A2 maschile, la Modula Casalgrande getta al vento un’occasione: Follonica corsara al Keope. Fiumicelli: “Poche storie, ora il 6° posto è a rischio”

MODULA CASALGRANDE – STARFISH FOLLONICA 28 – 31

MODULA CASALGRANDE: Aldini 4, Barbieri, Dimitric, Galopin, Giubbini 4, Id-Ammou 1, Lamberti 7, Lenzotti 1, Prandi (P), Prodi, Ricciardo (P), Rispoli, Seghizzi 2, Strozzi 3, Toro K., Toro D. 6. Allenatore: Fabrizio Fiumicelli.

STARFISH FOLLONICA: Bianconcini 5, Didone 1, Garcia Giugno (P), Gasperini, Giannoni, Pesci T. 9, Ricci, Salamone 10, Sanetti, Tassoni 4, Toninelli, Veliu 1, Zucca 1. Allenatore: Matteo Pesci.

ARBITRI: Colasanto e Aldea.

NOTE: primo tempo 9-13. Rigori: Modula Casalgrande 2 su 3, Starfish Follonica 1 su 1. Esclusioni per due minuti: Modula Casalgrande 5, Starfish Follonica 3.

La Modula Casalgrande dovrà lottare fino all’ultimo minuto per la conquista del 6° posto finale: ieri sera, al Pala Keope, i pallamanisti biancorossi si sono lasciati sfuggire una grande opportunità per chiudere la pratica con 60 minuti di anticipo. Il duello con la Starfish Follonica era valevole per il 25° e penultimo turno di serie A2: prova sottotono da parte dei nostri beniamini, quasi sempre costretti a inseguire un’avversaria senza dubbio forte ma comunque alla piena portata dei padroni di casa. L’andamento della sfida ha legittimato il successo dei maremmani, avanti nel punteggio parziale per la stragrande maggioranza dell’incontro: anche se nelle battute conclusive la Modula avrebbe potuto piazzare il sorpasso, ai casalgrandesi è comunque mancato qualcosa in termini di precisione e di attenzione.

Fin dalle prime fasi del confronto, si è capito che la sfida sarebbe stata decisamente complessa per Lamberti e soci: al 10′ i toscani erano infatti avanti sul 2-3. Situazione analoga al 20′, con la Starfish al comando sul 5-6. A seguire Follonica ha quindi esteso il proprio margine di vantaggio, sfruttando bene una serie di errori da parte casalgrandese: sviste commesse sia in attacco, sia in fase difensiva. Si giunge così all’intervallo sulla situazione di 9-13 a favore dei biancoblù. A inizio ripresa Casalgrande entra in campo con un cipiglio differente rispetto a quanto visto in precedenza, e qualche risultato migliore arriva: al 40′ la formazione di Matteo Pesci guidava solo per due lunghezze (15-17), mentre 9 minuti più tardi i biancorossi sono arrivati a un solo gol di svantaggio (21-22). Al 54′ la squadra di Fabrizio Fiumicelli concretizza l’aggancio sul 26-26, ma da lì in avanti il gioco della Modula ha smarrito ancora una volta spessore ed efficacia: in questo modo la Starfish, più convinta e soprattutto meno sprecona, è riuscita a espugnare il Pala Keope con il punteggio finale di 28-31. Una lezione davvero amara per la Modula, che di certo avrebbe potuto fare di più: un aspetto che verrà poi sottolineato a fine gara dallo stesso Fiumicelli.

Sul fronte delle prove individuali, tra i biancorossi spicca comunque la pregevole prova di un Dennis Toro in costante crescita: nelle file maremmane spiccano invece i riscontri forniti da Matteo Salamone, Riccardo Bianconcini e Tommaso Pesci, senza dimenticare la consueta solidità del portiere Jesus Garcia Giugno.

“Bisogna parlare chiaro, e dire che adesso il 6° posto è a forte rischio – ha commentato Fabrizio Fiumicelli, allenatore della Modula Casalgrande – Sabato prossimo chiuderemo la stagione regolare con la trasferta di Nuoro: anche se gli isolani sono ultimi in classifica, si tratta di un confronto niente affatto semplice. Innanzitutto, la lunghezza del viaggio in Sardegna può sempre creare qualche problema: poi Nuoro lotterà in chiave salvezza, e ciò renderà tutto ancora più difficile. Inoltre, noi ci presenteremo con un assetto decisamente rimaneggiato: gran parte della nostra squadra sarà infatti impegnata qui a Casalgrande, per lo svolgimento delle finali regionali Under 19″. In caso di arrivo a pari punti con il Verdeazzurro, la sesta piazza verrebbe infatti assegnata a Sassari in virtù del vantaggio negli scontri diretti. “Il confronto con Follonica è una grande opportunità gettata al vento – ha rimarcato il trainer biancorosso – Purtroppo già da qualche tempo siamo in fase calante, non solo dal punto di vista della condizione fisica: il fatto di non avere più obiettivi sostanziali da raggiungere, nè in chiave play off nè in ottica salvezza, ci ha probabilmente tolto qualcosa in termini di spinta motivazionale. La sconfitta contro la Starfish ne è la prova: al di là delle tante imprecisioni e palle perse, a mancare è stata anche quella dose di convinzione necessaria per ottenere i 2 punti. Follonica ha avuto una maggiore sete di vittoria, e il risultato ne rappresenta una logica conseguenza”.

Fiumicelli si è inoltre soffermato sulle finali regionali Under 19, che i biancorossi affronteranno sotto le insegne della Casalgrande Padana: “San Lazzaro di Savena rappresenta la peggiore avversaria che ci potesse capitare in semifinale – ha evidenziato l’allenatore, che guida pure la formazione giovanile – Anche per questo sarebbe stato meglio conquistare il 1° posto nel girone, traguardo che purtroppo ci siamo lasciati sfuggire perdendo la recente sfida sul campo del Carpi. Di certo non avremo vita facile: per provare ad accedere alla finalissima, sarà necessario recuperare quella convinzione e quella concentrazione che stavolta ci sono davvero mancate. Visto che l’Under 19 ha una posta in palio più consistente da raggiungere, spero proprio che anche le motivazioni dei ragazzi arrivino ad aumentare tornando su livelli adeguati”.

“Anche noi abbiamo una situazione di classifica tranquilla – ha quindi affermato Matteo Pesci, allenatore della Starfish Follonica – Di conseguenza, ciò ci ha permesso di affrontare la gara in modo più che sereno: un ingrediente di basilare importanza nella ricetta che ha permesso di ottenere la vittoria. Nel corso di questo campionato, tante volte ci è capitato di perdere dopo essere stati punto a punto per parecchi passaggi dell’incontro: in quelle occasioni il nervosismo ci ha impedito di incidere come avremmo voluto. Stavolta questo problema caratteriale non c’è stato, e dunque siamo riusciti a incidere in maniera più efficace. Si tratta di due punti che hanno consistente valore, anche perchè ottenuti nonostante le pesanti assenze che abbiamo dovuto fronteggiare: giocatori del calibro di Masiello e Caruso non sono così facilmente sostituibili. Buoni riscontri da parte dei nostri giocani – evidenzia poi Matteo Pesci – In particolare Didone, Salamone e Tassoni hanno compiuto un lavoro davvero egregio”.

Quanto a Casalgrande, devo dire che mi sarei aspettato una Modula più combattiva e maggiormente concreta: d’altro canto è maggio per tutti, e le fatiche di questa stagione così strana si fanno sentire dovunque. Io continuo comunque a credere che i biancorossi abbiano tutto ciò che serve per chiudere il girone B nella parte sinistra della classifica: inoltre, qui a Casalgrande c’è senza dubbio terreno fertile per ottenere ulteriori miglioramenti già a partire dalla prossima stagione. E’ ciò che cercheremo di fare anche noi: siamo già al lavoro per arricchire la squadra con qualche nuovo innesto”.

LA SITUAZIONE IN A2 MASCHILE. Gli altri risultati del 25° turno sono Parma-Hac Nuoro 35-24, Ambra Poggio a Caiano-Chiaravalle 28-27, Vikings Rubiera-Lions Teramo 27-24 e Carpi-Bologna United 35-23. Hanno riposato Camerano e Verdeazzurro Sassari.

Classifica del girone B (tra parentesi il numero di gare disputate): Vikings Rubiera 42 punti (22); Carpi 38 (21); Camerano 29 (20); Lions Teramo 27 (22); Starfish Follonica 26 (21); Modula Casalgrande 20 (21); Verdeazzurro Sassari 18 (21); Chiaravalle 15 (21); Ambra Poggio a Caiano 14 (21); Parma 10 (21); Bologna United 7 (20); Hac Nuoro 4 (19).

Nelle foto, dall’alto verso il basso della pagina:

  • La Modula Casalgrande con l’allenatore Fabrizio Fiumicelli
  • Al centro, il pivot biancorosso Andrea Strozzi
  • Il terzino casalgrandese Younes Id-Ammou
  • L’ala/terzino casalgrandese Dennis Toro
  • Fabrizio Fiumicelli, allenatore della Modula
  • Il terzino e capitano biancorosso Mattia Lamberti
  • Matteo Pesci, tecnico della Starfish Follonica
  • Da sinistra (in maglie rosse) il terzino casalgrandese Marco Giubbini e il pivot Alessandro Lenzotti
  • Luigi Prandi, portiere della Modula
  • Il portiere biancorosso Kevin Ricciardo.
Please follow and like us:
fb-share-icon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *