Casalgrande Padana: arriva lo stop casalingo contro Oderzo

Finisce 20-23 l’incontro di Casalgrande Padana contro Mechanic System Oderzo, tra le mura del Pala Keope .

Dopo i risultati utili  che l’hanno rilanciata in zona play off, Casalgrande Padana cede il passo alla seconda della classe, mostrando che il divario non è così ampio come appare dalla classifica, ma concedendo qualcosa di troppo alle opitergine che ne approfittano e consolidano il posto vicino alla vetta del campionato.

Buona la fase difensiva orchestrata dalle ragazze di mister Lassouli, che lascia pochissimo respiro al miglior terminale offensivo delle venete, Duran Arasay, che a fine gara avrà messo a tabellino solo due reti. Nonostante questo Oderzo mostra di non essere Duran-dipendente e sfrutta bene le proprie occasioni, sbagliando poco ed impegnando parecchio Iacovello, chiamata agli straordinari nella porta reggiana. La difesa profonda operata dalle venete poi infastidisce Furlanetto che fatica ad andare al tiro con la consueta precisione, e costringe Fanton ad ingegnarsi continuamente nella ricerca di giocate che possano sorprendere la difesa di Oderzo costringendo diverse volte le venete a falli da rigore. Mechanic System che prende comunque il largo due volte, e per due volte viene raggiunta dalle reggiane che reagiscono spinte anche dal pubblico amico. A 4 minuti dal termine, quando si poteva accarezzare anche  la speranza di un pareggio che muovesse la classifica,bastano poi due errori per far ripartire le venete che rimettono la testa avanti, e Furlanetto, nel caso anche un pò sfortunata, colpendo un palo ed una traversa, non riesce a riaggiustare la situazione. Ultima rete di Oderzo, sul filo della sirena, dopo una lunga interruzione a 10 secondi dallo scadere, dovuta all’espulsione per reiterate proteste dell’allenatore veneto Neven Andreasic che, pur avendo ormai il risultato in tasca, non è riuscito a limitare le proprie reazioni di fronte ad una sospensione comminata ad una sua giocatrice.

Buone le prove di Kere e Bertolani (3 e 4 reti) e di nuovo in crescita  Orlandi, soprattutto in fase difensiva.

Da mettere tra le note positive, oltre la capacità di tenere testa alla corazzata Oderzo, le sette reti comunque messe a segno da Furlanetto contro le sole due di Duran, che permettono all’esterno di Casalgrande di staccare ancora un pò la sua diretta inseguitrice nella classifica marcatori, Duran appunto.

Nulla di compromesso nonostante la sconfitta, ma per ottenere il miglior piazzamento possibile in questa regular season ci sono ancora in palio 4 punti fondamentali: i primi 2 in casa dell’Ariosto Ferrara sabato 18 marzo,  tra due squadre oggi a pari punti e con quoziente reti del tutto analogo: sarà derby vero.

Serie B: Agaptour sempre leader imbattuta della classifica. 34-26 sul Rapid Nonantola

Gara casalinga e di  riscatto, dopo il pareggio del turno precedente, quella andata in scena al PalaKeope Sabato 2 marzo contro il Rapid Nonantola. Penultima gara di regular season, in attesa dell’ultima, sabato prossimo, nell’atteso derby contro Sportinsieme.

Incontro condotto dal primo quarto d’ora alla fine da parte dei ragazzi di mister Scorziello che si presentano con lo starting seven composto da Ricciardo in porta, Mattia Lamberti terzino sinistro, Enrico Giubbini centrale, Aldini terzino destro, Lenzotti pivot, Scalabrini ala destra e Toro ala sinistra. Solidità difensiva assicurata e nonantolani che faticano ad andare al tiro da sinistra o a fornire rifornimenti al pivot, con Ricciardo che gioca un ottimo primo tempo tra i pali reggiani e fa dimenticare la prova non brillante contro Marconi Jumpers.

Primo strappo dei casalgrandesi che al 13esimo minuto vanno sul +3, per farsi riagguantare al 16esimo. Poi, il trio d’attacco Lamberti -Giubbini -Aldini aumenta l’intesità di percussione e tiro e nei 10 minuti che seguono infila un + 7 che pare stroncare ogni velleità modenese di rimanere in gara, con primo tempo che si chiude sul 16-8 per i padroni di casa.

Enrico Aldini

Seconda frazione con Agaptour in controllo gara, che accusa qualche difficoltà con l’ingresso, per il Rapid, di Gabriele Montanari, su cui per qualche minuto, fatica a prendere le misure. I tentativi di rientro del Rapid sono volenterosi, ma il divario non diminuisce mai sotto le 6 reti , nonostante i tentativi di coach Manfredini di strozzare il gioco dei reggiani portando in marcatura a uomo prima Giubbini e poi Lamberti: l’impegno dei due top scorer di casa, lascia però spazi ad Aldini che non si fa pregare e tra reti e assist sul pivot fa proseguire ugualmente la marcia di Agaptour verso il 34-26 finale. Le reti: Giubbini E. 7, Lamberti M. 8, Lenzotti 3, Aldini 7, Scalabrini 3, Toro K. 2, Pertoldi 2, Galopin 2

Contento per la buona gara – dice mister Scorziello– dei miei ragazzi, nuovamente sugli standard a noi più congeniali. Oltre le buone prove dei soliti atleti più esperti, spendo volentieri due parole sul ritorno in campo per 60 minuti di Aldini, dopo l’infortunio rimediato con la nazionale U17. L’ho utilizzato come terzino destro al posto dell’infortunato Pranzo, e si è comportato da giocatore senior: 7 reti, tanta tanta difesa e mai un passo indietro. Se questo è il nostro futuro, abbiamo di che sorridere”. 

Sabato 09/03/2019 quindi tutti al Pala Keope di Casalgrande per un nuovo handball day: Dalle 18.30 serie A1 femminile Casalgrande Padana -Mehanic System Oderzo (con diretta streaming su Pallamano Tv dalle 18.20), e a seguire, l’ultima giornata di regular season di serie B maschile con il derby Agaptour Casalgrande -Sportinsieme . 

Settore Giovanile: concentramento U9 e U11 al PalaKeope

Concentramento per le squadre under 9 e under 11 della regione si è svolto tra le mura del PalaKeope domenica 24 febbraio.

11 le squadre partecipanti suddivise in tre gironi, con incontri in tre tempi da otto minuti ognuno, per permettere il maggior numero di partite possibili: si sono così incontrate due squadre di Casalgrande, Nonantola, Castellarano, Rubiera, Greenhandball,  Felino e Marconi Jumpers, anche queste ultime tre arrivate con due rappresentative.

Alla fine della 4 ore di gioco, la classifica lascia al primo posto a pari merito Casalgrande A e Rubiera con 9 punti, seguiti dal Marconi Jumpers A con 8 e Nonantola a 6.

Al di là di classifiche e risultati, circa 60 ragazzi e ragazze hanno dato vita ad una vera e propria full immersion di pallamano giocata, con la stessa forza e passione che solitamente caratterizza le categorie superiori, lasciando ben sperare per il futuro di tutto il movimento regionale.

Agaptour fermato sul pareggio da Marconi Jumpers Castelnovo Sotto

Arriva la battuta d’arresto per Agaptour, che dopo un percorso sin qui perfetto e a punteggio pieno, viene fermato sul pareggio 33-33 dalla diretta inseguitrice Marconi Jumpers.

Marconi che, a dirla tutta, merita eccome: colpisce a raffica dalle ali grazie ad un buon giro palla, ma soprattutto grazie alla difesa casalgrandese per nulla incisiva. Marconi si aggiudica la prima frazione sul 17-14, e Agaptour va al riposo consapevole che portare a casa l’intera posta in terra castelnovese non sarà facile.

Jonathan Pranzo

Nella ripresa finalmente si muove qualcosa, ma è ancora troppo poco e Agaptour riesce a ricucire lo strappo solo nei 10 minuti finali, sfruttando la maggiore capacità ed esperienza dei propri terminali offensivi. Resta comunque una prova opaca quella dei casalgrandesi, che non perdono nè l’imbattibilità nè l’ampio margine di vantaggio nella classifica generale, ma hanno evidenziato alcune lacune soprattutto di approccio alla gara. Così mister Scorziello: ” Pareggiare un incontro dopo dieci vittorie consecutive certo non mi preoccupa, nè per la classifica nè per il punto, per così dire,  perso. Non mi è piaciuto però l’atteggiamento avuto in gara: 33 reti subite significano una fase difensiva interpretata male, contro una buona e volenterosa squadra, ma che non ha lo stesso nostro bagaglio tecnico e di esperienza. Le motivazioni possono essere tante: dalla superficialità della certezza di poter rimettere in piedi la gara in ogni momento, all’infermeria che tiene ancora lontani elementi importanti, o anche alle pause troppo lunghe del campionato che allentano la tensione agonistica. Oltre a tutto ciò però, va rimarcato che si è trattato di una gara in cui Marconi è stato bravo a metterci in difficoltà, e nel momento della difficoltà bisogna reagire tutti insieme, da squadra. Questo non l’ho visto nei miei ragazzi, che hanno riacciuffato l’incontro grazie ad una maggiore esperienza di alcuni elementi, ma non grazie ad una vera coesione del gruppo. Una battuta d’arresto in un campionato ci sta, non siamo dei robot, ma dobbiamo fare tesoro dei nostri errori se vogliamo continuare l’ottimo cammino che abbiamo fatto sino ad ora.”

Casalgrande Padana continua la marcia verso i play off: sconfitto anche Dossobuono

Netta e importante vittoria in terra veronese per Casalgrande Padana, che batte 18-27 la Venplast Dossobuono.

Venplast che mantiene il quarto posto, ma che permette a Casalgrande Padana di cucire quasi totalmente il divario in classifica, che ora è di un solo punto. Continua quindi la serie positiva delle ragazze di mister Lassouli, che nella trasferta del PalaDossobuono interpretano una gara di concentrazione ed in linea di continuità con le precedenti di questo girone di ritorno: Fanton detta i tempi dell’attacco ed amministra la difesa, Furlanetto continua ad essere un terminale offensivo tra più importanti d’Italia, Franco, Kere e le sorelle Artoni si fanno sempre trovare pronte quando è necessario.

Il valore aggiunto del team rimane Martina Iacovello: in una stagione di grazia, anche a Dossobuono difende con grinta la porta reggiana, e nega ogni tentativo delle veronesi di rientrare in partita.

Partita in equilibrio solo nei primi venti minuti del primo tempo, poi Furlanetto&C scatenano l’inferno sul Dossobuono, che sbaglia troppo in fase di tiro e perde con errori banali troppi palloni in fase di attacco, esponendosi alle ripartenze reggiane. Il secondo tempo riparte sulle stesse note, ed è solo intorno al 53esimo che la Venplast mette in difficoltà Casalgrande Padana, nel frangente un pò distratta credendo di avere già la gara in pugno, e si riporta sul -3.

Lassouli è costretto al time out che resetta le sue giocatrici. Rientro in campo e parziale di 7 -1 per le reggiane che chiudono il match in modo perentorio e senza che nessuno possa recriminare alcunchè.

6 le reti per Furlanetto,  5 Fanton, 4 per una ritrovata Orlandi,  5 Simona Artoni, 3 Alessia Artoni, 2 Franco, 1 Lusetti e Bertolani, ma eroe di giornata ed MVP, resta la guardiana della porta reggiana Martina Iacovello, che si conferma ancora una volta uno dei portieri più in forma del campionato.

Focus sul Settore Giovanile: tutte le squadre Spallanzani ai vertici della classifica

Momento assolutamente positivo delle squadre giovanili del G.S.D. Pallamano Spallanzani, femminili e maschili, che si attestano ai vertici delle classifiche dei rispettivi campionati di categoria in questo inizio 2019.

La U15 femminile a direzione Ilenia Furlanetto, mantiene il trend mostrato ad inizio stagione e resta saldamente prima in classifica, dopo aver incassato l’ennesima vittoria, questa volta contro Marconi Jumpers, per 51-20. Nove gare su nove quelle vinte dalle marmocchie terribili a targa Casalgrande Padana, 18 punti in classifica e un impressionante tabellino di marcia: 326 goal fatti e solo 128 subiti, seguite da Ariosto Ferrara che però di punti ne ha ben 6 in meno.

Primato assoluto anche per la U17 femminile di coach Stefy Guiducci che, con 375 reti fatte e 140 subite, guida imbattuta e a punteggio pieno (20 punti) la classifica di categoria, seguita anche qui solo da Ariosto Ferrara con 16 punti. Lusetti e compagne, anche in virtù dell’esperienza e della crescita con la prima squadra, continuano il lavoro in palestra già con la testa alla fase a orologio, che distribuirà gli ultimi punti prima dell’incoronazione della squadra campione regionale, con diritto di accesso alle finali nazionali.

Passando al maschile poi, dopo un avvio di stagione in salita, la U15 maschile del duo Giulia Dallari -Marco Giubbini, ha dimostrato di essere una realtà finalmente in crescita, tanto da attestarsi al momento al primo posto del girone B della seconda fase, con cinque vittorie in sei gare, seguita da Pallamano Parma e Pallamano Decima.

La U17 maschile guidata da Giorgia Di Fazzio invece, in conclusione del girone di andata della seconda fase, va ad attestarsi al secondo posto a otto punti, a pari merito con Rapid Nonantola e dietro Pallamano Modena. Dopo aver lasciato per strada 4 punti importanti, la crescita motivazionale e di gioco dei Di Fazzio boys si è rimessa in trend positivo, tanto da portare a casa tre vittorie consecutive in danno proprio di Modena e Nonantola prima, e di Handball Romagna poi, agganciando così la testa della classifica.

“Molto contento dell’ottimo momento positivo – dice mister Fiumicelli, coordinatore del settore giovanile– L’ambiente è sereno ed in crescita anche numerica ( si aggiungano anche circa 25 ragazzi, tra maschi e femmine, che fanno parte del gruppo promozionale U13 seguito da Martina Iacovello ndr). La condivisione del progetto tecnico che coinvolge anche le squadre maggiori, il gran lavoro di promozione che facciamo nelle scuole, ed anche l’organizzazione di eventi ad hoc presso il palazzetto, stanno dando coesione trasversale a tutto il movimento societario. Tutti, dirigenti, tecnici e ragazzi, stanno lavorando con impegno per raggiungere gli obiettivi prefissati, e i risultati si vedono bene anche a livello giovanile, oltre che per le squadre senior, dove Casalgrande Padana mostra di poter avere ancora un ruolo di interesse nel campionato di A1, e Agaptour tiene salde le redini di una classifica che domani potrebbe riportarla nel campionato nazionale di A2 maschile. In tutto questo non c’è nulla di lasciato al caso, ma è frutto di un progetto ad ampio respiro condiviso in società, e queste classifiche sono i primi frutti di un lavoro portato avanti da mesi”. 

U17m: Casalgrande si impone in trasferta sul Rapid Nonantola.

Importante vittoria esterna per l’U17m a targa Casalgrande Padana, sull’ostico campo del Rapid Nonantola, dove i ragazzi di coach Di Fazzio si sono imposti sui padroni di casa per 16-22.

Gara in vero equilibrio solo nei primi minuti di gioco, poi Casalgrande impone il ritmo e prende qualche lunghezza di vantaggio, che riuscirà a mantenere per tutta la gara. Per il Rapid le cose si fanno comunque più complicate verso il 20esimo del primo tempo, con l’uscita per infortunio di Kasa, che toglie un pò di vivacità al gioco dei modenesi.

Nonostante i diversi errori i fase di gestione schemi, i reggiani sanno sfruttare una innata maggiore velocità in generale e le fasi di contropiede finalizzate da Prodi e Galopin. Buona la prova di Sigona e Ravaglia e quella di entrambi i portieri casalgrandesi, Prandi e Lanzi, che nei momenti decisivi negano i tentativi di rientro in gara ai nonantolani.

Enrico Aldini

Per 25 minuti di nuovo in campo, dopo 44 giorni di assenza a causa dell’infortunio rimediato allo stage con la nazionale, capitan Aldini: due reti per lui e di nuovo tanta difesa, ad arginare i tentativi di assalto dei padroni di casa, anche per scongiurare i rischi di subire rimonte già visti contro Pallamano Modena.

Così Giorgia Di Fazzzio dopo la gara: “Due vittorie importanti nelle ultime due gare, tra l’altro contro le squadre sulla carta più forti, ci hanno rimesso in corsa nel cammino verso le final four regionali. E’ presto ancora per fare pronostici, ma i ragazzi hanno in testa un obiettivo ed hanno dimostrato di potersela giocare con tutti e di essere una squadra temibile. Il rientro poi del capitano, credo darà una ulteriore spinta. Dovremo essere bravi a confermare ancora questo trend nella gara contro Romagna Handball di mercoledi 20 febbraio”

Colpaccio Casalgrande Padana: vince su Brescia e conquista il quinto posto in classifica

Casalgrande Padana si impone su Leonessa Brescia per 26-21 davanti al proprio pubblico. Vendicata la sconfitta subita all’andata in terra bresciana a fil di sirena, con una buona prova complessiva di tutto il gruppo, che già nei primi minuti di gara va in vantaggio e mostra di poter sempre controllare l’incontro.

Qualche distrazione nel primo tempo e qualche ottima risposta delle guardiane della porta bresciana, permettono alla Leonessa di riagganciare il pareggio per due volte, ma dopo, nonostante gli sforzi di una mai doma Girotto, c’è solo Casalgrande.

Furlanetto parte un pò contratta, ma a fine match mette a tabellino comunque otto reti; Kere e Franco danno stabilità in difesa, la solita Fanton prende per mano la squadra nei momenti di difficoltà e strappa applausi per le sue giocate. Ottima la prova di Alessia Artoni e buona anche quella di Marianna Orlandi.

Ma al di là della gara in sè, la vittoria porta Casalgrande Padana dal settimo al quinto posto in classifica, grazie anche allo scivolone di Ferrara sconfitto da Leno, e posiziona le ragazze reggiane in piena lotta play off.

Conosciamo il valore delle nostre ragazze – dice il Presidente Soncini– Stanno lavorando con molto impegno in palestra ed i risultati arrivano, a rimettere in piedi una stagione che era partita in modo complicato. Questo campionato sentirà ancora parlare di Casalgrande Padana, perchè siamo determinati ad ottenere il miglior piazzamento possibile, ed onorare davvero la nostra maglia, chi ci sostiene, ed il nostro pubblico”.

U17m: vittoria di misura su Pallamano Modena. Conquistati due punti importanti

Si muove la classifica della U17 maschile, che vince tra le mura di casa contro l’ostico Pallamano Modena, e si rimette in marcia in chiave final four, dopo aver rimediato due sconfitte invece in incontri , almeno sulla carta, con squadre di minor spessore.

Avvio convincente da subito quello dei ragazzi reggiani, che arrivano fino al 6-0 nei primi minuti di gioco, con Modena che, privo di Pugliese, mostra poche idee in attacco ed una difesa troppo lenta. Il leit motiv dei padroni di casa, spinti da Prodi e Sigona ed un concentrato Dennis Toro, continua per tutta la prima frazione, che si chiude con un vantaggio ampio e meritato, 17-7.

Modena non ci sta e già all’inizio del secondo parziale si mostra più aggressivo in fase di attacco, anche se fino al quarto d’ora ben arginato dalla difesa dei casalgrandesi. La concomitanza tra la maggiore spinta dei modenesi e l’affacciarsi di una certa stanchezza dei padroni di casa, configura la rimonta della squadra ospite. Tre sospensioni consecutive a carico dei ragazzi di coach Di Fazzio,lasciano in inferiorità numerica Casalgrande troppo a lungo. Gli errori in fase di tiro e qualche palla persa in fase di costruzione, ma anche tre ottimi interventi del portiere modenese Meletti (che conferma a tutti le motivazioni della sua convocazione in azzurro), portano Pallamano Modena a sei minuti dal termine, ad aver ridotto lo svantaggio a -3 e a credere giustamente nel colpaccio.

Galopin

Ragazzi di casa ormai stremati ma che si chiudono in trincea, con Prodi , Sigona e Ravaglia che si sacrificano in difesa per contenere gli assalti avversari e si arriva al fischio finale con Casalgrande ancora sul +1 .

Due punti d’oro in chiave classifica e che fanno morale anche in vista della prossima gara contro Rapid Nonantola, per la quale coach Di Fazzio spera di avere di nuovo a disposizione anche i giocatori infortunati.

Salerno ancora tabù per Casalgrande Padana, ora testa all’incontro con Leonessa Brescia

In archivio un’altra sconfitta contro la prima della classe Jomi Salerno, che si impone sulle emiliane per 25-20. Se nella gara di coppa Italia Casalgrande Padana aveva retto bene per 50 minuti, ad una settimana di distanza il gioco delle ragazze di mister Lassouli è parso avere maggiore continuità, anche se le campionesse d’Italia non si sono mai davvero sentite mettere in discussione.

Troppi gli errori al tiro, soprattutto dall’ala delle casalgrandesi che hanno sprecato davvero tanto. Le reggiane sono sembrate in ogni caso in buona condizione e questa è una solida base su cui fondare la preparazione del prossimo importante incontro in casa, il 16 febbraio alle 18.30, contro il Leonessa Brescia. Brescia occupa il sesto posto in classifica ed è avanti di un solo punto  rispetto a Casalgrande Padana, quindi sarà un incontro importante per cercare il sorpasso e mettersi all’inseguimento di Ariosto Ferrara, a sua volta quinto, ma con soli due punti di vantaggio sulle reggiane.

Irene Fanton

Servirà una gara di cuore e di concentrazione –dice Lassouli– per portare a casa l’intera posta della partita e scacciare i fantasmi della sconfitta rimediata a fil di sirena all’andata. Abbiamo davanti gare importanti in chiave qualificazione play off, ma stiamo bene e faremo di tutto per dimostrarlo.”

Appuntamento quindi al pala Keope il 16 febbraio alle 18.30, oppure con diretta streaming su Pallamanotv dalle 18.20.

Handball Team