A2 maschile, la Modula riceve Teramo. Prodi: “La defezione di Seghizzi è pesantissima, ma abbiamo i mezzi per affrontarla in modo efficiente e senza troppe ansie. Morale alto, perchè sappiamo di poter meritare la salvezza”

Con la vittoria d’oro ottenuta sabato 2 aprile sul campo della cenerentola Prato, la Modula Casalgrande è momentaneamente uscita dalla zona retrocessione: il blitz piazzato in terra toscana ha un valore davvero elevato, sia sul piano della classifica sia per quanto riguarda il morale. La formazione allenata da Matteo Corradini è quindi riuscita a rilanciarsi nel contesto della lotta salvezza: tuttavia il cammino verso l’agognato traguardo si presenta ancora denso di ostacoli, e gli ultimi 240 minuti della stagione agonistica saranno davvero decisivi nel determinare il verdetto biancorosso. Del resto, Lamberti e soci stazionano soltanto un punto al di sopra del terzultimo posto: come è noto, a fine stagione gli ultimi tre gradini della classifica consegnano la discesa in B senza possibilità di appello.

Il duello casalingo in programma per sabato 9 aprile riveste quindi un’importanza cruciale, ancora una volta: a partire dalle ore 20.45, la Modula si confronterà al pala Keope con gli abruzzesi del Lions Teramo. L’imminente sfida sarà valevole per il 23° turno della serie A2 maschile: arbitri Bilel Rhim e Stefano Plotegher. Il posto in tribuna va prenotato sulla piattaforma Eventbrite, a questo link: https://www.eventbrite.it/e/serie-a2-maschile-modula-casalgrande-lions-teramo-tickets-316638302687?aff=ebdsoporgprofile . Inoltre gli spettatori presenti al palazzetto dovranno essere in possesso del Super green pass, come da normative tuttora vigenti per quanto riguarda gli eventi sportivi al chiuso. Non mancherà la consueta diretta integrale: le immagini del confronto verranno trasmesse sulla pagina Facebook del Gsd Pallamano Spallanzani Casalgrande.

A sinistra Riccardo Prodi, centrale della Modula Casalgrande

“Nel duello con Prato, il nostro atteggiamento è senza dubbio tra i principali elementi che hanno contribuito a fare la differenza – commenta Riccardo Prodi, centrale della Modula Casalgrande – In particolare non siamo mai incappati nell’errore di sottovalutare gli avversari, nemmeno per un solo istante: anche se i toscani sono ultimi a quota 0 e già certi della discesa in B, noi abbiamo affrontato la sfida evitando di farci condizionare dal fatto di avere molti punti in più rispetto a loro. In buona sostanza, è stata una Modula ben lontana da ogni supponenza: una mentalità che ci ha permesso di affrontare l’impegno in modo lucido ed efficace. Prato è partita molto forte proprio come ci aspettavamo: non a caso nel primo quarto d’ora i beniamini locali si sono portati varie volte in vantaggio, sia pure con un solo gol di scarto. Tuttavia, le difficoltà riscontrate in avvio di gara non ci hanno affatto portati a mollare la presa: al contrario riusciti a ricavarne ulteriore slancio e grinta, doti decisive nell’indirizzare la partita a nostro favore con la massima fermezza. Dal 20′ in avanti siamo poi arrivati a conquistare un ampio margine di vantaggio, che però non ci ha mai portati a dormire sugli allori – rimarca Prodi – Viceversa ciascuno di noi ha continuato a manifestare grande vivacità mista a freddezza, gestendo con efficacia ogni situazione e ogni possibile ambizione da parte degli avversari. Sono quindi due punti importantissimi, e il fatto di averli ottenuti contro l’ultima in classifica non ne diminuisce certo il valore. Nonostante ciò che i numeri potrebbero suggerire, Prato non è affatto una squadra-materasso: non lo è a livello tecnico, nè tantomeno per quel che riguarda il carattere”.

Alessandro Lenzotti, pivot della Modula Casalgrande

Per i casalgrandesi, il blitz piazzato a Prato ha sancito il ritorno alla vittoria dopo ben due mesi senza successi: nonostante ciò, in casa biancorossa non c’è affatto stato tempo per festeggiare. All’orizzonte c’è infatti un calendario che non si preannuncia affatto accomodante: dopo l’incontro interno di sabato 9 con Teramo, la Modula tornerà in campo dopo Pasqua per le ultime tre partite della stagione. Nel dettaglio, sabato 23 la squadra di Corradini sarà a Chieti ospite della formazione federale targata Campus Italia: domenica 1° Maggio spazio quindi alla delicatissima trasferta sul parquet dell’Ogan Pescara, poi sabato 7 il gran finale in casa con la Starfish Follonica.

Il pivot biancorosso Andrea Strozzi

Parlando nel dettaglio di Teramo, i “Leoni” non hanno più speranze di disputare gli spareggi promozione: d’altro canto, la compagine guidata da Marcello Fonti punta a chiudere l’annata centrando un 3° posto che sarebbe comunque molto prestigioso. Ora i teramani sono proprio terzi in graduatoria, a pari merito con il Verdeazzurro Sassari: nel duello di andata al pala San Nicolò, la Modula ha rimediato una netta sconfitta col punteggio di 39-25. Il precedente stagionale tra biancorossi casalgrandesi e biancorossi abruzzesi risale allo scorso 27 novembre: nell’occasione Alessandro Murri ha trascinato i padroni di casa con i suoi 11 gol, mentre la Modula ha potuto contare sui 9 centri totalizzati da Emanuele Seghizzi. Purtroppo, quest’ultimo non avrà la possibilità di replicare un rendimento così roboante: sabato scorso il terzino classe ’98 ha infatti riportato una frattura apice delle ossa nasali, maturata durante un fortuito scontro di gioco. Per Seghizzi si profila quindi un mese di stop: nella migliore delle ipotesi, il suo rientro in campo potrà avvenire in occasione del turno conclusivo contro Follonica. Per quel che concerne le altre situazioni relative all’infermeria della Modula, il terzino Younes Id-Ammou è ancora claudicante: la sua presenza nella contesa con il Lions resta quindi in forse, anche se in questi giorni si farà davvero di tutto per poterlo recuperare in tempo. In compenso si profila il rientro del pivot Andrea Strozzi, che sabato scorso è rimasto a riposo precauzionale causa lieve problema al ginocchio.

Emanuele Seghizzi, terzino della Modula Casalgrande

“La lunga defezione di Seghizzi non ci voleva proprio, inutile stare qui a negare l’evidenza – sottolinea Riccardo Prodi – Stiamo infatti parlando di un giocatore polivalente nel vero senso del termine: un elemento che sa distinguersi in qualsiasi fase di gioco, tanto in attacco quanto in fase difensiva. Si tratta però di un’assenza che non può affatto diventare un alibi: nella fase che stiamo attraversando, siamo ben distanti dal poterci permettere il lusso di accampare pezze giustificative. Del resto, per noi questa stagione è stata piuttosto problematica dal punto di vista degli inghippi fisici: in varie occasioni gli infortuni ci hanno tolto giocatori di rilievo, e ciò ha certamente generato una dose ancora maggiore di ostacoli da superare. Al tempo stesso, ritengo che il nostro gruppo abbia acquisito una certa abitudine nel fronteggiare assenze anche pesanti: di conseguenza penso che l’attuale situazione non ci colga impreparati, nè sul piano tecnico-agonistico nè per quanto riguarda l’aspetto caratteriale”.

Il portiere casalgrandese Kevin Ricciardo

Tra l’altro, di recente lo stesso Prodi ha dovuto fermarsi per un periodo non breve: l’infortunio al labbro rimediato nella vittoria casalinga contro il Bologna United lo ha costretto due mesi di stop agonistico, una sosta forzata che è giunta al termine soltanto il 26 marzo durante il ko casalingo con Camerano. “In effetti al momento non sono ancora in grado di reggere per tutti i 60 minuti, ma ora posso comunque giocare e dare un mio preciso contributo – puntualizza il diretto interessato – Comunque sia, io credo che la qualità abbia l’assoluta precedenza sulla quantità: non è importante quanto, ma come si gioca. Restare in campo 10-15 minuti facendo grandi cose è sicuramente meglio che giocare un’intera partita fornendo una prova sottotono”.

Gabriele Ferrari, ala in forza alla Modula

Il centrale classe 2002 si concentra quindi sulle strategie da seguire in vista del duello con il Lions: per la cronaca i teramani provengono dalla sconfitta interna di sabato 2 aprile, 26-29 al cospetto del Campus Italia. “Nella sfida di andata contro di noi, gli abruzzesi mi hanno impressionato soprattutto per quanto concerne l’assoluta concretezza in chiave difensiva – spiega Prodi – Per trovare la via del gol bisognerà davvero fare gli straordinari, e dobbiamo esserne ben consapevoli fin da ora. Quanto al resto, sabato scorso abbiamo subìto solo 28 reti e si tratta di un aspetto che fa senz’altro ben sperare: tuttavia, la cerniera che sappiamo sviluppare intorno alla porta può diventare ancora più solida. Pur nel contesto di una prova generale molto confortante da parte nostra, alcune volte a Prato ci è capitato di subire gol in seguito a palle che gli avversari hanno recuperato: si tratta di reti che potevamo risparmiarci, e che adesso devono servirci da precisa lezione con l’obiettivo di migliorare ancora. La classifica si presenta aperta a ogni scenario, e le incognite rimangono ancora numerose: tuttavia il nostro morale è sempre carico, e il successo di Prato ha senza dubbio ravvivato l’entusiasmo che ci anima. Quanto al calendario, non penso che l’agenda si presti a valutazioni particolari: quando si deve correre verso la permanenza nella categoria, un’avversaria vale l’altra. Servirà comunque una fortissima dose di concentrazione e abilità, indipendentemente dal nome della rivale di turno: siamo pronti per provare a conquistare una salvezza che siamo convinti di poter meritare”.

Il team manager biancorosso Adolfo Martucci

LA SITUAZIONE IN SERIE A2 MASCHILE. La 23esima giornata si disputerà interamente sabato 9 aprile: le altre gare in programma sono Verdeazzurro Sassari-Camerano, Campus Italia-Ogan Pescara, Santarelli Cingoli-Ambra Poggio a Caiano, Romagna-Chiaravalle, Starfish Follonica-Prato e Bologna United-Tecnocem San Lazzaro di Savena.

Classifica del girone B: Santarelli Cingoli 43 punti; Romagna 40; Lions Teramo e Verdeazzurro Sassari 27; Tecnocem San Lazzaro di Savena 24; Campus Italia e Chiaravalle 22; Camerano 21; Ambra Poggio a Caiano e Starfish Follonica 20; Modula Casalgrande 17; Ogan Pescara 16; Bologna United 5; Prato 0.

L’accesso ai play off è assegnato alle prime due in graduatoria: Santarelli Cingoli e Romagna sono già matematicamente sicure di disputare gli spareggi promozione. A scendere di categoria saranno invece le ultime 3: dunque Bologna United e Prato sono aritmeticamente in B, mentre adesso resta da stabilire il nome della terza retrocessa.

SUPER SABATO. Il confronto tra Modula e Prato sarà il secondo atto di un sabato sera a tutta pallamano in quel di Casalgrande: sùbito prima, a partire dalle ore 18.30, il pala Keope sarà anche il teatro del confronto di A1 femminile tra la Padana e l’attuale capolista Bressanone. Una sfida che potrebbe consentire alle biancorosse di raggiungere l’agognata salvezza diretta, senza dover passare attraverso i play out.

Nella foto in alto, Riccardo Prodi in azione. Le immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

Please follow and like us:
fb-share-icon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *