Archivi tag: hendrick tronconi

Serie A Bronze, la Modula riceve Prato: una sfida cruciale per entrambe le squadre

La Modula Casalgrande si appresta a tornare sotto i riflettori del campionato, animata da un significativo ventaglio di obiettivi. I biancorossi puntano innanzitutto a mantenere l’imbattibilità casalinga, cogliendo una convincente vittoria che possa spazzare via tutte le perplessità emerse domenica scorsa: come è noto, nell’occasione l’organico allenato da Matteo Corradini si è reso protagonista di un’infruttuosa trasferta sul campo della Starfish Follonica (33-24 il risultato). Inoltre, il ritorno al successo permetterebbe a Lamberti e soci di mantenere vive le ultime residue speranze in chiave playoff. Affinchè tutto questo possa avvenire, sarà necessario superare avversari che nel confronto di andata si sono imposti con ampio margine: domenica 28 gennaio, a partire dalle ore 18, la Modula sarà impegnata al pala Keope nel duello interno con la blasonata Pallamano Prato. Confronto valevole per la nona giornata della serie A Bronze maschile, girone B: arbitri Marino e Shehab. Il precedente stagionale porta la data dell’11 novembre scorso, quando i toscani hanno dettato legge con il punteggio di 39-29.

Hendrik Tronconi, ala della Modula Casalgrande

QUI MODULA CASALGRANDE. “La recente prova contro Follonica non è tutta da buttare via – evidenzia l’ala casalgrandese Hendrik Tronconi – Di fronte c’erano rivali di altissimo livello, che non a caso stanno navigando in zona playoff: tuttavia durante il primo tempo ci siamo espressi su livelli davvero lusinghieri, restando sempre punto a punto con i padroni di casa. I veri problemi, quelli che ci hanno condotto verso la sconfitta, sono sopraggiunti dopo l’intervallo: nel corso della ripresa abbiamo giocato tutt’altra partita, incappando in numerosi errori al tiro che prima non avevamo affatto commesso. Inoltre nella seconda frazione ci siamo affidati troppo ai numeri individuali, rinunciando a sviluppare un gioco di squadra convincente e corale. Tutto ciò senza dimenticare la vena del fromboliere maremmano Tommaso Pesci, che ha totalizzato un bottino complessivo di 16 reti: la sua straordinaria efficienza offensiva ci ha ulteriormente allontanati dall’obiettivo vittoria, rendendo pressochè impossibile un nostro eventuale recupero. Ad ogni modo, tutti noi continuiamo a credere nel raggiungimento della poule promozione: dopo il ko di domenica scorsa si tratta di un traguardo molto più difficile da centrare, ma finchè la matematica ci terrà in gioco non bisognerà affatto rinunciare ai sogni di gloria”.

I portieri casalgrandesi: da sinistra Luigi Prandi, Kevin Ricciardo e Matteo Caprili

“La lunga sosta natalizia ci ha fatto bene – prosegue l’ala classe 2005 – Uno stop agonistico che ha permesso di riposare e di recuperare così preziose energie, sia dal punto di vista fisico sia sotto il profilo mentale. Gli allenamenti delle prime settimane di gennaio ci hanno permessi di tornare sùbito in piena forma, e di recuperare velocemente il necessario ritmo-partita. Quanto al resto, il morale resta più che motivato: il fatto di avere iniziato il 2024 con un passaggio a vuoto fa senz’altro male, ma nessuno di noi ha intenzione di perdere tempo nel piangere lacrime amare sul latte versato. Ora dobbiamo infatti preparare una partita che conta parecchio, e che per noi può essere sinonimo di autentico rilancio”.

Chiheb Jendoubi, pivot della Modula Casalgrande

Casalgrande sarà ancora priva del lungodegente Marco Giubbini e di Kristian Toro, sempre bloccato da impegni di lavoro. Probabile pure l’assenza di Dennis Toro, anche lui per motivi legati alla professione. Tra i biancorossi ci sono inoltre due punti interrogativi: Matteo Sigona in forse causa impegni personali, mentre Emanuele Seghizzi accusa uno stiramento muscolare. Le condizioni di quest’ultimo destano ottimismo, ma restano comunque da valutare in vista di domenica. “Nel duello di andata abbiamo subìto un’altra pesante sconfitta, proprio come quella rimediata a Grosseto contro la Starfish – ricorda Tronconi – Tuttavia, anche in quell’occasione ci siamo resi autori di una prima mezz’ora caratterizzata da una pallamano di pregevole spessore: non a caso, a Prato eravamo arrivati all’intervallo in vantaggio di 4 gol sul 15-19. Da lì bisogna ripartire con rinnovato slancio, giocando con testa e costanza: noi abbiamo numerosi giocatori di elevato spessore sia tecnico sia caratteriale, e dunque sarà necessario scendere in campo con il chiaro intento di manifestare appieno le rilevanti doti che ci contraddistinguono. Del resto abbiamo già dimostrato varie volte di saper costruire grandi cose, soprattutto quando giochiamo sul parquet del pala Keope: possiamo contare su un ricco patrimonio di qualità e tenacia, che da ora in avanti dovremo far valere con sempre maggiore continuità”.

Riccardo Francalanci, pivot della Pallamano Prato

QUI PRATO. Sulla bacheca del prestigioso club laniero ci sono due scudetti e due trionfi nella Coppa Italia maggiore: oggi i toscani stanno affrontando la serie A Bronze con grande vivacità, e la vittoria ottenuta la scorsa settimana ne rappresenta una lampante testimonianza. L’organico allenato da Massimo Di Vita proviene infatti dal successo casalingo con Tavarnelle, ottenuto nel duello di sabato 20 gennaio: 29-24 il punteggio finale. “Quest’estate siamo partiti con l’intento di valutare il nostro cammino partita per partita, senza prefiggerci un obiettivo ben definito – sottolinea il pivot pratese Riccardo Francalanci – Adesso, il nostro atteggiamento è rimasto esattamente lo stesso. Nelle prime 8 partite, siamo riusciti a raccogliere una serie di larghe vittorie: viceversa le sconfitte sono sempre arrivate di stretta misura, eccezion fatta per il ko casalingo contro l’attuale capolista Bologna United. Nel complesso credo che all’appello ci manchino 1 o 2 punti: proveremo a recuperarli durante questa avvincente fase di ritorno. Noi siamo un gruppo giovane, veloce e dotato di buona tecnica: lo spirito di squadra non ci manca, e al tempo stesso disponiamo pure di ottime individualità. Per quel che concerne i difetti, fino a Natale siamo stati un po’ carenti a livello di solidità difensiva: tuttavia è un problema che stiamo man mano arrivando a correggere, con miglioramenti che reputo davvero soddisfacenti e incoraggianti”.

Il terzino e capitano casalgrandese Mattia Lamberti

“Il successo su Tavarnelle ci ha dato molto morale, inutile negarlo – rimarca il pivot classe ’98 – Un derby che sentivamo tantissimo, e che nel recente passato non ci aveva dato molte soddisfazioni: ad esempio, nel confronto di andata i fiorentini hanno prevalso proprio con una rete all’ultimo secondo. Fisicamente siamo in forma, nessun problema legato alla stanchezza: salvo imprevisti, al pala Keope ci presenteremo al completo. Parlando dei prossimi avversari, è vero che a novembre abbiamo vinto con 10 reti di scarto: d’altro canto fino all’intervallo la Modula ci ha fatto penare parecchio, e ciò costituisce un motivo più che valido per tenerci lontani da ogni svista o supponenza. Casalgrande ha tantissime individualità di notevole talento, giocatori che conosciamo bene: il nostro primo obiettivo dovrà essere quello di limitarle quanto più possibile, aprendo quindi la strada per arrivare a sviluppare il nostro gioco con lucidità ed efficienza. A livello di classifica, gara cruciale e spartiacque per entrambe le contendenti – osserva Francalanci – Sia per noi sia per i biancorossi, perdere costringerebbe ad abbandonare ogni speranza in chiave playoff. Una vittoria permetterebbe invece di rimanere in corsa per la poule promozione, nonostante il grande ritmo che la Starfish Follonica sta tenendo già da svariato tempo”.

Marco Vignali, ala in forza alla Modula

LA SITUAZIONE IN SERIE A BRONZE MASCHILE. La nona giornata avrà inizio sabato 27 gennaio con Spm Modena-Starfish Follonica e Bologna United-Marconi Jumpers Castelnovo Sotto. A seguire, domenica 28/1 si giocherà anche Tavarnelle-Derthona.

Classifica del girone B: Bologna United 14 punti; Starfish Follonica 12; Spm Modena 10; Prato 8; Modula Casalgrande 7; Tavarnelle 5; Marconi Jumpers Castelnovo Sotto e Derthona 4. A qualificarsi ai playoff promozione saranno soltanto le prime due in graduatoria.

In alto, un’altra immagine di Hendrik Tronconi. Le foto della Modula Casalgrande presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

B maschile, una Modula ancora rimaneggiata cerca ulteriore gloria a San Lazzaro di Savena

La Modula Casalgrande è in serie utile da 5 partite: dopo le vittorie contro Sportinsieme Castellarano, Felino, Ferrara United e Faenza, domenica scorsa 27 novembre è arrivato il pari casalingo nel derby di alta classifica contro il Marconi Jumpers Castelnovo Sotto. Ora i biancorossi stazionano al di fuori della zona play off: tuttavia il 4° posto dista solo un punto, e adesso la compagine di Matteo Corradini ha una valida opportunità per fare immediato rientro nell’area che a fine annata assegna gli spareggi promozione. Nel pomeriggio di sabato 3 dicembre, a partire dalle ore 16, Giubbini e soci saranno di scena nel Bolognese: appuntamento al pala Yuri di San Lazzaro di Savena contro la locale formazione della Tecnocem, in occasione di un duello valido per la nona giornata della serie B regionale maschile.

Hendrick Tronconi, ala/centrale della Modula Casalgrande

“A mio parere, con il Marconi Jumpers avremmo meritato la vittoria – evidenzia Hendrick Tronconi, ala/centrale della Modula – E’ vero che nel primo tempo abbiamo attraversato alcuni momenti difficili, che hanno spianato la strada agli avversari: tuttavia ben presto ci siamo ripresi, e dopo l’intervallo siamo stati capaci di manifestare un netto predominio territoriale per quasi tutto il tempo. Purtroppo per noi, i castelnovesi hanno trovato le vie giuste per realizzare 4 gol consecutivi proprio negli ultimissimi minuti: nel finale ci sono state contestazioni in merito alla rete che ha sancito il definitivo 27-27, ma io credo che non sia il caso di tornare sul tema. Piuttosto, adesso dobbiamo tenerci stretta la qualità della prova che siamo stati capaci di fornire: nonostante qualche passaggio a vuoto nella prima metà della gara, è stata una Modula capace di interpretare la sfida con efficacia. Mi riferisco al gioco che abbiamo espresso, ma anche alla forte dose di carattere riposta in campo. Poi, non vanno ignorate le qualità degli avversari di turno: il Marconi Jumpers ha un organico più che degno dell’alta classifica, e dunque un pareggio con Castelnovo Sotto è sempre un risultato di assoluto valore”.

Il terzino/centrale casalgrandese Marco Giubbini

Nel confronto in terra felsinea, la Modula Casalgrande sarà ancora priva dello squalificato Mattia Lamberti e del lungodegente Riccardo Prodi. Assente pure Alessandro Lenzotti, uscito malconcio dalla vittoriosa trasferta di Faenza: per lui si profila uno stop di almeno 15 giorni, se non addirittura un mese. E’ inoltre in forse Kristian Toro, non ancora al meglio della condizione. Quanto alla Tecnocem, la compagine di San Lazzaro di Savena proviene dalla larga sconfitta casalinga contro la capolista Carpine: 26-37 nel confronto di sabato scorso 26/11. Tuttavia, ciò non deve affatto autorizzare a immaginare una trasferta agevole: del resto, a metà novembre, i gialloneri allenati da Chiara Mengoli sono stati capaci di ottenere una roboante affermazione per 30-42 sul parquet della Pallamano Carpi. Fin qui il bilancio dei felsinei è in perfetto equilibrio: un ruolino di marcia contraddistinto da 4 vittorie e altrettante sconfitte, che tiene ancora la Tecnocem in piena corsa per i piani alti. “Nel derby da cui proveniamo, le assenze ci hanno portato problematiche ulteriori e di non poco conto – sottolinea Tronconi – Nonostante ciò siamo riusciti a ottenere un risultato utile sfiorando la vittoria, e ciò dà ancora più valore a quanto abbiamo saputo fare. Purtroppo non saremo al completo neppure a San Lazzaro, e quindi ancora una volta dovremo compiere sforzi supplementari per arginare le pesanti defezioni. D’altro canto, si tratta di un compito che non ci spaventa: per capirlo basta osservare l’andamento del duello con Castelnovo Sotto, ma anche la limpida vittoria ottenuta otto giorni prima sul difficile campo della Pallamano Faenza. Quando torneremo al completo, il nostro potenziale di squadra ne beneficerà in modo non indifferente: intanto, però, noi disponiamo dell’entusiasmo e della mentalità che servono per essere incisivi anche senza elementi di così grande importanza”.

Il portiere casalgrandese Mattia Cocchi

“In vista della Tecnocem San Lazzaro, il fattore-campo sarà tra i primi ostacoli che incontreremo – ribadisce l’ala/centrale classe 2005 – Non potremo contare sul prezioso sostegno del nostro pubblico, e si tratta di un dato di cui tenere conto. Al tempo stesso, ora come ora questa Modula ha bisogno di miglioramenti per quel che riguarda la precisione offensiva: troppe volte ci capita di gettare al vento ottime opportunità per siglare gol rilevanti, e si tratta di occasioni non sfruttate a causa di un’eccessiva frettolosità in fase di tiro. Viceversa, la solida ragnatela di gioco che ci caratterizza è senza dubbio tra le doti su cui fare maggiore affidamento, non solo a San Lazzaro ma pure in tutti gli altri confronti che ci attendono – rimarca Tronconi – Come è noto, questa stagione segna il mio debutto assoluto nelle file della Prima squadra casalgrandese: in precedenza, avevo vestito la maglia biancorossa nelle varie categorie giovanili. Fin dai miei primi allenamenti con l’organico di B, ho potuto notare l’efficacia del nostro gioco corale: noi sappiamo esprimere una pallamano ben concertata, e peraltro il pivot di turno viene sempre coinvolto in modo concreto e costante. Una dote che fin qui abbiamo fatto valere in maniera evidente, e così dovrà continuare a essere”.

L’ala casalgrandese Gabriele Ferrari

Hendrick Tronconi dà quindi spazio ad alcune valutazioni sul piano del rendimento, sia di squadra sia personale. “La sconfitta nel derby interno con Rubiera brucia ancora – spiega il giocatore – D’altro canto, io continuo a pensare che il nostro unico vero passaggio a vuoto sia rappresentato dal ko sul campo della Pallamano Carpi: con Rubiera è stata grosso modo una sfida alla pari, mentre con i bianconeri siamo usciti sconfitti su tutta la linea ricevendo una lezione che non fa una piega. Ad ogni modo, penso proprio che fin qui il cammino della Modula possa dirsi complessivamente soddisfacente: il bottino di 11 punti dopo 8 partite non è certo trascurabile, e deve senza dubbio costituire un incoraggiante trampolino di lancio su cui costruire un’ulteriore crescita. I play off promozione sono un obiettivo che resta di certo alla nostra portata: da qui in avanti bisognerà darne prova in modo sempre più visibile, già a partire dall’ostico confronto con i gialloneri felsinei. Quanto a me, sto vivendo una stagione agonistica che ritengo molto significativa – afferma l’ala/centrale – Nel corso delle varie partite, il tecnico Corradini mi sta dando compiti a cui non ero certo così abituato: si tratta di un’ottima occasione per crescere, ed è un’occasione che intendo sfruttare con tutte le forze di cui dispongo. Al momento sono soddisfatto di ciò che ho costruito da agosto in avanti: il lavoro che svolgo procede quindi con la massima convinzione, e con il chiaro obiettivo di essere sempre più utile agli ingranaggi della squadra”.

Il centrale casalgrandese Gianluca Ravaglia

LA SITUAZIONE IN SERIE B MASCHILE. Sabato 3/12 si giocheranno anche Romagna-Sportinsieme Castellarano, Rapid Nonantola-Carpine, Qbm Valsamoggia-Carpi, Faenza-Secchia Rubiera ed Estense Ferrara-Marconi Jumpers Castelnovo Sotto. L’agenda del 9° turno si completerà poi domenica 4 dicembre, con il posticipo Ferrara United-Felino.

Classifica: Carpine e Secchia Rubiera 14 punti; Marconi Jumpers Castelnovo Sotto 13; Faenza 12; Modula Casalgrande 11; Carpi 10; Tecnocem San Lazzaro di Savena ed Estense Ferrara 8; Romagna e Rapid Nonantola 6; Sportinsieme Castellarano e Felino 4; Ferrara United 0; Qbm Valsamoggia -1.

Nell’immagine in alto, la Modula Casalgrande 2022/23. Le foto presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.