Serie A Bronze, tempo di derby: la Modula fa visita a un Marconi Jumpers assetato di punti

Con il successo interno ottenuto sabato scorso 18 novembre, 34-24 sul frizzante Derthona, la Modula Casalgrande ha concretizzato quel rilancio di cui i biancorossi avevano davvero bisogno: l’organico allenato da Matteo Corradini proveniva infatti dal severo rovescio sul parquet della Pallamano Prato, e dunque un perentorio successo contro i piemontesi era l’unica strada possibile per archiviare definitivamente le ombre emerse in terra toscana. Ora Lamberti e soci sono secondi nella classifica del girone B, una graduatoria che però al momento non è affatto così indicativa: si sono disputati soltanto 3 turni, e dunque i rapporti di forza tra le varie contendenti devono ancora essere delineati con esattezza. Fin qui il Bologna United è l’unica formazione a punteggio pieno, e in effetti i felsinei stanno dimostrando fin da adesso di avere quella classica “marcia in più” prevista dai pronostici estivi: tuttavia il resto del raggruppamento si presenta parecchio equilibrato, e peraltro i rossoblù delle Due Torri hanno soltanto 2 punti di vantaggio sulle più dirette inseguitrici tra cui appunto la Modula.

Mattia Lamberti, terzino e capitano della Modula Casalgrande

Adesso all’orizzonte dei casalgrandesi c’è un derby di grandissime tradizioni, contro una squadra contraddistinta da un valore ben superiore rispetto ai numeri che l’attuale graduatoria le assegna. Sabato 25 novembre, a partire dalle ore 19, la Modula sarà di scena al Puntosport Spaggiari di Castelnovo Sotto per fronteggiare i padroni di casa targati Marconi Jumpers: il duello sarà ovviamente valido per il 4° capitolo della serie A Bronze, e in questo caso metterà di fronte due realtà neopromosse.

Al centro, il pivot casalgrandese Chiheb Jendoubi in azione contro il Derthona

QUI MODULA CASALGRANDE. Chiheb Jendoubi torna innanzitutto sulle doti che hanno propiziato il prezioso e convincente successo contro il Derthona: “Ci siamo confrontati con avversari ben lontani dall’essere scarsi o demotivati – osserva il pivot della Modula – Tuttavia abbiamo saputo affrontare l’impegno nel migliore dei modi, mantenendo un elevato livello di concentrazione in maniera pressochè costante: ciascuno di noi si è tenuto ben lontano da qualsiasi possibile supponenza, e ciò ha costituito un rilevante aspetto a nostro favore. Inoltre, siamo stati capaci di leggere e interpretare con notevole efficacia le varie dinamiche che hanno caratterizzato il gioco avversario: abbiamo avuto la prontezza e l’abilità necessarie per sfruttare al meglio i punti deboli delle manovre tortonesi. Questo insieme di fattori ha permesso di creare un efficace percorso verso la vittoria, e ora siamo qui a commentare un successo che riveste una duplice importanza. L’affermazione sul Derthona rappresenta infatti un monito nei confronti delle nostre rivali in questo girone B, che di certo non hanno alcun motivo per sottovalutarci: noi siamo infatti capaci di costruire una pallamano ben migliore rispetto a quella sviluppata contro Prato, e sabato scorso ne abbiamo dato piena dimostrazione. Inoltre, i 2 punti ottenuti contro i piemontesi sono parecchio utili sul piano motivazionale: si tratta di un risultato che ci ridà piena fiducia, e che ci sprona a continuare il lavoro con rinnovato slancio”.

Kristian Toro, ala in forza alla Modula Casalgrande

Per quanto concerne l’imminente trasferta sul campo del Marconi Jumpers, la Modula Casalgrande sarà ancora priva dei lungodegenti Andrea Strozzi e Marco Giubbini: anche per quest’ultimo si profila purtroppo uno stop piuttosto lungo, a causa dell’infortunio al crociato. In compenso è previsto il rientro di Matteo Sigona, assente contro il Derthona a causa di impegni personali: allo stesso modo torna schierabile Angelo Giannetta, che ha terminato di scontare le due giornate di squalifica derivanti dall’espulsione rimediata contro Follonica. In questi giorni l’ex Carpi ha avuto qualche problema legato agli impegni di lavoro, ma sabato prossimo Giannetta dovrebbe comunque essere schierabile. “A parte i problemi che riguardano Strozzi e Giubbini, nel complesso la squadra sta bene dal punto di vista fisico – sottolinea Jendoubi – La sfida con il Derthona ha richiesto un cospicuo dispendio di forze, ma le fatiche del duello con i bianconeri di Tortona non hanno avuto ripercussioni sullo stato di forma del nostro gruppo. Senza dubbio possiamo contare su buone energie, pure dal punto di vista caratteriale”.

L’ala casalgrandese Marco Vignali

Il pivot di origine tunisina si sofferma poi sui prossimi rivali: “E’ vero che il Marconi Jumpers occupa l’ultima piazza, ma di certo l’organico guidato da Stefano Dardi ha i mezzi necessari per arrivare a migliorare molto presto la propria situazione di classifica. Innanzitutto, si tratta di una squadra contraddistinta da un carattere di ferreo: Castelnovo Sotto non molla davvero mai fino all’ultimo, e per rendersene conto basta osservare il film delle partite che loro hanno disputato fin qui. Peraltro domenica 19 il Marconi Jumpers ha saputo mettere in soggezione addirittura Tavarnelle: quando si riesce a creare grattacapi a una formazione così ben attrezzata come quella toscana, non si può certo parlare di puro caso o di semplice fortuna. In più i castelnovesi possono fare affidamento su una forte batteria di terzini, un gruppo che di certo sarà prontissimo per creare numerosi ostacoli anche a noi. Per centrare l’intera posta in palio anche al Puntosport Spaggiari, dovremo restare ben alla larga da ogni tipo di rilassatezza: alcune volte il nostro tasso di concentrazione tende a calare nelle battute finali delle varie sfide, e si tratta di un lusso che stavolta non potremo affatto concederci”.

Luigi Prandi, portiere della Modula

In caso di ulteriore successo, la Modula Casalgrande potrebbe rafforzare ancor di più le proprie azioni nella lotta per raggiungere i playoff promozione: tuttavia, almeno per il momento Jendoubi preferisce non parlare troppo di pronostici a medio-lungo termine. “Noi stiamo affrontando questo campionato partita dopo partita – spiega il pivot classe ’98 – Riteniamo sia l’atteggiamento migliore per fronteggiare con efficienza le tante impegnative sollecitazioni che questa stagione agonistica propone. In ogni caso siamo soltanto all’inizio del percorso, e dunque per ora non è affatto il caso di spendere tempo nel formulare chissà quali previsioni”.

Riccardo Della Noce, terzino e capitano del Marconi Jumpers Castelnovo Sotto

QUI MARCONI JUMPERS CASTELNOVO SOTTO. All’interno della batteria di terzini castelnovesi citata da Jendoubi c’è anche Riccardo Della Noce, capitano del Marconi Jumpers: “Per noi il derby con la Modula è sempre una sfida molto attesa, e stavolta sarà pure un vero e proprio appuntamento-chiave – spiega appunto Della Noce – Sabato ci confronteremo infatti con avversari di notevole qualità, e quindi il duello con Casalgrande darà indicazioni di assoluta importanza sulla reale situazione del nostro organico. Al momento, ritengo che le maggiori favorite in chiave playoff siano Bologna United e Spm Modena: tuttavia Bologna rappresenta la vera fuoriserie, mentre la lotta per il 2° posto si presenta apertissima a vari tipi di scenari. Strada facendo la squadra guidata da Matteo Corradini potrà benissimo inserirsi nel nucleo delle pretendenti agli spareggi promozione, specie se saprà confermarsi sui forti livelli di rendimento emersi in occasione dei successi su Follonica e Derthona”.

In primo piano, il terzino casalgrandese Emanuele Seghizzi

Della Noce fa quindi il punto sulla propria squadra: “Siamo ancora a secco di punti, ma ciò non significa affatto che le prove fornite fin qui siano tutte da buttare. Per ora abbiamo affrontato un calendario parecchio severo, affrontando tre valide candidate ai playoff: Bologna e Modena che ho già citato, ma anche Tavarnelle domenica scorsa. In particolare con Tavarnelle siamo rimasti avanti nel punteggio per tutto il primo tempo, e ciò la dice lunga sul potenziale che comunque ci caratterizza. Di certo lo spirito di gruppo non ci manca, e l’unità d’intenti costituisce una tra le nostre doti più autentiche e preziose. Al tempo stesso, quest’anno abbiamo un organico contraddistinto da numerosi innesti provenienti da Carpi: di conseguenza serve un po’ di tempo per ridisegnare i meccanismi e le strategie di gioco, ma è comunque un lavoro che stiamo portando avanti con efficacia sotto la sapiente regia di Dardi”. Sabato il Marconi Jumpers sarà ancora privo del lungodegente Grasso, ma per il resto non si profilano altre defezioni: “Nemmeno l’infermeria ci sta dando una mano – evidenzia il capitano castelnovese, classe ’95 – Siamo infatti confrontati con alcuni acciacchi di vario genere, che impediscono alla squadra di essere al 100% della forma: ad esempio Barbacini sta giocando ma non è ancora al meglio, mentre io mi porto avanti un fastidioso inghippo alla spalla che risale al turno inaugurale contro la Spm Modena. Ad ogni modo, come detto niente piagnistei nè tantomeno rassegnazione: riteniamo comunque di essere in costante crescita, e puntiamo a darne piena dimostrazione proprio contro la Modula”.

Gabriele Montanari, centrale della Modula

In caso di vittoria, c’è chi si chiede se per i biancorossi della Bassa potranno aprirsi scenari nuovi in merito alle prospettive stagionali. “In ogni caso avremmo vinto solo una partita tra le tante in programma, quindi non sarebbe certo il caso di abbondare con i proclami – puntualizza Della Noce – Sulla carta le aspiranti ai playoff sono ben altre, ma al tempo stesso non ci poniamo limiti preconcetti in merito agli obiettivi da raggiungere. Al momento la salvezza resta comunque la nostra meta primaria, da raggiungersi cogliendo il miglior piazzamento possibile: a seguire, una volta centrato tale obiettivo, vedremo se resterà tempo e spazio per puntare persino a qualcosa d’altro”.

Il trainer casalgrandese Matteo Corradini (primo da destra) mentre istruisce la squadra durante un time-out

LA SITUAZIONE NELLA SERIE A BRONZE MASCHILE. Sabato 25 novembre si giocherà anche Spm Modena-Tavarnelle. La quarta giornata terminerà poi domenica 26/11, con i posticipi Derthona-Prato e Starfish Follonica-Bologna United.

Classifica del girone B: Bologna United 6 punti; Modula Casalgrande, Tavarnelle e Spm Modena 4; Prato, Starfish Follonica e Derthona 2; Marconi Jumpers Castelnovo Sotto 0.

In alto, un’altra immagine del pivot casalgrandese Chiheb Jendoubi. Le foto della Modula presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

Please follow and like us:
fb-share-icon