Mondiali femminili Under 20, l’ala casalgrandese Asia Mangone in gol nella sfida contro l’Argentina: ora per le azzurre c’è la fase di President’s Cup, che assegnerà i piazzamenti dal 17° al 32° posto

Prosegue l’esperienza iridata di Asia Mangone: l’ala/terzino biancorossa, classe 2005, è infatti impegnata con la Nazionale italiana Under 20 per la disputa dei Campionati mondiali di categoria. La competizione si sta svolgendo in Slovenia, e in questi giorni sono andate in scena le gare valevoli per la prima fase: ora le azzurre sono attese dalla fase denominata “President’s Cup”, che assegnerà i piazzamenti dal 17° al 32° posto.

Andando con ordine, il cammino della Selezione italiana ha avuto inizio all’interno del gruppo B: purtroppo la Rappresentativa allenata da Beppe Tedesco ha riportato tre sconfitte contro Argentina (20-25), Danimarca (26-31) e Montenegro (22-29). La classifica finale del raggruppamento vede la Danimarca al 1° posto con 6 punti, seguita dal Montenegro a quota 4: queste due formazioni si sono qualificate al Main Round, restando così in piena corsa per aggiudicarsi l’ambito titolo. Le altre squadre del girone, ossia l’Argentina con 2 punti e l’Italia a quota 0, devono invece abbandonare in modo definitivo le speranze di conquistare il trofeo mondiale: entrambe hanno comunque avuto accesso alla fase di President’s Cup, che rappresenta comunque un palcoscenico di buon prestigio.

Asia Mangone con la maglia della Casalgrande Padana (foto Monica Mandrioli)

Asia Mangone, in forza alla Casalgrande Padana di serie A1, ha anche totalizzato una rete personale nella sfida d’esordio contro l’Argentina. Adesso, l’unico problema riguarda le sue condizioni fisiche: l’ala/terzino biancorossa ha riportato qualche acciacco da valutare, e così la sua presenza in campo nelle sfide di President’s Cup resta ancora in forse.

Il trainer Beppe Tedesco mentre parla alle azzurre U20 durante un time-out (foto Figh)

Intanto, oggi 26 giugno l’Italia sfiderà la Corea del Sud a Celje: fischio d’inizio fissato per le ore 16,30. A seguire, le azzurre torneranno in campo martedì 28 giugno: in questo caso il programma prevede il confronto con il Brasile, previsto sul parquet di Lasko a partire dalle ore 12,30. Entrambe le gare verranno trasmesse in diretta su Eleven Sports e sulla pagina Facebook della Federazione. “Purtroppo il confronto inaugurale contro l’Argentina è stato poco convincente da parte nostra – ha spiegato il tecnico azzurro Beppe Tedesco sul sito www.figh.it – Dopo un buon inizio, purtroppo nella seconda parte del 1° tempo abbiamo perso il controllo della sfida. Molto meglio i due incontri successivi: buonissima la prova contro la Danimarca, col solo rimpianto di avere perso qualche pallone di troppo. Il duello con il Montenegro era poi un vero e proprio dentro o fuori: devo ugualmente congratularmi con le nostre ragazze, che hanno retto in modo egregio all’interno di una battaglia davvero durissima. Il Montenegro è squadra davvero arcigna dal punto di vista fisico, e poi gli infortuni ci hanno tolto giocatrici rilevanti già nel 1° tempo: tutto ciò senza dimenticare qualche decisione arbitrale che reputo quantomeno discutibile. Nonostante ciò, per ben 50 minuti abbiamo dimostrato di essere all’altezza delle montenegrine: un motivo in più per ben sperare in vista della President’s Cup, anche se adesso la condizione fisica globale della squadra non è proprio delle migliori”.

Nella foto in alto (realizzata da Monica Mandrioli), un’altra immagine di Asia Mangone.

Giovanili, la Nazionale italiana Under 20 femminile si cimenta con i Mondiali in Slovenia: Casalgrande Padana presente nella selezione azzurra grazie ad Asia Mangone

Per Asia Mangone è un periodo davvero intenso e ricco di eventi. Domenica scorsa, 19 giugno, l’ala in forza alla Casalgrande Padana è stata premiata dalla Federazione come miglior giocatrice delle Finali nazionali Under 17: ora, per la pallamanista biancorossa classe 2005 è tempo di tuffarsi nel clima dei Mondiali femminili Under 20.

Asia Mangone, ala della Casalgrande Padana (foto Monica Mandrioli)

La competizione iridata prende il via questa sera, mercoledì 22 giugno: l’intero programma gare si svolgerà in Slovenia. La rappresentativa italiana è stata collocata nel gruppo D insieme a Danimarca, Argentina e Montenegro: oggi, dalle ore 18.30, le azzurre debutteranno affrontando le pari età argentine alla Tri Lilije Hall di Lasko. Giovedì 23, sempre dalle ore 18.30, la nostra Nazionale sarà invece di scena alla Golovec Arena di Celje: l’avversaria di turno sarà la formazione scandinava. Il cammino dell’Italia all’interno del girone si chiuderà quindi sabato 25 giugno, di nuovo a Celje: in questo caso l’agenda prevede il duello con il Montenegro, che avrà inizio alle ore 14,30. Al termine le prime due classificate accederanno al cosiddetto “Main Round”, ossia alla fase che precede i quarti di finale: di conseguenza, per proseguire il cammino verso il titolo mondiale è necessario piazzarsi al 1° o al 2° posto nel raggruppamento. La griglia di partenza comprende in tutto 32 compagini, suddivise in 8 gironi: tutte le partite dell’Italia saranno trasmesse in diretta, sia sul portale Eleven Sports sia sulla pagina Facebook della Figh.

Beppe Tedesco, allenatore dell’Italia femminile Under 20

Nei giorni scorsi, sùbito prima di questo debutto mondiale, l’Italia ha disputato due vittoriose amichevoli sempre in Slovenia: 26-21 contro le istriane dell’Isola e 29-28 con l’Egitto U20. “Quando si disputa un Mondiale non esistono sfide semplici, e bisogna esserne ben consapevoli – afferma sul sito figh.it Beppe Tedesco, allenatore delle Under 20 azzurre – D’altro canto noi abbiamo una squadra contraddistinta da un apprezzabile tasso di talento, e dunque possiamo senza dubbio contare su molte buone carte da giocare. Crediamo di avere i mezzi per ottenere risultati di rilievo: le ragazze sono pronte per mettere in campo emozione, entusiasmo e la forte volontà di sfruttare al meglio questa maiuscola occasione”. Lo staff tecnico della Nazionale Under 20 comprende anche la vice allenatrice Elena Barani e la preparatrice dei portieri Adele De Santis: l’organico di giocatrici comprende in tutto 18 ragazze tra cui appunto Asia Mangone, che ovviamente nel prossimo campionato di serie A1 femminile continuerà a vestire la maglia della Casalgrande Padana.

Nella foto in alto (fonte Figh), l’ala casalgrandese Asia Mangone in azione con la maglia della Nazionale.

Finali nazionali Under 17, la Casalgrande Padana femminile sfiora le semifinali scudetto. Agazzani e Corradini sul 12° posto dei ragazzi: “La squadra è comunque stata in grado di farsi valere”

Alle finali nazionali Under 17 è andata in archivio anche la terza giornata di gare: la Casalgrande Padana maschile ha concluso il proprio percorso classificandosi dodicesima su 16 squadre in lizza, mentre le ragazze scenderanno in campo anche domenica 19 giugno per conquistare il 5° posto nella graduatoria generale.

Foto di gruppo per la Casalgrande Padana Under 17 maschile

FINALI NAZIONALI UNDER 17 MASCHILE

CASALGRANDE PADANA – COLOGNE 25 – 26 (dopo i tiri di rigore)

CASALGRANDE PADANA: Caprili (P), Tronconi 1, D’Arcio, Vignali 3, De Francesco, Gherman (P), Tosi, Masini, Capozzoli 3, Canelli 6, Meloni 3, Zironi 1, Bacchi 8. Allenatore: Matteo Corradini.

COLOGNE: Morstabilini (P), Vezzoli, Armanelli, Malik 2, Belotti 6, Bosio, Merlini 1, Castellini, Lancini F. 5, Lancini A. (P), Piceni 2, Magri, Garbellini 5, Setti 4, Loda 1, Caironi. Allenatore: Gaspare Scalia.

ARBITRI: Ricciardi e Stella.

NOTE: primo tempo 15-10, poi 22-22 al termine del secondo tempo. Rigori: Casalgrande Padana 6 su 8, Cologne 4 su 5. Esclusioni per due minuti: Casalgrande Padana 1, Cologne 3.

SAN VITO MARANO VICENTINO – CASALGRANDE PADANA 27 – 26

SAN VITO MARANO VICENTINO: Imhenrion 2, Ferrari 7, Sartore 4, Pietribiasi, Stojanovic (P), Dalla Riva 3, Milenkovic, Meneghini 4, Fanton, Peron, Barbuto Ferraiuolo 7, Zanandrea, Mercante, Fontana, Gasparini (P). Allenatore: Roberto Stedile.

CASALGRANDE PADANA: Caprili (P), Tronconi 2, D’Arcio 1, Vignali, De Francesco, Gherman (P), Tosi, Masini 1, Capozzoli 7, Canelli 8, Meloni 1, Zironi, Bacchi 6. Allenatore: Marco Agazzani.

ARBITRI: Carrino e Surace.

NOTE: primo tempo 13-14. Rigori: San Vito Marano Vicentino 1 su 1, Casalgrande Padana 3 su 3. Esclusioni per due minuti: San Vito Marano Vicentino 0, Casalgrande Padana 2.

Mattia Bacchi, centrale e capitano degli Under 17 biancorossi

Nella giornata di sabato 18 giugno, la Casalgrande Padana Under 17 maschile ha fatto tappa nel padovano: entrambe le sfide si sono disputate a Mestrino, sul parquet dell’Arcostruttura. In mattinata, i biancorossi sono stati protagonisti dello spareggio con la terza classificata del gruppo C: giova ricordare che la formazione ceramica ha raggiunto lo stesso piazzamento nel tabellone B della prima fase. Una gara davvero combattutissima: nel 1° tempo la Padana ha manifestato un buon predominio sulla gara, ma durante la ripresa il copione si è rovesciato. Dopo l’intervallo, è stata Cologne la squadra capace di destare le impressioni migliori: in compenso Casalgrande ha retto l’onda d’urto dei bresciani, evitando di farsi sopraffare. La seconda frazione è quindi terminata sul 22-22, punteggio che ha reso necessario lo svolgimento dei tiri di rigore: qui i franciacortini si sono imposti di stretta misura, e così la Padana ha dovuto abbandonare le speranze di ottenere il 9° posto. Nel pomeriggio, biancorossi di nuovo in campo nella finale che valeva l’undicesima piazza nella classifica generale: nonostante il gran caldo e i notevoli sforzi profusi poche ore prima, i casalgrandesi non hanno affatto sfigurato al cospetto dei forti vicentini targati San Vito Marano. La compagine veneta si è imposta di strettissima misura, risultato che spiega in modo eloquente l’andamento della gara: tuttavia l’equilibrio tra i valori in campo si è rivelato costante, tant’è vero che il 1° tempo si era chiuso con la Padana avanti per una lunghezza. A livello individuale, il capitano biancorosso Mattia Bacchi ha saputo porsi in evidenza nel corso di entrambe le partite: una nota particolare anche per Paolo Canelli e Antonio Capozzoli.

Il tecnico Matteo Corradini

“Ad ogni modo, ritengo che tutti i nostri ragazzi meritino un grandissimo applauso – commenta Matteo Corradini, che in questi giorni ha sostituito l’allenatore Marco Agazzani bloccato da impegni di lavoro – L’unica partita che abbiamo veramente sbagliato è stata quella d’esordio, giovedì scorso contro il Jolly Campoformido. Le finali nazionali sono un’esperienza nuova per la squadra che abbiamo, e nella prima sfida l’impatto con l’appuntamento tricolore è stato piuttosto pesante: peraltro la Padana Under 17 non è abituata alla mia guida tecnica, e ciò può aver creato ulteriori problematiche. In compenso, già dalla seconda partita si sono viste indicazioni molto più confortanti – rimarca Corradini – Siamo stati capaci di giocare alla pari con tutte le avversarie, ottenendo anche una vittoria di notevole prestigio contro Carpi. Il piazzamento nella classifica finale non va preso alla lettera: anche se siamo lontani dal podio, nel corso queste finali nazionali i ragazzi sono stati davvero all’altezza della situazione”.

Marco Agazzani, allenatore della Casalgrande Padana U17 maschile per la stagione 2021/22

L’allenatore biancorosso Marco Agazzani ha raggiunto la squadra oggi pomeriggio, ed era regolarmente in panchina durante il confronto conclusivo contro il San Vito Marano Vicentino: “Nella finale per l’undicesimo posto, abbiamo ottenuto una sconfitta che però vale quasi quanto una vittoria – spiega il trainer biancorosso – La squadra proveniva infatti da giornate molto impegnative, e soprattutto dalla complessa sfida contro il Cologne disputata in mattinata: poi, il gran caldo all’interno dell’Arcostruttura di Mestrino può avere in parte ostacolato lo sviluppo della nostra intelaiatura di gioco. Comunque sia, tutti i nostri ragazzi si sono resi protagonisti di un’ottima stagione: un percorso contraddistinto da continui miglioramenti, e dunque ringrazio tutti i giocatori per l’impegno profuso durante questi mesi. Un ulteriore grazie va poi ai genitori dei ragazzi, alla società e a quanti ci hanno seguiti – aggiunge Agazzani – Quella con San Vito è stata la mia ultima partita al timone di questo gruppo Under 17: nella prossima stagione, infatti, il mio impegno nei ranghi della Pallamano Spallanzani sarà rivolto esclusivamente al settore femminile. Lascio comunque un gruppo solido e di valore, che senza dubbio potrà raccogliere tante altre gratificazioni in futuro”.

Giulia Cosentino, pivot della Casalgrande Padana U17 femminile

FINALI NAZIONALI UNDER 17 FEMMINILE

CASALGRANDE PADANA – CAMERANO 28 – 19

CASALGRANDE PADANA: Giubbini (P), Rondoni 2, Mangone 8, Trevisi, Abbruzzese 1, Mazizi 1, Giovannini 4, Lanzi, Apostol 9, Capucci, Baroni, Ferrari, Cosentino 3, Reggiani (P), Marazzi. Allenatrice: Ilenia Furlanetto.

CAMERANO: Pirani (P), Scandali 2, Toppa, Forconi 2, Furiasse, Bronzini 1, Francelli, Coppari, Baldascini 7, Battaglini 1, Bilò 6, Taghouti. Allenatore: Davide Campana.

ARBITRI: Colombo e Rizzo.

NOTE: primo tempo 13-8. Nessun rigore. Esclusioni per due minuti: Casalgrande Padana 6, Camerano 4. Espulsa al 46′ Toppa (Camerano) per pesante intervento su Asia Mangone.

Emma Baroni, terzino della Casalgrande Padana U17 femminile

Nella mattinata di sabato 18 giugno, la Casalgrande Padana Under 17 femminile ha terminato il proprio percorso nel girone B cogliendo una maiuscola affermazione: le biancorosse sono riuscite a imporsi con grande autorità sulla frizzante Camerano, formazione a sua volta ricca di parecchi talenti emergenti. La Padana ha fatto valere la propria legge già durante il 1° tempo, che la compagine ceramica ha chiuso con 5 lunghezze di vantaggio in proprio favore: un margine che a seguire si è ulteriormente ampliato, fino a suggellare la netta e per nulla scontata affermazione casalgrandese. In ambito individuale, valutazioni elevate per tutte le ragazze allenate da Ilenia Furlanetto: brilla in particolare la prova fornita dalla pivot Sara Apostol, miglior realizzatrice dell’incontro, senza ovviamente dimenticare la “solita” Asia Mangone. L’ampio successo sulle marchigiane ha riacceso la speranza della Padana di accedere alle semifinali scudetto: una speranza che tuttavia è andata infrangendosi dopo le sfide disputate in serata, che hanno assegnato alla Leonessa Brescia la palma di miglior seconda nei tre gironi. In questo modo, la Padana esce dalla lotta per conquistare lo scudetto di categoria: in compenso ora le biancorosse possono comunque ottenere il 5° posto. Un piazzamento che sarebbe comunque parecchio lusinghiero, specie considerando la conformazione della squadra: l’Under 17 casalgrandese è infatti composta quasi interamente da giocatrici in età Under 15.

Emma Ferrari, ala della formazione biancorossa U17 femminile

Classifica finale del girone B: Laugen Tesimo 8 punti; Casalgrande Padana 6; Camerano 4; Cassano Magnago 2; Romagna 0. Tesimo accede alle semifinale, mentre il cammino della Padana nelle finali nazionali si chiuderà domenica 19 giugno: appuntamento al palasport di Lissaro dalle ore 11.40 per il duello con il Cellini Padova, secondo classificato nel gruppo A. La formazione vincitrice si collocherà al 5° posto della graduatoria generale, mentre la perdente si piazzerà sesta: le squadre che disputano queste finali nazionali sono in tutto 14.

Il sito ufficiale della manifestazione è http://www.figh.it/finals-2022.html .

Nella foto in alto Sara Apostol, pivot della Casalgrande Padana Under 17 femminile. Le immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

Finali nazionali Under 17, doppio successo per la Casalgrande Padana femminile: le ragazze sono ancora in piena corsa per raggiungere la semifinale scudetto. La squadra maschile proverà invece a centrare un comunque lusinghiero 9° posto nella classifica generale

Si è conclusa anche la seconda giornata delle Finali nazionali Under 17, che si stanno svolgendo in Veneto: la Casalgrande Padana maschile è purtroppo uscita dalla corsa per il tricolore, mentre viceversa le ragazze sono più che mai in lizza per ritagliarsi un posto nella griglia delle semifinali scudetto.

Foto di gruppo per la Casalgrande Padana Under 17 maschile

FINALI NAZIONALI UNDER 17 MASCHILE

CASALGRANDE PADANA – CARPI 21 – 19

CASALGRANDE PADANA: Caprili (P), Tronconi 6, D’Arcio, Vignali, De Francesco, Gherman (P), Tosi, Masini, Capozzoli 1, Canelli 7, Meloni, Zironi 3, Bacchi 4. Allenatore: Matteo Corradini.

CARPI: Dugoni (P), Ben Hadj Ali, Karoui 3, Ferrarini 1, Segapeli 5, Ragazzoni E., Alietti 4, Selmi Haj Frej (P), Pavignani, Ori, Ragazzoni S. 6. Allenatore: Gennaro Di Matteo.

ARBITRI: Corioni e Falvo.

NOTE: primo tempo 11-11. Rigori: Casalgrande Padana 1 su 2, Carpi 1 su 1. Esclusioni per due minuti: Casalgrande Padana 3, Carpi 0.

ARETUSA SIRACUSA – CASALGRANDE PADANA 28 – 25

ARETUSA SIRACUSA: Carnemolla L. (P), Settembre, Caramagno 2, Infantino 2, Di Martino 1, Giuliano 6, Vasquez 2, Serra, Yatawarage 8, Santoro 7, Carnemolla G. (P), Giuffrida. Allenatore: Pierandrea Izzi.

CASALGRANDE PADANA: Caprili (P), Tronconi 3, D’Arcio, Vignali, De Francesco 1, Gherman (P), Tosi, Masini, Capozzoli 5, Canelli 9, Meloni, Zironi 3, Bacchi 4. Allenatore: Matteo Corradini.

ARBITRI: Bassan e Bernardelle.

NOTE: primo tempo 15-14. Rigori: Aretusa Siracusa 5 su 6, Casalgrande Padana 0 su 2. Esclusioni per due minuti: Aretusa Siracusa 1, Casalgrande Padana 1. Espulso al 18’pt Meloni (C).

Il centrale/terzino Mattia Bacchi, capitano della Casalgrande Padana U17 maschile

Con i risultati scaturiti venerdì 17 giugno sul parquet padovano di Lissaro, la Casalgrande Padana Under 17 maschile si è collocata al 3° posto nel girone B: l’accesso alle semifinali per il titolo viene assegnato soltanto alla prima classificata, e dunque i biancorossi non hanno più la possibilità di conquistare il tricolore di categoria. Ad ogni modo, l’esperienza della formazione ceramica all’interno di questo appuntamento nazionale va ugualmente letta in chiave incoraggiante: peraltro, in mattinata la Padana è riuscita a conquistare una prestigiosa e significativa vittoria nel derby regionale contro Carpi. I casalgrandesi sono dunque riusciti a prendersi la rivincita, dopo la sconfitta del 21 maggio scorso nella semifinale regionale: in quell’occasione Carpi si è infatti imposta al pala Keope, impedendo ai beniamini locali di raggiungere la finalissima contro la Pallamano 85 San Lazzaro di Savena. A seguire, nel pomeriggio una pur volenterosa Padana non è riuscita a piazzare il colpaccio contro l’Aretusa: i siracusani hanno evidenziato una solida ed efficace organizzazione di gioco mantenendo fede alla propria fama, ma i biancorossi sono comunque riusciti a rimanere in corsa per una possibile vittoria fin quasi alle fasi conclusive. In entrambe le gare spicca l’ottimo rendimento offensivo dell’ala/centrale Paolo Canelli: in buona evidenza pure Hendrick Tronconi, senza dimenticare il buon bottino totalizzato da Antonio Capozzoli nella sfida contro i siciliani.

Da sinistra, l’ala casalgrandese Alberto Zironi e l’ala/terzino Paolo Canelli

Gli altri risultati di venerdì 17 giugno nel girone B sono Aretusa Siracusa-Jolly Campoformido 26-28 e Jolly Campoformido-Carpi 25-29. Classifica finale del raggruppamento: Jolly Campoformido e Aretusa Siracusa 4 punti; Casalgrande Padana e Carpi 2. Ad accedere alle semifinali scudetto sono i friulani: Casalgrande ha invece ottenuto il 3° posto nel raggruppamento, e sabato 18 giugno affronterà dalle ore 9 i bresciani del Cologne all’Arcostruttura di Mestrino. I lombardi si sono piazzati terzi nel girone C: la formazione vincente disputerà la finale per il 9° posto (sabato 18 a Torri di Quartesolo, ore 16.30), mentre la perdente affronterà la sfida che decreterà l’11esima piazza nella classifica complessiva (sabato 18 ore 15, Arcostruttura di Mestrino). In mattinata i biancorossi saranno nuovamente guidati da Matteo Corradini, che in questi giorni ha sostituito l’allenatore titolare Marco Agazzani assente per motivi di lavoro: tuttavia, quest’ultimo sarà regolarmente in panchina nel pomeriggio di sabato 18.

Foto di gruppo per la Casalgrande Padana Under 17 femminile

FINALI NAZIONALI UNDER 17 FEMMINILE

CASSANO MAGNAGO – CASALGRANDE PADANA 22 – 25

CASSANO MAGNAGO: Maggioni, Cassani 3, Chianese 2, Comerio 1, Caccaro, Ribaldone, Panarotto 5, Bianchi 5, Trevisan, Taddeo, Monciardini 1, Priolo 5, Barbuscia, Milan A. (P), Pedrazzi (P). Allenatrice: Zorica Jovovic.

CASALGRANDE PADANA: Giubbini (P), Rondoni 4, Mangone 15, Trevisi, Abbruzzese, Mazizi, Giovannini 2, Lanzi 1, Apostol 2, Capucci, Baroni 1, Ferrari, Cosentino, Reggiani (P), Marazzi. Allenatrice: Ilenia Furlanetto.

ARBITRI: Carrino e Surace.

NOTE: primo tempo 11-12. Esclusioni per due minuti: Cassano Magnago 1, Casalgrande Padana 1.

CASALGRANDE PADANA – ROMAGNA 24 – 19

CASALGRANDE PADANA: Giubbini (P), Rondoni, Mangone 15, Trevisi, Abbruzzese, Mazizi, Giovannini 7, Lanzi, Apostol 2, Capucci, Baroni, Ferrari, Cosentino, Reggiani (P), Marazzi. Allenatrice: Ilenia Furlanetto.

ROMAGNA: Montebello (P), Mengoli 1, Marani 6, Betti, Bruno 5, Cannizzo, Ferraresi M. 5, Ferraresi F. 1, Sgubbi 1, Folli, Babini. Allenatore: Simone Ferraresi.

ARBITRI: Bertino e Bozzanga.

NOTE: primo tempo 10-11. Rigori: Casalgrande Padana 5 su 6, Romagna 1 su 2. Esclusioni per due minuti: Casalgrande Padana 1, Romagna 2.

Matilde Giovannini, terzino della Casalgrande Padana U17 femminile

La Casalgrande Padana Under 17 femminile si è riscattata nel migliore dei modi: il cammino delle biancorosse in queste finali nazionali era iniziato con l’ampia sconfitta contro le altoatesine del Laugen Tesimo, ma la doppia vittoria di venerdì 17 giugno ha notevolmente rilanciato la compagine ceramica. Con i successi ottenuti al cospetto di Cassano Magnago e Romagna, la squadra allenata da Ilenia Furlanetto può sperare a buon diritto di conquistare un posto nelle semifinali scudetto: tutto si deciderà nella giornata di sabato 18 giugno. Intanto, in mattinata la Padana ha sfidato le varesine a Quinto Vicentino: una sfida equilibrata e ricca di agonismo, come nella migliore tradizione delle sfide che vedono per protagoniste Casalgrande e Cassano. Questa volta le biancorosse hanno dimostrato di avere qualcosa in più, soprattutto nei frangenti più delicati dell’incontro: la lucidità della Padana, unita a un gioco vivace e mai banale, ha permesso di ottenere 2 punti davvero preziosissimi tanto per il morale quanto per la classifica. Nel pomeriggio spazio quindi al derby regionale col Romagna, disputato a Lissaro: primo tempo problematico per le biancorosse, che non a caso sono arrivate all’intervallo con una lunghezza di svantaggio. Ben altra musica nella ripresa, quando Casalgrande ha trovato la traiettoria giusta per risalire la china assumendo un pregevole predominio territoriale. A livello individuale, nel brio generale delle biancorosse è impossibile ignorare la straordinaria efficienza di Asia Mangone: 15 gol a partita, un dato senza dubbio eloquente.

Chiara Lanzi, terzino/ala della formazione ceramica Under 17

Gli altri risultati di venerdì 17 nel girone B sono Laugen Tesimo-Romagna 25-19 e Laugen Tesimo-Camerano 19-13. Classifica: Laugen Tesimo 6 punti; Casalgrande Padana 4; Camerano 2; Cassano Magnago e Romagna 0. Ad accedere alle semifinali scudetto sarà la prima classificata di ciascuno dei tre gironi, ma verrà ripescata anche la miglior seconda.

Il programma di sabato 18 giugno prevede il duello tra la Casalgrande Padana e le marchigiane del Camerano, previsto a Quinto Vicentino dalle ore 10,20: una gara con contorni davvero decisivi. Le semifinali per il titolo si giocheranno poi nella giornata conclusiva, quella di domenica 19: lo stesso vale anche per le sfide che assegneranno i piazzamenti dal 5° posto in giù.

Tutte le sfide in programma al pala Villanova di Torri di Quartesolo sono trasmesse in diretta, sul canale Youtube della Federazione e sul sito http://www.figh.it/finals-2022.html .

Nella foto in alto, l’ala biancorossa Asia Mangone in azione. Le immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

Finali nazionali Under 17, le squadre targate Casalgrande Padana esordiscono con un doppio ko contro due fuoriserie: i ragazzi vengono superati da Campoformido, il Laugen Tesimo doma le biancorosse

Le squadre targate Casalgrande Padana hanno iniziato il rispettivo cammino all’interno delle finali nazionali Under 17. Il bilancio di oggi, giovedì 16 giugno, parla purtroppo di una doppia sconfitta: in compenso, le occasioni per risalire la china arriveranno già domani.

Paolo Canelli, ala/centrale della Casalgrande Padana U17 maschile

FINALI NAZIONALI UNDER 17 MASCHILE

JOLLY CAMPOFORMIDO – CASALGRANDE PADANA 30 – 19

JOLLY CAMPOFORMIDO: Zuliani M. (P), Zoratti 2, Bulfone 6, Lucidi 4, Zuliani G. 7, Corvaglia 2, Fusari (P), Duri, Tudini 1, Antonutti S. 5, Gobbo 1, Antonutti C., Grizhenko, Piccini 2. Allenatore: Iulian Marina.

CASALGRANDE PADANA: Caprili (P), Tronconi 5, D’Arcio, Vignali 2, De Francesco 1, Gherman (P), Tosi, Masini, Capozzoli, Canelli 3, Meloni 3, Zironi 1, Bacchi 4. Allenatore: Matteo Corradini (Marco Agazzani assente).

ARBITRI: Corioni e Falvo.

NOTE: primo tempo 14-8. Rigori: Jolly Campoformido 0 su 0, Casalgrande Padana 1 su 1. Esclusioni per due minuti: Jolly Campoformido 1, Casalgrande Padana 3.

Matteo Corradini, che ha sostituito Agazzani alla guida degli Under 17 biancorossi

Brusca sconfitta per la Casalgrande Padana Under 17 maschile, che comunque si è confrontata con un’avversaria veramente tosta e molto competitiva: sul parquet di Camisano Vicentino, i biancorossi hanno pagato dazio contro i friulani del Jolly Campoformido. Sul piano realizzativo, in particolare evidenza Hendrick Tronconi e Mattia Bacchi: tuttavia le loro prove non sono bastate per avere ragione della vivacissima formazione udinese. In via eccezionale, i ragazzi della Padana hanno giocato sotto la guida di Matteo Corradini: il trainer Marco Agazzani era infatti assente a causa di inderogabili impegni di lavoro. Adesso la giornata di venerdì 17 giugno ha in serbo due occasioni di riscatto, entrambe al palasport di Lissaro (Padova): dalle ore 9 i casalgrandesi saranno protagonisti del derby regionale con Carpi, poi alle 15 scatterà la sfida con l’Aretusa Siracusa che chiuderà il cammino della Padana all’interno del girone.

Nell’altra gara che ha aperto il girone B, l’Aretusa si è imposta su Carpi col punteggio di 18-27. Questa dunque la classifica: Jolly Campoformido e Aretusa Siracusa 2 punti; Carpi e Casalgrande Padana 0. L’accesso alle semifinali per il titolo verrà assegnato soltanto alla prima classificata.

Sara Apostol, pivot della Casalgrande Padana U17 femminile

FINALI NAZIONALI UNDER 17 FEMMINILE

LAUGEN TESIMO – CASALGRANDE PADANA 34 – 25

LAUGEN TESIMO: Huber 2, Netti 5, Tribus 4, Emer 9, Mattei, Sperandio (P), Silbernagl 4, Zöggeler, Maurer (P), König, Pircher, Stuppner, Edlinger 2, Falser 8. All. Martin Cainelli.

CASALGRANDE PADANA: Giubbini (P), Rondoni 2, Mangone 10, Trevisi, Abbruzzese, Mazizi, Giovannini 3, Lanzi, Apostol 8, Capucci 1, Baroni, Ferrari, Cosentino 1, Reggiani (P), Marazzi. All. Ilenia Furlanetto.

ARBITRI: Corioni e Falvo.

NOTE: primo tempo 18-10. Rigori: Laugen Tesimo 4 su 4, Casalgrande Padana 2 su 4. Esclusioni per due minuti: Laugen Tesimo 8, Casalgrande Padana 1. Espulsa al 13’pt Mattei (L) per triplice esclusione.

Ilenia Furlanetto, allenatrice delle U17 biancorosse

Sempre sul campo di Camisano Vicentino, battuta d’arresto anche per le ragazze della Casalgrande Padana Under 17 femminile: le campionesse emiliano-romagnole si sono confrontate con le altoatesine del Laugen Tesimo, squadra che rientra a pieno titolo tra le maggiori potenze della categoria. Nonostante i generosi sforzi messi in campo dalle biancorosse, la superiorità delle sudtirolesi è emersa in modo piuttosto marcato già a partire dalla metà del 1° tempo: sono comunque da segnalare le pregevoli prove in zona gol di Asia Mangone e Sara Apostol. Ad ogni modo, non tutto è perduto per la Padana: venerdì 17 giugno la formazione guidata da Ilenia Furlanetto è attesa da due confronti, che diranno molto sulle reali possibilità casalgrandesi di disputare le semifinali scudetto. A partire dalle ore 9, la compagine ceramica sarà a Quinto Vicentino per affrontare Cassano Magnago: alle ore 16.20 avrà invece inizio il derby regionale col Romagna, in programma sul parquet di Lissaro.

Nell’altra sfida che ha inaugurato il girone B, Camerano ha superato di misura Cassano Magnago per 18-17. Classifica: Laugen Tesimo e Camerano 2 punti; Romagna, Cassano Magnago e Casalgrande Padana 0. La qualificazione alle semifinali tricolori andrà alla prima classificata, ma anche alla miglior seconda dei tre gironi.

Sulla pagina Facebook del Gsd Pallamano Spallanzani Casalgrande, sono previste le dirette delle sfide che verranno disputate da entrambe le compagini. Il sito ufficiale delle finali nazionali è invece http://www.figh.it/finals-2022.html .

In alto, foto di gruppo collettiva per le squadre biancorosse Under 17. Le altre immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

Finali nazionali anche per la Casalgrande Padana Under 17 maschile: i biancorossi debuttano affrontando Campoformido. Capozzoli: “Comunque vada abbiamo costruito una grande stagione, e ora possiamo davvero chiudere in crescendo”

Il campionato Under 17 giunge al proprio epilogo, con la disputa delle finali nazionali: le gare che decreteranno i tricolori di categoria si disputeranno in Veneto, da giovedì 16 giugno fino a domenica 19. Come ampiamente sottolineato, la Pallamano Spallanzani Casalgrande concorre in entrambi i tabelloni: il club biancorosso è presente sia con la squadra maschile sia con quella femminile, e ambedue le formazioni sono ovviamente targate Casalgrande Padana.

IL PROGRAMMA MASCHILE. Per quel che concerne nel dettaglio l’Under 17 maschile, la formazione allenata da Marco Agazzani ha chiuso il campionato regionale cogliendo il 3° posto: tra l’altro le finali emiliano-romagnole si sono svolte proprio al pala Keope, nelle giornate del 21 e 22 maggio scorsi. Pur non avendo vinto il titolo di area, la società ha comunque presentato domanda di ammissione alle finali nazionali: una richiesta che la Figh ha accolto, in virtù dell’ottimo piazzamento che i biancorossi hanno saputo ottenere all’interno della graduatoria ripescaggi nazionale.

Al centro, il tecnico casalgrandese Marco Agazzani mentre parla alla squadra durante un time-out

Ora le squadre in lizza per lo scudetto di categoria sono 16, suddivise in 4 raggruppamenti: la Padana è inserita nel girone B insieme a Jolly Campoformido (Friuli Venezia Giulia), Aretusa Siracusa (Sicilia) e Carpi. Il debutto della compagine ceramica è previsto per giovedì 16 giugno, alla palestra Polifunzionale di Camisano Vicentino: nell’occasione i casalgrandesi sfideranno il Jolly Campoformido, con fischio d’inizio alle ore 15. A seguire Bacchi e soci torneranno in campo venerdì 17, con un doppio impegno in terra padovana e più precisamente alla palestra di Lissaro: dalle ore 9 il derby “fuori porta” contro Carpi, poi dalle 15 la sfida contro l’Aretusa. Per la cronaca il gruppo A comprende Cassano Magnago, Cus Sassari, Monteprandone e Prato, mentre il girone C raccoglie Bolzano, Cologne, Fondi e Derthona Tortona: le formazioni che compongono il raggruppamento D sono invece Malo, Fidelis Andria, San Vito Marano e la Pallamano 85 San Lazzaro di Savena che ha vinto il titolo emiliano-romagnolo.

Le semifinali per il titolo si giocheranno sabato 18 al pala Villanova di Torri di Quartesolo (Vicenza), dalle ore 17.40 e 19: a disputarle saranno le formazioni che avranno conquistato il 1° posto in ciascun girone. Domenica 19 le finali, sempre a Torri: alle ore 11.40 scatterà il duello che metterà in palio la terza piazza nazionale, poi alle 18 avrà inizio la gara che assegnerà lo scudetto 2021/22. Se la Casalgrande Padana non riuscirà a conquistare le semifinali, i biancorossi torneranno comunque in campo per le gare che stabiliranno i piazzamenti dal 5° posto in giù nella classifica complessiva. Tutte le sfide in programma a Torri di Quartesolo verranno trasmesse in diretta integrale sul canale Youtube della Federazione, a questo link: www.youtube.com/pallamanotvfigh .

Antonio Capozzoli, terzino della Casalgrande Padana U17 maschile

PROSPETTIVE. “Indipendentemente dal risultato che otterremo in queste finali nazionali, la nostra stagione è e resterà comunque contraddistinta da un bilancio molto felice – commenta Antonio Capozzoli, terzino della Casalgrande Padana Under 17 maschile – Rispetto a inizio annata, siamo stati capaci di effettuare una visibile traiettoria di crescita: credo proprio che tutti se ne siano accorti. All’inizio eravamo un po’ spaesati, inutile stare qui a negarlo: tuttavia nel corso delle settimane e dei mesi siamo riusciti ad acquisire nuove e confortanti consapevolezze, migliorando sia sul piano del gioco sia dal punto di vista caratteriale. Resta soltanto una punta di rammarico, se così la possiamo chiamare, legata alle finali regionali che si sono svolte al pala Keope: la Pallamano 85 San Lazzaro di Savena è una vera fuoriserie e quindi ha meritato il titolo regionale, ma noi avremmo potuto centrare almeno la seconda piazza. A impedirci di conquistare l’argento è stata la semifinale persa contro Carpi: un’avversaria senza dubbio di grande talento, ma nel complesso alla nostra portata. Adesso i bianconeri allenati da Gennaro Di Matteo saranno tra i nostri avversari anche nelle imminenti gare nazionali: avremo quindi la grande occasione di prenderci una maiuscola rivincita, vincendo una sfida che potrebbe avere contorni decisivi in chiave passaggio del turno”.

Mattia Bacchi, centrale e capitano degli U17 biancorossi

Capozzoli delinea quindi gli obiettivi della Casalgrande Padana all’interno delle sfide tricolori: “Tutti noi nutriamo una forte e ragionevole fiducia sul potenziale pallamanistico che ci caratterizza – evidenzia il terzino classe 2006 – D’altro canto, almeno per il momento le previsioni non ci collocano tra i maggiori pretendenti allo scudetto: ciò significa che potremo giocare a cuor leggero, senza patemi o ansie che potrebbero condizionarci in maniera pesante. Di conseguenza credo proprio che avremo un atteggiamento molto simile a quello delle nostre “colleghe” biancorosse, a loro volta impegnate nelle finali nazionali della categoria Under 17 femminile: concentrazione sì, determinazione sì, ma nessun tentennamento e nessuna paura di sbagliare. In ogni caso, ovviamente punteremo a ben figurare e a non recitare una parte da semplici comprimari: faremo tutto il possibile pure per ringraziare la società, che ha creduto in noi con la massima convinzione presentando la domanda di ripescaggio”.

L’ala casalgrandese Alberto Zironi

Per quanto riguarda il girone B, penso che mai come stavolta sarà necessario partire in maniera convincente ed efficace – rimarca Capozzoli – La partita con il Jolly Campoformido è ricca di incognite, perchè affronteremo avversari che di fatto non conosciamo: per noi vincere significherebbe fornire una rilevante e confortante prova di maturità, che peraltro ci darebbe ulteriore slancio e autostima in vista delle prove successive. Infatti, dopo i friulani incontreremo proprio Carpi: come detto il confronto con i bianconeri può davvero significare tanto, soprattutto se saremo riusciti a prevalere nella partita inaugurale. Con 4 punti nelle prime 2 sfide, si aprirebbero ottime possibilità di accedere alle semifinali per il titolo: il girone si presenta davvero tosto pure per la presenza di una rivale severa e di blasone come l’Aretusa, ma noi possiamo davvero provare a essere la sorpresa di queste finali nazionali. In poche parole, inseguiremo le semifinali con tenacia e fino in fondo: in ogni caso, anche se non dovessimo raggiungerle, l’appuntamento con le gare tricolori rappresenta comunque un’esperienza di primo piano e molto utile nel nostro percorso sportivo”.

La Casalgrande Padana U17 maschile che ha conquistato il 3° posto regionale

“Ormai abbiamo ben collaudato i meccanismi di gioco – aggiunge Antonio Capozzoli – Inoltre possiamo contare su uno spiccato spirito di squadra, che rappresenta una vera carta vincente su cui puntare parecchio anche in Veneto. Ora, servono passi avanti sul piano della continuità: è necessario esprimere una pallamano di qualità per tutto l’arco della partita, evitando quei momenti di vuoto e quelle distrazioni in cui alcune volte incappiamo. Se sapremo correggere questo difetto, penso proprio che potranno aprirsi scenari molto interessanti sotto l’aspetto dei risultati. A livello personale, il percorso che ho sviluppato durante il 2021/22 rientra in pieno nelle mie aspettative: sono riuscito a fare ciò che speravo. Al tempo stesso, non ho certo intenzione di fermarmi qui: questa stagione agonistica è stata senz’altro un buon trampolino di lancio, dal quale dovrò ripartire con rinnovato slancio per migliorare sempre di più in futuro”.

L’ORGANICO. L’attuale gruppo della Casalgrande Padana Under 17 maschile comprende Mattia Bacchi (classe 2005 – centrale/terzino), Paolo Canelli (2005 – ala/terzino), Antonio Capozzoli (2006 – terzino), Luca De Francesco (2008 – pivot/terzino), Matteo Caprili (2005 – portiere), Federico D’Arcio (2005 – pivot), Leonardo Masini (2007 – ala/terzino), Andrea Meloni (2005 – pivot), Alessio Tosi (2007 – ala), Hendrick Tronconi (2005 – ala/centrale), Marco Vignali (2005 – ala) e Alberto Zironi (2006 – ala).

In alto, un’altra immagine di gruppo della Casalgrande Padana Under 17 maschile. Le immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

Under 17 femminile, il cammino della Casalgrande Padana nelle finali scudetto parte contro il Laugen. Viola Giubbini: “Siamo pronte per giocare con serenità mista a una fortissima determinazione”

Settimana decisamente movimentata per la Pallamano Spallanzani Casalgrande: gli impegni presenti sull’agenda riguardano in particolare le formazioni Under 17, pronte a salire in Veneto per affrontare le rispettive finali nazionali Figh. Il club biancorosso è presente sia nel tabellone maschile sia in quello femminile, sempre con il consueto marchio Casalgrande Padana: il ricco programma gare avrà inizio giovedì 16 giugno, per protrarsi fino a domenica 19.

IL PROGRAMMA FEMMINILE. Per quanto riguarda nel dettaglio le ragazze, la compagine ceramica si presenta alle sfide scudetto forte del titolo regionale conquistato a maggio. Come da sorteggio effettuato venerdì scorso a Isola delle Femmine (Palermo), il gruppo allenato da Ilenia Furlanetto è stato inserito nel gruppo B insieme ad altre 4 realtà: si tratta di Camerano (Marche), Laugen Tesimo (Alto Adige), Cassano Magnago (Lombardia) e Romagna.

L’allenatrice biancorossa Ilenia Furlanetto (in maglia bianca) mentre dirige la Casalgrande Padana Under 17 femminile

La Padana esordirà giovedì 16 al palasport di Camisano Vicentino, che ospiterà il duello con il Laugen Tesimo: fischio d’inizio alle ore 17,40. Le casalgrandesi torneranno in campo già il mattino successivo, per sfidare Cassano Magnago sul parquet di Quinto Vicentino: in questo caso, il duello avrà inizio alle ore 9. Sempre venerdì 17 giugno, ma nel pomeriggio, le biancorosse faranno poi tappa nel Padovano: dalle ore 16,20 il confronto con Romagna, che si giocherà a Lissaro. Il cammino nella prima fase si chiuderà poi sabato 18, di nuovo a Quinto Vicentino: nella fattispecie, la Casalgrande Padana affronterà Camerano a partire dalle ore 10,20.

Quanto alle altre formazioni, il gruppo A comprende Cellini Padova, Brunico, Tushe Prato e Mestrino: il tabellone C è invece composto da Mattroina, Leonessa Brescia, Guerriere Malo, Conversano e Oderzo. Le semifinali per il titolo si disputeranno domenica 19 giugno dalle ore 9, a Lissaro e Torri di Quartesolo: ne saranno protagoniste le prime classificate di ogni girone, più la miglior seconda. Nel pomeriggio domenicale le finali, entrambe al pala Villanova di Torri di Quartesolo: dalle 15 quella per il 3° posto, dalle ore 16,30 la partita che assegnerà lo scudetto. Se la Padana dovesse mancare l’accesso alle semifinali, domenica le biancorosse giocheranno ugualmente per conquistare uno dei piazzamenti fuori dal podio. Tutte le partite in programma a Torri verranno trasmesse in diretta sul canale Youtube della Federazione, a questo indirizzo: www.youtube.com/pallamanotvfigh .

Viola Giubbini, portiere della Casalgrande Padana U17 femminile

PROSPETTIVE. “A inizio stagione, credo proprio che la conquista del titolo emiliano-romagnolo non fosse affatto scontata – commenta Viola Giubbini, portiere della Casalgrande Padana Under 17 femminile – A livello personale io ho sempre nutrito massima fiducia nei confronti delle nostre potenzialità, e credo proprio che lo stesso valga anche per le mie compagne di squadra: tuttavia davanti a noi c’era una traiettoria densa di ostacoli, ostacoli che nessuna di noi ha sottovalutato. In buona sostanza, l’intera squadra si è tenuta ben lontana dal peccare di supponenza: si tratta di un atteggiamento che ha contribuito in misura determinante, aiutandoci parecchio a centrare l’agognato 1° posto in regione. Le speranze di arrivare all’ambito traguardo sono cresciute col passare delle settimane e dei mesi: siamo state capaci di affrontare il campionato emiliano-romagnolo con una costante e crescente determinazione, seguendo pure in maniera attenta le indicazioni dell’allenatrice Ilenia Furlanetto. In tal modo abbiamo saputo costruire un cammino convincente, sia sul piano del gioco sia dal punto di vista dei risultati: senza nulla togliere alle altre squadre che ci siamo trovate a sfidare, questo alloro regionale può dirsi del tutto meritato”.

L’ala casalgrandese Asia Mangone

Ora, la Casalgrande Padana U17 ha davanti a sè la maiuscola possibilità di ottenere applausi pure a livello nazionale: “Nel descrivere il nostro possibile ruolo durante le finali scudetto, non bisogna mai dimenticare l’età media che ci caratterizza come organico – sottolinea la guardiana biancorossa – Pur giocando nella categoria Under 17, quasi tutta la nostra squadra è composta in realtà da Under 15: di conseguenza, per noi il solo fatto di essere arrivate fin qui rappresenta di per sè un eccezionale risultato. Al tempo stesso, ciò non significa affatto che avremo un atteggiamento distratto o ancor peggio rassegnato: al contrario, la prospettiva di affrontare le maggiori potenze italiane della categoria ci darà ulteriore slancio nel cercare di continuare a fare bene. Nonostante l’anagrafe che ci contraddistingue, noi possiamo comunque contare su numerosi punti di forza – rimarca Viola Giubbini – Solo per fare qualche esempio basti citare l’ala Asia Mangone, che ha accumulato esperienze sia nel panorama dell’A1 sia nell’ambito della Nazionale: inoltre l’esperienza di elementi del calibro di Sara Apostol, Elisa Rondoni e Leila Mazizi costituisce senza dubbio un valore aggiunto in più. Peraltro, anche noi Under 15 siamo in netta e costante crescita: il morale dell’intera squadra è senza dubbio dei migliori, e dunque siamo nelle condizioni giuste per recitare un ruolo di buon spessore anche in queste imminenti gare tricolori”.

Matilde Giovannini, terzino della compagine biancorossa Under 17

A seguire, Viola Giubbini entra nel merito dell’espressione “di buon spessore”: “Le previsioni della vigilia non ci collocano tra le super favorite in chiave scudetto, e questo può addirittura costituire un vantaggio – rimarca il portiere classe 2008 – Infatti, tante volte i pronostici favorevoli finiscono per essere un peso non certo facile da fronteggiare: noi possiamo quindi presentarci a cuor leggero, animate dalla ferma volontà di maturare buoni risultati ma senza alcun tipo di assillo. Tra gli obiettivi primari che ci siamo prefissate c’è proprio quello di giocare in modo sereno: l’assenza di eccessive ansie e inutili nervosismi è infatti il primo passo per sprigionare efficacemente il nostro valore come squadra. Inoltre, le finali dovranno esserci utili nel migliorare la cerniera intorno alla porta: adesso abbiamo infatti una formidabile opportunità per perfezionare la fase difensiva, che durante questa stagione è stata il nostro maggiore tallone d’Achille. Per quanto riguarda le avversarie all’interno del girone, le realtà che conosciamo meglio sono due: il Romagna che abbiamo sconfitto due volte nel campionato regionale di quest’anno, e Camerano con cui ci siamo confrontate nel recente passato a livello Under 15. Entrambe rivali di pregevole livello, che non mancheranno di darci filo da torcere. Delle altre squadre sappiamo meno, ma comunque immagino un vero e proprio battesimo di fuoco per noi: così sulla carta, il Laugen Tesimo appare infatti tra le formazioni più accreditate per la conquista del titolo”.

Leila Mazizi, ala della Casalgrande Padana Under 17

Nell’attesa del grande evento in terra veneta, è già tempo dei primi bilanci anche individuali: “Sono soddisfatta per ciò che sono riuscita a fare durante questa stagione, ma non ho la minima intenzione di fermarmi qui – evidenzia Viola Giubbini – Si può sempre fare meglio, in ogni circostanza e in ogni ambito: di conseguenza il mio traguardo personale sta giocoforza nel continuare a imparare e affinarmi, sia nel corso del finali sia in futuro. Intanto ringrazio staff tecnico, società e le compagne di squadra: comunque vada, credo proprio che la presenza di ben due squadre Under 17 alle finali nazionali sia un vero e proprio successo per tutta la Pallamano Spallanzani Casalgrande”.

Giulia Cosentino, pivot della Casalgrande Padana U17 femminile

L’ORGANICO. La rosa della Casalgrande Padana Under 17 femminile per la stagione 2021/22 comprende Giulia Abruzzese (classe 2007 – pivot), Sara Apostol (2006 – pivot), Emma Baroni (2007 – terzino), Alexia Capucci (2007 – centrale), Giulia Cosentino (2008 – pivot), Emma Ferrari (2007 – ala), Matilde Giovannini (2008 – terzino), Viola Giubbini (2008 – portiere), Chiara Lanzi (2007 – terzino/ala), Malak Lassouli (2008 – ala), Asia Mangone (2005 – ala), Margherita Marazzi (2008 – terzino/ala), Leila Mazizi (2006 – ala), Giulia Reggiani (2007 – portiere), Elisa Rondoni (2005 – centrale) e Greta Trevisi (2008 – terzino).

Nella foto in alto, la Casalgrande Padana Under 17 femminile pronta a partire per il Veneto. Le altre immagini presenti all’interno di questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

A1 femminile, un nuovo terzino per la Casalgrande Padana: la cubana Nahomi Marquez Jabique approda in biancorosso

Energia centroamericana per la Casalgrande Padana: l’organico allenato da Marco Agazzani si arricchisce con un nome nuovo, che promette di portare un contributo di consistente qualità al già pregevole assetto di squadra. Nel corso del prossimo campionato di serie A1 femminile, la compagine ceramica potrà contare pure su Nahomi Marquez Jabique: un terzino di grande affidabilità, in arrivo dalla formazione veneta della Alì Best Espresso Mestrino.

Per quanto riguarda le note biografico-sportive, Nahomi è nata all’Avana nel 2000: la sua altezza è pari a 181 centimetri, mentre il peso è di 74 kg. Si tratta di un’atleta che conosce da vicino la massima divisione italiana: nel 2019/20 ha infatti disputato l’A1 con la casacca dell’Ariosto Ferrara, mentre l’approdo nelle file gialloverdi padovane risale a un anno fa. Nell’annata agonistica appena trascorsa, Nahomi si è resa autrice di una traiettoria molto gratificante: sia in ambito individuale, sia a livello di squadra. Anche grazie alle gesta del vivace terzino cubano, Mestrino ha costruito un percorso di altissimo livello arrivando a disputare gli spareggi scudetto. Pur essendo celebre per il suo brillante rendimento difensivo, Marquez Jabique non disdegna affatto le proiezioni in zona gol: lo sanno bene anche le sue future compagne di squadra della Casalgrande Padana, che nel 2021/22 l’hanno affrontata in due occasioni. Per la cronaca, entrambe le sfide sono state vinte da Mestrino: il 4 dicembre scorso Nahomi ha siglato 2 gol personali al pala Keope, per poi realizzarne 5 nella sfida di ritorno disputata il 2 aprile in terra veneta.

Nahomi Marquez Jabique (foto pallamanomestrino.it)

La nuova arrivata in casa biancorossa si segnala inoltre per le prestigiose esperienze all’interno della Nazionale cubana: con la selezione del suo paese di origine, lei ha vissuto da protagonista i Giochi panamericani del 2018 e i Mondiali 2019 che si sono svolti in Giappone.

Alberto Aldini, direttore generale della Pallamano Spallanzani Casalgrande

“Eravamo sulle tracce di Nahomi già da qualche tempo – sottolinea Alberto Aldini, direttore generale della Pallamano Spallanzani Casalgrande – Siamo convinti di avere rinforzato la Padana con una giocatrice di valore, che peraltro sa adattarsi con maestria all’interno del proprio ruolo: lei può infatti giocare sia come terzino destro sia come sinistro, in entrambi i casi con grande efficacia. Tutto ciò senza dimenticare la prestanza fisica che la caratterizza, dote che si rivelerà molto preziosa per rinforzare ulteriormente le potenzialità di tutto il nostro organico. Durante il percorso che ci ha portati a concretizzare l’accordo, abbiamo usufruito del prezioso supporto da parte di Esperanto Sd: è una rinomata associazione che si occupa di diritto sportivo, e Nahomi figura appunto tra i suoi iscritti. Il contratto con Marquez Jabique è valido per la prossima stagione – rimarca Aldini – Tuttavia, c’è già un’opzione per l’annata 2023/24. Al momento lei si trova in Abruzzo per ragioni di lavoro, e lì rimarrà ancora per il prossimo mese e mezzo: in seguito, dal 1° agosto Nahomi inizierà regolarmente ad allenarsi al pala Keope con il resto della squadra”.

In maglia gialla, Nahomi Marquez Jabique in azione durante la sfida dell’aprile scorso tra Mestrino e Casalgrande Padana (foto Leandro Zampieri)

Il dg casalgrandese fa poi il punto sulla composizione del gruppo che affronterà la nuova serie A1 femminile: “Riteniamo che la nostra campagna rafforzamenti possa definirsi chiusa. Come annunciato nei giorni scorsi, la Casalgrande Padana che ha affrontato il campionato 2021/22 è riconfermata in blocco: di conseguenza, non abbiamo in preventivo altre acquisizioni o modifiche. Potremmo considerare un secondo ricorso al mercato soltanto se ci fossero defezioni: infatti tre ragazze devono tuttora comunicarci le rispettive intenzioni, e proprio adesso stanno decidendo se proseguire o meno l’impegno con noi”.

Nella foto a inizio pagina il terzino Nahomi Marquez Jabique in azione con la maglia dell’Alì Best Espresso Mestrino, sempre nel confronto del 2 aprile contro la Padana (immagine realizzata da Leandro Zampieri).

Finali nazionali Under 17, il sipario si alza con la composizione dei gironi: la Casalgrande Padana femminile sfiderà Camerano, Romagna, Tesimo e Cassano. I ragazzi affronteranno invece Siracusa, Campoformido e Carpi

Le finali nazionali Under 17 Figh sono sempre più alle porte, sia in ambito maschile sia nel contesto femminile: le sfide che assegneranno gli scudetti di categoria sono previste per la prossima settimana. Intanto, la Federazione ha composto i raggruppamenti che caratterizzeranno entrambi i tabelloni: l’operazione è avvenuta nella mattinata di oggi, venerdì 10 giugno. Nella fattispecie, il sorteggio è stato effettuato a Isola delle Femmine: una sede non casuale, in quanto la località palermitana sta ospitando le finali europee Etb di beach handball.

Le gare tricolori Under 17 si terranno in Veneto, da giovedì 16 fino a domenica 19 giugno: come ampiamente comunicato nelle scorse settimane, le sedi saranno Torri di Quartesolo, Camisano Vicentino, Quinto Vicentino, Lissaro e Mestrino.

Emma Ferrari, ala della Casalgrande Padana U17 femminile

UNDER 17 FEMMINILE. La Casalgrande Padana è stata inserita nel girone B, insieme ad altre 4 formazioni. A duellare con le campionesse regionali emiliano-romagnole saranno le lombarde del Cassano Magnago, le marchigiane del Camerano e le altoatesine del Laugen Tesimo: la cinquina si completa con il Romagna. Per quanto riguarda il resto della griglia, il gruppo A comprende Cellini Padova, Brunico, Tushe Prato e Mestrino: il gruppo C è invece contraddistinto dalla presenza di Mattroina, Leonessa Brescia, Guerriere Malo, Conversano e Oderzo. Le gare saranno di sola andata: ad accedere alle semifinali sarà la prima classificata di ciascun girone, più la miglior seconda dei 3 raggruppamenti.

Ilenia Furlanetto, allenatrice delle U17 biancorosse

“Siamo pronte per questo impegno – afferma decisa Ilenia Furlanetto, allenatrice della Casalgrande Padana Under 17 femminile – Il nostro organico ha un’età media decisamente bassa, e si tratta di un aspetto di cui bisogna tenere buon conto: le ragazze effettivamente Under 17 sono soltanto 3, mentre tutte le altre appartengono alla categoria U15. Di conseguenza, il solo fatto di essere arrivate a questo punto rappresenta già un vero e proprio successo: ora, i confronti che disputeremo la prossima settimana ci daranno un’ulteriore e prestigiosa opportunità per verificare il percorso di crescita della squadra sotto ogni punto di vista”.

Margherita Marazzi, terzino/ala della Casalgrande Padana U17 femminile

“In merito alla composizione del girone, di certo il compito che abbiamo all’orizzonte si prospetta tutt’altro che semplice – prosegue la timoniera biancorossa – Per di più, la formula delle finali non perdona: ogni minimo passo falso può ridimensionare parecchio le speranze di accedere alle semifinali. Proprio e anche per questo, l’appuntamento tricolore sarà davvero un banco di prova molto utile per tutte le nostre giocatrici. All’interno del gruppo B, il Romagna è la squadra che conosciamo meglio: si tratta infatti di un’avversaria che abbiamo già affrontato due volte durante la stagione regolare, imponendoci in entrambe le occasioni. Al tempo stesso, stiamo parlando di una doppia vittoria che non può certo autorizzarci a dormire sugli allori – ammonisce Ilenia Furlanetto – Il Romagna è infatti formazione tenace e ben allenata: una squadra che in Veneto andrà alla ragionevole ricerca di una netta rivincita. Allo stesso modo, i tecnici di Cassano e Camerano hanno portato le rispettive squadre a raggiungere un pregevole livello di preparazione: tutto ciò senza ovviamente dimenticare il Laugen Tesimo, che in questo momento è a mio parere la compagine maggiormente favorita per l’accesso alla semifinale. Ad ogni modo, questa Casalgrande Padana ha già una stella polare da seguire: l’obiettivo primario e irrinunciabile delle nostre ragazze è quello di cercare il meglio da loro stesse, indipendentemente dalle squadre che ci troveremo davanti di volta in volta”.

La Casalgrande Padana Under 17 maschile, terza classificata in ambito regionale

UNDER 17 MASCHILE. Anche i biancorossi disputeranno il girone B, ovviamente in ambito maschile: in questo caso la Casalgrande Padana affronterà Aretusa Siracusa, Carpi e i friulani del Jolly Campoformido. Si nota quindi la presenza di Carpi, che prenderà parte alle finali scudetto smentendo così seccamente le voci di rinuncia che si erano rincorse nelle ultime settimane: tuttavia la formazione ceramica ha potuto ugualmente usufruire dell’ammissione alle sfide tricolori, grazie ai buoni risultati ottenuti nel 2021/22. La Padana ha infatti guadagnato il 3° posto a livello regionale, e ciò le ha permesso di ottenere un lusinghiero piazzamento nella classifica nazionale dei ripescaggi. Per quanto concerne le altre formazioni in lizza, il gruppo A raccoglie Cassano Magnago, Cus Sassari, Monteprandone e Prato: nel gruppo C sono invece allocate Bolzano, Cologne, Fondi e Derthona Tortona. Il quadro si completa con il girone D: ne saranno protagoniste Malo, Fidelis Andria, San Vito Marano e la Pallamano 85 San Lazzaro di Savena che ha primeggiato in Emilia Romagna. A staccare il biglietto per le semifinali sarà soltanto la prima classificata di ciascun raggruppamento.

Marco Agazzani, allenatore degli U17 biancorossi

“Di certo non si prospetta una missione agevole, ma lo sapevamo benissimo – sottolinea Marco Agazzani, allenatore della Casalgrande Padana U17 maschile – Del resto stiamo parlando di finali nazionali, e quindi è naturale che il lotto delle compagini avversarie sia davvero di notevole livello. Nel dettaglio, sono davvero felice che anche Carpi abbia trovato modo di partecipare: l’unico difetto dei bianconeri è costituito dal fatto di avere un organico con pochi giocatori a disposizione, ma per il resto la squadra guidata da Gennaro Di Matteo può contare su qualità davvero rilevanti in ogni zona del campo. Quest’anno abbiamo fronteggiato Carpi in ben tre occasioni, e quindi ne parlo a ragion veduta: una vittoria esterna per parte durante la stagione regolare, poi successo bianconero al pala Keope durante le recenti finali regionali. Conosco bene anche l’Aretusa Under 17, una realtà che ho seguito e osservato varie volte negli ultimi tre anni: Siracusa è davvero in costante crescita, e a quanto ne so può contare su una struttura di gioco davvero complessa da scardinare”.

Paolo Canelli, ala/centrale della Casalgrande Padana U17 maschile

“Dal nostro punto di vista, la vera incognita sarà il Jolly Campoformido – rimarca Agazzani – Sui ragazzi udinesi sto raccogliendo varie informazioni, perchè si tratta di rivali del tutto nuovi per noi: trattandosi di una sfida completamente inedita, prevedo una partita davvero densa di insidie che ci metterà senza dubbio a severa prova. Ad ogni modo, il lavoro sta procedendo senza intoppi – sottolinea l’allenatore – Noi avremo il vantaggio di poter giocare a cuor leggero, senza particolari ansie: noi ci presentiamo infatti con il 3° posto regionale, e dunque non partiamo certo con i favori del pronostico. D’altro canto, nulla è scritto in partenza: se sapremo consolidare ulteriormente il buon lavoro svolto nei mesi scorsi, credo proprio che questa Padana potrà assumere il ruolo di autentica sorpresa del girone. Facendo domanda di ripescaggio, la società ci ha accordato una grandissima fiducia: faremo di tutto per risultarne all’altezza”.

Nella foto in alto, la Casalgrande Padana Under 17 femminile che ha vinto il titolo regionale. Le immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.

Anche la Casalgrande Padana U17 maschile si sta preparando alle finali tricolori. Caprili: “L’efficace gioco di squadra è tra i nostri punti di forza. Adesso bisogna migliorare sotto l’aspetto caratteriale”

Al pari delle loro “colleghe” e pari età biancorosse, anche i ragazzi della Casalgrande Padana Under 17 maschile si stanno preparando alle finali nazionali di categoria. L’appuntamento con le gare che assegneranno il tricolore è ormai alle porte: le attesissime sfide sono infatti previste nel periodo che va dal 16 al 19 giugno. Entrambi i tabelloni, quello maschile e quello femminile, verranno disputati su 5 parquet veneti: nella fattispecie le sedi di gara saranno Torri di Quartesolo, Camisano Vicentino, Quinto Vicentino, Mestrino e Lissaro.

La Casalgrande Padana Under 17 maschile che ha centrato il 3° posto in ambito emiliano-romagnolo

Parlando nel dettaglio degli Under 17 casalgrandesi, la formazione allenata da Marco Agazzani è in arrivo da una stagione contraddistinta da numerosi risultati di apprezzabile livello. Nel dettaglio, la compagine ceramica ha chiuso il segmento iniziale del campionato piazzandosi al 3° posto nel girone A: il bilancio della Padana parla di 17 punti conquistati nell’arco di 12 gare. A seguire i biancorossi hanno centrato la terza piazza anche nel girone 1 della seconda fase, attestandosi a quota 6 dopo altrettante partite: un ruolino di marcia che ha permesso di staccare il biglietto per le finali emiliano-romagnole, disputate al pala Keope nel fine settimana del 21 e 22 maggio. Nella prima delle sfide conclusive, Casalgrande ha pagato dazio contro Carpi col punteggio di 30-25: tuttavia la Padana è riuscita a riscattarsi contro Imola, ottenendo una vittoria per 30-24 che ha permesso di conquistare la medaglia di bronzo regionale. Il titolo è stato vinto dalla Pallamano 85 San Lazzaro di Savena, che ha così ottenuto la qualificazione alle sfide scudetto insieme a Carpi: tuttavia nel panorama italiano ci sono state alcune rinunce tra le squadre qualificate, e in tal modo, la Casalgrande Padana è stata premiata grazie al buon piazzamento nella graduatoria ripescaggi. Una classifica nazionale stilata direttamente dalla Federazione, che tiene conto di tutti i risultati ottenuti durante questa annata agonistica.

L’allenatore Marco Agazzani

“A nome dell’intera squadra, ringrazio davvero la società per aver presentato la domanda di ripescaggio – esclama Matteo Caprili, portiere della Casalgrande Padana Under 17 maschile – Di fronte a noi c’è un’esperienza di straordinario rilievo: le finali nazionali sono senza dubbio un’opportunità che dovremo cogliere al volo, con l’obiettivo di concretizzare ulteriori miglioramenti a livello di gioco e predisposizione caratteriale. Intanto, ci presenteremo in Veneto forti di un bronzo regionale che ritengo davvero lusinghiero: il 3° posto rappresenta un traguardo gratificante e di prestigio, che va preso come ulteriore trampolino di lancio in vista del grande evento che ci attende. In più, osservando il costante e proficuo lavoro svolto durante tutti questi mesi, ritengo che la Casalgrande Padana abbia senza dubbio meritato di salire sul podio: ovviamente si spera sempre di conquistare il massimo risultato possibile, ma in tutta sincerità la Pallamano 85 San Lazzaro di Savena rappresenta una vera e propria super potenza di questa categoria”.

Mattia Bacchi, centrale e capitano della Casalgrande Padana U17 maschile

A tal proposito, Caprili non manca di soffermarsi sulle avversarie e sulle prospettive casalgrandesi: “A breve studieremo nel dettaglio le altre realtà che disputeranno le finali scudetto – sottolinea l’estremo difensore, classe 2005 – In ogni caso, siamo ben consapevoli di essere attesi da squadre che sanno esprimersi su elevatissimi livelli di rendimento: solo per citare un nome a titolo di esempio, la già menzionata Pallamano 85 rientra senza dubbio tra le principali favorite in chiave scudetto. D’altro canto credo proprio che il nostro organico abbia quanto serve per esprimersi con efficienza contro chiunque, tenendosi ben alla larga da un ruolo impacciato o impaurito: bisognerà puntare parecchio sul gioco corale che ci contraddistingue, una caratteristica che costituisce un vero e proprio elemento-chiave della nostra fisionomia di squadra. Molte altre formazioni si affidano in primo luogo ai numeri e ai lampi di genio che provengono dai singoli ragazzi: noi abbiamo invece una concezione differente. Le individualità hanno la loro specifica importanza, ci mancherebbe altro: tuttavia, in questa Casalgrande Padana ciò che conta di più è il gioco di squadra nel vero senso del termine. Non a caso, le azioni che sviluppiamo di volta in volta coinvolgono in misura rilevante tutti i 7 elementi in campo: preferiamo affidarci a una pallamano contraddistinta da manovre pazienti e ragionate, evitando di fare troppo affidamento sugli spunti felici di ciascun giocatore”.

La Casalgrande Padana Under 17 maschile durante un time-out

“Al tempo stesso, dobbiamo compiere passi avanti non trascurabili a livello caratteriale – prosegue il guardiano biancorosso – Tra gli obiettivi del lavoro che stiamo compiendo sotto la direzione di Agazzani, c’è proprio quello di arrivare a sistemare le pieghe che ci riguardano sul piano dell’atteggiamento. E’ vero che in alcune occasioni siamo riusciti a risalire la china dopo essere andati in forte svantaggio: tuttavia il più delle volte abbiamo accusato un visibile calo durante il 2° tempo, una flessione che ci ha impedito di rendere ulteriormente brillante e vittorioso il nostro cammino. Se riusciremo a risolvere questi problemi in ambito caratteriale, creeremo le condizioni giuste per affrontare le finali nazionali con rinnovata efficacia e con una combattività ancora maggiore: in tal modo, le nostre ragionevoli speranze di fare bene prenderanno ancora più slancio. Intanto, io sono pronto per fare la mia parte – aggiunge Matteo Caprili – Tra Under 17 e Prima squadra di A2 targata Modula, la stagione che sto tuttora attraversando si è rivelata parecchio impegnativa: d’altro canto posso dire di essere davvero felice, sia per la crescita che credo di aver concretizzato sia per i buoni spazi che mi sono stati concessi in campo”.

L’ala biancorossa Asia Mangone, nazionale Under 20

UNDER 20 FEMMINILE. Un aggiornamento anche sulla Nazionale Under 20 femminile, di nuovo al lavoro per arrivare pronta ai Mondiali di categoria. Nella giornata di lunedì 6, le azzurrine si sono radunate al Pala Santa Filomena di Chieti: lo stage al Centro Tecnico Federale proseguirà fino a sabato prossimo 11 giugno. Le attività coinvolgono anche l’ala classe 2005 Asia Mangone, in forza alla Casalgrande Padana sia con la squadra di A1 sia con la compagine Under 17: la Rappresentativa tricolore è guidata da Beppe Tedesco, coadiuvato dalla vice allenatrice Elena Barani e dalla preparatrice dei portieri Adele De Santis. I Mondiali U20 si svolgeranno a Celje, in Slovenia, dal 22 giugno fino al 3 luglio: Italia inserita nel girone C insieme a Danimarca, Argentina e Montenegro.

Nella foto in alto Matteo Caprili, portiere della Casalgrande Padana Under 17 maschile. Le immagini presenti in questa pagina sono state realizzate da Monica Mandrioli.