Casalgrande Padana: tempo di derby, al Keope arriva Ariosto Ferrara

Dopo un mese di stop per gli impegni della nazionale, torna il campionato di A1f e al PalaKeope è già tempo di derby: arriva infatti la Suncini Agrobiochimica Ariosto Ferrara.

Ariosto, con 7 punti in classifica contro i soli due di Casalgrande Padana, sbarcherà in terra reggiana con l’intenzione di aggiungere qualche punto alla propria situazione, mentre le ragazze di casa saranno quasi costrette a cercare la vittoria, per non pregiudicare una stagione costellata, fino ad ora, anche da tanta sfortuna.

Martina IACOVELLO

Occhi puntati sulla fantasiosa e rapidissima Vicky Gioia, centrale ferrarese e sulla inossidabile Katia Soglietti, che in questo avvio di stagione ha già segnato oltre 40 reti e resta stabilmente dentro le top 20 marcatrici di serie A.

Tra le ragazze di mister Lassouli resta comunque da osservare Ilenia Furlanetto, che con 72 reti all’attivo quella classifica la guida con ampio vantaggio, ma soprattutto il debutto, con la maglia 26 di Casalgrande Padana, del neo acquisto Irene Fanton.

Nessun alibi per le reggiane, bisognerà giocare concentrate e grintose per 60 minuti e cercare fino alla fine la vittoria.

Tra il primo ed il secondo tempo della gara, una parentesi per il pubblico di casa, che potrà salutare ed applaudire l’ex d.g. Carlo Trinelli che per 25 anni ha con impegno ed ottimi risultati guidato la società.

Agaptour vola: schianta Marconi Jumpers e consolida il primato in classifica

E’ di 41-30 per Agaptour il risultato finale del big match che ha visto opposto i casalgrandesi alla seconda in classifica Marconi Jumpers, sabato 24 Novembre. Poteva essere l’occasione per i ragazzi di Castelnovo Sotto per tentare un riaggancio in classifica, ma una Agaptour a tratti non bella ma comunque spietata chiude l’incontro con un largo +11, che scava un solco profondo con la diretta inseguitrice, consolidando primato in classifica ed imbattibilità.

Avvio di gara promettente per i ragazzi di mister Scorziello che già dai primi minuti di gioco si prendono un significativo vantaggio, che Marconi Jumpers cercherà di colmare, fino ad arrivare al -1, a 5 minuti dallo scadere del primo tempo, con la complicità di un calo di tensione da parte dei padroni di casa. Colpo di reni di Agaptour che reagisce, e si riporta sul +3, chiudendo la prima frazione in vantaggio 18-15.

Secondo tempo con Marconi Jumpers ancora alla ricerca di colmare lo svantaggio e che ancora una volta si rifà sotto, quando mister Scorziello cambia un pò le carte in tavola e decide di dare maggiore velocità alla propria squadra, con l’inserimento di  Giacomo Lamberti e Marco Giubbini: Agaptour che diventa “da corsa” e brucia le ultime risorse fisiche rimaste alla rincorsa dei Jumpers, che intorno al 20esimo cedono e lasciano dilagare Agaptour fino al +11 finale.

“Vittoria larga sicuramente e contento per il risultato ed i due punti –dice Scorziello- , un pò meno per il gioco espresso. Alla fine abbiamo subito 30 reti, segno di una difesa non sempre efficace, ed una impasse, a fine primo tempo, dove abbiamo giocato con poca lucidità permettendo un pericoloso rientro in gara degli avversari. Molto meglio la seconda parte della seconda frazione, dove siamo stati capaci di dare maggiore velocità ed incisività nelle fasi di attacco”

Ottima la prova di Marco Giubbini e Giacomo Lamberti; da segnalare le 8 reti a testa di Mattia Lamberti ed Enrico Giubbini, e l’espulsione, per somma di sospensioni di Enrico Aldini.

Selezione di Area Emilia Romagna U17m: tre i convocati di Casalgrande dai tecnici federali

Sono tre i ragazzi casalgrandesi U17 (classe 2002 e 2003) , convocati dal tecnico selezionatore di Area 4 Marco Agazzani su richiesta del tecnico della nazionale giovanile U18 Giuseppe Tedesco, che visionerà, in una amichevole, 20 atleti emiliano romagnoli per l’eventuale inserimento nel circuito azzurro.

Tra i 23 convocati figurano così anche Mathieu Galopin (2002), Dennis Toro (2003) ed Enrico Aldini (2002), che mercoledi 28/11, a Bologna, affronteranno in amichevole la U19 felsinea sotto gli occhi di mister Tedesco, sempre alla ricerca di nuovo talenti da inserire nel circuito delle nazionali giovanili. Insieme ai ragazzi di Casalgrande, 6 atleti di Pallamano Modena, 4 del Romagna Handball, 2 di Pallamano Carpine, 3 del Rapid Nonantola, 2 di Bologna United, 1 di Pallamano 2 Agosto , 1 di Secchia Rubiera, 1 di Estense Ferrara.

Non nuovi a percorsi di selezione, i tre Di Fazzio boys, con la loro convocazione dimostrano ancora una volta come il lavoro svolto sui settori giovanili in Pallamano Spallanzani sia di assoluta qualità. “In Emilia Romagna, in categoria U17,  ci sono 14 squadre e circa 200 atleti –dice capitan Aldini– Essere considerati tra i 20/25 di maggior interesse in regione, sicuramente ci fa piacere. Andremo a giocare a pallamano, senza troppe aspettative, facendo quello che sappiamo fare. Conosciamo già tanti degli altri ragazzi che saranno con noi e sappiamo che il livello è alto. Credo sarà in ogni caso una bella esperienza come lo sono state le altre fatte in passato”.

 

Pausa dei campionati A1f e Bm: primi bilanci

Stop temporaneo dei campionati per Casalgrande Padana e Agaptour, un tempo utile per un primo bilancio, per ricaricare le pile e riprendere con la giusta concentrazione gli impegni del periodo pre natalizio.

Le ragazze di mister Lassouli vivono una situazione di classifica oggi sicuramente complicata, che le incatena al penultimo posto in classifica. ” Ci si è messo un pò di tutto -dice Lassouli- a complicarci la vita. Non possiamo però in nessun modo abbassare la guardia. Stiamo lavorando intensamente in palestra e la risposta della squadra è ottima: c’è tanta voglia di riscatto, tanta voglia di dimostrare quanto valiamo davvero, tanta volontà di uscire presto da questa situazione e cominciare a macinare punti importanti, pensando ad una partita alla volta. Alla fine il lavoro, l’impegno, gli sforzi fatti, in qualche misura pagano sempre. Arriverà anche il nostro momento”.

Marco Giubbini

Diversa la situazione per Agaptour che per ora si gode il primato in classifica, avendo appena piazzato un break in danno del Marconi Jumpers, grazie alla ampia  vittoria casalinga contro HC Felino ed alla sconfitta dei Jumpers contro Savena. “Quest’anno – spiega mister Scorziello- la possibilità di avere una rosa ampia ci permette di non sovraccaricare troppo i singoli elementi. Abbiamo mostrato finora un buon gioco con ottime soluzioni sia in fase di attacco che di difesa. E’ anche vero però che i match più complessi, anche dal punto di vista psicologico, li dobbiamo ancora giocare, e quello sarà il vero banco di prova in cui verificare la maturità di questo team” .

La serie A1f riprenderà il via il 01/12/2018 quando Casalgrande Padana affronterà in casa il primo derby stagionale contro Ariosto Ferrara, mentre la serie Bm riprenderà il 24/11/2018, sempre al palaKeope, con lo scontro al vertice tra Agaptour e Marconi Jumpers.

Agaptour sbanca Savena e resta imbattuta in testa alla classifica

Finisce 32-37 per Agaptour l’incontro sul difficile campo di Pallamano Savena, vittoria che prolunga l’imbattibilità della compagine casalgrandese e la conferma in testa alla classifica.

Vittoria raggiunta con fatica a causa di ben due espulsioni subite dai reggiani, entrambe nella prima frazione di gioco: la prima in una azione fallosa più chiara da parte del portiere Kevin Ricciardo in uscita su un avversario bolognese lanciato in contropiede, la seconda del tutto interpretabile in danno del capitano Enrico Giubbini, che in azione di contropiede alla fine del primo tempo scarica un potente tiro che colpisce in testa il portiere bolognese, in uscita sui 4 metri. Qualche lamentela dell’estremo felsineo e qualche battibecco in campo avvenuto in precedenza, hanno evidentemente convinto la coppia arbitrale essersi trattato di un tiro appositamente non corretto e pericoloso e a procedere col cartellino rosso per la seconda volta verso un casalgrandese. Nessuna paura però a questo punto: un paio di minuti per resettare gli eventi, la pausa tra primo e secondo tempo, poi, di nuovo in campo, con Agaptour che gioca ordinata, subisce poco in difesa e intercetta numerosi palloni in fase difensiva, innescando diversi contropiedi che pian piano aumentano il vantaggio.

Al Savena l’onore di averci provato fino alla fine, cercando in ogni modo di colmare le varie situazioni di svantaggio, ma Agaptour ha avuto una marcia in più, più lucidità e soprattutto ha giocato da squadra, senza personalismi, con pazienza, ma anche con tanto cinismo sottoporta e parecchia attenzione in difesa.

Da segnalare le ottime prove di Kristian Toro e Marco Giubbini,  qualche assist magico di Mattia Lamberti, l’ordine e la caparbietà anche in fase difensiva di Luca Pertoldi e Giacomo Lamberti, la sicurezza fornita da Alessandro Lenzotti, ma anche e soprattutto l’ottima gara di Alessandro Lanzi, portiere U17, chiamato in corsa a sostituire Ricciardo, e in grado di difendere con autorevolezza la porta reggiana nei momenti di maggiore bisogno.
Continua la corsa di questa Agaptour che sa essere squadra matura e che, ancora imbattuta, mantiene la testa della classifica.

Casalgrande Padana: sconfitta ma con onore da Venplast Dossobuono

Finisce 22-30 per le veronesi l’incontro di Sabato 27 Ottobre valido per la sesta giornata di campionato, con tanta amarezza per le ragazze di casa che ancora una volta buttano il cuore oltre l’ostacolo ma, dove non può l’esperienza e dove non può l’avversario, può invece una coppia arbitrale che, pur in buona fede (questo sia chiaro), con le proprie decisioni mette sigilli importanti ad una gara apertissima fino a 8 minuti dal termine.

Si inizia e sono le ragazze di casa a fare la voce grossa , incrementando da subito l’iniziale 2-0 fino ad arrivare ad un ottimo +4 intorno al 12esimo minuto. Qui arriva il primo episodio importante della gara: Franco commette un significativo fallo su Poderi in fase di tiro in elevazione. Coppia arbitrale che parte con sospensione per due minuti e poi ci ripensa ed estrae il rosso contro il pivot reggiano. Poderi esce in ambulanza dal palazzetto, ma la sua assenza tra le fila della Venplast pesa meno di quella di Franco tra quelle casalgrandesi, soprattutto in fase difensiva. Dossobuono inizia a recuperare il gap di svantaggio , agguanta il pareggio, mette la testa avanti, poi va di nuovo sotto al termine del primo parziale.

Martina IACOVELLO

Secondo tempo in cui Dossobuono capisce la difficoltà di Casalgrande e spinge sull’acceleratore, ed inizia ad allungare; le reggiane vanno sotto ma non mollano, e nonostante subiscano due break, per due volte riagguantano il pareggio. Ad otto minuti dal termine e dopo diverse decisioni un pò sconcertanti, inizia il giro delle esclusioni importanti: in due minuti Casalgrande Padana vede le sospensioni prima di Bertolani, poi di Kere, ed infine una bella sospensione comminata a mister Lassouli, reo di aver protestato per la sospensione di Kere. Casalgrande, già sotto di due reti si trova in campo con portiere e tre giocatrici, e non ci crede più, non alle condizioni dettate più che dai valori in campo, dalle decisioni della coppia arbitrale in un momento così importante della gara.

Dossobuono dilaga ed arriva a 30 reti. Buona prova tra le veronesi di Sofia Ghilardi, molto attenta anche in fase difensiva, ma, lasciatecelo dire, premio come miglior giocatrice dell’incontro va a Martina Iacovello, uscita solo nei minuti finali, e che ha fatto vedere i sorci verdi a tutte le attaccanti di Dossobuono, mostrandosi, se qualcuno aveva dei dubbi, uno dei portieri italiani più in forma del momento.

Prossima gara ancora in casa, Mercoledi 31 ottobre, alle 19, contro Jomi Salerno.

Casalgrande Padana: Sconfitta a filo di sirena sul campo del Leonessa Brescia

Arriva sul filo della sirena il tiro dalla distanza di Natalia Girotto che sancisce la vittoria del Leonessa Brescia per 24-23 contro Casalgrande Padana.

Brescia conduce sin dall’inizio ma è incapace di piazzare un allungo definitivo, e le ragazze di mister Lassouli restano aggrappate con le unghie alla partita raggiungendo il pari (13-13) allo scadere del primo tempo. Nel secondo parziale ancora il Leonessa a condurre la gara e le reggiane ad inseguire, a far vedere il coraggio che le contraddistingue e la voglia di non mollare mai. Dopo essere state anche a -4, nei minuti finali piazzano un micidiale colpo di reni e vanno a riagguantare il pareggio con Franco.

20 secondi per difenderlo quel pareggio, che vede le bresciane in possesso palla in attacco. Una strenua difesa che porta a due falli per cercare di interrompere il gioco e recuperare secondi preziosi e tenere lontani i terzini avversari, ma a tre secondi dalla fine, Natalia Girotto si inventa un fulmine dai 9 metri che gela difesa e portiere casalgrandese, e porta i due punti in casa Leonessa, lasciando ferma la classifica delle reggiane.

Marianna Orlandi

Sconfitta quindi ma senza demeriti reali per Casalgrande Padana, che ha denotato una certa crescita delle più giovani con tre reti a testa per le sorelle Artoni ed il ritorno al goal di una finalmente ritrovata Orlandi, ma anche i rigori procurati da Lusetti. In evidenza anche il giovane portiere Melissa Lamberti , ed il goal da standing ovation dell’altro estremo difensore Martina Iacovello, che si fa iscrivere a tabellino sparando un coast to coast dalla propria alla porta avversaria, in quel momento sguarnita per una scelta di azione in extra player delle bresciane.

La sconfitta, poi sulla sirena, lascia sempre l’amaro in bocca- spiega Lassouli- Certo è che ho visto le ragazze giocare da squadra, lottare comunque anche quando la partita si stava facendo complicata, ed ho notato notevoli passi avanti sia in generale come gruppo, ma in particolare tra le più giovani, e questo mi fa ben sperare. Sicuramente sentiamo la mancanza di un centrale di ruolo, ma i primi risultati dell’intenso lavoro in allenamento per ovviare al problema si iniziano a vedere”. 

Prossima gara il 27/10, in casa , contro Venplast Dossobuono.

Casalgrande Padana torna in campo sabato 20 ottobre contro Leonessa Brescia

Ultimi giorni prima del rientro in campo, in terra bresciana, per le ragazze a targa Casalgrande Padana.

Altra trasferta insidiosa quindi per le reggiane che dovranno fare del loro meglio per non mettere in crisi la propria classifica, vista anche la sconfitta subita nel turno precedente a Cassano Magnago.

Calendario che regala poco al roster di mister Lassouli: due gare di fila in trasferta e lontano dalle mura amiche del palaKeope e del proprio pubblico, in attesa poi del recupero, finalmente in casa, il prossimo 31 Ottobre, contro la corazzata Salerno, che macina punti pur non brillando come vorrebbe ma che, gara dopo gara, sta riprendendo il suo solito trend ampiamente vittorioso.

“Sarà una gara tutt’altro che facile –spiega Lassouli– contro un’avversaria che merita tanto rispetto, soprattutto per quanto fatto vedere finora. Leonessa Brescia è un team solido e ne ha dato ampia dimostrazione nelle gare precedenti, ed ha trovato in Natalia Girotto e Marjiana Tanic due trascinatrici di primissimo livello. Dalle mie ragazze mi aspetto una gara giocata con concentrazione per 60 minuti perchè in questi match, come avvenuto a Cassano,  bastano un paio di errori per trovarti sotto in maniera irrimediabile. Dall’altra parte ci servirà tanto cuore e tanto cinismo: se qualche errore dovesse arrivare dalle nostre avversarie dovremo essere bravi ad approfittarne e a non sprecare davvero nulla” .

Ricordiamo che la partita potrà essere vista in diretta streaming sul canale web Pallamano TV dalle 17.55 (inizio gara ore 18.00)

Agaptour: prima di campionato e prima vittoria

Agaptour si impone su Handball Carpine per 24-31 nella prima gara di campionato, giocata in trasferta in terra carpigiana.

Folto il pubblico casalgrandese arrivato a seguire la prima uscita della “Scorziello Band”, che inizia subito forte. Al sesto minuto rossogialli già con due break di vantaggio grazie ai lampi di capitan Enrico Giubbini e gara che da qui in poi appare in discesa, con tabellone di chiusura del primo tempo che vede i reggiani avanti per 8-17.

Secondo tempo che vede invece Carpine reagire, supportato dal tifo di casa, e farsi sotto fino a -3 , 15-18 intorno al decimo minuto, grazie anche ad una difesa non attenta di Agaptour e a diversi errori al tiro.

Alla fine è Kristian Toro a sbloccare la situazione e a rimettere Agaptour in modalità “ON” : da qui in poi i reggiani sbagliano poco soprattutto sotto porta e la precisione e rapidità del giro palla reggiano, abbinato ad azioni con blocco e uscita dal blocco di centrali e pivot casalgrandesi, lasciano poca speranza alla difesa carpigiana.

Handball Carpine mostra carattere e cerca di rimanere aggrappato alla gara fino alla fine, ma al fondo la maggiore esperienza dei giocatori Agaptour c’è e si vede.

Ottima prova a salvataggio della propria porta di Kevin Ricciardo e reti talora funamboliche di Kristian Toro, ma in via generale buona prova di tutto il roster, con spazio di gioco per tutti gli atleti del roster.

Prossima gara, tra le mura del PalaKeope, il 20/10, contro Handball Faenza.

Casalgrande Padana: sconfitta di misura a Cassano Magnago

Incontro equilibrato quello giocato in trasferta a Cassano Magnago dalle ragazze di mister Lassouli.

Cassano ha una formazione giovane ed agguerrita, con tanta voglia di fare bene davanti al proprio pubblico; Casalgrande Padana arriva però in terra lombarda con l’intenzione di vendere cara la pelle e tentare il colpaccio. Nasce così una gara punto a punto per tutto il primo tempo, che si chiude sul 14-14.

Lorena BASSI

L’inizio del secondo parziale vede le reggiane più convinte e, grazie ad un paio di parate di Iacovello e a diversi errori al tiro delle lombarde, Casalgrande mette la testa avanti. Cassano non ci sta e mette maggiore concentrazione nella fase difensiva, mandando in difficoltà le attaccanti casalgrandesi che faticano a passare e non riescono ad allungare con un break necessario a poter gestire la partita con più tranquillità.

Bastano così un paio di errori in fase di giro palla ed uno al tiro in fase di contropiede, per rimettere tre volte le lombarde in grado di ripartire e bucare la rete emiliana: Cassano prima pareggia il conto, poi si rimette in testa alla gara. Furlanetto e compagne perdono per qualche prezioso minuto il bandolo della matassa, quel che basta a Cassano per piazzare un significativo allungo. Minuti finali con una bella reazione da parte delle casalgrandesi: Bassi, subentrata a Iacovello, si oppone alle “scorrerie” lombarde e non permette ulteriori break, e con un paio di azioni in velocità le casalgrandesi cercano di rifarsi sotto: lo svantaggio accumulato però nella seconda parte della frazione di gioco è troppo alto e la sirena chiude il match sul 25-23.

A parte i tre errori citati che hanno esposto le reggiane a tre contrattacchi consecutivi ed al conseguente momento di sbandamento, si è trattato in via generale davvero di un match equilibrato e ben interpretato dalle ragazze di Lassouli, che ha denotato la voglia di crescere anche delle più giovani del gruppo. A voler poi invece giocare con i numeri, si nota come fino ad ora a fronte dei 72 goal fatti, Casalgrande Padana ne abbia subiti 87. Se da un lato quindi il trend realizzativo è da considerarsi di tutto rispetto (ad oggi la prima in classifica Oderzo ha segnato 79 reti, e le seconde Brixen e Salerno 77 e 71), la vera differenza la si trova nelle difese: Salerno ad esempio ha subito solo 51 reti, e lo stesso Cassano, a fronte di una rete realizzata in meno (71), ne ha subite solo 63.

Ora, tempo per preparare le nuove gare che attendono la compagine rossogialla: il 20/10 contro il Leonessa Brescia, ed il 31/10, in casa, contro la corazzata Salerno (quindi la gara NON si giocherà il 13/10), in un recupero prefestivo dovuto agli impegni di coppa del team campano.

Handball Team