Jomi: fin qui Cassano Magnago ha sempre e solo vinto, e per di più può contare su un gruppo di grandissimo valore molto ben strutturato in ogni area del campo. Di conseguenza, al pala Tacca avremo il fattibile ma comunque arduo compito di confermare le ottime impressioni emerse contro le campionesse d’Italia in carica. Il successo sulla Jomi rappresenta certamente un eccellente biglietto da visita: ora può davvero iniziare una nuova fase del nostro percorso in campionato”.

In primo piano Francesco Ancona, allenatore della Jomi Salerno

“Congratulazioni alla Casalgrande Padana, che è arrivata alla vittoria mettendo in campo tutte le proprie doti – evidenzia quindi Francesco Ancona, allenatore della Jomi Salerno – A dire il vero, il valore espresso dalle nostre avversarie di turno non mi stupisce affatto. La formazione ceramica ha dimostrato in maniera chiara di saper esprimere un gioco tambureggiante e sapientemente orchestrato: considerando anche l’assoluta qualità tecnica e caratteriale delle ragazze biancorosse, sono convinto che la Casalgrande Padana possa puntare a pieno titolo a un posto nella griglia dei playoff scudetto. Per quanto ci riguarda, nel complesso la difesa ha funzionato in maniera efficace: le vere pecche hanno riguardato il gioco offensivo, che non è stato così brillante e ficcante come avremmo voluto. Del resto siamo una formazione contraddistinta da un’età media piuttosto bassa, e con molte novità rispetto alla scorsa stagione – aggiunge il timoniere della compagine campana – Inoltre provenivamo da un periodo parecchio intenso, basti pensare che qui a Casalgrande abbiamo giocato la terza partita nell’arco di una sola settimana. Questo scivolone non va quindi preso come un grave campanello d’allarme: al contrario si tratta di una sconfitta che dovrà servire parecchio, per trarre indicazioni molto utili allo scopo di ritrovare sùbito la via della vittoria. Ora è necessario riflettere e lavorare a fondo sui nostri errori in vista di sabato prossimo, quando ospiteremo una Mezzocorona che di certo sarà assetata di punti”.

Ilenia Furlanetto, terzino e capitana della Casalgrande Padana

LA SITUAZIONE IN SERIE A1 FEMMINILE. Gli altri risultati della sesta giornata sono Mezzocorona-Cassa Rurale Pontinia 18-34, Venplast Dossobuono-Teramo 25-32, Lions Sassari-Aviometal Cassano Magnago 20-34 e Ac Life Style Erice-Bressanone Südtirol 26-22. Ha riposato il Cellini Padova.

Classifica (tra parentesi il numero di gare disputate): Cassa Rurale Pontinia e Aviometal Cassano Magnago 10 punti (5); Bressanone Südtirol 10 (6); Jomi Salerno e Ac Life Style Erice 8 (5); Casalgrande Padana 6 (6); Teramo 4 (5); Venplast Dossobuono e Mezzocorona 2 (6); Cellini Padova 0 (5); Lions Sassari 0 (6).

Un altro fotogramma di esultanza della Casalgrande Padana

Nell’immagine in alto, la Casalgrande Padana esulta sùbito dopo il successo casalingo contro la Jomi Salerno. Il fotoservizio presente in questa pagina è stato realizzato da Monica Mandrioli.

Giovanili, la Casalgrande Padana U15 maschile non smette di avanzare a punteggio pieno

Nuovo successo per la Casalgrande Padana Under 15 maschile: i ragazzi allenati da Fabrizio Fiumicelli viaggiano sempre a punteggio pieno. Nella serata di mercoledì 18 ottobre, i biancorossi si sono aggiudicati anche il confronto casalingo con la Pallamano Parma: nella fattispecie, il duello con i ducali si è concluso sull’eloquente risultato di 34-22. In tal modo, i padroni di casa hanno colto la terza affermazione su 3 incontri fin qui disputati nell’ambito del girone C.

“I principali problemi da sistemare riguardano gli assetti difensivi, perchè continuiamo a subire troppi gol evitabili – spiega Fabrizio Fiumicelli Quanto al resto, segnali confortanti: siamo in miglioramento, e questa vittoria ne costituisce un’ulteriore testimonianza”.

Fabrizio Fiumicelli, allenatore della Casalgrande Padana U15 maschile

Questo il tabellino della Casalgrande Padana contro Parma: Bertolani, Bonazza 1, Caprili, Fedotov 4, Gambarelli 2, Gherman (P), Gigante 1, Lasala, Lusoli, Martino 5, Mattioli 12, Niccolai, Piazza 2, Sciannamea 7. Il primo tempo si era chiuso sul 18-14, sempre a favore dei locali.

Gli altri risultati della terza giornata sono Marconi Jumpers Castelnovo Sotto-Secchia Rubiera 25-23 e Felino-Sportinsieme Castellarano 27-17. Classifica del gruppo B: Casalgrande Padana 6 punti; Felino e Marconi Jumpers Castelnovo Sotto 4; Sportinsieme Castellarano e Secchia Rubiera 2; Parma 0.

Antonio Sciannamea della Casalgrande Padana U15 maschile

I casalgrandesi sono quindi rimasti soli in vetta alla graduatoria, e ora sono attesi dalla breve ma comunque impegnativa trasferta sul campo di Castellarano: la sfida contro la Sportinsieme si giocherà mercoledì 25 ottobre al pala Ravazzini, con fischio d’inizio fissato per le ore 19,30.

Gaia Lusetti, allenatrice della Casalgrande Padana U13 maschile

UNDER 13 MASCHILE. Turno inaugurale, invece, per la Casalgrande Padana Under 13 maschile. Il percorso dei biancorossi, guidati da Gaia Lusetti, ha avuto inizio con una sconfitta casalinga: domenica 22 ottobre, al pala Keope, il Secchia Rubiera si è aggiudicato il derby con il punteggio di 8-31. La Padana ha comunque riposto in campo una consistente dose di buona volontà, che autorizza comunque a ben sperare in vista dei prossimi impegni.

Domenica 22 si è anche giocata Parma-Spm Modena 9-14, mentre Marconi Jumpers Castelnovo Sotto-Felino è stata posticipata al 4 novembre.

Questo il calendario completo degli impegni biancorossi nell’ambito del girone C.

1a giornata (andata 22 ottobre 2023 – ritorno 10 dicembre 2023): Casalgrande Padana – Secchia Rubiera.

2a giornata (a 29 ottobre – r 17 dicembre): Felino – Casalgrande Padana

3a giornata (a 12 novembre – r 21 gennaio): Spm Modena – Casalgrande Padana

4a giornata (a 18 novembre – r 28 gennaio): Parma – Casalgrande Padana

5a giornata (a 26 novembre – r 4 febbraio): Casalgrande Padana – Marconi Jumpers Castelnovo Sotto.

Per proseguire la corsa verso il titolo regionale, bisognerà piazzarsi ai primi due posti nel girone: altrimenti, nella seconda fase si giocherà per i piazzamenti tra il 7° e il 18° posto della graduatoria generale emiliano-romagnola. Più nell’immediato, la Casalgrande Padana Under 13 maschile tornerà quindi in campo domenica 29 ottobre: l’incontro con Felino verrà disputato al pala Estasi di Parma, con fischio d’inizio fissato per le ore 11.

Marco Agazzani, allenatore della Casalgrande Padana di serie B femminile

AGENDA. Domenica prossima 29 ottobre scatterà anche il percorso in campionato della Casalgrande Padana Under 15 femminile: le ragazze guidate da Ilenia Furlanetto faranno tappa al pala Gramsci-Keynes di Prato, per affrontare le Tushe a partire dalle ore 16. Sempre domenica 29/10, in campo anche la Casalgrande Padana di B femminile: la squadra allenata da Marco Agazzani sarà impegnata nel derby sul campo della Sportinsieme Castellarano, al pala Ravazzini dalle ore 19,30. La Padana ha totalizzato 3 punti in due gare, mentre le padrone di casa stazionano a quota 4 dopo 3 incontri disputati.

Nella foto in alto Thomas Mattioli, fromboliere della Casalgrande Padana U15 maschile. Le immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

A1 femminile, nuova sconfitta: la Casalgrande Padana parte bene, ma poi è troppo altalenante

CASSA RURALE PONTINIA – CASALGRANDE PADANA

29 – 21

CASSA RURALE PONTINIA: Sitzia (P), Manzo, Podda 8, Saraca, Lo Biundo, Lucarini 4, Conte 2, Colloredo 6, Mkadem (P), Peppe, Stettler 4, Apuzzo, D’Ambrosio, Stefanelli 2, Panayotova 1, Crosta 2. All. Giovanni Nasta – Antonj Laera.

CASALGRANDE PADANA: Ferrari (P), Franco 2, Iyamu, Furlanetto 8, Bordon (P), Apostol 1, Artoni S. 2, Rondoni C., Bonacini (P), Rossi 1, Artoni A. 3, Baroni, Marquez Jabique 3, Lusetti 1. All. Marco Agazzani.

ARBITRI: Bocchieri e Scavone.

NOTE: primo tempo 15-10. Rigori: Cassa Rurale Pontinia 2 su 3, Casalgrande Padana 2 su 2. Esclusioni per due minuti: Cassa Rurale Pontinia 3, Casalgrande Padana 4.

Lo sguardo pensieroso di Ilenia Furlanetto, terzino e capitana della Casalgrande Padana

Seconda sconfitta consecutiva per la Casalgrande Padana: questa volta, le biancorosse hanno gettato al vento una grande occasione. Sabato 21 ottobre, al pala Bianchi di Pontinia, si è giocato per il 5° turno della serie A1 femminile. Le padrone di casa targate Cassa Rurale possono contare su un organico davvero ben strutturato in ogni reparto, e la compagine gialloblù non ha mancato di dimostrarsi all’altezza della propria reputazione: tuttavia, osservando l’andamento della partita, le biancorosse avrebbero davvero potuto piazzare un blitz contraddistinto da un duplice valore. Prevalendo su Podda e socie, la formazione ceramica avrebbe centrato un successo di notevole prestigio su un campo storicamente difficile per Casalgrande: inoltre, sarebbero stati due punti che avrebbero rilanciato in misura notevole le ambizioni della Padana in chiave alta classifica.

Il terzino casalgrandese Nahomi Marquez Jabique in fase realizzativa

Invece, niente di tutto ciò: l’organico allenato da Marco Agazzani si è reso autore di un buon avvio di gara, ma poi ha fornito una prestazione troppo altalenante. Pontinia ha approfittato al meglio di ogni inciampo biancorosso, arrivando così a centrare un successo di dimensioni piuttosto ampie: tuttavia, se le ragazze ospiti avessero sempre continuato a esprimersi come nel primo quarto d’ora, molto probabilmente la gara si sarebbe incanalata su binari di ben altro tipo.

Elisa Ferrari, portiere della Casalgrande Padana

Parlando dei dettagli inerenti la cronaca dell’incontro, come detto la Padana si presenta senza alcun timore reverenziale: al 10′ le biancorosse sono avanti sul 5-6, mentre al 15′ Casalgrande si trova ancora a condurre sul punteggio di 6-7. Tuttavia, da lì in avanti succede un vero patatrac per Furlanetto e socie: la compagine ceramica smarrisce l’intensità e l’efficacia mostrate fino a quel momento, e così la Cassa Rurale Pontinia non incontra alcuna esitazione nel piazzare un imperioso parziale di 7-1 in proprio favore. Si tratta di un allungo che poi risulterà decisivo nel determinare il punteggio finale. Intanto la prima frazione si chiude con le gialloblù al comando, sul 15-10: a inizio ripresa la Padana ritrova un po’ di smalto e lucidità, ma le avversarie riescono comunque a mantenere le 5 lunghezze di vantaggio (18-13 al 40′). A metà ripresa, il margine favorevole alla Cassa Rurale raggiunge persino i 10 gol: 24-14. Casalgrande risponde con un parziale di 0-4, che permette alle biancorosse di ricucire parte dello strappo giungendo al 22′ sul 24-18. Di conseguenza per l’organico ospite sembra ancora esserci qualche speranza, ma ben presto le ragazze allenate da Giovanni Nasta e Antonj Laera trovano gli spunti che servono per riportarsi avanti di 10 reti. Così nei minuti conclusivi Pontinia può limitarsi ad amministrare l’ampio vantaggio acquisito, fino al 29-21 conclusivo.

Nadia Ayelen Bordon, portiere della Casalgrande Padana

Quanto alle prove individuali, nei ranghi casalgrandesi spicca comunque l’ottima serata di Ilenia Furlanetto: in evidenza anche i portieri Elisa Ferrari e Nadia Ayelen Bordon. Peraltro, Furlanetto e Bordon sono entrambe ex Pontinia. Tra le padrone di casa, spiccano in particolare gli 8 centri della capitana Luisella Podda e i 6 sigilli scaturiti dalla precisione di Eleonora Colloredo.

Il tecnico casalgrandese Marco Agazzani con la panchina biancorossa

“Questa sconfitta è del tutto differente rispetto al ko da cui provenivamo – sottolinea sùbito Marco Agazzani, trainer della Casalgrande Padana – Il 4 ottobre, nello stop casalingo con Bressanone, di fatto avevamo espresso un atteggiamento rinunciatario e distratto fin dai minuti iniziali: viceversa qui a Pontinia la squadra ha costruito parecchio, sia in termini di corsa sia per quanto riguarda la mole di gioco che le ragazze hanno saputo sviluppare. La prova fornita con la Cassa Rurale sancisce quindi un passo avanti, ma al tempo stesso restano ancora parecchie pieghe da perfezionare e sistemare. Il maggiore problema riscontrato contro le gialloblù riguarda senza dubbio la discontinuità: dopo un avvio molto concreto ed efficace, abbiamo perso di vista la traiettoria da seguire. Nelle fasi successive non sono mancati vari momenti di buona pallamano da parte nostra, ma soltanto a sprazzi: se davvero si vuole compiere quel salto di qualità che risiede nelle nostre menti, bisogna necessariamente evitare questi saliscendi giungendo ad attestarci su un livello di rendimento elevato e costante. Un ulteriore obiettivo da raggiungere sta poi nel miglioramento dell’efficienza in attacco: anche nei momenti migliori, troppo spesso ci capita di buttare al vento occasioni da gol che invece andrebbero sfruttate appieno”. Per Casalgrande c’è poi stato qualche problema a livello di infermeria: “Durante gli ultimi allenamenti prima della partita, distorsione alla caviglia per Alessia Artoni ed Emma Baroni – spiega il timoniere biancorosso – Si tratta comunque di un inghippo che non ha impedito ad Alessia di giocare l’intera partita. Anche Emma avrebbe potuto scendere in campo, ma nel suo caso ho deciso per un riposo precauzionale: lei è infatti impegnata pure con la squadra di B e con l’organico Under 17″.

In primo piano, la centrale biancorossa Margherita Rossi

Adesso, come è noto, il calendario non si presenta affatto così favorevole alle biancorosse: sabato prossimo 28 ottobre, dalle ore 18.30, la Padana ospiterà al pala Keope nientemeno che la Jomi Salerno. Le blurosa sono campionesse d’Italia in carica, e inoltre si candidano a un ruolo di primissimo piano anche in questa stagione agonistica: tra l’altro la formazione campana può contare su Asia Mangone, approdata a Salerno quest’estate. “Siamo ben consapevoli dei notevoli ostacoli che affronteremo, e non siamo affatto qui a volerli sottovalutare nè tantomeno ignorare – rimarca Agazzani – D’altro canto, noi non possiamo certo permetterci il lusso di nutrire chissà quali timori. Nonostante il risultato, a Pontinia abbiamo comunque fatto emergere vari spunti di rilevante qualità: da lì dovremo ripartire con assoluta decisione, alla ricerca di un successo che permetterebbe di dare una vera e propria svolta al nostro percorso in campionato. La nostra è una squadra di valore, e adesso è più che mai il momento di darne prova in modo tangibile”.

Giulia Conte, terzino della Cassa Rurale Pontinia, in azione aerea

“Siamo riuscite a tenere un buon ritmo di gioco – commenta quindi il terzino gialloblù Giulia Conte, autrice di due applaudite realizzazioni – All’inizio abbiamo accusato qualche difficoltà, e nelle prime fasi di gara la Casalgrande Padana ha saputo tenerci testa davvero molto bene: d’altro canto, la solidità difensiva e la scrupolosa organizzazione in ottica di attacco ci hanno permesso di avere la meglio. Senza dubbio, avremmo potuto fare ancora meglio: in vista dei prossimi appuntamenti, sarà necessario riuscire a entrare in partita fin da sùbito. Ad ogni modo, questo successo su Casalgrande rafforza notevolmente le nostre ambizioni: due punti che non erano affatto scontati, specie considerando la consistente caratura delle avversarie. Le biancorosse hanno infatti tutti i mezzi che servono per disputare un buon campionato, e per arrivare a sviluppare un cammino molto lusinghiero in termini di classifica”. La Cassa Rurale Pontinia resta dunque a punteggio pieno, e sabato 28/10 sarà di scena sul parquet di Mezzocorona.

La pivot biancorossa Alessia Artoni

LA SITUAZIONE IN SERIE A1 FEMMINILE. Sabato 21/10 si sono giocate anche Teramo-Cellini Padova 29-23, Jomi Salerno-Lions Sassari 33-12 e Aviometal Cassano Magnago-Venplast Dossobuono 27-21 e Bressanone Südtirol-Mezzocorona 40-26. Riposa la Ac Life Style Erice.

Classifica (tra parentesi il numero di gare disputate): Bressanone Südtirol 10 punti (5); Cassa Rurale Pontinia e Aviometal Cassano Magnago 8 (4); Jomi Salerno 6 (3); Ac Life Style Erice 6 (4); Casalgrande Padana 4 (5); Teramo e Mezzocorona 2 (4); Venplast Dossobuono 2 (5); Cellini Padova 0 (4); Lions Sassari 0 (5).

Nell’immagine in alto, la Casalgrande Padana durante un time-out al pala Bianchi. Il fotoservizio presente in questa pagina proviene dalla pagina Fb della Pallamano Pontinia.

B femminile, primo successo per la Casalgrande Padana. Under 17 sconfitte a testa alta

Nel campionato di serie B femminile organizzato dall’Aics, la Casalgrande Padana ha potuto festeggiare la prima affermazione stagionale. Domenica 15 ottobre le biancorosse hanno fatto tappa al pala Boschetto di Ferrara, in occasione della seconda giornata: la compagine allenata da Marco Agazzani ha riportato un maiuscolo successo contro le padrone di casa targate Ariosto, imponendosi col risultato di 23-32. Per la cronaca il primo tempo era terminato sul 12-17, sempre a favore delle ragazze ospiti Nonostante l’ampio divario in termini numerici, si è trattato di una sfida tutt’altro che semplice: le biancoazzurre hanno infatti messo in campo sforzi generosi, nel costante tentativo di contrastare la supremazia avversaria. Ad ogni modo le casalgrandesi sono ugualmente riuscite ad avere la meglio, dimostrandosi più che all’altezza del difficile compito: un blitz che senza dubbio lascia parecchio ben sperare in vista degli impegni futuri.

Leila Mazizi, ala della Casalgrande Padana

Questo il tabellino della Casalgrande Padana nel duello con l’Ariosto Ferrara: Giubbini (P), Bonacini (P), Abbruzzese, Apostol 4, Baroni 4, Cosentino, Giovannini 5, Lassouli, Lusetti 6, Mullaliu, Marazzi 1, Mattioli 3, Mazizi 2, Rondoni C. 7, Trevisi. All. Marco Agazzani.

La pivot biancorossa Giulia Mattioli

Gli altri risultati del 2° turno sono 2 Agosto Bologna-Exes Pinerolo 33-20, Romagna-Parma 32-21, Leonessa Brescia-Leno 21-20 e Sportinsieme Castellarano-La Torre Pontassieve 31-29. Classifica: Sportinsieme Castellarano e Romagna 4 punti; Brescia e Casalgrande Padana 3; Ariosto Ferrara, Leno e 2 Agosto Bologna 2; Exes Pinerolo, La Torre Pontassieve e Parma 0.

Da sinistra, l’ala/pivot casalgrandese Sara Apostol e la pivot Giulia Cosentino

La Padana avanza quindi imbattuta: nel turno inaugurale del 7 ottobre era infatti arrivato un comunque prezioso pareggio casalingo, 26-26 contro la Leonessa Brescia. Ora il prossimo impegno delle biancorosse è fissato per domenica 29 ottobre, e sarà il derby sul campo dell’attuale capolista Sportinsieme: appuntamento al pala Ravazzini di Castellarano, con fischio d’inizio fissato per le ore 19,30.

Giulia Reggiani, portiere della Casalgrande Padana

UNDER 17 FEMMINILE FIGH. La Casalgrande Padana Under 17 femminile ha invece aperto con una sconfitta la propria traiettoria in campionato. Nella serata di sabato 15 ottobre, le biancorosse allenate da Marco Agazzani hanno pagato dazio contro le blasonate Tushe Prato: le toscane sono le detentrici del titolo italiano di categoria, e hanno espugnato il pala Keope con il punteggio di 24-27. Le padrone di casa hanno affrontato una squadra oggettivamente ricca di qualità, sia caratteriali sia sotto l’aspetto del gioco: d’altro canto, la Padana non si è affatto rivelata così distante dalle blasonate avversarie. Peraltro, la prima frazione di gioco era terminata con Casalgrande in vantaggio di 2 gol sul 15-13: un dato che testimonia in maniera ulteriore il pregevole spirito d’iniziativa e l’apprezzabile struttura di gioco messe in campo dalle beniamine locali.

Matilde Giovannini, terzino della Casalgrande Padana

Questo il tabellino della Casalgrande Padana U17 femminile contro le Tushe Prato: Giubbini (P), Di Caterino, Baroni S., Abbruzzese, Lassouli, Trevisi, Reggiani (P), Lembo, Taccucci, Mullaliu, Giovannini 10, Baroni E. 4, Apostol 5, Marazzi 1, Mazizi 4.

L’altro risultato della prima giornata è Parma-Ariosto Ferrara 28-36: il turno inaugurale si concluderà poi con Romagna-Spm Modena, posticipata al 1° dicembre. Classifica del girone unico: Ariosto Ferrara e Tushe Prato 2 punti; Romagna, Spm Modena, Casalgrande Padana e Parma 0.

Emma Baroni, terzino della Casalgrande Padana

Le biancorosse torneranno sulla ribalta agonistica domenica 5 novembre, con il confronto casalingo contro l’Ariosto Ferrara: in campo al pala Keope dalle ore 18.

Il tecnico biancorosso Marco Agazzani

IMPRESSIONI. “Per quanto riguarda la serie B, a Ferrara buona prova da parte di entrambe le formazioni – commenta il trainer casalgrandese Marco Agazzani – Ambedue le contendenti hanno dato vita a una sfida giocata su ritmi alti e mai noiosa. La vittoria è figlia dell’efficienza che le ragazze hanno saputo sviluppare, sia in attacco sia per quanto riguarda i movimenti di carattere difensivo. Parlando invece dell’Under 17, resta qualche rammarico per non avere capitalizzato al meglio un ottimo primo tempo – prosegue il timoniere biancorosso – In particolare nei 20 minuti iniziali abbiamo espresso parecchia qualità, tanto in attacco quanto in difesa: l’unico vero inghippo è rappresentato da qualche palla persa di troppo. Con un tocco di attenzione in più avremmo potuto acquisire un vantaggio maggiore, e forse la gara si sarebbe incanalata verso un risultato differente. A seguire nella ripresa la nostra efficacia è andata man mano svanendo, e le Tushe ne hanno prontamente approfittato per andare a vincere con merito. La Casalgrande Padana ha dimostrato di essere al livello delle campionesse d’Italia in carica, e ciò è sicuramente incoraggiante: tuttavia adesso servono nuovi passi avanti, e dunque mi aspetto una rinnovata dose di impegno da parte dell’intera squadra”.

Fabrizio Fiumicelli, allenatore della Casalgrande Padana U15 maschile

UNDER 15 MASCHILE FIGH. Giova inoltre ricordare il prossimo appuntamento che vedrà protagonista la Casalgrande Padana Under 15 maschile. Mercoledì 18 ottobre, i ragazzi guidati da Fabrizio Fiumicelli saranno di scena al pala Keope in occasione della terza giornata: in agenda il duello casalingo con la Pallamano Parma, che scatterà alle ore 18,30. Di fatto, un testa-coda: i biancorossi sono soli al comando della graduatoria con 4 punti, mentre i ducali cercheranno di rimuovere l’attuale zero in classifica.

Nella foto in alto Gaia Lusetti, centrale della Casalgrande Padana sia in A1 sia nel campionato di B. Le immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.