Serie A Bronze, la Modula riceve Prato: una sfida cruciale per entrambe le squadre

La Modula Casalgrande si appresta a tornare sotto i riflettori del campionato, animata da un significativo ventaglio di obiettivi. I biancorossi puntano innanzitutto a mantenere l’imbattibilità casalinga, cogliendo una convincente vittoria che possa spazzare via tutte le perplessità emerse domenica scorsa: come è noto, nell’occasione l’organico allenato da Matteo Corradini si è reso protagonista di un’infruttuosa trasferta sul campo della Starfish Follonica (33-24 il risultato). Inoltre, il ritorno al successo permetterebbe a Lamberti e soci di mantenere vive le ultime residue speranze in chiave playoff. Affinchè tutto questo possa avvenire, sarà necessario superare avversari che nel confronto di andata si sono imposti con ampio margine: domenica 28 gennaio, a partire dalle ore 18, la Modula sarà impegnata al pala Keope nel duello interno con la blasonata Pallamano Prato. Confronto valevole per la nona giornata della serie A Bronze maschile, girone B: arbitri Marino e Shehab. Il precedente stagionale porta la data dell’11 novembre scorso, quando i toscani hanno dettato legge con il punteggio di 39-29.

Hendrik Tronconi, ala della Modula Casalgrande

QUI MODULA CASALGRANDE. “La recente prova contro Follonica non è tutta da buttare via – evidenzia l’ala casalgrandese Hendrik Tronconi – Di fronte c’erano rivali di altissimo livello, che non a caso stanno navigando in zona playoff: tuttavia durante il primo tempo ci siamo espressi su livelli davvero lusinghieri, restando sempre punto a punto con i padroni di casa. I veri problemi, quelli che ci hanno condotto verso la sconfitta, sono sopraggiunti dopo l’intervallo: nel corso della ripresa abbiamo giocato tutt’altra partita, incappando in numerosi errori al tiro che prima non avevamo affatto commesso. Inoltre nella seconda frazione ci siamo affidati troppo ai numeri individuali, rinunciando a sviluppare un gioco di squadra convincente e corale. Tutto ciò senza dimenticare la vena del fromboliere maremmano Tommaso Pesci, che ha totalizzato un bottino complessivo di 16 reti: la sua straordinaria efficienza offensiva ci ha ulteriormente allontanati dall’obiettivo vittoria, rendendo pressochè impossibile un nostro eventuale recupero. Ad ogni modo, tutti noi continuiamo a credere nel raggiungimento della poule promozione: dopo il ko di domenica scorsa si tratta di un traguardo molto più difficile da centrare, ma finchè la matematica ci terrà in gioco non bisognerà affatto rinunciare ai sogni di gloria”.

I portieri casalgrandesi: da sinistra Luigi Prandi, Kevin Ricciardo e Matteo Caprili

“La lunga sosta natalizia ci ha fatto bene – prosegue l’ala classe 2005 – Uno stop agonistico che ha permesso di riposare e di recuperare così preziose energie, sia dal punto di vista fisico sia sotto il profilo mentale. Gli allenamenti delle prime settimane di gennaio ci hanno permessi di tornare sùbito in piena forma, e di recuperare velocemente il necessario ritmo-partita. Quanto al resto, il morale resta più che motivato: il fatto di avere iniziato il 2024 con un passaggio a vuoto fa senz’altro male, ma nessuno di noi ha intenzione di perdere tempo nel piangere lacrime amare sul latte versato. Ora dobbiamo infatti preparare una partita che conta parecchio, e che per noi può essere sinonimo di autentico rilancio”.

Chiheb Jendoubi, pivot della Modula Casalgrande

Casalgrande sarà ancora priva del lungodegente Marco Giubbini e di Kristian Toro, sempre bloccato da impegni di lavoro. Probabile pure l’assenza di Dennis Toro, anche lui per motivi legati alla professione. Tra i biancorossi ci sono inoltre due punti interrogativi: Matteo Sigona in forse causa impegni personali, mentre Emanuele Seghizzi accusa uno stiramento muscolare. Le condizioni di quest’ultimo destano ottimismo, ma restano comunque da valutare in vista di domenica. “Nel duello di andata abbiamo subìto un’altra pesante sconfitta, proprio come quella rimediata a Grosseto contro la Starfish – ricorda Tronconi – Tuttavia, anche in quell’occasione ci siamo resi autori di una prima mezz’ora caratterizzata da una pallamano di pregevole spessore: non a caso, a Prato eravamo arrivati all’intervallo in vantaggio di 4 gol sul 15-19. Da lì bisogna ripartire con rinnovato slancio, giocando con testa e costanza: noi abbiamo numerosi giocatori di elevato spessore sia tecnico sia caratteriale, e dunque sarà necessario scendere in campo con il chiaro intento di manifestare appieno le rilevanti doti che ci contraddistinguono. Del resto abbiamo già dimostrato varie volte di saper costruire grandi cose, soprattutto quando giochiamo sul parquet del pala Keope: possiamo contare su un ricco patrimonio di qualità e tenacia, che da ora in avanti dovremo far valere con sempre maggiore continuità”.

Riccardo Francalanci, pivot della Pallamano Prato

QUI PRATO. Sulla bacheca del prestigioso club laniero ci sono due scudetti e due trionfi nella Coppa Italia maggiore: oggi i toscani stanno affrontando la serie A Bronze con grande vivacità, e la vittoria ottenuta la scorsa settimana ne rappresenta una lampante testimonianza. L’organico allenato da Massimo Di Vita proviene infatti dal successo casalingo con Tavarnelle, ottenuto nel duello di sabato 20 gennaio: 29-24 il punteggio finale. “Quest’estate siamo partiti con l’intento di valutare il nostro cammino partita per partita, senza prefiggerci un obiettivo ben definito – sottolinea il pivot pratese Riccardo Francalanci – Adesso, il nostro atteggiamento è rimasto esattamente lo stesso. Nelle prime 8 partite, siamo riusciti a raccogliere una serie di larghe vittorie: viceversa le sconfitte sono sempre arrivate di stretta misura, eccezion fatta per il ko casalingo contro l’attuale capolista Bologna United. Nel complesso credo che all’appello ci manchino 1 o 2 punti: proveremo a recuperarli durante questa avvincente fase di ritorno. Noi siamo un gruppo giovane, veloce e dotato di buona tecnica: lo spirito di squadra non ci manca, e al tempo stesso disponiamo pure di ottime individualità. Per quel che concerne i difetti, fino a Natale siamo stati un po’ carenti a livello di solidità difensiva: tuttavia è un problema che stiamo man mano arrivando a correggere, con miglioramenti che reputo davvero soddisfacenti e incoraggianti”.

Il terzino e capitano casalgrandese Mattia Lamberti

“Il successo su Tavarnelle ci ha dato molto morale, inutile negarlo – rimarca il pivot classe ’98 – Un derby che sentivamo tantissimo, e che nel recente passato non ci aveva dato molte soddisfazioni: ad esempio, nel confronto di andata i fiorentini hanno prevalso proprio con una rete all’ultimo secondo. Fisicamente siamo in forma, nessun problema legato alla stanchezza: salvo imprevisti, al pala Keope ci presenteremo al completo. Parlando dei prossimi avversari, è vero che a novembre abbiamo vinto con 10 reti di scarto: d’altro canto fino all’intervallo la Modula ci ha fatto penare parecchio, e ciò costituisce un motivo più che valido per tenerci lontani da ogni svista o supponenza. Casalgrande ha tantissime individualità di notevole talento, giocatori che conosciamo bene: il nostro primo obiettivo dovrà essere quello di limitarle quanto più possibile, aprendo quindi la strada per arrivare a sviluppare il nostro gioco con lucidità ed efficienza. A livello di classifica, gara cruciale e spartiacque per entrambe le contendenti – osserva Francalanci – Sia per noi sia per i biancorossi, perdere costringerebbe ad abbandonare ogni speranza in chiave playoff. Una vittoria permetterebbe invece di rimanere in corsa per la poule promozione, nonostante il grande ritmo che la Starfish Follonica sta tenendo già da svariato tempo”.

Marco Vignali, ala in forza alla Modula

LA SITUAZIONE IN SERIE A BRONZE MASCHILE. La nona giornata avrà inizio sabato 27 gennaio con Spm Modena-Starfish Follonica e Bologna United-Marconi Jumpers Castelnovo Sotto. A seguire, domenica 28/1 si giocherà anche Tavarnelle-Derthona.

Classifica del girone B: Bologna United 14 punti; Starfish Follonica 12; Spm Modena 10; Prato 8; Modula Casalgrande 7; Tavarnelle 5; Marconi Jumpers Castelnovo Sotto e Derthona 4. A qualificarsi ai playoff promozione saranno soltanto le prime due in graduatoria.

In alto, un’altra immagine di Hendrik Tronconi. Le foto della Modula Casalgrande presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

Please follow and like us:
fb-share-icon